EUROPA: L’OMBRA DELLA RECESSIONE!

Scritto il alle 08:15 da icebergfinanza

 

Tanto tuonò che piovve si potrebbe dire a proposito della recessione che colpirà l’Europa nei prossimi mesi a dispetto degli indici di fiducia tedeschi che sembrano già in piena campagna elettorale come i dati dell’economia americana.

(ASCA) – Roma, 15 feb – Economia in retromarcia nell’area euro. Secondo i dati diffusi da Eurostat il pil dell’Eurozona nel quarto trimestre accusa una contrazione dello 0,3% portando cosi’ il dato su base annuae a un modesto aumento dello 0,7%. Eurostat inoltre ha rivisto al ribasso il dato del terzo trimestre da un +0,2% a un +0,1%. L’andamento deludente riguarda gran parte dei paesi dell’area euro. La Germania registra una contrazione dello 0,2%, l’Italia -0,7%. Andamento negativo anche per la Spagna che mostra una flessione dello 0,3%. Solo la Francia, tra i principali, registra una variazione positiva con un +0,2%.

Magia delle elezioni presidenziali francesi dove il comandante Schettino… ops scusate Sarkozy dopo aver portato l’Europa ad inchinarsi sugli scogli della Grecia sussurra che non è possibile cambiare il capitano della nave in piena tempesta perfetta! Ovviamente a pensare male si fa peccato ma spesso e volentieri si indovina!

Aspettiamo nelle prossime settimane la performance economica della Crande Gemania tutta intenta a sfruttare i rendimenti negativi dei suoi titoli di stato per rinnovare contratti in onere delle  elezioni presidenziali del prossimo anno.

Si parlava appunto di elezioni presidenziali, un clima idiliaco che sembra sfornare quotidianamente dati macroeconomici strabilianti in America, peccato che vengono tutti proiettati sullo specchietto retrovisore.

Ad esempio mentre i giornali enfatizzavano il buon dato dell’Indice manifatturiero di Philadelphia il sempre puntuale LANCE ROBERTS  suggerisce un brutto crollo delle aspettative sull’attività futura di 16 punti a fronte di un guadagno di 3 soprattutto dovuto al forte calo delle esportazioni e dei profitti provenienti dall’Europa.

Ciò significa un indebolimento dell’attività manifatturiera nei prossimi mesi.

Quello che colpisce particolarmente è il crollo dell’occupazione un crollo di oltre 10 punti percentuali riportando in negativo il sottoindice del distretto di Philadelphia con prezzi al rialzo per il caro benzina e una compressione dei margini.

Dando un’occhiata alla nostra bussola CAPE SHILLER INDEX e in attesa che il mercato incominci a scontare la futura compressione dei margini a disposizione delle imprese non manca poi al momento della verità, senza fretta s’intende in quanto c’è bisogno che l’illusione raggiunga anche qualche ritardatario.

Nel fine settimana è stata spedita la nuova analisi dal titolo “STRONG BUY ITALIA” un viaggio nell’Italia che verrà, osservando le dinamiche che ci attendono nelle prossime settimane per gettare le basi per i prossimi anni

Chi fosse interessato all’analisi ANNO 2012: ESPLOSIONE DEL DEBITO! che fa il punto sui rischi e stelle polari del 2012 può richiederla con una libera donazione cliccando sul banner in cima al blog o QUI.

Icebergfinanza partecipa al ” ENEL BLOGGER AWARD 2012 ” Se qualcuno di Voi trova un attimo di tempo ed è disponibile a sostenerci , questo è l’indirizzo per votare Semplicemente grazie! http://www.enelbloggeraward.com/

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.4/10 (10 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +6 (from 6 votes)
EUROPA: L'OMBRA DELLA RECESSIONE!, 8.4 out of 10 based on 10 ratings
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Dalla crema di cipolla anticellulite, all'uva sottomarina fino al collare antilupo. Sono solo alcune
  Nel video viene evidenziata la movimentazione degli ultimi giorni sullo strike PUT 8.8
Ftse Mib: l'indice italiano è andato a chiudere il gap up che si era formato il 3 gennaio prima di
Ieri un altro governatore della Fed di Dallas Kaplan ha ammesso che la politica monetaria è in
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Il mercato è estremamente sensibile alle notizie ed agli eventi che spesso, di economico, hanno
L'ambiente è tra le prime preoccupazioni degli italiani, più che l'economia. Inquinamento e de
Ftse Mib: l'indice italiano tenta il rimbalzo favorito dall'accordo di fase 1 USA-Cina. Il quadro gr
Ad un giorno dalle scadenze tecniche di gennaio andiamo a vedere quali sono gli ultimi aggiustamenti
Credo che sia noto a tutti quanto è accaduto ieri. Un evento tanto atteso quanto condizionante