INGHILTERRA e USA: LEGGENDE METROPOLITANE DA TRIPLA A e DINTORNI!

Scritto il alle 05:24 da icebergfinanza

 

Ormai è chiaro anche ad un bambino che le agenzie di opinioni non sono altro che uno strumento per indirizzare politicamente e geopoliticamente i capitali in questa guerra economico/finanziaria, permeate da enormi conflitti di interesse influenzano le decisioni di fondi monetari o pensione, gestori passivi e devoti del rating verso un'unica direzione.

 Roma – Guai seri per l'economia del Regno Unito. Nei tre mesi che si sono conclusi ad agosto, il tasso di disoccupazione e' volato infatti al massimo in ben 15 anni, attestandosi all'8,1%, contro il 7,9% dei tre mesi precedenti terminati a luglio.

   Il numero dei disoccupati e' balzato a 2,57 milioni, al massimo dal 1994, in un un momento in cui il ministro delle Finance e Cancelliere dello Scacchiere George Osborne continua a mettere in atto la politica fiscale restrittiva piu' severadalla Seconda Guerra Mondiale; questo, anche se le misure di austerity si traducono in un deterioramento della ripresa dell'economia.   "Si tratta ovviamente di cattive notizie per il Regno Unito – ha commentato in un'intervista trasmessa al programma "The Pulse" di Bloomberg Jim O'Neill, presidente di Goldman Sachs Management – Se fossi un funzionario inglese, sarei piuttosto preoccupato". Wall Street Italia   

Ma come vi hanno appena regalato circa 10 milioni di sterline chiudendo un'occhio su un piccolo ed innocente errore contabile e voi andate a mettere in dubbio la solidità di una magistrale tripla A…L'Autorità fiscale del Regno Unito "ha commesso un errore" ovvero  aver accettato di perdonare a Goldman Sachs fino a 10 milioni di sterline (16 milioni) di interessi su una tassa non pagata, una tassa sui bonus di qualche povero banchiere, ha detto il suo più alto funzionario.

   “I’m entirely responsible for the Goldman Sachs mistake,” Her Majesty’s Revenue and Customs Permanent Secretary for Tax David Hartnett told a parliamentary committee in London today. It was investigating his role in an agreement HMRC made with the New York-based investment bank in December.… Ingrati non si tratta cosi la mamma…Forgiving Goldman Sachs's $16 Million Tax Interest Is a Mistake, UK

Ieri il Sole24Ore nella sua versione cartacea ha pubblicato l'articolo sull'attendibilità della tripla A che il Financial Times ha pubblicato in prima pagina da noi condiviso la scorsa settimana. Segno dei tempi!

Chissà cosa ne pensano quei ricconi sfondati che ogni giorno protestano quotidianamente accampati sotto Wall Street e da domani anche sotto la City. Una protesta che all'improvviso divampa in tutto il mondo, un incendio sul quale sembra che qualcuno si appresti a gettare acqua fresca, ovvero la notizia di un complotto iraniano, quale migliore occasione puntuale per distogliere l'attenzione, minacciando l'ennesimo intervento armato!

 New York – Bernanke attenzione. Se i Repubblicani dovessero vincere la corsa alla Casa Bianca per il 2012 sarai licenziato. È quanto emerso dall’ultimo dibattito tra i candidati alle primarie repubblicane. Sotto attacco le misure poco convenzionali utilizzate dal numero uno della Federal Reserve (la banca centrale americana) per stimolare la ripresa economica della più grande economia al mondo. Riferendosi al movimento Occupy Wall Street, sulla loro protesta per la differenza di reddito e per il potere eccessivo delle grandi banche, Newt Gingrich ha detto: "Se vogliono cambiare qualcosa, la prima persona da licenziare è Bernanke, un chairman pessimo per la Federal Reserve. Ha speso in segreto centinaia di miliardi di dollari salvando dei gruppi piuttosto che altri. Credo sia corrotto e credo sia ingiusto per una persona sola avere un simile potere".

"Non garantirò l’incarico a Bernanke. Sceglierò personalmente un altro candidato", ha aggiunto Mitt Romney, in testa tra i repubblicani per le prossime elezioni. "Se dovessi nominare un chairman della Fed che ha fatto bene, quello sarebbe Paul Volcker", ha detto il membro del Congresso Ron Paul. Volcker è stato in carica presso l’istituto centrale americano tra il 1979 e il 1987. Paul ha speso due parole anche su Greenspan, "un vero disastro" per le politiche che hanno portato a bolle negli investimenti, mentre ora lo stesso Bernanke non sta che aggravando la situazione, attraverso scelte inflattive. Il suo mandato potrebbe dunque arrivare a termine prima del gennaio 2014. Ecco il dibattito di ieri in New Hampshire riassunto in 100 secondi. Newt Gingrich ha addirittura chiesto l’arresto di due parlamentari democratici, Barney

Frank e Christopher Dodd, mentre Cain si e' ben guardato dal mettere in discussione il suo ruolo di presidente del CdA della banca centrale di Kansas City. Il Senato ha bloccato ieri il piano da 447 miliardi di dollari a sostegno del mercato del lavoro presentato dal presidente Barack Obama. Un 'no' che rischia – avverte il segretario al Tesoro Timothy Geithner – di causare una nuova recessione: "Se il Congresso non agisce la crescita sarà più lenta e più persone saranno senza lavoro". Geithner va quindi all'attacco dei repubblicani, che controllano il Senato e dove, nel voto procedurale, non è stata raggiunta quota 60 voti necessaria per avviare il dibattito. "Se il Congresso non agisce è perché i repubblicani non vogliono fare nulla per aiutare l'economia". Il piano presentato da Obama "é buono e renderebbe l'economia significativamente più forte.

Economisti indipendenti hanno stimato che il progetto creerebbe uno o due milioni di posti di lavoro" aggiunge Geithner. "L'economia si trova in una posizione migliore di quando il presidente ha assunto l'incarico: abbiamo molto lavoro da fare ma siamo in una posizione migliore per le misure prese dal presidente. Ora il dibattito è su come rendere l'economia più forte nel breve e nel lungo termine. Il presidente ha presentato un piano, che è buono. Ritengo che abbiamo l'obbligo di fare qualcosa ora per far tornare gli america
ni al lavoro il prima possibile". L'economia americana "é danneggiata" dalla crisi del debito dell'Europa, che dovrebbe agire "con più forza. Gli impegni presi sono promettenti ma il mercato vuole l'azione. Ho fiducia: in Europa non ci sarà una nuova Lehman" osserva Geithner. Fra i problemi americani, la Cina. Lo yuan si è

rivalutato in termini reali del 10% dall'estate 2010 ma Pechino deve fare di più e gli Stati Uniti "stanno facendo pressione" spiega Geithner. Il pressing dell'amministrazione segue quello del Congresso sulla Cina, con il Senato che ha votato a favore di un progetto che spinge la casa Bianca a essere più aggressiva nell'imporre dazi e sanzioni nei confronti dei paesi che manipolano le proprie valute. Il piano difficilmente diventerà legge, con la Camera che non ha intenzione di esprimersi al riguardo perché teme una guerra commerciale.(Wall Street Italia)

Ma come proprio ora che quelli di Goldman Sachs hanno reiterato la loro "opinion" di una crescita in aumento dello 0,5 % uno strepitoso 0,5 % per il trimestre che ha fatto volare l'ennesima illusione, ora si sente nuovamente parlare di recessione o di protezionismo! Chissà chi ha messo in giro la notizia che vi è stato un crollo del traffico portuale della costa occidentale americana…At US Ports, Flow of Imports Suggests Soft Holiday Shopping Season   

Bene i sintomi della Grande Depressione sembrano esserci tutti, depressione umana, protezionismo ora non mancano che i nazionalismi per completare il quadro. Chiunque dimentica il proprio passato è destinato a riviverlo!

    

12 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 13 Ottobre 2011 at 08:59

Ho scritto un post qualche giorno fa sui problemi in arrivo da oltre oceano ma non ho ricevuto commenti, eppure il tema è fondamentale. Se in America si ammalano seriamente (lo seono già ma possono peggiorare), qui in europa arriva l'inverno perenne data la natura mercantilista dell'area euro. Questo non vuole dire che gli USA sono un paese povero, sono di gran lunga il più ricco paese al mondo ma la ricchezza è talmente sbilanciata tra il 5% al top e il resto che una modifica allo status quo è estremamente difficile e richiederà una crisi epocale. Gli attuali leader in america sono modesti ma i repubblicani che ne vogliono prendere il posto sono ancora peggio di quelli che hanno realizzato la catastrofe della guerra all'Iraq. Il protezionismo invocato da Perry (che non vincerà mai) o da Romney (che può vincere) porterebbe diritti agli anni 30. Discorso lungo, e spesso mi capita di sentire sempre più spesso in Italia la sirena del "fuori dall'euro stiamo meglio", "dazi doganali e andremo meglio", di scorciatoie x l'inferno è pieno il mondo e i pifferai suonano la loro musica più forte che mai.
Sto con le antenne ben dritte, il clima è cupo e Benito (o Beppone) è dietro l'angolo.

viandante

 

utente anonimo
Scritto il 13 Ottobre 2011 at 09:14

Oro ed argento:
 

a controllare le quotazioni di entrambi i metalli è da sempre la famiglia Rothschild, tramite società paravento che a loro fanno capo. Nella fattispecie si tratta della Goldman Sachs (GS) che controlla l’oro e la JP Morgan (JPM) che controlla l’argento.

 

http://www.asianews.it/notizie-it/I-prezzi-dell%E2%80%99argento-e-delle-materie-prime:-si-prepara-una-nuova-crisi-21504.html

 

ca..ate “made in USA”.
http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=40607

m

utente anonimo
Scritto il 13 Ottobre 2011 at 10:10

m

il tema che poni è tra i più dibattuti di tutta la rete. Ci sono zilioni di post a proposto, un rumore di fondo assordante. Per me sono chiare due cose 1) l'oro è un'assicurazione non un investimento. Quando la situazione economica e sociale è ok, avere oro non ha senso. Ora temo la situazione sia diversa. Chi compra un'assicurazione non lo fa x guadagnare ma x perdere meno in caso di sinistro. 2) in realtà le banche che citi sono poca cosa e possono influenzare il prezzo dell'oro solo nel breve termine, La stragrande maggioranza dell'oro è nei caveau delle banche centrali e sono i movimenti di queste ultime a fare il prezzo nel lungo termine. Da qualche anno da venditrici sono diventate compratrici perchè le banche centrali asiatiche e la russia si sono messe a comprare il 100% dell'oro prodotto nella nazione e a comprarne in modo discreto sul mercato. L'oro è uno dei punti su cui si giocherà la creazione di una nuova moneta mondiale, una partita lunga e che ovviamente va molto oltre la questione economica.
Per l'argento invece credo sia gran parte un gioco speculativo, non è parte delle riserve delle banche centrali e qundi non rientra nel grande gioco. Non è un assicurazione ma un giochino. Io ne comprai tre anni fa, l'ho venduto a primavera e oggi non m interessa più.

viandante

utente anonimo
Scritto il 13 Ottobre 2011 at 10:36

Da una intervista al capo economista di ECRI il miglior istituto privato di previsioni finanziarie. Negli ultimi 15 non ha mai sbagliato, ha sempre annunciato le recessioni in arrivo senza gridare al lupo quando invece non c'erano. 

“In the institute’s view, the United States, which is struggling to recover from the last downturn, is lurching into a new one. “If the United States isn’t already in a recession now it’s about to enter one,” says Lakshman Achuthan, the institute’s chief operations officer.

It’s just a forecast. But if it’s borne out, the timing will be brutal, and not just for portfolio managers and incumbent politicians. Millions of people who lost their jobs in the 2008-9 recession are still out of work. And the unemployment rate in the United States remained at 9.1 percent in September.

More pain is coming, says Mr. Achuthan. He thinks the unemployment rate will certainly go higher. “I wouldn’t be surprised if it goes back up into double digits,” he says.”

They add:

Mr. Achuthan, on the other hand, says that the gross domestic product rate is likely to go negative by the first quarter of 2012, if not sooner. He told me last week that he couldn’t tell exactly when the recession would start — or whether it had already begun. The institute made its recession call only after an array of economic indicators showed a “pronounced, pervasive and persistent” downturn consistent with a recession, he says. By contrast, in the summer of 2010, when some market bears interpreted the decline in one of the institute’s indexes as a signal that a recession was in the offing, the institute said the pattern pointed not to recession, but only to weakness.

Now, he says, the pattern is clear.

This time, Mr. Achuthan says, a host of leading and coincident indexes — those that suggest activity down the road, and those that measure current movements —are all pointing strongly toward recession.

Achuthan calls it a “vicious cycle”:

TAKEN as a whole, he says, these and other indicators are quite clear. “We’ve entered a vicious cycle, and it’s too late: a recession can’t be averted,” he says.

Markets interestingly, are almost entirely obsessed with the Euro crisis and nothing else.  If Achuthan is right then the risks in this environment are far greater than just the events occurring in Europe.

Ho sottolineato l'ultima sezione in quanto oggeto di molti post di Andrea. Essendo però molto più gufo di lui mi preme affermare che qui non andrà meglio che in the iuesei.

E x quanto sbagliata sia l'attuale struttura dell'euro, il break up o la nostra uscita ci porterebbe indietro 100 anni con un insieme di disoccupazione oltre il 20%, redditi crollati e costi elevati perchè siamo importatori di energia e quelloche produciamo va a petrolio o gas e non a pedali. Ma ci sono sempre più pifferai che raccontano che è meglio uscire…. Si può stare male, si può stare peggio ma c'è sempre spazio per peggiorare ancora.

viandante
 

utente anonimo
Scritto il 13 Ottobre 2011 at 11:14

@ viandante

 

"La stragrande maggioranza dell'oro è nei caveau delle banche centrali e sono i movimenti di queste ultime a fare il prezzo nel lungo termine"

 

siamo sicuri? perché girando per il web….. 

 

Dov'è il nostro oro?

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=print&sid=9012

 

Did Gordon Brown Sell UK's Gold To Keep AIG And Rothschild Solvent ? ; More Disclosures On How The NY Fed Manipulates Gold Prices http://www.zerohedge.com/article/did-gordon-brown-sell-uks-gold-keep-aig-and-rothschild-solvent-more-disclosures-how-ny-fed-m

(http://www.asianews.it/index.php?l=it&art=18138&geo=7&size=A)

 

saluti.  m

 

 

utente anonimo
Scritto il 13 Ottobre 2011 at 11:14

@ viandante

 

"La stragrande maggioranza dell'oro è nei caveau delle banche centrali e sono i movimenti di queste ultime a fare il prezzo nel lungo termine"

 

siamo sicuri? perché girando per il web….. 

 

Dov'è il nostro oro?

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=print&sid=9012

 

Did Gordon Brown Sell UK's Gold To Keep AIG And Rothschild Solvent ? ; More Disclosures On How The NY Fed Manipulates Gold Prices http://www.zerohedge.com/article/did-gordon-brown-sell-uks-gold-keep-aig-and-rothschild-solvent-more-disclosures-how-ny-fed-m

(http://www.asianews.it/index.php?l=it&art=18138&geo=7&size=A)

 

saluti.  m

 

 

utente anonimo
Scritto il 13 Ottobre 2011 at 11:55

Il ritorno del partito anti-italiano

di Massimo Introvigne

http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-il-ritorno-del-partito-anti-italiano-3300.htm

 

utente anonimo
Scritto il 13 Ottobre 2011 at 13:19

@ Viandante

Paolo Savona , ex ministro , esperto di energia e petrolio, economista, è anni che sostiene che è meglio uscire e tornare alla £ira.
i Fatti ( il non fare le riforme, non attuare il c.d. Progetto  Guarino ) compiuti dal Governo Berlusconi vanno in quella direzione.
La Grecia e il Portogallo che fanno ?

Giobbe

utente anonimo
Scritto il 13 Ottobre 2011 at 14:55

no. 5 (m)

l'ho pure scritto in altri post….gli USA non fanno audit sulle loro riserve dai tempi di Truman, quello della Banca d'Italia viene rendicontato ogni anno. In ogni caso parlare di oro è stupido, ho scritto che non è un investimento ma un'assicurazione, quindi…. Io l'ho fatta e della quotazione dell'oro oggi non mi frega alcunchè e se fa 10 anni varrà zero allora vorrà dire che vivremo in un mondo migliore e sarò contento. Non sono come quei folli che sperano di vedere l'oro a 10.000 dollari l'oncia. Poi cosa fanno ? Dato che è ovvio che dovranno comprarsi una riserva di fucili e pallottole….

no. 7 (Giobbe)

Paola Savona ? quello pluri inquisito….

questo è un blog libero, esprimo quello che penso, frutto della mia esperienza. Ho ragione ? Non lo so, ma agisco coerentemente a quello che penso. Non sei obbligato a pensare come penso io, però poi devi essere coerente e sel'Italia torna alla lira devi lasciare i tuoi risparmi qui a deprezzarsi del 70%, io non aspetterò di sicuro…

viandante.

utente anonimo
Scritto il 13 Ottobre 2011 at 16:34

è poco che vi seguo, x caso vi ho trovato e sempre più difficile sarà seguirvi, tramite twitter e facebook siamo rimasti a martedì "back to mesopotamia" comunque il periodo è difficile e pensare male viene facile. Ogni giorno che passa sono sempre più contento di A) essermi allontanato da windows B) di suggerirlo a tutti quelli che conosco.
Vi volevo ringraziare perchè visto che uno come me "non addetto ai lavori come voi" riesce a capire meglio quello che stà succedendo, vuole dire che state facendo un buon lavoro.
"Avrei desiderato che tutto ciò non fosse mai accaduto ai miei giorni" esclamò Frodo. etc.
Sono qui ora, valuto quello che potrà essere domani da ieri,
Sono contento di esserci.
per non essere uno degli anonimi…
Luca di Gaia

Scritto il 13 Ottobre 2011 at 16:36

UK downgrade rumors! Chi l’avrebbe mai detto!

utente anonimo
Scritto il 13 Ottobre 2011 at 22:23

Since one can not get a downgrade of a bank during market hours for fears of springing who knows what circuit breakers, Fitch had to wait until just after the market close to release its latest market surprise which consisted of a "watch negative" announcement on the following banks Barclays, BNP Paribas, Credit Suisse, Deutsche Bank, Goldman, Morgan Stanley; others it just slashed some by multiple notches, among which: Landesbank Berlin IDR downgraded to A+ from AA-; Lloyds Banking Group IDR downgraded to A from AA-; RBS IDR downgraded to A from AA-; and most importantly UBS downgraded to A from A+

siamo onesti, questi stanno down-gradando tutto e il downgrade su UK e Francia è questione di giorni o settimane al massimo e su alcuni blog danno x scontato che al ripetersi dello sconcio spettacolo di agosto gli USA saranno AA con outlook negativo entro la primavera.

viandante

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Nuova tassazione speciale Capital Gain per il 2023 Quanto sta capitando ha del paradossale ma sin
GENERALI – POSIZIONAMENTI MONETARI SCADENZA MARZO 2023 8 Dicembre A ridosso delle importanti s
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
C'è ben poco da raccontare in questi giorni, stiamo preparando l'OUTLOOK 2023 e il rapido aggio
Erano ormai anni che non si vedeva uno scenario simile coi tassi di interesse. Addirittura in al
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
ENI - POSIZIONAMENTI MONETARI SCADENZA MARZO 2023 6 Dicembre 2022 A ridosso delle importanti sca
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Il quadro del CFTC di Chicago ci fa vedere mani forti che continuano ad essere fiduciose, e smal
CONTATORE