LUCI E OMBRE…POTREBBE DOVREBBE CHISSA'!

Scritto il alle 11:00 da icebergfinanza

  

Uno spiraglio di speranza sembra apparire all'orizzonte occupazionale americano con gli ultimi due dati attesi prima dell'ennesima saga dell'ufficio del lavoro americano BLS che testimoniano un possibile miglioramento negli ultimi mesi.

La media a quattro settimane dei sussidi di disoccupazione ha finalmente sfondato la linea delle 400.000 mila richieste settimanali ed ora non resta che attendere ulteriori conferme per i prossimi mesi. Sarà interessante osservare se di fronte alla "grande recessione umana" alle dinamiche di questa crisi basterà la statistica per cancellare questa disoccupazione strutturale o se questa volta sarà diverso.

Ricordo solo che oltre otto milioni di anime stanno lavorando a part-time e quasi altrettanti otto milioni non hanno più recuperato il posto perso e che in molti ormai sono disoccupati e scoraggiati da mesi.

Domani sarà importante osservare non solo il numero iniziale che perlomeno dovrà essere di oltre 300.000 posti ben oltre i 190.000 circa attesi per essere positivo, ma anche osservare il numero delle assunzioni a tempo determinato, il numero delle ore lavorate, la dinamica dei lavoratori a tempo parziale e se per l'ennesima volta spariranno dal radar, centinaia di anime che andranno ad aggiungersi ai milioni che hanno lasciato la forza lavoro.

Abbiamo parlato spesso di come viene rilevata l'occupazione in America attraverso due diversi sondaggi, ma senza fare ironia, questo è quello che passa il convento anche se le revisioni testimoniano l'inattendibilità di breve termine.

Comunque vada sarà un successo! Se i dati saranno positivi si festeggia, se saranno negativi si guardera al QE3 QE4 e via dicendo ameno che…

Sarà inoltre interessante osservare quanto aumenterà il tasso di disoccupazione, perchè diversamente significa che in realtà vi è solo lavoro specializzato. Credo sia importante sottolineare che misure alternative private sull'occupazione e sulla fiducia degli americani ci raccontano la storia di un popolo perennemente in recessione.

"Unemployment, as measured by Gallup without seasonal adjustment, hit 10.3% in February — up from 9.8% at the end of January. The US unemployment rate is now essentially the same as the 10.4% at the end of February 2010." Gallup

Il tutto senza alcun aggiustamento stagionale con una certa evidenza per la misura alternativa di sottoccupazione

Gallup U. S. Tasso di disoccupazione, 2010-2011 Trend

U. S. sottoccupazione, 2010-2011 Trend

Ovviamente non è facile districarsi tra mille indicatori e mille fonti, governative o indipendenti che siano tutto dipende dalla Vostra consapevolezza, dalla Vostra percezione, si può anche rimuovere la realtà. Abbiamo già visto ieri quello che potrebbe accadere nel settore pubblico, quello che deve essere chiaro a proposito dei prezzi dell'energia è che se qualcuno privato o imprese spende di più per viaggiare o trasportare o per le materie prime meno è disponibile per i consumi e per gli investimenti e per le assunzioni.

Il tutto senza aumentare i salari come urla da tempo il buon Trichet perchè sarebbe stupido… come tutto ciò che non è normale in questa crisi, a cominciare da chi non la vista arrivare e da chi la sta assecondando.

Quello che è intelligente oggi è alzare i tassi…in fondo ci pensaranno le prossime aste governative europee a farli salire, chissà che qualche elefante nella stanza dei cristalli sovrano non incominci a muoversi…

Dopo la Fed anche l' Europa preannuncia i suoi giochi di prestigio altri stress test mentre per quanto riguarda i bilanci quelli sempre opachi restano grazie alla magnanimità del FAS157! Non ho tempo di tradurvi gli articoli ma vi consiglio caldamente di leggervi questi due pezzi QUI e  QUI una lettera aperta di John Hussman al FASB.

The EBA's Board of Supervisors agreed to launch the 2011 EU-wide stress testing exercise with National Supervisory Authorities on 4 March 2011. The stress test, which will be conducted on a large number of European banks, involves a series of detailed technical steps and, as a consequence, will take several months to run. It will be run against a baseline and an adverse macro economic scenario in order to assess the solvency of the banks involved in the exercise against hypothetical adverse economic events.

…sarà eseguito sulla base di ipotetici eventi economici negativi con minori prezzi degli immobili, alti tassi di interesse bla, bla, bla… a giugno sapremo tutto, giusto in tempo per la fine del QE2 e intanto gli spread i rischi sovrani aumentano nuovamente e i CDS si rivitalizzano come da manuale.

Come ha scritto Vittorio Carlini sul Sole24Ore secondo Trichet… « Sul medio-lungo periodo i prezzi al consumo dovrebbero rimanere sotto, o vicini, al 2 per cento», cioè il target dell'Istituto centrale. Alla fine, tuttavia, ha tirato fuori dal cilindro la novità: «È possibile, seppure non certo, che già in aprile» ci sia un rialzo dei tassi. «Sarebbe comunque sbagliato – ha aggiunto Trichet – interpretare le mie parole come l'inizio di una serie di aumenti del costo del denaro». Insomma, l'inflazione non farà paura sul lungo ma nel breve una "aggiustatina" al costo del denaro, in scia al rialzo del petrolio alla crisi del Nord Africa e alla corsa degli emerging market, forse è meglio darla.

 E' possibile seppur non certo, probabilmente anche se non sicuramente, chissà chi vivrà vedrà!

Euro forte e petrolio alle stelle fantastico no, un urlo si levera' dall'economia europea e allora ci penserà la crisi dei debiti sovrani a riportare il dollaro alla sua giusta dimensione! Certo si aumentano i tassi ma per quanto riguarda il resto guai a cambiare nulla, quelli che alimentano il sistema finanziario quelli non si toccano….scherziamo!

   Misure non standard anche nel II trimestre 2011
Ma non è solo costo del denaro. Un altro aspetto molto atteso dagli operatori era la strategia sulle misure straordinarie in favore della liquidità. Su questo fronte, Eurotower ha deciso di continuare le aste settimanali di rifinanziamento (così come quelle a un mese) con una procedura a tasso fisso e volume illimitato, almeno fino al 12 luglio 2011. Inoltre, saranno mantenute le aste agevolate a tre mesi (27 aprile, il 25 maggio e il 29 giugno). Insomma, le misure non-standard non spariscono almeno fino alla fine del secondo trimestre dell'anno.

       

Kenneth Rogoff uno che se ne intende di deficit e debiti pubblici dopo aver rivisitato ben 800 anni di storia nel suo splendido ultimo libro, su BLOOMBERG sussurra che la ristrutturazione del debito nei paesi periferici europei è inevitabile, inveitabile per Grecia, Irlanda e Portogallo, osando spingersi sino alla Spagna sino a coinvolgere il Belgio.

In Shock Economy 2011 anche un documento inedito in anteprima in Italia che accende un faro su un aspetto che ben pochi stanno evidenziando, come futuro probabile rischio sistemico.

Esplorando la dimensione nascosta dell'iceberg, in "Shock Economy 2011" cercheremo di evidenziare le novità emerse in questa prima parte dell'anno, osservando il comportamento di alcuni indicatori e cercando di comprendere per quale motivo oggi l'intento principale è quello di creare aspettative di inflazione in grado di ripercorre una storica scorciatoia, mentre all'orizzonte un possibile shock deflattivo si intravvede.

Un post per tutti coloro che hanno contribuito o vorranno contribuire liberamente in questi giorni al sostegno del nostro blog anche tramite bonifico o con l'acquisto del libro, al sostegno del nostro viaggio, un viaggio attraverso i futuri possibili shock macroeconomice e geopolitici, mentre mille menestrelli cantano le odi di una ripresa di carta. 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
LUCI E OMBRE...POTREBBE DOVREBBE CHISSA'!, 10.0 out of 10 based on 1 rating
20 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 4 marzo 2011 at 15:51

Sara’ ma queste borse sono a livelli alti. E non vogliono correggere o precipitare. I dati economici, i fatti politici, le notizie finanziarie che si apprendono quotidianamente spesso in contraddizione fra loro mi impediscono un serio progetto futuro per i miei risparmi.

utente anonimo
Scritto il 4 marzo 2011 at 18:33

Sondaggio shock: un americano su cinque e' sotto occupato

Altro che minimi di due anni, in reala' il tasso di disoccupazione reale ha raggiunto il 10,3%, in crescita dal 9,8% del mese precedente, per lo meno stando ai sondaggi della societa' di ricerca Gallup.

La percentuale di coloro che vengono considerati sotto occupati, nel frattempo e' salita a un impressionante 19,9%, in rialzo del 18,9% fatto segnare alla fine di gennaio. I risultati si basano su una media degli ultimi 30 giorni

http://www.wallstreetitalia.com/article.aspx?IdPage=1090898

GG

utente anonimo
Scritto il 4 marzo 2011 at 18:33

Sondaggio shock: un americano su cinque e' sotto occupato

Altro che minimi di due anni, in reala' il tasso di disoccupazione reale ha raggiunto il 10,3%, in crescita dal 9,8% del mese precedente, per lo meno stando ai sondaggi della societa' di ricerca Gallup.

La percentuale di coloro che vengono considerati sotto occupati, nel frattempo e' salita a un impressionante 19,9%, in rialzo del 18,9% fatto segnare alla fine di gennaio. I risultati si basano su una media degli ultimi 30 giorni

http://www.wallstreetitalia.com/article.aspx?IdPage=1090898

GG

utente anonimo
Scritto il 4 marzo 2011 at 18:33

Sondaggio shock: un americano su cinque e' sotto occupato

Altro che minimi di due anni, in reala' il tasso di disoccupazione reale ha raggiunto il 10,3%, in crescita dal 9,8% del mese precedente, per lo meno stando ai sondaggi della societa' di ricerca Gallup.

La percentuale di coloro che vengono considerati sotto occupati, nel frattempo e' salita a un impressionante 19,9%, in rialzo del 18,9% fatto segnare alla fine di gennaio. I risultati si basano su una media degli ultimi 30 giorni

http://www.wallstreetitalia.com/article.aspx?IdPage=1090898

GG

utente anonimo
Scritto il 4 marzo 2011 at 18:33

Sondaggio shock: un americano su cinque e' sotto occupato

Altro che minimi di due anni, in reala' il tasso di disoccupazione reale ha raggiunto il 10,3%, in crescita dal 9,8% del mese precedente, per lo meno stando ai sondaggi della societa' di ricerca Gallup.

La percentuale di coloro che vengono considerati sotto occupati, nel frattempo e' salita a un impressionante 19,9%, in rialzo del 18,9% fatto segnare alla fine di gennaio. I risultati si basano su una media degli ultimi 30 giorni

http://www.wallstreetitalia.com/article.aspx?IdPage=1090898

GG

utente anonimo
Scritto il 4 marzo 2011 at 18:33

Sondaggio shock: un americano su cinque e' sotto occupato

Altro che minimi di due anni, in reala' il tasso di disoccupazione reale ha raggiunto il 10,3%, in crescita dal 9,8% del mese precedente, per lo meno stando ai sondaggi della societa' di ricerca Gallup.

La percentuale di coloro che vengono considerati sotto occupati, nel frattempo e' salita a un impressionante 19,9%, in rialzo del 18,9% fatto segnare alla fine di gennaio. I risultati si basano su una media degli ultimi 30 giorni

http://www.wallstreetitalia.com/article.aspx?IdPage=1090898

GG

utente anonimo
Scritto il 4 marzo 2011 at 19:02

… se il Q3 non vedrà la luce.. tutti i pupazzi di neve si scioglieranno come neve al sole.. e resteranno solo le lacrime.. ecco il vero cigno NERO ..

                                     Fiorentino Dispettoso

utente anonimo
Scritto il 4 marzo 2011 at 21:49

Ciao mi rivolgo a tutti gli utenti del blog e ad Andrea grazie per la consapevolezza che mi avete fornito ma devo chiedervi una cosa come c…o fa trichet ad alzare i tassi sopratutto quelli che il mercato sta scontando che sono ben piu' di 25 punti (o SOSTANZIALMENTE BASIS POINT,SOSTANZIALMENTE: QUESTO TERMINE MI FA INCAZZARE SOLO A SENTIRLO, USATISSIMO DAGLI IMBECILLI CHE GRAVITANO NEL MONDO DELLA FINANZA A PROPOSITO MA AVETE MAI VISTO CLASS CNBC E LA QUASI TOTALITA' DEGLI OSPIT!!!!!!!!! NORINBERGA DELLA FINANZA ANDREA!!!! PERSONALMENTE SCANNEREI TUTTI DAI DIRETTORI DI FILIALE IN SU E CREDO DI ESSERE ANCORA MAGNANIMO SCARTANDO TANTA GENTE CHE ANDREBBE LO STESSO SCANNATA, A SCUSA SI LO SO OLTRE A TE FORSE 5 O 6 CONSULENTI INTEGERRIMI CI SONO SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE MA NON DI PIU' E NON STO SCHERZANDO PASSO PER VARIE RAGIONI DI BANCA IN BANCA E APPOSITAMENTE CHIEDO CONSIGLI, SE NON SAPESSI CHE TU FAI QUESTO MESTIERE E DETENESSI UN IPOTETICO POTERE LI FAREI ARRESTARE E CONDANNARE TUTTI PER CRIMINI CONTRO L'UMANITA,SCUSATE HO DIVAGATO) dicevo come fa ad alzare i tassi che provocherebbero l'accellerazione del default di alcuni pigs,si forse aumenterebbe i margini per banche ma queste sono piene di debito pigs, i cittadini europei gia' alle cozze sarebbero ancora piu' insolventi nei confronti delle banche inoltre la bce che opera con una leva degna di barclays non e' zeppa di questa spazzatura ? quindi o  mi sono perso qualcosa ed allora istruitemi (credo che sia cosi') oppure quel vecchiaccio di tRICHET mente spudoratamente oppure e' possibile che sia un imbecille stratosferico di tale entita' ???
grazie a chiunque mi risponda.
Claudio

utente anonimo
Scritto il 5 marzo 2011 at 06:17

Claudio, ci provo.
Trichet cerca semplicemente di mandare un messaggio ai mercati. In questo momento è attiva una speculazione selvaggia sulle materie prime. "Telegrafando" un possibile aumento dei tassi fa salire l'euro contro il dollaro e invita gli speculatori a ricoprirsi "chiudendo" posizioni a leva di indebitamento per acquistare futures su grano/soia/metalli etc.
Quest'ultimo effetto, in un ambiente coe quello attuale, dura lo spazio di una giornata (è possibile guardare un grafico di qualsiasi commodity nella settimana corrente pewr rendersene conto). Il primo è appena più duraturo (EUR/USD da 1,38 a 1,40).
Ciò ha permesso un prezzo del carburante alla pompa di un paio di centesimi in meno.

A questo punto la questione è davvero un'altra. Qui non siamo alla frutta, abbiamo già preso l'ammazzacaffè e ci stiamo fumando l'ultio sigaro…. (almeno dura di più della sigaretta).
Tra una trentina di giorni negli USA viene raggiunto il c.d. "debt ceiling", ossia il tetto sul debito, all'incirca il 100% del PIL. Esso non comprende, ovviamente, i debiti delle GSE (circa un altro 20% del PIL) nè altri debiti delle amministrazioni (Muni bonds ed altre gradevoli porcherie).
Come ben dice Andrea ormai le grandi banche USA sono discariche a cielo aperto di prodotti tossici che le norme sul bilancio consentono di prezzare a valori di fantasia….

Il 30 giugno finisce QEII.
Il giorno 1 luglio sono le colonne d'Ercole. Se verrà varato QEIII potremmo vedere in breve tempo il greggio a 200$/barile e tutto il resto di conseguenza. (borse, altre materie prime, etc.)
Se non sarà varato, spirale deflattiva violenta assicurata.

Questo il quadro generale. E le persone normali? con i loro stipendi? i loro bisogni quotidiani? l'esigenza di proteggere i risparmi di una vita?
Scusate il cinismo: di loro nessuno si occupa se non per cullarli dolcemente, accompagnandoli sulla via del declino nella maniera più indolore possibile.
In ogni caso l'anello più debole paga sempre.
1) Se si cercherà di inondare ancora i mercati di liquidità vedrete che la politica salariale sarà comunque di moderazione. Molte imprese sono in posizione precaria, hanno elevato indebitamento e i prezzi finiti dei prodotti sono compressi, senza margini. Dunque non potranno innalzare gli stipendi. Ne seguirà un pesando ridimensionamento degli standard di vita.
2) Se si chiuderanno infine i rubinetti una dinamica deflattiva feroce non potrà non fare il proprio corso. Quantomeno chi conserverà il posto (ma saranno molti a perderlo) potrà fruire di un potere d'acquisto non integralmente eroso da una travolgente dinamica inflattiva. Sono tuttavia convinto che, anche in quest'ultima ipotesi, i prezzi di materie prime di base non crolleranno come si potrebbe pensare.

Buon fine settimana
Daniele

utente anonimo
Scritto il 5 marzo 2011 at 08:24

Dimenticavo la cosa più importante….
occorre fare i conti con la Rivoluzione del Gelsomino.

Mi rendo conto che i media cerchino deliberatamente di ignorarla. Si tratta di una realtà troppo pericolosa. Meglio non parlarne affatto.
Vogliamo indicare due punti cruciali? Arabia Saudita (11% procuzione MONDIALE petrolio) e Cina. In riferimento a quest'ultima ed a maggior fondamento dell'impatto dei disordini sociali: siccità straordinaria e avvelenamento suoli.

http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2011-02-08/cina-raccolto-cereali-rischio-182616.shtml

http://www.asianews.it/notizie-it/Milioni-di-ettari-di-campi-cinesi-avvelenati-da-metalli-pesanti-20868.html

E' una delle ultime e più devastanti tappe della follia degenerativa causata dall'avidità di noi uomini ed è forse quella che ci condurrà alla resa dei conti.

Daniele

Scritto il 5 marzo 2011 at 08:58

"Gran bel commento Daniele…davvero!"

…e quando scrivi:

"E' una delle ultime e più devastanti tappe della follia degenerativa causata dall'avidità di noi uomini ed è forse quella che ci condurrà alla resa dei conti."

non c'è da guardar po, tanto lontano:

 http://www.focus.it/natura/speciali/L_Italia_contaminata_10_tra_i_luoghi_piu_inquinati_del_Bel_Paese_2811191606_661911182_1.aspx

Mostri permanenti: 10 tra i luoghi più contaminati d'Italia

Porto Marghera (Venezia, Veneto)
Gela (Caltanissetta, Sicilia)
Priolo (Siracusa, Sicilia)
Taranto (Puglia)
Pieve Vergonte (Verbano, Piemonte)
Casale Monferrato (Alessandria, Piemonte)
Laghi di Mantova (Lombardia)
Brescia (Lombardia)
Manfredonia (Foggia, Puglia)
Pianura, Contrada Pisani (Napoli, Campania)

 
http://www.focus.it/Scienza/ambiente/speciale/Inquinamento_la_top_ten_dei_disastri_ecologici_E_poche_buone_notizie.aspx

e..quelli più contaminati della terra:

02 | Sumgayit, Azerbaijan >>

03 | Linfen, Cina >>

04 | Tianying, Cina >>

05 | Sukinda, India >>

06 | Vapi, India >>

07 | La Oroya, Perù >>

08 | Dzerzhinsk, Russia >>

09 | Norilsk, Russia >>

10 | Chernobyl, Ucraina >>

11 | Kabwe, Zambia >>

 http://www.focus.it/natura/ambiente/speciale/Infine_le_buone_notizie.aspx
 

Buone notizie!
Di fronte alla paura, possiamo reagire in tre modi: la paralisi, la fuga oppure l'azione.

LE STORIE DI SUCCESSO

Muslyumova (Russia), bonifica iniziale dei terreni contaminati da scorie nucleari.
Tomsk …

Scritto il 5 marzo 2011 at 08:58

"Gran bel commento Daniele…davvero!"

…e quando scrivi:

"E' una delle ultime e più devastanti tappe della follia degenerativa causata dall'avidità di noi uomini ed è forse quella che ci condurrà alla resa dei conti."

non c'è da guardar po, tanto lontano:

 http://www.focus.it/natura/speciali/L_Italia_contaminata_10_tra_i_luoghi_piu_inquinati_del_Bel_Paese_2811191606_661911182_1.aspx

Mostri permanenti: 10 tra i luoghi più contaminati d'Italia

Porto Marghera (Venezia, Veneto)
Gela (Caltanissetta, Sicilia)
Priolo (Siracusa, Sicilia)
Taranto (Puglia)
Pieve Vergonte (Verbano, Piemonte)
Casale Monferrato (Alessandria, Piemonte)
Laghi di Mantova (Lombardia)
Brescia (Lombardia)
Manfredonia (Foggia, Puglia)
Pianura, Contrada Pisani (Napoli, Campania)

 
http://www.focus.it/Scienza/ambiente/speciale/Inquinamento_la_top_ten_dei_disastri_ecologici_E_poche_buone_notizie.aspx

e..quelli più contaminati della terra:

02 | Sumgayit, Azerbaijan >>

03 | Linfen, Cina >>

04 | Tianying, Cina >>

05 | Sukinda, India >>

06 | Vapi, India >>

07 | La Oroya, Perù >>

08 | Dzerzhinsk, Russia >>

09 | Norilsk, Russia >>

10 | Chernobyl, Ucraina >>

11 | Kabwe, Zambia >>

 http://www.focus.it/natura/ambiente/speciale/Infine_le_buone_notizie.aspx
 

Buone notizie!
Di fronte alla paura, possiamo reagire in tre modi: la paralisi, la fuga oppure l'azione.

LE STORIE DI SUCCESSO

Muslyumova (Russia), bonifica iniziale dei terreni contaminati da scorie nucleari.
Tomsk …

Scritto il 5 marzo 2011 at 08:58

"Gran bel commento Daniele…davvero!"

…e quando scrivi:

"E' una delle ultime e più devastanti tappe della follia degenerativa causata dall'avidità di noi uomini ed è forse quella che ci condurrà alla resa dei conti."

non c'è da guardar po, tanto lontano:

 http://www.focus.it/natura/speciali/L_Italia_contaminata_10_tra_i_luoghi_piu_inquinati_del_Bel_Paese_2811191606_661911182_1.aspx

Mostri permanenti: 10 tra i luoghi più contaminati d'Italia

Porto Marghera (Venezia, Veneto)
Gela (Caltanissetta, Sicilia)
Priolo (Siracusa, Sicilia)
Taranto (Puglia)
Pieve Vergonte (Verbano, Piemonte)
Casale Monferrato (Alessandria, Piemonte)
Laghi di Mantova (Lombardia)
Brescia (Lombardia)
Manfredonia (Foggia, Puglia)
Pianura, Contrada Pisani (Napoli, Campania)

 
http://www.focus.it/Scienza/ambiente/speciale/Inquinamento_la_top_ten_dei_disastri_ecologici_E_poche_buone_notizie.aspx

e..quelli più contaminati della terra:

02 | Sumgayit, Azerbaijan >>

03 | Linfen, Cina >>

04 | Tianying, Cina >>

05 | Sukinda, India >>

06 | Vapi, India >>

07 | La Oroya, Perù >>

08 | Dzerzhinsk, Russia >>

09 | Norilsk, Russia >>

10 | Chernobyl, Ucraina >>

11 | Kabwe, Zambia >>

 http://www.focus.it/natura/ambiente/speciale/Infine_le_buone_notizie.aspx
 

Buone notizie!
Di fronte alla paura, possiamo reagire in tre modi: la paralisi, la fuga oppure l'azione.

LE STORIE DI SUCCESSO

Muslyumova (Russia), bonifica iniziale dei terreni contaminati da scorie nucleari.
Tomsk …

Scritto il 5 marzo 2011 at 08:58

"Gran bel commento Daniele…davvero!"

…e quando scrivi:

"E' una delle ultime e più devastanti tappe della follia degenerativa causata dall'avidità di noi uomini ed è forse quella che ci condurrà alla resa dei conti."

non c'è da guardar po, tanto lontano:

 http://www.focus.it/natura/speciali/L_Italia_contaminata_10_tra_i_luoghi_piu_inquinati_del_Bel_Paese_2811191606_661911182_1.aspx

Mostri permanenti: 10 tra i luoghi più contaminati d'Italia

Porto Marghera (Venezia, Veneto)
Gela (Caltanissetta, Sicilia)
Priolo (Siracusa, Sicilia)
Taranto (Puglia)
Pieve Vergonte (Verbano, Piemonte)
Casale Monferrato (Alessandria, Piemonte)
Laghi di Mantova (Lombardia)
Brescia (Lombardia)
Manfredonia (Foggia, Puglia)
Pianura, Contrada Pisani (Napoli, Campania)

 
http://www.focus.it/Scienza/ambiente/speciale/Inquinamento_la_top_ten_dei_disastri_ecologici_E_poche_buone_notizie.aspx

e..quelli più contaminati della terra:

02 | Sumgayit, Azerbaijan >>

03 | Linfen, Cina >>

04 | Tianying, Cina >>

05 | Sukinda, India >>

06 | Vapi, India >>

07 | La Oroya, Perù >>

08 | Dzerzhinsk, Russia >>

09 | Norilsk, Russia >>

10 | Chernobyl, Ucraina >>

11 | Kabwe, Zambia >>

 http://www.focus.it/natura/ambiente/speciale/Infine_le_buone_notizie.aspx
 

Buone notizie!
Di fronte alla paura, possiamo reagire in tre modi: la paralisi, la fuga oppure l'azione.

LE STORIE DI SUCCESSO

Muslyumova (Russia), bonifica iniziale dei terreni contaminati da scorie nucleari.
Tomsk …

Scritto il 5 marzo 2011 at 08:58

"Gran bel commento Daniele…davvero!"

…e quando scrivi:

"E' una delle ultime e più devastanti tappe della follia degenerativa causata dall'avidità di noi uomini ed è forse quella che ci condurrà alla resa dei conti."

non c'è da guardar po, tanto lontano:

 http://www.focus.it/natura/speciali/L_Italia_contaminata_10_tra_i_luoghi_piu_inquinati_del_Bel_Paese_2811191606_661911182_1.aspx

Mostri permanenti: 10 tra i luoghi più contaminati d'Italia

Porto Marghera (Venezia, Veneto)
Gela (Caltanissetta, Sicilia)
Priolo (Siracusa, Sicilia)
Taranto (Puglia)
Pieve Vergonte (Verbano, Piemonte)
Casale Monferrato (Alessandria, Piemonte)
Laghi di Mantova (Lombardia)
Brescia (Lombardia)
Manfredonia (Foggia, Puglia)
Pianura, Contrada Pisani (Napoli, Campania)

 
http://www.focus.it/Scienza/ambiente/speciale/Inquinamento_la_top_ten_dei_disastri_ecologici_E_poche_buone_notizie.aspx

e..quelli più contaminati della terra:

02 | Sumgayit, Azerbaijan >>

03 | Linfen, Cina >>

04 | Tianying, Cina >>

05 | Sukinda, India >>

06 | Vapi, India >>

07 | La Oroya, Perù >>

08 | Dzerzhinsk, Russia >>

09 | Norilsk, Russia >>

10 | Chernobyl, Ucraina >>

11 | Kabwe, Zambia >>

 http://www.focus.it/natura/ambiente/speciale/Infine_le_buone_notizie.aspx
 

Buone notizie!
Di fronte alla paura, possiamo reagire in tre modi: la paralisi, la fuga oppure l'azione.

LE STORIE DI SUCCESSO

Muslyumova (Russia), bonifica iniziale dei terreni contaminati da scorie nucleari.
Tomsk …

Scritto il 5 marzo 2011 at 09:02

ne manca un pezzo..continua qui:

 http://www.focus.it/natura/ambiente/speciale/Infine_le_buone_notizie.aspx
 
Buone notizie!
 Di fronte alla paura, possiamo reagire in tre modi: la paralisi, la fuga oppure l'azione.

LE STORIE DI SUCCESSO
Muslyumova (Russia), bonifica iniziale dei terreni contaminati da scorie nucleari.
Tomsk (Russia), rimozione di 2,5 tonnellate di ddt e altri pesticidi da un deposito obsoleto nel centro della città.
Noraiakheda (India), installazione di impianti di depurazione delle acque dal cromo esavalente e realizzazione di programmi di educazione ambientale.
Muthia (India), rimozione dello strato di terreno contaminato da metalli pesanti e realizzazione di un progetto di biodepurazione in collaborazione con la popolazione locale.
Mongolia (Cina), chiusura di una cartiera dalla quale fuoriuscivano mercurio e benzene.
Mozambico, supporto ai giornalisti locali nell'informazione ambientale.
Dar Es Salaam (Tanzania), installazione di sistemi di trattamento delle scorie nelle fabbriche dell'area industriale della città.
Cambogia, finanziamento di commissioni tecniche per l'elaborazione di una normativa sul trattamento dei rifiuti tossici.
bacini fluviali di Marilao, Meycauyan e Obando (Filippine), elaborazione di un piano di trattamento dei rifiuti tossici scaricati nelle acque dalle industrie.

 "Per troppo tempo, abbiamo mantenuto una comunicazione errata con la terra,per troppo tempo…
È ora di tornare a casa…”
 

Ma sul serio…ricordate…
“Di fronte alla paura, possiamo reagire in tre modi: la paralisi, la fuga oppure l'azione.”
 

Noi cosa scegliamo…?

Buon weeK
Valentina
 

utente anonimo
Scritto il 5 marzo 2011 at 09:30

Dobbiamo sicuramente scegliere l'azione, Valentina.
Fuori dubbio…
Altrimenti cosa serve avere coscienza delle cose?
Nel mio piccolo, alcuni passi li ho già compiuti, occorre proseguire…

Daniele

Scritto il 5 marzo 2011 at 09:45

Claudio lui ci prova ma non ha la più pallida idea di quello che può succedere per il resto attento a non fare di tutta l'erba un fascio anche se il fascio è grande….!
 

Scritto il 5 marzo 2011 at 09:46

Già Daniele, già…

"Dobbiamo sicuramente scegliere l'azione
Fuori dubbio…"

come dovere…imperativo morale, senza se…senza ma…
è sempre e solo il dubbio che paralizza e fa soffrire.

Ciao
Valentina

utente anonimo
Scritto il 5 marzo 2011 at 10:05

Andrea, diciamo che sicuramente se qualcuno dicesse che succederà senza dubbio a) ovvero b) delle due l'una: o è un visionario affetto da qualche disturbo della personalità, ovvero è un profeta.
Credibile soprattutto la prima eventualità.

Premesso questo, penso che molti abbiano idee che, nella loro visione, appaiono come scenari dotati di una maggior probabilità di avveramento rispetto ad altri. Così anch'io ne ho, anche se, sentendo il peso di una responsabilità troppo forte, non mi azzardo a manifestarla. Se sbaglio ad esclusivo mio carico faccio in fretta a prendermi a sberle davanti ad uno specchio, ma se determino altri a sbagliare non potrei perdonarmi.

Come dicevo, per parte mia, da non poco tempo ho iniziato a muovermi. Per ora non mi sono (ancora) preso a sberle nello specchio.

Tutto qui
buon fine settimana
Daniele

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: apre debole l'indice italiano in attesa della Fed. Gli operatori attendono il meeting Fed
Secondo Treccani, estrapolare significa estrarre qualcosa da un contesto, estendere la validit
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
I mercati ci hanno regalato un 2019 (fino ad ora) molto positivo. La tendenza è restata unidire
Aggiornamento settimanale. L’esito mi sembra interessante, qui sotto a confronto inflow e out
Ftse Mib: continua la fase correttiva per l'indice italiano che si porta al test della trend line ri
Anche se molto in sordina, dalla Germania stanno arrivando notizie tutt'altro che favorevoli nei
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Uno dei problemi chiave del momento in cui viviamo è sicuramente il debito. Poi mettetela come