NELLA NEBBIA IMMOBILIARE UNO SQUARCIO DI CONSAPEVOLEZZA!

Scritto il alle 06:56 da icebergfinanza

 

Come scrissi nell’ormai lontano settembre 2009, mentre mille menestrelli analisti magnificavano chissà quale ripresa del mercato immobiliare, era decisamente  inutile cercare di arrampicarsi sugli specchi di una depressione immobiliare, specialmente sino a quando il prezzi delle case non avessero raggiunto il loro equilibrio in rapporto ai redditi e al costo degli affitti.
 

Ieri l’indice CASE SHILLER ci ha detto che, non solo i prezzi ormai scendono da mesi, nonostante ben due stimoli governativi fiscali falliti gettando al vento miliardi di dollari, ma che addirittura la dinamica sta accelerando, con una caduta di un sensibile 1,6 % nella dimensione legata alle maggiori venti metropolitane americane.  

 
 
Thanks to TIMIACONO

 

Ora comprendo che nell’euforia generale si fa fatica a comprendere l’importanza dei prezzi delle case per le dinamica finanziarie e la ricchezza delle famiglie americane ma come ha scritto recentemente sul SOLE24ORE Fabrizio Galimberti, limitando il confronto alle due ultime recessioni americane – quella seguita alla crisi borsistica del 2000-2001 e quella recente – guardiamo a due grandezze dei bilanci familiari:

la ricchezza finanziaria e quella reale (case). I dati mostrano come nella recessione di inizio millennio le due ricchezze si comportarono in modo differente: la ricchezza finanziaria calò di brutto, e questo calo divenne, come avviene in questi casi, causa ed effetto della recessione; le minusvalenze dei patrimoni azionari portano a un "effetto-ricchezza" negativo che retroagisce sui consumi aggravando la recessione.

Però questo meccanismo recessivo fu contrastato dal fatto che l'altra componente della ricchezza – il valore delle case – continuò ad aumentare, temperando l'"effetto-ricchezza" e facendo sì che quella recessione divenisse la più lieve del dopoguerra. Nella crisi recente, invece, le case continuano a perder valore, e ancora adesso, malgrado i rialzi di borsa, il patrimonio immobiliare continua a calare, rallentando i consumi e la ripresa dell'economia. 

Ho spiegato più volte per quale motivo la calda sensazione di ricchezza che Bernanke crede di poter creare attraverso l'aumento dei mercati azionari non funziona al di la di un aumento dei patrimoni mobiliari dei soliti noti. Quello che è affascinante è notare che l'allentamento quantitativo come un boomerang sta aumentando l'onere dei tassi ipotecari delle famiglie americane, il costo dell'energia e degli alimentari. Mi viene in mente il leggendario Cimabue che fa una cosa ne sbaglia due, anche se da Bernanke non ha paragoni.

Se alcuni considerazioni che sono apparse in anteprima sulle conclusioni finali dell'inchiesta sulle cause e le reponsabilità della crisi sono vere, Financial Crisis Was ‘Avoidable,’ Inquiry Concludes allora devo completamente ricredermi a parte la mancata citazione della frode e manipolazione sistematica.

Greenspan è stato riconosciuto responsabile di questa crisi, Bernanke incapace di prevederla, Bush e Paulson hanno lasciato fallire Lehman ma soprattutto Geithner incapace di reprimere gli eccessi di Citigroup quando era a capo della Fed di New York e all’oscuro delle posizioni in derivati di Lehman.

Tenete presente che questo manipolo di incapaci, ha guidato e sta guidando le scelte strategiche del sistema economico/monetario americano.

Come diceva giustamente Nassim Taleb, a gente che guidava bendata un autobus scolastico (e l'ha fracassato) non dovrebbe mai essere dato un nuovo autobus. …

Ma soprattutto il riferimento al settore finanziario e alla relazione incestuosa che ha speso 2,7 miliardi dollari in lobbying tra 1999 e il 2008, con oltre un miliardo di dollari in contributi elettorali è una perla rara. Aspettiamo la relazione ufficiale, ma non vi è alcun dubbio che il mondo è in cattive mani!

Concludendo, ieri il mercato ha riscoperto il problema Spagna e le sue banche senza dimenticare la devastazione immobiliare e il PIL dell'Inghilterra è sceso esattamente della stessa misura che qualche illuminato si aspettava che salisse!

Ma non preoccupatevi è stata tutta colpa del maltempo come ci è stato riferito, anche la caduta dei prezzi delle case è tutta colpa della luna: ancora un po e la caduta della sensazione di ricchezza diventerà realtà.

Nel frattempo nella notte Obama rilancia la competizione mondiale, prova a tendere la mano ai repubblicani e ripresenta il sogno americano mentre questa sera Cimabue, ops Bernanke e il Fomc ci diranno che l'economia è sulla strada della ripresa, quella calda sensazione di una ripresa essenzialmente artificiale. Il cigno nero può attendere!

 
 
 

 


 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
3 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 26 gennaio 2011 at 12:42

 21 dicembre 2012 
l'umanità si è  liberata per sempre dal gruppo Bilderberg, dal Council on Foreign Relation, dalla Commisssione Trilaterale, del Carnegie Endowment for International Peace e del Gruppo dei Trenta,

PASSAPAROLA  E' TUTTO VERO

come avverrà ?

i nostri pensieri creativi la forza delle affermazioni del verbo ,dell'immaginazione,   faranno avverare questa Profezia  che è quella dei Maya e  degli Hopi

L'UMANITA'  SARA'  LIBERA

Scritto il 26 gennaio 2011 at 22:05

Caro Capitano,

 

ho l'amara impressione che presto non solo

negli stati uniti d'america,  ma anche in italia,

la prostituzione la farà da padrone, e non mi riferisco

certamente al bunga bunga che tutti ormai conosciamo.

 

Mi riferisco, per quanto riguarda gli usa e getta al discorso

di obama, che vigliaccamente non ha voluto dire al popolo

americano  come stanno le cose, illudendolo con la storiella

dello sputnik, mentre in italia ci tocca sorbire il richiamo

fatto dal nostro napolitano che bisogna accelerare la crescita

poichè i consumi non decollano, ……si i consumi……. i consumi,

e magari domani cambia registro e difronte ad altra platea ci

parlerà della sostenibiltà, della sobbrietà……

ahhhh la COERENZA,  merce introvabile.

 

si, presidente, una vita spesa ad essere alternativiti, ma alternativi

a cosa?

 

l'altro giorno mi veniva il voltastomaco a vederlo inaugurare

il monumento a DUBCEK, lui che quando il partito in cui ha sempre

militato criticava  aspramente la linea del socialismo dal volto umano,

ed attakkava DUBCEK come DEVIAZIONISTA e socialfascista, non

ha mai avuto il coraggio di opporvisi,  come precedentemente è successo

per i moti d'Ungheria, ….anzi in quell'occasine fu tra i promotori a condannare

gli insorti.

 

questi oltre ad averci ridotto in mutande, adesso vogliono

anche rubarci la memoria dei fatti accaduti, e ci vogliono

convincere che fino adesso stavamo solo sognando. VERGOGNA.

 

************************

 

Intanto essuna associazione animalista insorge contro

l'annientamento delle formiche, tutti al concerto delle

cicale……e poi al quirinale con faccia tosta hanno anche il

coraggio di promuovere la giornata del risparmio….che dovrebbero

chiamare la giornata del furto, ormai con i tassi a ZERO

 

Ecco chi paga la crisi.

***********************

Animalisti se ci siete battete un colpo.

utente anonimo
Scritto il 27 gennaio 2011 at 04:53

Su Taleb ho qualche riserva, soprattutto a fronte dell'aumento dei suicidi a  causa del micro credito, dei tassi da usura applicati, nell'obbligare i debitori ad assicurarsi ccontro eventuali morti accidentali, ma soprattutto a assillarli a tal punto da portarli all'orlo del suicidio, tanto da paventarlo. Quindi i falchi da lei citati sono dei carnefici autrorizzati, ma la piccola volpe a volte sa essere più spietata.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ i
Ripartenza si, ma senza il botto, almeno per ora, visto che c'è ancora tanta incertezza e molte
Ftse Mib: indice italiano cerca il recupero dopo il test del supporto a 21.920 punti. Oro: import
Guest post: Trading Room #389. Nono si rompe area 23000 e si corregge. Lo scenario tecnico peggior
Mentre un sempre più ondivago Robert Shiller si sforza nel suggerire agli investitori che non c
Analisi Tecnica Ritentiamo la rottura della resistenbza a 22800 per l'attacco al nuovo massimo ma v
Open Interest e Analisi Monetaria. Sul Dax chiusura di put a strike 13800 e rollaggio esterno a s
Stoxx Giornaliero Buonasera a tutti, arrivano i primi segnali di debolezza dello Stoxx che ne
DJI Giornaliero Buon anno a tutti, rifaccio anche qui gli auguri per un nuovo anno positivo
Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 6)[Base Dati: 15 minuti] Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 8)
CONTATORE