MOBY DICK, UNA BALENA MACROECONOMICA!

Scritto il alle 06:57 da icebergfinanza

 

Nel mare agitato che segnala una nuova tempesta macroeconomica all’orizzonte, l’esuberanza di breve termine può produrre quella schiuma che è il lavoro di una navigazione che tra gorghi e mulinelli, cerca di avanzare ignara dei pericoli reali, portando la prua ogni giorno un pochino più a nord. I marinai sentono la presenza di Moby Dick, ne hanno paura ma la ignorano. Poi all’improvviso come spesso abbiamo visto in questa crisi basta un nulla, la coda della macro balena colpisce, la navigazione si interrompe e tutto pricipita nello spazio di un istante.

Ci vuole tempo, passione, pazienza e fiducia per comprendere le dinamiche di Moby Dick e oggi nessuno ha più voglia di analizzare, ma tanti amano lanciare l’arpione a casaccio.

Tecnicamente nelle bettole dei porti finanziari si sta cercando di sostenere quotazioni decisamente insostenibili, facendo passare di bocca in bocca leggende metropolitane, su presunte isole incantante nascoste e sulla fine di Moby Dick, leggende  che affascinano i marinai che si precipitano a giocare qualche doblone d’oro, per riempire la pancia della balena.

Comprendo che molti di Voi vorrebbero segnali di fiducia da parte di Icebergfinanza, vorrebbero sentirsi dire che Moby Dick è stata catturata, che la Grande crisi è finita, ma purtroppo navigare è anche la sintesi di un realismo che guarda a quello che accade sotto il pelo dell’acqua, sotto l’iceberg immerso, segnalando per chi vuole comprendere quanto accade nella realtà fondamentale.

Chi frequenta questo blog per giocarsi i propri dobloni d’oro nella schiuma del breve termine ha sbagliato imbarcazione, vi sono tanti velieri entusiasti che vi raccontano le meraviglie di questa ripresa statistica, non perdete tempo con un piccolo e tetro veliero fantasma che vi racconta quotidianamente perchè la speranza è nascosta in piccole isole quotidiane di uomini e donne che cercano di modificare piano,piano in silenzio questo sistema attraverso dinamiche economiche innovative che Moby Dick mal digerisce.

L’attuale Moby Dick, ha la pancia piena di pesce e fa immensa fatica a muoversi. Ogni movimento di questa balena ferita dai mille arpioni della crisi, degli squilibri, delle manipolazioni e delle frodi e un colpo di coda che colpisce in ogni direzione, una lenta agonia che viene curata sempre e solo con gli stessi rimedi, dopo diagnosi fallimentari da parte del capitano Achab, Bernanke, che ora dopo oltre un anno ci racconta che la balena si dibatte in maniera "inusuale".

Ebbene una balena  la nostra Moby Dick che si sta mangiando le illusioni di molti analisti ed economisti, una balena della quale è stata segnalata la presenza ieri dalla FederalReserve di Chicago. 

L’indice CFNAI uno dei più formidabili indicatori anticipatori delle tendenze economiche americane, ha nuovamente svoltato a sud nella sua media a tre mesi, dinamica che se confermata nei prossimi mesi, anticipava di circa sei mesi la recessione ufficiale, anche se come ben sappiamo, guardando ad occupazione, redditi e consumi da questa recessione non siamo mai usciti.

Non è un caso che l’ NBER unico ente preposto alla rilevazione ufficiale della fine di una recessione stia continuando a prendere tempo.

Questa è la dinamica attuale…

 

CFNAI Current Data

CFNAI graph
Qui sotto nello specifico invece vi propongo le varie sottovoci dando un’occhiata alla dinamica delle sigle EU&H ovvero employment, unemployment e hours e C&H ovvero personal consumption & housung, ovvero consumi ed immobiliare.
Ebbene, auguri a tutti i marinai che credono di poter uccidere Moby Dick, dimenticando che senza consumi e senza una minima ripresa autosostenibile dell’immobiliare non vi sarà mai una uscita dalla Grande Recessione, senza dimenticare lavoro, redditi ed occupazione. 
Ma si sa oggi loro sono affascinati dal cash, liquidità e risultati che forniscono le baleniere quotate in borsa, che lasciano a terra migliaia di marinai senza lavoro e non effettuano un investimento che sia uno per guardare oltre l’orizzonte.

Dates P&I EU&H C&H SO&I CFNAI CFNAI-MA3
2010:06 -0.11 -0.13 -0.43 0.05 -0.63 -0.05
2010:05 0.61 0.08 -0.45 0.06 0.31 0.31
2010:04 0.22 0.23 -0.38 0.08 0.16 0.04
2010:03 0.32 0.14 -0.32 0.32 0.47 -0.01
2010:02 -0.18 -0.07 -0.37 0.11 -0.52 -0.31
2010:01 0.46 0.05 -0.43 -0.03 0.02 -0.09
Gli ultimi spasmi negli ordini sono il residuo della ricostituzione di scorte che lasceranno il tempo e il luogo che troveranno, in attesa di consumi che verrano erosi dal risparmio, dal paradosso della parsimonia. Anche la Fed di Dallas testimonia la fine della favola degli inventari.
Per quanto riguarda infine la schiuma delle onde del mercato immobiliare in relazione alla vendita di nuove abitazioni, continua a produrre euforia sui mercati, ma come ho scritto in un precedente commento, se il marinaio ignora che il dato del mese precedente è stato rivisto pesantamente al ribasso e che giugno, comunque uno dei mesi principi delle vendite immobiliari è il peggior dato mensile da quando è partita la grande depressione immobiliare americana, allora non resta che esultare, Moby Dick è ancora tra noi e con gli stuzzicadenti è difficile arpionarla.
Oggi non aspettatevi grandi rivelazioni dall’indice Case/Shiller che testimonia la dinamica dei prezzi della case, c’è bisogno di guardare alla media dei mesi appena trascorsi e sino all’inizio dell’autunno, questa media non si rivelerà nell’indice suddetto.
Dopo circa due mesi di prenotazioni è affascinante notare come  ormai il nostro libro ha raggiunto le 2000 prenotazioni, frutto di circa 500 mail, un regalo fantastico da parte Vostra.

Colgo nel frattempo l’occasione di ringraziare tutti i Compagni di viaggio per la stima e l’affetto dimostratomi in occasione della prenotazione del mio libro in uscita a settembre, scusandomi per l’impossibilità di rispondere a tutti.

Per chiunque volesse lasciare una prenotazione senza alcun impegno, per aiutarci ad avere un’idea di massima di quante copie mandare in stampa alla prima uscita l’appuntamento è cliccando qui sotto sul banner della Madre di tutte le crisi,  , dove troverete un assaggio di quello che verrà …..

 

SE VUOI SOSTENERE ICEBERGFINANZA CLICCA QUI SOTTO!

 
 
Icebergfinanza come un cantastorie che si  esibisce nelle strade e nelle piazze delle città!   

La "filosofia" di  Icebergfinanza resta e resterà sempre gratuitamente a disposizione di tutti nella sua "forma artigianale", un momento di condivisione nella tempesta di questi tempi, lascio alla Vostra libertà, il compito di valutare se Icebergfinanza va sostenuto nella sua navigazione attraverso le onde di questo cambiamento epocale!   

Non solo e sempre economia e finanza, ma anche alternative reali da scoprire e ricercare insieme cliccando qui sotto in ……… 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
41 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 27 luglio 2010 at 09:03

Semplicemente GRAZIE.

Scritto il 27 luglio 2010 at 09:32

caspita ma qui sale tutto ! altro che breve termine!

utente anonimo
Scritto il 27 luglio 2010 at 10:52

Montecristo:Oltre la realtà.Questi  mercati  li paragono  ad  un'ascensore  che  salita  per  100  piani   qualcuno all'improvviso  gli taglia  i cavi di sostegno.

utente anonimo
Scritto il 27 luglio 2010 at 11:19

Il bear market rally è finito da un pezzo.Queste sono solo oscillazioni speculative: indispensabile estoxx > 3000 e SP>1200  .

Scritto il 27 luglio 2010 at 11:28

sarebbe bello ricordare che qualche fenomeno nel aprile 2009 sentenzio' . rimbalzo del gatto morto!  e da allora si inizio a parlare di dinamiche di breve termine.il concetto di breve termine a volte è così vago e aleatorio.

Scritto il 27 luglio 2010 at 11:47

E LA COMMEDIA ITALIANA  SI AVVIA AL TERMINECaro Andrea sono passati due anni da quando è cominciata la crisi ma ti posso assicurare che già nel 2005 c'erano società , che si affannavano come matte,  per sbarazzarsi del proprio patrimonio immobiliare.E' parlo di grossi nomi, che non solo immaginavano la fine che avrebbe fatto l'immobiliare, ma ne erano più che convinte, tanto da vendere tutto.Oggi queste stesse persone ti direbbero che è sbagliato pensare alla ripresa come conseguenza della rinascita del settore immobiliare, per il mattone si prospettano tempi bui.L'Italia in Europa, potrebbe essere dopo la Spagna e L'Inghilterra il paese in cui il mercato delle case, rischia di rimanere congelato per più di un decennio.Ma non è solo questo che ci deve preoccupare, oggi l'Italia sembra essere un paese che ha esaurito la sua energia, la sua spinta vitale.Perfino l'immigrazione sta evitando l'Italia,  viene considerato un paese in affanno, chi può cerca di andare in altri stati europei e molti stano tornando alle loro case in Africa, Sud America e Asia.Non vorrei sembrare irriverente "ma se i topi abbandonano la nave….la nave sta per affondare".Per un momento noi Italiani dobbiamo lasciar stare la situazione internazionale e prendere coscienza che se la crisi del mondo sono di tipo economico-speculativo, la crisi Italiana è una crisi sociale-culturale.La situazione Italiana è attualmente ben peggiore di quella della Grecia,  il nostro destino potrebbe essere più nero di quello dell'Argentina, in quanto ci troveremo in una situazione di totale depressione economica, senza la possibilità di svalutare la moneta e forse costretti a ridurre salari e stipendi, ma questa è una mossa che in passato è riuscita solo ai governi dittatoriali.Moltissimi imprenditori non solo sono convinti, che non si deve  più investire in Italia, ma che urge  trasferire quanta più produzione possibile in altri lidi, oramai l'Italia è un paese "completamente bollito".Nell'alternarsi di ottimismo e pessimismo di questi mesi, ricordo che il debito che ha causato la crisi  è ancora tutto da pagare, ed  è addirittura aumentato.Purtroppo ho l'impressione che i giorni più brutti di questa crisi sono ancora tutti da vivere! Aspettatevi delle grosse sorprese "Made in Italy" nei prossimi mesi, perché questa volta la festa è finita per davvero.Per chi non c'è stata mai la festa, perché ha sempre tirato la cinghia, si aspetti di tirarla ancora di più.Gli stress test e tutte le cavolate di questi giorni, sono improbabili protagonisti di una commedia, di se per se già mal riuscita.

utente anonimo
Scritto il 27 luglio 2010 at 12:00

ricordatevi sempre che il mercato sale fino quando anche il piu' ostinato si convince e scende fino a quando a il piu' euforico si deprime.per cui essendo nella prima fase dovete prima comprare e poi forse si inizierà a scendere di nuovo, ma fino a quando anche M. non si convince state tranquilli che con qualche pausa ma si sale.probabilmente m. non si arrrenderà mai, però sarà costretto a sparire dalla vergogna.fate il vostro gioco signori.

utente anonimo
Scritto il 27 luglio 2010 at 12:57

DOMANDA:che attinenza c'è fra quello che descrive Andrea e l'idea che vuole imporre Toroseduto? se capisco bene quello che 'sto picinusu dice: borsa che sale=mondo perfetto……..e tutto il resto è noia

Scritto il 27 luglio 2010 at 13:05

Montecristo:Dopo  Andrea, ritengo    che  il  più  bravo  su  questo  bloog   sia  il  Compasso,sempre  con  le sue  analisi  originali  e reali  che  sintetizzano in  modo   semplice   quale  sia  la  vera situazione   economica.Bravo  Compasso  mi  sono sempre  piaciuti  i  tuoi  commenti, sei  un  grande.

utente anonimo
Scritto il 27 luglio 2010 at 14:04

indice case shiller in rialzo sia su base mensile che su base annuale.vediamo stavolta cosa t'inventi, visto che hai già messo le mani avanti

utente anonimo
Scritto il 27 luglio 2010 at 14:47

Caro Andrea, oggi con la copertina di "moby dick" ti meriti la prima pagina fra tutti i blog economici…oltre all'originalità di come hai gestito il post.Complimenti…non vedo l'ra di acquistare il tuo libro e rivederti al prossimo incontroMarcoe

utente anonimo
Scritto il 27 luglio 2010 at 14:51

Compasso,sarei veramente curioso di sapere cosa modula i tuoi stati d'animo.Tempo fa ti esprimevi sull' Italia come se per tutta una serie di ragioni la situazione fosse meno peggio che altrove.Altre volte hai strambato verso il pessimismo più nero.ho questa curiosità perchè pur finendo per contraddirti ti esprimi sempre ex-cathedra ricevendo il plauso di chi "sa bene quello che dice"

utente anonimo
Scritto il 27 luglio 2010 at 14:56

Signori c e troppa gente che ci mangia con la finanzase vi dicessero che un parco giochi e' pericoloso..che molte delle sue giostre hanno dei rischi..il parco chiuderebbe perche' vi sarebbero sempre meno giostre o attrazioni e quindi meno turisti…e' lo stesso con la borse..quante persone lavorano in banche, fondi di gestione, societa di consulenza, etcmilioni e milioni nel mondo…ormai nelle citta' ci sono solo banche  bar..banche per farsi fregare e bar per dimenticare

si stanno tirando su loro..altrimenti il giochino e finito…

PORTELLO

Scritto il 27 luglio 2010 at 14:57

Per i long ed i vari tori seduti: finchè estoxx<3000 e SP <1200 siamo sempre nel campo del rimbalzo del gatto morto o del rally dell'orso.Così stanno le cose.

Scritto il 27 luglio 2010 at 15:37

14 – tipico ragionamento da brocco, l'analisi tecnica , ovvero uno aspetta 1200 e poi dice sara' una falsa rottura e va a 1250, e dice aspetto lo storno e poi entro e va 1280 eno dai adesso entro e lo prende nel c….

utente anonimo
Scritto il 27 luglio 2010 at 15:37

Rilassati Toro Seduto se hai bisogno di affetto o di un palcoscenico puoi sempre creartene uno……Intanto *Usa: -0,7% m/m indice Redbook vendite dettaglio 3 settimane luglio va tutto bene rilassati Indice Fed di Richmond in discesa e fiducia dei consumatori sempre sugli scudi… Ribadisco che il Case Shiller fotografa ancora il mese di maggio mese dove gli incentivi e la speculazione edilizia pullulavano. Andrea

utente anonimo
Scritto il 27 luglio 2010 at 16:00

Usa: la fiducia dei consumatori scende a 50.4

Il dato di luglio tradisce le attese del mercato, che si aspettavano un risultato a 51 dal 54.3 di maggio (dato rivisto al rialzo).Nel mese di luglio la fiducia dei consumatori negli Stati Uniti scende a quota 50.4 dai 54.3 del mese precedente (dato rivisto da 52.9). Si tratta del secondo mese di cali dopo tre rialzi consecutivi.http://www.wallstreetitalia.com/article.aspx?IdPage=979028è "wallyyyyyy" scende… 

utente anonimo
Scritto il 27 luglio 2010 at 16:00

Usa: la fiducia dei consumatori scende a 50.4

Il dato di luglio tradisce le attese del mercato, che si aspettavano un risultato a 51 dal 54.3 di maggio (dato rivisto al rialzo).Nel mese di luglio la fiducia dei consumatori negli Stati Uniti scende a quota 50.4 dai 54.3 del mese precedente (dato rivisto da 52.9). Si tratta del secondo mese di cali dopo tre rialzi consecutivi.http://www.wallstreetitalia.com/article.aspx?IdPage=979028è "wallyyyyyy" scende… 

utente anonimo
Scritto il 27 luglio 2010 at 16:00

Usa: la fiducia dei consumatori scende a 50.4

Il dato di luglio tradisce le attese del mercato, che si aspettavano un risultato a 51 dal 54.3 di maggio (dato rivisto al rialzo).Nel mese di luglio la fiducia dei consumatori negli Stati Uniti scende a quota 50.4 dai 54.3 del mese precedente (dato rivisto da 52.9). Si tratta del secondo mese di cali dopo tre rialzi consecutivi.http://www.wallstreetitalia.com/article.aspx?IdPage=979028è "wallyyyyyy" scende… 

utente anonimo
Scritto il 27 luglio 2010 at 17:46

@5se proprio vogliamo parlare di borsa, e non è questo lo scopo di questo forum, lo ricordiamo ogni 3 post, … qualche altro "dimentica" la previsione su S&P500 (666 poi rimbalzo fino a 1000) ;-)))))Siamo arrivati a 1250 e poi giù: in grande affanno ora rimbalza fino a 1100, ma come si vede li tiene a gran fatica! per fortuna che i grafici dovrebbero essere uguali per tutti.La borsa è , come ha detto 3monti, un "promo" per la ripresa: c'è tutto l'interesse a tenerla su con ogni mezzo, ma a tutto c'è un limite….

utente anonimo
Scritto il 27 luglio 2010 at 17:48

15- toro seduto. Dipende se uno ragiona da trader-speculatore o da investitore. Da investitore dico: oggi devo stare sull'obbligazione o devo (parzialmente) INVESTIRE in borsa? Meglio aspettare.Comunque il tuo esempio molto colorito è corretto ed è un classico del trader brocco.

utente anonimo
Scritto il 27 luglio 2010 at 18:58

+ che toroseduto mi sEmbra l'ultimo dei mohicaniogni volta che leggo i suoi commenti da "bignami dell'investimento finanziario..o come far sodldi col sali e scendi" mi viene da ridere.l'analistica del buon toro si base sul mordi e fuggi di borsa e sulle consulenza di ennio doris.ORA TISPIEGO DUE COSE TORO…LA LIQUIDITà DEI MERCATI E CHE LI FA SALIRE ora-now (COME VUOLE IL FMI) è UNA LOGICA ALLOCAZIONE DI RISORSE CARTACE CHE NON POSSONO ESSERE INVESTITE IN ALTRO…VISTO CHE L'ALTRO è IN DECLINO…I BOND NON RENDONO E C'è IL RISCHIO DELL'ISolLVENZA e dei bassissisimi rendimenti…I PRESTITI NON TE LIRESTITUISCONO…RESTA IL TRADING AD ALTA FREQUENzA CHE ENFATIZZA OGNI CAZZATA "POSITIVA" CHE VIENE scritta SU YAHOO FINANCE E COME AL SOLITO NEGA e  NASCONDE L'EVIDNZA DI DATI MACRO COME BEN SPIEGA ANDREA DA FAR venire  I BRIVIDI.TORONON PENSARE SOLO ALLA BORSA TANTO DA SETTEMBRE O FORSE PRIMApRENDE UNA SALATA  INCREDIBILE…DETTO QUESTO CHIUDO 

utente anonimo
Scritto il 27 luglio 2010 at 19:46

Sei Fortissimo Andrea Mazzalai.Semplicemente Grazie, sei stato geniale nel prevedere molto tempo prima un'era deflazionistica, o se vogliamo con inflazione da monopolio, contenuta nel suo complesso, un'epoca caratterizzata da una costante riduzione delle leve e dunque del credito-debito, un'era caratterizzata da una vera e propria depressione immobiliare.dopo l'estate in occasione della presentazione del tuo libro sarai sicuramente acclamato VINCITORE.di cosa? di altruismo nell'informare persone umili ricercatrici di VERITA'.GRAZIEGiobbe 8871

utente anonimo
Scritto il 27 luglio 2010 at 19:48

per non parlare di DECADE GIAPPONESE.parliamo giapponese senza saperlo….Giobbe

Scritto il 28 luglio 2010 at 00:02

Caro anonimo #12 il mio intervento non si riferiva alla situazione economica dell'Italia che di fatto è migliore di quella di tanti altri paesi.Non dimentichiamo però, che l'Argentina praticamente fallì con un debito di 100 miliardi di dollari, che per un paese immenso e ricco di risorse come quello, con una popolazione di 40 milioni di abitanti erano e sono una cifra risibile.L'Islanda con un debito di oltre 100 miliardi di dollari e con una popolazione di soli 400.000 abitanti è riuscita malgrado moltissime difficoltà a stare a galla e a non far mancare alla gente i servizi essenziali, in Argentina invece si arrivò a vedere persone che facevano la fame, questo l'ho potuto costatare direttamente e l'Argentina è uno dei maggiori produttori di cereali e carne al mondo.Non mi verrete a raccontare che in l'Irlanda si salvo per opera di qualche potente confraternita o di qualche potentissima loggia massonica!Gli Irlandesi hanno tirato fuori l'orgoglio, la dignità, l'onestà, la voglia di ricominciare senza commettere gli sbagli del passato, difendendo la loro autonomia.Di sicuro dovranno fare sacrifici e compromessi ma nulla di moralmente degradante e sopratutto non a spese dei più deboli.L'Italia è una paese che invece con questa classe dirigente non va da nessuna parte, qualunque sponda politica si guardi!!Anche  attraversi il mare in tempesta, con una nave più robusta degli altri,  quando il comandante è impazzito e l'equipaggio completamente  ubriaco. L'avere una nave migliore non ti da affatto molte più chance, rispetto a chi viaggia su una carretta del mare.   Ma che ha un comandante e un equipaggio capace e pronto a tentare il tutto per tutto per giungere al primo porto sicuro.L'Italia è un paese maturo per un ennesimo capovolgimento di scena, il passato ci insegna che questo significa aspettarsi veleni, qualche morto eccellete, magari accompagnato da qualche bomba e vittima innocente.Ricordatevi sempre che se un governo rimane in piedi, quando basterebbe uno starnuto per farlo cadere, allora vuol dire che tutti hanno paura, ma non tanto dell'esito delle urne ma di un qualcosa di più impressionante.Si ha la consapevolezza che nessun può risolvere i problemi,  senza  contemporaneamente autodistruggersi nella medesima impresa, sono tutti troppo compromessi.Fino ad un anno fa chi gestiva il sistema, si limitava a creare una sorta di alter ego, su cui convergere tutti i guai del paese, cercando di sfruttarne la forte polarizzazione, che negli ultimi venti anni ha assicurato una perfetta alternanza fra destra e sinistra italiana………ma adesso la difficile situazione socio-economica ha rotto il giocattolino.Per uno scherzo della storia si sono inserite "menti abili", che sanno perfettamente come fare per sgretolare il vecchio sistema.Di colpo i vecchi equilibri sono saltati, tutti a cercare nuove alleanze o quanto meno una scialuppa di salvataggio.Appare ridicolo come certi figuri cerchino di prendere il posto del Re, senza sapere che faranno la loro stessa fine,  tutti  (lega compresa) sono già avviati ad essere fortemente ridimensionati, non lo sanno ma sono già pronti a impallinarli con pallettoni "doppio zero".I mercati non amano l'incertezza e se la lotta dovesse durare molto (come tutto sembra suggerire) l'incertezza potrebbe affondare il paese.Alla fine molti diranno che tutto era scontato e prevedibile, in realtà questa è la classica battuta di chi è stato preso alla sprovvista.A tutt'oggi nulla è certo e scontato, per ora siamo all'ultimo  atto della vecchia commedia, che possiamo chiamare "La notte dei lunghi coltelli".Poi verrà imbastita la "Nuova opera" il cui primo atto sarà sarà di sicuro "Il lungo giorno dei giacobini"Questo e quanto vi dovevo e scusate le divagazioni visionarie (o peggio allucinate) di un compasso che si è messo a disegnare cerchi ubriachi.

utente anonimo
Scritto il 28 luglio 2010 at 00:30

In  generale l'Italia e' una nazione  in cui il cittadino vive bene.Tutto ha un costo ,finche' c'e' un lavoro e un risparmio si va' avanti.Le nuove famiglie  e generazioni future, avranno un ruolo chiave per migliorare  il nostro paese.Oggi ognuno e' libero, cosciente  ma alla fine restera' vittima di un sistema  che ha voluto e non  ha cambiato.Silvestro

utente anonimo
Scritto il 28 luglio 2010 at 10:11

vorrei fare una bella precisazione, anche perchè l'ho già detto piu' volte, ma trattandosi di rinco…. lo ripetoIO NON SONO POSITIVO SUL MERCATO AZIONARIO.io godo degli aumenti cosi come dei cali del mercato.la mia contestazione sta nel fatto che qualcuno di cui non faccio nomi pensa di prevedere il mercato sulla base di tutto  cio' che che c'e' di negativo al mondo, come se il mercato azionario avesse una relazione coi i dati economici.poi quello che in realtà fa incazzare e' che sempre quel qualcuno FINGE di non parlare di mercato!!!!!in realtà è smodatamente legato al mercato come tutti voi, solo che non ne becca mezza.l'ipocrisia di tale comportamento è una delle cose che mi spinge ad essere in contestazione.se poi vogliamo parlare di brocchi della finanza di internet non è lui il piu' brocco,al primo posto nella mia personalissima lista ci sono due iper- brocchi1) Mercato libero2) intermaketandmorenon e' un caso che il trio spesso si ospitano l'un l'altro..poi ce ne sono una marea, ma se volete divertirvi andate li e fate il contrario

utente anonimo
Scritto il 28 luglio 2010 at 10:30

qui di brocchi ne vedo solo uno ovvero chi continua a sputare sentenze anonime senza il coraggio di esporsi come Andrea o altri e senza riuscire ad esprimere un solo concetto valido se non urlare bull bull o sell sell facci conoscere la tua visione tecnica e economica e poi vedremo se sai andare oltre il dileggio

Scritto il 28 luglio 2010 at 11:55

Caro Toro,che il piu brocco sia Mercato libero, è proprio vero.Che anche Intermarket and More, parli di tutto e di piu , senza alla fine dire nulla, è verissimo anche questo.Non a caso sono tra i piu letti in assoluto…e se 1+1 fa 2…  si spiegano molte cose.Il blog di Andrea invece secondo me si salva, ma condivido che macroeconomia e mercati azionari non abbiano correlazioni significative nel medio-breve termine.Ma Andrea ha ben altro scopo, che fare rumore per vendere pubblicità.CRISALIDE

Scritto il 28 luglio 2010 at 12:09

TORO, che ne pensi si mirrortrading.com ? Secondo te sono seri?Mi interessa la tua opinione, meglio se ci scriviamo in privato.Mia mail… crisalidexyz@yahoo.itCRISALIDE

utente anonimo
Scritto il 28 luglio 2010 at 12:54

Per non fare la figura del censore pubblico tutto anche se invito tutti ad usare termini più civili e maggiore rispetto per il lavoro di alcuni amici blogger anche se il loro stile o il loro pensiero non piace. Per quanto riguarda Toro seduto non perdete tempo ha bisogno di affetto e probabilmente e’ molto più timido di quello che sembra visto che non ha il coraggio di rivelarvi il suo nome e cognome e il suo pensiero. Inoltre l’educazione non e’ il suo forte ma ognuno e’ quello che e’ ……Andrea

utente anonimo
Scritto il 28 luglio 2010 at 13:53

@ CRISALIDE, non conosco il sito mirrortrading.com, gli ho dato un occhiata ma non è sufficiente per esprimermi, lo tengo d'occhio.ciaoper il ns. psicoterapeuta Andrea :  si vede che a furia di stare in cura ti hanno data una laurea in psichiatria.purtroppo mi piacerebbe dire chi sono, se non lo faccio in un certo senso è un po di timidezza, ma no, dire di più, forse "pudore" è la parola corretta, se qualcuno che conosco sa che son qui, anche solo a prenderti in giro, mi toglie il saluto e allora si che mi fanno internare.forse non hai l'idea di cosa si pensa di te.

utente anonimo
Scritto il 28 luglio 2010 at 14:09

non preoccuparti toro Andrea sa gia’ chi sei ha tanti amici e tante vedette nel tuo mondo e si sta divertendo

utente anonimo
Scritto il 28 luglio 2010 at 16:28

Salve a tutti, ho letto poco fa gli articoli di Stefano Bassi e vorrei fare una domanda ad Andrea e a tutti voi: riusciranno le multinazionali a fare a meno dei consumatori nord-americani ed europei???

Scritto il 28 luglio 2010 at 18:27

Posso permettermi di dire la mia?Ma che gusto c'è a riempire lo spazio per i commenti con certi discorsi inutili, volgari etc etcMa non fate prima a ignorare questo blog piuttosto che a rompere le uova?Leggo Andrea dall'estate 2007, anche se mi affaccio sporadicamenteMai nessuna analisi lasciata al caso o all'intepretazione soggettiva, qui si sciorinano dati da anni e i risultati da allora gli hanno sempre dato ragioneLa borsa è un'altra cosa ma sinceramente a molti non interessa e questo non è il posto adatto per parlarneBuona serataGiulio

utente anonimo
Scritto il 28 luglio 2010 at 21:10

Potrebbe anche interessare il ragionamento ed il comportamento di un trader (ma per essere credibile dovrebbe dichiarare in anticipo le sue previsioni) che tuttavia dovrebbe ormai capire (chi è più rinco?) che mettersi in competizione  con Andrea in maniera  offensiva e volgare è assolutamente fuori luogo considerando che non è un blog per trader anzi esattamente il contrario.Molto ingenua, a mio parere, anche la richiesta fatta via blog di e-mail di consulenza nel trading (crisalide)Un minimo di contegno non guasterebbe.

Scritto il 28 luglio 2010 at 21:11

Buona seraLeggendo qualche post degli ultimi giorni mi ha incuriosito e mi sono ripromesso di cercare di capire come "funziona" (hehehe) l'Homo Sapiens Sapiens; vi allego un link molto interessante al riguardo http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=7297Chissà, a volte pensare a niente potrebbe anche far bene alla salute……………….se ci riuscite  hehehehe.SD

Scritto il 28 luglio 2010 at 21:11

Buona seraLeggendo qualche post degli ultimi giorni mi ha incuriosito e mi sono ripromesso di cercare di capire come "funziona" (hehehe) l'Homo Sapiens Sapiens; vi allego un link molto interessante al riguardo http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=7297Chissà, a volte pensare a niente potrebbe anche far bene alla salute……………….se ci riuscite  hehehehe.SD

Scritto il 28 luglio 2010 at 21:11

Buona seraLeggendo qualche post degli ultimi giorni mi ha incuriosito e mi sono ripromesso di cercare di capire come "funziona" (hehehe) l'Homo Sapiens Sapiens; vi allego un link molto interessante al riguardo http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=7297Chissà, a volte pensare a niente potrebbe anche far bene alla salute……………….se ci riuscite  hehehehe.SD

Anonimo
Scritto il 28 luglio 2010 at 23:16

@30il tuo post sprizza schizofrenia da ogni sillaba (e non serve aver fatto la radioelettra per accorgersene).La trave nei proprio occhio diventa invisibile… quale esempio più tangibile!

Anonimo
Scritto il 31 luglio 2010 at 16:51

Non toccatemi Mercato Libero! :))Ognuno dei blog che fanno parte della cerchia che fa capo a ML (almeno io penso sia lui il capostipite e gli altri aggregati ma magari mi sbaglio) hanno stile e contenuti diversi, anzi, forse è proprio una questione di stile perché poi tutti quanti arrivano più o meno a conclusioni simili, cioè che siamo alla canna del gas.Secondo me è questione di compatibilità caratteriale di ciascuno di noi con il blogger in questione. Personalmente io, avendo un carattere impulsivo, senza peli sulla lingua, senza paura di dire o non dire, senza nemmeno la paura di dire qualcosa di sbagliato, sono più compatibile con ML. Ma non per questo non apprezzo intellettualmente tutti gli altri.Sì, ML sull'onda dell'impulsività a volte dà indicazioni che poi non si avverano, ma a me piace chi continua a esporsi, anche se col rischio di sbagliare. Ripeto, è una questione caratteriale, ma ML è anche capace di chiedere scusa per errori causati da eccesso di impulsività. E a me chi è capace di chiedere scusa fa … tenerezza …di questi tempi.P.S.: non sono pagata da ML  e ML non sa nemmeno chi sono, sono solo una che non ha paura nè di schierarsi nè di dire quello che le passa per la testa.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Ftse Mib: l’indice italiano ha superato la soglia psicologica dei 25.000 punti e mette nel mirino
Non credo sia il caso di tornare sul perché i tassi di interesse si trovano in queste assurde p
Forse Voi ve lo siete perso, forse a Voi interessa poco o nulla, ma la figura dello psicopatico
Mercati sempre molto forti, niente e nessuno sembra poter interrompere o rallentare questa corsa. A
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Tutto non va, tutto non quadra. Eppure le borse continuano a salire. Ma come diavolo è possibil
Se c'è qualcosa che in questi ultimi anni è in correlazione con il valore di Bitcoin è il num
Ftse Mib: l'indice italiano prosegue al rialzo e mette nel mirino i 25.500 punti. Ricordiamo che da
Non davvero preoccupato, non ve lo nascondo, sono ore che sto aspettando che Donald Trump si met
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u