OLTRE L’EUFORIA….LA REALTA’ FONDAMENTALE!

Scritto il alle 21:31 da icebergfinanza

 

 

Mentre nel frattempo la "morfina" introdotta nel corpo dei mercati finanziari prova a fare effetto, sedando il virus che gli untori della finanza predatoria hanno diffuso nelle ultime due settimane, mentre questa sorta di panacea o effetto placebo prova a diffondersi, noi giriamo pagina e torniamo a realizzare la realtà fondamentale, analisi che ci hanno permesso di individuare e continueranno a permetterci di seguire ed anticipare la madre di tutte le crisi.

Risottolineo per l’ennesima volta che sino a quando dal corpo dell’economia reale non verrà esportata la metastasi della "deregulation" e della finanza ultraspeculativa, il decesso del paziente è assicurato, probabilmente dopo una lunga agonia. Abbiamo aspettato troppo tempo o si agisce subito nei prossimi mesi o abbiamo ben poche possibilità di uscire dalla Scilla e Cariddi del debito mondiale, debito che socializza le perdite e privatizza i profitti.

Come ho scritto ieri, al di la delle cifre, nessun entusiasmo per i numeri rilasciati a proposito dell’occupazione americana. I sussidi di disoccupazione, continuano a rimanere alti e il settore dei servizi non riesce nella realtà a produrre la spinta necessaria a far ripartire il mondo del lavoro.

Come più volte sottolineato, il mondo delle piccole e medie imprese in America come in Italia, vale per oltre i due terzi nella produzione di occupazione negli States e per quasi la metà in rapporto alla crescita del PIL.

Ebbene mentre alcuni dati rilasciati dal BLS hanno bisogno di profonde revisioni negative, che la storia di questa crisi ci suggerisce puntualmente arriveranno nei prossimi mesi, la National Federation of Independent Business continua a raccontarci una realtà profondamente diversa (…)

…April marked the 27th consecutive month in which small businesses either shed more or the same number of jobs that they added, according to a monthly survey to be released Tuesday by the National Federation of Independent Business, a trade group in Washington, DC Since July 2008, employment per firm has fallen steadily each quarter, logging the largest reductions in the survey’s 35-year history…

Nei prossimi tre mesi sono più le previsioni di riduzione dei posti di lavoro che quelle di creazione. Secondo William C. Dunkelberg sarà molto difficile che una ripresa a V sia dietro l’angolo, i numeri non suggeriscono questa direzione. Oltre due anni senza alcuna creazione di posti di lavoro nella piccola e media impresa, esattamente 27 mesi. Il saldo tra assunzione e licenziamenti è estremamente negativo.

La dinamica dei consumi nei prossimi mesi sarà alquanto debole e non mi sorprenderei di rividere un ritorno del tasso di risparmio nelle famiglie americane.

Poco entusiasmo smorzato dalla dinamica dei consumi, assolutamente insufficiente. Ma se coloro che danno all’economia oltre i due terzi della forza lavoro hanno cosi poco entusiasmo che accadrà nei prossimi mesi con le revisioni e la fine del sostegno governativo?

Nel frattempo la First American Corelogic, ci dice che più di 11,2 milioni di famiglie americane o il 24 % di tutte le ipoteche residenziali sottoscritte negli ultimi anni, sono in patrimonio negativo, underwater, con un mutuo da pagare superiore al valore patrimoniale dell’immobile. Oltre due milioni di americani sono rimasti con un margine di meno del 5% di capitale prima di andare anch’essi sott’acqua.

C’è stato un leggero miglioramento nella dinamica ma bisogna sottolineare che è nella sostanza dovuto al timido rimbalzo dei valori delle abitazioni, sostenuto da interventi governativi che non verranno in alcun modo prolungati, secondo alcune dichiarazioni.

Non oso pensare a cosa accadrà quando si avvierà, nella sostanza la double dip recession, nuova recessione dei prezzi del mercato immobiliare. Qualcuno vorrebbe maggiore ottimismo, ma i fatti hanno dimostrato in questi tre lunghi anni che serve realismo, quello che la politica non ama in quanto figlia del breve termine. 

SE VUOI SOSTENERE ICEBERGFINANZA CLICCA QUI SOTTO!
 

 
Icebergfinanza come un cantastorie che si  esibisce nelle strade e nelle piazze delle città!   

La "filosofia" di  Icebergfinanza resta e resterà sempre gratuitamente a disposizione di tutti nella sua "forma artigianale", un momento di condivisione nella tempesta di questi tempi, lascio alla Vostra libertà, il compito di valutare se Icebergfinanza va sostenuto nella sua navigazione attraverso le onde di questo cambiamento epocale!   

Non solo e sempre economia e finanza, ma anche alternative reali da scoprire e ricercare insieme cliccando qui sotto in ……… 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
39 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 11 maggio 2010 at 06:48

sembra che anche ROUBINI..nn sia molto ottimista http://www.giornalettismo.com/archives/62538/roubini-leuropa-cosi-salvera/

Scritto il 11 maggio 2010 at 06:54

Gran Bel Post Capitano, anche oggi!!Grazie! Lo sai vero che…Poiché il valore di chi governa la nave, è nel condurla anche controvento.Poiché il valore di chi governa la nave, è nel condurla talvolta anche a vele sgonfie, fino ad altre zone di Vento.(Da Il Profeta del Vento, di Stefano Biavaschi)Realistiche parole, che non potevano essere più "azzeccate"!Buona GiornataBuona NavigazioneValentinap.s e mi raccomando Capitano, non farti minimamente "toccare", minimamente, nemmeno sfiorare, non ne vale la pena, dai commenti che ora Tu leggi, che noi ora non vediamo, ma possiamo solo immaginare…io certamente capirò poco, certamente, ma c'è sicuramente chi comprende meno di me, e il Valore di questa nave non lo vede nemmeno se gli dai un "cannocchiale", pazienza!"

utente anonimo
Scritto il 11 maggio 2010 at 07:09

European policy makers have unveiled an unprecedented loan package worth almost $1 trillion and a program of bond purchases to stop the sovereign-debt crisis. The Federal Reserve will also play a role through currency swaps.

The 16 euro nations agreed in a statement to offer as much as 750 billion euros ($962 billion), including International Monetary Fund backing, to countries facing instability and the European Central Bank said it will buy government and private debt.

 

There is nothing more to be said other than this is potentially the greatest inflationary plan ever designed. Although statements have been made in the past that the EU has failed to follow through on, the statements issued last night appear to have a sense of seriousness about them, especially the ECB announcement to buy government and private debt, and the Federal Reserve launching of currency swaps. Both these actions suggest spectacular inflation may not be far away. Although the ECB statement says the purchases will be sterilized, meaning they won’t increase the overall money supply in the  system, one wonders how long this will go on. A sterilization of the money printing would mean that money would be drained out of other sectors of the EU economy to be given to the governments of the PIIGS, who are proven irresponsibles with money. Draining from the potentially productive sectors of the EU economy to give to the PIIGS is almost as insane as printing the money without sterilization. 

European policy makers have unveiled an unprecedented loan package worth almost $1 trillion and a program of bond purchases to stop the sovereign-debt crisis. The Federal Reserve will also play a role through currency swaps.

The 16 euro nations agreed in a statement to offer as much as 750 billion euros ($962 billion), including International Monetary Fund backing, to countries facing instability and the European Central Bank said it will buy government and private debt.

 

There is nothing more to be said other than this is potentially the greatest inflationary plan ever designed. Although statements have been made in the past that the EU has failed to follow through on, the statements issued last night appear to have a sense of seriousness about them, especially the ECB announcement to buy government and private debt, and the Federal Reserve launching of currency swaps. Both these actions suggest spectacular inflation may not be far away. Although the ECB statement says the purchases will be sterilized, meaning they won’t increase the overall money supply in the  system, one wonders how long this will go on. A sterilization of the money printing would mean that money would be drained out of other sectors of the EU economy to be given to the governments of the PIIGS, who are proven irresponsibles with money. Draining from the potentially productive sectors of the EU economy to give to the PIIGS is almost as insane as printing the money without sterilization.

 

That no objection to this madness has come from any finance minister or central banker signals how far down the road we are from any real concern about inflation or the taking away from the productive sectors of the economy. Indeed some of the the statements coming out of the emergency meeting of EU finance ministers are simply absurd.

 

“The message has gotten through: the euro zone will defend its money,” French Finance Minister Christine Lagarde told reporters in Brussels early today. How opening up the printing presses defends the euro, she did not explain. The last I looked printing money destroyed a currency. It did not help the currency.the key to defending the Euro is not the bailout package but the swap lines from the U.S. Fed. Currency values are all relative. If Helicopter Ben can make the U.S. dollar smell worse than the Euro, the Euro should rise.No fiat currency regime has EVER suffered deflation, and I put no bets on ours being the first.  Given a spendthrift and borrow-happy government on an unsustainable financial course, every historical precedent demonstrates that the end result is currency depreciation and/or collapse.  I see absolutely no evidence for an unbacked fiat currency unit, issueable in unlimited amounts, with an issuing authority having every motivation to increase the rate of that issueance, to suddenly and unprecedentedly INCREASE in value.  Indeed, the very suggestion is intellectually insulting. 

To say that Japan underwent deflation in the 1990s and 2000s is just more Keynesian propaganda, and bullshit to boot.

Consumer prices in Japan have NEVER fallen year-over-year, and consumer prices have steadily increased, since World War II, as they have in everywhere else under the worldwide fiat currency regime.  Keynesians like to throw in every OTHER economic factor but the most obvious one to make their fallacious case for deflation, but as usual, they are wrong, wrong, wrong.fiat money is debt. That is the real confusion people have about inflation vs deflation. Just know what it means and once you understand what it means you will have an epiphany and it will all make sense.the only collaspe to worry about is a collapse in confidence. Price inflation confuses people becuase in a deflation things of non-utility have a price that goes down. Clothes, derivatives, fancy cars. Things of utility like gold, food and oil go up. Insurance, health and caputured audience commodities will go up because they can. 

inflation is running at 9%  according to williams shadow statistics

a trillion here, a trillion there…

 

utente anonimo
Scritto il 11 maggio 2010 at 07:55

Bravissimo Andrea sei il nostro faro!. Franco

utente anonimo
Scritto il 11 maggio 2010 at 08:45

Ciao Andrea ,putroppo la situazione va via via peggiorando .Ormai hanno acceso il conto alla rovescia per la morte dell'ecomonia a dispetto di una finanza fasulla al di fuori di ogni realtà logica ed umana…Come bocciai ai tempi del fallimento di Lehman il TARP cosi' boccio oggi questo pseudo e vano salvataggio(condanna per quel che ne so).Le soluzioni a grossi problemi non passano mai per vie facili…cosi' come vogliono farci credere buttando soldi dei contribuenti nelle tasche dei soliti noti…Il problema vero è che o c'è negli economisti in giro il virus della demenza oppure il conflitto di interessi è stratosferico cosi' tanto da condannare il loro pane ( l'economia ) a morte.Già solo pensare di risanare un economia dal debito con altro e ben piu' grosso debito è malsana…Figuriamoci quando invece di salvare l'economia si salva la finanza che ormai ahimè ben nulla c'entra con l'economia , che disastro…Siamo in mano a un Robin Hood che ruba ai poveri per dare ai ricchi…Ad ogni modo se anche 1 millesimo dei soldi regalati agli squali finanziari pervenisse all'economia vera ci sarebbe speranza …Ma cosi' non sembra…Vorrei anche sottolineare che in fondo con questo piano gli States ci guadaganano un casino…Non appena hanno chiesto a noi Europei di salire sulla stessa barca ( del debito e della depressione ) siamo saliti al volo…Grandi gli americani i maghi del Bluff…La povera Merkel&co si sono seduti ad un tavolo dove hanno dimostrato di non saper giocare…Avendo in mano un Poker d'assi si sono fatti fregare dagli USA con in mano una coppia di 2 …Ben presto si accorgeranno che la strada in cui hanno seguito gli American Boys  è un vicolo stretto e cieco…da cui passa una sola persona…Piu' che speranze ormai servono solo preghiere…e se qualcuno crede in Dio e l'ha dimenticato è ora che lo rispolveri…perchè se non interviene lui…qui si mette male…"Certe volte per certa gente , le cose non vanno come uno sperava.La speranza è una cosa strana, è come una moneta che passa tra le mani di chi sa di essere un perdente.Piu' conosci la speranza e meno la trovi attraente" 16 Years of AlchoolAin

Scritto il 11 maggio 2010 at 09:10

ANDREA MAZZALAI: GUARDARE AI FONDAMENTALI E NON AL BREVE TERMINE !!![..] LUNEDÌ, 10 MAGGIO 2010 OLTRE L'EUFORIA….LA REALTA' FONDAMENTALE! Mentre nel frattempo la "morfina" introdotta nel corpo dei mercati finanziari prova a fare effetto, sedando il virus che gli untori della fina [..]

Scritto il 11 maggio 2010 at 09:10

ANDREA MAZZALAI: GUARDARE AI FONDAMENTALI E NON AL BREVE TERMINE !!![..] LUNEDÌ, 10 MAGGIO 2010 OLTRE L'EUFORIA….LA REALTA' FONDAMENTALE! Mentre nel frattempo la "morfina" introdotta nel corpo dei mercati finanziari prova a fare effetto, sedando il virus che gli untori della fina [..]

Scritto il 11 maggio 2010 at 09:10

ANDREA MAZZALAI: GUARDARE AI FONDAMENTALI E NON AL BREVE TERMINE !!![..] LUNEDÌ, 10 MAGGIO 2010 OLTRE L'EUFORIA….LA REALTA' FONDAMENTALE! Mentre nel frattempo la "morfina" introdotta nel corpo dei mercati finanziari prova a fare effetto, sedando il virus che gli untori della fina [..]

utente anonimo
Scritto il 11 maggio 2010 at 09:31

Andrea, un consiglio spassionato che ho dato anche ad altri blogger (ma che tendono ad essere suscettibili…): libera i commenti, non moderarli. Cancella solo ex-post quelli che offendono! Liberare i commenti ti porterá piú traffico e piú interesse per il blog.Un potenziale commentatore che vede 4 commenti moderati su 5 secondo te è incentivato a partecipare alla conversazione?Libera i commenti, non lasciare solo le sviolinate della Valentina e lascia che siano i commentatori a ribattere le critiche! -Andrea- (dalla Germania)

Scritto il 11 maggio 2010 at 10:57

Per tre lunghi anni Icebergfinanza e stato libero poi la cosa ha dato molto fastidio a qualcuno……e in combinazione hanno deciso di ridurre questa liberta’ La responsabilità di quanto pubblicato non permette oggi la libertà assoluta visto anche il mondo demenziale con cui ci dobbiamo confrontare. Andrea

utente anonimo
Scritto il 11 maggio 2010 at 10:57

QUOTA Andrea dalla Germania.Sblocca i commenti, e cancella dopo quelli schifosi…E' difficile anche scrivere quando ci sono commenti di altri in moderazione, cosi non va bene.CRISALIDE

utente anonimo
Scritto il 11 maggio 2010 at 11:00

Montecristo:Oggi  per  giustificare  questi mercati   si  trovano   spiegazioni  più  razionali  nel libro dell'apocalisse  che  nei dati  macroeconomici.

utente anonimo
Scritto il 11 maggio 2010 at 11:37

Leggete cosa scriveva Einaudi a proposito della possibilità di una  moneta unica europea:(dal sito http://ilblogdiantoniomartino.blogspot.com/)“Il vantaggio del sistema non sarebbe solo di conteggio e di comodità nei pagamenti e nelle transazioni interstatali. Questo sarebbe piccolo in confronto di un altro di gran lunga superiore, che è l’abolizione della sovranità monetaria dei singoli Stati in materia monetaria. Chi ricorda il malo uso che molti Stati avevano fatto e fanno del diritto di battere moneta non può aver dubbio rispetto all’urgenza di togliere ad essi siffatto diritto, Esso si è ridotto, in sostanza, al diritto di falsificare la moneta, cioè al diritto di imporre ai popoli la peggiore delle imposte. Se la federazione europea riuscirà a togliere ai singoli Stati federati la possibilità di far fronte alle opere pubbliche facendo gemere il torchio dei biglietti e li costringerà a provvedere unicamente con le imposte o con i prestiti volontari, avrà per ciò solo compiuto opera grande.”Quindi lo scopo era di togliere la sovranità monetaria ai singili Stati…Vorrei conoscere su questo il parere di Andrea.

Scritto il 11 maggio 2010 at 11:37

Carissimo Andrea (dalla Germania), non sono suscettibile, ma per precisione le mie non sono sviolinate, come le definisci Tu, e Te lo dico sinceramente, il termine che hai usato non mi è piaciuto…libero ovviamente  di vederle come credi…Non ho certo timore di dire le cose che penso e come le penso e soprattutto non ho timore di ringraziare Le persone quando lo meritano, ed Adrea, ma non solo Lui, è certamente una di queste…e soprattutto non amo, non mi piace farlo, non mi è mai piaciuto farlo, criticare per il semplice gusto di farlo, e per dar aria alla bocca…Sinceramente, anche se lo comprendo molto bene, molto bene, mi è dispiaciuto, che dopo 3 lungh,i intensi anni, i commenti fossero moderati, ma la colpa è nostra, di chi non sa far un buon uso della disponibilità altrui, dei nostri dannati limiti…di nessun altro…della nostra demenza..nostra…del resto, non ledendo la libertà altrui, ci si può sempre iscrivere a splindernon costa nulla e non succede nulla, ve lo garantisco!Non mi interessa, e non mi è mai interessato, lusingare nessuno,ma Grande Capitano RIMANI COME SEI …Fin che ne sarò convinta lo dichiarerò sempre a gran voce!e fin che lo meriterà lo ringrazierò, finchè avro voce!Se non Ti va, non ascoltare…VENTO IN POPPA…!! SEMPRE…Oh! come adoro "sviolinare"!!!…come lo adoro Hihihi!!!Valentinap.s senza "permalosìtà"…sto sorridendo Andrea 2

Scritto il 11 maggio 2010 at 11:54

"La politica neoliberale ha fallito"…ma "loro" ancora non l'hanno capito, oppure (quasi sicuramente) fanno finta di non capire.Continuano a rattoppare uno straccio bucato e consumato che tra poco non ce la farà nemmeno a reggere le "pezze".In Argentina svalutò la propria moneta dalla parità di 1 a 1 con il dollaro, fino ad arrivare a 3 a 1. Con la svalutazione l' Argentina migliorò le sue esportazioni e ridusse le importazioni. Questo impulso non ce l'ha la Grecia, perchè è sotto la dittatura dell'Euro.La Grecia e dopo altri paesi continueranno ad evere bisogno di assistenza, ma non avranno mai la possibilità di prendere decisioni in base alle proprie esigenze invece di quelle dell'UE.E' molto triste per chi ha creduto e sperato nella fine di organizzazioni criminali come il FMI, vedere che adesso ha allargato il campo di azione fino al vecchio continente.

Scritto il 11 maggio 2010 at 12:25

@½ Argomento delicato quello della sovranità monetaria da non liquidare in due parole estremamente delicato…..Andrea

Scritto il 11 maggio 2010 at 12:27

Crisalide questo non e’ un blog presidiato da mattina a sera e nella notte si scatenano gli istinti peggiori Iscriviti a splinder e avrai mano libera

utente anonimo
Scritto il 11 maggio 2010 at 15:23

Oggi si sta valutando a mente fredda l'andamento dell'economia e c'è poco da stare allegri.La cosa che appare illogica e che praticamente nessuno ha parlato di regolamentare i mercati, questo è un grosso handicap.Significa che le banche hanno preso in ostaggio interi stati, appare ovvio che o il FMI e la UE dovranno intervenire per salvare altri stati, con altri piani di intervento.Intanto l'economia Cinese da segni di surriscaldamento, anche se però più per la Cina c'è da preoccuparsi per i contraccolpi che si avranno a livello globale, la Cina è non solo un grande consumatore globale ma insieme al Giappone il più grande finanziatore del governo USA!-IL Compasso-

utente anonimo
Scritto il 11 maggio 2010 at 15:34

MontecristoBravo  Compasso, proprio ieri  anche io  facevo notare  le mie  preoccupazione   per  la  Cina, ormai    ci sono  troppe  pentole  che  ribollono nel mondo  chissà  cosa  succederà.

Scritto il 11 maggio 2010 at 16:56

Montecristo:  grafico   del  1972-1976      dow jones  similitudini tecniche    con   quello   di   questa  crisi?

utente anonimo
Scritto il 11 maggio 2010 at 17:27

Montecristo fai uno sforzo registrati

utente anonimo
Scritto il 11 maggio 2010 at 17:38

io non so come sarà l'economia non so com'e' e come era, so che wally sale sempre da 100 anni.fox40

Scritto il 11 maggio 2010 at 17:53

Sentivo per la CNBA che il cina si e raggiunto record per livello prezzi immobliare…anche la mia ex ragazza cinese mi conferma che a shanghai tutti se hanno $$$ investono in real estate, son impazziti e i prezzi si son piu che raddoppiati rispetto 2-3 anni faPORTELLO

Scritto il 11 maggio 2010 at 18:00

Si Il Compasso, ineccepibile, come sempre ciò che scrive!Guarda,Te lo devo dire, sono proprio, proprio contenta che tii sia iscritto a splinder….davvero contentaGrande!!Buona serata cari Compagni di Viaggio…Buona serata!!!Valentinap.s ora manca solo che mi dicano che ho "sviolinato" anche Te il Compasso, e per questa sera, sono sistemata!!Hihihi

utente anonimo
Scritto il 11 maggio 2010 at 18:32

Wally negli ultimi dieci anni ha registrato un nulla di fatto …. Prepariamoci ad un nuovo decennio perduto per l’ azionario

Scritto il 11 maggio 2010 at 18:34

Montecristo.Caro Andrea  quando  ti conoscerò  di  persona   al  festival  di Trento  ti prometto  che  mi registrerò.

Scritto il 11 maggio 2010 at 19:26

Chiedo venia…ma come fate ad incollare le immagini ?GrazieMassimo

Scritto il 11 maggio 2010 at 19:37

Massimo l'icona che ti serve è la 4a a partire dal punto interrogativo, quella vicino alla faccietta sorridente, clicchi e ti verrà rischiesta l'URL dell'immagine che ti interessa caricare con dimensini ed allineamento…attenzione Massino Ti chiede l'URL non la pag. web di provenienza, se tutto è ok, te la carica in anteprima, poi dai l'ok definitivo.Spero di esserti stata utile…se non sono stata abbastanza chiara chiedi pure.ciao!Valentinap.s ci sarai Montecristo! Bene! Molto bene!!!

utente anonimo
Scritto il 11 maggio 2010 at 19:53

Mille  grazie Vale ci riprovo !Massimo

utente anonimo
Scritto il 11 maggio 2010 at 20:29

guarda come balla bene…..la nostra economia…e come ride

nipdat

utente anonimo
Scritto il 11 maggio 2010 at 20:46

x chi vede solo nero

Scritto il 11 maggio 2010 at 21:38

gli argomenti sono difficili e non ho i mezzi per capire tutto quello che leggo in questi post.Ho capito una cosa però, già da molto tempo il sistema del debito è un sistema che sta in piedi senza più alcuna logica. Di fatto dovrebbe essere già in default mezzo mondo.Credo ci siano 2 scenari.1) il mondo economico non ha più nessuna logica, ma ciò nonostante continua fregandosene2) salta tuttoA sostegno dell'ipotei 1) c'è il fatto che se salta tutto chi ci rimette di più sono i "potenti" che hanno accumulato ricchezze enormi e inoltre se ormai non esiste alcun riferimento valido fra economia "dei numeri" e realtà, allora in una economia senza alcun riferimento logico a valori reali si potrebbe andare avanti per sempre Se invece si verifica l'ipotesi 2) mi dite cosa è immaginabile? cosa potrebbe realmente accadere? serve per forza una guerra per annullare il debito o si resetta tutto e l'unico valore non sono più i conti correnti, i titoli e i biglietti di carta ma solo i beni materiali? In questo caso quasi quasi…grazieciaoTAMU 

utente anonimo
Scritto il 11 maggio 2010 at 21:52

Questo è immaginabile TAMU a seconda delle visioni e sensibilità di ognuno…….un lungo periodo di deleveraging, un periodo di riflessione!Come ho già scritto, riportando una analisi della McKinsey…..a) “Belt-tightening” ovvero una crescita futura del debito inferiore a quella del PIL, attraverso un calo del debito in termini nominali.b) “High inflation” aumento nominale della crescita attraverso la creazione di inflazione, la quale riduce il rapporto debito/crescita economica.c) “Massive default” contrazione del debito ad opera di fallimenti generalizzati pubblici e privati.d) “Growing out of debt” una dinamica nella quale l’economia mostra una rapida crescita che fa diminuire il rapporto debito /PIL.A Voi la scelta……Andrea

Scritto il 11 maggio 2010 at 22:49

grazie Andrea,approfitto ancora della tua competenza.Direi che scenario a) e d) non destano grosse preoccupazioni.Rimangono b) e c) che mi sembrano i più preoccupanti Alta Inflazione. (anche se tu non la vedevi come probabile). L'effetto è che il valore del debito/risparmio si annulla. Quindi chi ha un po' di risparmi liquidi si compri qualcosa di tangibile e chi non ha niente è salvo?Fallimenti generalizzati. Ma qui si tratta di fare fallire mezzo mondo visto i legami del debito. Come possiamo rappresentarci un mondo dove dovrebbe fallire quasi mezzo pianeta ( Europa, USA, Giappone, Cina?)E se così fosse, cosa succede? I creditori non sarebbero principalmente le banche? quindi falliscono le banche? e se fallisce il sistema bancario che succede? cavolo mi è difficile immaginarlo anche perchè sono quelle che guidano il giocoForse allora vedrei più ipotizzabile la super InflazionegrazieciaoTAMU

utente anonimo
Scritto il 12 maggio 2010 at 06:31

se ci fosse una volontà politica di guidare l'economia fuori dal cul-de-sac del iperdebito si potrebbe operare su un arco di tempo medio lungo (da 5 a 10 anni) operando un mix dei punti a, c, d dove il "default" non è "massive" ma è circoscrtto ai casi più acuti con default piotati e ristrutturazioni del debito protette (quello che si doveva fare in Grecia).E' chiaro che ad oggi tale volontà politica non è ancora maturata, ma comincia  ad esserci qualche segnale.La prima cosa da fare sarebbe creare un istituto internazionale ad-hoc con due funzioni:- essere una gigantesca camera di compensazione di debiti e crediti pr ridurre drasticamente il nozioale del debito.- smontare il castello di carta dei CDS/CDO il cui nozionale raggiunge valori incommensurbili con le cifre in gioco nell'economia reale e mettendo quet'ultima completamente nell'angolo.I signori ell'economia del deito faranno tutto quanto è possibile per evitare un simile processo (la Norimberga della finanza) ma è importante ricordare che se pur sono molto potenti, sono POCHI.

Scritto il 12 maggio 2010 at 07:53

@Vale64 Lungi da me voler offendere!Semplicemente qualche volta, leggendo i post del Capitano, mi è capitato di leggere solo o quasi i tuoi commenti, nei quali non ho mai trovato neanche una mezza critica.Ripeto, non voglio né offendere né fare polemica, semplicemente credo che il commento libero e la moderazione ex-post sia la base per vivacizzare un blog: un blog vincente, imho, è quello che parte dal post per impostare una discussione tra commentatori.Su Zerohedge sono quasi piú interessanti i commenti che i post…Tra l’altro questo è un blog con possibilitá di “sussidio” (e io sono, anche se in miniminiminima parte, un finanziatore): saró piú che contento di ripetere la donazione, ora che ho un lavoro, ma chi mi garantisce che vengano censurate solo le offese e non anche le critiche?È tutto sulla fiducia insomma (e ripeto, mi fido!).Ma la censura ex-post è l’unica arma per dare uno slancio alla discussione, se no i commentatori leggono il post e vanno a commentare su altri blog.Saluti! J -Gnurant-  Ps. Sono sempre Andrea dalla Germania, ma d’ora in poi mi firmeró come sugli altri blog.

Scritto il 12 maggio 2010 at 09:45

Andrea…. Ci sono tre lunghi anni di commenti liberi a testimoniare la verita’ e la mia storia oltre alla mia parola. Io cancello solo gli insulti ad altri lettori quelli al sottoscritto Solo uno e’ stato cancellato ma non insulto, critica invitando chi l’ha fatto ad iscriversi a Splinder per un confronto diretto. Chi non ha nulla da nascondere puo’ liberamente registrarsi Spero di essere stato chiaro! Andrea

Scritto il 12 maggio 2010 at 10:36

Carissimo Andrea, figurati, nessuna offesa, resta con Noi.“mi è capitato di leggere solo o quasi i tuoi commenti, nei quali non ho mai trovato neanche una mezza critica.”E allora!!( ho taciuto per più di un anno, adesso parlo per tre)Sono iscritta e con non poca fatica, a splinder, scrivo ciò che mi pare, penso con rispetto, quando mi pare.Disturbo qualcuno?Critico quando c’è da criticare…cosa vuoi che critichi il Capitano, nelle virgole e negli errori!Un conto sono le critiche, produttive, utili, stimolanti, ne ho incontrate poche, molto poche, qui come altrove; altra cosa gli insulti, per di  più fine a stessi, anonimi e inutili, di questi ne ho visti sempre molti…Devo depurare, il mio pensiero e il mio agire ancora da tante cose,molte cose di cui parla il Capitano le conosco, le ho sperimentate e le vivo, e condivido, per altre la strada è molto lunga, lunghissima, non per questa non significa che non si possa percorrere…il percorso religioso, che si riflette poi, in quello che fa, e in come lo fa, (non ne sono fiera) maè “lontano anni luce”, dalla mia realtà, ma lo ascolto sempre con attenzione, perché ritengo, meriti attenzione.Per quanto riguarda l’economia e la finanza, non sono un’addetta ai lavori, sono una persona comune che lavora e cerca di comprendere ciò che fa! (per questo allora non dovrei nemmeno fiatare)Ho sempre verificato le analisi del Capitano concretamente, al di la di filosofie teoretiche, a volte, se non spesso, sulla “pelle”, e non ho nulla da aggiungere, se non che lo apprezzo per il suo lucido realismo.E raro…raro realismo…Ci son sempre state, ancor prima di approdare qui, cose/sensazioni che non comprendevo, che non condividevo, e purtroppo ho trovato conferma di ciò…oltre ai grafici, trend line ecc….leggendo semplicemente ciò che succedeva/succede nella mia città/ nel mio lavoro…guardando e vivendo nel mondo reale..Mi interessa quando parla, libero da “accademisti” e sterile teorie, dell’economia Reale, perché è di quella di cui viviamo…viviamo…non di altro…noi “povera gente”..gente comune”.Per il resto nulla da eccepire…ma bisogna essere in grado di sostenere”intelligentemente” e soprattutto educatamente il confronto, rispettando l’ospitalità, perché di ospitalità si tratta, purtroppo, non sempre è così…qui come altrove.Nel reale come nel virtuale.CiaoValentinap.s se proprio vogliamo dirlo sono “finanziatrice” anch’io e non da oggi…, e qualunque cosa decida, sempre, il Capitano per me, andrà bene…vuole essere semplicemente un riconoscimento, modesto, ad una sforzo, nulla di più…”come ad un’artista di strada”…si un grande artista! Il giorno che non mi piacerà più la sua opera, glielo dirò..per ora continua a piacermi…

Anonimo
Scritto il 12 maggio 2010 at 11:18

Ah! un ultima cosa, perché è bene parlar chiaro, trovo davvero molto riduttivo, se di tutti i miei commenti, l’unica cosa di interessante che ho trasmesso/trasmetto, sono i complimenti al Capitano…(non è che pensavo di scrivere cose interessantissime, ma almeno un pochino… pensavo di si…)e…a scanso di equivoci…(non vorrei mai, che fosse interpretato male)quando scrivo.….Un conto sono le critiche, produttive, utili, stimolanti, ne ho incontrate poche, molto poche, qui come altrove;(ovvio cari compagni di viaggio, che non mi riferisco ai Vostri commenti, o a chi commenta abitualmente) …ma a chi commenta sterilmente spesso in anonimato…ma Voi avete capito vero, cosa voglio dire…Buona giornataValentina

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO Clicca qui sopra
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Articolo dal Network
§ Ormai siamo in balia di un tweet e della replica che ne consegue. Ma anche su questo aspetto il
Ftse Mib: l'indice italiano oggi apre in forte gap down nel giorno del Dividend Day. Circa il 60% in
Manifestanti contro il cambiamento climatico interrompono la conferenza sulle pensioni per imporre i
Guest post: Trading Room #321. Oggi è la data dello stacco dividendi. Molte aziende oggi quindi q
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Stoxx Giornaliero Buonasera a tutti, Stoxx che nella prima seduta dell’ultima ottava raggiu
DJI Giornaliero Buona domenica a tutti, riprendiamo quella che è la situazione ciclica del D
T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. yy)[Base
T-1 [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 [3-5 Giorni] (h. yy)[Base Dati: 15 minuti]
Velocità T-2 / T-1 / T / T+1 [Base Dati: 15 minuti] Velocità T-2 / T-1 / T / T+1[Base Dati: