GIALLO NELLA MINIERA DELLE OVVIETA’!!

Scritto il alle 21:14 da icebergfinanza

" Oltre che per il canto e la compagnia, almeno fino al 1986 i canarini erano regolarmente usati nelle miniere di carbone, come primitivo sistema di allarme. La presenza di gas tossici, come il monossido di carbonio, avrebbe ucciso i canarini prima ancora di avere effetto sui minatori. Poiché i canarini tendono a cantare per gran parte del tempo, fornivano a questo scopo un segnale visibile e udibile. " Wikipedia

In una intervista a Bloomberg television , il fantasma di Greenspan, l’ex governatore della Federal Reserve, ha dichiarato che i rendimenti dei titoli di stato americani, rappresentano un "canarino nella miniera" che potrebbero segnalare un ulteriore aumento di tassi di interesse.

Tralasciando alcuni evidenti conflitti di interesse di Greenspan, consulente di PIMCO, il più imponente fondo di investimento obbligazionario, ma non solo, tralasciando alcune ovvietà come quelle riferite alle fobie dei mercati in relazioni all’aumento del deficit federale e alle sue altrettanto ovvie preoccupazioni per i riflessi all’interno della dinamica futura dei mercati immobiliari, siano essi investimenti residenziali o commerciali, nessuno toglie dalla mia mente che il declino dello spread sui titoli di stato americani sia molto probabilmente un riflesso condizionato da paure che da tempo pervadono i mercati, mercati che nel frattempo fanno razzia di titoli "spazzatura" junk bond e titoli "corporate" di società tecnicamente fallite.

Come scrive Riolfi sul Sole24ore Wall Street ha avvertito solo inconsapevolmente che qualcosa di diverso era nell’aria. Quando mercoledì l’S&P aveva perso un modesto 0,5%, reduce dall’ennesimo massimo relativo toccato il giorno prima, gli operatori avevano addotto le preoccupazioni sul Portogallo, il cui rating sovrano era stato abbassato da Fitch. In sè la spiegazione era pretestuosa, visto che era a tutti noto un declassamento da parte delle varie agenzie: e non a caso, quel giorno, lo spread dei titoli di stato portoghesi era semmai sceso rispetto al bund. Ma era inconsciamente vera, perché sul mercato obbligazionario Usa stavano salendo i rendimenti dei titoli di stato, al punto che quelli decennali hanno per la prima volta superato il tasso swap decennale (quello praticato alla clientela corporate di miglior livello). Come a significare che c’è più rischio in un Treasury che in un bond emesso da General Electric.

Certo è accaduto pure che nel fallimento dello Stato argentino, i bond della telecom argentina non abbiano risentito della disintegrazione nazionale, ma credere che se si disintegra lo Stato americano, Generale Electric & Company si salvino è come credere che se migliaia di testate atomiche esplodono simultaneamente qualcuno si salvi!

Non solo ma come sottolinea Riolfi … Le finanze Usa sarebbero in condizioni peggiori di quelle dei paesi identificati dal gentile acronimo di piigs. Secondo Bill Gross, il maggior rischio insito nei Treasury finirà per contagiare anche i bond societari, al punto da far dichiarare al fondatore di Pimco che le azioni potrebbero addirittura far meglio delle obbligazioni per qualche mese. Ed è tutto dire per uno che da tempo non crede alle borse.

Ma certo, siccome gli Stati Uniti ormai stanno per fallire, allora continuamo a comprare junk bond, corporate e titoli azionari, magari bancari, cosi che se qualcuno di esso fallisce allora ci penserà lo Stato a salvarli, a sua volta fallito!

Quanto gas soporifero gira nelle miniere dei cervelli dei mercati finanziari.

Ma tralasciando per un istante i nostri simpatici canarini, è in questa frase che il nostro eroe, riverito dagli stessi mercati per anni il "maestro", si supera…

… is very evident to me that the underlying crisis was caused by what is clearly a once-in-a- century event. We have had almost no instances of short-term credit being withdrawn on a global basis the way it happened right after the Lehman bankruptcy. All of the individual evidence here is that this is a very rare occasion." …

Al di la delle rare occasioni in cui un essere umano arriva ad ammettere le proprie colpe, il proprio integralismo, le proprie follie, Greenspa ci racconta che è una grande evidenza per lui, il fatto che la crisi in fondo è stata causata da quello che è da considerarasi chiaramente un evento che accade una sola volta in un secolo. Mai abbiamo vissuto una simile estinzione di liquidità nel breve termine come è avvenuto subito dopo il fallimento di Lehman Brothers. Tutte le prove individuali, confermano che questa è un’occasione molto rara.

Ora, io non so se sia possibile utilizzare i canarini per introdurli nel cervello umano, alla ricerca dei misteriori gas che lo popolano, in particolare in quello di alcuni dei protagonisti assoluti  dell’economia, della finanza e  della politica mondiale di questi anni, ma il cosidetto cigno nero, l’evento imprevedibile, quello che capita forse una sola volta in un secolo, era prevedibilissimo nelle dinamiche della Grande Depressione e della "Lost Decade" in fondo uno sconosciuto di nome Andrea ma non solo, di canarini mai piu tornati in questa crisi ne aveva intravisti a centinaia.

“I don’t like American politics and what’s happening,” Greenspan said. Non mi piace la politica americana e quello che sta succendendo ha sussurrato, Alan, ma a noi, non piace quello che è successo durante il suo mandato, non è piaciuta a nessuno la sua politica di assecondazione toitale dei mercati azionari, la sua politica di produzione di "bolle finanziarie" in serie, figlie del breve termine, lo stesso breve termine che ha distrutto la fiducia dei mercati.

Ho sentito inoltre sussurrare di una non meglio identificata tassa sui consumi, di una fantomatica tassa a sostegno del deficit, del fatto che Greenspan non è affatto convinto della possibilità di stabilizzare il deficit nel lungo termine. In fondo le leggi empiriche esistono per questo, come ha sottolineato spesso Icebergfinanza, per ogni dollaro di tasse, ne spariscono tre di domanda aggregata.

Non poteva mancare poi l’ovvio riferimento ai mercati azionari, la medicina di questa crisi, la loro leggendaria cavalcata, che ha fatto da driver alla ripresa economica americana, quella che oltre l’80 % degli americani sostiene di non vedere, considerandosi ancora in recessione.

Quanti canarini saranno ancora necessari prima che alcuni individui, comprendano la differenza tra il mondo virtuale della finanza e la realtà di un’economia avviata verso un nuovo decennio perduto, quanti canarini ancora serviranno per comprendere l’entità della prossima esplosione in preparazione nei mercati azionari e non.

“You can see the whole blossoming of finance,” Greenspan said.  “As these stock prices have gone up, debt became far more valuable, and you can see this huge issuance, especially of junk bonds.” Non traduco perchè continuo a sentire il silenzio di mille  canarini nel mio cervello…prima di un’esplosione!

Per Greenspan la continuazione del rally azionario potrebbe contribuire a sostenere l’espansione economica, certo un po come la droga, la sua droga, quella che ha contraddistinto gli ultimi vent’anni, ogni volta sino alla soglia di una nuova overdose! Chissà mai perchè l’uomo che non ha mai intravisto alcuna bolla, assieme al suo degno successore Bernanke, oggi ne intravvede una in Cina…. There are significant bubbles in Shangai and along the coastal provinces, but there’s some of that going back into the hinterlands as well… strano, strano davvero per un uomo che non ha nemmeno intravvisto la più imponente depressione immobiliare della storia dell’umanità e adesso intravvede mille canarini nella miniera dei titoli di stato americani e magari chissà quale gas terribilmente inflativo.

L’economia reale ringrazia, mister Greenspan, di aver condiviso le sue ovvietà!

Remember that the bursting of the bubble by itself is not a big catastrophe. "Ricordati che l’esplosione di una bolla di per sé non è una grande catastrofe. Abbiamo avuto una bolla delle dot-com è esplosa e l’economia si è appena spostata.

Sono commosso, una bolla finanziaria non è mai di per se una catastrofe, a parte tutte le volte che nella storia è sempre successo, dalla bolla dei tulipani in su, praticamente sempre; mamma mia quanti canarini stanno morendo  asfissiati in questa miniera di assurdità!

Ricordo a coloro che non hanno ancora compreso quanto stava accadendo nel 2001, che lo scoppio della bolla della new economy è stato solo la scintilla che ha fatto esplodere il gas della recessione che si stava avviando dopo il giro di boa del nuovo millennio, una recessione naturale, dopo anni di eccessi, che mister Greenspan, ha pensato bene di eliminare terrorizzando il mondo con il fantasma della deflazione, introducendo il gas della bolla immobiliare nei mercati.

Vi posso assicurare cari compagni di viaggio, che i sintomi di questa crisi erano perfettamente evidenti nei comportamenti dei mille canarini che la storia ci ha lasciato, nella saggezza popolare fatta di cose semplici e di senso del limite, quello che nelle masse è una eccezione.

In settimana probabilmente assisteremo alla marcia trionfale del mercato del lavoro, la consacrazione ufficiale della decima meraviglia di questa immensa ripresa economica, la creazione di 190.000 nuovi posti di lavoro nella media del "consensus" salendo addirittura ad oltre 280.000 nelle previsioni di Goldman Sachs.

Chissà da quale misteriosa miniera piena di gas, provenivano gli inviti alla calma dello scorso mese da parte di JPMorgan, la quale suggeriva ai propri clienti di non avere paura che i dati sarebbero stati influenzati dalle condizioni atmosferiche e dalle fasi lunari. Al di la dell’ironia è evidente che con queste meravigliose stime, figlie della neve e dell’influenza non delle fasi lunari, ma delle temporanee assunzioni governative per l’avvio del censimento nazionale 2010, anche un solo dato inferiore alle aspettative farebbe collassare i mercati.

Al di la di dati sensibilmente inattendibili in prima lettura, la dinamica complessiva dle mondo del lavoro americano e occidentale è chiara, ci attende una strutturale e permanente perdita di posti di lavoro, perdita che non verrà probabilmente assorbita prima di un decennio.

Per sostenere ICEBERGFINANZA clicca qui sotto 

 

Icebergfinanza come un cantastorie che si  esibisce nelle strade e nelle piazze delle città!   

La "filosofia" di  Icebergfinanza resta e resterà sempre gratuitamente a disposizione di tutti nella sua "forma artigianale", un momento di condivisione nella tempesta di questi tempi, lascio alla Vostra libertà, il compito di valutare se Icebergfinanza va sostenuto nella sua navigazione attraverso le onde di questo cambiamento epocale!   

Non solo e sempre economia e finanza, ma anche alternative reali da scoprire e ricercare insieme cliccando qui sotto in ……….

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
37 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2010 at 08:16

Fra i canarini che vedevo cadere asfissiati già negli anni '90 c'erano quelli che segnalavano come ormai, a differenza di 20 anni prima, un solo stipendio in una famiglia significava difficoltà ad arrivare a fine mese.Gianni

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2010 at 08:27

Buon giorno, spesso mi sono letto le tue analisi e non ho ami trovato nulla da eccepire, ma riscontro da tempo che il fatto che i mercati vadano nella direzione diametralmente opposta ti sta innervosendo parecchio.non capisco tutto questo nervosismo, dopo tutto dal punto di vista dei mercati hai completamente sbagliato previsioni ma cio' non ti deve abbattere.troppo spesso ti lasci scappare le parole "Crollo epocale", ma l'imprevedibilità dei mercati è leggendaria e soprattutto la relatività del rapporto prezzo tempo che fa la differenza, cio' che oggi e' economico fra un anno alla metà potrebbe essere caro, o il contrario.FOX40

Scritto il 29 marzo 2010 at 08:56

Fox40 nessun nervosismo anzi sempre maggiori conferme in fondo a differenza di molti le mie visioni sono di medio e lungo termine mentre molto sono affascinati dal dogma del breve termineBuon divertimento anche se bisogna ammettere che oltre un certo limite non arriva neanche la mia immaginazione Andrea

Scritto il 29 marzo 2010 at 10:00

Sicuramente come ha ricordato Andrea in numerose occasioni questo non è un blog adatto agli speculatori. Per questo a volte le sue analisi non vanno d'accordo con l'andamento dei mercati finanziari Il quadro di breve è senz'altro buono (http://pathofgrowth.altervista.org La crisi è finita ? ) Faccio i complimenti ad icebergfinanza e al suo progetto ! A prestoFennec

Scritto il 29 marzo 2010 at 10:00

Sicuramente come ha ricordato Andrea in numerose occasioni questo non è un blog adatto agli speculatori. Per questo a volte le sue analisi non vanno d'accordo con l'andamento dei mercati finanziari Il quadro di breve è senz'altro buono (http://pathofgrowth.altervista.org La crisi è finita ? ) Faccio i complimenti ad icebergfinanza e al suo progetto ! A prestoFennec

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2010 at 10:37

Nessuno è in grado di prevedere i Mercati Azionari nè tanto meno il futuro dell'economia. Questo castello di carta potrebbe andare avanti per sempre come crollare fra un minuto. L'importante non è prevedere il futuro, ma essere consapevole delle variabili in gioco. Originariamente l'acquisto di una azione societaria era considerato un investimento di lungo termine che sostenendo le aziende nei loro investimenti creava sviluppo, mentre oggi si cerca soltanto di azzeccare un trend in salita o discesa di qualche ora. E' ovvio che non c'e' valore in questa attività, ma solo facile guadagno per chi ha gli strumenti adatti. La Storia ci dice che dopo una sbornia ti tal Debito ci aspettano anni di Deflazione, con conseguenti crolli di borsa e valori immobiliari, disoccupazione molto alta ecc… ma chi ha in mano la politica monetaria e fiscale potrebbe decidere di prolungare l'agonia con un altro breve ciclo espansivo anche attraverso un'altra guerra come quella del 2003. Oppure andare verso un ciclo iperinflattivo con la complicità della Cina che senza i consumi americani non va da nessuna parte.Ringrazio Andrea per il Suo Lavoro che mi ha reso molto più consapevole, perchè chi lavora nel mondo finanziario non può essere obiettivo e dire come stanno le cose.E ve lo dice uno che "purtroppo" lavora nel mondo della consulenza finanziaria e cerca di fare al meglio il suo mestiere per il bene dei risparmi dei suoi clienti.Saluti.JUNKA

Scritto il 29 marzo 2010 at 10:47

Magari mi sarò anche perso la cavalcata dei mercati da luglio in poi ma sai che soddisfazioni dal reddito fisso e dal dollaro….comunque anche se non sono quelle che amo ricevere da questo splendido viaggio di consapevolezza quotidiana insieme a tanti cari compagni di viaggio Ciao Andrea

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2010 at 10:53

Lasciamo pure che le cicale cantino, in questa breve primavera/estate fatta di illusioni e droga finanziaria a secchi.Ma ad un certo punto, arrivera' l'inverno.SalutiPhitio

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2010 at 11:10

Lettura esilarante dei 'detti' del Greenspan.Siamo al surreale !luigiza

Scritto il 29 marzo 2010 at 11:28

ANDREA CI PARLA DI GREENSPAN, QUALORA NON LO AVESSIMO ANCORA CONOSCIUTO,CI ATTENDONO ANNI CHE SOMMERANNO PERDITE DI POSTI LAVORO[..] DOMENICA, 28 MARZO 2010 GIALLO NELLA MINIERA DELLE OVVIETA'!! In una intervista a Bloomberg television , il fantasma di Greenspan, l'ex governatore della Federal Reserve, ha dichiarato che i rendimenti dei titoli di stato am [..]

Scritto il 29 marzo 2010 at 11:28

ANDREA CI PARLA DI GREENSPAN, QUALORA NON LO AVESSIMO ANCORA CONOSCIUTO,CI ATTENDONO ANNI CHE SOMMERANNO PERDITE DI POSTI LAVORO[..] DOMENICA, 28 MARZO 2010 GIALLO NELLA MINIERA DELLE OVVIETA'!! In una intervista a Bloomberg television , il fantasma di Greenspan, l'ex governatore della Federal Reserve, ha dichiarato che i rendimenti dei titoli di stato am [..]

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2010 at 11:32

Condivido il commento di Junka al post di Andrea nel quale indica  le sue previsioni  nel medio  termine.Tuttavia, a parte il gioco speculativo al quale credo i risparmiatori suoi clienti non siano interessati, manca un utile riferimento ai "fondamentali" che sono indispensabili per una corretta valutazione dei mercati, unitamente alla "consapevolezza delle variabili in gioco".Definirli tout court "castelli di carta" da uno che "purtroppo" lavora nella consulenza finanziaria mi lascia piuttosto sconcertato.PEG

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2010 at 11:36

quanti asinelli ci sono   scambiano un rialzo tecnico Manipolato ad arte dalla FED  e PPT con l'inizio di un nuovo ciclo economico….dimenticano sti asinelli che per non far implodere ancora il Mercato immobiliare, specialmente il Commerciale, si inventano alla Casa Bianca e alla Fed 25 billion di "regalie" ai nuovi proprietari di case, dal fondo Tarp,in realtà la mossa è stata presa perchè a giorni finisce il programma FED di 1250 billion di ABS e MBS ….quanto alla disoccupazione …vglio vedere se riescono a taroccare il dato ufficiale, portandolo sotto i 9,7%   sarebbe completamente disallineato dalla realtà.giobbe

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2010 at 11:38

Montec risto:Ci risiamo con Greespan, caro capitano  su questa  strada  proprio non sono d'accordo.Greespan è stato uno dei primi ad annunciare  che  saremmo entrati  in recessione e a mettere  in evidenza  sul pac hiderma   Aig  che  avrebbe  causato  seri  problemi  all'economia  americana.Come  più  volte  ti  ho detto   sono  d'accordo  quasi  su  tutto  quello che  dici  ma  su  Greespan ,seppur  abbia fatto  degli errori   non  lo  raffigurerei   come un incapace.Ho  contribuito  al  tuo  bloog   con  qualche  donazione  perchè  reputo  che sei una  persona  eccezionale  fuori dal  comune e sarei  pronto a scommettere  che  un  giorno  diventerai famoso,si  sente  in tutto  quello che  fai  la  passione,il talento   e l'energia  ma   nelle  tue  previsioni   l'errore  di  non  aver  previsto  questo mega  rimbalzo  in  senso  borsistico  è  comunque   grave ,come  vedi   anche  tu  hai  fatto   un  grosso  errore  ma  non  per  questo  si è incrinata  la  stima  e la  considerazione  che  ho in tè,scusa  questo  piccolo sfogo  ma  cerco  di  esprimere  le  mie  opinioni  positive  o  negative  che  siano.

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2010 at 12:59

Gentile Peg,il primo ad essere sconcertato sono io. In quindici anni di lavoro ne ho viste e passate di tutti i colori. Forse la mia poca esperienza nei primi anni mi ha indotto a fare diversi errori (ma sempre in buona fede), mentre nel settore chi costruisce i prodotti sa già dove vuole arrivare. Se lavoro con dignità in questo settore è perchè ho imparato a ragionare con la mia testa ed a mettere davanti ogni cosa l'interesse dei miei clienti. Ho visto e sentito esperti pluri premiati nel 2007 affermare che tutto andava bene in base a quei fondamentali che tu ricordi. I gestori che fanno l'analisi fondamentale sono quelli che hanno perso di più in questa crisi. Quindi lasciamo perdere le previsioni: dobbiamo solo sapere che è in atto ormai da molti anni un grande gioco di carta/debito. All'appello mancano solo due cose: i tassi negativi e le obbligazioni perpetue che non scadono mai. Se queste sono le capacità degli esperti figurati cosa possono fare i risparmiatori, che si muovono ad ondate. Fai andare su i mercati per un altro anno e poi vediamo quanta gente ci ricasca dentro sulle azioni (perchè se non te le vendo io come tuo consulente te le vai a comprare tu da solo) o da qualche altro "esperto" che ti dice quello che vuoi sentire.Elimina il credito al consumo e metti un tetto ai mutui sulla casa di max dieci anni, come si faceva una volta quando se  non avevi i soldi non compravi e risparmiavi e poi vediamo a chi vendere le casette a schiera nuove di zecca e le automobili euro 10.Un cordiale saluto.Junka

Scritto il 29 marzo 2010 at 13:29

Montecristo se penso a ciò che ha provocato Greenspan con la sua demenziale ideologia non mi frega nulla di ciò che ha previsto se trovi il tempo indaga nella sua vita privata nella sua ideologia nella sua filosofia Per quanto riguarda i mercati fai un passo indietro e quando puoi prova a rileggere i tuoi commenti dai quali traspare spesso smarrimento per la recente evoluzione. Caro Junka risposta magistrale dai tassi negativi ai bond perpetual assolutamente ineccepibile in ogni parola Andrea

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2010 at 14:04

Montecristo:Smarrimento? beato te  che  vedi  tutto chiaro!Noto nella tua  risposta  una insolita  rabbia,non me ne volere  per Greespan  ma  penso  che  seppur  abbia  fatto  degli errori  erano in  buona  fede e per  me  è un grande.La  mia  visione  dei  mercati  è e resta  negativa  per il futuro  e  finchè  questo  sistema  non   si  sarà  depurato   non  ci  sarà  nessuna  ripresa.Facciamoci  una  promessa   se  uno  di noi  due  cambia  idea  su  Greespan lo faccia  sapere.Solo gli stupidi  non cambiano mai  idea  ,non  ricordo  bene  se l'abbia scritto  O.W.

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2010 at 15:14

Montecristo:Correzione  post precedenteNon  Aig  ma  fred e fanny 

Scritto il 29 marzo 2010 at 20:28

BuonaseraOttimo articolo del Capitano Andrea……..ma ho letto bene!!!! gli USA sull'orlo del fallimento e messi peggio di noi PIIGS??? Beh almeno siamo in buona compagnia noi abitanti del Bel Paese (è solo un modo di dire…..un luogo comune….ci sono "posti" molto più belli anche se non antichi e pieni di meravigle dell'arte!!!!!)Leggendo i post molto tecnici in fatto di economia/finanza/risparmio vorrei postare un link molto interessante con un vademecun per l'investitore smarrito (naturalmente è adatto solamente ha chi ha soldi da investire!! per gli altri [come mè] non saprei!!!):http://intermarketandmore.investireoggi.it/vademecum-per-linvestitore-smarrito-10766.htmlSD

Scritto il 29 marzo 2010 at 20:28

BuonaseraOttimo articolo del Capitano Andrea……..ma ho letto bene!!!! gli USA sull'orlo del fallimento e messi peggio di noi PIIGS??? Beh almeno siamo in buona compagnia noi abitanti del Bel Paese (è solo un modo di dire…..un luogo comune….ci sono "posti" molto più belli anche se non antichi e pieni di meravigle dell'arte!!!!!)Leggendo i post molto tecnici in fatto di economia/finanza/risparmio vorrei postare un link molto interessante con un vademecun per l'investitore smarrito (naturalmente è adatto solamente ha chi ha soldi da investire!! per gli altri [come mè] non saprei!!!):http://intermarketandmore.investireoggi.it/vademecum-per-linvestitore-smarrito-10766.htmlSD

Scritto il 29 marzo 2010 at 21:28

Sempre a proposito degli USA………..prima o poi gi Imperi cadono e quando lo fanno di solito sono guai un pò per tutti!!!!http://www.stampalibera.com/?p=10686http://www.ildirittodisapere.com/2010/03/la-riforma-sanitaria-degli-stati-uniti.html#morehttp://www.stampalibera.com/?p=10686  (venti di guerra ???????)Ed infine se Vi interessa conoscere il funzionamento del cervello (una piccola parte di NOI) e della mente umana. Probabilmente ai più "non ferga niente" hehehehe:http://www.ted.com/talks/jill_bolte_taylor_s_powerful_stroke_of_insight.html (si possono selezionare i sottotitoli in decine di lingue. frà cui l'italiano)SD

Scritto il 29 marzo 2010 at 21:28

Sempre a proposito degli USA………..prima o poi gi Imperi cadono e quando lo fanno di solito sono guai un pò per tutti!!!!http://www.stampalibera.com/?p=10686http://www.ildirittodisapere.com/2010/03/la-riforma-sanitaria-degli-stati-uniti.html#morehttp://www.stampalibera.com/?p=10686  (venti di guerra ???????)Ed infine se Vi interessa conoscere il funzionamento del cervello (una piccola parte di NOI) e della mente umana. Probabilmente ai più "non ferga niente" hehehehe:http://www.ted.com/talks/jill_bolte_taylor_s_powerful_stroke_of_insight.html (si possono selezionare i sottotitoli in decine di lingue. frà cui l'italiano)SD

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2010 at 10:35

x Junka e AndreaTuttavia, coi fondamentali ( p/u 20 con tassi decennali < 4%  ed utili futuri previsti in crescita) il rimbalzo non sembra così scandaloso.Questo lo avevo già detto e vale ovviamente nel breve termine (ma le borse da sempre vivono sul breve e tutti lo sanno, infatti qui sta il rischio), Ovviamente se arriverà il double dip o un altro disastro geopolitico tutto verrà rimesso in discussione.Tutte cose che avevo già detto, quindi il mio sconcerto rimane,anche  perchè i ragionamenti sulle azioni e sulle obbligazioni devono  essere completamente diversi, uno è il rischio (sia pure calcolato), l'altro è il risparmio.Mi pare che  un consulente finanziario dovrebbe saperlo e specialmente …dirlo.Per quanto riguarda invece la finanza speculativa a debito (leva fino a 50) mi pare di avene  parlato in maniera molto negativa, avendola paragonata alle armi nucleari in mano ai privati.PEG

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2010 at 11:32

Nello studio deflazionario delll'attuale situazione, che ho letto su The Oil Drum,  era previsto un bear market rally di circa 18 mesi, quindi ci siamo in pieno.Dato che il rally e' partito da settembre del 2008, potrebbe durare all'incirca fino ai primi di  Maggio, o forse , se non ci sono scadenze tecnche e politiche importanti, anche fino a Luglio/Agosto.Fatto sta', che chi sta' in borsa iniziera' a friggere, perche' cerchera' di capire quando e' il momento giusto per uscire.  E sara' sempre in ritardo, per la maggior parte di loro.Vi allego il link dello studio in questione.Particolarmente divertente, la figura 14Phitiohttp://canada.theoildrum.com/node/5917

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2010 at 11:38

Montecristo:Lo sò,Andrea,  sicuramente  stai incazzato nero vedendo questi mercati che vanno contro senso  ma se ti può essere  d'aiuto anche io provo  un  grande  disgusto per  tutto  ciò che  vedo,per  fortuna  un  piccolo  regalo   è arrivato  dalle  regionali ,si è affermato il movimento    di  Beppe Grillo, un  grande,  con gente  eccezionale   che  lo circonda ,a me  non  piacciono le ideologie  ma  spero  che  non  spariscano mai  le idee,sono abituato a osservare  le  persone  , addirittura  seguentoti  da molto tempo   intravvedevo in te  molte  cose  che  ti accomunano a Grillo e speravo sinceramente   che  fossi stato  tu  l'economista  che lo consigliava ,senza  togliere  niente  al bravissimo  Benetazzo.Solo sensazioni,solo senzazioni e speranze  per  un  mondo  migliore.Saluti

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2010 at 12:42

Gentile Peg,che con le obbligazioni non ci sia rischio e possa essere chiamato risparmio ho qualche dubbio anzi molte certezze. Lo chieda a quanti in questi anni hanno sottoscritto obbligazioni (in generale non dai consulenti e certamente non dal sottoscritto), ma in banca, le varie Cirio, Parmalat, Argentina, ecccccc lehman…. continuiamo …Lo spieghi ai fondi pensione anglosassoni che sono arrivati a detenere l'80% di azioni nei loro portafogli perchè nel lungo periodo …..Sui fondi pensione nostrani possiamo tranquillamente stendere un velo pietoso (senza azioni non saranno mai in grado di remunerare di più del TFR lasciato in azienda ovviamente sempre nel lungo periodo…).Lo spieghi a tutti quei venditori e sottoscrittori di obbligazioni strutturate ed a capitale garantito, che hanno perso tutto, oppure no soltanto perchè gli Stati hanno coperto le voragini dei conti di queste banche/finanziarie che emettono il sottostante che a scadenza paga 100.Vada a spiegare ai sottoscrittori di quel famoso conto deposito (risparmio) che se il governo olandese non sganciava gli euro adesso erano tutti in coda al fondo interbancario italiano per avere almeno indietro 103 mila euro.Spieghi pure alla massa che ha versato negli ultimi due anni presso il nostro conto deposito nostrano il dieci percento della liquidità che sta prendendo su base annua cinque volte il rendimento di un bot "senza rischio" e non si preoccupa di capire da dove viene questo rendimento perchè è un conto di risparmio ed i miei soldi sono sempre disponibili!!!Poi parliamo volentieri di rischio, di cultura finanziaria e di sconcerto e di distinzione tra azioni e obbligazioni e di correttezza professionale.Mi scusi ma mi scappa proprio da ridere (come quel signore del blog la grande crisi), ma purtroppo ritorno subito serio perchè di questo lavoro ci campo e mantengo la mia famiglia e soprattutto sono responsabile dei risparmi della famiglie dei miei clienti.Saluti.Junka

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2010 at 13:13

non sei solo Mazzalai a non vedere una inflazione apprezzabile.oggi sul Blog di Stefano Bassi, così risponde ad un suo lettore:http://lagrandecrisi2009.blogspot.com/

got non cito l'inflazioneperchè non sono così sicuro che ci sia una connessione così diretta con le borseho dei dubbi in meritola mia ipotesi è che l'inflazione non c'è ancora in modo netto nel mondo erale e per varie ragioni si è sublimata nelle borsema devo ancora rielaborare beneprima di sparare un'ipotesi in pasto a decine di migliaia di lettori…:-)

30 marzo 2010 10.59
RIVOLUZIONE CONTRO IL RE TIRANNO

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2010 at 13:37

In borsa comprare al minimo e vendere al massimo è impossibile, invece bisogna cercare di comprare basso e vendere alto.Solitamente il cosiddetto parco buoi invece fa esattamente il contrario: compra alto e vende basso.Ricordo che inizialmente i promotori puntavano  la strategia non sul timing (entrare basso) ma sulla duration, dicevano: sui 5 anni il guadagno è garantito, poi sono passati a 10 anni adesso dicono che "purtroppo" lavorano in un "castello di carta".Forse è arrivato il momento di fare da sè, come diceva quel tale: non datemi consigli, sò sbagliare da solo.

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2010 at 15:06

Montecristo:Indice fiducia  sale a 52.5  da 46    roba da pazzi sti dati,ma  dove  li prendono?

Scritto il 30 marzo 2010 at 16:07

Grande il movimento di Beppe Grillo,No Nucleare, No Tav, No Euro, No TUTTO….grande davvero

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2010 at 16:17

Mondo migliore con Grillo? Ho letto bene, mondo migliore con Grillo? No, persone che seguono questo blog non possono pensare cose simili, devo essere stanco, meglio andare a casa.Gianni

Scritto il 30 marzo 2010 at 16:24

http://finance.yahoo.com/news/Consumer-confidence-rebounds-apf-3401128342.html?x=0&sec=topStories&pos=main&asset=&ccode=Contemporaneamente Gallup continua a monitorare un livello di Consumer Spending a $ 60 al giorno conto un valore superiore a $ 100 pre L&B .Forse si misurano cose diverse…

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2010 at 18:11

MontecristoSi  caro Gianni  n 27   devi essere  stanco  "vatte a fà na durmita"  se non  capisci  che  Grillo è grande.

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2010 at 19:42

DOLLARO O MORTEQuesto è diventato il grido di guerra di Bernanke che sembra voler ritornare sul sentiero di Greenspan suo predecessore.Sostanzialmente la parola d'ordine è "meglio una bolla domani, che una crisi oggi", Bernanke contando sulla bassa inflazione vuole attuare una politica  dei tassi tale da tener a galla il biglietto verde.Difficile dire dove si andrà a parare,  a molti appare difficile una Giapponesizzazione della crisi, in quanto questi ultimi sono un popolo estremamente risparmiatore, gli Americani tutto l'inverso.Il quadro macroeconomico mondiale appare molto contraddittorio e se non dovesse arrivare una rapida ripresa per gli USA sarebbero guai serissimi, rischierebbero di dover offrire tassi sempre più allettanti per finanziare il proprio debito ma se i tassi salgono troppo si uccide definitivamente la ripresa.  Ma anche se vi dovesse avere una  ripresa  l'inflazione farà salire in ogni caso i tassi uccidendo la ripresa stessa.L'Economia Americana è finita in un labirintoMi sembra la storia della crisi Argentina!-IL Compasso-

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2010 at 19:46

Per l'anonimo 24,comprare basso vendere alto… che risateFai pure da solo con il tuo metodo andrai lontano.Potrai vantarti con gli amici al bar quando ti va bene e stare zitto quando incasserai perdite che non sarai più in grado di recuperare.Pensare di essere in grado di prevedere i mercati è illusorio come pensare che qualche promotore o consulente ti dia i consigli giusti. I guru per tutte le stagioni non esistono.L'orizzonte temporale non è come molti sostengono: aumentare il rischio in base a quanto tempo hai a disposizione, ma riconsegnarti il denaro coperto dall'inflazione quando ti serviranno per l'acquisto della casa, dell'auto, per i figli. La pianificazione finanziaria è un valore in se che uno si puo' fare anche da solo, ma il risparmiatore medio non ha la voglia di sbattersi per informarsi. Se poi parliamo di azioni, fondi azionari ecc vorrei vedere quanti milioni di euro ne collochi se cominci a parlare di possibili perdite potenziali. Vanno tutti da chi gli propone il fondo indiano small cap che negli ultimi sei mesi ha fatto….Ti ricordo inoltre che il castello di carta non l'ho creato io, ma tutti coloro che vogliono vivere al di sopra delle loro possibilità. Le banche centrali possono stampare quello che vogliono, ma se la gente capisse qualcosa non saremmo arrivati a questo punto.Il "purtroppo" deriva dal fatto che la mia dignità come uomo e professionista mi impedisce di mandare tutti al diavolo e mettermi a fare dell'altro, perchè quelli che hanno lavorato male o sono volati via alle prime difficoltà oppure hanno continuamente cambiato azienda e clienti cercando sempre nuova gente a cui raccontare la favoletta.Mi hanno insegnato che non si abbandona la nave che affonda, ma si prova a portare tutti a riva.Saluti anonimo e buon fai da te.Junka

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2010 at 21:48

@ gianni 27Del movimento a 5 stelle vedi solo i no, a quanto pare, cioè quello che ti interessa. Se fossi un osservatore imparziale, vedresti anche i si, ma evidentemente non lo sei

utente anonimo
Scritto il 31 marzo 2010 at 00:50

ciao a tutti.  vedete un pò questa roba. cosa dicono i grandi SOLONI della scuola economica inglese.  la GRANDE FOGNA. leggete qui.    sabato 27 marzo 2010Falso in bilancio e signoraggio: conferma dalla London School of EconomicsVi chiediamo di leggere attentamente questo bollettino e di diffonderlo subito su Internet a tutti i cittadini e soggetti interessati.Signoraggio: avevamo ragione noi. Willem Buiter, della London School of Economics, la più importante ed influente scuola di economia al mondo, nel 2007 ha pubblicato un documento rivelatore:Seigniorage – CEP Discussion Paper No 786http://leconomistamascherato.blogspot.com/2010/03/seigniorage-cep-discussion-paper-no-786.htmlNel documento si dice testualmente: “The solvency constraint of the Central Bank only requires that the present discounted value of its net non-monetary liabilities be non-positive in the long run. Its monetary liabilities are liabilities only in name, as they are irredeemable: the holder of base money cannot insist at any time on the redemption of a given amount of base money into anything else other than the same amount of itself (base money).”Ovvero, che è pretestuoso mettere al passivo (falso passivo) la massa monetaria perché la banca non la restituirà MAI: Nessuna polizia, contabile o meno, nessuna magistratura (a parte due giudici di pace in USA e in Italia) hanno condannato questa megatruffa…Ma voi potete fare qualcosa: firmare la petizione per chiedere alla Commissione Europea di fare una revisione del bilancio della Banca Centrale Europea per far emergere – e cancellare – il falso in bilancio che ci costa un falso debito pubblico insostenibile!OCCORRE FERMARE SUBITO LA MEGA-EVASIONE FISCALE DELLE BANCHE CENTRALI!Firmate subito la petizione e fatela firmare ai vostri amici e conoscenti, siamo già a quota 477 firme:http://www.petitiononline.com/auditecb/petition.htmlGrazie!Marco SabaCentro Studi Monetarihttp://studimonetari.orghttp://leconomistamascherato.blogspot.com/2010/03/seigniorage-cep-discussion-paper-no-786.html bye     DORF

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
Mercati: settimana densa di appuntamenti tra trimestrali USA delle principali banche e alcuni titoli
Guest post: Trading Room #368. Siamo ancora in un quadro positivo per borse e mercati in generali.
Alla fine ci sono riusciti, collocamento in piena estate sotto l'ombrellone e rendimenti insuffi
Analisi Tecnica Nulla di nuovo da segnalare ... Rimangono valide le considerazione della settim
DJI Giornaliero Buonasera a tutti e ben ritrovati con il nostro appuntamento mensile che rig
Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 6)[Base Dati: 15 minuti] Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 8)
Tracy [Settimanale] (gg. 6)[Base Dati: 15 minuti] Tracy [Settimanale] (gg. 8)[Base Dati: 15 m
Velocità t-2 / t-1 / T[Base Dati: 15 minuti] Velocità t-2 / t-1 / T[Base Dati: 15 minuti](P
Anche se risulta strano, quanto sto per raccontarvi rappresenta la realtà dei fatti. E come spe
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u