UNO SGUARDO IMMOBILIARE…

Scritto il alle 07:59 da icebergfinanza

http://www.wandacarder.com/images/house-puzzle.jpg

In questo post oltre ad esplorare le recenti dinamiche immobiliari americane, esploreremo anche quanto sta accadendo nella realtà immobiliare nostrana, ripercorrendo una vecchia analisi sul mercato immobiliare italiano.

Tralasciando per un istante le solite leggende metropolitane relative alla stagionalità e alle tempeste di neve, la depressione immobiliare continua nella sua naturale dinamica, contribuendo nel tempo ad un ridimensionamento degli eccessi creditizi e strutturali di un mercato quello immobiliare esploso in un eccesso spettacolare.

I recenti dati relativi alle vendite di nuove abitazioni, testimoniano la fine di un’altra leggenda metropolitana, quella legata agli incentivi fiscali, distorsioni inutili in un mercato che non aveva ancora ritrovato la sua naturale tendenza media di lungo termine.

Il grafico qui sotto gentilmente messo a disposizione da Calculatedrisk e i prossimi seguenti testimoniano la situazione più di mille parole. Torno a ribadire la fondamentale importanza del mercato immobiliare per le dinamiche di ripresa dell’economia americana e per la base patrimoniale di un sistema finanziario, quello americano e mondiale, aggredito dal cancro immobiliare, una metastasi con cui convivere ancora per molti anni.

Un nuovo record negativo nelle vendite di nuove abitazioni, fondamentali per l’occupazione americana è oggi una realtà, al di la della revisione positiva del mese precedente, un’ulteriore conferma dell’unitilità di gettare nel fuoco miliardi di dollari di incentivi per favorire la speculazione e soluzioni di breve termine.

24.000 abitazioni vendute, un nuove record negativo che spazza via il precedente di 29.000 del febbraio 2009, del 1982 e del 1970, siamo il 6 % sotto lo stesso mese del 2009, anno terribile per l’economia mondiale.

E non è finita, la possibilità di revisione positiva o negativa è di oltre il 15,3 % senza contare che come nella dinamica delle vendite di case esistenti, gli inventari di nuove abitazioni invendute continuano a salire sino ai 9,2 mesi necessari senza più alcuna apertura di nuovi cantieri per smaltire gli eccessi esistenti.

La considerazione è fondamentale in quanto l’avvio di nuovi cantieri è già ad un livello depresso, un livello ancora non sufficiente per far ripartire la domanda, in fondo con una ufficiale disoccupazione e sottoccupazione vicina 17 % e una reale ben oltre il 20 % non è possibile aspettarsi contributi determinanati. 

Come ho scritto nella ormai "storica" analisi del giugno 2008 dal titolo " REALISMO IMMOBILIARE " una possibilità di fondo dei prezzi da raggiungersi entro il 2010, è stata spazzata via dagli incentivi fiscali, i quali hanno prodotto una distorsione una tantum, provocando un rimbalzo che non farà altro che prolungare la naturale dinamica di un mercato che deve ancora ritrovare un suo punto di equilibrio.

Come ho più volte sottolineato, fondamentale sarebbe stato cercare di diluire nel tempo gli oneri finanziari dei sottoscrittori di mutui ipotecari, cercando di evitare o congelare la maggior parte dei pignoramenti, ma probabilmente oltre alle ideologie imperanti del neoliberismo, alcune dinamiche sono state acellerate in quanto molti interessi fondavano il loro risultato su un crollo del mercato immobiliare, crollo peraltro inevitabile e naturale, visti gli eccessi indiscriminati commessi.

Il seguente grafico è un’altro importante testimone della situazione!

Come sottolinea il nostro caro Bill, di Calculatedrisk, ogni velleitario rimabalzo immobiliare è stato determinato dalle massicce vendite di case pignorate e dagli incentivi fiscali, incentivi che torneranno alla ribalta e provocheranno un’ulteriore distorsione del mercato nei mesi di marzo e aprile per le vendite di nuove abitazione e di maggio e giungo per quelle di case esistenti.

Inutile ribadire l’assoluta inutilità di migliaia di analisi in riferimento al mercato immobiliare, analisi interessate da parte della NAR o di qualche governatore di banche centrali, come Greenspan ad esempio, che avrà chiamato almeno sei bottom del Real Estate negli ultimi due anni, senza mai azzeccarne uno solo. Non parliamo poi dell’attuale governatore, Bernanke, che ha sottovalutato continuamente il possibile contagio subprime, esaltando la solidità fondamentale di un’economia e un sistema finanziario fondati sul debito, solidità e fondamenta edificate sulle sabbie mobili.

Alcune recenti analisi indicano che i prezzi hanno ripreso la loro naturale traiettoria discendente, in molte città americane, invertendo l’illusione di un istante, illusione evidenziata da Icebergfinanza sulla base di analisi e approffondimenti vari, da ormai oltre 6 mesi. La " double dip hosing recession " è oggi una realtà, una realtà che porterà il mercato ad un’ulteriore discesa dei prezzi di almeno un altro 10 %. I nuovi incentivi non faranno altro che prolungare l’agonia, in attesa di osservare le dinamiche della nuova ondata di reimpostazioni e rinegoziazioni dei mutui ARMs e Alt-A, che probabilmente il mercato nel suo inconscio tende a rimuovere.

Alcuni di Voi mi hanno scritto per chiedermi alcuni suggerimenti in relazione al mercato immobiliare italiano, alla tempistica di un acquisto in riferimento all’attuale situazione economica, ma come più volte sottolineato non è possibile generalizzare un mercato specifico e assolutamente variegato come quello immobiliare, anche se è importante sottolineare che in Italia a parte alcuni casi isolati, non si sono verificate le demenziali pratiche di concessione di credito concesse in America e probabilmente in Inghilterra, non si sono verificate alcune dinamiche che hanno interessato ad esempio la Spagna che ha fondato oltre il 60 % della propria crescita solo sul mercato immobiliare, creando intere città fantasma.

Nell’analisi dal titolo MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO…a noi non succederà mai? risalente ormai al maggio del 2007, ho sintetizzato il mio pensiero che non cambia, se nonchè ho da fare una ulteriore considerazione dopo aver riportato alcuni brevi passi di quella lunga analisi.

Il mercato immobiliare a differenza di quelli azionari od obbligazionari è un mercato sostanzialmente illiquido è diversificato da nazione a nazione, da città a citta (…)Il concetto di liquidità di un investimento fa riferimento al grado di velocità con il quale si possa convertire in denaro qualunque asset finanziario con bassi oneri o senza concessioni di prezzo.
La frammentazione di un mercato immobiliare rende i prezzi meno trasparenti rendendo difficile alle volte la determinazione del prezzo stesso, sottoposto ad innumerevoli variabili quali posizionamento, età, metratura, mercato di riferimento, (…) 
Il mercato immobiliare americano insegna che se le case restano invendute, non significa necessariamente che scendano subito i prezzi e che vi è una certa riluttanza a vendere quando è in atto una discesa così drammatica nelle quotazioni. Inoltre alcune dinamiche relative al calcolo di abitazioni vendute nascondono verità evidenti come il fatto che non si tiene assolutamente conto delle abitazioni che restano sfitte.  Quindi quali sono gli accorgimenti per cercare di capire se l’abitazione che andiamo ad acquistare per necessità di abitarvi è valutata correttamente?
Partiamo dal presupposto che chi è alla ricerca della prima abitazione, i cosiddetti acquirenti “principianti” sono coloro che come famiglie di nuova formazione o semplicemente single, dovendo “sopportare” un affitto elevato, talvolta stufi di pagare canoni a fondo perduto scelgono di esplorare le possibilità di comprare un’abitazione anche a scopo d’investimento tendenziale.
Esistono poi altre due categorie di acquirenti che sono riconducibili a coloro che vogliono migliorare il proprio tenore abitativo, come ad esempio dimensioni o posizionamento e ultima la presenza di numerose famiglie di extracomunitari regolarizzate che accedono al mercato attraverso il mercato del credito. La valutazione della zona in cui iniziare la ricerca, la definizione esatta di una tipologia di abitazione che possa interessare, la conoscenza dell’esigenza degli spazi abitativi e una chiara e consapevole definizione di un budget di spesa con il conseguente focus sul debito eventuale da contrarre, credo siano gli elementi basilari per una scelta ragionata. Ovviamente le variabili anche in questo caso possono essere molteplici, ma per coloro che acquistano un’abitazione con lo scopo di abitarvi e non come investimento, l’unico rischio sostanziale è determinabile nella capacità di reddito non solo presente ma anche futura.

Ed è qui che vorrei aggiungere alcune considerazioni alla luce della situazione attuale di quanto è accaduto in questi anni. Difficile prevedere la dinamica di un mercato immobiliare nel suo contesto territoriale anche se non si può prescindere dalla situazione economica generale. Oggi l’investimento immobiliare e la speculazione hanno poco spazio di redditività se non in un’ottica di lunghissimo termine, la dinamica recessiva è ancora in corso e la storia insegna che durerà alcuni anni.

Non resta per puntare sulle ristrutturazioni per rinnovare un parco abitazioni che in alcuni casi evidenziano innumerevoli crepe di vetustà e strutturalità decadente, evitando nel contempo una speculazione edilizia selvaggia ed indiscriminata, fine a se stessa.

Inoltre il mercato del lavoro sta decisamente soffrendo e il dogma della flessibilità non è stato gestito con un occhio alle necessarie ammortizzazioni sociali ed economiche. Contratti a termine, senza o poca visibilità futura e redditi in sensibile dissolvimento, stanno esercitando una influenza negativa sulle prospettive di acquisto di un immobile, pur in presenza di tassi ai minimi storici assoluti. Inoltre inutile nascondere che anche in Italia, in alcune realtà territoriale i prezzi hanno raggiunti livelli insostenibili, sia in riferimento alla dinamica storica, sia in riferimento all’attuale situazione economica.

Nel frattempo E’ STATA SPEDITA l’ultima analisi dal titolo " Inflazione e deflazione: fantasmi monetari" a tutti coloro che hanno contribuito o a coloro che vorranno contribuire liberamente alla nostra navigazione, analisi nella quale oltre a "smontare" alcune fobie inflative attuali esploreremo una nuova sorpresa proveniente dallo studio della legge di Okun in relazione alle dinamiche occupazionali dello scorso anno, una sorpresa che non fa altro che confermare le nostre visioni di una strutturale e lenta ripresa del mercato del lavoro occidentale, ripresa che potrebbe essere messa in discussione da una eventuale ricaduta in recessione. Ho come la sensazione che nel mese di marzo il BLS enfatizzerà una ripresa del mercato del lavoro evidenziandone gli effetti metereologici passati e l’ondata di assunzione temporanea in funzione del censimento nazionale 2010, anche se i sussidi ci raccontano una storia decisamente differente. Chiunque non avesse ricevuto la suddetta analisi ed in particolare quella dal titolo "Archimede e la leggenda della leva finanziaria" fondamentale per comprendere le dinmiche di questa crisi e il suo "deleveraging" è pregato di comunicarlo al seguente indirizzo: icebergfinanza@yahoo.it

 

Per sostenere ICEBERGFINANZA clicca qui sotto 

 

Icebergfinanza come un cantastorie che si  esibisce nelle strade e nelle piazze delle città!   

La "filosofia" di  Icebergfinanza resta e resterà sempre gratuitamente a disposizione di tutti nella sua "forma artigianale", un momento di condivisione nella tempesta di questi tempi, lascio alla Vostra libertà, il compito di valutare se Icebergfinanza va sostenuto nella sua navigazione attraverso le onde di questo cambiamento epocale!   

Non solo e sempre economia e finanza, ma anche alternative reali da scoprire e ricercare insieme cliccando qui sotto in ……….

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
55 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 25 marzo 2010 at 12:42

quindi probabile tenuta del mercati immobiliare fino a giugno, grazie agli incentivi fiscali….poi …. giù di un altro 10 % ento 12 mesi… a quel punto però nuovo incentivi fiscali e nuovi interventi Fanny  e  Freddie GSE e Fha.è incredibile la situazione di oggi e di questi mesi.è un Grande Bluff, per dirla come Stefano Bassi  nel suo blog.Vi rendete conto che è venuto meno il Roe immobiliare, cioè il return on equity-Home , cioè il c.d. bancomat  dalla rivalutazione infinita della Home US. ( come ripetutamente segnalata da Mazzalai) , una pratica americana tanto in voga fino al 2008 …la moneta non circola più velocemente come prima , c'è un tasso di disoccupazione reale vicino al 20….ma i consumi tengono e i consumi compongono  il 70% del PIL. Ha ragione Zibordi quando dice che molti mutuatari preferiscono non pagare le rate del mutuo pur di comprarsi l'ultimo apparecchio elettronico o andare al cinema …………intanto (anche grazie a Calculatedrisk ) sappiamo tutti che l'omino della banca non viene…altrimenti ci sono le spese per il pignoramento e quelle per la vendita forzata.Le banche USA oltre ad essere velocissimi traders sono diventate enormi agenzie immobiliari. Non trovate?Tenendo i tassi a quasi ZERO incentivano i risparmiatori a gettarsi nel mercato azionario e obbligazionario ad alto rischio, Le banche fanno trading veloce, molto veloce, contribuendo alla salita degli indici di borsa, e l'inganno continua.Voglio vedere dove riescono a portare la Simon Property Group (spg nyse)  ora a 85 usd , un altro 20% e raggiunge i massimi del 2007.Alla faccia della crisi immobiliare, commerciale in primis.Ma la recessione è finita!!! che bello!!!!giobbe

utente anonimo
Scritto il 25 marzo 2010 at 15:43

Crollo totale dei commenti……………..ci sarà un motivo…………………

Scritto il 25 marzo 2010 at 17:38

50/70 mail private al giorno sono un segno di stima che va oltre la sufficienza di un manipolo di signori che non perdono occasione per criticare senza nessun argomento. Andrea

Scritto il 25 marzo 2010 at 18:10

Ben detto Capitano! ben detto come sempre!!Personalmente sono un pò "sotto pressione" in questi giorni, sono indietro di tre post e del lavoro dedicato…Non ho l'abitudine di parlare di ciò che non conosco o commentare a vanvera per "far prendere aria alla bocca"…ma mi rifarò presto…spero…!Certo che starti dietro Capitano…viene il fiatone.!!..Sei proprio…proprio un "Fulmine…unaTorbedine …una Miccia"…ecc… ecc..Un caro saluto Compagni di ViaggioBuona serataValentinap.s certo che Gabriel "brutto pendaglio da forca", come ci chiama il Capitano, potresti anche farti sentire ogni tanto sul Blog!ps.2 "accidentaccio" arriverà Giugno…arriverà!!!!

Scritto il 25 marzo 2010 at 18:33

BuongiornoCondivido totalmente l'articolo del Capitano Andrea, negli USA non saprei, ma il Italia serviranno sicuramente molti anni prima che ci sia una ripresa del settore, quanti??…..non saprei.Ed inoltre si dovrebbe anche considerare che le vecchie abitazioni (diciamo costruite 20-25 anni fà) frà un pò saranno "sorpassate" dalle nuove tecniche e norme di costruzione (anche in questo campo ci sono molte variabili territoriali). In quanti hanno idea di come si costruiscano le nuove abitazione in questo momento???? Credo in pochi di quelli che leggono e scrivono in questo blog!!!!Probabilmente frà qualche anno diverse vecchie abitazioni saranno da ristrutturare………se si vuole venderle ad un prezzo "decente"….con i costi che potete immaginare. Le cose cambiano…..a volte lentamente, ma cambiano.Voglio rispondere all'Anonimo del #12 precedente che mi definisce un iperinflazionista convinto, voglio precisare che non "capisco" cosa intende!!!! io semplicemente prendo atto di quanto stà accadendo, l'inflazione non c'è sicuramente.E la "perdita di valore" della moneta invece??? questo non lo affermo solamente io, al riguardo posto dei link interessanti……poi ognuno può fare "come gli pare"…..auguri:http://news.bbc.co.uk/2/hi/uk_news/magazine/8245276.stm (dove sono finiti tutti i soldi/moneta???)http://leconomistamascherato.blogspot.com/2010/03/ce-chi-nasconde-i-fatti-travaglio.html (Forse Travaglio non piacerà a tutti!!!)http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6887SD

Scritto il 25 marzo 2010 at 18:33

BuongiornoCondivido totalmente l'articolo del Capitano Andrea, negli USA non saprei, ma il Italia serviranno sicuramente molti anni prima che ci sia una ripresa del settore, quanti??…..non saprei.Ed inoltre si dovrebbe anche considerare che le vecchie abitazioni (diciamo costruite 20-25 anni fà) frà un pò saranno "sorpassate" dalle nuove tecniche e norme di costruzione (anche in questo campo ci sono molte variabili territoriali). In quanti hanno idea di come si costruiscano le nuove abitazione in questo momento???? Credo in pochi di quelli che leggono e scrivono in questo blog!!!!Probabilmente frà qualche anno diverse vecchie abitazioni saranno da ristrutturare………se si vuole venderle ad un prezzo "decente"….con i costi che potete immaginare. Le cose cambiano…..a volte lentamente, ma cambiano.Voglio rispondere all'Anonimo del #12 precedente che mi definisce un iperinflazionista convinto, voglio precisare che non "capisco" cosa intende!!!! io semplicemente prendo atto di quanto stà accadendo, l'inflazione non c'è sicuramente.E la "perdita di valore" della moneta invece??? questo non lo affermo solamente io, al riguardo posto dei link interessanti……poi ognuno può fare "come gli pare"…..auguri:http://news.bbc.co.uk/2/hi/uk_news/magazine/8245276.stm (dove sono finiti tutti i soldi/moneta???)http://leconomistamascherato.blogspot.com/2010/03/ce-chi-nasconde-i-fatti-travaglio.html (Forse Travaglio non piacerà a tutti!!!)http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6887SD

Scritto il 26 marzo 2010 at 06:50

La crisi economica e la crescita della disoccupazione non sono finite e il peggio è ancora tutto da venire. Ad affermarlo è Guidalberto Guidi, presidente di Confindustria Anie, federazione delle imprese elettrotecniche ed elettroniche.

Guidi assicura che finora gli italiani non si sono accorti della brusca crescita della disoccupazione solo grazie allo Stato che ha finanziato la cassa integrazione. Ma ora che i fondi sono finiti, dice, «non sarà più così: il peggio deve ancora arrivare».

Guidi, in un’intervista a “La Repubblica”, ricorda che in Italia in un anno, tra il 2008 e il 2009, le aziende hanno perso tra il 30% e il 70% del loro fatturato e quindi, sostiene, «è inevitabile che diminuiscano i posti di lavoro». Finora, appunto, gli italiani se ne sono accorti solo marginalmente perché le aziende hanno usato gli ammortizzatori sociali. «negli ultimi 12 mesi – ricorda Guidi – nelle aziende Anie si sono fatte in media 200 ore di cassa integrazione ogni mille lavorate».

«Siamo soltanto all’inizio di un processo che, se tutto va bene, andrà avanti per due, tre anni  -afferma Guidi – E in tutto questo periodo la disoccupazione continuerà a crescere». Cosa fare allora? Guidi suggerisce «un bel piano Marshall per rilanciare le grandi infrastrutture a rete e modernizzare il Paese». Questa purtroppo aggiungo io e’ solo una ulteriore conferma alla mia visione di una strutturale e probabilmente permanente modifica delmwrcato del lavoro a conferma che e giunto il tempo di tornare al territorio alla comunità alle cooperative vere e al loro spirito originario non quello di alcune cooperative che si sono lasciate affascinare da questo sistema demenziale e dall’ imperativo di breve termine E il momento di rivoluzionare in senso positivo questo mercato tornando alla qualità alla valorizzazione del territorio delle tradizioni delle origini in una dimensione più familiare più solidale più umana integrata con una globalizzazione sostenibile che a sua volta valorizza il riconoscimento delle diversità ma che aspira al confronto . Non sara’ facile 30 di esaltazione fondata spesso sul debito non si cancella in un istante ma la strada e’ obbligata anche se le forze contrarie e gli interessi imponenti Andrea

utente anonimo
Scritto il 26 marzo 2010 at 08:17

Quello che ancora non è chiaro è che non servono poche grandi opere ma tante piccole opere, cosa molto più difficile da mettere in atto.Il mio materialismo storico mi porta a dire che questa mutazione del capitalismo da motore di sviluppo a substrato consolidato avverrà di qui ad un decennio. Certo, le persone nel frattempo cambieranno, ma non saranno loro a mutare la realtà sottostante, saranno i veicoli di un mutato rapporto tra produzione e consumo.Vedo la storia come alternarsi di tesi, antitesi e sintesi. Ad una triade basata sulla "politica" (dagli anni 20 del secolo scorso alla fine dei 40, ordine, disordine, ricostruzione) si è succeduta una triade basata sul "personale" (anni 60, la delusione dei 70, la sintesi yuppista degli 80). Poi è arrivato il periodo "economico", la tesi dei '90, l'affermazione dei soldi come valore, l'antitesi attuale (i soldi sono finiti).Gianni.

utente anonimo
Scritto il 26 marzo 2010 at 09:17

Sempre presente, quotidianamente, anche se non riesco a trovare il tempo di commentare. Andiamo avanti! Un saluto a tutti. Raffaele.

utente anonimo
Scritto il 26 marzo 2010 at 10:23

concordo con Andrea Mazzalai sulla funzione e sull'imminente necessità di VERE Società Cooperative, come un mezzo per limitare la Delocalizzazione delle imprese, e  la chiusura di attività economiche con "perdite" ( in senso letterale )  umane , e con  conoscenze e professionalità  "seppellite" per sempre. Se i distretti industriali non attuano una  Rete…il Lavoro non ci sarà più . Tremonti non parla più dei distretti e delle OBBLIGAZIONI DISTRETTUALI , cioè della Soggettività giuridico-economica del Distretto…è "roba" vecchia  , eppure era ed è una buona idea . ATTUALMENTE SIAMO SOLI,   CONSAPEVOLI  SI , DELLA  GRAVE SITUAZIONE , GRAZIE A PERSONE COME MAZZALAI…MA SOLI COMUNQUE.ANCHE L'AGRICOLTURA ITALIANA RISCHIA MOLTISSIMO…ora si dice in giro che si svilupperanno società commerciali, con funzione consortile o di cooperazione per le piccole imprese agricole.io non ci credo, c'è troppa avidità tra i privilegiati della Casta.il CAMBIAMENTO SE AVVERRA', DOVRA' VENIRE DALLA BASE.come?per es. non andando a votare !! se la maggioranza  il 51% si astenesse dal VOTO, la Casta sarebbe DELEGGITIMATA A GOVERNARE, diverrebbe sempre più casta, e i loro status sempre più privilegi ingiusticicati, la Casta non avrebbe il consenso popolare, Governerebbe solo con la FORZA della LEGGE, la Legge della Casta e non del POPOLO. LIBERTA' DAL TIRANNO E DAL REGIME.Li trovate discorsi rivoluzionari? Si ?io li trovo GIUSTI , DEMOCRATICI , NON VIOLENTI .IL GIUSNATURALISMO signori va riscoperto.Non viviamo più in un Mercato Libero, ma in un Capital-Comunismo, dove a soppravivere e ad arricchirsi sono sempre e solo gli Eletti della Casta, gli Statalisti e i Mafiosi ( sleali e scorretti per definizione).GIOBBE 

Scritto il 26 marzo 2010 at 11:38

E’ ora di votare amministratori che guardano al territorio indipendenti quanto basta innondarli di sostegno e ora che i partiti ascoltino la voce del territorio e ora che la gente controlli ogni azione del proprio amministratore ogni decisione e ne confronti la coerenza senza perdere l’occasione di rimarcarne l’assenza, di fare pressione, pressione e ancora pressione. La grande idiozia di partiti che decidono di piazzare i loro uomini al di la della volontà popolare deve finire deve finire la povertà valoriale e culturale di una certa classe politica qualunque essa sia deve finire la denigrazione sistematica l’attacco alla persona,deve finire il voto dato a coloro che urlano che sbavano previlegiando coloro che lavorano con onesta dietro le quinte persone trasparenti e integre moralmente diversamente la storia insegna che la decadenza e solo un sintomo di quello che ci attende al di la dei soliti pappagalli ottimisti di maniera chenon fanno nulla attendendo gli eventi. An
drea

utente anonimo
Scritto il 26 marzo 2010 at 11:41

Tutti dovrebbero ascoltare questohttp://www.youtube.com/watch?v=zVgprexzVuk&feature=player_embeddedQuesto

Liberisti falsi e degenerati

Leonardo Facco

Gianfranco Miglio, nel 1997, pubblicò un libro intitolato “Federalismi falsi e degenerati”, edizioni Sperling & Kupfer. Il “prufesur”, gran scienziato della politica, con quel volume volle mettere in guardia chi veramente avesse a cuore l’idea di “foedus” dalla miriade di ciarlatani che utilizzavano la parola federalismo a vanvera (appioppandole aggettivi tra i più disparati), proponendo, un giorno sì e l’altro anche, soluzioni vacue, insignificanti e fuorvianti di quella forma di organizzazione socio-economica che ha reso la Svizzera unica al mondo. Oggi, sarebbe forse il caso di parafrasare quel titolo implacabile e pubblicare un libello (magari colmo di esempi e fatti di cronaca politica) intitolato “Liberisti falsi e degenerati”, non foss’altro che per rendere giustizia alla libertà, che come mi ha – a ragione – insegnato Sergio Ricossa, è “la più stuprata delle donne ed il suo stupro è il più impunito dei delitti”

Premesso che il termine “liberista” è figlio di un’anomalia tutta italiana (altrove nel mondo è sufficiente definirsi liberali – o meglio ancora libertari – per mostrare il proprio affetto per le libertà economiche), c’è da rimaner affranti nel constatare come certi “soloni” del liberismo a chiacchiere siano in prima fila nel difendere i propri privilegi pubblici.

Un esempio che merita di essere citato è quello del professor Angelo Maria Petroni che, quando iniziai a frequentare l’ambiente libertario, mi veniva portato ad esempio come intellettuale liberale di tutto rispetto. Studioso di Popper, autore di “Etica cattolica e società di mercato” (Marsilio editore) è balzato alle cronache per essere diventato consigliere di amministrazione della Rai e per aver vinto un ricorso al T.A.R. in opposizione al governo Prodi (elezioni del 2006) che pensò – in nome dello spoil system(?) – di sostituirlo con un uomo dei suoi. Quando – qualche mese fa – venne lanciata la campagna contro il “canone Rai” da Feltri, Petroni (docente all’Università di Bologna) ha pensato bene di proporre la seguente soluzione: “Il canone va onorato, quindi lo si faccia pagare agganciandolo alla bolletta dell’elettricità”. Gulp!

Rimembrate Daniele Capezzone? Lo incontrai nell’estate del 2008, allorquando lanciò i 12 punti di “Decidere.net”. Sembrava sincero nel sostenere “Basta Stato, basta tasse”. Parlammo per oltre un’ora in un bar di Milano. Gli dissi: “Se dimostrerai che non lo fai per far carriera nel PDL, ti appoggerò”.

E’ diventato un portavoce di Berlusconi. Praticamente un gradino sotto lo status di uno zerbino.

Cari lettori, ho tirato in ballo Petroni e Capezzone come esempi principe di quel genere umano – assai diffuso in Italia, storicamente il paese dei voltagabbana – che predica più o meno bene e razzola malissimo, così da avvalorare la tesi di Sofocle secondo il quale “chi si avvicina al tiranno ne diventa servo”. Ed, ahimé, noto a malincuore che sono sempre di più i “liberali, o liberisti”, che frequentano i tirannelli per intascare quattro soldi!

Approfondisco: da quando Giorgio Fidenato ha lanciato la sua straordinaria battaglia contro il sostituto d’imposta (Rotbhard cosa ci hai insegnato?), i primi a farsi in disparte sono stati proprio quelli che io pensavo fossero i liberali più coerenti, più cristallini che mai avessi conosciuto. Invece, se stanno in qualche redazione, scrivono dicendo che “non possono parlare del suo caso perché sennò Tremonti si incazza”. Se fanno gli editorialisti nicchiano con la scusa che quella di Fidenato non è un’azione “legalista”, ma è contro la legge!!! Se, invece, sfidano Confindustria – invitando Giorgio in una loro trasmissione radio – vengono bersagliati con lettere di richiamo dai padroni del vapore!

Sapete una cosa? Nulla è più avvilente che avere a che fare con una miriade di Robert the Bruce!
Ne volete sapere un’altra? Machissenefrega! Tanto noi si va avanti lo stesso! Evitando inutili beghe. 

utente anonimo
Scritto il 26 marzo 2010 at 12:00

Torniamo al nocciolo della questione: permettere alle banche una leva fino a 50 significa (come ben sappiamo) che  con una perdita solamente del 2% degli attivi  essa diventa insolvente.Una vera arma di distruzione di massa: sarebbe come permettere ai privati di detenere  armi atomiche.Andavano nazionalizzate o messe sotto tutela amministrativa ed invece…PEG

utente anonimo
Scritto il 26 marzo 2010 at 13:48

PEG dici cose SACRE ma al Potere non ci siamo NOI   ma Loro, i Banksters… loro pagano le campagne elettorali, loro pagano i viaggi i posti esotici con o senza escort  etc etcviviamo nella realtà di George Orwell , di Husley, e Wells…prima lo faremo capire a chi ci circonda meglio sarà.la Rivoluzione Culturale passa per una TABULA RASA, cioè per una FORTE ed ASSORDANTE ASTENSIONE DAL VOTO.GIOBBE

utente anonimo
Scritto il 26 marzo 2010 at 13:58

POSSIAMO CONTINUARE A DIRE TUTTO QUELLO CHE VOLETE E A FARE TUTTE LE ANALISI CHE VOLETE MA QUESTA CLASSE DIRIGENTE ITALIANA E MONDIALE CAPIRA'' QUALCOSA QUANDO LA COLPIREMO VIOLENTISSIMAMENTE IN PIENO VOLTO POI SARANNO PIU' DISPONIBILI A CAPIRE LE RAGIONI DELLE PERSONE, IN PRATICA RIVOLUZIONE PERSONALMENTE ASPETTO CHE SI GENERI QUALCHE MOVIMENTO IN QUESTO SENSO E ' SOLO QUESTIONE DI TEMPO.ADESSO DITEMI CHE SONO VIOLENTO DISEDUCATIVO ECC ECC MA L'UNICA SOLUZIONE E' QUESTA ALTRIMENTI CARI TUTTI I MIEI CRICETI (IO COMPRESO ) MUTI E CONTINUIAMO A RAZZOLARE NEL LABIRINTO LE CUI PARETI SONO DI VOLTA IN VOLTA MUTATE IN FUNZIONE DEGLI INTERESSI DEI POTENTI.CREDETEMI NON AVREI MAI VOLUTO PRONUNCIARE QUESTE PAROLE MA ORAMAI LA SITUAZIONE E' BEN OLTRE IL PUNTO DI NON RITORNO.COME DICE IL MIO CAPITANO (ORA INORRIDITO ALLE MIE PAROLE) LA VERITA'  E' FIGLIA DEL TEMPO.SALUTI A TUTICLAUDIO  (GENOVA)

utente anonimo
Scritto il 26 marzo 2010 at 14:08

Andrea,  hai letto la news relativa ad un altro aiuto ai Palazzinari US. da parte della FED ?Il prossimo trimestre sarà cruciale per il bond governativi Usa, in quanto in tale periodo si colloca il tentativo della Fed di rimozione di quasi tutte le manovre non convenzionali. Ieri Bernanke ha ribadito la necessità di mantenere una politica monetaria accomodante.Allo stesso tempo ha dichiarato che la Fed ad un certo punto inizierà a vendere gli asset in portafoglio per ridurre il totale dei propri attivi dagli attuali 2300Mld$ a valori inferiori a 1000Mld$. Oggi è attesa la proposta di un nuovo piano di sostegno al comparto immobiliare, finanziato con fondi prelevati dal Tarp. è per questo che il CRE non "molla" ? e la prima società immobiliare US Simon Property Group sta per raggiungere i massimi?voglio vedere se resistono dopo giugno !ciaoGIOBBE

Scritto il 26 marzo 2010 at 14:24

No Claudio ci penserà la Storia a lasciare il suo sigillo, ci penserà la violenza di questa crisi ad imprimere il suo marchio di fuoco nelle coscienze e nelle vita di coloro che rinnegano la Realta noi dobbiamo solo fare del nostro meglio per cambiare noi stessi le nostre mentalità sempre pronti ad afferrare l’occasione per testimoniare e contagiare gli altri. Andrea

utente anonimo
Scritto il 26 marzo 2010 at 14:29

Ma la sapete veramente la differenza fra rivoluzione ed eversione?

utente anonimo
Scritto il 26 marzo 2010 at 15:00

"noi dobbiamo solo fare del nostro meglio per cambiare noi stessi le nostre mentalità sempre pronti ad afferrare l'occasione per testimoniare e contagiare gli altri. "ANCORA UNA VOLTA MASSIMO RISPETTO MIO CAPITANO E QUELLO CHE STO CERCANDO DI FARE, TU (BENCHE NON TI CONOSCO PERSONALMENTE) INSIEME A POCHI ALTRI SIETE LE UNICHE PERSONE CHE MI ABBIANO MAI DATO SPERANZA PER IL GENERE UMANO.# 18 SPIEGAMELO TU "FILOSOFONE " BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA MA PER FAVORE………CLAUDIO (GENOVA)

utente anonimo
Scritto il 26 marzo 2010 at 15:52

Montecristo:C'è una strana calma sui mercati.

utente anonimo
Scritto il 26 marzo 2010 at 16:44

Montecristo:Che sia la quiete prima della tempesta?

Scritto il 26 marzo 2010 at 16:54

Il nostro caro Stefano Bassi ci spiega come ha funzionato la ” Tonnara” di ieri ….date un’occhiata ai volumi http://3.bp.blogspot.com/_yhxj9UA1Tb4/S6yAaysFemI/AAAAAAAABro/rV1dX3GhqZg/s1600/SPY+3.25..jpg Nel frattempo la mummia ci racconta nella sua infinita ovvietà perché…..L’Ex governatore della Federal Reserve Alan Greenspan lancia un avvertimento sui titoli di stato americani. Lo fa usando un’espressione nota a chi ha lavorato nelle miniere: il recente rialzo dei rendimenti dei Treasury rappresenta “un canarino nelle miniere”. Cosi’ come l’uccellino era utilizzato per indicare se l’aria sotto terra era contaminato, cosi’ gli yield potrebbe suggerire una crescita dei tassi di interesse.

Rendimenti piu’ alti riflettono i timori degli investitori “sull’ampio debito federale che ha raggiunto livelli mai visti prima”, ha dichiarato Greenspan ai microfoni di Bloomberg, dicendosi “molto preoccupato sulla situazione fiscale americana. L’84enne con all’attivo la guida della Fed tra 1987 e 2006 sostiene che un incrementi dei tassi di intersse a lungo termine “rendera’ la ripresa del settore immobiliare molto difficile, frenando anche gli investimenti”. L illuminato che non hai mai compreso un canarino in vita sua ci sta dicendo che i rendimenti riflettono le fobie dei mercati mentre i junk e i corporate vengono acquistati a piene mani …. La storia fara giustizia di questi esaltati che prevedono cinque bottom su nessuno nella depressione immobiliare questi esaltati che provocano le bolle e aspettano la loro esplosione per dire che erano imprevedibili….sono un po polemico ma oggi ho un prurito indescrivibile Andrea

utente anonimo
Scritto il 26 marzo 2010 at 16:56

Montecristo:Avete letto la notizia dell'affondamento della nave  sud coreana?roba da pazzi.

utente anonimo
Scritto il 26 marzo 2010 at 17:13

Purtroppo il bottom viene ritardato un'altra volta: 14 bln per sostenere i proprietari dai pignoramenti.Altri 6-12 mesi sulla riva del fiume…PEGGov't Unveils $14B Plan to Help Troubled Homeowners– AP

After months of criticism that it hasn't done enough to prevent foreclosures, the Obama administration is announcing Friday a plan to reduce the amount some troubled borrowers owe on their home loans

utente anonimo
Scritto il 26 marzo 2010 at 17:13

Purtroppo il bottom viene ritardato un'altra volta: 14 bln per sostenere i proprietari dai pignoramenti.Altri 6-12 mesi sulla riva del fiume…PEGGov't Unveils $14B Plan to Help Troubled Homeowners– AP

After months of criticism that it hasn't done enough to prevent foreclosures, the Obama administration is announcing Friday a plan to reduce the amount some troubled borrowers owe on their home loans

utente anonimo
Scritto il 26 marzo 2010 at 17:25

Comunque qualcosa di buono questi personaggi che occupano abusivamente le Istituzioni lo stanno facendo.Ero a Milano domenica scorsa e per caso passavo in piazza del Duomo, dalle parti della Rinascente. C'era il comizio di un Ministro della repubblica: 150 persone a esagerare e contenuti…..ecco sui contenuti non riesco a chiudere la frase. Vabbe', avete capito.Non ho avuto la fortuna di imbattermi in un comizio dell'opposta (solo sulla carta) fazione, ma non credo di essermi perso uno spettacolo molto diverso.Il miracolo puo' avvenire. Sempre piu' persone potrebbero iniziare a guardarsi negli occhi e riconoscersi, percorrere una strada comune dopo anni di divisioni. D'altra parte sempre gli stessi personaggi hanno puntato a dividere mentre curavano i propri interessi.Ieri sera Monicelli, intrevistato per RaiPerunanotte, ha parlato di Rivoluzione. Ne ha parlato con dignità, con lucidità e con serietà. Chissà perché alla parola Rivoluzione tutti inorridiscono…ovviamente quelli che avrebbero più da perdere da una Rivoluzione.Spero solo che i movimenti non si esauriscano in un anti questo o anti quello. Non si dimentichi che la seconda repubblica e i personaggi che hanno guidato l'Italia in questi ultimi anni dovevano rappresentare il Nuovo sulle ceneri degli scandali esplosi nel 1992. Il mali sono antichi e diffusi e non sono circoscrivibili a uno o pochi personaggi. L'obiettivo è più grande e più alto.Raffaele

utente anonimo
Scritto il 26 marzo 2010 at 21:15

L'antipolitica è uno dei frutti avvelenati della crisi.Nei blog di economia è facile trovare chi pensa di essere il depositario della verità, tempo fa ero abbonato al blog di Michele Spallino, lo abbandonai per il velleitarismo del titolare dello stesso.Per governare un paese le strade sono due : o il colpo di stato o la vittoria alle elezioni politiche. Sento parlare di rivoluzione, mi vien da dire : ma di cosa cavolo state parlando? La rivoluzione oggi?Invito gli antipolitici a tornare a cercare il consenso per cambiare il mondo con le proprie idee, il resto sono comodi pensieri su cui cullarsi per vellicare il proprio spleen.Gianni

Scritto il 26 marzo 2010 at 21:50

BuonaseraLeggento il #25 di Raffaele vorrei postare il video con l'intervista a Monicelli, mi sembra un pò "invecchiato" ma l'intervista mi è "piaciuta":http://www.youtube.com/watch?v=tIUwzqYvfp8&feature=player_embeddedSpero che la guardiate e che piaccia anche a Voi e spero anche che guardiate i seguenti link dove si espongono i motivi del perchè non ci saranno delle rivoluzioni, spero che qualcuno posti qualche commento:http://www.youtube.com/watch?v=zfzFib23u8E&feature=related (Umberto Galimberti e Padre Zanotelli)http://www.youtube.com/watch?v=fW6p3YaNgXc&feature=related (siamo veramente liberi???)I seguenti video sono un buon "deterrente" contro le rivoluzioni hehehe:http://www.youtube.com/watch?v=_BL6gv1KsYU&feature=PlayList&p=E404906BA0D2CE3E&index=1http://www.youtube.com/watch?v=qp6aZIhHiRE&feature=PlayList&p=C91BB5565C08DF00&index=16http://www.youtube.com/watch?v=WwlNPhn64TA&feature=PlayList&p=C91BB5565C08DF00&index=12Nel caso che qualcuno abbia visionato i video e li abbia trovati interessanti.Vorrei infine esprimere un commento personale, credo sia inutile "farsi illusioni" in una rivoluzione o in un "radicale cambiamento anche perchè un'arma per iniziare una piccola lotta c'è……c'è l'abbiamo in tasca (o meglio in Banca), in quanti siamo disposti ad usarla???? quindi a Voi la conclusione.Come scriveva il Capitano Andrea in un post precedente :"Ma non tocca a noi dominare tutte le maree del mondo, il nostro compito è di fare il possibile per la salvezza degli anni nei quali viviamo, sradicando il male dai campi che conosciamo, al fine di lasciare a coloro che verranno dopo una terra sana e pulita da coltivare. Ma il tempo che avranno non dipende da noi".SD

Scritto il 26 marzo 2010 at 21:50

BuonaseraLeggento il #25 di Raffaele vorrei postare il video con l'intervista a Monicelli, mi sembra un pò "invecchiato" ma l'intervista mi è "piaciuta":http://www.youtube.com/watch?v=tIUwzqYvfp8&feature=player_embeddedSpero che la guardiate e che piaccia anche a Voi e spero anche che guardiate i seguenti link dove si espongono i motivi del perchè non ci saranno delle rivoluzioni, spero che qualcuno posti qualche commento:http://www.youtube.com/watch?v=zfzFib23u8E&feature=related (Umberto Galimberti e Padre Zanotelli)http://www.youtube.com/watch?v=fW6p3YaNgXc&feature=related (siamo veramente liberi???)I seguenti video sono un buon "deterrente" contro le rivoluzioni hehehe:http://www.youtube.com/watch?v=_BL6gv1KsYU&feature=PlayList&p=E404906BA0D2CE3E&index=1http://www.youtube.com/watch?v=qp6aZIhHiRE&feature=PlayList&p=C91BB5565C08DF00&index=16http://www.youtube.com/watch?v=WwlNPhn64TA&feature=PlayList&p=C91BB5565C08DF00&index=12Nel caso che qualcuno abbia visionato i video e li abbia trovati interessanti.Vorrei infine esprimere un commento personale, credo sia inutile "farsi illusioni" in una rivoluzione o in un "radicale cambiamento anche perchè un'arma per iniziare una piccola lotta c'è……c'è l'abbiamo in tasca (o meglio in Banca), in quanti siamo disposti ad usarla???? quindi a Voi la conclusione.Come scriveva il Capitano Andrea in un post precedente :"Ma non tocca a noi dominare tutte le maree del mondo, il nostro compito è di fare il possibile per la salvezza degli anni nei quali viviamo, sradicando il male dai campi che conosciamo, al fine di lasciare a coloro che verranno dopo una terra sana e pulita da coltivare. Ma il tempo che avranno non dipende da noi".SD

utente anonimo
Scritto il 26 marzo 2010 at 23:51

Gianni, io non sono un anti politico. Ma converrai che di politico quei personaggi non hanno nulla. Io sono per il recupero del senso più alto del termine Politica. Forse hai frainteso o mi sono spiegato male. raffaele

utente anonimo
Scritto il 27 marzo 2010 at 00:29

e bravo SD.i tuoi video li ho trovati più che interessanti , riflessivi.anche il blog ComeDonChisciotte è molto interessante.Umberto Galimberti è un vecchio, un bravo e saggio intellettuale, apprezzabile nelle sue analisi, ma vecchio cmq.io non vado amorire buono buono…come george Orwell e Husley  descrivevano , volevano e consigliavano ai Padroni. vuoi un es. di speranza: ti ricordi cosa è successo a Parigi alcuni anni fa', quando Sarkosy era ministro degli interni?e due settimane fa' in Francia la metà dei Cittadini hanno deciso di NON VOTARE.quel che mi viene da dirti è : non essere sfiduciato nell'uomo, non essere pessimista. perchè ? DOVE SIAMO ? in un blog…il cuo autore fa del BENE, da 3 anni, aiutando a far  crescere la COSCIENZA E LA CONSAPEVOLEZZA dei suoi visitatori.Lo schiavo, quando è consapevole di esserlo e di lavorare per appagare non i propri bisogni, ma i desideri dei suoi Padroni…si RIBELLA.il problema di oggi è INDIVIDUARI I NOSTRI PADRONI, vige un inganno totale , attraverso i media ufficiali e controllati. Ma noi siamo qua, non saremo la maggioranza, ma comunichiamo e cresciamo nel numero e nella CONSAPEVOLEZZA.  Tu lo hai appena fatto postando tutti questi link.grazie SD.giobbe

utente anonimo
Scritto il 27 marzo 2010 at 02:08

ciao a tutti.  caro mr.  SD ho dato un'occhiata al volo ai tuoi video.  ehh ehh, si, ma c'è pure di peggio.  conoscete la tecnologia HAARP?  sapete no, che i nostri cari americcani sono forti x inventare ciò che  può far più male al pianeta terra.  umanità compresa.  HAARP, che è roba americana, può creare maremoti terremoti.  e nessuno dice niente!!!   vedere qui.  http://www.youtube.com/watch?v=ZtmmYbU6H2g    poi  altro.  http://www.youtube.com/watch?v=Ak5Wj_eDo38    e che cosa hanno fatto ad HAITI?  vedi qui. http://www.youtube.com/watch?v=kdx4-EcWwsw  ora cambiamo discorso.  mazzalai continua a discutere della consapevolezza della gente. votatre gente meritevole.  ma scusa capitano, perchè ti ostini a NON parlare di democrazia diretta?  non è altro quello che fanno in svizzera.  cioè votano su tutto, e non perdono tempo. il popolo là conta molto di più che qui da noi in Italia.  essi' che a trento, bolzano e rovereto sono anni che ci provano.  parlatene cazzo!!  qui 2 video x sapre che roba è.  1) http://www.youtube.com/watch?v=R5ARGSko24w  e 2)http://www.youtube.com/watch?v=fUkTNhUkxCs&feature=related  finiamo con le banche.  però prima vi dico:  x la miliardesima volta….NON VOTATE NON VOTATE.    VOTATE SCHEDA NULLA!!  ANNULLATE LA SCHEDA!  FACCIAMOGLI MALE!!!    per le banche.  ma santo DIO, è semplicissimo.  DOVETE RIRAR FUORI DALLA VOSTRA BANCA TUTTI I VOSTRI SOLDI!!!!    LO VOLETE CAPIRE???   BISOGNA FARLE FALLIRE ste banche di merda!!!   sono tutte tecinicamente  fallite!!!  ma stanno a galla grazie alla vostra creduloneria.  credete che siano sane.  gli date fiducia.  bravi FESSI!  rileggete il commento #13  di PEG.   Torniamo al nocciolo della questione: permettere alle banche una leva fino a 50 significa (come ben sappiamo) che con una perdita solamente del 2% degli attivi essa diventa insolvente.Una vera arma di distruzione di massa: sarebbe come permettere ai privati di detenere armi atomiche.Andavano nazionalizzate o messe sotto tutela amministrativa ed invece…PEGquindi basta!  BASTA! BASTA!  ve l'ho detto 1 milardo di volte.  graize a voi e ai soldi (vostri) non loro, che lasciate in banca, gli date l'opprotuunità di delinquere a go-go.  grazie alla vostra complicità loro ( i bannksters) inculano, fottono, derubano, altre 50 persone x ognuno di VOI.  non sentite vergogna dentro di voi x questo???  è questa la lezione morale  che volete dare al mondo?  cercare sempre un colpevole, a destra o a sinistra.  sbagliato.  fare cosi'.  alla mattina quando vi alzate andate in bagno. guardate allo specchio…..ecco….vedete?……avete trovato il colpevole.   quindi ricapitolando:  1)  non votate o annullate la scheda. 2)  da subito, da lunedi', ritirate tutti i soldi dalla vostra banca. da tutte le banche.  p.s.  quando vi dicono ma no:  banca etica  è meglio, il credito cooperativo è meglio, BALLE!!! sono ladri come tutti gli altri.  perchè usano tutte il trucco delinquenziale della riserva frazionaria.  sapete chi è leonardo becchetti??  no?  è il capo di banca etica.  un fasullo.  che AMA il SIGNORAGGIO.  che ama la RISEVA FRAZIONARIA.  lo dice pure in un video.  vedere qui. a metà filmato.  http://www.youtube.com/watch?v=bHpjRf195FQ   capito???   non se ne salva nessuno.   quindi basta!!  agite cazzo!  fate come vi ho detto!   molti altri in rete CONSIGLIANO quello che dico IO.  bene ora chiudo  e vi saluto.  mi raccomando:  avete capito che fare giusto???   bye DORF    

utente anonimo
Scritto il 27 marzo 2010 at 02:08

ciao a tutti.  caro mr.  SD ho dato un'occhiata al volo ai tuoi video.  ehh ehh, si, ma c'è pure di peggio.  conoscete la tecnologia HAARP?  sapete no, che i nostri cari americcani sono forti x inventare ciò che  può far più male al pianeta terra.  umanità compresa.  HAARP, che è roba americana, può creare maremoti terremoti.  e nessuno dice niente!!!   vedere qui.  http://www.youtube.com/watch?v=ZtmmYbU6H2g    poi  altro.  http://www.youtube.com/watch?v=Ak5Wj_eDo38    e che cosa hanno fatto ad HAITI?  vedi qui. http://www.youtube.com/watch?v=kdx4-EcWwsw  ora cambiamo discorso.  mazzalai continua a discutere della consapevolezza della gente. votatre gente meritevole.  ma scusa capitano, perchè ti ostini a NON parlare di democrazia diretta?  non è altro quello che fanno in svizzera.  cioè votano su tutto, e non perdono tempo. il popolo là conta molto di più che qui da noi in Italia.  essi' che a trento, bolzano e rovereto sono anni che ci provano.  parlatene cazzo!!  qui 2 video x sapre che roba è.  1) http://www.youtube.com/watch?v=R5ARGSko24w  e 2)http://www.youtube.com/watch?v=fUkTNhUkxCs&feature=related  finiamo con le banche.  però prima vi dico:  x la miliardesima volta….NON VOTATE NON VOTATE.    VOTATE SCHEDA NULLA!!  ANNULLATE LA SCHEDA!  FACCIAMOGLI MALE!!!    per le banche.  ma santo DIO, è semplicissimo.  DOVETE RIRAR FUORI DALLA VOSTRA BANCA TUTTI I VOSTRI SOLDI!!!!    LO VOLETE CAPIRE???   BISOGNA FARLE FALLIRE ste banche di merda!!!   sono tutte tecinicamente  fallite!!!  ma stanno a galla grazie alla vostra creduloneria.  credete che siano sane.  gli date fiducia.  bravi FESSI!  rileggete il commento #13  di PEG.   Torniamo al nocciolo della questione: permettere alle banche una leva fino a 50 significa (come ben sappiamo) che con una perdita solamente del 2% degli attivi essa diventa insolvente.Una vera arma di distruzione di massa: sarebbe come permettere ai privati di detenere armi atomiche.Andavano nazionalizzate o messe sotto tutela amministrativa ed invece…PEGquindi basta!  BASTA! BASTA!  ve l'ho detto 1 milardo di volte.  graize a voi e ai soldi (vostri) non loro, che lasciate in banca, gli date l'opprotuunità di delinquere a go-go.  grazie alla vostra complicità loro ( i bannksters) inculano, fottono, derubano, altre 50 persone x ognuno di VOI.  non sentite vergogna dentro di voi x questo???  è questa la lezione morale  che volete dare al mondo?  cercare sempre un colpevole, a destra o a sinistra.  sbagliato.  fare cosi'.  alla mattina quando vi alzate andate in bagno. guardate allo specchio…..ecco….vedete?……avete trovato il colpevole.   quindi ricapitolando:  1)  non votate o annullate la scheda. 2)  da subito, da lunedi', ritirate tutti i soldi dalla vostra banca. da tutte le banche.  p.s.  quando vi dicono ma no:  banca etica  è meglio, il credito cooperativo è meglio, BALLE!!! sono ladri come tutti gli altri.  perchè usano tutte il trucco delinquenziale della riserva frazionaria.  sapete chi è leonardo becchetti??  no?  è il capo di banca etica.  un fasullo.  che AMA il SIGNORAGGIO.  che ama la RISEVA FRAZIONARIA.  lo dice pure in un video.  vedere qui. a metà filmato.  http://www.youtube.com/watch?v=bHpjRf195FQ   capito???   non se ne salva nessuno.   quindi basta!!  agite cazzo!  fate come vi ho detto!   molti altri in rete CONSIGLIANO quello che dico IO.  bene ora chiudo  e vi saluto.  mi raccomando:  avete capito che fare giusto???   bye DORF    

utente anonimo
Scritto il 27 marzo 2010 at 09:38

Visto che si fa propaganda politica (dire di non votare vuol dire fare propaganda), vorrei farla anch'io : votate, votate tutti, votate PD o IDV. Votate chi, pur avendo capito poco della crisi sarà in grado di capire prima cosa serve fare per risollevarci.E, se non volete finire tutti alla fame, lasciate i soldi in banca, se li ritiraste tutti la mia ditta (400 milioni di fatturato, 1200 dipendenti, 100 milioni di prestiti bancari) domani chuderebbe. Chi segue Dorf vuole che la mia ditta chiuda, non fatelo.Gianni

Scritto il 27 marzo 2010 at 10:02

Che hai Dorf ti ha beccato una tarantola che sputi su tutto quello che ti capita a tiro prigionieri di alcune fobie generalizzate. Un minimo di capacita di discernimento non guasterebbe. Quando si istiga senza prendersi il tempo di andare a verificare non si e più creditibili. Ma tu lo sai chi e realmente Leonardo Becchetti prima di seminare idiozie informati e mi fermo qua perché potrei proseguire oltre Urlando si perde di credibilità Andrea

Scritto il 27 marzo 2010 at 14:43

BuongiornoHo letto con molto interesse gli ultimi post di Giobbe #29, Dorf #30 e Gianni #31 e vorrei rispondere.GIOBBE io sono una persona comune e non mi occupo nè di politica nè di problemi sociali ma credo ci sia sempre una speranza, studiando la storia passata i cambiamenti sono sempre avvenuti….anche il Sistema di Potere sbaglia ed "invecchia" credo che ad un certo punto non riuscirà più a controllare gli avvenimenti e verrà "sostituito"….spero con uno migliore (quanto tempo ci vorra!!! non saprei…..credo tempi generazionali!!!). Ad esempio perchè invece di costruire mega Centrali Nucleari devastando il territoro con le infrastrutture necessarie non si installano i seguenti generatori??? http://translate.google.it/translate?hl=it&langpair=en%7Cit&u=http://www.physorg.com/news145561984.html  oppure  http://translate.google.it/translate?hl=it&langpair=en%7Cit&u=http://dvice.com/archives/2007/12/power_your_home.php forse anche perchè "hanno paura" di non poterli più controllare!!!! e di perdere il monopolio dell'energia; ma forse ci sono delle speranze la scienza e la ricerca, anche se ormai totalmente "controllate" forse un giorno troveranno delle soluzioni migliori….chissà forse un giorno posterò qualcosa al riguardo!!!DORF credo che servirà una crisi molto più forte prima che una grossa parte delle persone siano disposte ad usare una delle "armi" che abbiamo a disposizione (naturalmente parlo del denaro/moneta/soldi), ma chissà che il vecchio proverbio che dice cge "Il diavolo fà le pentole ma non i coperchi" prima o poi non si avveri; ed anche per questo diverse volte in questo blog ho scritto che io voglio essere pagato (per il mio lavoro….naturalmente) con "roba buona", per non parlare di Un Reddito a Tutti e della Proprietà della moneta al Portatore. Un salutoGIANNI lavori per una Ditta molto grande, chissa cosa fà……lavora (e quanti guadagnerà poco….per avere dei debiti!!!!) o si occupa anche di Società e Politica!!!!!SDPS:Voglio anch'io fare propaganda Politica, fate come vi "sentite", se volete non votate, oppure se votate….votate almeno una persona di cui conoscete il passato il presente ed magari anche gli obbiettivi futuri!!!

Scritto il 27 marzo 2010 at 14:43

BuongiornoHo letto con molto interesse gli ultimi post di Giobbe #29, Dorf #30 e Gianni #31 e vorrei rispondere.GIOBBE io sono una persona comune e non mi occupo nè di politica nè di problemi sociali ma credo ci sia sempre una speranza, studiando la storia passata i cambiamenti sono sempre avvenuti….anche il Sistema di Potere sbaglia ed "invecchia" credo che ad un certo punto non riuscirà più a controllare gli avvenimenti e verrà "sostituito"….spero con uno migliore (quanto tempo ci vorra!!! non saprei…..credo tempi generazionali!!!). Ad esempio perchè invece di costruire mega Centrali Nucleari devastando il territoro con le infrastrutture necessarie non si installano i seguenti generatori??? http://translate.google.it/translate?hl=it&langpair=en%7Cit&u=http://www.physorg.com/news145561984.html  oppure  http://translate.google.it/translate?hl=it&langpair=en%7Cit&u=http://dvice.com/archives/2007/12/power_your_home.php forse anche perchè "hanno paura" di non poterli più controllare!!!! e di perdere il monopolio dell'energia; ma forse ci sono delle speranze la scienza e la ricerca, anche se ormai totalmente "controllate" forse un giorno troveranno delle soluzioni migliori….chissà forse un giorno posterò qualcosa al riguardo!!!DORF credo che servirà una crisi molto più forte prima che una grossa parte delle persone siano disposte ad usare una delle "armi" che abbiamo a disposizione (naturalmente parlo del denaro/moneta/soldi), ma chissà che il vecchio proverbio che dice cge "Il diavolo fà le pentole ma non i coperchi" prima o poi non si avveri; ed anche per questo diverse volte in questo blog ho scritto che io voglio essere pagato (per il mio lavoro….naturalmente) con "roba buona", per non parlare di Un Reddito a Tutti e della Proprietà della moneta al Portatore. Un salutoGIANNI lavori per una Ditta molto grande, chissa cosa fà……lavora (e quanti guadagnerà poco….per avere dei debiti!!!!) o si occupa anche di Società e Politica!!!!!SDPS:Voglio anch'io fare propaganda Politica, fate come vi "sentite", se volete non votate, oppure se votate….votate almeno una persona di cui conoscete il passato il presente ed magari anche gli obbiettivi futuri!!!

Scritto il 27 marzo 2010 at 14:48

Bianco o Nero, ci sono due tipi di uomini.Gli uomini liberi che hanno più in conto la libertà della vita e gli uomini non liberi che hanno più in conto la vita della libertà.La storia ci dice che i secondi sono sempre di gran lunga più numerosi dei primi .

utente anonimo
Scritto il 27 marzo 2010 at 15:38

ehi Dorf, quanto sei cattivo oggi io ho consigliato, e consiglio ad amici e conoscenti di togliere parte dei loro risparmi dal  proprio c/c presso i Banksters nostrani che controllano , con la complicità di politici e segnatamente di Re Silvio e Tremonti, oltre 2/3 di BancaItalia…. e di tenerli una parte "sotto il materasso" o comprando materie prime o monete d'argento e/o  oro e…. soprattutto versare una parte significativa dei propri risparmi sudati onestamente in SANE e ben gestite (cioè con un patrimonio netto superiore a quello richiesto ex Lege ) BCC.io ne conosco alcune molto buone.e i miei risparmi, come quelli  degli altri depositanti , "escono" dalla banca sottoforma di credito o leasing concesso al mio vicino artigiano, o come credito mutuo alla giovane famiglia vicina di casa.i miei soldi non vanno oltre il nostro confine nazionale.  IMPARA.andrebbe pubblicizzato il buon Credito Cooperativo.Giobbe

utente anonimo
Scritto il 27 marzo 2010 at 15:43

gli uomini liberi sono una razza in via di estinzione…….in particolar modo in italia.

Scritto il 27 marzo 2010 at 23:29

Tanto per puntualizzare e confermare quello che scrive Dorf al # 30, perchè forse qualcuno potrebbe pensare che sono pure fantasie………altro che fantasie vi segnalo un link con dei video-intervista al generale Fabio Mini ex-comandante del KFOR in Kosovo, visionatelo tutto:http://paolofranceschetti.blogspot.com/2010/03/intervista-al-generale-fabio-mini.htmlSD

Scritto il 27 marzo 2010 at 23:29

Tanto per puntualizzare e confermare quello che scrive Dorf al # 30, perchè forse qualcuno potrebbe pensare che sono pure fantasie………altro che fantasie vi segnalo un link con dei video-intervista al generale Fabio Mini ex-comandante del KFOR in Kosovo, visionatelo tutto:http://paolofranceschetti.blogspot.com/2010/03/intervista-al-generale-fabio-mini.htmlSD

utente anonimo
Scritto il 27 marzo 2010 at 23:31

ciao giobbe.  ciao a tutti.  non mi pare di  essere cattivo. le cose le sapete anche voi come stanno.  non fate gli struzzi.  giobbe, sei sicuro, ci puoi mettere la mano sul fuoco che le BCC che dici tu non usano il trucco della riserva frazionaria?  se fosse cosi' ce li metto anch'io li' i soldi.  ma non è cosi'.  meglio il materasso, anzi un posto più sicuro.  date un'occhiata qui. http://dmonax.blogspot.com/2007/10/cos-la-riserva-frazionaria.html   poi leonardo becchetti.  ha studiato qui. – D.Phil. Economics, University of Oxford (technological innovation and finance) SupervisorPhilip Aghion- M.Sc., Economics, London School of Economics (1992-93)anche il altre scuole, tipo tor vergata e la sapienza di roma.  E' membro del Comitato Esecutivo di Econometica (consorzio universitario per gli studi sulla responsabilità sociale d’impresa), di AICCON, presidente del Comitato Etico di Banca Etica dal 2005, della CVX-Italia e della LMS.scusa mazzalai, te la prendi con me?  e di cosa?  tu il video che ho postato manco lo hai visto. ma se quando gli chiedono di signoraggio e banche centrali lui se la ride?  la BCE prestatore di ultima istanza?  BALLE!  leggere qui!  http://www.movisol.org/08news017.htm sempre il nostro eroe dice che no no non si può fare a MENO della riserva frazionaria!  ci vuole.  altrimenti il sistema collasserebbe.  ma vuoi farmi passare x stupido?  mazzalai ti leggo da 1 anno.  e tu, e ti do' ragione al 100% hai sempre detto che è una follia che ci sia una leva finanziaria cosi' enorme.  arrivare a prestare e CREARE DAL NULLA  ( e tremonti sà tutto), anche quelli dell'IDV e pure quelli del PD ( tutti traditori degli, operai e del popolo), anzi come diceva folletto gli svizzeri della DEXIA  sono arrivati ad una leva di 350.  io ci ho parlato con di pietro in persona ok?  sà tutto del furto del signoraggio, ma non fà nulla.  non vuole far  nulla, non gli interessa più.  e pure a quelli del PD.   assolutamente non ne vogliono sapere.  e questi sarebbero quelli che salvano il popolo???  questi sono mooolto peggio di silvio.  sia  prodi che berlusca, sono 2 facce della stessa medaglia.  fate come volete.  vuol dire che state ancora benino.  non siate neanch'ora  in miseria. quanto lo sarete cambierete idea.  GIANNI, ci ho lavorato anch'io in una fabbirca di 400 operai.  una volta erano 1200.  nel 2000 erano 440.  nel 2002 erano 120.  poi hanno chiuso.  ero io e altre 120 famiglie.  lasaciate a piedi.  e i politici sia di sx che di dx se ne sono sbattuti le palle.  ed è dal 2002 che giro come un matto a cercare lavori di m…..  da 2 o 3 mesi.  gianni, vuoi fare uno scambio di vite?  vuoi provare le sofferenze che ho provato io?  non te lo auguro.  il problema è gianni:  che nelle banche i soldi NON CI SONO.   nè i tuoi ,nè i miei, e neanche quelli della tua ditta.  di denaro cartaceo ce nè solo si e no il 5%.  tutto il resto è virtuale!  renditene conto.  io non ce l'ho con la tua fabbrica.  il fatto è che i banchieri LADRI  hanno fatto fessi tutti.  belli e brutti, ricchi e poveri.  behh i ricchi queste cose le sanno e si son fatti furbi.  vedi Kaiman, paradisi fiscali, vedi oro e terreni.  beni veri-reali-toccabili con mano.  vedi gianni, noi siamo ORA non domani, nella condizione che vedrai in questa foto. http://4.bp.blogspot.com/_a9bMGEeoPtU/Sre0v5xLuiI/AAAAAAAACCw/GCUBG0q1cm4/s400/subprime.GIF  ora me ne vado a nanna.  allora votate bene domani, meglio se annullate scheda.     bye bye   DORF   

utente anonimo
Scritto il 27 marzo 2010 at 23:31

ciao giobbe.  ciao a tutti.  non mi pare di  essere cattivo. le cose le sapete anche voi come stanno.  non fate gli struzzi.  giobbe, sei sicuro, ci puoi mettere la mano sul fuoco che le BCC che dici tu non usano il trucco della riserva frazionaria?  se fosse cosi' ce li metto anch'io li' i soldi.  ma non è cosi'.  meglio il materasso, anzi un posto più sicuro.  date un'occhiata qui. http://dmonax.blogspot.com/2007/10/cos-la-riserva-frazionaria.html   poi leonardo becchetti.  ha studiato qui. – D.Phil. Economics, University of Oxford (technological innovation and finance) SupervisorPhilip Aghion- M.Sc., Economics, London School of Economics (1992-93)anche il altre scuole, tipo tor vergata e la sapienza di roma.  E' membro del Comitato Esecutivo di Econometica (consorzio universitario per gli studi sulla responsabilità sociale d’impresa), di AICCON, presidente del Comitato Etico di Banca Etica dal 2005, della CVX-Italia e della LMS.scusa mazzalai, te la prendi con me?  e di cosa?  tu il video che ho postato manco lo hai visto. ma se quando gli chiedono di signoraggio e banche centrali lui se la ride?  la BCE prestatore di ultima istanza?  BALLE!  leggere qui!  http://www.movisol.org/08news017.htm sempre il nostro eroe dice che no no non si può fare a MENO della riserva frazionaria!  ci vuole.  altrimenti il sistema collasserebbe.  ma vuoi farmi passare x stupido?  mazzalai ti leggo da 1 anno.  e tu, e ti do' ragione al 100% hai sempre detto che è una follia che ci sia una leva finanziaria cosi' enorme.  arrivare a prestare e CREARE DAL NULLA  ( e tremonti sà tutto), anche quelli dell'IDV e pure quelli del PD ( tutti traditori degli, operai e del popolo), anzi come diceva folletto gli svizzeri della DEXIA  sono arrivati ad una leva di 350.  io ci ho parlato con di pietro in persona ok?  sà tutto del furto del signoraggio, ma non fà nulla.  non vuole far  nulla, non gli interessa più.  e pure a quelli del PD.   assolutamente non ne vogliono sapere.  e questi sarebbero quelli che salvano il popolo???  questi sono mooolto peggio di silvio.  sia  prodi che berlusca, sono 2 facce della stessa medaglia.  fate come volete.  vuol dire che state ancora benino.  non siate neanch'ora  in miseria. quanto lo sarete cambierete idea.  GIANNI, ci ho lavorato anch'io in una fabbirca di 400 operai.  una volta erano 1200.  nel 2000 erano 440.  nel 2002 erano 120.  poi hanno chiuso.  ero io e altre 120 famiglie.  lasaciate a piedi.  e i politici sia di sx che di dx se ne sono sbattuti le palle.  ed è dal 2002 che giro come un matto a cercare lavori di m…..  da 2 o 3 mesi.  gianni, vuoi fare uno scambio di vite?  vuoi provare le sofferenze che ho provato io?  non te lo auguro.  il problema è gianni:  che nelle banche i soldi NON CI SONO.   nè i tuoi ,nè i miei, e neanche quelli della tua ditta.  di denaro cartaceo ce nè solo si e no il 5%.  tutto il resto è virtuale!  renditene conto.  io non ce l'ho con la tua fabbrica.  il fatto è che i banchieri LADRI  hanno fatto fessi tutti.  belli e brutti, ricchi e poveri.  behh i ricchi queste cose le sanno e si son fatti furbi.  vedi Kaiman, paradisi fiscali, vedi oro e terreni.  beni veri-reali-toccabili con mano.  vedi gianni, noi siamo ORA non domani, nella condizione che vedrai in questa foto. http://4.bp.blogspot.com/_a9bMGEeoPtU/Sre0v5xLuiI/AAAAAAAACCw/GCUBG0q1cm4/s400/subprime.GIF  ora me ne vado a nanna.  allora votate bene domani, meglio se annullate scheda.     bye bye   DORF   

utente anonimo
Scritto il 28 marzo 2010 at 11:31

Qualcuno riesce a capire  o a prevedere l'andamento dei mercati americani nelle prossime settimane?

utente anonimo
Scritto il 28 marzo 2010 at 17:24

Ovvio che se per i noti motivi ,chiamiamoli  "conflitto di interessi",  la politica non vuol intervenire sulla finanza allora dovremo farlo noi.La conseguenza, temuta da  Gianni, dimostra senza tante chiacchiere che i cosiddetti imprenditori lavorano quasi esclusivamente coi soldi delle banche, mentre i loro, chiamiamoli "risparmi", li tengono ben nascosti e al sicuro…PEG

utente anonimo
Scritto il 28 marzo 2010 at 17:54

BUONGIORNO A TUTTI ,RINGRAZIO L’AUTORE DEL BLOG E TUTTI VOI CHE VI POSTATE I COMMENTI PER L’ERUDIZIONE FINANZIARIA CHE MI AVETE COMUNICATO,MA IL SAPERE COME STANNO LE COSE DOPO ORMAI CIRCA DUE ANNI DI APPRENDIMENTO MI HA TOTALMENTE SFINITO, LE PERSONE A CUI CERCO DI ILLUSTRARE LE COSE MI PRENDONO PER IL C..O O ADIRITTURA FORSE PER L’APPRENSIONE SE LA PRENDONO CON ME INOLTRE SONO ORMAI RADICALMENTE CONVINTO CHE CONOSCERE SENZA AVERE LA POSSIBILITA’ DI INTERVENIRE SIA ANCORA PIU’ DELETERIO CHE L’IGNORANZA TANTO VALEVA CONTINUARE A SEGUIRE ASSIDUAMENTE (METAFORA!!!!) IL GRANDE FRATELLO  ALMENO QUANDO ARRIVERA’ IL GRANDE BOOM NON MI SAREI PRECEDENTEMENTE ROVINATO L’ESITENZA, NELLO SPECIFICO SONO PERSONALMENTE CONVINTO CHE OLTRE ACQUISTARE ORO FISICO (ALMENO QUESTO FATTIBILE ANCHE SE CON SPREAD CHE GENERANO PESANTI PERDITE IMMEDIATE) SAREBBE BENE ACQUISTARE TDS DI PAESI COME AUSTRALIA ,CANADA,BRASILE,NORVEGIA MA GURDA CHE STRANO A ME RISULTA’ IMPOSSIBILE ,NESSUNA PIATTAFORMA PERMETTE TALE OPERATIVITA’ E LA MIA SIMPATICA BANCA UNICREDIT NELL’ENNESIMO ATTO DI INFAMIA SE MA CE NE FOSSE STATO BISOGNO PER LA CONFERMA MI DICE CHE L’OPERATIVITA OTC NON E PERMESSA ALLA CLIENTELA RETAIL, CREDO PERMESSA IN ALTRE BANCHE MA A COSTI DISINCENTIVANTI, HO POSTATO LA QUESTIONE SUL FORUM DI FINANAZA FOL MA LI’ ALTRO CHE BUSSINNES IS USUAL SECONDO ME  NEMMENO SI SONO ACCORTI IN CHE SITUAZIONE SIAMO!!!!!!MI RIVOLGO QUINDI A TUTTI VOI PER QUALUNQUE GENERE DI INFORMAZIONE PER LA QUESTIONE SUDDETTA O ALTRE INDICAZIONI PER PERLOMENO CERCARE UNA STRATEGIA DIFENSIVA PER I RISPARMI SUDATI E MAI DERIVATI DA SPECULAZIONE NON MIEI (NON NE HO!!) MA DEI MIEI ANZIANI GENITORI CHE NON POTREBBERO REGGERE UNA NUOVA MAXI SVALUTAZIONE SIMILE A QUELLA DELL’INTRODUZIONE DELL’EURO SENZA ASSICURARSI UNA GRAMA VECCHIAIA. CLAUDIO

Scritto il 28 marzo 2010 at 17:54

SD,non so per quale azienda lavori Gianni ma una sitazione in cui un'azienda ha un livello di indebitamento pari al 25% del fattuato non è "per se" indice di una situazione patologia dal punto di vista industriale.Purtroppo se andiamo a vedere nei portafogli delle società di Priveate Equity di situazioni di questo tipo ne troverete molte ( ed anche molto peggiori) dove società industrialmente sane sono state comprate con la leva finanziaria ed il debito reinserito nel bilancio dopo la fusione per incorporamento con la società comprante. In bilencio troverete una posta attiva denominata goodwill a compensazione del debito.Aziende che sono state vendute più volte si trovano ora insituazioni assurde pur essendo aziende industrialmente sane, con mercati, prodotti, competenze, con un margine operativo di tutto rispetto, flussi di cassa invidiabili.Ma tutto questo rischia di perdersi come lacrime nella pioggia….

utente anonimo
Scritto il 28 marzo 2010 at 19:25

utente anonimo
Scritto il 28 marzo 2010 at 19:25

utente anonimo
Scritto il 28 marzo 2010 at 21:39

Infatti non segnalavo l'indebitamento della mia azienda come patologico, anche perché è in fase di espansione, avendo capito che anche nel settore cartario tra poco resteranno poche realtà a contendersi il mercato.100 milioni di indebitamento oggi costano 3/4 milioni all'anno, con una redditività sul 7% (28 milioni sui 400 di fatturato), è una situazione tranquillamente sostenibile.Il mio intervento era solo per segnalare a cosa porterebbero scelte deficienti come togiere i soldi dalle banche.Gianni

Scritto il 28 marzo 2010 at 22:48

BuonaseraIl Cuculo 69 #42 la mia era solamente una provocazione, se poi le aziende molto grandi oltre che a produrre merci (o qualsiasi altro "prodotto") vogliono anche occuparsi di problemi sociali, di politica e magari anche di stamparsi i soldi!!! ed imporre al Sociale le regole del mercato…….allora siamo proprio "al capolinea"

Posto dei link interessanti….se avete il TEMPO di leggerli:

http://www.vocidallastrada.com/2010/03/i-trucchi-di-wall-sreet.html

http://www.stampalibera.com/?p=10579

E tanto per restare in tema e per rendersi conto di quanto liberi siano i media…….ai tempi della "pulizia" Serba hanno scatenato una guerra per mooolto meno (gli aerei NATO passavano sopra la mia testa giorno e notte…..abito proprio sulla linea Aviano-Kosovo):

http://www.stampalibera.com/?p=10667

SD

Scritto il 28 marzo 2010 at 22:48

BuonaseraIl Cuculo 69 #42 la mia era solamente una provocazione, se poi le aziende molto grandi oltre che a produrre merci (o qualsiasi altro "prodotto") vogliono anche occuparsi di problemi sociali, di politica e magari anche di stamparsi i soldi!!! ed imporre al Sociale le regole del mercato…….allora siamo proprio "al capolinea"

Posto dei link interessanti….se avete il TEMPO di leggerli:

http://www.vocidallastrada.com/2010/03/i-trucchi-di-wall-sreet.html

http://www.stampalibera.com/?p=10579

E tanto per restare in tema e per rendersi conto di quanto liberi siano i media…….ai tempi della "pulizia" Serba hanno scatenato una guerra per mooolto meno (gli aerei NATO passavano sopra la mia testa giorno e notte…..abito proprio sulla linea Aviano-Kosovo):

http://www.stampalibera.com/?p=10667

SD

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
Cambia nuovamente la configurazione del COT Report sullo SP500. Sembra proprio che l'incertezza
Fidelity, il colosso americano di gestione fondi, ha pubblicato lo scorso 12 Ottobre un report,
Occupiamoci ora delle parole di Conte ieri sul Mes, dichiarazioni che cancellano inequivocabilme
Guest post: Trading Room #377. Regna ancora l'incertezza a causa delle tante variabili che stanno
Mercati: apertura positiva in Europa nonostante il rafforzamento delle misure restrittive operate da
Scheda con migliori rendimenti, scadenze, taglio minimo, codice ISIN delle obbligazioni corporate
Passato il venerdì delle scadenze andiamo ad osservare come si sono mossi gli operatori dello speci
  Oggi iniziamo con la criminale decisione di un Governo delegittimato da tempo, sui nos
Analisi Tecnica La trendline rialzista sta lavorando e sembra che il mercato ne tenga conto .. La
Stoxx Giornaliero Buonasera a tutti, diamo uno sguardo alla situazione ciclica e ganniana del