IGLOO IMMOBILIARE, TEMPERATURE POLARI!

Scritto il alle 22:26 da icebergfinanza

Come si legge su Wikipedia, l’ibernazione è quella condizione biologica in cui le funzioni vitali sono ridotte al minimo, il battito cardiaco e il respiro rallentano, il metabilismo si riduce e la temperatura corporea si abbassa.

Sembra proprio che il mercato immobiliare relativo alle nuove abitazioni sia caduto in una sorta di stato di quiescenza, nel quale la sua dinamica è notevolmente rallentata, un lungo letargo nel quale l’organismo si nutre solo della speranza di un nuovo sostegno governativo.

Paradossalmente gli incentivi governativi sembrano aver risvegliato dal lungo terpore il mercato immobiliare delle abitazioni esistenti, sottraendo quindi linfa vitale alle contrattazioni di nuove abitazioni che recentemente hanno stabilito il nuovo record negativo mensile di vendite dal lontano 1966 per quanto riguarda il mese di novembre.

Come abbiamo già visto è fondamentale il contributo che la dinamica delle vendite di nuove abitazioni da all’economia americana, creando occupazione e favorendo tutto l’indotto che circonda il settore edilizio.

E’ importante sottolineare che non si tratta solo di occupazione ma anche di investimenti residenziali che come abbiamo visto hanno contribuito a risollevare in parte le sorti della crescita anemica del PIL del terzo trimestre di quest’anno.

L’ultima revisione degli investimenti residenziali ha contribuito a ridurre l’ultima lettura del PIL, quella definitiva. Ho l’impressione che questa dinamica non mancherà di ammortizzare negativamente, anche il rimbalzo relativo all’ultimo trimestre dell’anno.

Inoltre a differenza della maggioranza degli economisti e degli analisti, ritengo che la crescita definitiva e risottolineo definitiva, dell’ultimo trimestre, difficilmente supererà il 3, massimo 3,5 % con il contributo almeno del 50 % della dinamica degli inventari, dinamica che il prossimo anno, verrà spenta dalla mancanza di una ripresa dei consumi finali. Deleveraging e risparmio, contribuiranno a tenere sotto pressione i consumi. 

Per il prossimo anno le visioni di una crescita intorno al 4/4,5 % assomigliano più all’ennesimo atto di speranza che ad una razionale analisi della situazione reale, una crescita che in realtà prevedo decisamente recessiva ovvero tra l’1 e il 2 %, con la possibilità di assistere nell’ultima parte dell’ anno ad una nuova "double dip recession".

Ma di queste dinamiche dell’ economia e di altre questioni fondamentali ne parleremo insieme in LA QUIETE PRIMA DELLA TEMPESTA, una analisi a tutto campo sulle prospettive macroeconomiche e sui mercati finanziari, dedicata a coloro che hanno contribuito o vorranno contribuire alla navigazione di Icebergfinanza.

Dalle iniziali 430.000 unità comunicate siamo scesi ad una revisione di 400.000 sino al crollo finale che porta il risultato di settembre a 355.000 unità.

This is 11.3 percent (±11.0%) below the revised October rate of 400,000 and is 9.0 percent (±15.3%)* below the November 2008 estimate of 390,000.( Census )

Non solo la revisione diminuisce sensibilmente la precedente rilevazione, ma la percentuale di errore della rilevazione di novembre, ha un margine di errore di un altro 11% in più o in meno. Sarà interessante osservare la dinamica del mese di dicembre, mese storicamente nel quale il numero delle vendite diminuisce drasticamente.

Nel primo semestre o al massimo entro i primi nove mesi del prossimo anno, i fondamentali ritroveranno la giusta considerazione all’interno di un mercato che vive una evidente sovravalutazione fondamentale nell’ordine del 40/50 %.

Alcune evidenti crepe si stanno insinuando tra il sottile ghiaccio  delle agenzie governative, Fannie Mae e Freddie Mac, attuale imponente iceberg alla deriva nei conti pubblici americani, dal quale attraverso i suoi analisti proviene l’allarme di un’improvvisa risalita dei tassi ipotecari trentennali al 6 %. Ripeto per l’ennesima volta la mia curiosità nell’osservare le mosse della Federal Reserve in relazione all’annunciata fine del programma di acquisto dei titoli MBS.

La prossima settimana vedremo da vicino se la dinamica di salita dei prezzi delle abitazioni americane avrà un seguito, anche se alcuni segnali anticipatori sono chiari; l’indice S&P Case/Shiller di martedi rivelerà l’inizio di una nuova tendenza.

Sarà inoltre da osservare nel tempo, entro aprile del prossimo anno, la validità dei defibrillatori immobiliari prorogati dal governo americano, dal credito d’imposta di 8000 dollari ( qualcuno sussurra che questa sarà l’ultima estensione per non assistere alla morte del dio mercato ……chi vivrà, vedrà!) , alle moratorie sui pignoramenti, sino a scrutare un ulteriore segnale che giungerà dalle dinamiche di acquisto del Tesoro americano e della Federal Reserve  dei Mortgage Backed Securities MBS, titoli con sottostante immobiliare, mercato congelatosi nella madre di tutte le crisi.

Suppongo che per i " capitalisti flessibili ", sia affascinante continuare ad assaporare il gusto del successo senza dovere sopportare il dolore del fallimento, utilizzando il contribuente americano come metadone.

Continuando in questo ambiente decisamente glaciale, l’agenzia di rating S&Poors ha degradato ben cinque agenzie di assicurazioni sui mutui in quanto alcune tipologie di mutuo a basso rischio stanno incominciando a sperimentare maggiori perdite.

Vi ricordate quando qualche illuminato analista urlava la circoscrizione del fenomeno subprime, ritenendo i mutui prime assolutamente indenne da qualsiasi contagio….bene ora la Verità e sempre più figlia del tempo, in ogni settore, attraverso ogni dinamica.

L’analista di S&P ha dichiarato che il basso livello di rischio dei mutui americanio con migliore punteggio sono stati e saranno sempre più compromessi continuando ad essere maggiori di quello preventivato. Figuriamoci quando arriverà la seconda ondata di reimpostazioni ARMs e Alt-A aggiungo io.

Sarà inoltre interessante osservare la dinamica all’interno del settore assicurativo, qualunque esso sia, rimasto stranamente e relativamente indenne in questa vera e propria tormenta immobiliare.

Come più volte ricordato, entro i primi giorni del prossimo anno, vedremo insieme a coloro che hanno sostenuto o vorranno sostenere Icebergfinanza, alcune mappe dal punto di vista tecnico e fondamentale  che probabilmente ci aiuteranno a comprendere alcune dinamiche per il prossimo anno, per scegliere in maniera consapevole ognuno la sua rotta in " LA QUIETE PRIMA DELLA TEMPESTA ".

Per coloro che continuano ad osservare, in alcuni commenti presso altri blog,  ( come segnalatomi da alcuni lettori ), che queste analisi " dedicate " sminuiscono la "gratuità" dell’esperienza di Icebergfinanza, ricordo solo che in tre anni di navigazione Icebergfinanza ha condiviso 820 post " liberamente", alcuni dei quali veri e propri poemi, a fronte di una decina di analisi "dedicate". Queste analisi dettagliate sono un ulteriore regalo che io amo condividere con coloro che in questi anni hanno sostenuto anche economicamente il lavoro di analisi e ricerca di questa esperienza.

Ricordo inoltre che spesso per problemi di mail, antispam e mancanza di riferimenti, talvolta le analisi non giungono a destinazione. Non fatevi alcun problema a contattarmi!

Per sostenere ICEBERGFINANZA clicca qui sotto 

 

Icebergfinanza come un cantastorie che si  esibisce nelle strade e nelle piazze delle città!   

La "filosofia" di  Icebergfinanza resta e resterà sempre gratuitamente a disposizione di tutti nella sua "forma artigianale", un momento di condivisione nella tempesta di questi tempi, lascio alla Vostra libertà, il compito di valutare se Icebergfinanza va sostenuto nella sua navigazione attraverso le onde di questo cambiamento epocale!   

Non solo e sempre economia e finanza, ma anche alternative reali da scoprire e ricercare insieme cliccando qui sotto in ……….

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
59 commenti Commenta
Scritto il 28 dicembre 2009 at 08:47

La gente spesso parla"guardando la pagliuzza negli occhi degli altri, non vedendo la gigantesca trave conficcata nel proprio".

Per quanto mi riguardo, sostengo e sosterrò iceberg, come pochi altri blog liberi aperti a tutti, non per le analisi dedicate (che è solo questione di tempo, mai poi vengono condivise attraverso i post, come l’analisi sul mercato immobiliare americano, che è li in bella vista da quanto tempo!!, il post sull’oro ecc…), e non certo perchè metto in dubbio la capacità di donare del Capitano, ma perchè questo Viaggio magistrale è il risultato di una grande passione, che trasuda dalle righe, è lo sforzo unico di una persona sola, mossa da una grande spinta conocitiva…
a me questo basta…e ho deciso di sostenere quetto sforzo.

Spesso, mossi da grande egoismo,  si è solo ingrado di criticare senza offrire mai a nessuno, niente in cambio, per il semplice fatto che non siamo capaci di donare ma solo pretendere, a me questo atteggiamento, non piace…non mi è mai piaciuto!!…

ciascuno poi…faccia ciò che crede…ma almeno..taccia!!!

Grazie Capitano…per il Tuo instancabile lavoro, per le prossime analisi…
è bello ritornare a leggere i tuoi post, dopo questa breve pausa…
che "sofferenza" 

Buona giornata…Buona lavoro
Un grande sorriso
Valentina

utente anonimo
Scritto il 28 dicembre 2009 at 10:01

ciao

Gli aiuti americani mi sembra di avere letto , che sono stati prorogati fino a settembre 2010….e’ vero, pensi che influenzeranno il mercato come nel 2009?

penso che continuero’ tranquillamente a fare la mia piccola donazione…..
muovendomi sul mercato secondo il mio pensiero………

non ho capito se la manifestazione con mercato libero e’ stata una cosa estemporanea, oppure avete dei progetti in comune…..

mi sembrano due blog agli antipodi………….

continua cosi…………………………

ciao

Fabio

Scritto il 28 dicembre 2009 at 10:10

Chinese Premier: No Change to Exchange Rate Policy

The Financial Times quotes Chinese Premier Wen Jiabao as saying: ”We will not yield to any pressure of any form forcing us to appreciate. … The purpose [of these calls for appreciation] is to hold back China’s development."
In recent weeks the demands for China to appreciate its currency in order to help a rebalancing of the global economy have increased to include not only the US and the European Union but also developing nations such as Brazil and Russia.
excerpted with permissionThis is one of the key global imbalances and it looks like China will still not allow their currency to appreciate.
=========================================================

Andrea,

magari sono io che sono un po’ fissato ma continuoa a pensare ed a scrivere che questo è il problema principale dell’economia globale di questi anni. E che non vedremo nessun riequilibrio finchè questo problema non sarò risolto o drasticamente ridotto.

Non ho ancora capito perchè su questo tema passi veloce, quasi senza toccarlo (qualche laconico commento che suona come …lascia stare…) per poi inchiodare l’attenzione sul mercato immobiliare americano le cui storture nascono megli ultimi 12-13 anni per gran parte alimentate da un circolo vizioso di denaro generato per gran parte proprio dalla stortura del cambio Cinese.

an maiora

 

Scritto il 28 dicembre 2009 at 10:10

Chinese Premier: No Change to Exchange Rate Policy

The Financial Times quotes Chinese Premier Wen Jiabao as saying: ”We will not yield to any pressure of any form forcing us to appreciate. … The purpose [of these calls for appreciation] is to hold back China’s development."
In recent weeks the demands for China to appreciate its currency in order to help a rebalancing of the global economy have increased to include not only the US and the European Union but also developing nations such as Brazil and Russia.
excerpted with permissionThis is one of the key global imbalances and it looks like China will still not allow their currency to appreciate.
=========================================================

Andrea,

magari sono io che sono un po’ fissato ma continuoa a pensare ed a scrivere che questo è il problema principale dell’economia globale di questi anni. E che non vedremo nessun riequilibrio finchè questo problema non sarò risolto o drasticamente ridotto.

Non ho ancora capito perchè su questo tema passi veloce, quasi senza toccarlo (qualche laconico commento che suona come …lascia stare…) per poi inchiodare l’attenzione sul mercato immobiliare americano le cui storture nascono megli ultimi 12-13 anni per gran parte alimentate da un circolo vizioso di denaro generato per gran parte proprio dalla stortura del cambio Cinese.

an maiora

 

Scritto il 28 dicembre 2009 at 10:10

Chinese Premier: No Change to Exchange Rate Policy

The Financial Times quotes Chinese Premier Wen Jiabao as saying: ”We will not yield to any pressure of any form forcing us to appreciate. … The purpose [of these calls for appreciation] is to hold back China’s development."
In recent weeks the demands for China to appreciate its currency in order to help a rebalancing of the global economy have increased to include not only the US and the European Union but also developing nations such as Brazil and Russia.
excerpted with permissionThis is one of the key global imbalances and it looks like China will still not allow their currency to appreciate.
=========================================================

Andrea,

magari sono io che sono un po’ fissato ma continuoa a pensare ed a scrivere che questo è il problema principale dell’economia globale di questi anni. E che non vedremo nessun riequilibrio finchè questo problema non sarò risolto o drasticamente ridotto.

Non ho ancora capito perchè su questo tema passi veloce, quasi senza toccarlo (qualche laconico commento che suona come …lascia stare…) per poi inchiodare l’attenzione sul mercato immobiliare americano le cui storture nascono megli ultimi 12-13 anni per gran parte alimentate da un circolo vizioso di denaro generato per gran parte proprio dalla stortura del cambio Cinese.

an maiora

 

Scritto il 28 dicembre 2009 at 10:10

Chinese Premier: No Change to Exchange Rate Policy

The Financial Times quotes Chinese Premier Wen Jiabao as saying: ”We will not yield to any pressure of any form forcing us to appreciate. … The purpose [of these calls for appreciation] is to hold back China’s development."
In recent weeks the demands for China to appreciate its currency in order to help a rebalancing of the global economy have increased to include not only the US and the European Union but also developing nations such as Brazil and Russia.
excerpted with permissionThis is one of the key global imbalances and it looks like China will still not allow their currency to appreciate.
=========================================================

Andrea,

magari sono io che sono un po’ fissato ma continuoa a pensare ed a scrivere che questo è il problema principale dell’economia globale di questi anni. E che non vedremo nessun riequilibrio finchè questo problema non sarò risolto o drasticamente ridotto.

Non ho ancora capito perchè su questo tema passi veloce, quasi senza toccarlo (qualche laconico commento che suona come …lascia stare…) per poi inchiodare l’attenzione sul mercato immobiliare americano le cui storture nascono megli ultimi 12-13 anni per gran parte alimentate da un circolo vizioso di denaro generato per gran parte proprio dalla stortura del cambio Cinese.

an maiora

 

Scritto il 28 dicembre 2009 at 10:54

Carissimo Fabio, non so se i due blog hanno progetti in comune, sinceramente non è che la cosa mi interessi più di tanto, ma ci tenevo manifestare la mia contentezza ed entusiasmo proprio per aver potuto assistere ad un Civile…più che civile ed anche ironico, confronto tra due persone, proprio agli antipodi, due persone molto, molto diverse tra loro, ma dotate di grande apertura umana e mentale, ed è proprio dal confronto con le rispettive diversità che, ritengo si possa crescere.
E li ne abbiamo avuto un chiaro ed inequivocabile, esempio.

Questo per dire, che spero proprio, compatibilmente con i Vostri impegni, che non sia un episodio estemporaneo, ma solo l’inizio di un lungo cammino e confronto al di fuori da questa realtà virtuale, che poi cosi’ virtuale non è!

p.s Il momento più bello ed intenso, del fermo forzato di questi giorni, a parte l’aver risentito tanti amici di Trento e di Assisi, e mia nipote che si è appropriata del computer per voler essere in questi giorni dei nostri… è stato quando ho “propinato” a parenti, il DVD dell’incontro ad Assisi, che Roberto sta terminando, a me è piaciuto molto, e non posso far altro che confermare ciò che dico spesso: non posso che essere enormemente felice di avervi incrociato nel mio cammino e di essere imbarcata su questo veliero, non potrebbe essere proprio diversamente!

Valentina

utente anonimo
Scritto il 28 dicembre 2009 at 11:07

Credo che il vero pericolo del 2010 sarà il probabile default di uno stato sovrano.Dopo il fallimento di Lheman nel 2008 e di General Motor nel 2009  se non si vuol lasciare  fallire banche , assicurazioni e mutuatari insolventi il mercato  sicuramente troverà un’altra vittima da sacrificare.

utente anonimo
Scritto il 28 dicembre 2009 at 18:08

Ciaoooooo Vale!!!!
So in effetti di essere stato ultimamente abbastanza assente (in tutti i sensi…) ma sappi che anche se non commento, leggo sempre con piacere i post di Andrea e i relativi commenti. Quindi anche se nella "sentina" continuo a viaggiare insieme a voi….
Tra l’altro, sempre a proposito di navigare, "ho scoperto" un blog (economiaincrisi.blogspot.com) di un altro ragazzo che si fa chiamare "Il cigno nero". Senza nulla togliere al blog in questione e a maggiore ragione che sul soprannome non c’è il mio copyright, ci tengo a precisare che non sono io.
Visto che scrive anche lui di temi talvolta simili a quelli di Andrea vorrei evitare spiacevoli incomprensioni….
Se ho qualcosa da dire, cerco nel limite del possibile di postare qualche commento e non di aprire altri blog visto che oramai la lista dei miei feed RSS occupa tutto lo schermo e quindi faccio già fatica a leggere i post degli altri.
Proprio x evitare ulteriori casi di omonimie e visto che sono modenese (come molti altri della ciurma…) d’ora in poi mi firmerò il Cigno gialloblu.

Un augurio a tutti voi e alle vostre famiglie di un sereno 2010 colmo di amore, pace e armonia!!! Nella speranza che lo Spirito Santo illumini le menti di chi ci guida…

Il Cigno Gialloblu (ex-nero)

utente anonimo
Scritto il 28 dicembre 2009 at 18:41

anch’io mi aspetto per metà 2010 , o prima dei mondiali o dopo la finalissima di calcio, cioè verso la fine di luglio un significativo riallineamento delle borse verso il basso, SP500 a 800 .

giobbe1971

Scritto il 28 dicembre 2009 at 18:48

Bene bene…Il Cigno GialloBlu (ex-nero), un pò di colore ci voleva…continua a seguirci e non ci abbandonare…andrò a vedere il sito che hai segnalato..mi è famigliare..ma non ricordo bene….
Tanta serenità anche a  te!…
La cucina regionale è in comune…non sono poi tanto lontana da Modena…
In tanti, e penso con gioia, ci siamo conosciuti, pensi un giorno di uscire dall’anonimato!?

Navighiamo…Navighiamo
Valentina

utente anonimo
Scritto il 28 dicembre 2009 at 22:44

Si Giobbe ho pesato anch’io che ci sarà uno scivolone del 13,74% dell’ S&P 500 verso la fine del primo tempo della finale di Champions League.
Se poi si dovesse andare ai rigori… un macello…

utente anonimo
Scritto il 28 dicembre 2009 at 23:00

egr. sig. Mazzalai , non mai sentito tanta arroganza e autocompiacimento, sarei curioso di sapere da dove Le arriva tanta boria,
le cose che scrive oltre che prive di senso logico sono l’evidente frutto di un collage mal riuscito con conclusioni a dir poco fantascientifiche, sto pensand di inviare una lettera a Consob per verificare gli aspetti legali di una forma di consulenza finanziaria occulta (non che distorta) e con chiare finalità di lucro

Dott. Minotti

Scritto il 28 dicembre 2009 at 23:09

Egregio Dott. Minotti

http://www.youtube.com/watch?v=EFf31xr-dTQ&feature=related

ad maiora

Scritto il 28 dicembre 2009 at 23:09

Egregio Dott. Minotti

http://www.youtube.com/watch?v=EFf31xr-dTQ&feature=related

ad maiora

Scritto il 28 dicembre 2009 at 23:09

Egregio Dott. Minotti

http://www.youtube.com/watch?v=EFf31xr-dTQ&feature=related

ad maiora

Scritto il 28 dicembre 2009 at 23:09

Egregio Dott. Minotti

http://www.youtube.com/watch?v=EFf31xr-dTQ&feature=related

ad maiora

utente anonimo
Scritto il 28 dicembre 2009 at 23:54

hei dott. minotti, tu fai parte di questi qui?? datti una svegliata, o finora hai vissuto sotto un cavolo?? sveggllliiaaa!!!!! vedi qui. http://www.youtube.com/watch?v=JaiyZgroVD0

utente anonimo
Scritto il 29 dicembre 2009 at 00:25

Dott. Minotti….dottore in chè……in mi scappa da ridere

Nonno Carpe Diem

utente anonimo
Scritto il 29 dicembre 2009 at 01:07

http://www.financialsense.com/fsn/main.php

Un bel dibattito tra deflazionisti ed inflazionisti

Il Folletto

Scritto il 29 dicembre 2009 at 06:14

Caro Cuculo, non è che ignoro l’argomento, ma vi sono dinamiche che difficilmente possono essere cambiate, specialmente quando ormai la cresta di neve si è staccata dalla sommità e si è trasformata in valanga anche grazie al passaggio dell’incauti sciatori americani che l’ hanno provocata. http://www.ft.com/cms/s/0/3069c326-f2e5-11de-a888-00144feab49a.html?catid=6&SID=google.

Interessante Folletto, anche se preferisco ascoltare ed imparare da altri interlocutori, talvolta alcuni oscuri e nascosti analisti ed economisti degli uffici studi delle varie Federal Reserve regionali capaci di analisi talvolta illuminanti. Prechter e Faber talvolta sono troppo estremisti per i miei gusti.

Ad esempio ho appena letto alcune riflessioni provenienti da un analista di Morgan Stanley che prevede tassi ipotecari trentennali in salita sino a quasi l’ 8 % e rendimenti esplosivi per i decennali al 5,5 % in aumento del 40 % il prossimo anno………..benedetta madre di tutte le crisi non hai insegnato proprio nulla!

Buona giornata Andrea

Scritto il 29 dicembre 2009 at 06:14

Caro Cuculo, non è che ignoro l’argomento, ma vi sono dinamiche che difficilmente possono essere cambiate, specialmente quando ormai la cresta di neve si è staccata dalla sommità e si è trasformata in valanga anche grazie al passaggio dell’incauti sciatori americani che l’ hanno provocata. http://www.ft.com/cms/s/0/3069c326-f2e5-11de-a888-00144feab49a.html?catid=6&SID=google.

Interessante Folletto, anche se preferisco ascoltare ed imparare da altri interlocutori, talvolta alcuni oscuri e nascosti analisti ed economisti degli uffici studi delle varie Federal Reserve regionali capaci di analisi talvolta illuminanti. Prechter e Faber talvolta sono troppo estremisti per i miei gusti.

Ad esempio ho appena letto alcune riflessioni provenienti da un analista di Morgan Stanley che prevede tassi ipotecari trentennali in salita sino a quasi l’ 8 % e rendimenti esplosivi per i decennali al 5,5 % in aumento del 40 % il prossimo anno………..benedetta madre di tutte le crisi non hai insegnato proprio nulla!

Buona giornata Andrea

Scritto il 29 dicembre 2009 at 06:14

Caro Cuculo, non è che ignoro l’argomento, ma vi sono dinamiche che difficilmente possono essere cambiate, specialmente quando ormai la cresta di neve si è staccata dalla sommità e si è trasformata in valanga anche grazie al passaggio dell’incauti sciatori americani che l’ hanno provocata. http://www.ft.com/cms/s/0/3069c326-f2e5-11de-a888-00144feab49a.html?catid=6&SID=google.

Interessante Folletto, anche se preferisco ascoltare ed imparare da altri interlocutori, talvolta alcuni oscuri e nascosti analisti ed economisti degli uffici studi delle varie Federal Reserve regionali capaci di analisi talvolta illuminanti. Prechter e Faber talvolta sono troppo estremisti per i miei gusti.

Ad esempio ho appena letto alcune riflessioni provenienti da un analista di Morgan Stanley che prevede tassi ipotecari trentennali in salita sino a quasi l’ 8 % e rendimenti esplosivi per i decennali al 5,5 % in aumento del 40 % il prossimo anno………..benedetta madre di tutte le crisi non hai insegnato proprio nulla!

Buona giornata Andrea

Scritto il 29 dicembre 2009 at 06:14

Caro Cuculo, non è che ignoro l’argomento, ma vi sono dinamiche che difficilmente possono essere cambiate, specialmente quando ormai la cresta di neve si è staccata dalla sommità e si è trasformata in valanga anche grazie al passaggio dell’incauti sciatori americani che l’ hanno provocata. http://www.ft.com/cms/s/0/3069c326-f2e5-11de-a888-00144feab49a.html?catid=6&SID=google.

Interessante Folletto, anche se preferisco ascoltare ed imparare da altri interlocutori, talvolta alcuni oscuri e nascosti analisti ed economisti degli uffici studi delle varie Federal Reserve regionali capaci di analisi talvolta illuminanti. Prechter e Faber talvolta sono troppo estremisti per i miei gusti.

Ad esempio ho appena letto alcune riflessioni provenienti da un analista di Morgan Stanley che prevede tassi ipotecari trentennali in salita sino a quasi l’ 8 % e rendimenti esplosivi per i decennali al 5,5 % in aumento del 40 % il prossimo anno………..benedetta madre di tutte le crisi non hai insegnato proprio nulla!

Buona giornata Andrea

utente anonimo
Scritto il 29 dicembre 2009 at 07:38

Perdoni dr Minotti, ma prima di scrivere certe cose perchè non legge ciò che appare sulla sinistra delle pagine del blog del Mazzalai e che per sua comodità le riporto qui di seguito:

Nome: ANDREA MAZZALAI
Questo Blog …NON vuole essere assolutamente una rubrica del tipo “ CONSIGLI AI NAVIGANTI QUINDI…. NON SI DANNO CONSIGLI OPERATIVI!!!!” ma semplicemente un diario di bordo,uno strumento,

Lei sa vero che la diffamazione viene punita ?
luigiza

Scritto il 29 dicembre 2009 at 08:49

La cattiveria e la malattia dell’animo umano non ha limiti caro Dott. Minotti, che poi dillo… sei sempre il solito vero!?
Cos’è una crociata personale contro Andrea!?
Deve averti "pestato" i piedi e tu questo non lo tolleri!!!
Il problema è Tuo, ma almeno abbi il coraggio di giocare a carte scoperte…
Cosa ti ha fatto Mazzalai…cosa Ti ha fatto!???

Il tuo odio perchè è odio, trasuda da ogni tua riga…ed i commenti che girano, firmati o no, sono sempre gli stessi.

Dott. ssa in Cucina, esistenzialista, nutrizionista, appassionata di economia, storica, contemplatrice del cielo, amante della natura…a volte non dell’uomo…ma la speranza in un suo ravvedimento rimane!
Valentina

P.s  Mi perdoni…se non sono sufficientemente alla sua altezza dott.!?
Non so se ridere o piangere!
ma di fronte a certi commenti, non ho nemmeno più lacrime!
Che tristezza, che tristezza,  l’infima bassezza dell’animo umano è infinita.

Buona giornata
Valentina

Scritto il 29 dicembre 2009 at 08:52

Andrea,
scusa ma dal punto di vista di "cosa si puo’ fare" direi che sulla dinamica immobiliare USA si può avere l’attegiamento dell’astronomo… osservare.. E basta.

Per quanto riguarda i cambi invece si porebbe nervenire. Depo Bretton Wood gli USA hanno obbligato , e rapidaente, gli europei a disconnettere i loro cambi dal dollro. Similimente con lo Yen dopo gliccordi del Plaza.

Credo invece che tu non sottolinei questo punto perchè ha più rispetto per i "poveri lavoratori formiche cinesi" che per le "cicale americane"

Io invece credo che scientemente i cinesi stiano persegunto un modello di crescita che sta sfaciando il sistema economico mondiale purtroppo ben suportati dalla stupidità del popolo americano (ed anche un po’ dagli europei che si sono accodati)

Io oggi sono favorevole alla GUERRA commerciale che  limiti pesantemente lo sviluppo cinese rispetto al modelo attuale.Esattamente come dice il primo ministro cinese. 

Un paese di 1300 miioni di perose non può passare dal medioevo all’era post moderna i 25 anni senza scassare tutto il sistema economico globale.
E mi rendo conto che in questa affermazione non c’è nulla di solidale.

utente anonimo
Scritto il 29 dicembre 2009 at 10:24

@18
Non lasciare fare questo o quello ai Cinessuona un po’ ipocrita, dopo tutto quello che hanno combinato le nostre societa’ cosiddette civili in giro per il mondo.
In definitiva, la Cina fa quello che fa perche’ puo’ farlo, e lo fara’, il dominio totale ormai e’ sfuggito di mano agli USA, ormai dipendente per un verso o per un altro da almeno una decina di altre nazioni, nazioni che non puo’ nemmeno lontanamente sognare di minacciare o invadere (ci ha provato con l’Iraq, la preda migliore, e come vedete sono impantanati in una guerra divoratrice di risorse da dieci anni).

Obama credo lo abbia capito: essendo l’impero Americano oramai in una fase di declino progressivo (la sua epoca d’oro durata dieci anni ormai alle spalle) , deve decidere se gestirlo alla maniera dell’impero romano d’occidente (estremamente fallimentare) o alla maniera dell’impero romano d’oriente (di grande successo). Quindi, diplomazia assoluta, graduale disimpegno e riduzione dell’estensione militare, ristrutturazione e progressiva fusione con l’esterno.
Non prevedo quindi guerre di alcun tipo con la cina, perch’ i danni sarebbero di gran lunga superiori ai benefici.

La Cina si affaccia prepotentemente, e nono poteva essere altrimenti, un miliardo e passa di esseri umani prima o poi devono far sentire il loro peso, la liberazione dai vincoli esterni forse ha generato un moto esplosivo, ma non ci si poteva attendere niente di meno, dato i numeri enormi in gioco.

la mia personale opinione e’ che la cina sia arrivata al banchetto quando ormai le portate migliori sono finite (sto parlando di energia). La cina dovra’ gestire la sua crescente potenza in un contesto di decrescita generalizzata , e parlando di decrescita non sto parlando di una scelta , ma di un fatto imposto dalla natura degli approvvigionamenti energetici su cui basiamo il nostro "progresso".

Saluti

utente anonimo
Scritto il 29 dicembre 2009 at 10:31

Nel post #19 ho fimenticato di firmare

Saluti
Phitio

utente anonimo
Scritto il 29 dicembre 2009 at 10:47

Come più volte ricordato, entro i primi giorni del prossimo anno, vedremo insieme a coloro che hanno sostenuto o vorranno sostenere Icebergfinanza, alcune mappe dal punto di vista tecnico e fondamentale  che probabilmente ci aiuteranno a comprendere alcune dinamiche per il prossimo anno, per scegliere in maniera consapevole ognuno la sua rotta in la quiete prima della tempesta

————————————————-

questa ai sensi della direttiva MIFID si configura come consulenza a pagamento.

ahi ahi ahi

utente anonimo
Scritto il 29 dicembre 2009 at 11:31

Car signor X del post #21, mai sentito parlare di donazioni?

In ogni caso, poco mi perturbo per le sue osservazioni. E’ chiaro come il sole che lei ha dei problemi con il signor Mazzalai.

Mi faccia sapere cosa ha da dire la Consob in risposta alla sua lettera di denuncia che non credo manchera’ di inviare.

Quando e se la Consob si risvegliera’ dal suo letargo ultradecennale.

Avrei qualche cosina da chiedere loro riguardo l’omesso lavoro di vigilanza (partendo dai Cirio, passando dai Parmalat per finire a pattichiari). Se fossero gente onesta, avrebbero chiuso bottega. Ma non sono gente onesta.

Il mio defunto suocero buonanima era un revisore di conti facente parte del fisco, era parecchio in alto nella gerarchia (prima di lasciare dopo 20 anni di lavoro e mettersi per altri 20 nel settore privato delle revisioni di bilancio: conosceva quidni entrambi i lati della questione), e mi ha detto che era IMPOSSIBILE non accorgersi di nulla, stante la normativa esistente sulle dichiarazioni contabili.

Si tenga stretta la sua Consob, signor X, solo i rubagalline sono in grado di perseguire, quelli la’ :):)
Ovviamente non considero Mazzalai un rubagalline, giusto per precisare :-D
Saluti
Phitio

utente anonimo
Scritto il 29 dicembre 2009 at 11:47

x7 GIOBBE
Giustissima la tua osservazione, infatti è ben nota la ricorrente coincidenza per cui le borse toccano il max (assoluto o relativo) nell’anno dei mondiali di calcio, pertanto l’ironia del n.9 è inopportuna.

Scritto il 29 dicembre 2009 at 12:07

Buon anonimo #21
non so se è ancora l’egregio dott.Minotti che si è dimenticato di firmare o il cretino che mi voleva denunciare (qualche giorno fa) per istigazione alla violenza) .
In ogni caso la ricetta è sempre la stessa

http://www.youtube.com/watch?v=EFf31xr-dTQ&feature=related

saluti

Scritto il 29 dicembre 2009 at 12:14

Giobbe & #23

ma dove le prendete le serie storiche di borsa sull’annuario della Panini?

utente anonimo
Scritto il 29 dicembre 2009 at 12:30

guarda nel 90-94-98- 2002 , ad esempio nel 2002 max a marzo e poi giù verso i minimi di ottobre.
Nel 2006 invece  la bolla ha spinto le borse fino all’anno successivo.
Ripeto è cosa risaputa, lo stesso 24h ne aveva parlato, indicando la causa nel traino sport-economia.

Scritto il 29 dicembre 2009 at 14:05


L’uomo non conosce né l’amore né l’odio; davanti a lui tutto è vanità. (Ecclesiaste)


L’ingratitudine è figlia della superbia, e uno dei peggiori peccati che si conosca.
Don Chisciotte.

E’ sempre lui Il Cucolo ha seminato talmente tante rancorose "scemenze" e "castronerie" in questo viaggio, che leggendo i suoi commenti mi dispiace di appartenere al genere umano!

E che p…"uomo piombo"!!!
Perche non sei venuto ad Assisi, perchè non ti sei presentato li e con il microfo in mano ed hai espresso ciò che pensi…perchéé!!??’
ahi ahi ahi ahi ahi ahi ahi !!!

Perchè bisogna essere civili ed avere gli "attributi", ciò che non sei e non hai!!!
Ma vai da un’altra parte…senti cosa vuoi!!!????cosa vuoi!!!
Ma vai da un’altra parte!!!
Valentina

Scritto il 29 dicembre 2009 at 14:05


L’uomo non conosce né l’amore né l’odio; davanti a lui tutto è vanità. (Ecclesiaste)


L’ingratitudine è figlia della superbia, e uno dei peggiori peccati che si conosca.
Don Chisciotte.

E’ sempre lui Il Cucolo ha seminato talmente tante rancorose "scemenze" e "castronerie" in questo viaggio, che leggendo i suoi commenti mi dispiace di appartenere al genere umano!

E che p…"uomo piombo"!!!
Perche non sei venuto ad Assisi, perchè non ti sei presentato li e con il microfo in mano ed hai espresso ciò che pensi…perchéé!!??’
ahi ahi ahi ahi ahi ahi ahi !!!

Perchè bisogna essere civili ed avere gli "attributi", ciò che non sei e non hai!!!
Ma vai da un’altra parte…senti cosa vuoi!!!????cosa vuoi!!!
Ma vai da un’altra parte!!!
Valentina

Scritto il 29 dicembre 2009 at 14:05


L’uomo non conosce né l’amore né l’odio; davanti a lui tutto è vanità. (Ecclesiaste)


L’ingratitudine è figlia della superbia, e uno dei peggiori peccati che si conosca.
Don Chisciotte.

E’ sempre lui Il Cucolo ha seminato talmente tante rancorose "scemenze" e "castronerie" in questo viaggio, che leggendo i suoi commenti mi dispiace di appartenere al genere umano!

E che p…"uomo piombo"!!!
Perche non sei venuto ad Assisi, perchè non ti sei presentato li e con il microfo in mano ed hai espresso ciò che pensi…perchéé!!??’
ahi ahi ahi ahi ahi ahi ahi !!!

Perchè bisogna essere civili ed avere gli "attributi", ciò che non sei e non hai!!!
Ma vai da un’altra parte…senti cosa vuoi!!!????cosa vuoi!!!
Ma vai da un’altra parte!!!
Valentina

Scritto il 29 dicembre 2009 at 14:05


L’uomo non conosce né l’amore né l’odio; davanti a lui tutto è vanità. (Ecclesiaste)


L’ingratitudine è figlia della superbia, e uno dei peggiori peccati che si conosca.
Don Chisciotte.

E’ sempre lui Il Cucolo ha seminato talmente tante rancorose "scemenze" e "castronerie" in questo viaggio, che leggendo i suoi commenti mi dispiace di appartenere al genere umano!

E che p…"uomo piombo"!!!
Perche non sei venuto ad Assisi, perchè non ti sei presentato li e con il microfo in mano ed hai espresso ciò che pensi…perchéé!!??’
ahi ahi ahi ahi ahi ahi ahi !!!

Perchè bisogna essere civili ed avere gli "attributi", ciò che non sei e non hai!!!
Ma vai da un’altra parte…senti cosa vuoi!!!????cosa vuoi!!!
Ma vai da un’altra parte!!!
Valentina

Scritto il 29 dicembre 2009 at 15:31

Con questa precisione puoi correlare qulsiasi evento anche i centimetri di neve in val Pusteria al 29 Febbraio degli anni bisestili con l’indice di Hong-Kong.
Con le opportune correzioni … s’intende.

Scritto il 29 dicembre 2009 at 16:16

 Cari compagni di viaggio,

i dottori che si sono imbarcati su questo veliero dovrebbero essere messi in cambusa a pelar patate ed a lavare i pentoloni…………così la loro vanità verrebbe un poco messa a freno,visto che da soli non sono capaci di umiltà!!!

Dottore dei miei stivali, come dice bene Valentina,la prossima volta fatti presente e fatti conoscere, magari scendendo dallo scranno, ne guadagneresti di certo,gli amici si conquistano con l’umiltà e non con l’arroganza e tu già solo firmandoti presenti un biglietto da visita che tiene lontano chicchessia.

Se non vuoi restare solo,cambia amico mio, cambia che forse sei ancora in tempo!.
Veramente il termine giusto è "trasformati"………….
Vivendo nel rispetto del prossimo e migliorando se stesso l’uomo (e la donna) possono trasformarsi.

Ti auguro di trovare molto carbone nella calza della befana,così forse rifletterai un poco su te stesso e potresti provare a cominciare a trasformare la tua arroganza in qualcosa di accettabile, ponendoti in discussione ma con rispetto!!!!

I "TUNONSAICHISONOIO"  stonano su questo veliero, mamma come stonano.

auguri da una vecchia befana ( anticipo il tuo giudizio ) 

utente anonimo
Scritto il 29 dicembre 2009 at 17:18

cucoko vabbene la guerra allla cina però…………….come mai i parchi occidentali producono in cina e poi vendono al mercato interno con prezzi stratosferici e guadagni altrettanto stratosferici………questo per dire dire che ad un analisi appena appena non superficiale ci si renderebbe conto che il problema non stà nella cina ma da qualche altra parte….forse forse nel modello capitalista occidentale direi. quindi in un certo senso il male è interno e lo si proietta esternamente ……………
infatti penso che l”unica SANA soluzione sia la decrescita …….ma tale decrescita dovrebbe essere elaborata come modello culturale dall’occidente in primis   problema???
e occhio che in giro su questo territorio ci sono un sacco di specchietti per le allodole

utente anonimo
Scritto il 29 dicembre 2009 at 17:39

la natura comanda
non starà ad aspettare che il mondo si decida per la decrescita
per cui, se gli uomini oltrepasseranno il limiti, che la natura ha dato loro, la natura stessa da un giorno all’altro ci presenterà un "naturale conto"………e questo bill non prevede sconti
in sostanza ci spazzerà via perchè il cancro del pianeta è l’uomo
sarebbe bene ritornare neii ranghi
perchè gli elementi sono infinitamente più forte dell’uomo fodd’anche di tutti gli uomini del mondo

utente anonimo
Scritto il 29 dicembre 2009 at 21:28

Buonasera

Altro che decrescita…..meglio che non scriva cosa ci vorebbe. Posto dei link dove mostrano una piccola parte delle conseguenze create dall’attuale economia del superfluo, dell’inutile e delle scelte industriali imposte per legge magari con la pretesa di essere "igeniche".

Infatti osservando le varie immagini che ho postato ho notato una bottiglia di plastica particolare che avevo buttato mesi fà hehehehe….chissà come ha fatto a finire nel Pacifico????

http://www.stampalibera.com/?p=7855#more-7855

http://images.google.it/images?sourceid=navclient&hl=it&rlz=1T4SUNC_itIT358IT359&q=isola+di+plastica.&um=1&ie=UTF-8&ei=22I6S82DNpuJsAaT9Lm5Bw&sa=X&oi=image_result_group&ct=title&resnum=1&ved=0CBIQsAQwAA

http://images.google.it/images?sourceid=navclient&hl=it&rlz=1T4SUNC_itIT358IT359&q=Pacific+Trash+Vortex&um=1&ie=UTF-8&ei=RWM6S-jTFpXgsAbOx6jnCg&sa=X&oi=image_result_group&ct=title&resnum=1&ved=0CBMQsAQwAA

http://www.disinformazione.it/mare_di_plastica.htm

http://www.architetturaecosostenibile.it/materiali/smaltimento-e-riciclo/la-plastica-invade-il-pianeta-rinvenuto-un-vero-e-proprio-continente-di-rifiuti-in-mare-pacific-tr.html

http://www.reset-italia.net/2009/08/21/cera-una-volta-the-pacific-trash-vortex/

Volendo si possono trovare molte altre informazioni anche in inglese…..volendo "vedere"

SD

utente anonimo
Scritto il 29 dicembre 2009 at 21:28

Buonasera

Altro che decrescita…..meglio che non scriva cosa ci vorebbe. Posto dei link dove mostrano una piccola parte delle conseguenze create dall’attuale economia del superfluo, dell’inutile e delle scelte industriali imposte per legge magari con la pretesa di essere "igeniche".

Infatti osservando le varie immagini che ho postato ho notato una bottiglia di plastica particolare che avevo buttato mesi fà hehehehe….chissà come ha fatto a finire nel Pacifico????

http://www.stampalibera.com/?p=7855#more-7855

http://images.google.it/images?sourceid=navclient&hl=it&rlz=1T4SUNC_itIT358IT359&q=isola+di+plastica.&um=1&ie=UTF-8&ei=22I6S82DNpuJsAaT9Lm5Bw&sa=X&oi=image_result_group&ct=title&resnum=1&ved=0CBIQsAQwAA

http://images.google.it/images?sourceid=navclient&hl=it&rlz=1T4SUNC_itIT358IT359&q=Pacific+Trash+Vortex&um=1&ie=UTF-8&ei=RWM6S-jTFpXgsAbOx6jnCg&sa=X&oi=image_result_group&ct=title&resnum=1&ved=0CBMQsAQwAA

http://www.disinformazione.it/mare_di_plastica.htm

http://www.architetturaecosostenibile.it/materiali/smaltimento-e-riciclo/la-plastica-invade-il-pianeta-rinvenuto-un-vero-e-proprio-continente-di-rifiuti-in-mare-pacific-tr.html

http://www.reset-italia.net/2009/08/21/cera-una-volta-the-pacific-trash-vortex/

Volendo si possono trovare molte altre informazioni anche in inglese…..volendo "vedere"

SD

utente anonimo
Scritto il 29 dicembre 2009 at 21:28

Buonasera

Altro che decrescita…..meglio che non scriva cosa ci vorebbe. Posto dei link dove mostrano una piccola parte delle conseguenze create dall’attuale economia del superfluo, dell’inutile e delle scelte industriali imposte per legge magari con la pretesa di essere "igeniche".

Infatti osservando le varie immagini che ho postato ho notato una bottiglia di plastica particolare che avevo buttato mesi fà hehehehe….chissà come ha fatto a finire nel Pacifico????

http://www.stampalibera.com/?p=7855#more-7855

http://images.google.it/images?sourceid=navclient&hl=it&rlz=1T4SUNC_itIT358IT359&q=isola+di+plastica.&um=1&ie=UTF-8&ei=22I6S82DNpuJsAaT9Lm5Bw&sa=X&oi=image_result_group&ct=title&resnum=1&ved=0CBIQsAQwAA

http://images.google.it/images?sourceid=navclient&hl=it&rlz=1T4SUNC_itIT358IT359&q=Pacific+Trash+Vortex&um=1&ie=UTF-8&ei=RWM6S-jTFpXgsAbOx6jnCg&sa=X&oi=image_result_group&ct=title&resnum=1&ved=0CBMQsAQwAA

http://www.disinformazione.it/mare_di_plastica.htm

http://www.architetturaecosostenibile.it/materiali/smaltimento-e-riciclo/la-plastica-invade-il-pianeta-rinvenuto-un-vero-e-proprio-continente-di-rifiuti-in-mare-pacific-tr.html

http://www.reset-italia.net/2009/08/21/cera-una-volta-the-pacific-trash-vortex/

Volendo si possono trovare molte altre informazioni anche in inglese…..volendo "vedere"

SD

utente anonimo
Scritto il 29 dicembre 2009 at 21:28

Buonasera

Altro che decrescita…..meglio che non scriva cosa ci vorebbe. Posto dei link dove mostrano una piccola parte delle conseguenze create dall’attuale economia del superfluo, dell’inutile e delle scelte industriali imposte per legge magari con la pretesa di essere "igeniche".

Infatti osservando le varie immagini che ho postato ho notato una bottiglia di plastica particolare che avevo buttato mesi fà hehehehe….chissà come ha fatto a finire nel Pacifico????

http://www.stampalibera.com/?p=7855#more-7855

http://images.google.it/images?sourceid=navclient&hl=it&rlz=1T4SUNC_itIT358IT359&q=isola+di+plastica.&um=1&ie=UTF-8&ei=22I6S82DNpuJsAaT9Lm5Bw&sa=X&oi=image_result_group&ct=title&resnum=1&ved=0CBIQsAQwAA

http://images.google.it/images?sourceid=navclient&hl=it&rlz=1T4SUNC_itIT358IT359&q=Pacific+Trash+Vortex&um=1&ie=UTF-8&ei=RWM6S-jTFpXgsAbOx6jnCg&sa=X&oi=image_result_group&ct=title&resnum=1&ved=0CBMQsAQwAA

http://www.disinformazione.it/mare_di_plastica.htm

http://www.architetturaecosostenibile.it/materiali/smaltimento-e-riciclo/la-plastica-invade-il-pianeta-rinvenuto-un-vero-e-proprio-continente-di-rifiuti-in-mare-pacific-tr.html

http://www.reset-italia.net/2009/08/21/cera-una-volta-the-pacific-trash-vortex/

Volendo si possono trovare molte altre informazioni anche in inglese…..volendo "vedere"

SD

utente anonimo
Scritto il 29 dicembre 2009 at 21:49

22 – effetivamente si parla di donazioni, consulenza in cambio di donazioni o meglio elemosina, o accattonaggio.
anche quest’ultimo comunque è un reato.

utente anonimo
Scritto il 29 dicembre 2009 at 21:51

x Dott. Minotti , MENO MALE CHE SILVIO C’E’ !!!!
vada nel partito dell’AMORE !!!  non stia qua, in questo blog …perde il suo prezioso tempo.  legga l’autorevole Sole24ore, o il Corriere della Sera o ilGiornale.
il suo intervento è il tentativo di oscurare la LIBERA INFORMAZINE, la LIBERA CRITICA  CON INTIMIDAZIONI DI VARIO GENERE.

come consideriamo i vari report di analisti di Banche d’affari che quotidianamente vengono pubblicati e diffusi da quotidiani ???
per me, sono Manipolazioni del mercato borsistico, il vecchio reato di aggiotaggio societario…. prima si lanciono rumors e voci … e poi arriva la notizia …intanto le azioni si muoivono…uhmmm ?? che bello!!! vero???

la Mifid è stata concepita dalle Mani Forti per poter trattare  strumenti finanziari al di fuori dei mercati regolamentati..no???
e tali nuovi circuiti da chi son gestiti???
io penso dalle solite banche d’affari.

Giobbe1971

utente anonimo
Scritto il 29 dicembre 2009 at 22:03

ehi Cucolo!!

come te lo spieghi che subito dopo la fine delle Olimpiadi di Pechino… le borse hanno iniziato lo storno ed è durato fino all’inizio di marzo di quest’anno ???
ti ricordi le olimpiadi di Pechino?? sono avvenute in Agosto 2008!!
sarei felice di sbagliarmi se il riallineamento delle quotazioni verso livelli più ragionevoli iniziasse già la prossima settimana.
ho indicato i mondiali di calcio per l’importanza sociale che questi rivestono nel comportamento umano.

pensi che il rialzo degli ultimi 9 mesi sia normale , non manipolato, frutto di domanda e offerta.

non esiste il flash trading ?? vero Cucolo ???

giobbe1971

Scritto il 29 dicembre 2009 at 22:22

Internet
Informazione libera, crogiuolo di idee e acceleratore di conformismo.

utente anonimo
Scritto il 29 dicembre 2009 at 23:28

x dott.Minotti
 una analisi del premio Nobel paul Krugman
a) se inserita in un articolo di giornale è informazione finanziaria.
b) la stessa analisi venduta ai propri clienti in rapporto ai loro redditi e patrimoni , tenuto conto della propensione al rischio e al profitto sperato è CONSULENZA.
c) se la medesima analisi è offerta gratuitamente in un blog , anche con piccole donazioni che servono solo al mantenimento del blog, ma che non snaturano " l’essenziale" gratuità del blog, allora è REATO ???

cmq. mi aspetto nel corso del prossimo un aumento della VIOLENZA Legale-Statale contro il POPOLO, che deve essere sempre Servitù della Gleba, vero Minotti ??  vero Cucolo??

giobbe1971

utente anonimo
Scritto il 30 dicembre 2009 at 00:02

cucolo sei per certo una delle persone più conformiste che girano in questo blog. il tuo modo di ragionare è tipico di un certo establishrnent. certo non ti posso paragonare a quel provocatore impaurito che è il nuovo arrivato dott. minotti però è certo che in quanto conformismo non scherzi ed il tuo atteggiamento progressista certo non riesce a nasconderlo come pure un certo sarcasmo saccente.

Scritto il 30 dicembre 2009 at 00:02

Tertium non datur?

Scritto il 30 dicembre 2009 at 00:13

Giobbe abbi pazienza (non dovrebbe esserti difficle)

sono i mondialidi calcio o i gioci olimpici a modulare i mercati? certo nell’anno dei mondiali di calcioci sono anche i giochi oimpici invernali … sciambola…

Poi ci sono i mondiali di atletica e quelli di nuoto se si studia nel dettaglio anche questi avranno il loro effetto.

Scritto il 30 dicembre 2009 at 00:17

anonimo 38 ….
ma almeno firmati

utente anonimo
Scritto il 30 dicembre 2009 at 06:54

Qualcuno potrebbe spiegarmi il concetto elementare di finanza? mi può spiegare perchè esiste una borsa? Per procurarsi denaro sul mercato a scopo di autofinanziamento? Ma a questo dovrebbero servire le banche, o no? Se le banche non finanziano a cosa servono? Mi sembra che se un’azienda diventa una spa a largo azionariato, col tempo tende a perdere il "padrone" e il potere passa in mano ai manager, i quali  guadagnano nel bene, ma non perdono nel male. Al massimo perdono il lavoro, ma se hanno guadagnato grandi cifre, il problema per loro è relativo. Non rischiano certo la fame. Ovvio quindi una grande tendenza al rischio, finanziario e no, ai grossi profitti a breve, specie per loro, con probabili conseguenti grandissime perdite, di solito per gli altri, a medio-lungo termine; ciò spesso distruggendo il valore reale dell’azienda con  ciò che ne segue in termini di impoverimento reale della società, meno produzione, sviluppo, posti di lavoro.
In effetti è questo che mi sfugge. Perchè il denaro deve autorigenerarsi? Perchè fare denaro con il denaro? Il denaro non dovrebbe essere solo la rappresentazione virtuale della ricchezza "vera"? della "roba"?
Con l’unico scopo di facilitare il baratto?
Invece ha preso vita, e tutto diventa virtuale aleatorio e ci si ritrova con un pezzo di tela con su un pò di colore vale come un palazzo di 50 appartamenti. Mah, forse sono io il matto, però…

utente anonimo
Scritto il 30 dicembre 2009 at 06:57

#42
non mi sono firmato
Zioru:-)

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ogni tanto si sente la necessità di staccare, i motivi sono molteplici. Il primo fra tutti è p
E' incredibile come basta un sussulto per dimenticare 800 anni di storia, la deflazione da debit
Movimentazioni monetarie particolarmente eterogenee e fra i diversi sottostanti. Sulle Mibo e su Eu
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Abbiamo ottenuto un “salvagente” importante anche se condizionato. Questo salvagente si chia
Dopo la giornata scoppiettante di ieri che ha portato i prezzi dei principali sottostanti a ridosso
In un quadro intermarket che non cambia poi più di tanto, ci troviamo con un oro in grande diff
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Al momento il ruolo del Dollaro USA non è messo in discussione Questo articolo integra quanto gi