CONSIGLI OPERATIVI ……PER UNA SERENA NAVIGAZIONE!

Scritto il alle 14:38 da icebergfinanza

 

Confesso di aver scritto queste quattro righe ascoltando la paura e l’angoscia che spesso appare dai Vostri commenti, la solitudine e l’incertezza che procura questa crisi, in maniera particolare a coloro che stanno perdendo il loro posto di lavoro, a coloro che sono costretti a chiudere la loro attività.

Ma vi è anche un oceano di speranza nelle Vostre parole, più di quanto la società sia in grado di percepire, un oceano di speranza spesso condiviso.

Ho spesso ripetuto che le mie visioni soggettive sono solo considerazioni ad alta voce, che non hanno alcuna intenzione di condizionare il Vostro modo di pensare, è solo un condividere le proprie impressioni nel rispetto delle idee altrui e tutto ciò che racconto, talvolta anche con troppa enfasi ed ironia é solo il risultato di un lungo lavoro di ricerca e analisi, sono la pura è semplice realtà dei fatti.

Permettetemi dopo oltre dieci anni di navigazione in questo ambiente, di sapere che questa crisi è l’essenza stessa di un mondo dove non esistono regole, dove non si fanno prigionieri, un mondo che nella sua migliore espressione è stato oscurato da un manipolo di uomini assetati di denaro e potere!

La mancanza di regole è solo il palliativo per giustificare quanto è successo. Molti di Voi probabilmente sarebbero stati travolti, inconsapevolmente come lo sono oggi coloro che non hanno più un lavoro.

Ma oggi comunque sia è il momento di fare un passo indietro, abbiamo vissuto un ciclo economico insostenibile, ma per questo non dobbiamo guardare indietro ma avanti, rafforzare le comunità, famiglie e società.

Permettetemi solo di dire che in Italia, non esiste alcuna forma di sostegno alla famiglia, se non in alcune realtà, e non importa la destra, il centro o la sinistra, non vi è mai stata, anche se il discorso andrebbe articolato.

Dati e fonti, sono liberamente consultabili da tutti Voi e ognuno di Voi è libero di lasciar navigare la propria consapevolezza!

Sono consapevole che a molti non piace questo mio modo di parlare di economia e finanza, non sono un ingenuo, mi sono stati riferiti molti commenti ironici se non qualcosa di più, ma non importa, questo è Icebergfinanza prendere o lasciare.

Ora non starò a ripetere quello che ho più volte sottolineato nei " Mondi Alternativi " , ma qualche piccolo " consiglio operativo " per una navigazione serena, senza alcuna pretesa, ve lo voglio lasciare…..

Forse vi sembrerà strano, non l’ho mai fatto,  ma oggi ho deciso di darVi alcuni consigli operativi……è Primavera!

 

Non pensate a me come chissà che cosa, ma come ad una persona comune innamorata della vita che si diverte a scherzare e giocare con le parole, per esplorare il vero senso della vita, nell’eterna ricerca della verità e della giustizia.

 

Cercate di non rovinarvi la vita a chiederVi cosa succederà domani, è importante occuparsi del domani, importante fare progetti, importante capire cosa ne sarà della nostra vita, ma prendete profitto di ciò che la Vostra consapevolezza sino ad ora vi ha aiutato a comprendere, prendete profitto di tutto quello che questa crisi è riuscita a trasmettervi, chiudete i long( gli acquisti ) sulle certezze di cosa accadrà domani, anche se in perdita, anche se tutto ciò che avete appreso fa salire la rabbia sino a toccare le stelle, anche se la giustizia talvolta non è di questo mondo.

 

Ma soprattutto è il tempo della condivisione, della responsabilità, della solidarietà,  il tempo della famiglia intesa come famiglia tradizionale e azienda famiglia, dove insieme si combatte questa crisi facendo ognuno un passo indietro, per un crescita sostenibile. Utopie…. No, non almeno come quelle di alcuni imprenditori che mi scrivono condividendo quello che sono riusciti a creare con i propri collaboratori.

 

 

Investite in un sorriso e shortate ( vendete ) tutto ciò che vi allontana dalle cose essenziali della vita…..respirate l’aria di questa primavera….se l’inverno vi dicesse che ha nel cuore la primavera chi gli crederebbe….vendete allo scoperto tutti i profeti di sventura,  coloro che vi parlano della fine del mondo e dell’apocalisse e lasciate che cadano senza ricomprarli a nessun prezzo senza chiudere la vendita allo scoperto, non lasciate che speculino sulla Vostra speranza. Tutto è possibile, tutto può accadere, ma vivete il presente con un occhio al domani.

 

Contemporaneamente compratevi una bella scorta di CDS Credito di Speranza, comprateli anche se non vi servono a nulla, non servono ad assicurare nessun investimento e manovrateli sino a farli salire all’impazzata, sino a costringere tutti i principali responsabili di questa crisi ad uscire dal mercato, sino a far fallire le loro ideologie demenziali.

 

Tradate ( comprate e vendete )  la vita come mai l’avete vissuta, guardatevi intorno, seguite il trend al rialzo dei Vostri figli e dei Vostri nipoti, chiudete tutti i gap ( vuoti ) della loro esistenza colmandoli di amore, aprite operazioni leverage ( a leva esponenziale ) rigorosamente NON by out ( leverage by out operazione di acquisto con indebitamento ) , non indebitatevi di ciò che avete già dentro di Voi e riempite l’esistenza delle Vostre compagne e dei Vostri compagni di vita, di attenzione, affetto, amore, la vita non è eterna come il trend di una borsa…..nulla dura in eterno.

 

Fondate un hedge fund o un private equity ( fondo speculativo ) umano, una società speculativa della quale solo Voi conoscete le strategie e le dinamiche e raccogliete il Vostro capitale umano ed intellettuale per investire nel Vostro futuro, non aspettate che qualcuno vi offri i suoi consigli su come investire o far fruttare il Vostro talento, perché nessuno è privo di talento, talvolta è solo la società che spegne il talento dei suoi figli migliori.

 

Usate il Vostro coraggio per apportare capitale di rischio nei Venture Capital dei Vostri sogni, non lasciate però il tutto in mano ad investitori istituzionali, prendete in mano il timone della Vostra vita!

 

Non ascoltate alcuna agenzia di rating ufficiale, l’uomo non è venuto al mondo per essere giudicato, e se proprio volete cartolarizzate tutto quello di positivo che riuscite ad offrire, cartolarizzate pure anche le Vostre miserie, i “ rifiuti tossici “ della Vostra essenza non riusciranno mai a cancellare la Vostra Umanità.

 

Il mondo continua per la sua strada, è il valore positivo degli uomini e delle donne che vivono semplicemente la vita con la tensione al rispetto è un valore certo che nessun modello “ Mark to Market “ potrà mai scambiare al valore di un mercato che non ha prezzo.

 

Il vostro cash flow ( flusso di cassa continuo ) sia la vostra testimonianza e la vostra coerenza , liquidità infinita che non permetta mai ad alcun credit crunch ( paralisi del credito ) di inaridire le Vostre esistenze!

 

Siate sempre e solo Voi stessi , non utilizzate mai alcun Conduit o SIV ( veicolo fuori bilancio ) per nascondere le Vostre imperfezioni e stipulate contratti forward ( contratti a termine ) sono per ciò che non conta nulla, la parola data ha un valore e spesso non è mai a termine nelle cose che contano.

Costruite fondi sovrani della Vostra essenza per investire nei sotterranei dell’ Umanità, dove la povertà è un valore aggiunto, dove la dignità umana e un sorriso sono gain ( guadagni ) inestimabili!

 

Usate le opzioni ( contratti che conferiscono il diritto ma non l’obbligo per l’acquirente di acquistare o vendere entro una certa scadenza ) , solo per scommettere sulle cosa materiali, ma non usateli mai per scommettere sulla Vostra vita, non è possibile mettere poco capitale nel rapporto con le persone a costo di perdere tutto alla scadenza, vivresti invano.

 

Ma soprattutto che la tua vita sia tutto tranne che “over the counter”, ovvero al di fuori del mercato, senza regole, dove la trasparenza è ormai un ricordo di un lontano passato……….

 

Infine  se qualcuno dopo aver letto tutto ciò crede di essere finito per sbaglio in un blog di poesia o di filosofia, piuttosto che di finanza o economia, mi spiace, che ci volete fare è più forte di me ogni tanto qualche pennellata di colore bisognerà pur darla ad un quadro la cui cornice da sempre riflette la tristezza di un mondo che giace al confine tra la realtà e follia, un mondo che in una maniera o nell’altra ha preso in ostaggio le nostre vite.

Un abbraccio Andrea

 

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
55 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 28 marzo 2009 at 15:04

Andrea,

ho come la sensazone che questi consigli operativi lasceranno qualche perplessità a chi pensava di poter piazzare qualche ordine di acquisto o di vendita supportato dalle dritte di Icebergfinanza.

Personalmente penso che vada bene così. Le pennellate di colore sono gradevoli anche se dipingoo un quadro normale, cos’altro si dovrebbe fare ?

Purtroppo ciò che apare facile non lo è.

Non è difficile fare ciò che è giusto, difficile è sapere cosa è giusto fare.
E quando sai cosa è giusto fare difficile è non farlo.

buona giornata Andrea

Il Cuculo

utente anonimo
Scritto il 28 marzo 2009 at 15:22

Va benissimo così, grazie Andrea.Roberto65

Scritto il 28 marzo 2009 at 15:37

Grande Andrea !!!

Annusavo qualcosa nella tua anticipazione di ieri:la tua linea è sempre stata chiara sin dall’inizio ….niente consigli operativi.
Ed un uomo come te non credo cambi la strada che intraprende quando è così consapevole, come lo sei tu, che è la Strada maestra ………quella che porta a Casa!!!

E’ stato bello leggerti,una ventata d’aria pulita e di ottimi consigli….
spero raggiungano anche i cuori più “presi” dalla crisi finanziaria.

Grazie ancora una volta Andrea
Buona Domenica a tutti i naviganti clandestini e non.

Un abbraccio ad Andrea ed alla sua famiglia

utente anonimo
Scritto il 28 marzo 2009 at 16:05

Bellissimo!!!!!!
Ero sicuro che non ti saresti messo a dare “consigili operativi” ….e rimango stupito… e sempre più felice di investire negli affetti,la mia famiglia.Un porto sicuro dalle durezze della vita.E anche un aiuto a tanti esseri umani che hanno molto… ma molto meno di noi.

utente anonimo
Scritto il 28 marzo 2009 at 16:46

Che sospiro di sollievo!
Per qualche istante ho pensato che Andrea, veramente, volesse dare consigli operativi.
Lo so….lo so…..non avevo capito nulla, ma gli anni mi hanno hanno abituato ad aspettarmi di tutto…che malpensante e cattivone che sono :)))

La stragrande maggioranza di noi è cresciuta in un mondo in forte espansione economica e sociale.
Adesso per la prima volta subiremo una battuta di arresto.
Ma dobbiamo pur essere consapevoli che i nostri nonni hanno conosciuto la guerra, con la morte, le privazioni, gli stenti e la prigionia.
Invece le nostre nonne che stavano a casa vivevano fra mille paure, fra bombe e fame!
Mio nonno mi raccontava del modo rocambolesco e fortunato in cui era riuscito a sopravvivere alla guerra, invece mia nonna mi parlava dei tedeschi (alleati del giorno prima), che si ritiravano incalzati dagli alleati e dai partigiani!
Tutte le loro storie parlavano di morte, uccisioni, bombardamenti, stupri(sempre chiamati in un altro modo e a mezza voce).
Il dopo guerra fu un periodo ancora più grigio e triste, per chi non aveva un pò di campagna da coltivare, con un pò di animali di cortile, significò vivere nella fame!
Nelle citta dove non c’era più gas si accendevano dei fuochi sui balconi, usando barattoli o bidoni alimentati a legna e adattati a fornelli.

Una volta la mia maestra elementare mi portò un paio di scarpe fatte subito dopo la guerra, che lei aveva conservato gelosamente conservato.
Le scarpe se l’era cucite, usando come suola un ritaglio di copertone di camion e come tomaia il tessuto dei sacchi di juta.
Non finirò mai di meravigliarmi della cura con cui erano fatte quelle calzature, pur nella loro semplicità e rusticità.
Ma quelle scarpe servivano a proteggersi i piedi dalle intemperie (in estate potevi andare scalzo, in inverno no!).

Tutti bene o male sapevano tagliare e cucire, dato che allora i vestiti si facevano in casa da sempre.
La mia maestra mi diceva che la cosa difficele era procurarsi la juta, i pezzi di copertoni e sopratutto ago e filo!

Noi dovremo girarci indietro e ringraziare chi ci ha preceduto, della libertà e del benessere in cui, bene o male, abbiamo vissuto.

Noi diamo come scontati la libertà e benessere.
Invece no! Se li sono guadagnati con il sangue, i nostri nonni e con l’amaro sudore della fronte i nostri padri.
E’ bene che cominciamo a lottare e la smettiamo di piangerci addosso!

-IL Compasso-

Scritto il 28 marzo 2009 at 17:28

Che dire…

“L’ uomo ha una visione alquanto statica del mondo, accidentalmente o deliberatamente impostatagli dalle catene delle associazioni condizionata.
L’ uomo è convinto che il marchio impresso su di lui sia la realtà.”
Timothy Leary

Ben altra invece è la realtà…
Non avevo dubbi…Capitano su quali fossero stati i tuoi consigli operativi.
Questa mattina splinder funzionava male..ma ora è bello rivedere il Veliero allineato…
e leggere..sentire le Tue parole…
E’ una tensione famigliare…..
Amo la Vita quanto Te…
Ed ogni momento perso rincorrendo futili cose è un momento perso invano..
Un momento che non è dato tornare….

Sai Compasso ho imparato da questo Viaggio a non preoccuparmi della perplessità altrui…
..Ciò che tuo nonno Ti raccontava, a me lo raccontava mio padre…
ho sempre solo sentito dalla sua voce ciò che Lui a 20 anni ha vissuto, quello che io ho studiato sui libri e visto alla televisione. Conservo ancora le sue lettere dal fronte inviate ai genitori
(era stato dato disperso come tanti, nei campi di concentramento Russi, 3 anni dopo la fine del conflitto)…e diceva…”Cari genitori miei qui…tutto bene”…oggi le ho condivise con Voi..
Non voglio risultare né retorica, né tanto meno melodrammatica..
Ma quando nella mia debolezza cedo per futili cose, rileggo o ripenso a quelle parole..come a questo viaggio…e improvvisamente mi è sempre più chiaro che:

“Non spetta alla mente mutare a seconda del tempo e del luogo.
Ogni mente occupa il posto che ad essa compete, e come tale è in grado di trasformare l’Inferno in Paradiso, il paradiso in Inferno.”
John Milton

Grazie Andrea per questo Viaggio..
E..si un grazie sempre a chi ci ha preceduto…
Grazie per il tuo modo di avvicinare e spiegare la finanza e l’economia alla Vita della gente..
Un Grande Dono…
Un caro saluto compagni di Viaggio…
Finalmente si ritorna a navigare…
Valentina

utente anonimo
Scritto il 28 marzo 2009 at 17:35

Grazie Andrea,
I tuoi consigli, hanno il sapore del gusto pieno della vita…………..

utente anonimo
Scritto il 28 marzo 2009 at 18:18

Ma non è mica un amaro…

comunque qualche “s+consiglio”operativo potrebbe essere un valido freno a facili entusiasmi e di aiuto in generale

utente anonimo
Scritto il 28 marzo 2009 at 18:53

A proposito di chi paga i costi della crisi…

ovviamente chi perde il lavoro, poi chi ha contato su un fondo pensione ancorato a valori di borsa che non torneranno per forse un lustro, poi chi farà fatica a trovare lavoro dopo gli studi…

Poi però se piano piano le cose riprendono e se gli amortizzatori sociali evitano il collasso …

Mentre per i paesi produttori di materie prime, che sono quasi tutti paesi poveri, per loro andava male quando andava bene e va male adesso, quando ci sarà a NOSTRA ripresa per loro continuerà ad andare male.

Scritto il 28 marzo 2009 at 21:41

Grazie Andrea, un pochino in fondo speravo in consigli operativi anche se in trend è abbastanza chiaro, ma sono felice che tu non l’abbia fatto e sia rimasto coerente.

Concordo con Compasso, il problema è che le vecchie generazioni con grandi sacrifici, a me raccontavano anche le sofferenze per l’emigrazione, hanno ricostruito il paese, le nostre generazioni invece, dagli anni 60-70 in poi, stanno solo mangiando e consumando senza costruire.

utente anonimo
Scritto il 28 marzo 2009 at 21:45

Per un attimo ho pensato……se Andrea dà consigli operativi ..chiudete i long….allora sta arrivando la fine del mondo….vuole lasciarci????? Vogliono oscurare il blog????terribili pensieri mi hanno assalito e ho cercato subito di leggere fra le righe il messaggio……sempre più chiaro e lampante……
ironia e cuore
metafore e amore
sdrammatizzare e sperare
imparare e insegnare
talento e umiltà
solidarietà e autorevolezza
coraggio e dignità
E’ magico e contagioso questo veliero, mi fa sentire grande e potente e forte e imbattibile.
Ancora grazie per il sorriso dell’anima che sai donare.
Un abbraccio a tutti
gracav

utente anonimo
Scritto il 28 marzo 2009 at 23:22

Mamma mia! Devo essere sincero quando ho iniziato a leggere il post ero preoccupatp e un pochino ansioso…. ma come? andrea che da consigli operativi? Eppure sulla prima pagina del blog continuava ad apparire la frase:”Questa non è una rubrica del tipo consigli ai naviganti… ecc.”. Dopo le prime righe però un lieve sorriso iniziava ad apparirmi sulla faccia fino a farmi una sana risata piena di gioia alla fine della lettura! Sono felice! hai ribadito i tuoi valori e l’impostazione del tuo lavoro! Che rammarico non poter esserci a Trento… Un abbraccio di cuore a tutti.

Emanuele

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 02:02

“…non aspettate che qualcuno vi OFFRI i suoi consigli…”
Vi OFFRI????
Ma é fantozziano!!

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 10:10

Ciao Andrea, ti seguo dall’inizio del viaggio ma sono un po pigro e non ho mai lasciato nessun commento… Ma questo ultimo post mi è piaciuto profondamente… Complimenti e grazie…

Carlo

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 10:42

Si, è tutto molto bello, ma un consiglio operativo l’avrei gradito molto volentieri, soprattutto in un momento così difficile. ALEX

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 10:52

SE di Kipling in versione etica -finanziaria.Questa “lettera” probabilmente e’ il sunto dei 2 anni di navigazione e degli altri otto di ricerca e conoscenza.
Il grado di comandante te lo sei meritato sul campo.Grazie
Un ufficiale.
Stefano.

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 11:02

eh…l’ipocrisia…..

tutti ci speravano in questi consigli,
ma nessuno ha il coraggio di dirlo.

andrea si è divertito.
ci ha fatto il pesce di aprile un po in anticipo.

è chiaro , anche lui non è un mago e non ha il coraggio di esporsi tanto.
ci rimetterebbe sempre .

ha capitalizzato il credito costruito sul fatto che è riuscito a vedere prima di altri l’arrivo della crisi.
aiutato in questo dai vari roubini e soci in giro nei blog.

ma con i consigli operativi rischierebbe di rovinare tutto il suo credito.

faccia quello che vuole …
ma prendere in giro la gente…
boh

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 11:38

Consiglio Operativo
Non è il primo rally di questo bear market, sbaglio?
Solamente se verrà superato il max precedente (850-900 S&P) e poi anche il successivo inevitabile min sarà superiore al min precedente (666 S&P) allora forse potremo iniziare ad ipotizzare l’inizio di un nuovo ciclo rialzista.

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 11:42

Per sdrammatizzare…….

Consigli operativi…………

Erba,
vino ,
sbattersene i gran @@
Phiga……
Mare,
Albe,
Tramonti,

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 11:49

…però ci sono anche gli aspetti concreti
In un blog di economia le persone dovrebbero scambiarsi anche informazioni utili all’investimento dei propri risparmi. E’ una cosa normale della vita, è cosa che deve essere fatta da un buon padre di famiglia che ha a cuore il futuro dei propri figli; consapevolmente e responsabilmente.

Possiamo pensare che il banco sia truccato e quindi sia assolutamente inutile prvare a gocare, è solo una grande trappola.

Oppure possiamo pensare che il tavolo sia sufficientemente neutro ma che in sala si aggirino dei loschi figuri, bari e truffatori pronti a tutto.
Possiamo provare a stare anche noi al tavolo ma dobbiamo sapere come distinguere un gioco onesto da una mano alterata.

Dobbiamo anche avere come obiettivo un ragionevole profitto, se investo il frutto del mio lavoro nel lavoro di un’altro devo poter credere che questo genererà un profitto.

Quindi non consigli operativi (con rigoroso disclaimer) ma analisi fondamentale si, e adesso che si può cominciare ad ipotizzare una inversione di tendenza (i cui tempi e modi sono ancora vaghi) meno dall’elicottero e più guardando alcuni casi specifici.

Perchè altrimenti finiamo per fare quatto chiacchiere da bar… molto etiche però.

ad maiora
Il Cuculo

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 13:54

Sei un Grande come sempre.

Luca

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 14:07

Chi vuole consigli operativi da Andrea specie se anonimo, se ne frega altamente di avere consigli, altrimenti li chiederebbe a qualunque partecipante al blog e a quel punto potrebbe nascere uno scambio di vedute come normalmente avviene nei siti finanziari,in realtà vengono richiesti ad Andrea al solo scopo di vederlo sbagliare per poi poterlo criticare.
Allora criticate chi le indicazioni le ha date: il sottoscritto in data 6 marzo 2009 ora 14:07 intervento n.23 postava “:a me questa sembra la “lavata”finale per i mercati, sto seriamente pensando di rientrare almeno in parte.”
Poche ore più tardi SP500 segnava il minimo a 666.
Con l’ intervento dell 11 marzo post n.61 ho cercato di spiegare i motivi delle mie affermazioni sarei stato pronto a discutere con chiunque spiegando il mio punto di vista, ma nessuno di tutti coloro che parrebbero anelare ad avere consigli operativi è intervenuto è forse è stato meglio cosi, questo non è il blog adatto,ed io ho sbagliato a fare quel tipo di intervento , ma per favore lasciate in pace Andrea .
Grazie ad Andrea questo blog è stato tra i primi (in Italia forse il primo in assoluto) a scorgere i pericoli che si stavano delineando, abbiamo affrontato a seconda dei tempi, l’ironia, la derisione, ed infine la rabbia di coloro che si ostinavano a guardare solo il dito senza mai alzare lo sguardo verso il cielo.
Ho potuto conoscere (anche se solo virtualmente), Andrea , una persona magnifica, una di quelle persone che hanno il potere di tirare fuori da ciascuno la parte migliore, che ti portano a pensare che allora c’è ancora speranza per l’umanità. Lo ammetto cercavo all’inizio di questo viaggio solo qualcuno che condividesse la mia visione di dove stavano andando i mercati, ho trovato molto, molto di più.
Mi viene alla mente la strofa di una canzone che recita .” Lo storpio ride quando l’acrobata sbaglia il salto” ma Andrea non ha sbagliato niente e lo storpio in questo caso non può nemmeno sorridere.

Mas

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 14:41

Mas e ora cosa faranno i mercati?

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 14:52

Bravissimo capitano e bravo anche a Mas.

scovazza64

Scritto il 29 marzo 2009 at 14:55

….passavo di qui per caso, in quanto in questi giorni sono totalmente preso da altri pensieri e non nascondo che questa lunga pausa passata a casa dopo due lunghi anni di esistenza sul filo del rasoio, mi abbia fatto riflettere molto.

La coerenza è da sempre un punto di partenza di un cammino pieno di ostacoli e di pareti, che spesso, anche se sei ben assicurato, ti respingono, vuoi per una presa insicura, vuoi per qualcosa che distoglie l’attenzione.

Come spesso detto, due erano un pò le mission di questa avventura, una quella di dimostrare a me stesso e ovviamente anche ad altri quello che un uomo qualunque venuto dal nulla può riuscire a fare, con la passione e la determinazione e l’altra quella di riuscire a condividere una via alternativa a questo sistema che non necessariamente deve essere una via sofisticata o tecnica, quindi nessuna teoria quantitativa o teoria del caos!

Vi siete mai chiesti per quale motivo avessi scelto di condividere le mie convinzioni con un mondo che di etica non voleva intravvederne neanche l’ombra, un sistema dove molti se non tutti sono sacerdoti di una inavvicinabile o oscura “religione”.

Senza mezzi termini, vi posso garantire che il sistema finanziario abbonda di esaltati portatori di onnipotenza.

Eppure, un piccolo veliero solitario ha saputo arrivare la, oltre la loro presunta sapienza, in territori inesplorati dove squali e barracuda vivono indisturbati, distruggendo i risparmi e i patrimoni di una moltitudine di ingegnui.

Aver intravisto la ormai leggendaria ” tarda primavera del 2009 ” ( chi ha orecchie intenda e gli altri tornino a riposare…….) da oltre un anno e mezzo senza mai cambiare rotta mentre gli altri scorgevano mille lucciole in fondo al mare, è una soddisfazione personale che non è neanche minimamente paragonabile all’aspetto umano di questo viaggio a ciò che ho condiviso con voi nelle vostre mail private e nel forum.

C’è chi ama crescere materialmente e chi gode a crescere umanamente, il confine sta tutto la.

Vi sono droghe di una potenza tale che potrebbero spazzare via per sempre tutti i problemi di questa umanità, ma probabilmente l’uomo è destinato ad continuare ad assumere sostanze e sensazioni sintetiche

Buona giornata Andrea

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 15:29

Fate attenzione a quando questa canzone è stata scritta…

C’è chi parte con un raga della sera
e finisce per cantare “la Paloma”.
E giorni di digiuno e di silenzio
per fare i cori nelle messe tipo Amanda Lear

vuoi vedere che l’Età dell’Oro
era appena l’ombra di Wall Street?
La Falce non fa più pensare al grano
il grano invece fa pensare ai soldi.

E più si cresce e più mestieri nuovi
gli artisti pop, i manifesti ai muri
i Mantra e gli Hare Hare a mille lire

l’Esoterismo di René Guénon.

Una Signora vende corpi astrali
i Budda vanno sopra i comodini
deduco da una frase del Vangelo
che è meglio un imbianchino di Le Corbusier.

Eterna è tutta l’arte dei Musei
carine le Piramidi d’Egitto
un po’ naifs i Lama tibetani
lucidi e geniali i giornalisti.

Supermercati coi reparti sacri che vendono
gli incensi di Dior
rubriche aperte sui peli del Papa

Magic Shop, Franco Battiato (1979)

Hokutojen

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 15:40

C’è chi ama crescere materialmente e chi gode a crescere umanamente, il confine sta tutto la.

E’ mia opinione che le due cose non siano mutuamente esclusive.

E qui mi fermo perchè altrimenti mi vien da scrivere cose che poi qualcuno si risente.

ad malora
Il Cuculo

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 15:47

Ciao Capitano,

Non scrivo spesso, ma leggo sempre tutti i tuoi post e tutti i commenti degli altri marinai.

Grazie ancora per il tuo lavoro, per quello che scrivi con tanta passione; in questo ultimo anno, da quando ti ho conosciuto, sei riuscito ad infondermi la serenità che mi serviva per poter affrontare questi
momenti difficili; mi dispiace solo che di ciò non potrò mai esprimerti tutta la mia gratitudine.

Questo post è da incorniciare… Un abbraccio forte!

SR

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 16:40

buona domenica a tutti,

complimenti ad Andrea per i suoi saggi Consigli Operativi in quanto sono gli unici che, in questa fase storica, una persona intellettualmente onesta può dare ai suoi lettori – amici – compagni di viaggio.

Un vero Amico lo si vede nei momenti più oscuri della nostra vita.

un vero Amico è sempre al nostro fianco coi suoi consigli disinteressati.

un vero Amico ti prende per mano e ti illumina la via…ti allerta, in anticipo, dei pericoli che incontrerai sulla tua via.

un vero Amico ti da tutto e non pretende nulla se, non, un minimo di rispetto.

Grazzie Andrea !!

ciao

giacomo

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 17:09

vero cuculo,

sono daccordo con te.
anch’io sono convinto che si puo crescere in diverse direzioni , che non si escludono a vicenda.

per il resto… io non voglio offendere nessuno perchè sono ospite … ma una osservazione la devo fare.

in fondo andrea ,aiutato da altri in america, è stato bravo a capire l’inizio della crisi prima di altri (come ho detto) , ma poi si è crogiolato e osannato sugli allori e piu di qualche grafico sull’andamento della crisi immobiliare non si è visto,
un po pochino per chi si considera un salvatore di popolo.

in fondo in tempi piu recenti si sono esposti molto di piu utenti come il compasso, mas, daniele, il cuculo e anche in maniera piu incisiva .

si forse loro non rischiano niente perchè ci sono tanti di quei compassi cuculi daniele nel mondo che è come essere anonimi, ma non si considerano i salvatori del mondo

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 17:11

su youtube, qualche giorno fa, guardavo il video di parte dell’audizione di geithner al congresso e, devo dire, che a pelle la sua faccia non mi ispirava fiducia anzi, mi pareva l’ennesimo furbetto del quartierino.

questo suo piano salva banche altro non è che un trasportare questi “rifiiuti tossici” dalle banche allo Stato.

quindi salvare le banche degli avidi banchieri per intossicare il bilancio dello stato federale.

lo Stato rappresenta il popolo americano..quindi, tu ministro del popolo per salvare le banche di banchieri falliti riempi i tuoi elettori di cacca?

e la borsa festeggia??

in sostanza le banche non perdono mai?

noi privati cittadini falliamo..i banchieri no.

i banchieri se guadagnano si tengono in tasca i miliardi ma, se perdono con le loro speculazioni, ecco arrivare lo Stato che paga per loro!

tutto questo non assomiglia a un Patto Leonino?

da Wikipedia:
Si denomina patto leonino anche nelle epigrafi del codice civile (art. 2265 c.c.), il principio in base al quale è nullo il patto con cui uno o più soci delle società di persone sono esclusi dalla partecipazione degli utili o delle perdite.

La denominazione deriva dalla celebre favola di Fedro, a sua volta derivata da quella di Esopo, diventata di valore proverbiale, ed è l’applicazione di una fondamentale regola di diritto riassunta nel brocardo cuius commoda, eius et incommoda. Nel mondo del diritto stride eccessivamente una situazione giuridica in cui al soggetto che percepisca i benefici, non si assuma anche gli aspetti negativi.

Obama non era per il popolo di Main street ??

ciao

giacomo

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 17:12

Buona domenica a tutti.

Condivido pienamente i “consigli operativi” del capitano Andrea.

Ma certamente, in qualche modo; cercherò di non farmi travolgere dal modello economico attuale, in cui i partecipanti al potere vengono premiati, anche se a causa dei loro errori (voluti o involontari) molte persone dovranno subirne le conseguenze. E dove le persone comuni, che semplicemente cercano di costruirsi qualcosa per il proprio futuro e per una vita migliore; continuano ad impoverirsi inesorabilmente.
Non mi piace, questo modello economico/finanziario non mi piace….cosa fare!!!! spero di trovare delle soluzioni personali al problema.

SD

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 17:18

..per chi ha ancori dubbi sulla consistenza reale dei rifiuti tossici..

http://www.effedieffe.com/component/option,com_myblog/show,Crack-in-vista-e-cominciano-a-dirlo-.html/Itemid,272/

ciao

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 17:21

Giacomo #31, ottimo post.

Un Patto Leonino, credo proprio di si; ma deve essere un patto di ferro altrimenti qualche Rappppppresentante della Leggggge che conosce il Codice Civile dovrebbe ribbellarsi!!!!!!!

Un saluto

SD

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 17:28

caro SD
tutte le soluzioni alla fine sono personali.
Ma un sistema economico che sottende alla vita (pratica) di centinaia di miloni di persone alla fine è una struttura dove le soluzioni personali si perdono nei valori medi.

Qualche singolo può trovare riparo nelle piege del sistema. Ma in definitiva nessuno riesce veramente a chiamarsi fuori.

“No individual rain drop blame itself for the flood”

Il Cuculo

Scritto il 29 marzo 2009 at 18:29

…..E’ mia opinione che le due cose non siano mutuamente esclusive…… certo nulla è mutuamente esclusivo, spesso tutto, tranne che quello che riguarda la libertà degli altri, quando si calpestano valori per trascinarli nella follia dell’avidità!

Per il resto è Primavera carissimo anonimo ma non più di tanto visto che le orme sono sempre quelle, ben visibili………..coloro che hanno condiviso questa avventura, ma non solo loro, anche altre persone che hanno creduto a questa avventura e che non vivono con la frenesia di entrare e uscire dalle onde del mare, che giorno dopo giorno assumo sempre più le sembianze di un’acqua di cascata, che rimbalza ma che scende, lenta ma inesorabile, non hanno perso nulla ripeto nulla!

Per il resto è un peccato che ti sia perso alcuni passi di questo lungo viaggio ed in maniera particolare quelli dedicati a coloro che hanno sostenuto il blog……..e in particolare quello che segnalava il mio commiato non appena all’orizzonte spunterà una colomba con un piccolo ramoscello di ulivo, dopo la comparsa di qualche tenue e ripetitivo arcobaleno qua e la.

Per il resto non ti preoccupare su questo veliero siamo tutti ospiti io compreso!

Andrea

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 19:01

Sei una Persona speciale, un Grande !
Io sono uno dei fortunati, e vivo senza la frenesia di avere perso questo o quel treno.
Usciamo tutti allo scoperto, sono sicuro che siamo in tanti ….. almeno questo lo dobbiamo ad Andrea. Roberto65

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 19:08

mi scuso…
sono stato troppo duro.

è vero forse mi sono perso qualcosa.

la mia provocazione in fondo è solo un modo per dire che tu sei in grado di salvare molta piu gente di quello che fai…

in fondo te la sei voluta prendendomi per il culo con il tuo pesce di aprile

Scritto il 29 marzo 2009 at 20:07

Grande Mas e Giacomo…come sempre….

però ammetto di essere un poco stanca di sentire gente ingrata…
di leggere di Anonimi che scorazzano di qua e di là….
Che criticano semplicemente per il gusto di criticare…

Il salvatore che dite di vedere è il puro frutto della vostra fantasia…..
Non ho timore di contraddire Andrea…ma certamente non lo farei mai per Hobby. Così per fare…
Sapete cosa penso sinceramente..che abbiamo “fifa”…si… signori siamo dei gran fifoni ingrati..
Pochi sanno sinceramente, ringraziare…con il cuore in mano.
Ma ditelo chiaramente cosa Vi secca….Vi secca questa sincerità…questo suo slancio Vitale nel mondo!?….
Non unico di certo…tanti silenziosamente hanno questa tensione per gli altri…
e..Voi chi siete per dire che è poco…pochino…cosa fate poi, di più…. Voi..!??
Suvvia, forza, ditelo…
Sono certa che a gente come Voi qualunque cosa farà Andrea, non andrà mai bene e sarà sempre poca cosa…

Questa è un chiara presunzione…
Per quanto mi riguarda sono troppo impegnata a guardare e correggere gli errori miei, per continuare,
con sterile spirito di contraddizione, a puntare un dito contro chi non lo merita…
Si…non lo merita… sinceramente speravo una maggiore gratitudine
nei confronti del lavoro di Andrea.
Ma…gli ingrati hanno paura di ringraziare…
Abituati a vivere in un mondo di menzogne e mistificazioni abbiamo paura…si paura di sentire
una sincera verità …

Grazie Andrea, sempre da parte mia, anche per chi non lo farà mai…

Grazie per la Tua AUTENTICITA’ che evidentemente incute timore…

Grazie come ha scritto grancav “per il sorriso della Tua anima”…

“ La cosa più umana che possiamo fare nella vita è imparare a esprimere le nostre sincere convinzioni, i nostri più schietti sentimenti…e ciò ci rende vulnerabili al cospetto degli altri, liberi di schernirci se lo vogliono.
Ma la nostra vulnerabilità è la sola cosa di cui possiamo far dono al nostro prossimo”.

Aggiungo che ci vuole un gran coraggio, (visto che siamo in un mondo di codardi) per farne dono…
Grazie per il dono della Tua Vulnerabilità Capitano…per La Tua Speranza…
Per la Tua tensione energica nel mondo…per la tua altruistica umanità…

Non dimenticare Capitano che:
“E’ possibile (anzi evidente) che il messaggio non giunga a destinazione, ma ciò non significa che sia inutile inoltrarlo.”
Segaki

Ma tu questo sicuramente lo sai già..siamo Noi che, a quanto pare, siamo duri di “comprendonio”.
Con la stima di sempre…
Valentina

p.s “La cattiveria è dei deboli .
Solo ai forti compete la bontà
d’ animo.”
Leo Rosten

Scritto il 29 marzo 2009 at 20:15

Ok..mi scuso anch’ io..ho letto solo ora gli ultimi commenti…
comunque Ti assicuro #38 che Il Capitano non prende mai per il culo..
Lui non lo farebbe mai…
tuttavia quello che ho scritto lo penso veramente…

e spero che possa servire a far riflettere …

perchè il rispetto, per l’ onesto lavoro e lo sforzo altrui, ovunque è dovuto…
Ciao…
Buona serata
Valentina

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 20:37

Il Cuculo #35 hai perfettamente ragione, un singolo individuo avrà molta difficoltà a non farsi travolgere da un eventuale crisi economica di proporzioni secolari (un altro 1929!!!).
Ma se ho ben compreso la tua frase in inglese; anche se il mio inglese è molto arruginito (ricordi di scuola e qualche mese di ferie, io non lavoro con l’inglese), molti individui formano un popolo; ma cosa succederà quando si toglie ad un grande numero di individui la possibilità di costruirsi un futuro migliore; quando si toglie la possibilità di migliorare la propria vita e quella dei propri famigliari ed amici??????
Io non saprei dire cosa può succedere, ma sicuramente niente di buono; quindi o i Signori del potere rimettono le cose a posto o potrebbe esserci un nuovo Medioevo, non nel senso letterale ma dico Medioevo per rendere l’idea.

SD

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 20:58

Andrea è stato ottimo in tutti questi mesi, tanti, di analisi azzeccate , ma è molto difficile dire dove vadano gli indici, perchè non seguono solo la ragione ma anche la speculazione.
Personalmente penso che al momento ci sia una forte volontà di vedere salire i mercati , a fronte di grosse manovre della fed e di opinabili dati macroeconomici.
Restano irrisolte il dilemma delle sofferenze sulle carte dei credito e le ulteriori onde relative alle sofferenze sui mutui arm e alternative, e il credito commerciale. Dal punto di vista quantitativo c’è una lotta tra acquisti di titoli tossici con sottostante quei mutui e le perdite che queste causano al sistema bancario assicurativo. Come si fa a prevedere se il sistema regge ?

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 21:27

Sempre in risposta a Il Cuculo #35, volevo segnalare un articolo trovato su internet :
http://www.economiaepolitica.it/index.php/primo-piano/distribuzione-del-reddito-e-diseguaglianza-l-italia-e-gli-altri/

Questo articolo è un tassello per spiegare cosa voglio dire con; togliere la possibilità a molti individui di migliorare il proprio futuro.

A cosa può servire lavorare!!!!!! meglio trovare altre soluzioni (hehehe)

SD

utente anonimo
Scritto il 29 marzo 2009 at 21:50

1111

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2009 at 00:48

io devo ringraziare andrea

continua a rientrare la “leva” verso gli investimenti e continua a crescere quella verso la vita

quando ho letto mi sembrava di ri-iniziare a respirare, mi sentivo meglio e in certi passaggi mi veniva anche un po’ da piangere(sorridendo)

grazie davvero, a te.

torno un po’ a crederci…

giorgio80

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2009 at 05:54

Come si fa a non ringraziare Andrea? Non vorrei essere ripetitivo in questo senso di quanto hanno già detto gli altri, ai quali mi unisco. Va detto che questo è un luogo speciale, nel quale non si “respirano” semplicemente dati economici. C’è molto di più: un’umanità ed una ricchezza che sono fondamentali.

Vorrei però unirmi a Cuculo. Perchè non conciliare finanza ed etica? A parte che questa finalità penso faccia parte dei propositi di Andrea, personalmente provo fastidio per il pauperismo… lo trovo vanamente consolatorio ed anche (spesso) ipocrita.

E’ importante sapere dove andare, per cercare di evitare, per quanto possibile, di essere travolti da una crisi epocale. In questo senso il cammino di Andrea è stato esemplare… ma (personalmente) penso che non sia per nulla terminato. Altre grandi sfide attendono. Vedo che Andrea naviga in tanti siti, anche italiani. Ho potuto apprezzare un suo rispettosissimo intervento nel sito del dott. Bertoncello (il quale pare moderatamente ottimista sul miglioramento della situazione generale e, soprattutto degli USA) e mi è venuta la tentazione di scrivere qualche cosa….. lo riporto tra virgolette:

“Egregio Dott. Bertoncello
le sue analisi, sempre molto ben documentate, meritano sempre attenzione. Personalmente ritengo che abbia fatto un esame dettagliato ed assolutamente rispondente alla reale situazione. Ciò che mi soprende sono tuttavia le conclusioni.
There are not alternatives…
Non capisco se si tratti di un wishful thinking, di un asserto fideistico o di un ragionamento (inespresso) che, pur partendo da elementi noti, giunga alla soluzione più… tranquillizzante.
Naturalmente non si può escludere che alla fine le cose vadano davvero così… che gli europei acconsentano alla politica monetaria USA (accodandosi al quantitative easing), che la Cina continui a comprare treasury nonostante gli Americani non acquistano più merci cinesi, che la Russia gradisca il tutto nonostante si lecchi ancora le ferite per il crollo borsistico innescato dal ritiro dei capitali statunitensi dello scorso autunno, che l’Europa, grata per il salvataggio di AIG (dunque delle Banche europee assicurate), si allinei e segua… E’ chiaro che di mezzo c’è il dollaro e la sua funzione di moneta di riferimento mondiale, tale per cui un Paese di può permettere di stampare a iosa senza che per tale motivo la moneta si svaluti automaticamente. Per una spiegazione di tale fenomeno si veda:

http://www.moneyweek.com/investments/why-the-dollar-will-get-even-stronger-from-here-14673.aspx

Non si dica tuttavia che non ci sono alternative. Le alternative, a volerle vedere, ci sono eccome. Ricordiamoci che a Davos (si tratta di poche settimane orsono) Cina e Russia hanno detto chiaramente che la responsabilità di questa crisi è da ricondurre alla dissennata finanza strutturata made in USA e GB (come si sa Londra è la testa, NY il braccio). Il Putin e Wen Jiabao hanno chiaramente fatto capire che l’età del dollaro è finita. Si tratta soltanto di capire le modalità della liquidazione finale…. cruenta o negoziata e morbida?
Mi rendo conto che la proposta potrebbe suonare oltraggiosa per chi reputa che gli USA siano comunque e sempre il faro economico del mondo. Ipotizzare che la valuta di riferimento sia costituita da un peg di più valute è una delle tesi praticabili. Essa è autorevolmente propugnata dal think tank socio-economico LEAP2020 che nell’ultimo bollettino parla apertamente di questa possibilità:

http://www.leap2020.eu/GEAB-N-33-is-available!-Growing-Transatlantic-tensions-on-the-eve-of-the-G20-summit-An-illustration-of-Wall-Street-s-and_a2940.html

Il Bollettino n33 è anche interessante per l’accento che pone sulla disinformazione pilotata a beneficio del dollaro….
Vi sono anche ulteriori molteplici dati che rilevano per comporre il futuro scenario. Pensiamo al fatto che le monarchie arabe starebbero programmando il lancio imminente della loro valuta, sganciandosi dal dollar peg per adottare il Kaleeji.
Queste considerazioni vanno ambientate nella situazione, che di giorno in giorno si fa più critica, nonostante i massicci interventi di sostegno. D’altronde l’effetto leva della finanza strutturata non perdona. E’ piuttosto impressionante seguire la dinamica degli ABX:

http://www.markit.com/information/products/category/indices/abx.html

La situazione dell’economia reale purtroppo non può seguire la dinamica ormai innescata, un mix di licenziamenti, calo dei valori immobiliari, insolvenze.
Il prezzo dell’oro la dice lunga sul senso di pericolo che affligge l’economia. In questo senso non è assolutamente da escludere che il mondo si rivolga ai metalli preziosi (anche all’argento, che fino ad ora non ha evidenziato una dinamica così marcatamente rialzista) proprio allo scopo di trovare un rifugio rispetto a tutti gli altri asset che non garantiscono il mantenimento di valore. Non dico di seguire le estremistiche opinioni del prof. Antal Fekete che addirittura preconizza l’oro a 5000/7000 USD/oncia:

http://en.wordpress.com/tag/antal-fekete/

ma ci sono anche visioni più blande, ancorchè orientate a favore di un trend decisamente rialzista:

http://seekingalpha.com/article/127048-dollar-gold-and-oil-gauging-the-turn

Davvero difficile capire come sarà il mondo dell’economia tra sei mesi e tra un anno. Se l’azzardo della FED e il ruggito degli USA siano coronati da successo, determinando l’allineamento di tutto il mondo dietro gli ordini di scuderia. La sensazione (del tutto mia e personale) è che il mondo ha voglia di contare di più. I Cinesi, i Russi, gli Arabi, anche gli Europei forse non si adatteranno ai diktat (anche se va dato atto ad Obama di aver molto smorzato i toni, anche con l’Iran).
Ciò che non sembra si possa dire è, in ogni caso, che non ci siano alternative….”

Ecco: dopo il G20 qualcosa di grosso accadrà, in un senso o in un altro ed è rilevante per tutti mettere a fuoco questa svolta…. la tarda primavera 2009 di cui parla Andrea potrebbe riservarci notevoli sorprese.

Buona giornata a tutti
Daniele

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2009 at 09:20

Mirabile manifesto programmatico della tua Weltanschaaung, grammelot fra ormai nauseanti termini finanziari ed il tuo vero essere, poetico et umanista.
Complimenti! Mi sei piaciuto.

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2009 at 10:14

concordo pienamente con Valentina #39 ma, purtroppo, è proprio dell’animo umano non gratificare chi ci aiuta senza chiedere nulla in cambio…aull’argomento posto una splendida poesia di Madre Teresa che spiega bene il concetto:

Se fai il bene, ti attribuiranno
secondi fini egoistici
non importa, fa’ il bene.

Se realizzi i tuoi obiettivi,
troverai falsi amici e veri nemici
non importa realizzali.

Il bene che fai verrà domani
dimenticato.
Non importa fa’ il bene

L’onestà e la sincerità ti
rendono vulnerabile
non importa, sii franco
e onesto.

Dà al mondo il meglio di te, e ti
prenderanno a calci.
Non importa, dà il meglio di te

ciao

giacomo

Scritto il 30 marzo 2009 at 10:32

Grazie Giacomo …….non la conoscevo questa, anche se Madre Teresa è un pozzo di verità, un pozzo di filosofia della vita, un pozzo dal quale attingere a piene mani!

Andrea

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2009 at 11:40

Molto banalmente, un proverbio anonimo, recita:
“non fare del bene se non accetti il male che (necessariamente) te ne deriverà”

Il necessariamente tra parentesi è una variante alla quale mi sento di aderire con il pessimismo della ragione, anche se l’ottimismo della speranza lascia sempre la porta aperta….

Daniele

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2009 at 14:55

Prego Andrea #49 ;-)
a me è stata molto utile nell’insegnarmi che non mi devo aspettare nulla per quando faccio qualcosa per gli altri..così, la faccio se mi piace altrimenti….bye bye ;-)
ciao

giacomo

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2009 at 16:07

Vorrei aggiungere; a volte gli altri non si rendono conto che li stai aiutando!!!!

Hanno diritto a vivere anche i meno fortunati!!!

SD

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2009 at 16:08

123

utente anonimo
Scritto il 30 marzo 2009 at 20:32

Andrea, sei un grande. Vera poesia.

Ci vediamo a Trento.
Non ricordo se ti ho confermato per e-mail, ma ci sarò cascasse il mondo hihihi…

Un abbraccio

Marco Colacci :-)

utente anonimo
Scritto il 3 aprile 2009 at 13:46

Da lurker fedelissimo lascio un segno della mia presenza per ringraziarti davvero di questo tuo contributo, che si avvicina molto di più al mio mondo di quanto lo siano i post più tecnici, che comunque mi sforzo di provare a capire.

Grazie ancora

Daniele

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Non avevamo certo bisogno di grandi conferme: però la violenza del crollo di questo indicatore
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
I mercati hanno frenato il rally e gli entusiasmi. Il VIX è in correzione, il petrolio in gran ri
L’indice VIX è conosciuto come l’indice della paura, visto che va a misurare la volatilità
Ftse Mib. L'indice italiano è ancoraa imprigionato in una fase laterale di breve caratterizzata da
Due giorni fa prima di pronunciare quelle parole di verità, le uniche che ha saputo pronunciare
Continua ormai da oltre una settimana la fase di congestione. Anche sul mercato delle opzioni gli op
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib. L'indice italiano prosegue nel solito saliscendi che ha caratterizzato le ultime sedute. E
Movimentazioni contratti. Su tutti i sottostanti rimane sotto tono la componente future, sia come v