MERCATO IMMOBILIARE E OCCUPAZIONE…MISCELA ESPLOSIVA!

Scritto il alle 20:57 da icebergfinanza

Epilobium

Molti di Voi che seguono da sempre la rotta di questo veliero sanno che il mercato immobiliare è il punto di osservazione privilegiato di questa crisi è in sostanza il centro di gravità permanente, minaccia reale costantemente  sottovalutata da tutti i principali attori di questa crisi, banche centrali e governi in prima fila.

L’ 8 marzo 2007 scrissi……

……Il mercato del lavoro è l’ultimo tassello, forse l’ultima chiamata utile per valutare seriamente le possibilità di recessione che incombono sull’economia americana…..

Mercato del lavoro e mercato immobiliare due componenti esplosivi di questa crisi, secondo il mio modesto parere quelli con il più alto tasso di potenziale esplosivo che questa crisi potesse generare.

Oggi tutto questo è realtà, la disoccupazione, la recessione globale, la grande depressione immobiliare e finanziaria, mentre gli ultimi dati macroeconomici ci danno la dimensione del potenziale depressivo di questa crisi.

Dal lontano maggio 2007 in DISOCCUPAZIONE_NASCOSTA esploro l’oceano dell’occupazione americana cercando di sottolineare come questa crisi, il suo rischio sistemico, la sua incredibile connessione globale, avrebbero minato il mercato del lavoro americano e di conseguenza globale.

Ebbene l’interconnessione di un sistema nel quale il consumatore si avvale dell’ingegneria finanziaria che permette di attingere direttamente al patrimonio immobiliare rivalutato e a sua volta la crescita immobiliare alimenta la crescita globale del paese creando l’occupazione che permetteva a sua volta di alimentare il mercato immobiliare in parallelo con la demenziale ingegneria finanziaria, non poteva che ricevere un ridimensionamento epocale, sottolineo epocale in quanto il mercato immobiliare impiegherà anni per riprendersi da questa depressione.

Oggi noi tutti sappiamo che i paesi occidentali ed in maniera particolare l’Inghilterra della "Lady di Ferro" solcano oceani economici sostanzialmente terziari, l’industria e la manifattura sono stati esportati nei cosidetti paesi emergenti, un mondo di carta e servizi  contrapposto alla produzione e alla manifattura….auguri! Il boomerang della delocalizzazione sta effettuando la traiettoria di rientro da un’illusione fine a se stessa.

Oggi l’ennesimo dato sui sussidi di disoccupazione in America ci dice che ci stiamo ormai avviando lentamente ed inesorabilmente a perdere quasi un milione di posti di lavoro al mese, non quelli ufficiali, ma quelli reali…..c’è un oceano sommerso di disperazione, di scoraggiamento, di depressione ma di quello le statistiche non parlano.

A proposito sarà depresso anche John Thain ex Ceo di Merrill Lynch che se n’è andato da Bank of America ma sorpresa, sorpresa…….

Merrill delivered bonuses before BofA deal….FinancialTimes hanno anticipato a… Pasqua il bonus di Natale hanno distribuito i doni poco prima che Bank of America rompesse le uova….il pulcino forse perde il pelo ma non il vizio…chi rompe non paga e i cocci ( 13 miliardi di dolori ) restano di proprietà Bank of America.

….suggerirei qualche ovetto in più dalla ristrutturazione del piano di salvataggio, ( TARP ),  in maniera da avere il bonus pasquale……

La recessione è quando intorno a te svaniscono i posti di lavoro, depressione è quando all’improvviso svanisce il tuo di lavoro, questo diceva Harry S. Truman , trentatreesimo Presidente degli Stati Uniti d’America.

Microsoft non un’azienda soft qualsiasi, stordisce Wall Street, risultati deludenti e un taglio alla forza lavoro di 5000 unità con un semplice avvertimento, profitti in calo nei prossimi due trimestri, chissà dove attingeranno ottimismo i manager di IBM che presente un notevole outlooK….come dice Warren Buffet…..a proposito di Obama ….lui capisce di economia, cosi ….. So you’ve got the right person in the operating room, but it doesn’t mean the patient is going to leave the hospital tomorrow…..abbiamo la persona giusta in sala operatoria ma ciò non significa che il paziente sta per lasciare l’ospedale domani.

Riuscirà Obama a pilotare l’economia verso un "sof landing" atterraggio morbido nelle acque gelide dell’ Hudson, piene di iceberg di prima qualità?

>

Here’s a link to other cartoons he did for inauguration day, poking fun at Obama and Bush. Thanks, Esme! Thanks Barry !

"Siamo solo all’inizio di un cammino di ristrutturazione complessiva del sistema ha sussurrato Geithner il nuovo segretario al Tesoro e sarà un percorso drammatico…. ”Siamo in una severa recessione, della quale apparentemente non si vede la fine. Il sistema finanziario e’ rotto: siamo nel mezzo della madre di tutte le crisi….ci dice Paul Volcker l’unico di cui abbia fiducia, sono commosso la chiamata la Madre di tutte le crisi, si come la chiamo io da oltre un anno….caro e illuminato Volcker. 

Più 62.000 richieste con una media a quattro settimane stabile per effetto della stagione natalizia.Richieste settimanali di disoccupazione

CalculatedRisk ci dice che oggi siamo ad un passo dalla grave recessione del 1982 con i "continued claims" a 4,61 milioni di richieste rispetto ai 4,71 degli anni ’80.

La comparazione percentuale storica qui sotto ci dice che abbiamo ormai superato la piccola recessione del 2001, egualiato quella degli annai ’90 ma abbiamo ancora da fare tanta strada per raggiungere i livelli delle recessioni degli anni ’70 e’80. 

Richieste settimanali di disoccupazione 

 

 

 

 

 

 

 

Per quanto riguarda infine il mercato immobiliare ormai non fa più quasi notizia, con le vendite di abitazioni esistenti che si avviano a percentuali bulgare intrise di case liberate in seguito a foreclosures il numero complessivo dell’avvio di nuovi alloggi crolla ad un valore che non si ricorda ormai dal lontano 1959 secondo il Census Bureau come pure i permessi, la strada è ancora lunga chissà dopo aver cannato il 2007 il 2008 e il 2009 Greenspan forse con il 2010 ci azzeccherà sulla ripresa del mercato immobiliare o forse dovremo aspettare ancora……

Le percentuali non le riporto, ormai la doppia cifra negativa è di casa, come il nuovo record negativo dell’indice di fiducia dei costruttori NAHB, abbiamo già visto quale è la loro visione…..David Crowe della National Association of Home Builders ci dice che i prezzi delle case quest’anno caleranno di quasi un 30 % anno su anno e che le vendite di abitazioni avranno una contrazione pari al 14 %.

Ora non starò a ripetervi numeri e cifre di questa grande depressione immobiliare, ogni articolo di Icebergfinanza sul mercato immobiliare americano ne parla, ma da qui la crisi è iniziata e da qui se mai finirà, magari proprio nello stesso istante che il mercato del lavoro riuscirà ad rialzare la testa definitivamente non solo sotto gli stimoli infrastrutturali del New Deal di Obama ma come naturale conclusione di una recessione storica, si giusto in tempo per assaporarne un’altra!

Molti mi hanno chiesto il senso dell’ultima mia frase, nell’ultimo mio post ebbene nel post dedicato agli "amici" di Icebergfinanza troverete la risposta e molte realtà fondamentali quota 600 è solo un livello intermedio se gli uomini che sono al comando della nave non riusciranno nel compito di riportarci al porto nel mezzo della tempesta perfetta…..ma permettetemi di chiudere con alcune considerazioni……

L’economia mondiale è entrata in "una recessione grave e sincronizzata" e c’è il rischio che i costi dei maxi-piani straordinari dei diversi governi europei, se non saranno "riassorbiti a tempo debito", possano scaricarsi sulle giovani e future generazioni. È uno scenario preoccupante quello delineato dalla Banca centrale europea nel primo bollettino mensile dell’anno, reso ancora più allarmante dall’incertezza "eccezionalmente elevata" sul quadro generale. (…) Le previsioni tuttavia – riconosce la Bce – sono sempre molto difficili in un contesto di grande incertezza, e "i rischi per la crescita, che restano chiaramente orientati al ribasso", sono legati soprattutto "alla possibilità di un più forte impatto delle turbolenze finanziarie sull’economia reale, ai timori di nuove e crescenti spinte protezionistiche e a eventuali andamenti sfavorevoli dell’economia mondiale, dovuti a una correzione disordinata degli squilibri mondiali". In un 2009 che si annuncia durissimo, le mosse anticrisi dei governi europei – sottolinea la banca centrale – dovrebbero essere comunque improntate alla prudenza. La situazione economica, sostiene Francoforte, "richiede di fatto particolare cautela nell’adottare vaste misure di stimolo fiscale, tenendo conto delle particolari condizioni di bilancio di ciascun paese". I piani straordinari decisi finora, infatti, "comportano oneri considerevoli per le finanze pubbliche in numerosi paesi dell’area euro. Se non saranno riassorbiti a tempo debito, peseranno in modo particolarmente negativo sulle nuove generazioni e su quelle future. (APCOM )

Questo ha prodotto la fiaba o la favola del breve termine, del tutto e subito,  oggi le istituzioni , i governi e le banche centrali le stesse famiglie talvolta ben poco hanno a cuore l’orizzonte delle future generazioni, delle nuove generazioni, dei loro stessi figli!

E’ ora che i giovani, le nuove generazioni, incomincino a guardare al di la dell’orizzonte, che prendano in mano loro, il timone della loro vita, che facciano sentire la loro voce, che siano essi stessi protagonisti nel mare in tempesta, per condurre la propria vita e non lasciare che siano gli altri a condurla verso lidi che uccidono,spesso, la vita stessa.

Oggi il futuro è poco presente nelle scelte delle nostre istituzioni, oggi è il momento di cambiare a partire da noi stessi…..a partire dai giovani, Speranza nel futuro!

Domani è festa al porto, non mancate, Icebergfinanza compie due anni, due anni di Speranza, la Speranza che nasce dalla consapevolezza che solo attraverso la conoscenza e la responsabilità, il rispetto e la disponibilità si può guardare con fiducia all’orizzonte di questa Vita.

Buona Giornata Andrea

Tags:   |
72 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 09:08

Chiedo scusa,
quota 600 a cosa si rifersice?
Ne approfitto per fare gli auguri ad Andrea e ringraziare, in anticipo: domani passeggiata in montagna.
RobertoLara

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 09:54

Andrea scrive …: “E’ ora che i giovani, le nuove generazioni, incomincino a guardare al di la dell’orizzonte, che prendano in mano loro, il timone della loro vita..etc etc..”
Caro Andrea..mio capitano..
I giovani d’oggi sono impegnati solo a mandare sms..giocare alla play..e a farsi grandi con i soldi di papà.. non sanno cosa vuol dire lottare per un posto di lavoro..”loro” pensano che saranno tutti avvocati un giorno..e quando si sveglieranno a 30 anni e scopriranno di non esserlo..saranno tutti in psicanalisi..
Il mondo degli ultimi anni, oltre ad aver generato questa crisi, ha generato anche un esercito di giovani che penssano che la crisi esista solo in tv..

ciao a tutti..
Aka

Scritto il 23 Gennaio 2009 at 10:05

Andrea purtroppo il sistema dovrà fare crack, se non si verifica qualche soluzione tipo GIUBILEO non si ripartirà mai, io penso che il modello del GIUBILEO non piace a nessuno perchè in questa soluziuone divina c’è la LIBERTA’, mentre i signori illuminati animati da sapienza sicuramente non divina vogliono rendere schiavi miliardi di uomini.

Però tra l’armonia espressa nella perfezione della natura, nella perfezione del libero arbitrio che ogni essere umano detiene, questi grandi SAGGI dovranno ricredersi vedendo il loro sistema economico affondare come il TITANIC.

Andrea si dice che… al somaro quando non vuole bere è inutile……

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 10:28

Il Presidente Napolitano ha affermato che gli italiani nel dopoguerra si sono rimboccati le maniche e hanno ricostruito un’ Italia migliore e faranno la stessa cosa anche dopo questa crisi.
Forse si sbaglia a generalizzare come nel #2 ma certamente sarà estremamente dura rimboccarsi le maniche per chi ha vissuto nell’era delle vacche grasse (che sta lasciando il posto ai sette anni di vacche magre).
…vi state chiedendo come mai nei miei post si parla sempre di vacche?
Ebbene si, lo ammetto sono un agricolo, ma ne sono orgoglioso.
Un saluto.
scovazza64

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 10:29

da 2 anni sempre presente, grazie Andrea. RClash

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 10:39

avviso ai naviganti…..
schema ricorrente: dollaro forte….. tonfo in arrivo….

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 10:40

Buongiorno a tutti.
Bellissimo articolo del Capitano Andrea, credo che in questi giorni-settimane in borsa ne vedremo delle belle; e visto che io lavoro nell’immobiliare dove i soldi si guadagnano in cambio di “lavoro” e non si crea ricchezza dal nulla, tipo il famoso detto “i soldi fanno saldi” ripeto che provo un sottile piacere a vedere crollare il sistema finanziario e terziario (hihihihi).
Rigurado all’immobiliare e ai prezzi delle abitazioni ci sarebbe molto da dire, per adesso voglio fare solo una battuta……….
“pagare 250.000 euro per una vagonata di mattoni e cemento messo uno sopra l’alto e un pò caretto hihihihi”
e di questi 250.000 euro, circa 100.000 sapete chi li incassa ????????? anche questo misterioso e occulto “personaggio” prima o poi dovrà rendere conto delle sue………. La verità e figlia del tempo…

SD

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 10:40

prova 1 2 3 prova

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 10:46

# 6 forse stanno liquidando i titoli e riportando i dollari a casa!!!!!!!!!!

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 10:48

Complimenti Andrea, almeno da qualche parte si sente parlare di lungo periodo! Oramai siamo solo abituati ai trimestri, non si va oltre, la borsa comanda le logiche delle imprese! Si vuole e si deve avere tutto subito, e proprio per questo non si risparmia più, ma si fa debito per comprare! E tutto perchè i consumi sono le uniche certezze che restano alle masse obnubilate da falsi miti e non propense ad alcun tipo di sacrificio!

Matteo

Scritto il 23 Gennaio 2009 at 10:51

BUONCOMPLEANNO !!
e mille di queste miglia ……… con il migliore dei Capitani !

SKIPPER alias Andrea Messersì
di http://www.navigamus.blogspot.com

(per il commentatore n°1: 600 è il livello a cui scenderà l’indice americano S&P500 entro pochi mesi perdendo oltre il 30% )

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 10:59

Scovazza64 #4, io le “maniche” non posso rimboccarle, perchè ho le “braccia corte”……che non ti tocchi fare tutto a tè hihihihi
Un saluto

SD

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 11:46

Sono da poco approdato sul veliero e sento il dovere di fare un paio di cose: 1 – ringraziare il capitano Andrea per quello che ha fatto e sta facendo per noi; 2 – presentarmi, mi chiamo Emilio, Scovazza è il nome della mia azienda agricola, allevavo vacche da latte che ho venduto due anni fa dopo la morte di mio fratello; quindi, per rispondere a SD#12 …tocca fare tutto a me anche se le maniche non posso rimboccarle più di tanto perchè lavoro per gran parte dell’anno in maglietta/canottiera.
Morale ognuno deve rimboccarsi le sue.
Un saluto

scovazza64

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 11:50

Complimenti per il blog, è da sempre che leggo con molto interesse anche se non intervengo mai, un osservazione però la vorrei fare, la crisi finanziaria e immobiliare non sono altro che una conseguenza della fine della possibilità per l’umanità di crescere ulteriormente, crescere sul modello di sviluppo occidentale basato sui consumi, poichè pare sia diventato insostenibile un ulteriore incremento energetico, credo sia molto probabile che ci siamo avvicinati al picco petrolifero e quindi non ci aspetta che una restrizione procapite, ovviamente nell’ottica che in un futuro ognuno di noi avrà meno di ciò che ha oggi ecco che si è instaurato un clima di sfiducia poichè se ho difficoltà oggi e accedo al credito difficilmente un indomani potrò migliorare la mia condizione e coprire i debiti istaurati oggi.
Buona giornata
Mirko

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 12:05

Mi spiace deludervi cari compagni di navigazione!
Sono giovane e cerco di costruirmi un futuro nonostante le vostre belle “gufate” e solite generalizzazioni. Non siamo tutti “pecoroni” alla ricerca solo del capo firmato, dell’ultimo modello di telefonino o di una pastiglia di qualche sostanza da sballo. Ci sono sempre stati i soggetti viziati, alternativi, violenti e non violenti, dediti al consumo di alcool e stupefacenti….sempre. Ma esistono ancora tanti giovani che sperano, impegnandosi nello studio e magari anche in attività di volontariato, di poter acquisire maturità, saggezza, competenza professionale per poter rigettare le basi di una rinascita sociale ed economica. Ci siamo, siamo ancora tanti e non ci facciamo di certo intimorire dai vostri discorsi e dai vostri pareri.
Studio con serietà e con umiltà. Come me migliaia di giovani. Chi ancora vive nell’isola felice imparerà a rimboccarsi le maniche e ad osservare il mondo con più obiettività e realismo. La necessità trasforma le menti. La cosa importante è che qualcuno cominci dando il buon esempio. Quindi cari adulti… incominciate voi a fare da apripista! Propongo, come tanti altri lettori di questo blog, di continuare a mantenere un atteggiamento più costruttivo. Cioè provare ad iniettare fiducia e senso di responsabilità e speranza!!!!!!!!!!! A volte sembra di leggere dei necrologi.
Grazie e scusatemi dello sfogo… ma ogni tanto bisogna pur farsi sentire!
Buona giornata a tutti.
L.

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 12:20

E’ da più di un anno che seguo questo blog, ho letto tantissimi post di Andrea che analizzavano la situazione del mercato immobiliare americano, ma non ho mai ( o raramente ) letto un analisi sul mercato immobiliare italiano. ( poche fonti da cui attingere? ).
Ma se c’è tutta questa crisi ( carenza di credito, posti di lavoro, sicurezza, elevato numero di case invendute ecc. ) perchè il prezzo delle case ( almeno nel nord-est ) non scende?
Claudio

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 12:59

Per Claudio #16 nei mesi passati come utenti abbiamo parlato anche del mercato immobiliare italiano, in Italia i prezzi delle case non scendono, come negli USA e atri paesi perchè non esiste il libero mercato basato sulla domanda e l’offerta !!!!! ok.
Volevo anche rispondere a L. #15, quello che scrive e giusto, non bisogna generalizzare e scrivere necrologi sull’economia; hai ragione….bisogna essere obiettivi e realistici e sicuramente il mondo andrà sempre avanti, ma nel passato ci sono state troppe ingiustizie, favoritismi e giochi di potere per sistemare tutto con “un colpo di spugna” !!!!!! ok
Riguardo a tirarsi su le maniche leggi il mio post 12 !!!! ok
Un saluto anche a scovazza64, spero che un paio di vacche siano rimaste (hihihihi)

SD

P.S. La VERITA’ e figlia del TEMPO

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 13:16

Per SD#17 e/o altri giovani di di buone speranze – la stalla è vuota c’è solo da rimboccarsi le maniche.
Contraccambio i saluti per SD.

scovazza64.

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 13:25

caro L#15, impara a non generalizzare anche tu e non usare il voi per talune affermazioni. Andrea in prima linea e noi in seguito amiamo i giovani e investiamo su di loro per il mondo che verrà. Ho tre figli maschi e mi adopero per aiutarli a scovare dentro i loro sogni e poi dare loro gli strumenti per realizzarli. Nessuno “gufa”, andrebbe contro i
la nostra filosofia di vita ed il rispetto per ogni creatura vivente.
Continua a leggerci.
gracav

Scritto il 23 Gennaio 2009 at 13:35

Caro L, mi fa piacere sentirti intervenire così, sono convinto anch’io che la grande maggioranza delle nuove generazioni riuscirà a trovare una strada per ricostruire dalle macerie di questo sistema incancrenito. Voi siete le nostra speranza e dovremmo cercare di incoraggiarvi, di sostenervi, di comprendervi il più possibile, perchè noi e le generazioni che ci hanno preceduto sono responsabili di questo sfascio. Ognuno di noi non si riconosce nei valori del consumismo, dell’edonismo dominante, del prendo tutto adesso e chi se ne frega cosa lascierò, però siamo noi che direttamente o indirettamente (per ignavia o incapacità di prendere posizione) responsabili, e questo bisogna che ce lo diciamo e cominciamo a fare un bel esame di coscienza tutti quanti. Se i Giovani non hanno modelli è per colpa nosta che non siamo stati da giusto esempio. Andrea ci sta esortando a reagire tutti insieme, ad essere propositivi e costruttivi, non ci lasciamo andare a vuoti ed inutili catastrofismi o assurdi compiacimenti di altrui sfortune caro SD, siamo sulla stessa barca, e tante persone per colpa di malfidati capitani naufragheranno, Ora ognuno prenda il suo remo, cominci a remare nella giusta direzione, e se qualcuno non lo fa gle lo insegni o lo obblighi. Caro Andrea, oggi volevo esserci anch’io per festeggiare insieme e riconoscerti il merito di averci fatto incontrare, di averci guidato in questi mari minacciosi e di averci mostrato anche una via per uscirne. Ti avevo promesso un obolo per sostenere il tuo immenso lavoro, oggi con la mia nuova prepagata proverò a contribiure, sono sempre un umile mozzo. Mozart

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 13:47

Mozart #20 leggo che molti hanno compreso cosa “bolle in pentola” hihihihi, l’importante è la salute.

SD

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 13:52

Ciao RobertaLara il 600 è riferito alla quotazione del S&P 500 uno dei principali indici insieme al Dow Jones.

http://finance.yahoo.com/echarts?s=^GSPC#symbol=^GSPC;range=1y

Per altri fonti …. Google them ! ^_^

Scritto il 23 Gennaio 2009 at 14:11

Sì SD, l’importante è la salute, ma senza lavoro si rischia di perdere anche quella. L’inevitabile sta per arrivare, probabilmente un altro storno che ci farà bucare al ribasso, ma questo comporterà un’ulteriore fase di panico e di sfiducia, non solo la perdita di soldi di chi ha investito (e sono sempre i piccoli a rimetterci, ti ricordo). Quindi ancora qualche posto di lavoro che si volatilizza e qualche famiglia che si dispera, io non ci vedo molta allegria. Un abbraccio Mozart

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 14:24

per post #1..
600 si intende il livello di sp500..attualmente quota 800..quindi si prevede una ulteriore discesa del 25% sui valori di borsa.
Nel mio piccolo vorrei portare un piccolo contributo a questo blog con una piccola riflessione.
Non che mi aspettassi una exomologesi da parte dei politici e dei banchieri..però insomma..adesso si intravede qualche scorcio di piano diabolico..vediamo cosa ha combinato il dottor Faust..che stranamente mi ricorda un pò Greenspan.
comunque, senza divagare troppo, incominciamo..
era una notte fredda e tempestosa ( così fa più effetto ) del 23 dicembre 1913..un manipolo di persone guidate dal presidente Wilson attuarono un colpo di stato a danno dei cittadini Americani.
Era la nascita della Fed. La moneta cessava di essere proprietà dello Stato come sanciva la Costituzione e diventava proprietà di un’oligarchia di ignoti.
Chi controlla la Moneta controlla lo Stato. Un’esempio di potere derivanti dal controllo della moneta furono i Templari nel XIII-XIV secolo..non per il favoloso tesoro di Re Salomone divennero potenti..ma per la moneta d’argento che coniavano..tanto potenti che il Papato li fece sterminare tutti, o quasi.
Poi venne Kennedy..cercò di ripristinare la moneta come proprietà dello stato, ma a qualcuno quell’idea non piacque molto.
Si passò quindi per il ’71 con la fine del parziale gold standard per finire con bolle seriali delle borse.
Adesso però qualcosa è cambiato..le oligarchie innominabili si stanno muovendo..forse per noia di questa democrazia ereditaria (non è una prerogativa italiana, basti pensare che in america abbiamo avuto bush padre e figlio come presidenti) ..forse si sono semplicemente stancati di essere i burattinai della caverna di Platone.
Lo stato nazionalizza quindi le banche..o è il contrario?
Le oligarchie che erano, in primis, le propietarie delle banche private diventano cosa pubblica.
L’oligarchia diventa lo Stato stesso..
e adesso?

ciao

De

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 14:39

cavolo..ho scritto un’esempio,matita rossa direi. Comunque Andrea..ottimo articolo..e poi..inflazione…..
ciao

De

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 14:46

egr. Andrea Mazzalai, voglio con questo mio intervento esporre un articolo di Michele S., sulla fine dell’impero romano. Quello che è iniziato dall’autunno del 2007 è la fine dell’impero americano. e quello che lei auspica… cioè una risposta dei giovani è utopia. per me, si deve pensare di fare dei clan. Un primo clan potrebbe essere quello da Lei guidato, coordinato magari con altri uomini di buona volontà come Paolo Barrai e Eugenio Benetazzo . che ne dice?
Buona lettura a tutti. Volutamente non ho espresso il cognome dell’autore del pezzo, perchè nel 2007 ha chiuso il proprio blog, ma penso che lei, capitano , ed altri fedeli suoi lettori intuirete chi è.
SPECIALE FINANZE ROMANE 22 agosto 2006 di Michele S.
Premessa
l’impero romano ebbe due secoli di pace e prosperità dalla sua fondazione (30 a.C. quando si dissolse la repubblica romana) fino al regno di Marco Aurelio (161-180 d.C.); un periodo di declino fino all’anno 268 cui poi seguì una ripresa sotto gli imperatori il lirici che durò fino al regno di Costantino (324-337); ed infine dopo
Costantino, l’impero entrò nella fase finale, con la data ufficiale della fine storicamente stabilita nel 476.
L’impero romano fu la più grande civiltà prodotta dall’occidente, e rappresentò il culmine di 10 mila anni di avanzamento economico iniziato nell’età neolitica. In termini di dimensione, popolazione, ricchezza, potere militare, portata delle opere economiche, numero di fondazioni, e sofisticazione dell’ingegneria militare e civile, l’impero Romano non venne superato fino alla rivoluzione industriale del 18° secolo.
Per fare un esempio, la città di Roma aveva una popolazione di un milione di persone, raggiunta solo da Londra nel 1800. Dopo la caduta dell’impero, la popolazione di Roma si ridusse a quella di un semplice villaggio.
In questo Speciale esamino la rovina finanziaria dell’impero, un processo lungo e complesso che rappresenta una causa fondamentale del collasso, perché è¨ interessante culturalmente
Il sistema monetario
Il sistema monetario nella fase iniziale era basato su tre monete:
1 sesterzio = 25 grammi di bronzo
1 denaro (3,5 grammi di argento) = 4 sesterzi (cioè 100 grammi di bronzo)
1 aureo(7,8 grammi di oro) = 25 denari (cioè¨ 87,5 grammi di argento) =100 sesterzi (2,5 kg. di bronzo)
(Interessante notare come all’epoca quindi 1 grammo di oro valeva 11,2 grammi di argento.
Oggi 1 grammo di oro oscilla intorno a 50 grammi di argento.) ma oggi 2 dic 2008 vale circa 80gr di silver
Le entrate
Le entrate della repubblica dopo le conquiste di Pompeo erano di 340 milioni di sesterzi(HS). L’annessione della Gallia nel 51 a.C. e dell’Egitto nel 31 a.C. avevano aggiunto 300 mln. di HS. Le conquiste imperiali della Cappadocia , della Mauritiana e della Bretagna aggiunsero altri 30 mln.HS, facendo sì che le entrate totali all’epoca di Nerone arrivassero a 670 mln. di sesterzi. Durante la guerra civile seguita alla morte di Nerone, il governo ebbe un enorme deficit e Vespasiano cercò di rimediare aumentando le tasse del 20% durante gli anni 70 (dopo Cristo). Così le entrate arrivarono a 804 mln. circa, ed in termini reali sembra che non siano più salite in modo sostanziale sopra questo livello fino alla fine.
Le spese
Vediamo adesso le spese: nell’anno 150 erano di 832 mln. HS (di cui 640 per il pagamento dei militari, 50 per i bisogni dell’imperatore, e il resto tra impiegati civili, costruzioni e cash). Si tratta ovvio
di stime e non implicano un deficit, perchè l’avere un bilancio in pareggio era un principio caro agli imperatori iniziali: Augusto ridusse le legioni da 60 a 28, e questo numero rimase relativamente stabile per i primi 3 secoli dopo Cristo. Un legionario prendeva mediamente 1200 sesterzi l’anno (equivalenti a meno di 100 grammi di oro, che oggi sarebbero circa 1500 euro) . il 2 dic 2008 2000 euro
La politica di bilancio
Comprendere l’equazione delle entrate e delle spese è¨ basilare per capire la rovina finanziaria dell’impero nel corso dei secoli. I costi militari consumavano più del 70% delle entrate da quando le legioni salirono a 33 sotto Settimo Severo. Vespasiano aveva già aumentato le tasse fin dove possibile , ciò senza che creassero rivolte, così vi era poco spazio per aumentare le entrate durante i periodi di spese straordinarie dovute alle guerre o ai regni di imperatori stravaganti. Nel frattempo c’era poco spazio per ridurre le spese, se non si voleva ridurre la dimensione militare.
Nel periodo repubblicano, prima dell’impero, la rovina finanziaria era stata evitata durante i periodi di difficoltà , conquistando nuovi territori. Ma anche questo non era più possibile, perché tutti i territori profittevoli erano già stati annessi. Le tribù barbare del nord non valevano la pena (Augusto diceva che ulteriori conquiste sarebbero state come pescare pesciolini con un amo d’oro).
Ciò nonostante l’impero aveva qualche altro espediente finanziario a sua disposizione quando era in difficoltà :

1) confiscava le proprietà dei condannati (per tradimento o altro); ma nel tempo questo sistema distrusse la vecchia classe senatoriale, che fu rimpiazzata da una nuova elite terriera che derivava il suo potere dalla fedeltà all’imperatore.
2) Tasse e pagamenti una tantum.
3) Prendere metalli preziosi dai tempi e dalle statue costruite con oro e argento.
4) Vendita di beni (palazzi, schiavi, ed armi).

Ma in pratica l’impero aveva poca flessibilità nel suo budget, sia dal lato delle entrate che delle spese. Fino a quando non vi furono significative minacce esterne, il budget restò sostenibile.
Una volta però che gli assalti dei barbari divennero cronici e diffusi, piuttosto che locali e sporadici, l’Impero si venne a trovare in un lento ma inesorabile declino.
Le vittorie sui barbari non davano guadagni finanziari, mentre le sconfitte comportavano perdite finanziarie , per danni alle proprietà , commerci che andavano in malora, ed una minore popolazione da tassare.
Il governo reagiva con tasse ancora crescenti che lentamente strozzarono l’intera economia e alla fine lo distrussero.
Manovre monetarie
E andiamo alle manovre da banchieri centrali che escogitarono.
Praticamente ogni imperatore, a partire da Nerone, metteva sempre meno bronzo e argento nelle monete che produceva. Sotto Augusto il denario era per il 98% di argento puro, e ai tempi di Adriano nel 138 si era scesi al 90%. Antonino Pio lo ridusse all’86,5%, marco Aurelio al 78%, Comodo al 73%, Settimo Severo al 55,5% e caracolla al 51,5% (siamo arrivati all’anno 217). Caracolla poi si inventò l’antoniniano (il denario doppio) che aveva però solo il 50% di argento in più quando nominalmente rappresentava il doppio.
L’inflazione
Naturalmente tutto ciò produsse inflazione. Ai tempi della repubblica Plinio diceva che svuotare di contenuto prezioso la moneta equivaleva a un default, diremmo oggi, del debito governativo.
Gli imperatori invece lo trovarono un comodo mezzo di finanziamento, anche perché avevano paura che l’esercito potesse impossessarsi delle riserve preziose.
Tra l’altro è sorprendente notare come la paga dei soldati in termini di argento non aumentò mai rispetto ai livelli raggiunti sotto Augusto. In pratica ogni volta che il salario nominale veniva aumentato, il contenuto di argento/bronzo del denaro in circolazione veniva ridotto, così il costo in metallo prezioso dei soldati fu tenuto costante (da Domiziano nell’anno 84 a Caracalla nel 212 il salario annuo di un legionario passò da 1200 a 2400 sesterzi, ma come vistLa riduzione del contenuto prezioso nella moneta in circolazione ebbe un significativo impatto sui prezzi.

Dopo Caracalla, la svalutazione accelerò , e il contenuto di argento scese al 40% nell’anno 250 e quasi a zero nel 270 q
uando il bronzo veniva appena dipinto di argento.
Si stima che l’inflazione tra il secondo ed il terzo secolo sia stata del 15000% (avete letto bene, quindicimila).
Diocleziano per porvi rimedio emanò un editto nel 301 : blocco dei prezzi su oltre 800 voci (come si vede, i ns.
governanti quando bloccano tariffe e simili, non inventano niente di originale).
I salari vennero stabiliti dall’editto con due livelli:
lavori qualificati (carpentieri, etc.) a 50-60 denari al giorno, gli altri a 25 denari. Nel frattempo i legionari , cui venivano fatte regalie una tantum ed in parte erano pagati con grano, prendevano un po’di più dei lavoratori qualificati.

L’editto di Diocleziano non riuscì però a fermare la corsa dei prezzi, nonostante la minaccia di punizioni capitali. Diocleziano specificò che un oncia di oro (33 grammi) valeva 50mila denarii, ma il tasso di mercato rapidamente andò a 100mila nell’anno 307, a 300mila nel 324, e ad un incredibile 2,1 miliardi di denarii per ogni oncia di oro nel 350.
Comunque altre riforme di Diocleziano ebbero più successo. La pietra angolare della sua politica economica fu far divenire permanenti le confische delle risorse necessarie all’impero, fino ad allora fatte saltuariamente.
Poiché la moneta non aveva più valore, il nuovo sistema fu basato sull’esazione di tasse in natura, regolarmente previste dal budget imperiale in modo da dare comunque certezza di ciò che si sarebbe dovuto pagare, e di converso, avere certezza delle risorse su cui si poteva contare.
Effetti finanziari delle invasioni
Nel frattempo le invasioni barbariche avevano iniziato a diffondersi già a metà del secolo, e accelerarono con l’apparizione degli Unni nel 376.
Questi assalti causarono…

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 14:48

Caro L.
Scusa se ho generalizzato nel mio commentio..lo so che ci sono molti bravi giovani…purtroppo abito in una zona dove di esempi ce ne sono pochi visto che siamo stati pieni di soldi fino a ieri.. (sassuolo e dintorni)..
Io lo spero proprio che chi fa sacrifici come te abbia le dovute ricompense..
Mi ci metto id mezzo anche io nel mondo che ha generato questo… anche io ho consumato male e troppo i soldi che sembrava non finissero mai..e sicuramente non sarei stato di buon esempio a un figlio..che per ora non ho.
Ti chiedo scusa.
Aka

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 14:52

continua… Caduta dell’Impero Romano…

Effetti finanziari delle invasioni
Nel frattempo le invasioni barbariche avevano iniziato a diffondersi già a metà del secolo, e accelerarono con l’apparizione degli Unni nel 376.
Questi assalti causarono numerose perdite finanziarie oltre ai costi militari diretti.
Aureliano aveva speso diversi anni per la ricostruzione delle mura di Roma, impresa molto costosa. La città rimase salva durante il quarto secolo ma fu occupata e saccheggiata due volte nel quinto, nonostante le mura aureliane. I goti saccheggiarono Roma per sei giorni nel 410 e i vandali per due settimane nel 455.
Questi danni comportarono anche una riduzione delle tasse incassate dalle province. Ad esempio nel 445 le entrate erano di 9600 solidi dalla Numidia e di 5150 dalla Mauritania, invece che rispettivamente 77mila e 41mila dei tempi antecedenti l’invasione dei vandali .
(il solido era di 4,54 grammi di oro, e fu introdotto da Costantino).

Roma perse anche il controllo dei mari: la marina imperiale era già sparita durante il terzo secolo, quando nel 250 i pirati erano comparsi su vasta scala, e nel 269 una banda di goti potè navigare senza ostacoli fino in Grecia. Diocleziano potè finanziare solo la costruzione di flotte locali nel mediterraneo, ma per la fine degli
anni 300 non ce n’erano più.
Poiché l’impero era un anello di terra circondato dal mediterraneo, la perdita del controllo ebbe enormi
conseguenze sul commercio tra province, particolarmente grave perchè l’Italia non era autosufficiente nella produzione di cibo.
Infine, dopo la battaglia di Adrianopoli nel 378, l’impero iniziò anche a pagare le tribù barbare purchè non effettuassero incursioni.
Tutto ciò non toglie però che continuasse a esistere una crescente burocrazia, accoppiata a sprechi di ogni genere e a una fortissima tendenza all’ozio e alla lussuria.
Gibbon nel suo monumentale …declino e caduta dell’impero romano : descrive così la situazione ai tempi di Giuliano (361 ) ” Subito dopo l’entrata (di Giuliano) nel palazzo di Costantinopoli, ebbe bisogno di un barbiere. Un uomo magnificamente vestito, immediatamente si presentò a lui. Giuliano ripetè che voleva un barbiere , e, scoprendo che questi era il barbiere ,iniziò a chiedergli quanto guadagnava dalla sua occupazione, e fu informato che “ a parte un salario cospicuo …“ questi godeva dei servizi di 20 servi e altrettanti cavalli. Con questa situazione di benefici un migliaio di barbieri, un migliaio di portatori di tazze, un migliaio di cuochi vennero distribuiti in diversi luoghi di lussuria; ed il numero di eunuchi poteva essere paragonato solo con gli insetti dei giorni estivi”(p.747)
Conclusione
la riduzione delle entrate e l’aumento delle spese per tutte le cause sopraesposte, portò l’impero ad aumentare le tasse laddove poteva, raddoppiando l’incidenza nel 350. I piccoli proprietari caddero in rovina per il peso delle tasse, e furono costretti a impiegarsi presso i grandi proprietari, a volte anche
come schiavi pur di sopravvivere.
Il fenomeno si diffuse così tanto che l’imperatore Valente nel 368 dichiarò illegale la rinuncia alla propria libertà.
Le legioni si deteriorano fino al punto che erano composte di contadini e mercenari barbari.
Diocleziano ne aveva aumentato il numero a 60, ma alla fine del quarto secolo esistevano solo sulla carta.
Nel 406 la situazione divenne così disperata che Onorio arruolò pure gli schiavi.

Nel settore privato, l’attività bancaria fu abbandonata nel 410 , la terra produttiva fu anche lei man mano abbandonata, il commercio collassò.
Le invasioni barbariche, il colpo finale all’impero nel quinto secolo, furono semplicemente il culmine di 3 secoli di deterioramento continuo nella capacità fiscale.
Un circolo vizioso era stato decisivo: l’aumento delle spese militari, la burocrazia, e gli sperperi portarono a un insopportabile livello la pressione fiscale, così crebbe per reazione l’evasione fiscale soprattutto da parte degli alti esponenti e dei grandi proprietari terrieri; alla fine arrivò la bancarotta; nello stesso tempo piccoli gruppi privilegiati, evasori fiscali, riuscivano a tesaurizzare la loro ricchezza creando intorno alle loro ville dei microcosmi sociali ed economici, completamente indipendenti dall’autorità centrale: è la fine dell’impero e l’inizio del medio evo.
Concludo facendo notare come la questione finanziaria e la questione morale siano state sempre intrecciate nella lunga storia romana.
Nel 485 a.C. nei primi anni della repubblica, Cincinnato fu nominato dittatore: egli sconfisse gli Equi e si dimise da dittatore, ritornando ai suoi campi. Questo comportamento rende l’idea dello standard di virtù civiche che ispirarono Roma per secoli rendendola grande.
Ma già alla fine della repubblica queste virtù erano in declino e rimpiazzate dal desiderio di potere personale e questo desiderio forse più di ogni altra cosa portò alla implosione finale.
buona fortuna a tutti.
ric

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 14:56

AAAAAA 123

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 15:04

L’altra sera a cena con degli amici ho lanciato una sfida: io ho una proposta per lenire l’attuale crisi, volete provare a smentirla? ok ! Proposta : che succede se negli USA vietano (per qualche anno) la costruzione di nuovi volumi immobiliari ?? La discussione si è protratta a lungo ma non è apparsa del tutto fuori luogo… voi che ne pensate? mariogianni

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 15:13

Per ric #26-28 bello il post, sembra di essere ai giorni nostri; e adesso dove scappiamo che siamo in tanti!!!

Scritto il 23 Gennaio 2009 at 15:43

daccordo con L.

DOVREBBERO ESSERE I GIOVANI INCAZZ…..TI CON NOI. e nn viceversa.

hanno qualità superiori alla nostra generazione (se nn ci si sofferma ai singoli casi eclatanti).

adesso ke cè il SANGUE NELLE STRADE…….NN E’ IL MOMENTO DI COMPRARE .
come hanno sempre fatto i grandi.

o bisogna aspettare il fiume di sangue?

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 17:00

gentile Mazzalai,anch’io la seguo ( quasi ) dall’inizio. Molte persone le hanno riconosciuto la “chiaroveggenza” sulla tempesta perfetta che ci è piombata addosso. Ma come si faceva a seguire un visionario? lei ha sempre condito con anatemi e parabole i suoi scritti ! Sembrava di leggere l’Apocalisse di Giovanni ! Ed inoltre – non me ne abbia – la sua prolissicità condita con metafore da Peter Pan ( sembrava sempre di leggere un libro di favole per bimbi ingenui ), non mi hanno ( ci hanno ? ) dato la possibilità di prenderla seriamente. Insomma le imputo una mancanza di professionalità. Perchè, vede sig. Mazzalai, fosse risultato più razionale e serioso ( nello scrivere beninteso ), forse avrei fatto tesoro delle sue impressioni. E non avrei perso diversi miliardi ( di lire). Ma perchè – mi chiedo spesso – non è stato meno apocalittico e meno parabolico (si puo dire?) ?.
la saluto, anche se sono arrabiato con lei. Mi stia bene. Andrea

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 17:28

Falso allarme non si scende, in borsa intendo, forse siamo sul fondo

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 17:58

Per #33

Il visionario è stato lei. Lei ha voluto vedere solo quello che le faceva comodo,ed è stata la sua mancanza di modestia dovuta forse ai troppi soldi che non le ha fatto prendere seriamente il lavoro di Andrea, lavoro sempre impeccabile, ampiamente documentato, di una professionalità sconosciuta al giornalismo economico nazionale e non solo.
Nel vedere gente come lei quasi mi dispiace che Andrea non ci abbia invitato tutti a fare ribasso, lei avrebbe perso ancora di più e se lo sarebbe meritato.
Ma forse anche così la lezione subita sarà sufficiente per farle scoprire i valori di cui parla Andrea e a farle aprire gli occhi sulla sua vita insignificante.

P.S. Nessuno si illuda non siamo sul fondo.

Mas

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 18:01

Capitano grazie per il tuo lavoro e la tua onestà intellettuale.Al di la di ogni considerazione credo che persone come te ci facciano avere fiducia in un mondo migliore dove ci sia spazio non solo al profitto ma anche ai valori veri per dare un senso alla nostra esisrenza. claudio

Scritto il 23 Gennaio 2009 at 18:12

Grande …grandissimo Mas,
hai detto ciò che volevo dire
anch’ io…
e anche #36 ha ragione..

UNA GRANDE GRANDISSIMA PROFESSIONALITA’ unita ad
un’ altrettanta grande grandissima umanità contraddistingue il nostro Capitano…
il resto sono “fandonie”..e..”ogni diceria
il vento se la porta via”!
Andrea un caro saluto…
a domani
Valentina

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 18:15

Ma senti questo Andrea….
Pragmatico e sincero però.
Che ci vuoi fare,ognuno ha il proprio stile e non si può essere simpatici a tutti.
Saluti
Lui580

Mas è venerdì,un pò di ottimismo.

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 18:34

PER #33 :

Cari Mas, Vale, Lui580 ….compagni di viaggio, avete espresso anche la mia opinione.

Volevo sottolineare che forse SD quando sorride (hihihihihi) sarcastico a volte da fastidio ad alcuni………. ma io credo che se la rida sotto i baffi pensadno ad investitori come l’amico 33 che è proprio caduto male!!

Sul ponte di questo veliero è scivolato
,ma su questo ponte ci stanno molti mozzi disponibili ad aiutarlo a tirarsi su,purchè accenni ad un “”scusate””

amico 33 rifletti su ciò che hai scritto e vedi anche tu di darti una regolata e vedi di trasformarti ………i soldi non li mangiano manco le galline.
Parlare di miliardi persi, quando qui su questo veliero siamo tutti col cuore stretto dal peggio che colpirà molti,
famiglie senza casa,genitori senza lavoro,con figli da mantenere………le tue parole sono suonate come una bestemmia.

hai fatto proprio una brutta caduta e se SD esce fuori ora col suo hihihihi ………devo dirti che ci sta tutto!!

buona serata a tutti,
ccp

Scritto il 23 Gennaio 2009 at 19:35

………Caro L.
Scusa se ho generalizzato nel mio commentio..lo so che ci sono molti bravi giovani…purtroppo abito in una zona dove di esempi ce ne sono pochi visto che siamo stati pieni di soldi fino a ieri.. (sassuolo e dintorni)..
Io lo spero proprio che chi fa sacrifici come te abbia le dovute ricompense..
Mi ci metto id mezzo anche io nel mondo che ha generato questo… anche io ho consumato male e troppo i soldi che sembrava non finissero mai..e sicuramente non sarei stato di buon esempio a un figlio..che per ora non ho.
Ti chiedo scusa.
Aka

Aka….sei un grande! Hai saputo strambare all’improvviso, una manovra da ammiraglio…..ti ringrazio di questa testimonianza……ecco L questi sono gli uomini in cui credere quelli che sanno riconoscere i propri errori, quelli che in fondo credono di più nell’uomo di quanto loro stessi credono……

Ho condiviso una lunga parte della mia vita con le “future generazioni” ed io in loro credo, non bisogna generalizzare….vi siete mai chiesti per quale motivo fa più rumore una foglia marcia che cade piuttosto che una sempresempre verde che sa donare ombra e conforto agli uomini.

Date un’occhiata alla televisione, ascoltate la radio, leggete i giornali….in quale spazi trovate la gente comune che quotidianamente dona speranza a questa vita….non fanno rumore gli uomini di buona volontà, che lottano tutti i giorni per un mondo migliore….non fanno rumore i progetti e le associazioni che sono le fondamenta di questa società……solo ill bello, il trend, il furbo, l’apparenza trova posto nei media mondiali, l’essenza è relegata nell’immaginario…..

Caro Andrea….solo due parole…se professionalità è quella che oggi spesso il mondo della finanza sa offrire, non tutto ma una buona parte, allora io sono un pagliaccio, un cantastorie …la scienza e la finanza sono già di per se materie talmente tristi che in fondo le favole, le fiabe, gli aforismi, le citazioni e quant’altro aiutano la gente comune a comprendere meglio di mille parole al vento…..e se ti fermi un attimo a riflettere sulle tue parole, nei miei post troverai un lavoro e una professionalità che ben pochi ti sanno offrire, non solo visioni, ma dati ogettivi riscontrabili, notizie, analisi non parabole ……ti posso assicurare che molti professionisti, gestori e promotori finanziari si sono avvalsi di una fiaba per aiutare i propri clienti …….gratuitamente…. sono stato sommerso dalla stima di molti di Voi, anche giornalisti e esperti del settore, in maniera particolare della gente comune, altri invece sono ancora dispersi in un oceano dove un semplice grazie non trova dimora!

…il viaggio continua….all’orizzonte mondi alternativi…..per tutti coloro che sanno credere in se stessi, tutti coloro che credono all’uomo !

Andrea

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 20:03

Caro Capitano,
buon compleanno.
Sono uno dei tanti marinai che Ti legge in silenzio e, ringraziandoTi, ho potuto e saputo apprezzarTi.
Per me sei … Amabile.
Buona navigazione a tutti.
jack

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 20:11

Ringrazio ccp #39 per la considerazione e il sarcastico e l’aver capito che il mio hihihihi e solo un sorriso, ma…….se crolla l’economia he dico io…….ci sarà da divertirsi veramente.
Su quello che scrive Andrea #33 (no il Capitano Andrea), mi dispiace solo di una cosa; peccato che non si possa guadagnare e vivere facendo Trading con le borse invece di faticare con il lavoro hihihihi.
Un saluto

SD

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 20:19

Ciao capitano,

Ti seguo da ormai un anno (da poco più di un paio di mesi in prima classe).

Vorrei farti qui gli auguri e ringraziarti per il lavoro che hai svolto in questi due anni, grazie al quale ho ritrovato la serenità per affrontare la tempesta in arrivo.

Un abbraccio sincero.

SR

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 20:37

…..non fanno rumore gli uomini di buona volontà……
Auguri Andrea……continua a non far rumore.
Un povero diavolo.

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 20:37

Belle le tue analisi, illuminanti oserei dire… Vorrei sapere però cosa ne pensi del mercato immobiliare italiano. Hola vaga sensazione che i mezzi di comunicazione non raccontino proprio tutto.

Grazie mille

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 20:46

grazie andrea ti auguro sempre vento in poppa

Scritto il 23 Gennaio 2009 at 21:53

Per il n33 Andrea che ha perso i miliardi.

Ho notato spesso che la gente guarda piu alla forma che alla sostanza.
Sicuramente ti sei fidato di chi APPARE piuttosto di chi E’.

La prossima volta starai piu attento. Sbagliando si impara.

Godo come un mondo vedere i ciarlatani di borsa, che hanno vissuto come parassiti a causa di un mercato toro , vendondo libri ecc ecc, saltare come popcorn.
W la pulizia che sta facendo questo mercato.
MM

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 21:58

nel secondo anniversario del veliero, il mio ringraziamento al tenace e nascosto ricercatore Andrea, in particolare per il suo “scandaloso” bagliore di speranza che balena in burrasca.
Wenn du abends weinst weil die Sonne weg ist, verhindern dir die Traenen das du die Sterne siehst

ad maiora

Gabriel

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 22:13

supplemento per amico 33#

sentivo di doverti rispondere fra le righe e lo faccio con carattere maiuscolo,solo per differenziare dal tuo scritto,le nonne sono abituate a fare ciò che passa loro per la mente,senza pensarci su troppo.

…….”gentile Mazzalai,anch’io la seguo ( quasi ) dall’inizio.”
VISTO CHE HAI APOSTROFATO ANDREA CON IL “LEI” CI STAVA BENE PERLOMENO UN SIGNOR
“Molte persone le hanno riconosciuto la “chiaroveggenza” sulla tempesta perfetta che ci è piombata addosso.”
SI , MOLTI HANNO APPREZZATO ANDREA E CONTINUANO A FARLO, TU SEI FUORI DAL CORO,QUINDI STONI!
“Ma come si faceva a seguire un visionario?”
VISIONARIO ASSOLUTAMENTE NON DIREI,ILLUMINATO SICURAMENTE SI!!
“lei ha sempre condito con anatemi e parabole i suoi scritti ! Sembrava di leggere l’Apocalisse di Giovanni !”
SE TU AVESSI LETTO, COL CUORE, L’APOCALISSE DI GIOVANNI AVRESTI CAPITO ANDREA PERCHE’ ANDREA HA TESTIMONIATO I VANGELI IN TUTTO E PER TUTTO,
SPECIE NEL SUO COMPORTAMENTO!
“Ed inoltre – non me ne abbia – la sua prolissicità condita con metafore da Peter Pan ( sembrava sempre di leggere un libro di favole per bimbi ingenui )”,
E’ PROPRIO CHI HA L’ANIMO PULITO DEI BIMBI CHE HA LA VISTA PIU’ ACUTA E VEDE OLTRE LE NEBBIE! (ecco perchè ho qualche dubbio sulla tua lettura di Giovanni)

“non mi hanno ( ci hanno ? ) dato la possibilità di prenderla seriamente”.
TU NON HAI PRESO SERIAMENTE UNA PERSONA COME ANDREA PERCHE’ TI MANCA L’ANIMO DEL BIMBO E LA SUA INNOCENZA.
“Insomma le imputo una mancanza di professionalità. Perchè, vede sig. Mazzalai, fosse risultato più razionale e serioso ( nello scrivere beninteso ), forse avrei fatto tesoro delle sue impressioni.”
QUESTA TUA AFFERMAZIONE TI DIPINGE PER QUELLO CHE SEI,ATTACCATO AL DANARO E SONO LE PAROLE CHE PIU’ FANNO RIBOLLIRE IL SANGUE AGLI AMICI DI ANDREA IL QUALE E’ ESATTAMENTE IL TUO OPPOSTO.
E non avrei perso diversi miliardi ( di lire). Ma perchè – mi chiedo spesso – non è stato meno apocalittico e meno parabolico (si puo dire?) ?.
PERCHE’ ??? MA NON LO SAI IL PERCHE?? ……….CHI TROPPO VUOLE NULLA STRINGE!!!!
LA TUA AVIDITA’ TI HA TRADITO ,SI SOLO LA TUA AVIDITA’…….. NON CERTAMENTE ANDREA CHE HA INSEGNATO A TUTTI NOI INCOMPETENTI A CAPIRE LA BORSA E LA FINANZA …….
SCRIVENDO DI FINANZA COME FOSSE UN POETA.
“la saluto, anche se sono arrabiato con lei. Mi stia bene. Andrea”
E NO CARO MIO……. DEVI SOLO PIGLIARTELA CON TE STESSO E CON NESSUN ALTRO PERCHE’ TU DEI POST E DELLE ANALISI DI ANDREA HAI PERCEPITO NULLA IN QUANTO ERI SOLO ALLA RICERCA DEL LUCRO E TI SEI PERSO DELLE INDICAZIONI PREZIOSE CHE ALTRI HANNO COLTO.

ALLA FINE I SOGGETTI COME TE MI FANNO UNA GRAN PENA.
CONOSCONO SOLO IL DIO DANARO !!

ASCOLTA UNA VECCHIA NONNA E CERCA DI TRASFORMARTI E CAPIRAI ALLORA QUALE PREZIOSO AMICO ABBIAMO TUTTI NOI IN ANDREA.
TUTTI NOI CHE VEDIAMO IN LUI PRIMA L’UOMO CORRETTO E GENEROSO E DOPO IL CAPITANO CHE CI CONDUCE PER MARI TEMPESTOSI!

BUON FINE SETTIMANA A TUTTI !
BUON COMPLEANNO AD ANDREA
BUON COMPLEANNO A ICEBERGFINANZA

GENIALE ANDREA ENTRARE IN RETE LO STESSO GIORNO DELLA TUA NASCITA,GENIALE !!
UN ABBRACCIO A TE ED ALLA TUA PAZIENTE FAMIGLIA
CCP

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 22:17

Guardano l’andamento delle borse di oggi, vorrei chiedere agli esperti; ma anche per chi va short o al ribasso non deve essere facile fare guadagni !!!!! con una volatilità così dovrebbero scattare gli stop-loss in un attimo!!!!! (hihihihi)

Per ccp #39, quà ci tocca faticà se vogliamo guadagnare qualche euro…

Buonanotte a tutti

SD

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 22:43

Caro SD,
quello che forsi alcuni non hanno capito è che tu non hai paura di faticare.
Mi chiedo come possono capirlo coloro che non hanno mai sudato con una vanga o con un martello pneumatico a rompere emento……….
Il messaggio che io ho raccolto dai tuoi post è : ragazzi qui se non si suda c’è più poco da ridere
Non ho potuto calcolare (dai tuoi scritti) quanti anni ti porti sulla gobba, ma i tuoi ricordi mi fanno dire che hai i capelli brizzolati se non bianchi quindi stai dicendo a tutti noi:
guardate che qui occorre tornare al concreto e a sudare.
Se questo è il tuo pensiero, ti confido il mio : la penso allo stesso modo!

Vuoi un consiglio dalla nonna??
il tuo sorriso fallo meno stridente :sostituisci la con la , sarai
simpatico a tutti ,hehehehe
ciao e buona domenica
ccp

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 22:46

Credo che bisognerebbe controllare la lingua italiana : … sono commosso la (?) chiamata la Madre di tutte le crisi, come la chiamo io….Mariella

Scritto il 23 Gennaio 2009 at 22:52

per i piu distratti oggi l’oro in EURO ha fatto i massimi di sempre.

Credo in un bel 20 -25% di rialzo, ma in realtà sta scendendo l’euro, non salendo l’oro.

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 22:53

per 52#

e no !!!! adesso basta!!!
e chi è sta mariella che fa le pulci all’italiano di Andrea???

cara la mia Mariella hai mai fatto errori di digitazione tu ???

ma dove siamo ???
ma chi vi credete di essere ???
non provate vergogna a puntare sempre il dito anzichè inchinarvi a ringraziare !!!

a pedate mi verrebbe voglia di prendervi !!
ccp

Scritto il 23 Gennaio 2009 at 22:56

concordo con ccp, l’hihihi da fastidio.

hohohoho
hiihihih
huhuuhhu
ahhahaha
eheheheh

ognuno di questi ha un significato diverso!!

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 23:06

Per ccp #51 e piuzero #55, non pensavo che hihihi fosse fastidioso, ok vedrò di usare un bel hehehe.
A proposito ccp sono sulla cinquantina, ma la mia famiglia lavorava in edilizia dagli anni 50-60, e in estate una volta gli studenti non facevano molta vacanza hehehehe, se volevano guadagnare qualche liretta.
Un ultima cosa, ma credo che tutti lo sappiate per esperienza personale; fare un lavoro manuale e faticoso a volte depura la mente oltre che il fisico.
Un saluto

SD

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 23:12

..l’amore ,l’amicizia, il lavoro , il rispetto dell’altro….. questa è la vita .
…..l’indifferenza uccide la vita …..

l’augurio al Nostro Capitano ed anche a noi tutti

che la Speranza ci illumini sempre il cammino.

carpe diem49

PS: avviso ai naviganti

domani ci ritroveremo tutti al porto ,

il nostro Capitano è ai fornelli

che sta preparando per l’occasione un pranzo speciale,

cerchiamo di non arrivare a mani vuote.

SOSTENIAMO ICEBERGFINANZA

carpe diem49

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 23:20

Caro SD,

per favore fatti dare il mio indirizzo mail da Andrea e ti invierò una mail personale,
grazie!

come al solito la nonna scrive ciò che le detta il cuore!!

ciao a tutti a domani
ccp

Scritto il 23 Gennaio 2009 at 23:45

SD 50? te ne davo 30 massimo

utente anonimo
Scritto il 23 Gennaio 2009 at 23:51

piuzero #59 chiedi a Valentina come fare per restare “giovani”; non è il mio mestiere e non posso dare consigli.
Giovani fisicamente e mentalmente, non pensare che sia il lavoro manuale che usura una persona, basta guardare uno sportivo!!!!

SD

P.S. e neanche fare qualche viaggetto (in Thai hehehe)
SD

utente anonimo
Scritto il 24 Gennaio 2009 at 00:14

Grazie Andrea per questi incredibili 2 anni passati a bordo della tua splendida nave, in compagnia dei tuoi superbi post, per me ormai diventati quasi una droga quotidiana.
Realmente un forte ringraziamento per il lavoro che compi per noi comuni mortali.

Antonio

utente anonimo
Scritto il 24 Gennaio 2009 at 07:05

buon compleanno icebergfinanza e grazie mille capitano!Gabriel Fanaru.

utente anonimo
Scritto il 24 Gennaio 2009 at 08:33

Pappappero.
Bolle la pentola.
Luce all’orizzonte………
Quale migliore regalo di compleanno.
Grazie Capitano Andrea ,grazie di tutto.
Lui580

Scritto il 24 Gennaio 2009 at 09:15

Cari ccp e SD è tanto che voglio dirvelo…

Cos’ è l’ età? I moti d’ animo non hanno età, l’ importante è non lasciarli spegnere.
E non ci sono ricette…solo ascoltare il cuore, guardando con magico stupore il mondo, chiedendoci il perché delle cose, in una tensione continua verso il divenire,
“non facendoli arenare”, non avendo timore di affrontare il male.

ccp non ti ho mai considerato una nonna…ma
C reativi..C aparbi… P pensieri..
ed Sd (ho 5 anni in meno di Te)
S tupori D dialettici..
le nostre azioni e i “nostri pensieri quelli con cui ci parla il nostro cuore..parlano di Noi.

p.s. Gabriel ben risentito, mi chiedevo dove fossi..e.. Canna al Vento..Cigno nero(quello vero),
nautilus è un pò che non ti si sente..Mariano..Massimo..Mas….Bill…pinio..Roberto… minghin..
solo per dirne alcuni della “vecchia guardia”..
la coscienza del caos dov’ è finito?
Capitano nomi scolpiti nell’ albero maestro..ma anche nei nostri cuori..
Grande magnifico viaggio… una grande cosa..ma ho il timore che non basti…
“..diventa importante proteggere la lentezza, l’ irreperibilità del momento..la velocità se la
cava benissimo da sola..l’ esperienza ci tocca, è come una sonorità, una risonanza e
una resistenza al tradizionale mondo dei media”.

Ancora per Andrea (quello dei miliardi persi)

La vita di lucro è una vita di costrizione
e la ricchezza non è in tutta evidenza il bene cercato: infatti essa è una cosa utile
e un mezzo in vista di altro.
(Aristotele, etica Nicomachea)

Se abbiamo delle ragioni per voler essere più ricchi,
dobbiamo chiederci quali siano esattamente queste ragioni,
come si esplicano, da che cosa dipendano
E QUALI SIANO LE COSE CHE POSSIAMO “FARE”
Essendo più ricchi

Amartya Sen, Lo sviluppo è Libertà.

Capitano…
Risotto di pesce oggi? Auguri a Te ad Iceberg…
Ad oggi pomeriggio!
Un caro saluto…un grandissimo abbraccio..
Valentina

utente anonimo
Scritto il 24 Gennaio 2009 at 10:55

Ciao a tutti,

ciao Vale, grazie per non sentire vecchia sta ccp che è proprio come tu l’hai descritta :caparbia con tanti pensieri-idee per la testa ed anche creativa.
Si vero alcune cose le ho create,in tanti anni di lavoro, ma la stragrande maggioranza delle idee tradotte in azioni, me le hanno fatte su quelli con un palmo di pelo sullo stomaco,più potenti e con più denari.
I miei figli l’altro giorno mi hanno detto : vedi mamma ,per noi non c’è più lavoro perchè ci hai insegnato ad esseri onesti ed in questo mondo non c’è spazio per persone come noi,non faremo mai fortuna…………
Me lo hanno detto con sincerità, senza alcun risentimento, come se fosse stato fatto loro un regalo educandoli all’onestà!
Come già vi ho scritto più volte io Credo alla Provvidenza e sono convinta che per ognuno di noi c’è un disegno: dobbiamo usare i talenti che abbiamo ricevuto e mai perderci di coraggio,essere tenaci si ( non caparbi,mi è stato detto da un’amica che la caparbietà è un difetto ) e mai perdersi quando le cose vanno male, fintanto che………….. dopo la notte sorge il sole.

Ragazzi,in attesa di sederci a tavola,nel pomeriggio, per festeggiare Andrea,vado a fare i gnocchi di patate ( per 4 persone costo euro 1,50 + il lavoro che una mamma fa sempre gratuitamente )

Vi garantisco, è sempre una festa per figli e nipoti sedersi davanti ad un bel piatto fumante di gnocchi di patate che costa veramente poco ( se non si calcola il mal di schiena della nonna,ripagato dalla
soddisfazione di chi apprezza ……….)

Sapete che vi dico? Vorrei fare un pentolone di gnocchi per tutti quanti gli amici del veliero,non virtualmente intendo………….in attesa che questo si avveri permettemi di sognare che un giorno ci si incontri tutti.
un abbraccio
ccp

Scritto il 24 Gennaio 2009 at 12:53

PECHINO (Reuters) La Cina teme che le sue esportazioni, già in calo, saranno ulteriormente penalizzate dalle politiche Usa per ridurre il loro squilibrio commerciale. Molti parlamentari statunitensi ritengono che lo yuan sia molto sottovalutato, dando alle esportazioni cinesi un grande vantaggio, che ritengono fra le cause della perdita di posti di lavoro e del deficit commerciale degli Stati Uniti, giunto alla quota record di 256, 3 miliardi di dollari nel 2007.

Mio commento:

Se vi ricordate anche Hitler disse che la colpa dei problemi in Germania era degli Ebrei!!!!!!

Adesso se la prendono con i Cinesi……il lupo perde il pelo ma non il VIZIO!!!

utente anonimo
Scritto il 24 Gennaio 2009 at 13:49

Qualcuno chiedeva dell’immobiliare italiano..
Io lavoro in un grosso gruppo ceramico (nei primi cinque a livello mondiale per pavimenti ,rivestimenti etc..etc..)e posso solo dire che nell’ultimo trimestre 2008 il fatturato è calato di quasi il 50%!
Il mercato italiano per noi è quasi sparito.
Questo a spinto la società prima a dichiarare la liquidazione, poi a ritirarla ma con un piano industriale che prevede molti tagli al personale..
Tengo a precisare che in tutto questo c’è anche la concorrenza della Cina e altri paesi..
In questi primi giorni di Gennaio abbiamo molti ordini annullati e la faccenda si sta facendo girgia.
Nel comprensorio ceramico di Sassuolo è veramente un brutto periodo molta cassaintegrazione e chiusura di piccole medie industrie.

Ciao a tutti.
Aka

utente anonimo
Scritto il 24 Gennaio 2009 at 15:23

per Aka

sei un dipendente dell’ Iris ?
ma come stanno andando le cose ?

quello che si llegge nei giornali non è stata riaperta l’Iris ?

un sassolese incasinato

si salvi chi puooooo

utente anonimo
Scritto il 24 Gennaio 2009 at 15:25

volevo diere che da quello che si legge sui giornali non è chiara la situazione dell’iris

scusate per il post incasinato ma sono un po agitato

utente anonimo
Scritto il 24 Gennaio 2009 at 21:25

e si IRIS CERAMICA !!!
un gran casino..
la situazione non è ancora chiara..
sembra che abbia dichiarato la liquidazione per attirare l’attenzione del governo..e direi che c’è riuscito..
ora siamo ripartiti con pochi impianti e stanno mettendo in ferie chiunque ne ha..
comunque aspettiamo tutti novità perchè è una situazione estremamente incerta..

Aka

utente anonimo
Scritto il 27 Gennaio 2009 at 17:07

Per # 49 et simili

perchè si incazza come un paranoico ? Cos’è, il solo depositario della verità assoluta ?Qualcuno ha scritto ” beato quel popolo che non ha bisogni di eroi”.
Dunque, da come si esalta scrivendo ( sembra un talebano ), non mi pare ci possa dare lezioni ( di vita, s’itende ). Mi pare in forti contraddizioni ! Calma, ponderazione e rispetto di chi non la pensa come lui.
David

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
Tutti gli indici azionari, con S&P500 in testa, hanno provato a recuperare le pesanti perdite di
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
La seduta di venerdi è stata tinta di nero non solo per il fatidico Black Friday ma anche per l
Guest post: Trading Room #422. Il Black Friday è stato letale per la settimana passata. Adesso il
Ftse Mib. Ora l’indice si trova in prossimità di un importante supporto a 25.829 punti, livello q
Un black friday di tutto rispetto quello conclusosi venerdì, con 2 record che non si vedevano d
Giornata di venerdì che si è caratterizzata da fortissimi e profondi ribassi con esplosione delle
Analisi Tecnica Bella sberla ribassista con test preciso su un supporto a 25190 che protegge il l
Battleplan cicli dei MAX sul FTSE MIB Future settimana 29 - 3 Dicembre 2021
Battleplan cicli dei MIN sul FTSE MIB Future settimana 29 Novembre - 3 Dicembre 202
CONTATORE