LUCI E OMBRE!

Scritto il alle 06:14 da icebergfinanza

 

www.fatarabier.it

Il report di Agosto  report(.pdf)  relativo allo  S&P Case-Shiller Home Price Index mostra un caduta del 17,7 % per quanto riguarda le maggiori 10 metropoli e del 16,6 % riferito alle 20 -City Composite Home Price.

Saimo rispettivamente lontani dal picco di un 22 % e per quanto riguarda il più ampio  Composite 20 index del 20,3 %. Questi sono al momento i riferimenti  principali per renderci conto di dove andranno in futuro i prezzi visto che il consenso stima una caduta superiore al 30 % e in alcuni casi con previsioni al 40 %.

Case_shiller_aug_08 

thanks to BIG PICTURE

Per quanto riguarda la situazione e la tendenza nelle singole città questo grafico ci aiuta in maniera particolare. 

                     Thanks to themessthatgreenspanmade.blogspot.com

Phoenix e Las Vegas superano il 36 % seguite da Miami, San Diego, Los Angeles e San Francisco abbondantemente oltre il 30 %. più o meno questo dovrebbe essere l’obiettivo generalizzato dei prezzi in tutta l’America. 

In sostanza si nota come la Florida e la California siano per l’ennesima volta al centro di questo terremoto immobiliare, visto che la maggior parte in proporzione della popolazione vive negli stati del Sud, zone spesso particolarmente "subprime" anche per la presenza di un numero rilevante di immigrati provenienti dal Messico e dai paesi latino-americani.

L’eccezione di New York è una variabile da seguire attentamente in quanto la discesa dei prezzi di solo il 10,6 % è solo all’inizio e credo che la crisi a Wall Street non tarderà a dispiegare i suoi effetti.

CalculatedRisk ci offre anche una visione d’insieme sulla caduta reale dei prezzi e non solo nominali, corretta all’inflazione con una caduta in termini reali appunto del 30 % dal picco che corrisponde a circa 2/3 del percorso dal volo iniziato circa otto anni fa.

Nessuno può dire con certezza che i prezzi del 2000 siano un pavimento sicuro, solo l’evoluzione di questa crisi ce lo dirà. 

Prezzi nominali o prezzi reali, credo che alla gente comune interessa quello che l’inflazione riesce a fare, ovvero distruggere lentamente la realtà sempre e solo e spesso nominale.

Nel frattempo uno spiraglio di luce arriva da quella che da temnpo ritengo sia la cartina tornasole della crisi che verrà, quella dell’economia reale, siamo già in una grande depressione immobiliare e finanziaria, ma le vendite a lungo termine di commercial paper sono aumentate di oltre 10 volte dopo  che la Federal Reserve ha iniziato l’acquisto da aziende diverse, un segno che gli sforzi della banca centrale vanno verso la direzione di uno scongelamento di un settore cruciale per l’economia reale appunto.

Companies yesterday sold 1,511 issues totaling a record $67.1 billion of the debt due in more than 80 days, compared with a daily average of 340 issues valued at $6.7 billion last week, according to Fed data. The central bank probably absorbed about $60 billion of the total, said Adolfo Laurenti, a senior economist at Mesirow Financial Inc. ( Bloomberg )

In sostanza siamo ancora in camera di rianimazione sotto la tenda d’ossigeno per circa 60 miliardi su 67,1 con una notevole riduzione dei tassi , ma almeno qualcosa si muove.Si tratta in sintesi dell’ennesima funzione vitale messa in atto dalla Federal Reserve il  Fed’s Commercial Paper Funding Facility.

Tornando per un attimo alla crisi in corso nel sistema finanziario da quando Morgan Stanley e Goldman Sachs sono diventate idealmente per ora banche di credito commerciali, sembra che abbiano dovuto prendere le distanze dalla pratica di prime brokers con maggiori e severi requisiti normativi restringendo particolarmente i finanziamenti al pianeta degli hedge funds. Per avere un’idea sembra che Goldman, Morgan e la defunta Bear Stearns monopolizzassero circa il 75 % delle quote di mercato a favore degli hedge e quindi le chiamate di margine, credit crunch e tagli alle linee di credito sono all’ordine del giorno.

Ecco quindi un ulteriore motivo di questo ottobre "rosso", amplificato dalle vendite indiscriminate degli hedge funds, leggendari stabilizzatori e fornitori di liquidità dei mercati, grazie al totale "laissez faire" del mercato ed in particolare con la benedizione delle banche centrali!

Un giorno o l’altro, sarebbe bene fermarsi a fare due chiacchere sulle responsabilità delle banche centrali, evitando di ricordare che in fondo il loro compito non era quello della regolamentazione come molti stanno facendo.

Con il senno di poi, ma anche di prima il fallimento di Lehman Brothers è stato il gigantesco innesco per questa crisi, uno di quei battiti di farfalla paragonabili alla leggendaria Smooth- Hawley Act che contribui a dare il via al protezionismo nella Grande Depressione, accentuando gli effetti della crisi.

Divagando risulta estremamente interessante il richiamo della Casa Bianca al sistema bancario di non creare solo e sempre riserve con gli aiuti di stato ma di provvedere a riviltalizzare il tessuto economico, attraverso una maggior concessione di credito.

Infine dal TELEGRAPH scopriamo che ……..

The International Monetary Fund may soon lack the money to bail out an ever growing list of countries crumbling across Eastern Europe, Latin America, Africa, and parts of Asia, raising concerns that it will have to tap taxpayers in Western countries for a capital infusion or resort to the nuclear option of printing its own money.

The IMF, led by Dominique Strauss-Kahn, has the power to raise money on the capital markets by issuing `AAA’ bonds under its own name.

Il Fondo monetario internazionale, guidato da Dominique Strauss-Kahn, ha il potere di raccogliere fondi sui mercati dei capitali mediante l’emissione di  bonds tripla AAA.

It has never resorted to this option, preferring to tap members states for deposits.

una nuova opzione per non intaccare i già fragili bilanci dei paesi occidentali….la mancanza di liquidità per salvare un numero sempre più crescente di paesi dell’Europa orientale, paesi latino americani, africani e dell’Asia porterà all’opzione nucleare di stampare in proprio il denaro da parte del Fondo Monetario Internazionale?

The nuclear option is to print money by issuing Special Drawing Rights, in effect acting as if it were the world’s central bank.

L’opzione nucleare è quella di stampare denaro mediante l’emissione di diritti speciali di prelievo, in effetti agisce come se fosse una banca centrale.  

Sempre e solo su Icebergfinanza…….Icebergfinanza come un cantastorie che si  esibisce nelle strade e nelle piazze delle città!

La "filosofia" di  Icebergfinanza resta e resterà sempre a disposizione di tutti nella sua "forma artigianale", un momento di condivisione nella tempesta di questi tempi, lascio alla Vostra libertà, il compito di valutare se Icebergfinanza va sostenuto nella sua navigazione attraverso le onde di questo cambiamento epocale!

In settimana, per tutti coloro che sosterranno o hanno sostenuto il Blog un’interessantissima visione sull’orizzonte che ci attende, un’orizzonte di carattere fondamentale, alcune riflessioni e carte nautiche per tracciare le rotte future.

 

> > 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
4 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 29 ottobre 2008 at 09:46

e vai con le rotative …..tutti astampare denaro

utente anonimo
Scritto il 29 ottobre 2008 at 09:55

e’ vero, le banche centrali, in tutto questo, hanno fatto da spettatori e qualcun altro ha pagato il biglietto

Scritto il 29 ottobre 2008 at 23:28

Come facciamo a uscirne? Questa è la domanda ora cui i cervelli più brillanti devono provare a dare una risposta.

Ciao

Duca

Scritto il 30 ottobre 2008 at 00:14

Ora vi racconto una favola per fare capire:

Cappuccetto “rosso” camminava nel bosco lì incontrò il lupo e se la mangiò…la Russia era nel bosco la incontrò il lupo e se la mangiò
Il lupo vide un altro cappuccetto “rosso”, disse al secondo cappuccetto “rosso”…..vieni che ti accompagno a casa della nonna, ma la Cina rispose…va bene però non ti offendere se mentre mi accompagni ti punto la “lupara” nella testa caro lupo. Il lupo rispose va bene….e camminava e camminava ma la casa della nonna non esiste…forse cappuccetto “rosso” premerà il grilletto. Il lupo soffre perché ha la lupara puntata sulla testa.

Morale:

La Russia si è fidata del lupo.
La Cina si è fidata del lupo ma a condizione che punta verso il lupo la “lupara”.

Il secondo cappuccetto “rosso” non è stato mangiato dal lupo, ma nel bosco ha fatto sia la parte del bambino e sia la parte del cacciatore, e se dalla pancia del lupo il primo cappuccetto rosso è stato salvato dal cacciatore? Una cosa è certa il lupo non ha digerito bene il primo cappuccetto “rosso” fagocitato, e come se ha un dolore alla pancia, e come se riceva calci..che dolore ha il povero lupo.

Chi è adesso il cacciatore? Amici si prepara il default del sistema bancario

Amici il gioco delle potenze è il gioco dei bambini, i giocattoli non sono macchinine, costruzioni, ect…ma adesso è il petrolio per fare camminare le macchine…e il gas per riscaldare le costruzioni.

In questo momento gli accorti dovrebbero chiudere i prestiti inutili e gettare via le carte di credito, fare questo finchè tutto non si calmi…magari i cittadini ascoltassero, rimborsare le carte di credito e le finanziarie, questo corrisponde ad un rendimento del 10-15% all’anno. Quale bond rende il 10%?

In una seconda fase chi vuole potrà riavere la sua carta di credito ma adesso liberatevene come la peste. Non dobbiamo fare campare chi ha distrutto la povera vecchietta!!!

Sono sempre convinto che si prepara il default del sistema bancario!!!

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Il CESI è stesso oggetto delle mie analisi. E’ l’acronimo di Citigroup Economic Surprise In
Ftse Mib. L'indice cerca di impostare un rimbalzo e ora si trova a pochi passi dal livello importan
Su tutti i sottostanti si assiste alla parziale chiusura della componente future ed a movimentazioni
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: dopo il lunedì nero gli indici europei tentano di rialzare la testa, ma la cautela è d'o
  Nulla di interessante ieri, lo sappiamo da tempo che si sale con le scale e si scende
Dopo i forti ribassi di ieri andiamo a vedere come si sono mossi gli operatori nello specialistico m
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
La scadenza tecnica di questi giorni ha sicuramente contribuito ad importanti aggiustamenti. E i