VELIERI FANTASMA: S&P Cuts AMBAC, MBIA Ratings!

Scritto il alle 21:26 da icebergfinanza

http://images.dpchallenge.com/images_challenge/485/325986.jpg

Ed infine giunse il tempo della consapevolezza, il fallimento di un business adagiato su un oceano di liquidità, che ha ammortizzato ogni concezione del rischio, un oceano di liquidità che come ci dice il presidente della Fed di Richmond, Jeffrey Lacker ha prodotto il " MORAL HAZARD " azzardo morale, seme perverso delle prossime crisi.

 

From S&P: Ambac, MBIA Financial Strength Ratings Lowered

Standard & Poor’s Rating Services today lowered its financial strength ratings on Ambac Assurance Corp. and MBIA Insurance Corp. to ‘AA’ from ‘AAA’ and placed the ratings on CreditWatch with negative implications.

The ratings on the holding companies, Ambac Financial Group and MBIA Inc., have also been lowered to ‘A’ and ‘A-‘ from ‘AA’ and ‘AA-‘, respectively, and placed on CreditWatch with negative implications.

The rating actions on the companies reflect our belief that these entities will face diminished public finance and structured finance new business flow and declining financial flexibility. In addition, we believe continuing deterioration in key areas of the U.S. residential mortgage sector and related CDO structures will place increasing pressure on capital adequacy.

Thanks to CALCULATEDRISK

MBIA, Ambac Stripped of AAA Insurer Ratings By S&P (Update1)

By Christine Richard

June 5 (Bloomberg) — MBIA Inc. and Ambac Financial Group Inc., the world’s largest bond insurers, had their AAA insurance financial strength rankings cut by Standard & Poor’s.

The ratings were cut two levels to AA, New York-based S&P said in a statement today. S&P said it would keep the ratings under review pending “clarification of ultimate potential losses as well as future business prospects, the outcome of strategic business decisions, and potential regulatory developments.”

More than $1 trillion of municipal bonds and corporate securities the companies guaranteed depend on those top ratings, as does the capacity for New York-based Ambac and Armonk, New York-based MBIA to generate new business. MBIA Chief Executive Officer Jay Brown and Ambac interim CEO Michael Callen were hired last year largely to help the bond insurers maintain their top ratings in the face of potential losses on collateralized debt obligations and other faltering securities they guaranteed.

“The rating actions on the companies reflect our belief that these entities will face diminished public finance and structured finance new business flow and declining financial flexibility,” S&P said in the statement.

The cuts follow Moody’s announcement yesterday that it had placed the two companies’ ratings under review for a second time this year. MBIA and Ambac executives said they had no plans to try to raise additional capital to salvage the top ratings. The world’s largest bond insurers raised $4.1 billion in the past six months through the sale of debt and equity in a bid to keep their top ratings.

Dopo S&Poor’s sarà la volta di Moody’s, in fondo al tunnel della trasparenza si intravede un tenua luce di speranza…..

………..e Wall Street vola, grazie ragazzi per l’ennesima illusione!

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags:   |
20 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 5 giugno 2008 at 20:55

…capirai che declassamento ( il benevolo rabbuffo che si fa a un “bricconcello”…), con quale scandaloso ritardo ( a parte il Giamburrasca Fitch…), e quando ormai le agenzie di rating sentono sul collo il fiato della SEC e della magistratura americana (oltrechè della per aòtri versi assuefatta imbelle platea degli investitori…)…

ci vorrebbe ben altro, in un mondo di saltimbanchi, cantastorie, illusionisti e prestidigitatori…

“Gregorio Samsa, svegliandosi una mattina da sogni agitati, si accorse di essersi trasformato in un enorme immondo insetto…” (Kafka)

ad maiora

Gabriel

utente anonimo
Scritto il 5 giugno 2008 at 21:10

cosa si festeggia oggi in USA ?
listini quasi a + 2%
o sono pazzi loro
o noi
non riesco a capire quale possa essere il motivo di un rialzo cosi vistoso.
ci dovrà pur essere una spiegazione

Scritto il 5 giugno 2008 at 21:12

Gabriel, dovrò pure segnalare qualche piccolissima luce che si accende ad intermittenza, alle volte senza lasciare la mia solita ironia sulla dimensione dell’intervento delle agenzie di rating!

Andrea

utente anonimo
Scritto il 6 giugno 2008 at 06:22

questo è un post non mio,
“total borrowings of depository institutions from the FED (BORROW ) “:

(mld di dollari)

2007-11: 0.366
2007-12: 15.430
2008-01: 45.660
2008-02: 60.157
2008-03: 94.523
2008-04: 135.410

Non si potrebbe per una volta spiegare che significa? Anche a noi comuni mortali?

Grazie.
MM.
pero anche a me interessa sapere che conseguenze possono derivare da un finanziamento cosi corposo della FED ….a chi…….e a che scopo

utente anonimo
Scritto il 6 giugno 2008 at 08:27

fiumi di parole da tempo, troppo tempo……….., sp500 che si prende beffa di tutte le cassandre.
autorevoli catastrofisti che pendono dalle labbra di Buffet e Soros ( qui stiamo arrivando al dramma), speranzosi di un imminente segnale dai mercati…………. che non arriva.
e’ veramente pietoso leggere le speranze riposte in ogni segnale negativo in ogni persona che che pronuncia qualcosa di nefasto, sempre li a dire che i mercati sono irrazionali, che i dati sono taroccati, ma basta……….. fatevi qualche domanda seria, tipo :
come mai non ne indovinate una?
vi consiglio vivamente di andate a fare un giro nel mondo reale.
non e’ giusto neanche prendere in giro chi la pensa in maniera diversa, ma i catastrofisti quali voi siete nonostante ci sbattano il naso non cambiano mai idea, e questo e’ veramente triste, perche’ poi avete il coraggio di profetizzare tutta la vita qualcosa di drammatico, e chiaramente prima o poi qualcosa di gramo succede e li con una faccia tosta incredibile dite : “l’avevo detto io”
ma fatemi il piacere………..
Alessandro M.

utente anonimo
Scritto il 6 giugno 2008 at 08:46

ops dimenticavo oggi o domani inizia uno storno.
Alessandro M. (che non sta per Magno, lo specifico perche’ i catastrofisti sono pieni di strane fantasie)

utente anonimo
Scritto il 6 giugno 2008 at 09:20

Caro Alessandro proverò a risponderti io, in primis perché pur condividendo in toto le tesi di Andrea avevo da tempo anticipato che avrebbero fatto di tutto per sostenere i mercati , e così sta avvenendo , poi però se vai a farti un giro come tu dici nel mondo reale anche tu ti accorgerai che qualcosa non quadra.
Americani ed Europei si stanno sempre più impoverendo, (quindi credo anche tu) e questo è un dato di fatto , la gente è sempre più indebitata e sempre più persone arrivano a fatica alla fine del mese, è notizia di oggi che le banche europee hanno superato quelle USA in fatto di perdite da quando è iniziata la crisi ( 200 miliardi contro 166) che impatto avrà secondo te tutto questo sui consumi?
Possiamo discutere sul quando il tutto si ripercuoterà nei mercati (secondo me ci vorrà ancora diverso tempo) ma non sul se.

Per quanto riguarda lo storno arrivi un po’ in ritardo il giorno 17 maggio postavo: ‘’Uno storno profondo a breve sarà a mio parere inevitabile.’’

Ciao

Mas

utente anonimo
Scritto il 6 giugno 2008 at 09:41

Quasi dimenticavo, visto che dici che non ne indoviniamo nemmeno una, il giorno 28 marzo 2008 postavo:
A mio parere I mercati si stanno preparando ad un ampio rimbalzo.

Mas

utente anonimo
Scritto il 6 giugno 2008 at 11:05

per allessandro m.

certe considerazioni non vanno bene per fare trading ma sono di più ampio respiro e gli scenari ipotizzati probabilmente non si realizzano nel corso di una generazione ma di più generazioni (che ora siamo in una fase di passaggio dall’egemonia usa monocentrica ad una fase policentrica di scontri per il predominio fra varie oligarchie in lotta fra loro penso che lo stiano vedendo tutti). Se non si capisce questo allora forse è meglio tornare a guardare la TV, l’isola dei famosi, 90 minuto, e fare trading…

utente anonimo
Scritto il 6 giugno 2008 at 11:22

per alessandro m.

guarda che il mondo è un pò più grande del tuo orticello…
la migliore risposta alle tue considerazioni (copio e incollo)

«mi scusi ma lo sa che sono almeno 6 anni (diconsi sei anni) che lei e i personaggi che prende a riferimento giornalisti del W.p. e h.t., dite che gli usa atteccheranno l’iran, beh prima o poi succederà se non altro per farvi contenti. va bene fare controinformazione, però usare sempre toni catastrofistici alla lunga si perde di credibilità non trova? sempre complotti sempre sotterfugi, sempre manovre oscure, si parla crolli di borsa, crolli dei mercati, fallimenti bancari, iper inflazione, mah sinceramente sente queste cose da decenni, ma poi siamo sempre qui a raccontarcele, per lei che è fervente cattolico è un po come la fine dei tempi, prima o poi arriverè».

Il peggio qui non è l’imprecisione, il pressapochismo della scrittura, la vacuità mentale. Il peggio vero, rovinoso per chi scrive, è questo: che costui crede che in questi sei anni non sia successo niente di ciò che abbiamo previsto con molto anticipo, perchè «siamo sempre qui a raccontarcele». Che il petrolio sia passato da 27 a 140 dollari il barile, il che cambia per sempre il nostro sistema di vita; che ci siano in corso due guerre con truppe nostre; che effettivamente i mercati siano crollati e grandi banche davvero siano fallite; ed effettivamente sia già in atto l’inflazione (i prezzi di alimentari e gasolio dovrebbero dirgli qualcosa) – e che tutte le crisi stiano convergendo in una colossale crisi sistemica, a lui non consta. E chi lo segnala, esercitando una capacità di previsione che a lui manca per ignoranza, fa solo «catastrofismo», anche se magari è uno dei tanti che hanno visto calare il loro potere d’acquisto di 13 punti rispetto alla media europea.

Non è capace, per mancanza di fantasia, nemmeno di imparare sulla propria carne: giorno per giorno si adatta – ci adattiamo – a una vita sempre più misera, ogni giorno meno ambiziosa e con meno possibilità. Questo lettore non sa connettere i puntini, e questo non sarebbe il peggio – possiamo farlo per lui, aiutarlo. Ma il peggio è la sua aria di sufficienza, il suo non riconoscere a nessun altro alcuna superiorità su di lui.

E questo a rendere incurabile l’ignoranza, e quella specifica ottusità italiana: l’indocilità, ossia il rifiuto di imparare – di migliorare – proclamato come diritto.

utente anonimo
Scritto il 6 giugno 2008 at 13:33

USA disoccupazione sale al 5,5% in maggio
Persi 49.000 posti di lavoro.

La verità è figlia del tempo

Mas

utente anonimo
Scritto il 6 giugno 2008 at 13:59

Per Alessandro M.

Se davvero lo S&P sale del 2%, allora goditelo pure.
Aspettiamo pero’ di vedere come procedono le cose fino a fine anno. Poi magari torna qui e ne riparliamo. Se Sarannoa andate bene, allora sar’ contento anche io. Ma ne dubito.

Saluti
Phitio

utente anonimo
Scritto il 6 giugno 2008 at 14:32

per 10 ops redazione MB: complimenti! magie dell’informatica, degli spyware e della violazione delle liberta’ personali.
A questo punto sono certo che non solo non siete diversi dalle persone che criticate ma forse siete anche peggio.
quindi non solo censura ma anche controllo, chapeau.

utente anonimo
Scritto il 6 giugno 2008 at 15:15

Secondo Randall Kroeszner, governatore della Federal Reserve, servono ulteriori aumenti di capitale da parte delle istituzioni finanziarie, per sostenere l’estensione del credito sia alle famiglie che alle imprese.
Hanno veramente la faccia come il @#]+*
Dove erano loro? Ora che si fa raddoppiamo? Li facciamo indebitare ancora di più?
Secondo me la Fed sta finendo i soldi.

Mas

Scritto il 6 giugno 2008 at 16:31

E’ decisamente triste vedere arrivare i denigratori nei giorni in cui gli indici fanno +2%..
Preferirei leggervi i giorni come questi, allora si sareste da ascoltare, col senno del poi siamo tutti capaci.
Mantengo gli short sui bancari, il long sull’oro, e qualche altra posizione.
Chissa’.
MM.

utente anonimo
Scritto il 6 giugno 2008 at 18:24

Catastrofismi !!, sento dire,…… notizie nefaste?! … si mormora sul veliero…
Cio’ che di catastrofico e nefasto c’ è, è in noi, in ciò che non vogliamo testardamente vedere e sentire,
ci “secchiamo” pure, quando uno come te, Andrea, gratuitamente, tenta di risvegliare le nostre menti assopite.

A quei signori, suggerisco gentilmente di visitare, qualora non lo avessero ancora fatto, Blog come Mercato libero e siti http://www.centrofondi.it, http://www.arcipelagoscec.org. :
c’ è un mondo di gente che fa, per migliorare, senza lamentarsi.
Il mondo reale è nei nostri comuni, brandelli di economia si leggono quotidianamente nelle nostri quartieri, nelle nostre attività commerciali, nel nostro quotidiano , o non sappiamo più nemmeno leggere!?’
E si, leggere costa fatica.
Ciò che vedo non mi tranquillizza, è catastrofismo, bho!
Guardate con i vostri occhi, non con quelli altrui, cercate di carpire quello che realmente c’è, non quello che ci propinano. Io tento, traendone da sola le mie flebili considerazioni che poi, sorprendentemente, non sono, fortunatamente, solo mie, e che quindi , in modo edificante, condivido.

Che sia, invece, il mondo di colui che auspica un nostro ritorno alla realtà, avulso dalla realtà stessa, !?
Che viva, forse, costui, in una realtà parallela!?

Nulla di nefasto….
Nefasta è la nostra cecità persistente.

Si dovrebbero spegnere le luci su queste “nefandezze”…. su questi “catastrofismi”….
Si dovrebbe, Vero!?
Non lo facciamo, Vero!?
Le luci andrebbero intensificate.

La speranza c’è ed è in noi.! Su questo veliero quanti siamo!.. quanti, su barchette di fortuna, ci seguono e poi c’ è la MAGNIFICA NAVE DEI FOLLI, che poi, tanto folli , non sono,
appassionati navigatori in questo, sempre più vasto, oceano di consapevolezza.

Luci ben accese quindi, candele…fari alogeni..che luce sia! INTENSA, CHIARA, LIMPIDA.

Che estrema tristezza sentir dire : “Le cose vanno così..”….”Andranno sempre così”…..
E’ lassismo,
è demandare ad altri la propria responsabilità,
è non considerarsi,
è non credere in se stessi, nel potere dirompente delle idee e nella condivisione.
E’ non crede di possedere la volontà e la capacità di cambiare, unica via per innescare un duraturo mutamento; l’ auspicarlo, sarebbe già qualcosa.
E ciò non equivale forse morire!

E’ una battaglia continua, non lasciarsi distrarre e soggiogare, dal canto ammaliante delle sirene che tutto possono, SE LASCI FARE !!

Voglio credere che il destino si possa sempre ridisegnare.
Dopo ogni crisi, segue sempre una nuova rinascita; nuove albe e nuovi tramonti, più o meno intensi, più o meno luminosi, ci saranno , MA NUOVI!!

Ed è LA POSSIBILITA’ DI FARE PER ESSERE, senza la quale è come essere già morti.
Gioisco sempre quando mi unisco, propositivamente, ad altri, per fare; mi dolgo sempre, della mia infinita limitatezza, umana e intellettiva.

Per un pò, è stata smarrita la rotta, smarrita, ma non perduta. STA A NOI VOLERLA RITROVARE…PER RITROVARE ” L’ ESSENZA DEL REALE “, oltre la globalizzazione, che giace nel locale ed in noi!
Si, NOI !, che ci piaccia o no, unici centri, primordiali, propositivi e distruttivi.

GRAZIE INFINITE CAPITANO,
GRAZIE COMPAGNI DI VIAGGIO….che incentivate una riflessione continua, sulle mie e vostre convinzioni,…PREZIOSI GERMOGLI DI OGNI PICCOLO – GRANDE CAMBIAMENTO.

Caro capitano, il tuo imponente, gratuito, lavoro, non è solo un magistrale disegno di storia economica MA UN GRANDE, AFFASCINANTE VIAGGIO IN UN OCEANO DI UMANITA’ TEMPESTOSA.
Ciao, Buona serata.Valentina

utente anonimo
Scritto il 6 giugno 2008 at 21:02

Ciao Valentina, io sono un semplice marinaio.
Grazie infinite a te per la tua umanità e per quello che scrivi.
Condivido tutto, volere volare è già un po’ volare, insieme é edificante e più efficace, ognuno con le nostre specificità e le nostre visioni.

Un caro saluto a tutti.

S.man

utente anonimo
Scritto il 8 giugno 2008 at 18:25

X alessandro M.

Quanto stai perdendo??
su dai sono solo numeri… che si piglia qualche altro ahha

utente anonimo
Scritto il 26 giugno 2008 at 00:06

Valentina,
se tu fossi qui ti abbraccerei di gioia!!!!

Ho letto con attenzione quanto ha riportato il mio “capitano” su EcoRoma scritto da te su:
http://icebergfinanza.splinder.com/post/17368620.

Nel prossimo fine settimana “posterò” il resoconto di questa settimana “estenuante”, ma piena di entusiasmi e tanta felicità!!!

Abbiamo distribuito GRATUITAMENTE (per ora solamente in 5 Municipi di Roma) verdura “donata” ai cittadini dai tanti agricoltori appartenenti ai CRA del Lazio (Comitati Riuniti Agricoli) di cui io sono, immodestamente da pochissimo tempo, uno dei loro “portavoce”.

Non puoi immaginare la gioia che si prova quando una anziana signora, con tanta dignità ed immenso riconoscimento ti ringrazia per pochi chili di verdura ricevuta in regalo!!!

Evidentemente è una delle tante persone che stentano a far quadrare ogni mese il bilancio di casa.

Non ti descrivo poi, l’incredulità vissuta da un paio di persone che, ai margini di uno dei tanti mercatini rionali, stava rovistando nei cassonetti e fra le tante cassette accatastate li vicino, nella speranza di trovare qualcosa di mangiabile, quando con indicibile difficoltà mi sono avvicinato per consegnar loro 3 busta piene di pomodori, zucchine, cetrioli, insalata, melanzane (ti dico sinceramente, avevo PAURA di offenderli!!!).

Ma se TUTTI UNITI ci diamo un po’ da fare, come tante piccole “Gocce nell’Oceano Blu” questo mondo si può cambiare… IN MEGLIO!!!

Per ora mi fermo qui.

Alla prossima ed ancora grazie per il tuo scritto che come altri scritti, ci da la forza di continuare con rinnovato entusiasmo nonostante le continue “difficoltà di percorso”!!!

Giuliano (navigante folle)

Scritto il 26 giugno 2008 at 07:17

Questo è l’universo alternativo, questo è il mondo sommerso che sostiene la nostra società, uomini e donne che offrono il loro tempo, le loro risorse. il loro entusiasmo, i loro progetti, le loro idee, le loro utopie, le proprie risorse per gli ultimi, sotterranei dell’umanità che esistono anche nella nostra società.

No dopo l’inverno vi è sempre una primavera e nella semplicità, nella quotidianità uomini e donne sconosciuti, vivono la vita in silenzio offrendo una speranza per il futuro!

Semplicemente Grazie!

Andrea

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Il CESI è stesso oggetto delle mie analisi. E’ l’acronimo di Citigroup Economic Surprise In
Ftse Mib. L'indice cerca di impostare un rimbalzo e ora si trova a pochi passi dal livello importan
Su tutti i sottostanti si assiste alla parziale chiusura della componente future ed a movimentazioni
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: dopo il lunedì nero gli indici europei tentano di rialzare la testa, ma la cautela è d'o
  Nulla di interessante ieri, lo sappiamo da tempo che si sale con le scale e si scende
Dopo i forti ribassi di ieri andiamo a vedere come si sono mossi gli operatori nello specialistico m
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
La scadenza tecnica di questi giorni ha sicuramente contribuito ad importanti aggiustamenti. E i