MESSAGGIO AI NAVIGANTI!

Scritto il alle 09:11 da icebergfinanza

http://gallery.photo.net/photo/6323105-md.jpg

http://gallery.photo.net/photo/6323105-md.jpg

Cari Compagni di Viaggio!

Dopo un lungo anno e più di navigazione attraverso gli squilibri

 
di questo ciclo economico, dopo aver individuato in tempi non sospetti,
 
numerosi iceberg, spesso precedendo il pensiero e la consapevolezza generale,
 
sottolineando con analisi dettagliate l’irrazionalità dei Leveraged by Out,
 
dell’applicazione del modello “Originate to Distribute “ attraverso la creazione di
 
strumenti derivati CDOs & CLO al limite della superficialità e demenzialità esponenziale
 
in sostanza le cartolarizzazioni, dell’insostenibilità di un impero fondato sul debito,
 
dalle carte di credito al credito al consumo, dal leasing più sfrenato all’allegra proposta
 
e gestione dei mutui ARMs & SUBPRIME sino alla grande depressione immobiliare,
 
evidenziando in maniera dettagliata sin dall’aprile dello scorso anno,
 
la possibilità di una  recessione economica nei primi sei mesi dell’anno in corso e
 
sottolineando come questa ci avrebbe accompagnato per almeno 6 trimestri
 
( la durata media storica è di 3/4 trimestri con un massimo di 6 )
 
 ebbene oggi è giunto il momento di inserire il pilota automatico, di ridurre la velocità.
 
Gli affezionati del blog ricorderanno che avevo già espresso questo " desiderio ",
 
poi,  un pò per passione, un pò per quella sensazione
 
 di trovarci  in un’epoca di cambiamenti storici, per colpa di quell’energia che scende
 
 sino a trasmettersi sulla tastiera del computer il viaggio è proseguito intensificandosi.
 
 
Spesso sono molti quelli che salgono a bordo e avendo perso gran parte del viaggio
 
 si chiedono il perchè delle mie affermazioni, il perchè delle mie visioni.
 
Ho voluto fare un piccolo riassunto di quello che è stato questo lungo viaggio,
 
spesso intervallato da momenti di conoscenza e di condivisione,
 
 di un modo alternativo di vivere la finanza e l’economia,
 
appunti di etica e impegno che provengono da un mondo che spesso pochi conoscono,
 
 un sistema al servizio dell’Umanità e non esclusivamente del profitto.
La crisi in atto e la sua evoluzione è talmente incalzante
 
 che non sono più in grado di seguirne giornalmente la sua dinamica,
 
scrivere la sera o durante la notte richiede un impegno ed uno sforzo non indifferente,
 
 accompagnato da analisi e ricerche continue.
 
Inoltre il Valore della Famiglia non può essere compensato neanche da tutto l’oro di
 
questo mondo! 
Sono un navigatore solitario, uno spirito libero, con un lavoro normale,
 
circondato ora dalla  stima e dall’affetto di tanti di Voi,
 
un veliero che giorno dopo giorno " rischia " di  " affondare"
 
man mano che passa il tempo e salgono nuovi compagni di viaggio.
 
Siamo regolarmente più di mille al giorno con singolo contatto,
 
mille come la grande Utopia di Giuseppe Garibaldi.
 
La mia idea è quella di darci un appuntamento bisettimanale il lunedi o martedì
 
e il venerdi o il sabato, per intravedere e rivedere insieme dinamiche e notizie,
 
 analisi e sorprese in arrivo.
Ormai i media ed internet sono una sorgente continua di informazioni sulla crisi,
 
quindi si tratta solo di intravedere quello che la nebbia nasconde,
 
 ogni qualvolta vi fossero novità importanti,
 
 lasciare qua e là qualche “ messaggio in bottiglia “.
 
Ho spesso pensato di fare anche un " ICEBERGNEWS " ma è solo un sogno!
Durante la settimana potrete consultare il blog alla ricerca di informazioni o fenomeni
 
 di questa crisi, che io considero la “ madre”  di tutte le crisi finanziarie,
 
credo sia ormai diventato una piccola e umile enciclopedia, storia di questa crisi.
 
Ringrazio di Cuore tutti coloro che rendono esaltante questa avventura, attraverso il
 
loro contributo di professionalità, di esperienza, suggerimenti e critiche,
 
contributo di umanità e in maniera particolare
 
ringrazio tutti del rispetto per l’altro, rispetto nel confronto, sostenendo
 
con fermezza le proprie idee, i propri valori ma disponibili al confronto con quel pizzico
 
 di ironia che non guasta mai.
 
Devono inoltre ringraziare alcuni tra Voi che hanno sostenuto anche
 
economicamente questo viaggio, ognuno secondo le sue diponibilità,
 
un riconoscimento importante che ho molto apprezzato!
 
Amo ricordare che, preferisco crescere insieme a Voi, amo insegnare a pescare
 
 o meglio riflettere, piuttosto che servire il pesce fritto in un piatto d’argento,
 
credo che ognuno di noi deve avere una propria consapevolezza, deve liberamente
 
formarsi una propria visione sull’orizzonte che ci attende
 
 e sulle alternative a questo modo di fare finanza ed economia.
 
Ci tengo a sottolineare inoltre, che vi  sono  realtà ed uomini e donne che fanno
 
dell’etica e della professionalità, una questione di vita, uomi e donne che aiutano ad
 
intravedere un’alba attraverso la " Nebbia Eterna "
 
di questa stagione di finanza creativa, di edonismo sfrenato.
 
La crisi che verrà non dovrà farci dimenticare i " sotterranei dell’ Umanità " coloro che
 
 soffriranno più di noi della mancanza di aiuti,
 
non sotto forma di elemosina, ma come sostegno a progetti o adozioni
 
 che aiutino a ritrovare la dignità di vivere.
 
Spesso i primi tagli nei bilanci della Nazioni riguardano, gli aiuti ai Paesi in via di sviluppo
 
 aiuti che sappiamo spesso destinati a disperdersi nel Nulla!
 
Il nostro sostegno a progetti ed adozioni a distanza
 
 nel limite del possibile non dovrà mai mancare.
 
Le mie non sono Verità assolute, sono solo semplici visioni soggettive,
 
ma la certezza assoluta deriva dalla consapevolezza
 
che abbiamo bisogno di un mondo alternativo, di progetti
 
che umanizzino l’economia e la finanza
 
a partire dalle nuove generazioni, il seme del futuro!
 
 
Andrea
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: -1 (from 1 vote)
30 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 1 marzo 2008 at 09:49

Ciao, grazie del tuo impegno.
Anch’io sono impegnato nella ricerca di un nuovo mondo. Gia’ da tempo socio di banca etica , volontario in una bottega dl mondo.
Ricercatore della decrescita felice.
Oltre ad un conto in banca etica e qualche fondo di etica sgr ho investito in btpi, oati.
Il mio dubbio e’ se spostare gli investimenti in titoli di stato italiani verso titoli di stato tedeschi e francesi forse piu’ sicuri.
Cosa dici?
Andrea

utente anonimo
Scritto il 1 marzo 2008 at 11:14

Andrea,
grazie mille e di nuovo grazie per quanto hai fatto, certamente si comprende che il tuo lavoro e’ molto piu’ grande di quanto non si possa immaginare, tu stesso sei l’ iceberg…
Forse a nome anche di altri vorrei proporre di poter fare qualcosa di concreto, insomma di darti una mano a tenere in movimento questo melting pot di pensiero economico, sicuramente controcorrente ma estremamente lungimirante ! Credo che tutto l’ equipaggio sia sempre pronto alla chiamata del capitano…
Saluti e di nuovo complimenti
Massimo

utente anonimo
Scritto il 1 marzo 2008 at 11:29

ciao andrea, ti leggo da poco…6mesi…ma non condivido la tua decisione… troppi sono i lupi, le bache i promotori i giornali etc etc che sfruttano x non dire rubano con l’inganno i risparmi del famoso popolo bue!!…. la tua è una luce verso che x cultura, impegni, lavoro pensa a produrre … altri invece solo ad arraffare e rubare !
ti consiglio… di fare diventare il blog un momento settimanale tra amici…come i famosi bar che oggi non esistono più… l’oncontro del giovedi piuttosto che un altro giorno dove fare il punto e cercare “nella nebbia” la via giusta da percorrere!!
comunque sei bravo ed è un piacere leggerti…. ciao

utente anonimo
Scritto il 1 marzo 2008 at 12:02

E’ giusto dedicare il proprio tempo alla famiglia prima di tutto. Quindi la scelta è responsabile. Magari ci si scambia qualche opinione con i commenti. E se riesci a fare un messaggio alla settimana, tipo commento dell’avvenuto e aspettativa, sarà sicuramente apprezzato. Un personaggio come te dovrebbe essere a capo della BCE!

Scritto il 1 marzo 2008 at 12:19

http://www.chartoftheday.com/20080229.htm?T

Lo so che tanto non ce la farai, ma devi importi di ridurre, solo ridurre, questo “lavoro” e dedicarti alla famiglia e a te stesso. Tanto, ormai, la rotta l’hai tracciata e illuminata. Noi marinai, come dice Massimo, siamo sempre pronti.
Bill: pronto.

utente anonimo
Scritto il 1 marzo 2008 at 12:22

Salve Capitano , ti faccio innanzitutto i complimenti x il sito che penso sia uno dei migliori in assoluto visibile in Italia…..deve essere effettivamente molto pesante fare un sito di questa qualità dopo una giornata di normale lavoro….oltretutto x semplice passione….
TI LANCIO UNA PROPOSTA
spero condivisa dai tanti utenti che ti seguono. Fai pagare un piccolo abbonamento mensile x la marea di preziose informazioni che ci dai ….io sarei disposto a pagare un canone di 10 euro mensili …se almeno la metà dei mille che ti seguono fossero disposti….(fai un sondaggio ) avresti il giusto aiuto x la tua fatica ….
Cordialmente LEOTRADER

Scritto il 1 marzo 2008 at 12:39

Grazie di cuore Andrea per quello che hai fatto, che fai e che farai!!!
Un abbraccio, con stima ed oramai anche con affetto da Roberto Zanotti di Cesena!!

utente anonimo
Scritto il 1 marzo 2008 at 14:38

Ciao Andrea e GRAZIE.
Ritengo la tua scelta giusta e poi non è un addio ma solo un vediamoci più di rado.Il senso non cambia e tu e la tua famiglia ci guadagnate.
(disponibile ad un abbonamento,
ma metti sempre te steso avanti a Tutti)
walter

utente anonimo
Scritto il 1 marzo 2008 at 14:43

Caro Andrea, anch’io ti faccio tanti complimenti. Seguo il tuo Blog da tempi in cui le autorità monetarie ancora non parlavano di recessione..I tuoi commenti sono di grande valore, sei senza dubbio una bravissima persona e con dei saldi valori. Per quanto riguarda la proposta di Leotrader e cioè di partecipare secondo le proprie possibilità finanziarie con una quota fissa mi sembra una buona idea!. Io fin d’ora mi dichiaro disponibile. Franco

utente anonimo
Scritto il 1 marzo 2008 at 15:24

Caro Andrea,
anche per me sei stato un faro in questa fitta e lunga notte di nebbia, mi mancherai, spero che non andrai via del tutto. Grazie di cuore.
Luigi

utente anonimo
Scritto il 1 marzo 2008 at 16:02

Caro Andrea,
l’amore che circola in coperta, nella cambusa e nella stiva, non richiede di aggiungere altro che già la ciurma non abbia detto.
Immagino Te e gli altri marinai a spasso con un bambino nella mano su una stradetta sterrata di campagna; può esistere altro di più importante cui dedicare il nostro tempo?
Tanto tra noi “comici spaventati guerrieri” ci basta un’occhiata ogni tanto e già ci siamo intesi sulla rotta!
Un mondo di luce dentro di noi per diradare le nebbie di fuori!
Canna al Vento

Scritto il 1 marzo 2008 at 16:19

E’ assolutamente giusto che dopo essere in qualche maniera arrivati alla meta (perchè veramente chi ha seguito la rotta sin qui tracciata ha evitato di finire sfracellato adosso agli iceberg finanziari abilmente scovati e segnalati da Andrea), chi ha conseguito con caparbietà questo risultato possa prendere una pausa e staccare un pò. Mi accodo a quanto già detto dagli, ed esperimo anch’io la mia massima stima per il lavoro fatto. Disponibile anche a ripagare il lavoro tramite l’iscrizione ad una newsletter o con un contributo periodico (cosa che mi ero già prefisso).
Grazie di tutto!

utente anonimo
Scritto il 1 marzo 2008 at 16:59

Famiglia e salute prima di tutto.

Ma la tua famiglia sa che ad un tuo solo cenno sbarcheremmo in mille dietro di te a …

Le tue capacità , anche umane, sono fuori dal normale.

Credo che una persona come te avrà un grosso seguito in qualsiasi cosa decide di fare.

Egoisticamente mi mancheranno molto le tue analisi;
Mi sento già in balìa dei venti …
Fogar

utente anonimo
Scritto il 1 marzo 2008 at 19:18

Il Capitano non può e non deve stare giorno e notte a seguire la rotta e l’umore dell’equipaggio. Su qualsiasi vascello che si rispetti esistono gli ufficiali di bordo che si occupano dell’ordinario. Il comandante intervine solo per dare ordini e direttive. Morale non puoi fare tutto da solo devi sceglierti dei valenti collaboratori ed intervenire solo quando è richiesta la tua competenza e quando bisogna dare le coodinate giuste per la navigazione oppure durante il mare in burrasca, allora serve veramente il Comandante. Ti ringrazio con il cuore, Michele.

utente anonimo
Scritto il 1 marzo 2008 at 19:28

grazie ,mio capitano
maat

utente anonimo
Scritto il 1 marzo 2008 at 20:11

Ormai e’ diventato per me un appuntamento leggere la tua rubrica.
Tanta passione,sforzo e lucidita’ va ,a mio avviso ,remunerata anche economicamente.
Quindi mi accodo anch’io alla proposta di un abbonamento mensile o cadenzato.
Complimenti Stefano

utente anonimo
Scritto il 1 marzo 2008 at 20:42

Grazie Andrea,

Love & Peace

Roberto.

Scritto il 1 marzo 2008 at 21:44

Carissimi,

per l’ennesima volta le Vostre parole sono come il vento che riempie le Vele del mio Cuore!

Commosso per il Vostro affetto, le Vostre parole, ritrovarci nelle parole di Canna al Vento in quella luce dentro di noi che aiuti a diradare la nebbia, quel camminare insieme, la figura del bimbo, le nuove generazioni, ma anche qualche brivido come se fossimo al mio …….addio!

Questo non è un addio, neanche un arrivederci è solo la condivisione di un piccolo disagio, la ricerca di una soluzione.

Non amo lasciare due righe, voglio scendere in profondità e spesso questo comporta un notevole dispendio di tempo ed energie.

Durante la settimana posso lasciare qua e là dei messaggi, messaggi in bottiglia e non poemi economici.

Farò meno fatica e avrò più tempo a disposizione, ma non è affatto scontanto che riuscirò a …..diradarmi tanto facilmente!

Caro Leotrader non è una questione economica, non potrei mai farne una questione di libero accesso o meno a questo splendido veliero, ognuno è libero di salire e scendere quando e come vuole è un cammino e una rotta di condivisione, non sono solo io la ricchezza di questa avventura, senza di Voi Icebergfinanza non esisterebbe!

Un eventuale contributo deve essere libero ma ci tengo a sottolineare che non è questo il senso di questo messaggio, il sonno è vita e i figli crescono in fretta e questi sono momenti che non tornano più.

Io resto al mio posto, non ho nessuna intenzione di dondolarmi su un’amaca in un’isola tropicale, siamo solo all’inizio di questa tempesta e lunedi ho in serbo per Voi una sorpresa, l’ennesima sorpresa di questa irrazionale stagione di finanza creativa.

Condividere con Voi le mie visioni, conoscere e crescere insieme è come l’aria del mare, quella brezza che non dimentichi mai!

Andrea

utente anonimo
Scritto il 2 marzo 2008 at 08:52

Grazie infinite capitano per quello che hai trasmesso al tuo equipaggio.Se puoi riduci l’impegno ma non abbandonare la nave.Disponibile a seguirti anche contribuendo economicamente.

utente anonimo
Scritto il 2 marzo 2008 at 09:12

Capitano…tu sei una di quelle poche persone che restituiscono la dignità alla creatura “uomo”.
Il problema non è l’economia che sarebbe da umanizzare,ma l’uomo stesso è da “umanizzare” , poichè crea danni in tutti campi della sua attività. Hai risvegliato un vero senso di lealtà e dignità tra i marinai con le tue soavi poesie.
Complimenti … ora ognuno di noi può diventare capitano.

NEMESI

utente anonimo
Scritto il 2 marzo 2008 at 14:36

non avevo dubbi mio capitano,
tu non lasci la ciurma in balia della tempesta.
hai un cuore troppo grande,
tu pensi sempre a chi ha + bisogno.
potrei sembrare un “lecchino”,ma chi ti conosce da un po di tempo sa che non esagero e sa qaul’è la tua filosofia,

maat

utente anonimo
Scritto il 2 marzo 2008 at 18:27

A presto capitano…

utente anonimo
Scritto il 2 marzo 2008 at 18:28

… Grazie veramente del tuo lavoro e della forte spinta a “cambiare” visione del mondo, ti rinnovo la volontà come scrissi alcuni mesi addietro di pensare ad una scuola di finanza etica per le nuove generazioni ….

A presto

Magico72

utente anonimo
Scritto il 3 marzo 2008 at 01:04

Cara Nemesi,
è molto bello quello che scrivi sulla lealtà e dignità tra i marinai, altra poesia resa possibile dal Capitano.
E’ possibile rinascere, e oggi grazie al Capitano e un poco grazie a noi possiamo gridare: non ci avete ridotti a consumatori, anzi siamo diventati degli stupendi sorrisi di marinaio su questo Veliero!
Pace nei nostri cuori
Canna al Vento

utente anonimo
Scritto il 3 marzo 2008 at 09:44

Grazie per tutto quello che hai fatto e per quello che riuscirai a fare, dedicare tempo alla famiglia e’ quello che dovrebbero fare tutti.
anch’io ho figli piccoli che la sera mi reclamano.
sono certo che il tuo lavoro non andra’ perduto, il seme l’hai piantato ed e’ di prima qualita’ nei terreni dove non attecchisce il problema non e’ del seme ma del terreno.
Saluti

Mariano

Scritto il 3 marzo 2008 at 21:22

Una nemesi ” positiva ” ecco quello che si respira su questo veliero, una nemesi che sgorga dalle Vostre parole che toccano il cuore!

Ho ricevuto più di quanto ho dato nella mia Vita,ho imparato che come dice la Bibbia che ” alla Sera della Vita ciò che conta è avere amato!”

In questo lungo viaggio ho scoperto cose inimmaginabili, luoghi sconosciuti e non parlo di finanza o di economia, ma di cuori e uomini che hanno dentro di sè il seme che questo mondo aspetta da tempo, il seme dell’Utopia, il seme del cambiamento, il seme di uomini e donne ( in questo Veliero manca un tocco di femminilità, la metà più dolce del mondo!) che vivono quotidianamente la realtà.

Oggi la società sembra come anestetizzata, come addormentata nell’oblio dello “status quo” incapace di reagire al messaggio del relativismo.

Non è facile, non è affatto facile, una lotta giornaliera contro le onde, e tra gorghi e mulinelli alla ricerca dell’ Isola che c’è, ora e sempre nelle nostre menti, quando saliamo sul veliero della nostra essenza alla ricerca di noi stessi.

Grazie ancora cari compagni di Viaggio, grazie del terreno che ha accolto il seme e lo condivide, ognuno Capitano per se stesso e per gli altri.

Andrea

utente anonimo
Scritto il 2 aprile 2008 at 11:30

La leggo da pochissimo e mi sembra di aver colto che desidera cessare di seguire assiduamente il blog ?
Mi spiacerebbe. Ammetto certamente che pare fatto molto bene e che sicuramente implica la spesa di tempo.
Non posso certo trattenerla, se non contribuendo semmai con un’ offerta.

AGasp

Scritto il 2 aprile 2008 at 20:43

Caro Agasp si tratta di trovare un equilibrio tra l’essenza della mia vita, ovvero la mia Famiglia e questa realtà, passione o utopia!

Non voglio perdere di vista il messaggio che la Vita mi ha lasciato!

Andrea

utente anonimo
Scritto il 10 maggio 2008 at 16:30

Caro Andrea,
sei un GRANDE, condivido la tua scelta, stai tranquillo ci accontenteremo. Grazie mille per il lavorone che hai svolto, grazie di cuore.
Marco R.

utente anonimo
Scritto il 12 maggio 2008 at 16:39

Caro Andrea
mi unisco anch’io a chi si è detto disponibile a contribuire. Trovo equo che un lavoro di questa qualità e… quantità debba essere remunerato. Capisco anche una certa ritrosìa da parte tua, ma si tratta di una cosa richiesta a grande voce da tanti….
Grazie per tutto quanto fin qui hai fatto
Daniele

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
Aumentano le curve dei contagi, si avvicina la data delle elezioni, ma i mercati reagiscono in mod
In una confusionaria campagna elettorale, condizionata sicuramente dal Covid-19 ma anche dalla p
Sommiamo ai già spesi 10 miliardi di Euro per salvare Alitalia dai precedenti sicuri fallimenti,
Ftse Mib. Dal punto di vista grafico, l’indice italiano è inserito da alcuni mesi in una fase la
Interessante fare un update, utilizzando i dati di Lipper per fare il punto su come si stanno m
Mercati particolarmente complicati e movimentazioni monetarie spesso contradditorie. Sulle Mibo s
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Quando bitcoin fa dei movimenti troppo violenti, come quelle degli ultimi giorni (+12% negli ult
Ftse Mib: apertura debole per il paniere italiano che si riporta sotto 19.000 punti. I livelli da mo
Non è che ci sia molto da raccontare in questi giorni, sono sempre le solite cose, nel delirio