IL RALLY….DELL'ORSO!

Scritto il alle 21:28 da icebergfinanza

Tutti sanno che l’analisi dei mercati finanziari si divide in due grandi scuole, quella fondamentale e quella tecnica . L’analisi fondamentale passa attraverso un’attenta analisi di ogni assets alla ricerca del valore nascosto e delle sue prospettive, l’analisi di un titolo, di un’azienda esaminandone attentamente i bilanci, le informazioni societarie, valutandone i mercati di provenienza, la concorrenza, l’indebitamento e quant’altro ancora.

Se poi vogliamo rispolverare l’ammortizzatore P/E ratio non dimentichiamoci che prima o poi ( e secondo la mia visione entro il primo semestre del prossimo anno ) faremo i conti con l’analisi macroeconomica e la fase recessiva di un ciclo economico.

L’analisi tecnica invece  è come un’arte applicata all’andamento dei prezzi nell’arco temporale allo scopo di prevederne le dinamiche mediante l’utilizzo di grafici, indicatori, oscillatori e quant’altro. La psicologia dell’investitore in rapporto a prezzi, volumi ed interesse specifico nei confronti di un qualsiasi asset.

Esiste poi un terza analisi di natura macroeconomica, una tipologia di analisi che oggi sembra destinata esclusivamente agli economisti ed analisti, dimenticando che le potenzialità dei mercati sono in fondo sempre legate a doppio filo con il contesto macroeconomico generale e globale, dimenticando che la realtà o la visione di medio lungo termine non può prescindere dal ciclo economico.

In fondo l’analisi tecnica ama il trading, il breve termine e difficilmente si coniuga con il pensiero fondamentale o macroeconomico che sia.

In questo blog nessuna visione di carattere tecnico ha mai visto la luce, nessuna o quasi considerazione di brevissimo termine cercando di evidenziare invece attraverso analisi e considerazioni alcuni aspetti di natura psicologica e fondamentale macroeconomica del ciclo.

Oggi l’euforia da " Christmas Rally " si stà trasformando in un  sospiro, un rimbalzo effimero di brevissimo termine!

Sino alle scadenze delle tre streghe si vedranno i fuochi d’artificio, cambiamenti repentini che porteranno in un’unica direzione. Ci saranno altri violenti rimbalzi ma la strada è segnata!

Forse la miglior combinazione possibile è sempre  quella di applicare un insieme di metodologie o analisi alla ricerca della rotta migliore.

Se noi abbiamo ben chiara la prospettiva macroeconomica di medio lungo termine, non dovrebbe essere difficle  individuare un triplo massimo in formazione sul DAX o il fallimento dell’assalto alla resistenza dinamica di medio termine in area 39700 sul S&PMIB.

Spesso alcuni lettori mi chiedono che senso abbiano tutte queste visioni, queste analisi, queste considerazioni di fronte alla razionalità o irrazionalità dei mercati finanziari, che vivono di euforia o depressione, illusione o pessimismo con delle ondate di puro panico.

Hindemburg un nome, una leggenda!

Lo ZL129 uno zeppelin di origini tedesche, il più grande oggetto volante mai costruito, un colosso in alluminio progettato per volare con elio, ma costretto ad utilizzare il più infiammabile idrogeno a seguito di un embargo militare americano sullo stesso elio.

Un pò come la finanza creativa derivata, progettata per funzionare come copertura del rischio, ma utilizzata con l’idrogeno della scommessa esponenziale, per velocizzare le prestazioni.

Il sei maggio del 1937 l’ Hindemburg prese fuoco e venne completamente distrutto in un solo minuto, la leggenda dell’aviazione, come vent’anni di finanza strutturata esplosa in un solo istante.

Ebbene il pattern HINDEMBURG_OMEN  è scattato puntuale sia sul NYSE che sul NASDAQ dopo il 22 luglio ed a raffica tra il 15 ottobre e il 7 novembre, un pattern che negli ultimi 20 ha sperimentato il 91 % di precisione con discese in media del 5 % e il acuni casi superiori al 15 %.

Su SENTIMENTCHARTS.it potrete trovare uno stupendo grafico interattivo che ripercorre la storia degli hindemburg omen dal 1979.

Comunque lo si voglia vedere l’ ho evocato per l’affascinante analogia con la situazione reale della finanza strutturata una macchina " perfetta " distrutta in un solo istante come il Titanic, quel senso di onnipotenza che prima o poi fà sempre i conti con la storia.

In fondo si tratta pur sempre di magia, la magia del prevedere con una buona dose di fortuna oltre ad un’attenta analisi.

Ai primi di luglio scrissi che secondo alcuni indicatori verso la fine del mese  vi sarebbe stata una svolta definitiva verso il basso che sarebbe culminata nel mese di novembre.

Ancora ai primi di ottobre in piena euforia da politica monetaria riconfermai  in mezzo all’esaltazione collettiva che sino alla fine di novembre avremmo puntato la prua verso il basso e all’inizio del mese di dicembre comunicai il mio scetticismo nel confronti di un rally che nulla aveva a che fare con la realtà nascosta, una realtà che viene da lontano, sussurrando che saremmo scesi almeno sino al 22 dicembre.

In questo blog non si danno consigli operativi, ma visioni strettamente soggettive e orizzonti personali sono all’ordine del giorno!

Da mesi sostengo che questo è un momento d’ ORO, un momento irripetibile per questo asset e il prossimo  anno  vedrà un decollo esponenziale e temporale più lungo di quel che si spera, con una volatilità degna di un mare in tempesta. Nella " trappola della liquidità " le sirene azionarie canteranno soavi melodie, ma una mente  " lucida " non potrà esimersi da una visione cash, euribor flat o semplicemente gold, limitatamente al propria propensione al rischio.

Eppure in questi mesi ho, abbiamo viaggiato contro corrente soli contro il pensiero dominante ma analizzando nei minimi dettagli ciò che sino ad un anno e mezzo fà era solo sensazione, intuizione, chiamatela un pò come volete.

Se vi dicessi che il prossimo anno, un anno di elezioni presidenziali, l’anno delle Olimpiadi cinesi, vi sarà una recessione nel primo semestre, una recessione che probabilmente scopriremo in corso d’opera o addirittura come la storia insegna qualche mese dopo.

Se vi dicessi che il prossimo anno, i listini azionari scenderanno in media del 15/20 %, che secondo Nouriel in a typical US recession – with or without Fed easing – the S&P 500 falls by an average of 28% in nominal terms and almost as much in real terms.  e che il mercato immobiliare proseguirà nella sua lenta ed inesorabile dinamica sino al 2009/2010, dopo un anno di visioni soggettive trasformatesi in realtà sarei il solito gufo, cassandra o catastrofista del caso?

Non temete quando in lontanza scorgerò un cambiamento, allora manderò messaggeri in tutte le terre ad annunciare la lieta notizia.

Questa è analisi pura che ho imparato strada facendo navigando nell’oceano del realismo una realismo di medio lungo termine che ripudia il breve sospiro, figlio dell’irrazionalità collettiva, euforia o depressione tutto in un attimo, l’attimo fuggente.

Concludo ricordando che  chi semina spesso non ha idea di quale sarà il suo raccolto, la tempesta è in grado di disperdere i fiori ma non è in grado di danneggiare i semi!

L’essenza stessa della Vita è il fiorire delle persone ma oggi sembriamo quasi attenti solo al perfezionamento delle cose, a dare un valore materiale alle cose.

E’ vero questa lunga navigazione è stata un grande dispendio di energie, tempo e risorse ma non uno spreco, nulla è perduto, il messaggio come il seme vola portato dal vento e nessuno sà dove cresce.

Spesso mi sono chiesto il senso di tutto ciò, ma il seme è diventato frutto , il frutto della Cultura, della Professionalità, dell’Umanità, della Speranza nel cambiamento, innanzitutto dentro di me!

Se le mie visioni fossero state come foglie al vento, se le mie percezioni non fossero state confermate dalla realtà, pochi avrebbero proseguito questa avventura controvento, controcorrente ed io non avrei potuto esprimere, umilmente quel desiderio di cambiamento, di etica, che nasce dall’edonismo spesso relativo di questo tempo, un’ utopia che mi stà a cuore più di qualsiasi gain o dimostrazione di alchimia predittiva.

Amo ricordare che l’ Utopia è l’unica città che l’Umanità ama visitare, giorno dopo giorno, senza sosta con la speranza nel cuore. 

Domani ci saluteremo, è tempo di sospendere per tornare alle cose che contano, per vivere la magia del Natale, la magia di un Bimbo che nasce per portarci una visione d’Amore!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags: ,   |
32 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 17 dicembre 2007 at 21:53

ciao andrea ,ti seguo sempre come tu sai sono in vedita da parecchio tempo , queto è il momento che tutti i nodi vengono al pettine sono convinto ancora di più delle tue capacità umane , e tetniche ,grazie ai tuoi blog ,mi sento più sicuro e informato , grazzie ,grazzie : ( minghin)

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 09:07

Buon Natale

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 09:40

Auguri Andrea,

Auguro ogni bene a te e alla tua famiglia.

Roberto.

Scritto il 18 dicembre 2007 at 09:56

Tanti auguri a tutti i blogghisti, ed in particolare a te Andrea, un Buon Natale e felice anno nuovo!!
Grazie di esserci
Roberto Zanotti di Cesena.

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 09:59

Cari auguri anche a te e famiglia.
Mariano

P.s bce : ieri utilizzato lending facility per 2,435 MLD euro!!!!!!!!

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 10:37

Vi avevano detto che ci sarebbe stato perchè:

Negli ultimi anni c’è sempre stato.
La crescita mondiale è alle stelle.
L’occupazione va benissimo.
I prezzi delle case non scenderanno.
La borsa anticipa sempre il mercato.
C’è solo una regola : comperare nelle fasi calanti.
Se aspetti di vedere i segnali positivi si sono accorti tutti.
Loro hanno 40 anni di esperienza e voi siete dei novellini.
Siete catastrofisti e talebani .
Le Banche Centrali sanno quello che fanno.
Tenere i tassi bassi è cosa buona e giusta.
Non c’è nessun pericolo di inflazione: dovete pensare “core”.
Gli aggregati comunque cresceranno.
Lo dice anche il Siderografo.
C’è una trend line di lungo che regge tutto.
Quando rientrate voi fateglielo sapere che escono loro.
Tanto voi siete dei poveri sfigati e vi buttate sull’etica perchè vi rode.
Bisogna sempre pensare positivo.
Ci saranno le elezioni presidenziali.
Ci saranno le Olimpiadi.
Cosa volete che siano 100 o 200 miliardi
Pensate troppo in piccolo: non avete idea delle dimensioni delle banche USA
Non è una crisi di fiducia ma di liquidità, per questo ci sono le Banche Centrali
Loro conoscono la matematica quantistica e le percentuale che i Mercati scendano è del 1% forse meno
Le borse non vanno di pari passo con l’economia
I Mercati scenderanno forse ma non ora più avanti: ecco le date esatte

Eccolo!!
Alla fine è arrivato finalmente il rally
solo che non è Toro è Orso o Gambero

Buon Natale a tutti!

Mas

Scritto il 18 dicembre 2007 at 10:44

Questo l’ho scritto nel week end. Ragazzi, se uno ha un po’ da fare non riesce a starvi dietro….

Cari marinai di questo sempre più ricco vascello….
Per arricchire ulteriormente la conoscenza di come potrebbe essere il mondo, ma invece non è, vi consiglio di leggere attentamente questo:
http://www.disinformazione.it/automobiletesla.htm
e questo
http://etleboro.blogspot.com/2006/06/la-vecchia-tesla-car-sar-la-macchina.html

Quando nel 1930 forse il più grande scienziato di tutti i tempi, Nikola Tesla, inventò il modo per assumere energia gratis dall’etere, non avrebbe mai immaginato che 80 anni dopo saremmo stati poco meglio di allora, con più problemi di inquinamento ecc.
Per chi ha tempo e voglia, approfondisca la conoscenza di Tesla e diffonda.
Chissà che qualche genio italiano non abbia voglia di approfondire e dare energia gratis a tutti.
PS. Beppe Grillo sta sbagliando: non è l’auto a idrogeno da diffondere (la poca maneggevolezza e la difficoltà di approvvigionamento fa mantenere il monopolio alle solite multinazionali), ma l’auto ad aria compressa o elettrica di Tesla (pare che i creatori di Google se ne stiano interessando).

Per quanto riguarda la crisi imminente, è curioso notare come tutte le volte che il mercato rimbalza spunta qualcuno a dire che Andrea è un visionario catastrofista, evidentemente leggendo con superficialità il blog, però questo stimola le nostre risposte e , questa volta, le poesie che Nautilus ha riportato ad hoc sono state a dir poco fantastiche!!!!
E’ bello leggere Andrea e voi tutti, marinai … di lungo corso. Grazie anche a chi passa di lì e dice la sua, con superficialità e protervia, per poi scomparire per sempre…
A proposito, dopo anossia cerebrale, con appositi macchinari si può tenere il malato con elettroencefalogramma piatto in vita vegetativa per un tempo indefinito. Dopo i vari sobbalzi, fibrillazioni (inflazione, petrolio e materie prime su, tassi e dollaro giù) e defibrillazioni (iniezioni di liquidità a prezzi calmierati, misure per salvare i mutuatari e le banche) in atto e che seguiranno nei prossimi mesi, il risultato potrà essere questo. In economia la “vita vegetativa” forse corrisponde alla deflazione ed è quello che è successo in Giappone dal 1990. La ricerca disperata di un soft landing a tutti i livelli, per evitare crolli a catena, potrà portare a questo. Qual è il minore dei mali?
Buon Natale a tutti. Vi abbraccio.
Bill

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 10:46

P.S.
Credo proprio che non dovrò pelare patate

Ciao
Mas

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 10:53

Cari navigatori e carissimo Comandante Andrea, a tutti un sereno Natale e un felice Anno Nuovo!!E tanta salute a tutti!! Franco

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 11:39

Buon Natale.

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 11:49

ps 2 : la BCE ha rinnovato il pt per 348 mld euro 168 mld oltre benchmark.
ma siamo impazziti?
altro che credit crunch, sono davvero finiti i soldi.
Mariano

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 13:10

l’operazione della bce era illimitata… beh si sono pazzi

(per mas: ma tu sai di che stai parlando o reciti la lezioncina dei media a memoria?)

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 13:26

il fatto che sia illimitata, non vuol dire che non la BCE non abbia fissato un benchmark, che era 180 mld, il fatto che sia stato raddoppiato il quantititativo assegnato, ha un significato circa le capacita’ previsionali della BCE, e sulla sensazione che la difficolta’ a far quadrare i bilanci delle banche e’ molto superiore a quanto ci immaginiamo.
probabilmente molte persone hanno perso il senso della grandezza dei numeri. la somma in questione e’ pari al PIL della Svizzera.
oggi ulteriore commento e’ superfluo.
Mariano

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 13:45

Ora anche la BCE, il cui compito statutario è combattere l’inflazione, inonda il mercato di liquidità. In poche parole, non è accettabile un rallentamento economico, non sono accettabili i cali delle Borse, dobbiamo evitare lo scoppio delle “bolle”, perché conta solo il PIL in crescita. Esattamente come sta facendo la FED.

Quanto può durare? Quali sono le criticità?
Guido

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 14:41

Premesso (per quell’unico che forse non ha capito) che il mio io era un intervento ironico rivolto a tutti quelli che ci hanno attaccato ad ogni rimbalzo.
Non posso fare altro che ripetere quello che ormai dico da tempo :questa volta non ce la faranno!

Ciao a tutti

Mas

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 15:10

scusa mas, non l’avevo proprio capito che era ironico…

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 15:46

no problem
siamo tutti sulla stessa barca.

Mas

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 17:17

Ragazzi e’ un piacere leggervi. sempre precisi, moderati, pronti a fare le scuse. sì, è un orgoglio fare parte di questo forum perchè come sempre detto, al di là della finanza esiste l’etica l’educazione il buon comportamento. Quindi i miei migliori auguri di festività per Voi tutti e per il nostro capitano e alle vostre rispettive famiglie. Marcoeco

Scritto il 18 dicembre 2007 at 17:45

Vorrei solo consigliare all’ottimo Andrea Mazzalai, oltre alla lettura dei numerosi testi su cui ha fondato la sua cultura finanziaria, anche una semplice grammatica della lingua italiana ad uso elementare. Apprenderà così che “FA” e “STA”, per esempio, non si scrivono accentate come pervicacemente l’autore della rubrica si ostina a scrivere.

Scritto il 18 dicembre 2007 at 17:47

Buon Natale anche a te, MAS: il tuo post delle 10,37 è fantastico e coincide perfettamente con quello che penso. Grazie.
Bill

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 18:11

Riporto dal libro “ Ciascuno è perfetto” di Raffaele Morelli :

Il grande saggio Baal Shem Tov, quando i suoi allievi più zelanti gli raccontano di sentirsi vicino al Divino perché finalmente hanno avuto le visioni degli angeli, risponde: “Sì quando ero giovane anch’io vedevo cose del genere. Ma più avanti si smette di vederle”

Baal Shem Tov riteneva che il buio fosse vicino all’essenza del sacro e che le visioni fossero soltanto illusioni, eliminazione di identificazioni infantili del Divino, il tentativo della lavagna di ripulirsi da scritte sbagliate o inutili. Ricercare il buio per liberarsi da ciò che vi si è depositato nel tempo. Quando cerchiamo di risolvere i nostri problemi la nostra mente cerca di farlo secondo schemi del passato che, invece, li complicano sempre di più. Ogni conflitto va affidato al buio. Solo il buio può far cessare la lotta con se stessi, “ la voglia di rimettere le cose a posto”, causa principale del perdurare del conflitto, ciò che cronicizza il disagio.

“ Noi siamo solo le api dell’invisibile. Noi raccogliamo appassionatamente il miele del visibile per riporlo nel grande aureo alveare dell’invisibile”.

Un affettuoso augurio natalizio a tutti voi che frequentate il blog, nessuno escluso.

Un rinnovato grazie ad Andrea che ospita, sul suo blog, ogni qualsivoglia opinione ed espressione della stessa.
Tutto ciò ci fa riflettere in più direzioni di vita alla ricerca del buio risolutore.

Vorrei offrire un segno di riconoscimento ad Andrea per un regalo che mi ha fatto.

Strano a dirlo e specialmente strano a dirlo a me stesso. A riconoscerlo. Ad accettarlo.

Un illustre sconosciuto intercettato sul web, per caso, di cui non conosco la fisionomia – l’espressione del suo volto ma solo i suoi modi garbati di interscambiare con altrui opinioni-
mi ha insegnato ad esprimermi, o perlomeno, a riflettere sul modo di esprimere le mie idee magari più in direzione del “sussurro” piuttosto che con l’uso, da immediatezza, diretto del “sarcasmo” molto tipico della mia terra d’origine.

“L’insegnante che avanza
nell’ombra del tempio,
fra i suoi discepoli,
non trasmette la sua sapienza,
ma piuttosto la sua fede
e la sua amorevolezza.
Se è veramente saggio,
non vi introdurrà
nella casa della sua sapienza,
ma vi accompagnerà
alla soglia
della vostra mente.”

Se pur piccola cosa, rispetto a quanto accade ad ognuno di noi nella vita, trovarsi in questa circostanza a contatto con “la soglia della nostra mente” – con quegli schemi “del passato che, invece, li complicano sempre di più” i nostri problemi o, chiamiamole, le nostre caratteristiche –ci reca un sicuro beneficio.
Con un pizzico d’intuito ci rendiamo conto che liberarsi degli schemi soliti e veder “contro corrente” certi assunti ci allarga la mente – ci rende, se possibile, migliori – o più accettabili per gli altri e meno arroganti al riparo del nostro presunto sapere.

Anche questo è un modo per valutare, nel lungo periodo, la strategia dei nostri investimenti sia materiali che umani.

Grazie per questo regalo Andrea e un felice Natale.
Per te, la tua famiglia, le nostre famiglie, per tutti.

Ciao Andrea auguri .
Saluti a tutti da nautilus.

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 19:23

Cari naviganti,
oggi la BCE ha prestato al sistema bancario 348.6 miliardi di EUR per due settimane al tasso del 4.21%.
Per rallegrarvi il periodo natalizio desidero farvi il “calcolo della serva” per quel che concerne questa splendida operazione.
Prima di questa operazione il LIBOR era al 4.95%. Poi siamo scesi al 4.45%. Diciamo per semplificare che le banche hanno pagato mezzo punto in percentuale troppo poco per questi soldi. 0.5% su 348.6 miliardi per due settimane sono circa 72 milioni di EUR che la BCE ha regalato alle banche. La BCE appartiene a 13 stati europei (non tutti i 27 stati dell’EU sono membri della BCE) con diciamo circa 348 (come i miliardi prestati) milioni di abitanti. Ogni abitante (voi compresi con moglie e figli) presta quindi 1000 EUR e regala 0.21 centesimi di EUR alle banche. Speriamo che con questo nostro contributo di solidarietà queste possano festeggiare un felice Natale e pagare gli abituali bonus ai loro abilissimi manager.

Un caro saluto e tanti auguri di Buon Natale a tutti.

Michele

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 19:39

Spero di non aver ben compreso o che stavate scherzando, quando comunicavate di esimervi dal farvi vivi nei prossimi giorni. Non potete essere così malvagi ed abbandonare nave con equipaggio proprio nei prossimi giorni “di relax” . . . . . .
Io ci sarò continuando a presidiare il vascello con la speranza che qualcuno mi faccia compagnia !!!
A tutti: comandante, naviganti (in modo particolare all’amico Bill) con le famiglie, un sincero e caloroso augurio che il ritorno della nascita di Gesù continui a stupirci ed a ritrasmetterci quei valori in cui tutti noi crediamo, ma che ogni tanto dimentichiamo di praticare.
Serene festività a tutti.
Jack

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 19:45

Buon Natale a tutto l’equipaggio e al Capitano.
Starò vicino al caminetto a pelar patate per la ripartenza del vascello fantasticoe pieno di tante risorse per la riflessione sui propri investimenti.
Scarpantibus

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 19:50

Buon Natale Bill

Buon Natale a tutti

Mas

Scritto il 18 dicembre 2007 at 20:40

Brutti ” pendagli da forca ” mi sembrava di essere stato chiaro, per domani avevo preparato una piccola sorpresa per augurarci vicendevolmente un sereno Natale ma all’improvviso ho sentito quest’ Umanità che pulsa, ho respirato il profumo di questi lunghi mesi di navigazione…….domani saremo di nuovo insieme!

STA’….per arrivare una sorpresa che FA’…….la differenza, mi scuso ma vado spesso talmente di fretta che se dovessi guardare anche alla grammatica, altro che la notte mi servirebbe per scrivere i miei poemi……

Grazie di cuore a tutti e a domani!
Andrea

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 20:40

Tanti auguri a Tutti , ed in particolare a te Andrea, un Buon Natale e felice anno nuovo!!

Scritto il 18 dicembre 2007 at 21:03

Dimenticavo un piccolo particolare…..questa non è l’ ARCA di NOE’ !

Chi avete invitato sul nostro veliero, mogli, figli, compagne, amici & amiche, visto che per la prima volta stiamo passando i 1000 contatti giornalieri……

Pensate che il massimo era stato di 756 contatti…..ragazzi non sò quale sia la reale portata della nave, ma più siamo meglio è …..e come dice Mas siamo tutti sulla stessa barca, tutti insieme appassionatamente.

Ciao Andrea!

utente anonimo
Scritto il 18 dicembre 2007 at 23:09

Buon Natale a tutti, anche se mi sembra un pò troppo presto per augurarlo, così come per dire che il rally non ci sarà.Io resto della mia opinione, vedremo a fine anno, quando ci daremo gli auguri di buon anno.
Giulio

utente anonimo
Scritto il 19 dicembre 2007 at 11:15

Buon Natale a tuttiiiiiiiiiiiii
Taddeo

utente anonimo
Scritto il 20 dicembre 2007 at 13:18

Un grazie per tutte le tue analisi ed un augurio di Buon Natale e Felice Anno Nuovo….

Adduca Roberto
S.Daniele del Friuli

utente anonimo
Scritto il 25 dicembre 2007 at 10:11

Ciao Andrea, ti seguo da diverso tempo e ti confesso che in un primo momento ti ho ritenuto un po’ troppo pessimista, pur riconoscendoti sempre una grande professionalità. Poi mi sono sempre più reso conto che non era pessimismo …
Continuerò a seguirti con grande interesse perchè per navigare nel mare della finanza occorrono punti di riferimento e tu credo possa essere uno di questi.
Grazie e tanti Auguri di Buone Feste e di un sereno 2008.
Roberto Guerrini – Pisa

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Mentre il principale indice tedesco tenta di aggiornare il massimi storici mentre la Germania è
Stiamo ai fatti e il resto releghiamolo a “discorsi da bar”. Come sapete, negli USA è temp
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: dopo una breve fase laterale, il Ftse Mib ha rotto il 4 novembre in gap up il livello chi
  Le incongruenze e le stranezze sono tante, spesso tante. Sulle pagine di questo blog a
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Qualcosa si sta muovendo sia sui derivati del COT Report ma anche sui mercati. Torna a salire l'
Nei giorni scorsi l’ex parlamentare americano Ron Paul, ha lanciato su twitter un sondaggio mo
Giovedì 14 novembre si svolgerà il webinar Trading & Investimenti UniCredit con ospite Stefan
Gli italiani continuano a caratterizzarsi per l’alta propensione al risparmio ma non avendo eccess