E’ ARRIVATO DONALD NATALE!

Scritto il alle 07:28 da icebergfinanza

Immagine correlata

E alla fine, mentre il mondo era sull’orlo del precipizio, arrivò, Donald Natale…

90 giorni di tregua per capire se la nuova Grande depressione arriverà dalla Cina o dalla Germania…

 

In realtà tra una tartina da 100 dollari e un bicchiere di champagne da 100, hanno fatto finta di nascondere i problemi reali, il fatto che Donald Trump, li ha fregati tutti, sia sulla dichiarazione finale, sia nella guerra commerciale, Trump si è fatto portare direttamente il regalino da Babbo Natale!

Risultati immagini per Trump babbo natale

Quante volte negli ultimi mesi abbiamo assistito a presunti accordi, state sintonizzati novanta giorni sono un’eternità, il mondo intero esulta per il rinvio della realtà, esulta per un non accordo.

Nel frattempo le illusioni volano, come il fumo dei prezzi di petrolio in fiamme…

Algeri, 02 dic 02:00 – (Agenzia Nova) – I paesi membri dell’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (Opec) discuteranno della possibilità di aumentare il prezzo del petrolio…

l petrolio è salito a New York e Londra dopo che la Russia e l’Arabia Saudita hanno accettato di estendere al 2019 il loro accordo per gestire il mercato petrolifero, noto come OPEC +, anche se Mosca e Riad non hanno ancora confermato alcun nuovo taglio di produzione.

Peccato che nel fine settimana, il presidente russo Putin abbia dichiarato che il prezzo del petrolio lo fanno i mercati e che non ci saranno riduzioni della produzione al prossimo meeting.

Nel frattempo davvero spettacolare la rivoluzione di Manu Macron…

 

Davvero non male il nuovo salvatore dell’Europa, soprattutto la polizia francese che tanto per rendere più interessante la giornata, infiltra suoi uomini nella manifestazione per renderla più esplosiva…

Quale il ruolo degli infiltrati nel scatenare la violenza?

Venendo a noi, sembra che il Governo abbia deciso di accontentare Santa Claus dell’Osteria, Juncker…

Anche se in realtà la partita è ancora tutta aperta…

Giuseppe Conte “ha evidenziato puntualmente l’apertura del governo a un dialogo franco e rispettoso con le istituzioni europee, senza rinunce su quel patto con gli italiani”. Lo affermano Luigi Di Maio e Matteo Salvini in una nota congiunta.

La prossima settimana, non dimentichiamolo, appuntamento con la Brexit…

Interessante l’analisi Maurizio Sgroi…

Nel farttempo buone notizie dall’Australia mentre il cambio eur/aud scende sotto quota 1,54…

“La crescita dei salari rimane debole, l’inflazione è al di sotto dell’obiettivo e la volatilità del mercato azionario sta evidenziando rischi per le prospettive globali che rappresentano una potenziale minaccia per la fiducia e i proventi delle esportazioni”…

“Quindi ancora una volta la RBA resterà in attesa”, ha aggiunto. “Rimaniamo del parere che i tassi saranno in attesa almeno per la seconda metà del 2020, con un crescente rischio che la prossima mossa sarà un taglio prima di un aumento.”

Ora aspettiamo Powel Santa Claus, si sentirà sollevato il nostro cuore di Leone, dall’accordo raggiunto al G20, niente più guerre commerciali, allora il rialzo dei tassi può riprendere o forse… chissà!

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

 

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (11 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +9 (from 9 votes)
E' ARRIVATO DONALD NATALE!, 10.0 out of 10 based on 11 ratings
Tags: , ,   |
16 commenti Commenta
ilcuculo
Scritto il 3 dicembre 2018 at 09:17

Andrea,

relativamente ai titoli “opachi” al 2° e 3° livello contabile delle grandi banche vorrei capire una cosa:

Al di là del loro valore “opinabile” dovrebbero avere una qualche data di scadenza, una data in cui in qualche modo questi titoli devono tornare sul marcato per ricevere alla fine una valutazione reale.
Ovviamente la “vita residua di questi titoli sarà molto variabile ed immagino estesa. Esiste una stima dell’ammontare totale che ogni anno dovrebbe arrivare al redde rationem nei prossimi anni ?
Poichè sono 10 anni che si parla di questi titoli alcuni saranno arrivati a scadenza, come si sono comportati?

grazie

phitio
Scritto il 3 dicembre 2018 at 10:33

Tempi interessanti, questi.
Hard Brexit
Opec che perde i pezzi
Deutsche Banck che fara’ i botti di capodanno
Francia in fiamme

E sicuramente ci sono altre cose che bollono in pentola…

Buon 2019! In attesa di quello che ci portera’, specie a marzo…

stanziale
Scritto il 3 dicembre 2018 at 11:28

Spettacolari i link….i possibili derivati per la brexit…i 6800 miliardi di titoli tossici o opachi in pancia alle banche franco tedesche…

ma il problema del momento e’ uno solo: la piscina, anzi la pisciona, della famiglia Di maio, con tutti gli ENORMI abusi edilizi dell’area incriminata….e queste sono le foto, carta canta dice il regime…..(ci pigliano proprio per scemi)…
http://il24.it/le-amnesie-di-luigi-di-maio-e-il-bagno-in-piscina-nel-manufatto-abusivo/
Ora, si da il caso, dalle foto 2002/2008, io non sono un tecnico , per carita’, ma non vedo nessun abuso edilizio se non al limite irrisorio….notare la grandezza(sic) della piscina gonfiabile e, quindi, il confronto con i presunti manufatti…alcuni dei quali mi sembrano diminuiti (a dire il vero) in volume nel 2008 rispetto al 2002…la casa principale che non so’ di chi e’, sembrerebbe piu’ piccola….al netto del fatto che se un manufatto e’ esistente ante ’67, e’ di fatto condonato per la legge italiana, anche se non e’ stato fatto un condono….questo la carta straccia non lo dice…

gattofelice
Scritto il 3 dicembre 2018 at 12:39

Ci mancavano Dombrovskis e Goldman s. a rincarare la dose di negatività sul governo se la borsa sale e lo spread scende..ecco gli immancabili corvi…Andrea , che dire ?

quesalid
Scritto il 3 dicembre 2018 at 12:40

“Deutsche Bank (DB) poses as what is called a ‘National Champion’ bank and the largest bank by far in Germany, but it’s actually the largest criminal enterprise in Germany. This is quite a statement because VW is such a massive fraud…”

https://www.zerohedge.com/news/2018-12-02/bill-black-deutsche-bank-crimes-could-trigger-next-global-crisis

alveare
Scritto il 3 dicembre 2018 at 16:01

Stanziale, hai ragione…l’accanimento contro la famiglia Di Maio è un rimestare nel fango ( d’altronde è però esattamente quello che i pentastellati hanno fatto spesso in passato..chi di fango ferisce, verrebbe da dire…); Di Maio andrebbe invece contestato solo per la sua assoluta impreparazione ed inadeguatezza nel ruolo che ricopre…è questa la vergogna più incredibile? Ministro del lavoro …se non fosse tragico, ci sarebbe da scrivere una commediola tutta italiana…proprio la gravità della situazione politica economica ed internazionale , che traspare dai tanti temi buttati giù nell’articolo, emerge ancora più forte la ASSOLUTA INADEGUATEZZA ED IMPREPARAZIONE DI DI MAIO E SOCI…!
AHI SERVA, ITALIA…DI DOLOR OSTELLO, NAVE SENZA NOCCHIER IN GRAN TEMPESTA..NON DONNA DI PROVINCE MA BORDELLO!!…Quanto è attuale Dante….

    icebergfinanza
    Scritto il 3 dicembre 2018 at 16:20

    Quelli di prima si erano competenti… ricordare sempre che dietro le sparate dei politici c’è gente competente che lavora per migliorare, limare, rendere sostenibile la dinamica. O forse sapete tutto Voi?

alveare
Scritto il 3 dicembre 2018 at 16:50

che argomento forte sostenere che chi c’era prima non era comunque competente….dunque procediamo verso il burrone , guidati da un manipolo di scappati di casa: ottimo! Poi , certo, dietro le quinte c’è chi lima e lavora per rendere sostenibile l’insostenibile…oppure per annacquare e semplicemente rinviare , per tirare a campare ed in ultima istanza arrivare alle elezioni europee…bel calcolo politico sulla pelle degli italiani…

    icebergfinanza
    Scritto il 4 dicembre 2018 at 06:54

    Sta diventando noioso il rispetto per l’opinione altrui! Portate pazienza Ragazzi, qui da tempo abbia deciso di dare voce a tutti, prima erano tutti dei geni, facevano deficit e debito a gogo, ma erano dei geni!

alveare
Scritto il 3 dicembre 2018 at 17:38

intanto oggi meeting di Confindustria ( dunque , pur tra le possibili critiche, dell’Italia che pensa a lavorare ed a produrre…) :
Il leader degli industriali Boccia: «In questa sala è rappresentato il 65% del Pil
italiano. La nostra pazienza è finita»

    icebergfinanza
    Scritto il 4 dicembre 2018 at 06:52

    Confindustria? Ma se non rappresenta nulla, se non la peggiore Italia che produce il nulla appunto!

apprendista
Scritto il 3 dicembre 2018 at 17:38

Spero tanto tu abbia ragione ed io torto,credimi lo spero molto e con tutto il cuore.

ice­berg­fi­nan­za:
Quel­li di prima si erano com­pe­ten­ti… ri­cor­da­re sem­pre che die­tro le spa­ra­te dei po­li­ti­ci c’è gente com­pe­ten­te che la­vo­ra per mi­glio­ra­re, li­ma­re, ren­de­re so­ste­ni­bi­le la di­na­mi­ca. O forse sa­pe­te tutto Voi?

ice­berg­fi­nan­za,

stanziale
Scritto il 3 dicembre 2018 at 18:17

al­vea­re,

Sul fatto che i pentastellati in passato hanno fatto anche loro linciaggi, hai ragione…il resto, non credo. Come ti avevo gia’ risposto, questo governo e’ supportato…
infatti, ad attacco di goldman sachs (in orbita globalisti) , subito e’ seguita difesa dell’ambasciatore americano, amico personale di Trump (mandato apposta in italia, per la sua importanza strategica) …..notare significative frasi dell’ambasciatore (manovra di Conte di importanza per l’ue e mondiale) https://scenarieconomici.it/le-minacce-di-goldman-sachs-ai-gialloverdi-e-i-cannoni-di-trump/
per cui, come finira’ non lo so’, ma almeno ci giochiamo la partita, non come ai tempi di Obama…

apprendista
Scritto il 3 dicembre 2018 at 20:32

Una analisi pacata ed equilibrata sulla situazione in cui siamo a prescindere dal credo:
https://www.liberoquotidiano.it/news/opinioni/13406921/antonio-socci-verita-governo-manovra-non-ci-sono-soldi-in-cassa.html

apprendista
Scritto il 3 dicembre 2018 at 20:35

ESTRATTO:
Così hanno consegnato in mano alla Commissione Ue la corda e quelli la stanno usando. A questo punto resta da capire un altro mistero. Perché il governo – conoscendo questa situazione – fin dall’ inizio ha fatto la voce grossa, sfidando la Commissione europea? Era logico pensare che avessero una carta riservata da giocare per vincere. Invece si scopre adesso che non hanno nulla. Dunque hanno dichiarato guerra e un nemico più forte sapendo di non avere né le armate per combattere, né un piano di fuga. E’ un errore enorme.

alliluci
Scritto il 4 dicembre 2018 at 07:15

In realtà rappresenta quelli che “se vince il no il 4 dicembre finisce il mondo” :):)avanti così: fiducia in persone come Bagnai, competenti e colte! Per info chiedere a Calenda, massacrato a “mezz’ ora” dall’Annunziata. Uno di quelli “bravi” che era prima al governo e non sa neanche interloquire se non dando del “tu” come i bambini!

ice­berg­fi­nan­za:
Con­fin­du­stria? Ma se non rap­pre­sen­ta nulla, se non la peg­gio­re Ita­lia che pro­du­ce il nulla ap­pun­to!

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Dopo tre sedute di rasserenamento, torna il grande freddo a Piazza Affari. Il Ftse Mib infatti segna
Alberto Oliveti è stato riconfermato all’unanimità presidente dell’Adepp, l’associazione
Quell'aureola a tante stelle che spunta dietro il sorriso da damigella di Conte Tsipras è tutto
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Mentre continua il trend al ribasso di tutto il mercato delle criptovalute, che probabilmente se
Ftse Mib: l'indice italiano prosegue il suo rimbalzo verso la resistenza a 19.600 punti, livello chi
Alla fine la TRIAttativa tra il presidente Mattarella e la Commissione UE è arriva a conclusion
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec