MANIPOLAZIONE ISTITUZIONALE E MEDIATICA OVUNQUE!

Scritto il alle 07:35 da icebergfinanza

Forse qualcuno di Voi lo ricorda ma questa è una delle macchie indelebili per me della precedente amministrazione Trump, la sistematica manipolazione della realtà ovunque…

Partiamo da qui, dalla storia recente, alle volte basta poco per comprendere come gira il mondo…

Disoccupazione Usa, dati truccati prima della rielezione di Obama?

Falsi dati su disoccupazione Usa per favorire Obama alle elezioni

New York, 19 nov. (TMNews) – Nuove accuse sulla manipolazione dei dati di disoccupazione negli Stati Uniti prima delle presidenziali. Il tasso di disoccupazione negli Usa, nel settembre 2012, fece registrare una diminuzione dello 0,3%, attestandosi sul 7,8 per cento. Fu un dato positivo per l’economia americana, diffuso poco prima delle presidenziali, che aiutò Barack Obama a confermarsi alla Casa Bianca. Allora, l’ex amministratore delegato della General Electric, Jack Welch, accusò l’amministrazione di aver manipolato i dati e ora nuove accuse arrivano dal New York Post, in un articolo di John Crudele.

Secondo il Post, le persone incaricate di condurre i sondaggi – su cui si basano i dati sulla disoccupazione – subirono pressioni per falsificare i dati, completando le schede sullo status lavorativo dei cittadini, in caso di risposte incomplete o assenti. In realtà, il problema dei dati inventati risale al 2010, quando un impiegato del Census Bureau – incaricato dal dipartimento del Lavoro a condurre i sondaggi – fu scoperto mentre ‘fabbricava’ le risposte. “Ma non è l’unico” ad averlo fatto, ha assicurato la fonte del quotidiano, secondo cui diventò un’abitudine per molti impiegati, soprattutto nella campagna elettorale dello scorso anno, e che prosegue anche oggi.

Figurarsi oggi che il buon Donald ha bisogno di qualche spintarella per uscire bene dalle elezioni di medio termine cosa sarà accaduto negli ultimi mesi, nessun complotto, loro usano bene le armi a loro disposizione.

“I numeri di lavoro di oggi potrebbero essere il più grande disastro che abbia mai visto. Questo autunno potrebbe diventare davvero brutto molto velocemente. Il deterioramento del tasso di partecipazione è così grande da farmi sospettare dei numeri precedenti. “  (Investment Research Dynamics)

Lunedì a differenza di molti abbiamo evidenziaro che il rapporto sulle famiglie, Household Survey, mostrava una perdita di oltre 460.000 posti, su base annua siamo ad oltre 1.470.000 posti persi e una riduzione della forza lavoro di almeno 2.000.000.

Non lo dico io, ma quelli di Investment Research Dynamics, il rapporto sull’occupazione è senza dubbio il rapporto economico più manipolato emesso dal governo.

Chiaro il concetto, si tratta di un rapporto emesso dal Governo, noi in questi anni vi abbiamo spiegato come spesso i dati ufficiali siano inattendibili, gli americani spendono e spandono esclusivamente a debito, la stessa storia di sempre.

Auto a rate e debito scolastico, le due bombe a orologeria

Come potete vedere, la “forza lavoro civile” è diminuita di 469.000 persone in agosto da luglio. Il numero di “impiegati” è sceso a 423.000. Il “non in forza lavoro” è aumentato di quasi 700.000.

Più ci si avvicina alle elezioni è più i dati vengono manipolati, meglio così, nelle prossime settimane altre spettacolari occasioni per i nostri tesorucci.

Ma veniamo alle notizie di ieri, tre in particolare dedicate a chi vive sulla luna!

Olivier Blanchard, il mago dei moltiplicatori fiscali che hanno distrutto la Grecia, uno dei soliti killer del Fondo monetario internazionale, suggerisce di pompare ancora di più la bolla azionaria, come se le banche centrali non sostenessero già quotidianamente i mercati con acquisti massicci di azioni, favorendo sempre più la iniqua distribuzione della ricchezza. Ma è mai possibile che bisogna dare voce alle demenza pura di questi uomini che hanno fatto solo danni nella storia.

Quello che è certo è che una recessione globale è alle porte, preparatevi.

L’altra notizia è che il genio francese Trichet, si quello che ha alzato i tassi in piena depressione economica, per paura del prezzo del petrolio, suggerisce la Lagarde, attuale presidente del FMI come futura presidente della BCE.

Tra falliti si sostengono a vicenda uno con l’altro, il problema è l’informazione manipolata, soprattutto se il signor Fazio, che ci costa oltre 2 milioni all’anno su canone obbligatorio, si prende il lusso di somministrare quotidianamente senza contraddittorio, il verbo quotidiano di Cottarelli, un altro che proviene dal FMI che in questi anni ha distrutto numerose economie con le sue fallimentari ricette politiche, un altro sinistro sacerdote dell’ortodossia austera, fate penitenza.

Una cosa semplicemente vergognosa, Fazio dovrebbe essere cacciato dalla RAI!

Ma torniamo a noi, mentre la Cina minaccia di portare davanti al WTO gli USA per richiedere sanzioni contro gli americani per aver scatenato la guerra commerciale, un modo gentile per mandare a quel paese, tutti gli ingenui che credono in una tempesta in un bicchiere d’acqua.

Nel frattempo Cristina Lagarde si sveglia e mette in guardia i mercati dal rischio collasso delle economie emergenti a basso reddito, se la guerra commerciale si intensifica, una certezza viste le elezioni di medio termine alle porte, Trump ha bisogno di  galvanizzare i suoi elettori.

Nell’ultimo manoscritto avevamo scritto di una possibile sorpresa per i nostri mercati e i nostri BTP, ormai il mercato e il rendimento del decennale si muove esclusivamente sulle dichiarazioni di Tria, il cavallo di Troia della UE, ma fate molta attenzione perché la ricreazione è finita, ieri Tria è stato ripetutamente smentito da Salvini e DiMaio in serata, si prenderanno tutto lo spazio per rispettare giustamente le promesse elettorali, alla faccia del parametro fantasma europeo.

Concludo con un appello per salvaguardare il tentativo di cancellare la libera informazione sul web, la direttiva europea sul Copyright così come concepita dalle volpi di Bruxellex, va respinta senza se e senza ma.

Infine importate conferenza dibattito domani a Firenze con i soliti assenti, un’altra battaglia in corso sulla sorte del mondo del credito cooperativo, fortunatamente la recente riforma ha bloccato la criminale riforma del Governo Renzi, assecondata da buona parte del mondo cooperativo e non è finita manca ancora l’ultimo passaggio parlamentare e ne vedremo delle belle in futuro.

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.3/10 (12 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +9 (from 9 votes)
MANIPOLAZIONE ISTITUZIONALE E MEDIATICA OVUNQUE!, 9.3 out of 10 based on 12 ratings
14 commenti Commenta
ilcuculo
Scritto il 12 settembre 2018 at 10:53

Il problema dei dati sulla disoccupazione o l’occupazione sono sempre farlocchi perchè tra contratti di mille tipi la definizione di occupato è quanto mai ampia e variabile.

L’unico dato serio su cui fare le analisi , (ci sarà da qualche parte qualcuno che fa analisi su dati seri) è il numero delle ore lavorate ma a quanto pare è un dato grezzo che non è facile da reperire.

    icebergfinanza
    Scritto il 12 settembre 2018 at 12:14

    No quelle sono sfumature, il gioco è molto più sofisticato se chiedi alle famiglie come va con l’occupazione e loro ti rispondono che la situazione sta degenerando allora non ti resta che puntare tutto sull’indagine delle imprese che ovviamente assumono e assumono e ancora assumono.

ilcuculo
Scritto il 12 settembre 2018 at 10:55

ma fate molta attenzione perché la ricreazione è finita, ieri Tria è stato ripetutamente smentito da Salvini e DiMaio in serata, si prenderanno tutto lo spazio per rispettare giustamente le promesse elettorali, alla faccia del parametro fantasma europeo.

A me sembra che più che le opinioni di Bruxelles contino quelle degli investitori.

luigiza
Scritto il 12 settembre 2018 at 11:14

>> Quello che è certo è che una recessione globale è alle porte, preparatevi.

Magari nel ns. futuro ci fosse solo una recessione globale. In realtà quella sarà solo la miccia che farà esplodere qualcosa di gran lunga più terrificante.

Mi stupisce che il Trichet non abbia suggerito la Bodrini come presidenta della BCE. L’ammorre di quella per le ‘risorse’ in arrivo in Europa ne farà esplodere l’economia,: l’Economia voodoo. Del resto lei stessa sembra una bambolina voodoo. (ma per caso ci sono anche oche voodoo?)

giacomocambiaso78
Scritto il 12 settembre 2018 at 12:58

Tutto semplicemente terrificante, non so come altro commentare quel che ci dici oggi. Dati manipolati, psicopatici che suggeriscono di far comprare al tesoro azioni e beni, l’ennesimo attentato alla liberta dell’UE, la Lagarde alla BCE, aiuto…

charliebrown
Scritto il 12 settembre 2018 at 14:34

lui­gi­za@fi­nan­za,

Non so inserire gli emoticon, ma metterei il pianto per la prima parte del tuo intervento e due bei sorrisi per la seconda. Un po’ di ironia e di sorriso ci vuole per tenerci su

charliebrown
Scritto il 12 settembre 2018 at 14:40

@icebergfinanza

Fai dell’ottima formazione/informazione, capitano! Grazie. Ma non isolarti, accetta qualche compromesso, per raggiungere il fine sii più…machiavellico.

madmax
Scritto il 12 settembre 2018 at 14:58

Ragazzi, non e’ umoristico, certo la situazione attuale e’ di sterco, ma sperare in un tanto peggio tanto meglio non mi sembra saggio. I casi sono due: o siete pieni di soldi fino alle orecchie (e la cosa non vi tocca) oppure masochisti e in tal caso sappite che vi saranno licenziamenti e tagli ed uno potreste essere voi o i vostri figli o familiari.
Ultimo commento, non vi va l’Europa ho capito ma mi spiegate l’alternativa a cui guardate ? Vedete Orban come mito che ha fatto le peggio porcate con gli appalti dei lavori pubblici? O guardate alla Polonia del PiS che vuole cancella l’aborto e ha dosposto classi separate per i bambini con difficolta’ cancellando il concetto di integrazione. Ripeto faccio fatica a capire il modello a cui vi riferite perche’ e’ semplice dire piu’ lavoro a tutti e ricchezza per noi ma a conti fatti tra la Merkel (male peggiore) e i neonazi chi preferite? A proposito con il calo della produzione industriale in Italia ci avviciniamo pure noi all’inverno!

idleproc
Scritto il 12 settembre 2018 at 15:35

Stanno su di una strada obbligata, non c’è nulla e non ci sarà nulla di cui sorprendersi.

ilcuculo
Scritto il 12 settembre 2018 at 16:24

ice­berg­fi­nan­za: No quel­le sono sfu­ma­tu­re, il gioco è molto più so­fi­sti­ca­to se chie­di alle fa­mi­glie come va con l’oc­cu­pa­zio­ne e loro ti ri­spon­do­no che la si­tua­zio­ne sta de­ge­ne­ran­do al­lo­ra non ti resta che pun­ta­re tutto sul­l’in­da­gi­ne delle im­pre­se che ov­via­men­te as­su­mo­no e as­su­mo­no e an­co­ra as­su­mo­no.

Io parlavo del’occupazione in US

    icebergfinanza
    Scritto il 13 settembre 2018 at 06:41

    Appunto di quella sto parlando…

stanziale
Scritto il 12 settembre 2018 at 18:56

il­cu­cu­lo@fi­nan­za,

Troveremo il modo, invece che bruxelles e investitori, di far contare di piu’ l’opinione degli italiani.

stanziale
Scritto il 12 settembre 2018 at 18:56

Intanto Savona ha inviato un bel memorandum, su cosa si dovrebbe fare, all’ue.

sd
Scritto il 12 settembre 2018 at 22:45

Capitano hai messo il “dito nella piaga” la manipolazione sui dati economici e solo la punta dell’iceberg, anche se in questo blog è la cosa fondamentale visto che si occupa di economia.
Per non dilungarmi voglio ricordare la guerra in Siria, Libia, exJugoslavia, espansione basi NATO e USA. Per non parlare della manipolazione talmente grossa da non poter neanche essere contestata come l’11 settembre. lo sbarco sulla luna ecc ecc.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. yy)[Base
T-1 [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 [3-5 Giorni] (h. yy)[Base Dati: 15 minuti]
Velocità T-2 / T-1 / T / T+1[Base Dati: 15 minuti] Velocità T-2 / T-1 / T / T+1[Base Dati:
Analisi Tecnica Perso il supporto in area 19000 il nostrano si porta subito al test del supporto a
Ve lo ricordate il ministro delle Finanze olandese e presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsse
Ve lo ricordate il ministro delle Finanze olandese e presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsse
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Stoxx Giornaliero Buongiorno, siamo quasi arrivati al dunque sul principale indice dell’eur
DJI Giornaliero Buonasera e ben ritrovati per l’analisi sull’indice mondiale per eccellen
Setup e livelli angolari DOW JONES Setup Annuale Ultimo :2017 Range: 19667 – 24876 Uscit