ITALIA: FUGA DI CAPITALI DI MASSA!

Scritto il alle 08:47 da icebergfinanza

Risultati immagini per fuga di capitali

Ieri scherzando ma non troppo ho scritto, vuoi vedere che dopo l’invito di Trump all’Italia e la lite tra Germania e Stati Uniti, ops scusate Europa e Stati Uniti, Wall Street e la City premiano il nostro Paese? Etvoilà!

Vola la borsa sino a sfiorare un guadagno del 4 % e crollano i rendimenti dei titoli a 2 anni, quelli sotto sorveglianza speciale, in caso di un altro attacco speculativo!

Ma la buona notizia finisce qui, nei prossimi giorni vedremo se è possibile elaborare meglio insieme al nostro Machiavelli, il concetto STRONG BUY ITALY e SELL STRONG GERMANY, senza però farsi tante illusioni, le stesse illusioni che si fanno quelli che scrivono questo articolo sul Sole 24 Ore.

Comunque rimettiamo una pietra tombale sulle fesserie relative alla fuga di capitali, prospettata dal vice direttore del Corriere della Sera, riproponendo il grafico di ieri.

Lo so che per molti che leggono è arabo, ma non è semplice spiegare certi meccanismi, quello che sto cercando di dirvi è che questi signori hanno tutto l’interesse a manipolare l’informazione, a pensare male si fa peccato ma spesso ci si azzecca.

Va ricordato agli italiani e a questo signore, in passato spesso re delle fake news che lo stesso Draghi non più tardi di qualche mese fa aveva suggerito in maniera ufficiale che l’approfondimento dello squilibrio nella dinamica non è causato dalla fuga di capitali, ma è in gran parte derivante dal funzionamento della politica monetaria della BCE, il cosiddetto quantitative easing (QE). In un recente discorso, l’economista Praet, membro del consiglio di amministrazione della BCE, ha spiegato che la BCE non acquista direttamente titoli di stato, ma che ogni banca centrale acquista titoli del proprio Paese, ad esempio Bankitalia,  acquista titoli di Stato dagli investitori italiani e stranieri e circa 80 % di questi acquisti è fatto con controparti straniere, le quali detengono più debito italiano di quello tedesco.

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

Ho solo Voi per poter condividere queste informazioni, più persone sono consapevoli e meglio è nel 2011, non è stato facile anche molti di Voi all’inizio non credevano a nulla di quello che vi raccontavo, poi la verità figlia del tempo si è palesata.

Date un’occhiata alla dinamica dei saldi Target2 in riferimento al nostro Paese dal 2011, anno dell’attacco speculativo all’Italia…

Ma davvero qualche ingenuo è disposto a credere che l’ultimo movimento è dovuto esclusivamente ad una FUGA di capitali. Quindi dal 2014 in poi con ben tre governi PD ci sono state almeno cinque fughe di capitali e nessuno se ne è accorto?

Ma per favore siamo seri, questo è dovuto principalmente alle dinamiche del QE, come vi ho spiegato sopra. Assolutamente infelice l’analisi di Carmen Reinhart, secondo la quale gli squilibri del Target2 andrebbero conteggiati nel nostro debito pubblico che così raggiungerebbe il 160 % del Pil. Probabilmente non sa leggere le dinamiche del QE, o forse ha bisogno di scrivere qualche articolo superficiale.

Altra analisi perlomeno ingenua è questa apparsa sul Sole 24 Ore…

Con Tria la Borsa va a rimbalzo, ecco perché i mercati apprezzano …

Non si hanno ancora notizie sull’improvvisa afasia accusata da diversi esponenti della coalizione giallo-verde all’indomani della sorprendente intervista al Corriere della Sera del ministro dell’Economia e delle Finanze, Giovanni Tria. Il professore ha di fatto rovesciato le tesi portanti dei programmi delle forze politiche che lo hanno accomodato sulla poltrona di via XX Settembre. Sarà perché erano tutti un po’ presi dai risultati delle amministrative – c’era da capire da che parte sarebbe andata la bilancia e, come si è visto, la Lega ha certamente predominato – sarà perché qualcuno non ha capito tanto bene cosa ha detto il ministro, sarà perché qualcun’altro avrà pensato che un’intervista si può sempre smentire con i fatti.

Infatti è perlomeno ingenuo pensare che alle parole del ministro Tria seguiranno i fatti, basta un semplice rimpasto e finisce tutto in una bolla. Comunque sia questa è la base, il resto chiacchiere…

Ma torniamo al mitico Fubini, che ieri ha provato ancora una volta a manipolare la realtà, in una inutile quanto sterile risposta alle puntuali osservazioni arrivate da Claudio e Alberto…

Il nostro team come sempre ha smontato per l’ennesima volta la manipolazione del vice direttore del Corriere della Sera, postando su twitter la fantomatica asta dei titoli greci che si sarebbe dovuta tenere nella stessa settimana, dell’attacco ai nostri titoli di Stato.

Scrive Fubini: ”

Il 29 maggio i Bot semestrali sono stati collocati al rendimento del 1,213%, mentre la stessa settimana i pari titoli greci allo 0,85%.

In realtà come documentiamo sotto, non c’è stata alcuna asta in Grecia nella settimana dal 28 di maggio, l’asta è stata fatta il mercoledì della settimana successiva.

Va be poco cambia, dirà qualcuno e invece no!

Quel giorno i nostri titoli hanno oscillato tra un rendimento tra lo 0,04% e il 0,35% mentre l’asta dei Bills a sei mesi greca è andata in porto ad un rendimento dello 0,85%.

Quindi finiamola di buttare li numeri a caso, perché il Corriere della Sera non si può permettere di fare disinformazione.

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

In attesa delle decisioni delle banche centrali in settimana e soprattutto la importante partita dei sottosegretari e dei vice ministri.

Dimenticavo, cosa ha fatto di bello la Spagna ieri dopo aver per anni respinto gli immigrati ed eretto le barrieri di Ceuta e Melilla per ostacolare l’immigrazione illegale, erette con i soldi della comunità europea?

La Bonino vi ricorda cose fecero qui geni di Letta e Renzi, barattando un pò di flessibilità con l’illusione …

Questa era la competenza italiana che girava il mondo prima dell’arrivo dei barbari, buona visione e soprattutto buona consapevolezza, anche se il popolo italiano ce ne ha messo del tempo a capirlo…

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (17 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +13 (from 13 votes)
ITALIA: FUGA DI CAPITALI DI MASSA!, 10.0 out of 10 based on 17 ratings
20 commenti Commenta
embi
Scritto il 12 giugno 2018 at 12:04

Ripeto, preferirei parlassimo di finanza, non scherziamo su persone che soffrono e migrano e dovrebbero poterlo fare liberamente, a mio parere. E’ di basso livello la competizione con altri beceri e vantarsi di essere un paese meno disumano e meno diseguale. Stiamo ribaltando i valori di umanità. Gli ultimi saranno i primi diceva Gesu, lui si che guidava una rivoluzione

PG
Scritto il 12 giugno 2018 at 14:23

embi@​fin​anza​onli​ne:
Ri­pe­to, pre­fe­ri­rei par­las­si­mo di fi­nan­za, non scher­zia­mo su per­so­ne che sof­fro­no e mi­gra­no e do­vreb­be­ro po­ter­lo fare li­be­ra­men­te, a mio pa­re­re. E’ di basso li­vel­lo la com­pe­ti­zio­ne con altri be­ce­ri e van­tar­si di es­se­re un paese meno di­su­ma­no e meno di­se­gua­le. Stia­mo ri­bal­tan­do i va­lo­ri di uma­ni­tà. Gli ul­ti­mi sa­ran­no i primi di­ce­va Gesu, lui si che gui­da­va una ri­vo­lu­zio­ne

Hai scritto bene, dovrebbero poter emigrare liberamente. Ma cosí nn è sia per chi li imbarca sia per chi li accoglie falsamente. Stanno forzando i diritti umani a loro piacimento per fini politici e Salvini risponde a una esigenz a di un paese che da solo negli ultimi anni ha affrontato da solo l’emergenza. Ma cosa ci vuoke per far capire che è tutto x fini politici. L’Italia per una volta fa la voce grossa e l’UE ringrazia la Spagna x la solidarietà dimistrata…. e allora in tutti qst anni noi che abbiamo fatto? Usano le persone x mettere in difficoltà nostro paese e la civiltà tutta ma il grave nn è quello che succede, è che rimango basito per italiani che proclamano l’emergenza e i salvataggi come se tutto qst nn sia provocato deliberatamente. Un soccorso in mare è doveroso quando è un evento straordinario, nn quando è una prasi consolidata di trasferimento e tratta di esseri umani. E la sx ancora grida al fascismo ahahaha roba da matti? Io crero che i veri fascisti siano coloro che nn volendo cedere a una sconfitta palese voglioni a tutti i costi dettre lemrefole e imporre la propria voloontà contro la maggioranza della ppolaz. Che si è espressa finakmente dopo 5 anni di governi fantocci. È talmente chiaro che chi dice il contrario puó essere solo in malafede.

ndf
Scritto il 12 giugno 2018 at 15:59

Esistono delle situazioni estreme, politiche, ambientali, guerre, siccità ecc., per cui intere popolazioni sono costrette a scappare dal loro paese. Aiutiamoli a casa loro, certo, ma bravo il nostro Fenomeno, in quale modo? facciamo una colletta? la danza della pioggia?. Certo che non è che dobbiamo essere i più fessi di tutti ospitando e soccorrendo masse di persone mentre gli altri prima se ne fregano e poi ci criticano, si parlo dei nostri amici europei. Il mondo è una grande ipocrisia, la verità è che siamo nati nel posto giusto al momento giusto e di gente che sta male non ne vogliamo sapere perché la domenica mattina si va tutti a la messa, ci si confessa e si dorme tranquilli come bambini. Prova a trovare una soluzione andando a dire alle multinazionali che da decenni sfruttano un paese come l’ Africa di levarsi dai coglioni oppure di dividere gli utili e posti di lavoro con diritti e equa retribuzione con i locali abitati indigeni. Ma ammettiamolo che siamo tutti degli stronzi egoisti, la soluzione vera lo sappiamo tutti quale sarebbe ma non vogliamo rinunciare a niente per cui, affanculo il negro!

pdf79
Scritto il 12 giugno 2018 at 16:02

Ma io penso che chi non vede il problema di un immigrazione incontrollata faccia del male al nostro paese e ai migranti. Ci sarà un motivo se in Australia, un continente praticamente disabitato sono rigidissimi sull’ immigrazione.

apprendista
Scritto il 12 giugno 2018 at 17:21

Sicuramente a breve eviteremo default tecnico ma socialmente ,culturalmente,eticamente,moralmente questo e’ un paese fallito da decenni……….

stanziale
Scritto il 12 giugno 2018 at 18:30

embi@finanzaonline</strong Soros, i negrieri delle ong e le coop rosse che lucrano prendendo 35 euro e spendendone una piccola frazione, non mi risulta abbiano nulla a che fare con Gesu'. Comunque si muovono anche da posti dove stanno relativamente bene (e senz'altro meglio che qui) come il ghana, ad esempio. Perche' qualcuno li incita a venire, con false illusioni.

stanziale
Scritto il 12 giugno 2018 at 18:31

stanziale@finanza,

il grassetto e’ venuto da se’…bo’.

idleproc
Scritto il 12 giugno 2018 at 18:41

L’idea è quella di occupare tutti gli spazi ma non è una buona idea e non credo che sia il caso di spiegargli il perché.

embi
Scritto il 12 giugno 2018 at 19:12

Io libererei l’emigrazione da qualsiasi vincolo, pare un po anarchico, ma che ognuno vada dove piú gli piace e dove più gli conviene come fecero i nostri progenitori e come è nella legge della natura…ma il problema dell’emigrazione riflette i vizi dell’uomo e di questa società…la sopraffazione e le diseguaglianze! nessuno vuole privarsi di qualcosa, o condividerlo con chi non ne ha, che sia cibo, denaro, un bene materiale o un diritto anche se ne ha di più di quello che gli servirebbe. Allora non aspettiamoci che il tempo faccia il suo corso, ma che la natura lo faccia…pestilenza per tutti

tuscany
Scritto il 12 giugno 2018 at 22:28

PG,

👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻

    icebergfinanza
    Scritto il 13 giugno 2018 at 09:22

    Molta fantasia, per non dire la realtà, ovvero che il mercato dei bond sovrani italiani è fuori controllo e che la BCE è assente!

ndf
Scritto il 13 giugno 2018 at 08:57

pdf79@finanza,

Sono assolutamente d’accordo con te.
La risposta istituzionale data PER LA PRIMA VOLTA da Palazzo Chigi ai francesi che ci accusano di inciviltà, se pur banale ha un valore immenso. Significa “ci siamo rotti di essere presi per il culo…” ma bisogna essere consapevoli che non abbiamo la soluzione del problema immigrazione che va cercata altrove.

aorlansky60
Scritto il 13 giugno 2018 at 12:24

per tutti quelli che in questo thread hanno disquisito di “flussi migratori” :

NIGERIA :

185 milioni di abitanti,
pil stimato 450 miliardi di $ (26ma a livello mondiale, 1mo in assoluto del continente Africano su questo parametro; il Sud Africa che si immaginerebbe essere più ricco è in realtà dietro alla NIGERIA)
crescita annua costante +2% (che gli permette un tasso di interesse del 12%),
rapporto deficit/pil al -2,0%,
rapporto debito/pil 21,5%

– QUESTI NON SONO NUMERI DA PAESE ALLA FAME.

Non è mistero quanto sia RICCO di OIL la NIGERIA, e con questo ho detto tutto. Sono passati i tempi dei colonizzatori imperialisti europei (vecchio retaggio ottocentesco) che venivano a depredare di materie prime il continente africano; qui si tratta di un PAESE SOVRANO proprietario dei propri confini, delle proprie terre (E DEL PROPRIO SOTTOSUOLO) in grado di far pagare (e molto) tutte le concessioni estrattive a società estere che vengono a farlo. Ma non c’è solo il PETROLIO a determinare la ricchezza della NIGERIA : negli ultimi 20anni sono cresciuti in modo esponenziale il settore BANCARIO e quello delle telecomunicazioni; la NIGERIA è il principale paese africano per export di prodotti manifatturieri propri, 12mo a livello mondiale, dato quasi incredibile da ritenere vero; le proiezioni future di molte società specializzate in analisi economiche sono concorde nel vedere la NIGERIA quale uno dei principali paesi -in un gruppo di 15- che nei prossimi anni concorrerà maggiormente a generare PIL su scala mondiale; RIPETO : QUESTO NON È UN PAESE ALLA FAME.

Potrei tracciare altri paesi africani dai quali provengono clandestini diretti verso l’EU che NON sono affatto messi male economicamente, a differenza di quanto una propaganda FIN TROPPO INTERESSATA mira a far credere agli occhi dell’opinione pubblica EU;

La verità è che questo traffico organizzato di esseri umani costituisce uno dei più GRANDI AFFARI ORGANIZZATI su GRANDE SCALA mai messi in atto; l’altro aspetto è quello della DESTABILIZZAZIONE POLITICA dell’Europa voluta e messa in atto con il pretesto dell’ accoglienza di esseri particolarmente bisognosi, nel cui contesto entra prepotentemente quale fattore basilare per passare “credibile” una propaganda architettata ad arte che mette sotto gli occhi dell’opinione pubblica immagini e filmati televisivi di donne e bambini in apparenti condizioni precarie [COME LO POSSONO ESSERE COLORO CHE SI RITROVANO IN MARE SU UN IMBARCAZIONE FATISCENTE].

il business inizia dalla terra d’origine nei paesi sub-sahariani, ai quali organizzazioni criminali richiedono 4000 $ in media a soggetto per il trasporto fino ai paesi costieri del nord-africa (o qualche ingenuo pensava che si facessero tutto il deserto del Sahara sul dorso di un dromedario ?…)

prosegue per le ONG che caricano sulle proprie navi vagonate di clandestini, tutti quelli che incontrano in mare a bordo di gommoni e simili mezzi fatiscenti messi loro a disposizione,

per proseguire e terminare nei luoghi di destinazione finali Europei -tra cui l’Italia- dove questi esseri vengono sbarcati e dati alle generose cure di innumerevoli società di vario genere, per statuto e costituzione propria (sulle quali sarebbe assai interessante approfondire) dedite all’ “accoglienza” di “poveri esseri in fuga dalle guerre” quando i paesi africani di provenienza di questi NON sono AFFATTO interessati ad alcun conflitto locale.

Cerchiamo di vedere e leggere il fenomeno in modo più serio -nella sua verità- rispetto a quello che CHI ha interessi in questo tipo di traffico cerca di far credere. Tutto il resto è pura demagogia.

embi
Scritto il 13 giugno 2018 at 18:04

stanziale@finanza,

Ma che ragionamento è? Anche in italia qualcuno sta bene e qualcuno no…i miei vicini di casa erano del ghana. Vivevano in 10 con 6 figli piccoli in 60 mq. Da poco si sono trasferiti a manchester perchè stavano bene…

stanziale
Scritto il 13 giugno 2018 at 19:17

embi@finanzaonline,

I nostri progenitori , come tutti gli altri, si sono sempre difesi dalle invasioni. Cosi’ come da leggi della natura. A quelli che non ce l’hanno fatta a difendersi, come gli indiani d’america nord o sudamerica, mica e’ andata troppo bene. Si sono praticamente estinti.

sd
Scritto il 13 giugno 2018 at 22:49

aor­lan­sky60,

Condivido, oltretutto nel tuo post hai parlato di due paesi dell’Africa a qui è meglio stare lontani (informazioni dirette da chi ci è stato).
Nigeria statene alla larga, avete presente la povera Pamela…..informatevi e giudicate voi.
SudAfrica avete idea di cosa stà accadendo alla minoranza bianca, quasi nessuno nè parla. Anni fà ho conosciuto uno, di origine italiana, che è ritornato in patria appena in tempo…..pero purtroppo la figlia vive in carrozzella…..ma almeno vive.

SD

perplessa
Scritto il 14 giugno 2018 at 01:06

ben detto. appresi casualmente per ragioni “turistiche” che un paio d’anni fa un flusso di migranti dall’Africa stava attraversando il sud e centro america per raggiungere gli Stati Uniti, che i paesi interessati s organizzarono per arrestare il flusso, unitamente al flusso dei cubani provenienti dall’Ecuador ugualmente diretti verso gli USA prima che abrogassero la legge statunitense che foraggiava con cospicue agevolazioni economiche i cubani che intendevano risiedere negli USa. Altro che rifugiati, per questi ultimi, invitati è la parola più adatta. Anche di questa legge appresi per caso siccome intendevo passare per le zone in cui c’erano gravi problemi anche di carattere igienico alle frontiere a causa dei migranti e accantonai l’itinerario, dopo aver letto vari periodici locali. nessuna notizia nei ns quotidiani, ne sul problema, ne sulle soluzioni trovate dai paesi interessati per bloccare le frontiere e/o rispedire i clandestini, nessuna fanfara o accusa di violazione di diritti umani contro i paesi che arrestarono detti flussi di irregolari.quindi la fanfara c’è solo quando l’immigrazione è diretta in Europa, o meglio, in Italia?
aor­lan­sky60,

perplessa
Scritto il 14 giugno 2018 at 01:17

si vede che la Colombia ha molteplici accordi bilaterali http://www.elcomercio.com/actualidad/colombia-deportaciones-inmigrantescubanos-cuba-ecuador.html
per­ples­sa@fi­nan­za,

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Ftse Mib: l'indice italiano apre positivo anche oggi dopo l'allungo di ieri. La situazione rimane c
Nonostante i miei principali temi, quando parlo di criptovalute, siano quelli tecnologici, colgo
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Portare la blockchain alle pensioni: come "registri intelligenti" potrebbero avvantaggiare i CDC, ov
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Dopo un periodo di declino, la fame nel mondo è di nuovo in aumento. Secondo il rapporto Lo Stato d
Non c’è dubbio che il periodo che stiamo vivendo non è certo dei più semplici. Qui. In Ital
Ftse Mib: l'indice italiano tenta il rimbalzo in avvio, dopo il forte calo registrato a partire dal
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Il Consiglio dei Ministri si è riunito lunedì 15 ottobre 2018, alle ore 19.31 a Palazzo Chigi,