COTTARELLI E MATTARELLA: LA FEDE NELL’EURO SUPERA IL CONCETTO DI DEMOCRAZIA?

Scritto il alle 09:09 da icebergfinanza

Risultati immagini per dollar hed geye

Continua il momento magico del dollaro, moneta rifugio e di riserva mondiale, uno straordinario sberleffo a tutti coloro che lo vedevano intorno a 1.30 o 1,40, la massa, il gregge, il pastore, mentre noi come ben sapete, pecore nere, abbiamo preferito ragionare, analizzare, studiare e prospettare ben altri traguardi.

Come dice Mike Shedlock di Global Economic Trend Analysis ma davvero i rendimenti sul decennale americano sarebbero esplosi una volta superato il rendimento del 3 %?

L’ho scritto in tutte le lingue, oggi l’analisi tecnica ha i suoi limiti, alcune interpretazione hanno i suoi limiti, guru in stile Gross e Gundlach, fanno pessime figure ma in molti dimenticano.

Gundlach Says Treasuries Above 3% Would End Bond Bull Market …

‘Bond king’ Bill Gross draws line in sand for 10-year yield

Davvero una pessima figura!

Ragionate con la Vostra testa, lasciate che il gregge vada dove vuole!

Tutti preoccupati per la famigerata linea Maginot, avete visto cosa è successo?

Nel frattempo un inedito Krugman che sino ad ieri ne aveva dette di tutti i colori contro il Governo Lega e Cinque stelle, riporta un paio di commenti che valgono almeno un altro anno di permanenza nell’euro in più…

La fede nella moneta unica supera la democrazia? Veramente? Le istituzioni europee stanno già soffrendo di mancanza di legittimità a causa del deficit democratico. Questo renderà le cose molto peggiori …

Questo è davvero terribile: non devi amare i partiti populisti che hanno vinto con un chiaro mandato elettorale per essere sconvolto dal tentativo di escluderli dal potere perché vogliono un ministro delle finanze euroscettico…

La fede nella religione della moneta unica supera il concetto di DEMOCRAZIA?

Risultati immagini per euro hedgeye draghi

Questo dimostra quanto eversivo sia stato l’atto del presidente delle Repubblica Mattarella domenica sera, soprattutto argomentare il tutto con il solito terrorismo finanziario, fuori dall’euro perderete tutti i Vostri risparmi.

Eurointelligence di Wolfgang Münchau suggerisce…

Con il suo veto, Mattarella fa scattare nuove elezioni, probabilmente nella seconda metà dell’anno. Ma, a differenza delle ultime elezioni, questo sarà di fatto un referendum sull’appartenenza dell’Italia all’euro, date le ragioni per cui questo governo non è riuscito a formarsi. Nel frattempo, Mattarella ha deciso di fare di Carlo Cottarelli, ex membro dell’IMF, primo ministro per calmare i mercati. Cottarelli è un tecnocrate di Mario Monti, mai eletto. Ma, a differenza di Monti, non avrà nemmeno una maggioranza parlamentare alle spalle.

Il Parlamento rimane il limite ultimo della politica italiana e il motivo per cui questo lavoro di cucito presidenziale difficilmente riuscirà. Non vediamo in alcun modo ppossibile che questo Parlamento possa approvare un bilancio proposto da un’amministrazione Cottarelli. Si aspettano forse che i Cinque Stelle o la Lega votino a favore? Più il paese finisce nel caos, e più voti otterranno.

Questi sono eventi politici gravi perché possono avere un certo numero di conseguenze importanti, alcune non intenzionali.

Per la prima volta in uno stato europeo democratico, un presidente ha usato i suoi poteri costituzionali per impedire l’insediamento di un governo con una ferma maggioranza in parlamento . 

Con vendite da panico e spread alle stelle in queste ore, stanno forse cercando i mercati di terrorizzare il Parlamento italiano, perchè voti a favore del governo tecnico Cottarelli?

Nei prossimi mesi gireremo l’Italia in lungo e in largo, per cercare di spiegare a tutti il significato di questa unione monetaria, partendo dalla storia, per cercare di rendere sempre più persone consapevoli, non accetteremo confronti con gente che cercherà di delegittimare il pensiero altrui gridando o aggredendo, come accade nel talk show o nei programmi televisivi, ecco per quale motivo abbiamo spesso declinato inviti in tal senso.

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

Avremo bisogno di tutto l’appoggio possibile, della vostra vicinanza per poter diffondere attraverso analisi e studi, dinamiche di una moneta unica, scenari e conseguenze rischi ed opportunità.

Ma torniamo a Mister Greenback, moneta riserva per eccellenza, attraverso le parole di un’intervista di Martin Armstrong, recentemente pubblicata sul The Sounding Line

Presentato da Taps Coogan il 22 maggio 2018 su The Sounding Line.

L’investitore e predicatore leggendario Martin Armstrong ha recentemente rilasciato un’intervista di ampio respiro a Greg Hunter degli USA Watchdog e ha avvertito del continuo rafforzamento del dollaro USA e della possibilità di aumenti drammatici dei tassi di interesse, in particolare in Europa.

Martin Armstrong sui problemi strutturali nell’Eurozona:

“Quello che è successo è che loro (i fondatori dell’Eurozona) sentivano che non potevano convincere tutti ad accettare un’Europa federalizzata, così hanno venduto l’idea di una moneta unica e per questo non hanno mai consolidato i debiti … Quando hanno dato vita agli Stati Uniti … Alexander Hamilton ha dichiarato: “Guarda, tutti hanno contribuito al costo della rivoluzione”. Così hanno preso tutti i debiti dagli stati membri e questo è diventato il debito nazionale. Dopo di ciò, ogni stato era da solo … Quindi, Louisiana, Florida, New Jersey … Ognuno emette il proprio debito. Ora, la differenza tra gli Stati Uniti e l’Europa, è che il debito (debito pubblico) non è lo status di valuta di riserva. Una banca  avrà riserve presso la Fed, il suo unico debito federale. Questo è tutto. In Europa, non ce l’hanno. Ecco perché il sistema bancario è un disastro assoluto, perché per essere politicamente corretto, ogni banca doveva avere un pezzo del debito di tutti. Quindi la Grecia si è messa nei guai. D’accordo, gli daremo una mano a tagliare il debito. Bene, stai tagliando le riserve bancarie. “

Sullo stato della valuta di riserva del dollaro USA:

“Avete istituzioni importanti: fondi pensione, fondi sovrani, ecc … Il dollaro è la valuta di riserva mondiale perché è l’unico posto dove parcheggiare i soldi. Prendono il telefono e dicono “comprami un miliardo di dollari”. Dove hai intenzione di farlo? Sono gli Stati Uniti. Questo è tutto. Non hanno un mercato obbligazionario unico (in Europa) … Non c’è nulla dal lato opposto a competere contro il dollaro … La Cina non è ancora completamente libera. Il Giappone è uno scherzo, hanno comprato il 97% delle loro aste dei titoli di Stato… Non c’è concorrenza per il dollaro e sono stato a riunioni a Washington e capiscono questo … Il dollaro non è una valuta petrolifera. Questa è un’assoluta menzogna. Se prendi energia e la guardi rispetto al PIL globale … parli del 7%. Non mi interessa se vuoi quotarlo in Lira turca, il petrolio. Non cambierà il dollaro. “

Sintesi spettacolare, chapeau Armstrong, in questi mesi ve lo abbiamo raccontato, i lettori di Machiavelli sono dei privilegiati.

Sulla Fed diventa la banca centrale del mondo:

“Il tutto si spezzerà. La Federal Reserve è diventata la banca centrale del mondo per impostazione predefinita … Ora dietro le quinte … la Fed ha voluto iniziare ad alzare i tassi nel 2014. Hanno aspettato fino all’ultimo quarto del ’15. Perché? Poiché i mercati emergenti dicevano per favore non farlo, il FMI stava facendo pressioni, la BCE ha detto “se aumenti i tassi sarà difficile (per le nostre banche) …” Janet Yellen ha continuato a dire “bisogna normalizzare tassi di interesse ” perché allo stesso tempo avete tutti i fondi pensione, che necessitano effettivamente di rendimenti dell’8%, che vanno in bancarotta. Quindi rischi una crisi sui fondi pensione, una crisi che le banche centrali hanno creato. La Fed lo capisce e continua a cercare di spingere i tassi di interesse e tutti stanno urlando. Quindi la Fed ha perso il potere di controllare realmente l’economia nazionale. Ha perso il potere interno a livello internazionale “.

Sulla possibilità di massicci aumenti dei tassi di interesse nell’UE:

“Devi capire che sia il Giappone che l’Europa hanno completamente distrutto i loro mercati obbligazionari, li hanno completamente distrutti. Loro ( le banche centrali) sono compratori. Questo è tutto.Non esiste un fondo pensione che può acquistare titoli decennali all’1,3% quando hanno bisogno dell’8% per pareggiare il bilancio.Stanno bloccando una perdita di dieci anni. Non possono farlo … Quando inizi a vedere le crepe in Europa, vedrai i tassi di interesse salire più velocemente di quanto tu abbia contemplato nella tua vita perché non c’è nessuno sano di mente che possa comprare un titolo italiano a dieci anni con rendimenti all’1,3%. Non succederà. Una volta che la BCE sarà costretta a fermarsi, questi tassi saliranno al 10% … istantaneamente. Quindi, sii pratico qui, chi lo comprerà il debito italiano (obbligazioni italiane)? Nessuno lo ha comprato.

C’è molto di più, quindi goditi l’intervista sopra. Godetevela!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (20 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +20 (from 20 votes)
COTTARELLI E MATTARELLA: LA FEDE NELL'EURO SUPERA IL CONCETTO DI DEMOCRAZIA?, 10.0 out of 10 based on 20 ratings
35 commenti Commenta
zabubba
Scritto il 29 maggio 2018 at 10:03

in 2 gg la borsa ha perso il 5%…. lo spread è alle stelle …. ti prego ….
Mattarella FAI QUALCOSA!!!!!! tu che 6 il salvatore dei riparmiatori italiani !!!!

tirlusa
Scritto il 29 maggio 2018 at 10:42

Bagno di sangue nella borsa di milano. Meno male che c’è Mattarella a proteggere i nostri risparmi!! Oltre allo spread……..
Il colmo, un governo legittimo viene boicottato con la scusa dei mercati e per tutta risposta i mercati collassano. Staranno studiando qualcosa? Panico diffuso e duraturo per appiopparci Cottarelli per molto tempo?

madmax
Scritto il 29 maggio 2018 at 11:19

Buongiorno a tutti e benvenuti in Italia,
voglio essere sarcastico e cinico, ma dove avete vissuto fino ad oggi? In Italia? Non so l’eta’ dei vari lettori ma avete mai sentito parlare del Fattore K?

No? Allora vi rinfresco la memoria, il fattore K ovvero Kommunism era quel patto segreto, ma poi neanche tanto visto che avevamo Gladio e altre organizzazioni paramilitari coinvolte con le istituzioni che faceva si che IN ITALIA IL PIU’ GROSSO PARTITO COMUNISTA DELL’OCCIDENTE NON POTESSE GOVERNARE, allora la cosa per i non comunisti era assolutamente normale e logica, bloccare a tutti incosti l’ascesa al governo pure sacrificando Moro, cribbio non li vogliamo, vanno troppo ad est, mettono in discussione la NATO….oggi tutto sommato e’ la stessa cosa, ma con partiti diversi.
In bocca al lupo!

andreblanz
Scritto il 29 maggio 2018 at 11:23

ma si da il gioco è abbastanza chiaro, a colpi di spread per due mesi fino alle elezioni cosi da metter in guardia i votanti su quello che li aspetta se escono dal seminato. Sennó nn si spiegherebbe il suicidio di mattarella esponendosi cosi. Due tre mesi di rosso sangue e il popolo sperano possa cambiare idea, ce la faranno ? un test per il popolo italiano, avrà capito o il 2012 è già storia passata?

pippone1
Scritto il 29 maggio 2018 at 12:15

Lo Spread, i Mercati, FATE PRESTO… Tentano di fare ciò successe con Monti. Ma è un trucco già visto! Fanculo i mercati. Fanculo le borse, devono chiudere una volta per tutte!

aorlansky60
Scritto il 29 maggio 2018 at 12:19

Devi capire che sia il Giappone che l’Europa hanno completamente distrutto i loro mercati obbligazionari, li hanno completamente distrutti. Loro ( le banche centrali) sono compratori. Questo è tutto. Non esiste un fondo pensione che può acquistare titoli decennali all’1,3% quando hanno bisogno dell’8% per pareggiare il bilancio. Stanno bloccando una perdita di dieci anni. Non possono farlo… Quando inizi a vedere le crepe in Europa, vedrai i tassi di interesse salire più velocemente di quanto tu abbia contemplato nella tua vita perché non c’è nessuno sano di mente che possa comprare un titolo italiano a dieci anni con rendimenti all’1,3%. Non succederà. Una volta che la BCE sarà costretta a fermarsi, questi tassi saliranno al 10% … istantaneamente. Quindi, sii pratico qui, chi lo comprerà il debito italiano (obbligazioni italiane)? Nessuno lo ha comprato.

Questa di Martin Armstrong mi sembra particolarmente significativa nel far comprendere che le BC non possono più deviare dalla via intrapresa(politica monetaria accomodante e QE) condannate ad acquistare titoli di stato (ed altra spazzatura corporate) ancora a lungo in prospettiva futura,

perchè se cessano di farlo,

VIENE GIU’ TUTTO DI BRUTTO, IN POCO TEMPO.

Altro che “pericolo italia”… qui a forte rischio c’è ben altro…

Unico dubbio [in fatto di tempistica] è “quando la BCE sarà costretta a fermarsi“…

perchè “costretta a fermarsi” ?

per come la vedo io, ovvero PER COME LE BC hanno ormai drogato inesorabilmente il sistema (traformandolo in una GIGANTESCA BOMBA AD OROLOGERIA dal volume in progressivo aumento senza via di ritorno), non possono interrompere la strategia intrapresa : M.Draghi [e il suo successore] saranno costretti a spalare tonnellate su tonnellate di cartaccia nel magazzino di Francoforte…

veleno50
Scritto il 29 maggio 2018 at 12:36

Quando il ricco nord e la grande platea proprietaria di btp si accorgerà che in conto capitale in 30 giorni ha perso il 11% sai quanti dolori di pancia.Entro la prossima settimana ci sarà la fiducia al nuovo governo basterà una sola votazione a decretare la non fiducia .Le prossime elezioni ad ottobre saranno un referendum EURO SI O NO immaginate che occasione per gli speculatori ,crollo verticale dei titoli di stato fino alle elezioni anche un 50% poi una sorpresa elettorale del buon senso .Voi capite che è la più grande speculazione 7/8 mesi con buone probalità di riuscita.PER IL MOMENTO CI ACCONTENTIAMO DEL TEATRINO FATTO FINO AD OGGI DAI DUE MOSTRI SACRI DELLA POLITICA Cip e Ciop.

ndf
Scritto il 29 maggio 2018 at 12:59

veleno50@finanza,

Grazie ai tuoi amici il “ricco nord” si era già reso conto che aveva perso ben oltre l’11%, infatti ha votato in massa Cip e Ciop, forse perché sono più fessi di te? Il mostro sacro che ha dato vita a questo teatrino di instabilità non si chiama né Cip né Ciop, si chiama SERGIO. Adesso vogliono spaventarci per farci cadere nelle braccia del Dott. FMI. Pagheremo cara questa temporanea assenza di un governo che non ci difende. Bello sarebbe vedere italiani che alzano la testa con orgoglio, l’Italia può e deve fare la voce grossa. Questo era il momento giusto. Goditi la tua pensione e servilmente ringrazia.

puntosella
Scritto il 29 maggio 2018 at 13:35

Lo SPREAD

Come si sottomette un popolo senza l’uso di armi nucleari.

E’ in atto il più grande sperimento in tempi moderni di condizionamento
di massa, materiale su cui scrivere libri e testi universitari di Psicologia
sociale e condizionamento inconscio per sottomettere un popolo
monitorato in diretta e che se riuscirà rimarrà nella STORIA come
le bombe nucleari testate su NAGASAKI ed HIROSHIMA.

Qui un grafo sulla dinamica autogenerata a partire dal valore M
Minimo del 2008….

Buona visione e l’auspicio di buona consapevolezza di cosa sono
i mercati finanziari oggi 2018

silvio66
Scritto il 29 maggio 2018 at 13:42

1 Giugno ore 21,30 spegnamo le luci di casa per un minuto.

pdf79
Scritto il 29 maggio 2018 at 13:47

Il presidente ha sbagliato, se il suo intento era di dare stabiltà avrebbe dovuto affidare l’incarico di traghettare il paese a nuove elezioni al presidente della camera o del senato, che magari qualche voto lo raccimolava, adesso forse cottarelli non avrà la fiducia neanche del pd che vuole astenersi, proprio un bel segnale ai mercati, riassumibile nel concetto “spingi finche non fa male e poi spingi di più”.
Comunque la si pensi non capisco perchè non si vogliono mai lavare i panni sporchi in famiglia ma sempre metterli in piazza, si vede che ci piace il tifo mentre ci azzuffiamo.
Saluti a tutti e tranquilli il sole sorgera ogni giorno fino a quando fra qualche miliardo di anni non ci ingloberà (state sereni).

    icebergfinanza
    Scritto il 29 maggio 2018 at 14:09

    Giusto, il sole sorgerà sempre e comunque…

madmax
Scritto il 29 maggio 2018 at 14:23

pdf79@finanza,

PDF79,

Per capirlo basta che ti leggi l’Inno di Mameli o il Canto degli Italiani, seconda strofa:

« Noi siamo da secoli
Calpesti, derisi
Perché non siam Popolo,
Perché siam divisi
Raccolgaci un’Unica
Bandiera, una Speme
Di fonderci insieme
Già l’ora suonò »

madmax
Scritto il 29 maggio 2018 at 14:23

Qua faccio il trend setter….

puntosella
Scritto il 29 maggio 2018 at 15:01

‘I mercati insegneranno agli italiani come votare’. Dichiarazione choc del commissario Ue al Bilancio Oettinger”. se no eravate ancora convinti, ecco la pistola fumante.

    icebergfinanza
    Scritto il 29 maggio 2018 at 23:11

    I mercati insegneranno a Deutsche Bank e Commerzbank cosa significa fallireed essere nazionalizzate! 😉

aorlansky60
Scritto il 29 maggio 2018 at 15:02

@ Puntosella

Come si sottomette un popolo senza l’uso di armi nucleari. E’ in atto il più grande esperimento in tempi moderni di condizionamento di massa.

Assolutamente vero.

Il debito [come concetto teorico e a fini pratici] è uno strumento particolarmente efficace per chi ne sa fare buon uso, da esercitare verso chi si ritrova nella condizione di debitore, meglio ancora se questi non è un privato ma un intero Stato sovrano popolato da decine di milioni di anime come l’Italia, non un popolo qualunque, visto che si tratta di quello più risparmiatore sulla faccia della Terra.

Altro che “cicale” come ci definisce la propaganda estera, GLI ITALIANI SONO FORMICHE METODICHE PAZIENTI E INSTANCABILI (nonostante tutto quanto è stato perpetrato alle loro spalle negli ultimi 10anni almeno per farli desistere, e non solo dall’estero ma anche dall’interno per mezzo delle ns stesse istituzioni, il ricordo di mario monti grida ancora vendetta, per non parlare di alcuni esecutivi degli anni successivi…),

le vere cicale sono i cittadini Britannici, Francesi, Tedeschi (per non parlare dei nord americani, sia USA che Canadesi) il cui debito privato è MOLTO PIU’ ELEVATO di quello dei cittadini Italiani, tanto da costituire fonte di preoccupazione per i governi di quei paesi, visto che esso si riflette direttamente come condizione critica verso il loro sistema bancario.

Quello che coloro che esercitano il potere di controllo sul debito ITA non dicono -ma che ben sanno- è che il risparmio privato degli Italiani è in grado di coprire [almeno] 2 volte l’entità assoluta del DEB PUBBL ITA (2300 miliardi ad ultimo rilevamento di BankItalia) ed è PROPRIO LI’ che loro mirano, soprattutto per spillare altri soldi dagli Italiani (oltre quelli che hanno già spillato negli anni passati sotto diverse forme mirabilmente mascherate, come per es. il famigerato ESM Europeo che ha costretto l’ITA a versare oltre 60 miliardi in 7anni alla UE, senza alcun beneficio di ritorno per il ns Paese) che farebbero assai comodo a paesi come la Germania, la cui situazione bancaria interna non è certo priva di problemi e buchi, che però loro sanno mascherare molto bene, non parlandone all’opinione pubblica europea e anzi facendo assai di più per difenderlo :

per es. chiediamoci come mai Merkel e Schauble si sono sempre battuti strenuamente negli ultimi anni, alzando un vero e proprio muro contro BCE e EBA, per evitare che questi operassero stress test all’interno del sistema bancario tedesco, quello dei famigerati landesbank e sparkassen territoriali ???…

Sarebbe proprio ora che gli italiani acquisissero maggiore consapevolezza di quanto stò riportando in queste righe, servirebbe almeno a costituire un fronte compatto per meglio arginare certi ignobili attacchi portati dai media esteri verso la ns Nazione, e per fare un pò di chiarezza su una disinformazione che (purtroppo) regna sovrana, ma anche questo fa parte del gioco per CHI lo conduce ai danni degli Italiani.

aorlansky60
Scritto il 29 maggio 2018 at 15:10

https://it.finance.yahoo.com/notizie/mercati-insegneranno-agli-italiani-come-115500512.html

Non c’è proprio mai fine a questa serie disgustosa ed offensiva di condizionamento cui gli italiani sono oggetto, anzi direi che siamo solo agli inizi; da qui ai prossimi mesi aspettiamoci il peggio possibile…

puntosella
Scritto il 29 maggio 2018 at 15:37

Se non siamo dei molluschi, la parola d’ordine dovrebbe essere
ORGOGLIO NAZIONALE ed AFFANCULO TEDESCHI e COMMISSIONE EUROPEA
ed i loro lacchè in ITALIA…. non lo dimenticheremo.

kry
Scritto il 29 maggio 2018 at 16:20

Oettinger è proprio fuori di testa.
Quand’è che fallisce D.B. cosi da festeggiare con un aperolSpread

laforzamotrice
Scritto il 29 maggio 2018 at 20:36

La cosa che mi secca è che c’è libertà di parola, e su questo posso anche essere d’accordo, ma il problema è che quando parlano gli “esperti”, e sbagliano causando spesso veri disastri, nessuno di loro paga. E’ questo che non riesco ad ingoiare, tutti a privatizzare i guadagni e a socializzare le perdite. Alla fine paga sempre il gregge, che comunque merita comunque ciò che gli capita, a causa della sua COLPEVOLE ignoranza.

sd
Scritto il 29 maggio 2018 at 21:00

Buona sera

Vedo che in molti che scrivono in questo blog sono preoccupati di perdere parte dei loro risparmi, e allora ? avete mai considerato che una grossa fetta di italiani non ha questo problema ?

In Democrazie vince la maggioranza, anche se a molti non piace.

Saluti e buona fortuna……se il Capitano deciderà di aiutarvi

SD

vito_t
Scritto il 29 maggio 2018 at 21:53

Armstrong, quello viene dalla luna .. sdrammatizziamo un pò, ciò che mi risulta ostico comprendere è come, contestualmente i tassi in Europa possano schizzare “immediatamente” al 10% e quelli americani indirizzarsi verso lo zero ! Mi sforzo, ma saranno miei limiti , ma non riesco a capire … E’ uno scenario, anche fosse che farebbe saltare tutto, come le carte messe in piedi una appoggiata all’altra …. e quindi non solo l’Europa, .. Sarò grato a chi avrà voglia di dire qualche parola in più sul tema.

charliebrown
Scritto il 29 maggio 2018 at 23:34

vi­to_t@fi­nan­zaon­li­ne,

Anch’io mi sono fatto la tua stessa domanda. Credevo di avere sempre capito una previsione da parte del capitano di tassi bassi sia negli USA sia in Europa.

Se invece i tassi in Europa sono destinati a salire rapidamente, mi pare che nell’obbligazionario europeo una buona occasione potrebbero essere i titoli collegati all’euribor. Dunque, l’obbligazionario europeo non dovrebbe essere scartato in toto. O mi sbaglio?

    icebergfinanza
    Scritto il 30 maggio 2018 at 06:53

    Se faccio conoscere le analisi di Armstrong no significa che le condivido e non è necessario mettermi in bocca cose che non ho mai detto o scritto!
    I tassi in Europa saliranno solo se quell’idiota di Weidmann riuscirà a trovare la maggioranza una volta che prenderà in mano la BCE, diversamente confermo tassi zero e negativi in America, Europa e ovunque!

puntosella
Scritto il 30 maggio 2018 at 02:55

Se non dai soldi a chi lavora, non penso che i tassi repentinamente
possano volare al 10%….

è solo voglia di inflazione….

vi­to_t@fi­nan­zaon­li­ne,

puntosella
Scritto il 30 maggio 2018 at 07:43

Ecco come si costruisce mediaticamente un Premier

http://corrieredellumbria.corr.it/news/home/445334/cottarelli-i-mercati-seccano-il-premier-costruito-in-tv.html

ilcuculo
Scritto il 30 maggio 2018 at 07:54

sd@​finanza:
Buona sera

Vedo che in molti che scri­vo­no in que­sto blog sono pre­oc­cu­pa­ti di per­de­re parte dei loro ri­spar­mi, e al­lo­ra ? avete mai con­si­de­ra­to che una gros­sa fetta di ita­lia­ni non ha que­sto pro­ble­ma ?

In De­mo­cra­zie vince la mag­gio­ran­za, anche se a molti non piace.

Sa­lu­ti e buona for­tu­na……se il Ca­pi­ta­no de­ci­de­rà di aiu­tar­vi

SD

Il risparmio degli italiani Vale circa il doppio del debito pubblico italiano quindi forse qualcosa da salvare è da preservare c’è .
Se poi tu credi che la soluzione migliore sia azzerare i risparmi di tutti io non sto con te

puntosella
Scritto il 30 maggio 2018 at 08:12

Finché non avremi minimi giornalieri maggiore di 125
il paziente Future BTP rimarrà in sala di rianimazione,
soltanto sopra quel valore sarà trasferito in corsia.

Gianluca
Scritto il 30 maggio 2018 at 09:01

Buongiorno chi nn conosce Armstrong lasci stare i giudizi … si farà molto male

oratrix magna
Scritto il 30 maggio 2018 at 09:48

ergo la soluzione non è quella di aiutare chi è in difficoltà, ma gettare tutti nel baratro seguendo l’adagio popolare del mal comune mezzo gaudio ?
sd@finanza,

puntosella
Scritto il 30 maggio 2018 at 10:32

Siamo dei molluschi….ci facciamo deridere da tutti.

Competenze e trasparenza calpestate…. a qualsiasi livello
preferendo i bizantinismi al parla chiaro…

https://www.huffingtonpost.it/2018/05/29/bannon-a-roma-italia-spodestata-da-mercati-e-poteri-forti-lex-stratega-di-trump-contestato-per-le-sue-affermazioni_a_23445683/

puntosella
Scritto il 30 maggio 2018 at 10:44

e questo che ha scritto questo articolo nel 2011 viene spesso
considerato un cretino…. ne avessimo di questi cretini…. anche
di altri colori…. perché non penso che sia più questione di Dx o Sx.

Mi auguro che adesso che sente odore di potere non diventi “intelliggggente”!!!!!!

Buona lettura

http://www.ilgiornale.it/news/grande-attacco-ai-nostri-risparmi.html

aorlansky60
Scritto il 30 maggio 2018 at 15:19

@ Puntosella

Nelle mire della nuova tecnocrazia ordo liberista, per raggiungere l’obiettivo che questa si prefigge, non c’è più spazio per ogni forma di COSTITUZIONE quale vero e ultimo capisaldo istituzionale a decretare LA SOVRANITA’ di un POPOLO, prima ancora di quella di uno STATO.

È in quella direzione che LORO stanno lavorando (ovvero tentare di SGRETOLARE pezzo per pezzo la Costituzione, poco per volta, e in questa strategia il progetto poi naufragato di Matteo Renzi del DIC2016 entra a pieno titolo quale braccio esecutivo della UE) come ben illustrò il meccanismo j.c.junker “occorre che noi ci rinchiudiamo in una stanza a pianificare, volta per volta, un cambiamento a nostro favore e poi lo mettiamo in esecuzione, proponendolo, per poi vedere l’effetto che fà; se non sortisce eccessivo disordine popolare, procediamo con lo step successivo.

Per riuscire nell’intento, però, occorre molto tempo (e questo per LORO è un PROBLEMA) perchè appunto occorre farlo “un pezzettino alla volta” altrimenti la strategia rischia di apparire TROPPO SPUDORATA e svelare anzitempo l’inganno, con il popolo che “mangia la foglia” ed intuisce l’inganno a suo danno (e tutte le volte che il popolo si ADIRA, la storia narra di quanta acredine sia stata usata verso chi riteneva colpevole), il problema è che devono muoversi lentamente senza adombrare a loro danno alcun dubbio circa il loro operato conseguente la [presunta] legalità con la quale si autolegittimano agli occhi dei popoli.

Loro però non hanno calcolato che il tempo non è più a loro favore e stà per scadere: in più Paesi ormai (Spagna Grecia Portogallo ITALIA) il popolo “ha mangiato la foglia” acquisendo progressivamente quella consapevolezza (FRUTTO DELL’ESPERIENZA VISSUTA in 15anni di €urozona) che alla lunga potrebbe (DOVREBBE) ritorcersi contro di LORO. La dead line è parecchio in ritardo rispetto all’ordine di marcia che si prefiggevano, prima che la gente si potesse accorgere, TROPPO TARDI, del colossale inganno che LORO stanno perpetrando.

La tendenza dovrebbe emergere alle prossime elezioni europee del 2019, attraverso le quali il parlamento europeo potrebbe decisamente cambiare connotazione [rispetto a quella che si ritrova attualmente] a favore di un numero maggiore di deputati “euroscettici” a spostarne l’equilibrio presente. Sempre che nel frattempo il “baraccone” denominato “unione europea” non sia già saltato in aria.

signor pomata
Scritto il 31 maggio 2018 at 07:07

aor­lan­sky60,

Non è come dici.
Secondo il mio punto di vista in italia siamo fottuti, e non da oggi.
Da quando si è firmato trattati in cui si chiarisce che lo stato italiano è sotto il controllo dei mercati e che nessun tipo di sussidiarieta deve essere presente tra stati o tra classi sociali.
Ritengo che sia tardi perché il lavoro da fare è stato già fatto.
Io ho quasi 50 anni e dovrei per la fornero lavorare altri 16-17 anni come minima ma….com la precarietà massiccia del mercato del lavoro non co arriverò mai con il contributivo.
Quindi prenderò quella di vecchiaia se non trapasso prima.
Quello fatto nel 2011 non è ancora del tutto palese.
La gente muore ma nessuno più andrà in pensione.
Una bella stangata alla sanità pubblica e credo che il gioco è fatto.
In questo sistema aivoglia se è sostenibile il debito.
Bisognerebbe che tutti unissero e capissero di economia e trattati, cosa impossibile.
Quello che ci rimane è vincere le elezioni e fare finta di governare.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Mentre continua il trend al ribasso di tutto il mercato delle criptovalute, che probabilmente se
Ftse Mib: l'indice italiano prosegue il suo rimbalzo verso la resistenza a 19.600 punti, livello chi
Alla fine la TRIAttativa tra il presidente Mattarella e la Commissione UE è arriva a conclusion
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Dopo aver analizzato il differenziale sul rendimento dei titoli a 10yr contro quelli a 2yr degli U
I Large Traders si trovano a doversi leccare le ferite, e a questo punto o le mani forti prendono
Ftse Mib: rimangono due i livelli da monitorare per l'indice italiano. Al ribasso fondamentale è il
Il conto alla rovescia per l'Europa sta iniziando, oggi il governo italiano ha tutte le carte in
Il presidente della Covip Mario Padula, la direttrice del Comitato per l’Educazione Finanziaria An