ITALIAN ELECTIONS 2018: LA BRECCIA DI PORTA PIA!

Scritto il alle 03:53 da icebergfinanza

Immagine correlata

Ho scelto lo storico episodio della presa di Roma, attraverso la famosissima breccia di Porta Pia, per abbattere al posto dello Stato pontificio, l’Europa dei tecnocratici, con il successivo trasferimento della capitale da Firenze a Roma appunto, una metafora davvero emblematica pensando a Matteo Renzi e alla debacle del Partito Democratico, il maggiore rappresentate della tecnocrazia europea in Italia.

Calabresi: “Per Renzi è la sconfitta finale, dimissioni ipotesi reale”

Quello che dovrebbe essere ormai chiaro a tutti è che i partiti anti establishment o euroscettici come volete chiamarli, hanno surclassato i rappresentanti di questa Europa, Partito Democratico, Sinistra e Forza Italia raggiungendo insieme quasi il 55 % dei voti.

Exploit del Movimento Cinque Stelle, la Lega surclassa Forza Italia, il Partito Democratico collassa insieme al nulla di +Europa ella Sinistra, questa è la sintesi di questa ultima tornata elettorale, una vera e propria breccia nell’arroganza di questi Governi e di questa Europa.

Trionfo M5s e Lega nelle proiezioni. Crollo Pd 
Nessuna coalizione ha la maggioranza per il governo

Volano i 5 Stelle, il centrodestra prima coalizione
Exploit Lega, superata Forza Italia. Tracollo di Renzi
Il governo è un rebus

E’ con grande piacere che gli italiani rispediscono al mittente, all’Europa e alla Merkel il tentativo di usare Silvio Berlusconi e Tajani, per annacquare la volontà popolare…

Con questo risultato la riforma Fornero e il Jobsact sono ormai un triste ricordo del passato.

Auguri al presidente Mattarella  per l’incarico alla formazione di un nuovo Governo, con la speranza che sia abbastanza intelligente da non cercare un altro Monti, gente che disprezza la democrazia, ma si sa se lo chiede l’Europa…

 

E’ una nottata storica, pochi credevano possibile quello che è successo, la vittoria della Consapevolezza, un’occasione, forse l’ultima per un reale cambiamento.

Loro non si rassegneranno, proveranno a fare qualunque cosa per imporre un Governo di coalizione che soddisfi l’Europa, la Banca centrale europea, useranno qualunque metodo per salvare l’euro e la tecnocrazia europea.

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.2/10 (13 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +12 (from 14 votes)
ITALIAN ELECTIONS 2018: LA BRECCIA DI PORTA PIA!, 9.2 out of 10 based on 13 ratings
Tags:   |
35 commenti Commenta
d
Scritto il 5 marzo 2018 at 11:18

Vedremo cosa si inventeranno: assai probabile una bella ammucchiata 5stelle + PD (previa derenzizzazione) + Liberi&belli. Alla fine il padrone è sempre quello, anche se con nuances diverse. L’operazione di catturare il malcontento è riuscita in pieno…
In più il Paese è spaccato in due: al nord aspirano alla flat tax, al sud al reddito di cittadinanza. Il Nord ai franco-tedeschi; il sud agli anglo-americani. Per gli Italiani tutti: dominazione.

aorlansky60
Scritto il 5 marzo 2018 at 11:30

Elezioni Italiane in primissimo piano sui quotidiani Francesi;

dal sito di LE MONDE : “nessuna maggioranza emersa, l’unico dato certo è che I PARTITI ANTI EUROPA FANNO IL PIENO”

LE FIGARO mette meno in risalto il concetto di cui sopra, ma non può fare a meno di notare che “nella coalizione di centro destra, un partito dichiaratamente ANTI UE (Lega) ha sorprendentemente sopravvanzato un partito dichiaratamente PRO UE(FI) che nelle premesse era quello dato come maggioritario della coalizione stessa

facendo trapelare “una certa preoccupazione” per l’affermazione di partiti “populisti” alle elezioni ITA :

LE FIGARO propone infatti un sondaggio tra i suoi lettori, sul tema : “La montée des populismes en Europe vous inquiète-t-elle ?” (la recrudescenza dei populismi in Europa vi inquietano ?) :

al momento quelli NON SPAVENTATI sono al 63%… che anche il popolo francese veda di buon occhio i risultati italiani ?? che, al di là della non governabilità espressa dal voto, hanno messo in luce un dato piuttosto netto, ovvero che partiti dichiaratamente anti UE (Lega, 5Stelle, FdI) sono ben oltre il 50%…

…quanti bicchieri di Cognac si sarà siroppato j.c.junker questa notte, per parare il colpo???

:-D

d
Scritto il 5 marzo 2018 at 11:44

Ma i 5stelle solo apparentemente sono anti UE, in realtà l’Euro a loro va benissimo. L’ha detto il loro capo…

aorlansky60:
Elezioni Italiane in primissimo piano sui quotidiani Francesi;

dal sito di LE MONDE : “nessuna maggioranza emersa, l’unico dato certo è che I PARTITI ANTI EUROPA FANNO IL PIENO”

LE FIGARO mette meno in risalto il concetto di cui sopra, ma non può fare a meno di notare che “nella coalizione di centro destra, un partito dichiaratamente ANTI UE (Lega) ha sorprendentemente sopravvanzato un partito dichiaratamente PRO UE(FI) che nelle premesse era quello dato come maggioritario della coalizione stessa

facendo trapelare “una certa preoccupazione” per l’affermazione di partiti “populisti” alle elezioni ITA :

LE FIGARO propone infatti un sondaggio tra i suoi lettori, sul tema : “La montée des populismes en Europe vous inquiète-t-elle ?” (la recrudescenza dei populismi in Europa vi inquietano ?) :

al momento quelli NON SPAVENTATI sono al 63%… che anche il popolo francese veda di buon occhio i risultati italiani ?? che, al di là della non governabilità espressa dal voto, hanno messo in luce un dato piuttosto netto, ovvero che partiti dichiaratamente anti UE (Lega, 5Stelle, FdI) sono ben oltre il 50%…

…quanti bicchieri di Cognac si sarà siroppato j.c.junker questa notte, per parare il colpo???

veleno50
Scritto il 5 marzo 2018 at 12:09

aor­lan­sky60,

Con un doppio turno tra 15 giorni avresti avuto la possibilità di avere un governo solido ,mentre ora c’è solo del caos.Auguri

PG
Scritto il 5 marzo 2018 at 12:31

d@​finanza,

Liberi di fare come vogliono ma non possono andare a patti con chi è stato sfan..lato dagli elettori. Significa andare contro la volontà popolare. Gli elettori votando lega a nord e m5S hanno a cuore 3 temi : 1 – lavoro e precarietà; 2 – sicurezza 3 – immigrazione —-poi tutti gli altri importantissimi come pensioni fisco etc etc ma Mattarella e le forze politiche anche se non faranno alleanze chiare dovranno prendere in agenda e affrontare i temi che hanno fatto sì che queste 2 forze vincessero. Tutto il resto diventa contro la volontà popolare e chi ne pagherà le conseguenze alla prossima (vedi Renzi e C.). Per ultimo il partitino noi con l’Italia esce per fortuna massacrato perché ha pagato lo scotto di gente come Alfano, Fitto, Lorenzin, Cesa e Lupi, gente voltagabbana ministri di un governo perdente e il peggio della politica in atto. Anche questo è un segnale, che gente così il popolo non le vuole. Se faranno accordi che no terranno conto di questi segnali significa che non avranno capito niente.

Scritto il 5 marzo 2018 at 12:33

secondo me del risultato italiano non frega nulla a nessuno in Europa, basta guardare le borse o il cambio, l’unica che scende pesantemente è la nostra, il dax fa +0.90. Ormai ci considerano un paese assurdo, e per me hanno anche ragione. Il M5S al sud ha punte del 50% perchè ha promessa una bella mangiatoia per tutti, bello no? Abbiamo solo il terzo debito al mondo da gestire, mi pare ovvio ci siano soldi per tutti

d
Scritto il 5 marzo 2018 at 13:14

La volontà popolare non interessa a nessuno. Ricordiamoci che il capo dei Pentastellati era pronto a fare una alleanza addirittura con Guy Verofstadt. Eliminato Renzi, si troverà la quadra dopo qualche giravolta. Sono della stessa squadra…
Tanto fra cinque anni la situazione non sarà nemmeno paragonabile a quella attuale. Ora serve portare la tassazione dai redditi ai patrimoni. I primi non esistono quasi più in capo agli Italiani, che sono invece ben forniti di immobili e liquidità variamente denominate. La Markel ha già l’acquolin In bocca. Piatto ricco, mi ci ficco…
PG,

d
Scritto il 5 marzo 2018 at 13:15

No, no, interessa eccome. Lo stesso sentimento che si prova quando è pronto in tavola….
<a href="mailto:maggio1578@borse.it">maggio1578@borse.it</a>,

madmax
Scritto il 5 marzo 2018 at 13:50

Attendo con apprensione lo streaming dei pentastelloti durante discussioni con gli altri partiti, lo fecero la prima volta lo rifaranno adesso vero? Lo fanno no? O si chiudono nelle stanze del potere come la casta????
Rido con gusto in quanto la verita’ e’ figlia del tempo come diceva Kant!

rnitti
Scritto il 5 marzo 2018 at 13:56

Ora che i numeri sono piu’ definiti non mi sembra una situazione esaltante per la governabilita’ del paese. SI, dovremmo esserci liberati una volta per tutte del Bomba (salvo un suo rientro tramite una carica europea) ma molti degli ex-PD sono passati ai M5S e dibito che questo “movimento” abbia la capacita’ di stringere alleanze x governare (e forse e’ meglio cosi’ x tutti noi). La coalizione di destra potrebbe trovare un appoggio esterno e ottenere i numeri ma queste cose sembrano funzionare ovunque (Spagna, germania) tranne qui. Spero solo che non si debba tornare a votare, con le stesse regole, tra pochi mesi.

noldor
Scritto il 5 marzo 2018 at 14:33

Personalmente spero in un accordo di governo LN + M5S + FDI. In caso di accordo con il PD credo che i 5S sarebbero finiti.

silvio66
Scritto il 5 marzo 2018 at 14:35

Buongiorno amiche/ci,
ho fatto le 4 nel seggio di dimaro Folgarida in val di sole dove ha stravinto la lega in veste di rappresentante del movimento….ma va!😊. Tipico comune del Trentino con nessuna contestazione sui voti merito della cordiale trasparenza e collaborazione di tutti i presenti. L ho fatto nella massima umiltà senza dirlo a nessuno per fare qualcosa di più che chiaccherare. Inchiniamoci tutti alla previsione azzeccatissima fatta dal Capitano sul duo movimento /lega innegabili vincitori della tornata elettorale. Immagino il terrore di tutti i mafiosi d’Italia. Per ora sperano ancora nel berlusca ma se salvini li molla è finita per loro. Oggi ci sono i numeri per fare tutto. Mi ero preparato lunghi discorsi ma alla fine sento di dirvi solo e semplicente un commosso GRAZIE A TUTTE/I

charliebrown
Scritto il 5 marzo 2018 at 14:44

Chi, come me, era indignato per la vergognosa cessione di sovranità italiana agli eurocrati e per il disastro di una immigrazione incontrollata adesso sarà contento come me del fatto che i partiti (primo fra tutti il pd) che di questo erano sostenitori sono stati ben bastonati. Non altrettanto sicuro sono, personalmente, che in futuro le cose cambieranno, avendo io poca fiducia nei 5 stelle. Starò a vedere.

Queste elezioni mi hanno anche dimostrato che il nazionalismo tradizionale in Italia è pressoché morto, non superando il 5% dei consensi. Fuori tempo ormai ripensare, come ancora mi capita, di avere salutato per nove mesi, tutte le mattine all’alzabandiera, il tricolore quando ero sottotenente di complemento.

Lasciatemi comunque fare una innocua goliardica pernacchia a Maria Elena Boschi rieletta a Bolzano coi voti di lingua tedesca, rispettabili comunque gli elettori ma assai discutibile l’eroismo (ah, ah!) di questa signora a farsi eleggere ben lontana da Arezzo.

aorlansky60
Scritto il 5 marzo 2018 at 15:36

@ Veleno

ma tra i fautori dell’attuale legge elettorale (la cui unica certezza è garantire ingovernabilità all’Italia) non c’era anche il pd (oltre a FI) ?? …non a caso l’hanno definita “rosatellum” da quello del pd che gli ha dato corpo…

A Bruxelles già si prefiggevano una possibile coalizione di larghe intese (mooolto larghe…) “renzi&berlusconi – pd&fi” atta a fermare “i populismi” anti europa,

ora non gli è rimasto che riporre fiducia in Mattarella, come da unica nota laconica ufficialmente uscita da Bruxelles dopo l’esito del voto (si devono ancora riprendere dai forti mal di pancia, probabilmente)…

:-D

Ma guarda Te se lo scossone ANTI EUROPA più violento (per questa EU dei burocrati, della finanza e delle banche) doveva venire dagli ITALIANI,

lo dico spesso : ci sottovalutiamo eccessivamente, abbiamo un potenziale tale da fargli vedere i sorci verdi! Se solo ci credessimo un pò di più.

aorlansky60
Scritto il 5 marzo 2018 at 15:51

@ Noldor
In caso di accordo con il PD credo che i 5S sarebbero finiti.”

lo penso seriamente anch’io,

sarebbe come giocarsi la faccia [suicidandosi politicamente] di fronte a tutti i propri elettori che votando 5* hanno voluto dire SOPRATTUTTO un solenne NO al pd e alle sue politiche [alquanto discutibili] degli ultimi 5anni di governo.

Gianluca
Scritto il 5 marzo 2018 at 16:09

Ciao ecco mi fai ricordare una cosa …i sottotenenti con lo stipendio e noi militari 155000 lire mese(160000 quando mi costrinsero a fare il caporale)
Nessuna polemica personale ovvio
Mi trovai senza averlo chiesto iscritto alle selezioni di Roma ( nn posso andare oltre per ovvi motivi) e rifiutando di fare il sottotenente paraculato /stipendiato feci incazzare un po’ di persone
Nn dico altro se nn che anche tra i sottotenenti il 90% erano… spinti
Tutto qui
charliebrown@finanza,

charliebrown
Scritto il 5 marzo 2018 at 17:22

Gian­lu­ca,
“Ciao ecco mi fai ricordare una cosa …i sottotenenti con lo stipendio e noi militari 155000 lire mese(160000 quando mi costrinsero a fare il caporale)”

Ciao. Mi fai ricordare tre cose.
Che in fabbrica il direttore prendeva tre volte quello che prendevo io e un operaio prendeva un quarto.
Che i primi giorni alcuni soldati mi dissero “Noi i sottotenenti li ammazzeremmo tutti” e poi diventammo amici, o quasi. Era l’anno 1974.
Che come sottotenente ho imparato molte cose di cui sono grato al capitano che al corso AUC mi fece un culo così perchè ero imbranato.
Della bandiera non parlo, per i motivo che ho scritto nel primo post e perché credo tu sia una persona con la quale è inutile parlarne, visto come capisci lo spirito con cui ho scritto.

Non c’entra con questo blog, ma visto che mi hai provocato ti rispondo.

Detto questo, ti lascio dire quello che vuoi perchè non ho altro tempo da perdere con te. Il tempo lo dedicai più volentieri a capire quei soldati che mi avevano definito fascista da ammazzare, non per fargli cambiare idea (come la cambiarono) ma per fare il mio dovere (che feci insieme con loro).

dorf001
Scritto il 5 marzo 2018 at 17:29

ve­le­no50@fi­nan­za,

ciao veleno. senti volevo parlarti in privato. posso?

senti la mia mail è [email protected]

scrivimi ti prego.

GRAZIE

idleproc
Scritto il 5 marzo 2018 at 17:47

Secondo me vi state facendo qualche illusione.

laforzamotrice
Scritto il 5 marzo 2018 at 18:52

“lo dico spesso : ci sottovalutiamo eccessivamente, abbiamo un potenziale tale da fargli vedere i sorci verdi! Se solo ci credessimo un pò di più.” AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

barbagianni
Scritto il 5 marzo 2018 at 19:37

Il MoVimento non farà alleanze e tra 6 mesi si tornerà a votare.Europa permettendo.

stanziale
Scritto il 5 marzo 2018 at 19:50

aorlansky60,

aorlansky60,

Che gli frega, hanno la faccia come il culo (gli eletti m5s) chi li ha votati (sia di sn che dx), ci rimarra’ molto male, a vederli all’opera. Ma, c’e’ un ma: cosa dira’ l’ambasciata americana(non dico subito, ma almeno nel medio), con gli Usa che DEVONO contenere la germania? Devono contenere germania e cina. Non c’e’ che una strada per loro, l’euro deve finire.

ilcuculo
Scritto il 5 marzo 2018 at 21:00

Finito l’ultimo goccio di quello buono stappato per l’occasione… ricordiamo che servono 156 senatori e 315 deputati per dare la fiducia ad un nuovo governo.

sd
Scritto il 5 marzo 2018 at 22:01

Personalmente sono contento che almeno una cosa sicura sia stata ottenuta, con le ultime elezioni. Sono stati mandati a casa molti dei “vecchi” della politica, purtroppo in troppi si sono salvati e ci toccherà sopportarli ancora per molto……speriamo almeno che i trombati spariscano per sempre.

Comunque sono anche convinto che al M5S non verrà data la possibilità di governare, forse gli daranno un illusoria possibilità di formare un governo…..ma niente di più. Nelle prossime settimane ne vedremo delle belle.

La Lega ha avuto degli ottimi risultati, direi storici, ma è forte solamente al nord Italia e non si può governare il paese senza includere il sud.

Intanto chi comanda il nostro paese e la finanza con l’euro, la NATO e la Commissione Europea.

SD

landini76
Scritto il 6 marzo 2018 at 01:14

Nonostante sia felice del risultato elettorale del M5S,
all’atto pratico ora ci sara probabilmente solo il caos.
Ma preferisco il caos allo schifo che cera prima.

Per me è un piccolo passo in avanti, troppo piccolo credo per riuscire a cambiare qualcosa concretamente. Ma si sa i cambiamen
ti richiedono tempi lunghi e tanta pazienza.

d
Scritto il 6 marzo 2018 at 08:14

Siryza 2: il copione è lo stesso. Si accettano scommesse;-)

aorlansky60,

phitio
Scritto il 6 marzo 2018 at 10:07

La dissoluzione di questa unione europea sta avanzando di buon passo, come previsto, e questa elezione non fa che confermarlo.

laforzamotrice
Scritto il 6 marzo 2018 at 13:46

Italia Cina, Italia Russia, Italia usa, Italia Germania. Vinceremo!! 😁😁😁😁

dante5
Scritto il 6 marzo 2018 at 15:35

Segnalo solo due cose. Il mio amico prof. Alberto Bagnai, grande amico anche del Capitano, è stato eletto in Abruzzo. http://www.rete8.it/cronaca/123-eletti-alla-camera-dati-viminale-non-eletta-la-pelino-si-salva-la-pezzopane-gli-eletti/

Poi un affettuoso abbraccio al mio amico Veleno. Vedi che il purosangue fiorentino su cui tu facevi tanto affidamento era un ronzino in realtà? Io mi permettevo solo di avvertirti…ma niente, non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire!

Appena gli hanno tolto i paraocchi ha subito rotto in dirittura…una fine ingloriosa. Ora ha una poltrona, il “grande rottamatore”, come ne ha una la sua amichetta aretina. Mi sbaglierò, ma non credo che ad entrambi ne saranno affidate altre. Ad maiora.

bruscolino
Scritto il 6 marzo 2018 at 16:28

sd@​finanza,

probabilmente sfugge qualche particolare di questa legge elettorale capolavoro; quelli eliminati dalla porta dell’uninominale rientrano dalla finestra del proporzionale ;)
E’ la loro democrazia bellezza, e noi non possiamo farci nulla

sd
Scritto il 6 marzo 2018 at 20:36

bru­sco­li­no@fi­nan­za,

Credo che nessuno si illudesse di poter “far fuori” tutti i vecchi della politica, ma il più possibile si ed infatti in molti sono stati esclusi. Dalle mie parti la Serracchiani ha avuto almeno la responsabilità di dimettersi. Comunque sono armai persone disconnesse dalla realtà, si stanno ancora chiedendo come sia stato possibile che il M5S abbia potuto avere il 32% dei voti……senza avere l’appoggio dei media di massa…..chissà come hanno fatto hehehe.

dan­te5@fi­nan­za,

Mi fà molto piacere che il Senatore Alberto Bagnai sia stato eletto, un altra persona nuova eletta. Spero che non tradisca le sue idee………..chissà se anche lui “tiene famiglia” come molti altri.

Un saluto

    icebergfinanza
    Scritto il 7 marzo 2018 at 06:17

    Su Bagnai garantisco io, lascia perdere la battuta sulla Famiglia, lui è uno come il sottoscritto scenderebbe all’inferno pur di rispettare i suoi valori…

charliebrown
Scritto il 7 marzo 2018 at 07:57

Non metto link, ma ho appena letto da molte parti dei commenti clericali (cardinale Parolin e altri che taccio se no vengo bannato) sui risultati delle elezioni: clericali per il tono melenso e per il contenuto. Ovviamente si riferiscono all’immigrazione.

Io che ho espresso in più sedi la mia contrarietà all’immigrazione incontrollata, sono dunque tra i cattivi, tra quelli che, parafrasando il melenso cardinale, necessitano di lunga rieducazione. Finirò all’inferno, se non mi lascio rieducare.

Queste affermazioni mi impediscono di essere cattolico, per coerenza. Da una parte il cardinale Parolin e il suo capo, dall’altro la gente normale. Uomini e donne, ai quali normalmente piacciono la sicurezza e il decoro, ai quali talvolta piacciono le tradizioni nazionali. Il cardinale sembra dire (diciamo lascia intuire) che Renzi e la Kyenge erano meglio del vincitore (con Di Maio) Salvini. Lo dica, e aggiunga che mezzo nord è abitato da razzisti e gente ricca…compresi i pendolari tra Brescia e Milano.

Volevo tacermi per sempre su questo argomento, ma il cardinale mi provoca. E troppo invitante è il quadro che stranamente Mazzalai ha messo in testa a questo post. I bersaglieri italiani che entrano attraverso la breccia di Porta Pia. Adesso i cardinali sorridono a sinistra, dopo che nel 1953 Pio XII conferì la massima onoreficenza vaticana a Franco. I tempi sono cambiati, ma c’è un limite a tutto.
Io sto con i bersaglieri che irrompono a Porta Pia, tutti tutti tutti, e vi dico anche il nome dell’ufficiale, quello con la sciabola sulla destra: sottotenente Federico Cocito, al quale verrà data la medaglia d’argento al valor militare proprio “per essere stato il primo a superare il ciglio della breccia, mostrando sempre esemplare e splendido coraggio”.

Ma i cardinali hanno sempre l’ultima parola, magari Federico Cocito per aver salva l’anima si confessò di essere entrato per primo nella città del papa, o forse no. Chissà?

veleno50
Scritto il 7 marzo 2018 at 13:07

dan­te5@fi­nan­za,

Ciao,sul ronzino concordo pienamente.Aspettiamo il tuo fuoriclasse se hai la cortesia di pronunciarti.Un abbraccio

Gianluca
Scritto il 13 marzo 2018 at 10:54

Charliebrown charliebrown… nn ho dubbi sul tuo comportamento Ma come spesso succede ai mediocri come te ( visto quel che hai scritto) la prendi sul personale
Io e tanti altri possiamo riferirti di sottotenenti ignoranti cattivi e altro … oltre che ladri ( ed in questo aggiungo anche diversi marescialli)
Per il resto pensa ciò che vuoi ..se sei ciò che hai scritto sei solo ridicolo
Invece sei bravo a seguire questo sito.. come vedi anche tu ci prendi.. ringrazia ogni mattina
Ps nn sono ne fascista ne antifascista ma solo libero
Se ti hanno fatto il culo … mi sembra il minimo per lo stipendio che prendevi
Lo facevano anche a noi militari caro… per 80 euro mese
See you in next life…
charliebrown@finanza,

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Oggi il Ftse Mib si sta comportando nelle prime battute meglio degli altri indici europei dopo aver
Nei miei post ho sempre cercato di “stimolare” la mente dei risparmiatori e anche dei consul
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
I giornali vivono di mode. Tendono a pubblicare e dare maggior visibilità alle notizie “che t
Ftse Mib: l'indice tricolore tenta nuovamente il break dei 22.000 punti, anche se la conferma l'avre
I fondi pensione sia a prestazione definita che a contribuzione definita possono soddisfare gli  ob
Audizione del presidente della FED. Tutto va a gonfie vele, tutto va come previsto, tutto bene. E
Di cosa pensa la storia sulle banche centrali lo sapete già, la rersponsabilità delle più gra