AL LUPO AL LUPO ARRIVA L’INFLAZIONE SALARIALE!

Scritto il alle 09:30 da icebergfinanza

Risultati immagini per deflation hed geye

Lo scorso anno nella MIA INTERVISTA SULLA TRUMPNOMICS avevo dichiarato che la riforma fiscale, la guerra commerciale e la crescita dell’economia non avrebbero prodotto alcun aumento dei salari della classe media americana, perchè in una deflazione da debiti non c’è alcuna speranza che questo avvenga.

Dal Giappone, il nostro ambiente di studio preferito, quello che da quasi trent’anni sta sperimentando gli effetti della più colossale deflazione da debiti della storia arriva la “smoking gun” pistola fumante che ci aiuta a cancellare ogni probabilità di inflazione nei prossimi anni…

Over half of Japan firms do not plan base pay rise this year – Reuters

Vorrei solo fare notare a tutti che il Giappone, ha già sperimentato una trumpnomics alla leva esponenziale, tutte le politiche monetarie possibili, quantitative easing, liquidità a go go ovunque e una serie di stimoli fiscali impressionanti provenienti dalla famigerata Abenomics .

Dopo lo scoppio della più spettacolare bolla finanziaria della storia, il Giappone non si è più ripreso, ne demograficamente, ne economicamente.

Il risultato è quello che vedete qui sopra, ovvero ZERO crescita dei salari, qui sotto invece la dinamica dell’inflazione o meglio della deflazione.

Japan Inflation Rate

Loro, i media mainstream, non vi racconteranno mai la verità, Icebergfinanza è l’unico in Italia che dal 2009 vi racconta perché per ancora qualche lustro non ci sarà inflazione e soprattutto inflazione salariale. Solo grazie al giornalismo alternativo, siamo riusciti in una intervista a raccontarvi la realtà…

DEFLAZIONE DA DEBITI: COSA POTREBBE ACCADERE …

Risultati immagini per trumpnomics mazzalai

Tornando al Giappone, dopo mesi e mesi di crescite economiche meravigliose in arrivo e di miracoli dall’economia americana è davvero strano che le aziende giapponesi non sentano il bisogno di assumere o aumentare i salari…

Over half of Japan firms do not plan base pay rise this year – Reuters

TOKYO (Reuters) – Più della metà delle aziende giapponesi non prevede di aumentare i salari di base nei prossimi mesi, una battuta d’arresto per il primo ministro e la principale lobby del paese che ha chiesto aumenti salariali del 3% carburante per una rinascita economica.

In un sondaggio mensile di Reuters, solo meno della metà ha dichiarato che avrebbero aumentato i salari e la maggior parte di questo gruppo ha affermato che l’aumento sarebbe stato simile al livello dell’anno precedente, circa il 2%.

Il primo ministro Shinzo Abe e il gruppo commerciale Keidanren stanno cercatndo un aumento del salario del 3% per incoraggiare il consumo e l’inflazione, elementi chiave dell’offerta di Abe per sconfiggere anni di deflazione.

Un aumento del PIL nel quarto trimestre segnalato la scorsa settimana ha segnato la più lunga espansione economica del Giappone dagli anni ’80, ma aumenti significativi dei salari rimangono inafferrabili anche se il mercato del lavoro è nella forma migliore da circa quattro decenni.

Attenzione però, perchè 1,8 % di questo aumento è un semplice automatismo legato all’anzianità dei dipendenti.

Molte aziende sono caute nell’aumentare i salari in quanto significa avere costi fissi più elevati per il personale, quindi preferiscono invece pagare premi unici.

Ma come, con le migliori prospettive economiche in arrivo, questi hanno paura di aumentare i costi fissi del personale, ma non stiamo entrando nel migliore dei mondi possibili?

“Sarebbe un peso nel caso le condizioni economiche peggiorassero”, ha scritto nel sondaggio, un responsabile di produttore di attrezzature per il trasporto.

Quindi riassumendo, solo il 48 % ha intenzione di aumentare i salari, ma di questo 48 % solo il 14 % prevede aumenti superiori allo scorso anno.

In Giappone, i salari di base rappresentano la maggior parte delle retribuzioni mensili. L’aumento della retribuzione base è stato praticamente congelato dai primi anni del 2000, a causa della persistente deflazione.

Ribadisco che si tratta di un aumento annuale di un miserabile ZEROVIRGOLADUE per cento, che verrà attuato solo dal 48 % delle aziende.

Faccio notare che il governo giapponese ha aumentato gli incentivi fiscali per le società che aumentano i salari, tuttavia il 52 % degli intervistati ha dichiarato che l’aumento al 3 % è irrealistico, il 7 % “fuori questione”.

Nei giorni scorsi uno smemorato di nome Calenda, uno che ama la globalizzazione ma non conosce il significato di delocalizzazione, ha definito gentaglia quelli della Embraco, solo perché facevano i loro interessi, ovvero delocalizzavano dove costava di meno produrre, no in Asia, ma in Slovacchia alla faccia di più Europa.

Embraco si impunta, Calenda: «Non incontro più questa gentaglia»

Fa sorridere che un partito come il Partito Democratico, attento più al capitale che al lavoro, si indigni per una delocalizzazione che è la natura intrinseca della globalizzazione che loro tanto amano e auspicano.

L’Ue: “Saremo intransigenti sulla chiusura di Embraco

Il dossier Embraco è arrivato sul tavolo della Commissione europea. Margrethe Vestager ha assicurato che l’Ue sarà «intransigente». Carlo Calenda ha ribadito che «il governo non molla di un millimetro». La confederazione dei sindacati europei ha promesso «tutti i passi possibili per bloccare l’operazione». Ma le possibilità di trovare una soluzione europea che eviti il trasferimento in Slovacchia della multinazionale, pronta a chiudere lo stabilimento di Riva di Chieri, sono ai minimi termini. Per questo il governo è al lavoro con l’Ue per tamponare le ferite e contenere i danni: il fenomeno delle delocalizzazioni all’interno dell’Unione – frutto del dumping salariale e fiscale – è una questione che non può essere ignorata. Al momento, però, non esistono strumenti adeguati per contrastarlo.

Il ministro Calenda propone alla commissaria Vestager un fondo contro le delocalizzazioni.

Prego, prego? Un fondo contro le delocalizzazioni? Ma la globalizzazione non si ferma dicevano loro, non si può fermare il progresso.

Ma tu pensa, si parla di dumping sociale e fiscale, materia nella quale la Germania di Angela Merkel è campione del mondo…

Crisi, Germania accusata di dumping sociale davanti all’Unione 

Lunedì vi abbiamo raccontato che lo straordinario aumento per la classe media americana si riassume tutto in ben OTTO CENTESIMI DI DOLLARO in più all’ora rispetto allo scorso anno, una meraviglia un CENTINAIO DI DOLLARI in più all’anno, roba da far tornare persino l’inflazione.

Da noi, ci ha pensato lui a fare il lavoro sporco ad imporre ad un Paese impaurito la deflazione salariale e la distruzione della domanda interna attraverso Monti.

Risultati immagini per draghi stipendi icebergfinanza

Chiudiamo con una nota di speranza, almeno qualcuno sta guadagnando qualcosina…

Grazie ai programmi di incentivazione Marchionne ha accumulato un pacchetto di 16,41 milioni di titoli Fca, oltre a 11,86 milioni di azioni Cnh e 1,46 milioni di azioni Ferrari, per un controvalore, ai corsi attuali, di oltre 570 milioni di euro.(ANSA).

Il buon Marpionne avrebbe dovuto spendere almeno 23.600 dollari al giorno dal primo giorno della sua nascita ad oggi per contribuire al rilancio dei consumi, ma che cavolo compra con soli 23.600 dollari in un giorno?

Immagine incorporata 1

Ehi bellezza è il capitalismo, la globalizzzzzzazione e tu non ci puoi fare nulla, se non essere più produttivo e smetterla di frignare. ;-)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (15 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +12 (from 14 votes)
AL LUPO AL LUPO ARRIVA L'INFLAZIONE SALARIALE!, 10.0 out of 10 based on 15 ratings
19 commenti Commenta
alexandersupertramp
Scritto il 21 febbraio 2018 at 14:45

Ma quale inflazione? Nel migliore dei casi si parla sempre di cifre da 0,……

tester
Scritto il 21 febbraio 2018 at 20:51

buonasera , chiedo ai lettori del blog come intendete comportarvi visto l’andamento dei tassi treasury(ormai anche la linea maginot sembra in procinto di essere sbriciolata) siete tutti dell’idea di tenere o qualcuno pensa sia il caso di alleggerire le posizioni? grazie

    icebergfinanza
    Scritto il 22 febbraio 2018 at 07:29

    Prima di sbriciolare quella linea in maniera definitiva passeranno lustri, questa è la nostra convinzione, chissà cosa sarebbe accaduto nel 2011 se tutti gli italiani avessero liquidato i loro titoli di stato con perdite che andavano dal 20 al 40 %…

laforzamotrice
Scritto il 21 febbraio 2018 at 21:11

Finanza allo stato più esemplare,

http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2018-02-20/il-produttore-chitarre-e-bassi-gibson-rischio-bancarotta–151447.shtml?uuid=AExEmE3D&refresh_ce=1

ma [email protected]@o si fa a permettere ad una fabbrica di chitarre di emettere 500 MILIONI di $ di bond? E come cazzo si fa ad essere cosi IMBECILLI da comprarle? Mah…

sd
Scritto il 21 febbraio 2018 at 22:49

Grande articolo Capitano.
Comunque non è detto che non possiamo fare proprio nulla. Per prima cosa tra pochi giorni abbiamo una, se pur minima, possibilità di “mandare a casa” una parte dei vari vecchi Calendula (forse ho scritto male il nome……..non importa……intanto tale signore non conta niente) .
Per secondo possiamo fare a meno di comprare lavatrici o elettrodomestici della Uirpol (forse ho scritto male anche questo….ma in italiano si dice così). Ma intanto nessuno lo farà perchè costano meno e funzionano bene, è la parte positiva della globalizzazione. Ve le ricordate le vecchie e care FIAT…….tutta lamiera, sedili con le molle e plastica che si disfava al sole hehehe. Forse Marchionne ci ha fatto solo un favore.

Un saluto

SD

giobbe8871
Scritto il 21 febbraio 2018 at 23:35

La sinistra italiana di oggi ? Come il PSI di fine ‘800.

giobbe8871
Scritto il 21 febbraio 2018 at 23:39

il cambiamento sarà SOSTENUTO dalle piccole realtà aziendali (imprenditori, lavoratori autonomi, e loro dipendenti, collaboratori).

giobbe8871
Scritto il 21 febbraio 2018 at 23:43

Cosí come i DELUSI militari della 1 Guerra Mondiale sostennero il Partito Fascista , oggi le PARTITE IVA sosterranno il cambiamento.
No euro.

giobbe8871
Scritto il 21 febbraio 2018 at 23:46

E se Draghi sarà ul prossimo Capo Governo sostenuto da Berlusconi ecc…. la delusione e la rabbia aumenteranno tra le p.iva, e l’austerità farà il resto

veleno50
Scritto il 22 febbraio 2018 at 09:07

sd@​finanza,

giob­be8871@fi­nan­za,
Indicateci la strada della sorgente.Illuminateci chi sarà il grande salvatore del paese. Fate sentire un ruggito che si possa sentire in tutto il blog. Il quarantenne ha fallito, l’ottantenne ha fallito,Rimane il chierichetto come alternativa.Perchè voi andate a votare?

signor pomata
Scritto il 22 febbraio 2018 at 11:04

Andrea mi puoi dare una spiegazione logica del perché credi che i banchieri siano cosi fessi da non sapere che hanno intenzionalmente distrutto i salari?
Veramente vogliamo credere che non sappiano che i redditi creano le aspettative inflazionistiche?
La velocità di moneta crolla perche si fregano tutto senza patemi.
Maglionne ha superato i 500 milioni di patrimonio azionario nel suo portafoglio.
Ma il problema è le paghe dei dipendenti.

    icebergfinanza
    Scritto il 22 febbraio 2018 at 14:19

    Imparate a leggere la mia ironia…

PG
Scritto il 22 febbraio 2018 at 12:48

ciao Veleno, per curiosità attenderò i nomi circa la squadra di governo dei %s ma come mera curiosità… per la prima volta sono davvero tentato di andare e annullare la scheda. Nessuno, e dico nessuno mi convince, anzi, tutti a fare promesse che tanto non saranno possibili. Quindi farmi prendere per il c… ancora una volta e no eh!!!! Ciao

ve­le­no50@fi­nan­za:
[email protected]​fi­nan­za,

giob­[email protected]­nan­za,
In­di­ca­te­ci la stra­da della sor­gen­te.Il­lu­mi­na­te­ci chi sarà il gran­de sal­va­to­re del paese. Fate sen­ti­re un rug­gi­to che si possa sen­ti­re in tutto il blog. Il qua­ran­ten­ne ha fal­li­to, l’ot­tan­ten­ne ha fal­li­to,Ri­ma­ne il chie­ri­chet­to come al­ter­na­ti­va.Per­chè voi an­da­te a vo­ta­re?

vito_t
Scritto il 22 febbraio 2018 at 14:59

non so se i pentastellati siano meglio, peggio o uguali agli altri, di certo so che non voterò ne centrodetra nè centrosinistra, perchè questi esse ti erre o enne zeta i, si sono alternati negli ultimi 25 anni e se siamo come siamo la responsabilità è di chi ha portato avanti certe politiche …senza distinzione , il Jobs act tanto per dirne una sembra più una proposta che poteva venire dai salotti di F.I. ed invece l’ha portata avcanti il venditore di pentole di Firenze con la miss susina boschi, … Ma continuare a votare questi significa , tirarsi giù le braghe, ed anche gli slip, ovviamente , reclinarsi in avanti e poi dire loro: “scusi se le giro le spalle” …
I 5 stelle se non altro possono presentarsi per due mandati e poi a casa,A LAVORARE invece il PD presenta Casini, del resto con i casini … è a suo agio, vera cariatide di questo paese, il portaborse di Forlani … ma chi è che ha il coraggio di votare ancora quel signore ? e di là, mi presentano Bossi ? .. queste sono le motivazioni della sentenza …Umberto Bossi è stato “consapevole concorrente, se non addirittura istigatore, delle condotte di appropriazione del denaro” della Lega Nord, ma proveniente “dalle casse dello Stato”, “per coprire spese di esclusivo interesse personale” suo e della sua “famiglia”. …. Salvini ha detto che non lo pugnala alle spalle, … ma questo ha fatto quelle cose, è da prendere a calci nel ci u elle o a 4 a 4 finchè non diventano dispari, lui e il minchia di suo figlio …. e di personaggi di questo calibro, .. basta neanche le banconote del monopoli gli darei in mano !
Non votare ? sono combattuto, ma se non voto implicitamente accetto uno di questi due schieramenti …..

signor pomata
Scritto il 22 febbraio 2018 at 15:03

ice­berg­fi­nan­za,

Un consiglio spassionato…….meno ironia se è ironia.
Le persone già non ci capiscono un cazzo di economia e finanza se devono capire anche le frasi ironiche passano e non si degnano…….
Credo che la questione sia esclusivamente di cultura economica.
Le persone tendono a informarsi sui media e oggi i media raccontano solo cazzate.
Ieri facevo un esempio dei nostri tempi a mia moglie a che razza di fregnacce siamo sottoposti:
Pandemia morbillo.
http://www.epicentro.iss.it/problemi/morbillo/aggiornamenti.asp

750MILIONI DI PERSONE
14451 CASI DI MORBILLO
30 DECESSI
6 DECESSI IN FRANCIA ITALIA GERMANIA

750milioni diviso 30 …………………………………………………………ma de che cazzo parlano????

apprendista
Scritto il 22 febbraio 2018 at 16:44

magari fosse vero,ci toglieranno anche l’anima e tutti zitti (popolo di vecchi pensionati e giovani rincoglioniti) mentre noi continueremo allegramente a discutere sui massimi sistemi ed in attesa di una recessione che mai verra’o comunque non come crediamo noi con l’occhio vigile sul $ e tassi che nel frattempo avranno gia’ ampiamente anticipato il lavoro di impoverimento prima ancora dell’arrivo della troika.
Saluti a tutti
giob­be8871@fi­nan­za,

apprendista
Scritto il 22 febbraio 2018 at 16:48

dimenticavo: oramai siamo tutti dei GIOVANNI DROGO

stanziale
Scritto il 22 febbraio 2018 at 19:53

PG,

“promesse che poi non saranno possibili”. Questo e’ da vedere. Se non si partecipa…Bagnai e Boghi promettono di tirarci fuori da questa maledetta ue, ed io gli credo. Se non questa volta, intanto si faranno conoscere. Purtroppo nel frattempo andremo al tie-break nella lotta contro l’esproprio di tutto e la poverta’ assoluta, questo e’ chiaro. Se non si vota e’ molto peggio. Il chierichetto si e’ scelto il guru economico che e’ un globalista decrescista ed e’ peggio di Monti, poi parecchi dei 5stelle sono per l’immigrazione.

will
Scritto il 23 febbraio 2018 at 09:15

Non riesco a credere che anche fra i lettori di questo blog ci sia ancora chi non sa chi votare, chi dà priorità ai compensi dei parlamentari, o magari chi ancora si fa incantare da MR e SB!

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Ftse Mib: l'indice italiano apre positivo anche oggi dopo l'allungo di ieri. La situazione rimane c
Nonostante i miei principali temi, quando parlo di criptovalute, siano quelli tecnologici, colgo
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Portare la blockchain alle pensioni: come "registri intelligenti" potrebbero avvantaggiare i CDC, ov
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Dopo un periodo di declino, la fame nel mondo è di nuovo in aumento. Secondo il rapporto Lo Stato d
Non c’è dubbio che il periodo che stiamo vivendo non è certo dei più semplici. Qui. In Ital
Ftse Mib: l'indice italiano tenta il rimbalzo in avvio, dopo il forte calo registrato a partire dal
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec