MAMMA LA CINA BRUCIA I TREASURIES!

Scritto il alle 07:15 da icebergfinanza

Risultati immagini per dollars fire

Prezzolini quasi cento anni fa aveva ragione quando parlava dell’ Italia, ma la sua visione si può tranquillamente applicare alla finanza…

dove “l’intelligente è un fesso anche lui”; dove “il furbo non usa mai parole chiare, e comanda non per la sua capacità ma per l’abilità di fingersi capace”; dove “i fessi hanno dei principi, i furbi soltanto dei fini”; dove “in generale il fesso è stupido, perché se non fosse stupido avrebbe cacciato via i furbi da parecchio tempo”; dove “ci sono i fessi intelligenti e colti che vorrebbero mandare via i furbi, ma non possono: primo, perché sono fessi; secondo, perché gli altri fessi sono stupidi e non li capiscono”; dove ” per andare avanti ci sono soltanto due sistemi: il primo è leccare i furbi; il secondo – che riesce meglio – consiste nel far loro paura; infatti, non c’è furbo che non abbia qualche marachella da nascondere, e non c’è furbo che non preferisca il quieto vivere alla lotta, e l’associazione con altri briganti alla guerra contro questi “.

Dopo la notizia della Banca centrale giapponese che non compra più titoli a lungo termine, che non è stata confermata da alcun vertice, ma che rimane la chiacchiera di qualche fantomatico funzionario, ieri Bloomberg si è divertito a rispolverare un must degli ultimi anni, mamma la zia Ciiiiiina sta bruciando tutti i suoi tesorucci…

China Weighs Slowing or Halting Purchases of U.S. Treasuries 

 

Io la faccio corta vi riporto cosa circola su internet in italiano…

Ci siamo: Cina smette di acquistare debito Usa La Cina, il primo paese al mondo in termini di esposizione al debito Usa, ha deciso di ricorrere all’opzione nucleare, ordinando l’interruzione …Mercati in codice rosso, crollano dollaro e Treasuries. Pechino …

Poi come sempre vi faccio conoscere l’altra faccia della medaglia…

Fake News from Bloomberg about China’s US Treasury holdings

Non c’è niente da vedere qui, gente. Continua a muoverti.È una storia di false notizie, per diversi motivi.Innanzitutto, la storia è meno che non attribuita. Non cita nemmeno le fonti di una particolare istituzione statale, ma solo “le persone che hanno familiarità con la questione”. La storia dice: “Gli alti funzionari governativi di Pechino che esaminano le partecipazioni estere della nazione hanno raccomandato di rallentare o arrestare gli acquisti di titoli del Tesoro USA secondo persone che hanno familiarità con la materia. “

Anche la notizia ( fake news ) sui giapponesi credo l’abbiano carpita a qualche giapponese sperduto su un’isola deserta che non ha mai avuto contatti con il mondo dalla fine della seconda guerra mondiale.

Questo è un articolo uscito nel giugno del 2016 e non è ancora successo nulla, se volete ve ne tiro fuori a centinaia…

China Dumping More Than Treasuries as U.S. Stocks Join Fire Sale

Il buon Machiavelli in questi anni vi ha spiegato per quale motivo queste fake news, insieme a quelle della fine del dollaro e dell’arrivo della fine del mondo dei Maya, sono le preferite dei volponi che circolano a Wall Street e dintorni, volponi travestiti da giornalisti imbeccati dai furbi che non vedono l’ora di fare la festa ai fessi.

Mamma, mamma guarda come i cinesi negli ultimi due anni hanno buttato via tutti i loro tesorucci…

Vedi Bellezza, i treasuries se non li compra la Cina, li comprano gli hedge dai paradisi fiscali, dalla Svizzera, se li strappano di mano e se anche non li comprasse più nessuno ci pensa mamma FED, la banca centrale americana, chiaro il concetto?

Treasuries recoup losses after strong US debt auction – Financial Times

Non solo …

Cina smentisce uscita da bond Usa – Ultima Ora – ANSA.it

Risultati immagini per risate

Mamma a scuola la  maestra ci insegna che gli USA e getta hanno un enorme deficit commerciale con i cinesi e i giapponesi, e che questi ultimi sono obbligati ad acquistare titoli americani o beni commerciali…

…ma la signorina di Bloomberg questo cosuccie le sa si o no!

Ironia a parte, ieri qualche volpone si è portato a casa qualche pollo…

Voi invece siete persone consapevoli, quindi non perdo altro tempo con questa fesseria, buona consapevolezza a tutti. Domani un altro articolo fondamentale per comprendere dove stiamo andando e domenica appuntamento con il nostro Machiavelli e il suo EPIC MOMENT 2018.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.6/10 (25 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +17 (from 19 votes)
MAMMA LA CINA BRUCIA I TREASURIES!, 9.6 out of 10 based on 25 ratings
19 commenti Commenta
idleproc
Scritto il 11 gennaio 2018 at 10:03

Infatti, a mio parere, scopo della “pressione” sulla Cina è per accordi bilaterali commerciali col fine di riportare produzione e lavoro in USA e questo in linea teorica potrebbe anche funzionare al fine di un riequilibrio ma vi è agganciata anche l’esportazione in blocco del “modello” finanziario e a questo punto i cinesi sarebbero fregati e rapinati.
Non è che ai cinesi serva molto per capirlo, basta che si guardino in giro.

madmax
Scritto il 11 gennaio 2018 at 11:37

Per me si tratta di una tempesta in un bicchiere d’acqua ma come sempre i media “occidentali” dimenticano di raccontare una parte della storia e legare il motivo della possibile risposta:

-vendita di MoneyGram ai cinesi bloccata dagli US per : national security concers.
-vendita di Lattice Semiconductor ai cinesi bloccata pure quella.
-Vendita Genworth Financial ai cinesi sotto scrutinio in quanto avrebbero accesso a dati personali (comico detto dagli US).

E tutti si sorprendono se quelli dicono: MAGARI riduciamo gli acquisti di T-bond…credo che siano piu’ interessati ad avere asset reali (magari con contenuto tecnologico) che un portafoglio pieno di titoli di carta.

Con il fiume di informazioni che riceviamo e’ difficile fare collegamenti….

Buona giornata a tutti !

andreblanz
Scritto il 11 gennaio 2018 at 14:54

Ho una domanda che mi attanaglia un po’ fuori dal tema. riguard aild ebito pubblico italiano. recentemente ho

andreblanz
Scritto il 11 gennaio 2018 at 14:57

an­dre­blanz@fi­nan­za,

scusa te mi è partito l’invio. recentemente guardavo questo grafico

dove praticmanete si evince che nell’ultimo anno la BCe è diventata principale compratore di debito italico, quello dei nostri nipoti e dei pronipoti. allora mi sorge spontaneo chiedermi: i lauti interessi che l’italia paga con le cedole di queste obbligazioni.. a chi vanno? chi li intasca? la BCE?e poi co sti soldi che ne fa? li brucia? ( visto che pare siano creati con un click)

signor pomata
Scritto il 11 gennaio 2018 at 15:13

an­dre­blanz@fi­nan­za,
Bravo, bravo, bravo.
Hai applicato il buonsenso e hai capito chi salva chi…
Secondo te li bruciano o se li spartiscono?

icebergfinanza
Scritto il 11 gennaio 2018 at 15:45

Oppure finisce così…

;-) Il quotidiano britannico rende noto sulla base di una fonte che la Bce aveva acquistato i bond Steinhoff per un valore di 100 milioni di euro. Visto che i bond sono stati scambiati la scorsa settimana (secondo i dati di Tradeweb) per un valore compreso tra 49 e 59 centesimi di euro, si calcola che Francoforte abbia perso 50 milioni di euro circa.

andreblanz
Scritto il 11 gennaio 2018 at 15:48

non credo se li intaschi Draghi, ammesso che non li riutilizzano per comprare al tro debito, come pare abbiano fatto con la grecia ( mi sembra di aver letto che gle li avrebbbero ridati a patto che la popolazione rinunciasse ai primogeniti), per me è un mistero.

Nella mia mente funziolna che draghi copmpra X BTPS creando denaro virtuale, stampando, questi scadono e ne compra altri, poi finisce il qe, scadono i bond e si ritrova a t+1 con X+Coupons+Capital Gain, ecco a questi soldi cosa succede, li bonifica allo stato?li brucia? hanno i saldi target 2 qualcosa a che fare con questi fantomatici titoli?

omnia_funds
Scritto il 11 gennaio 2018 at 16:21

Anno nuovo…toro vecchio!!…come dice qualcuno.
Non sembra essere cambiato molto dal vecchio anno…infatti azioni in rialzo, dollaro in ribasso e anche titoli di stato americani, se non in rialzo dei rendimenti, in fase laterale e purtroppo vicini al mio stop in area 2,60…debordante.
Il mercato americano equity potrebbe scendere di qualche punto adesso, ma niente di che; ma è solo congettura tecnica, infatti la ciclicità impone rialzo fino alla prossima settimana e qualcosa in più… il livello, se non ora, è area 2.800 lc per la teoria di Gann. A questo punto le mie elucubrazioni mentali espresse in un precedente articolo potrebbero prendere corpo con un prezzo sopra ai 3.000 punti per il mese di marzo…vedremo! c’è molta rotazione settoriale che a quanto pare sospinge l’indice…
EUR in fase laterale ma sui massimi…unica possibilità che scenda è una figura armonica tipo “Shark” o “Battefly” diciamo a disegnare una “M”… ma la cattiveria odierna o rientra quasi subito o si và a rompere i massimi e si prosegue fino in area tra 1,23 e successivamente 1,28..spero non sia partito un ciclo importante o son dolori… Da notare la simmetria perfetta in movimenti ABC sia al rialzo che al ribasso..
Saluti.

silvio66
Scritto il 11 gennaio 2018 at 17:00

Ciao Andrea,
in sintesi direi che la lunga mano neocom che mai ha digerito lo smacco sta tarpando le ali al presidente che se non reagisce subito con forza rischia di schiantarsi. Non appaiono molto patriottici e assomigliano sempre più ai politici europei che per il proprio particulare sacrificano il bene della nazione. Gioco pericoloso in america perché se tirano troppo rischiano che gli esploda in mano. Il presidente é lui anche se non gli va giù. Passata la sbornia dovranno rendere conto del male che fanno alla nazione delegittimando in continuazione l’inquilino della casa bianca.
Buonaserata

apprendista
Scritto il 11 gennaio 2018 at 18:27

Cavolo ragazzi sto m…a di euro impone una disciplina pazzesca (prima o poi dovra’ schiattare),complice anche la BCE falco,ma come stanno? non sara’ che draghi fa il falco sapendo bene che lo stimolo monetario non potra’ essere tolto ,oppure sono degli idioti?
che ne pensate ‘ che ne pensi Capitano’
Saluti

apprendista
Scritto il 11 gennaio 2018 at 18:34

Scusa capitano letto adesso risposta su twitter

stanziale
Scritto il 11 gennaio 2018 at 20:15

andreblanz@finanza,

Ne abbiamo parlato un paio di settimane fa, postando dei video, uno sicuramente di Byo blu che intervistava Zibordi. Ti consiglio la visione e’ illuminante. E abbiamo parlato anche del problema-inesistente -target 2. Per rispondere alla tua domanda, quello che ho capito e’ che, una volta che la bce compra titoli di stato, o qualunque cosa, li paga con euro di nuova emissione, quindi c’e’ un allentamento ed il cambio con le altre valute ne risente, anche perche’ tutti sanno che NON potranno essere rimborsati…oddio tutti, il popolino italiano no….quindi riassumendo : i 600 miliardi circa di debito pubblico italiano in mano banca italia e bce(cosi’ come degli altri paesi) potrebbe, dovrebbe essere annullato, perche’ e’ una partita di giro, il 17% della bce e’ italiano, gli effetti sostanzialmente si sono gia’ avuti. Pero’ alla bce hanno gia’ detto che saranno “sterilizzati” …inoltre la banca d’italia e’ ormai controllata da proprieta’ straniere…quindi ci sta’ di tutto data la caratura dei nostri politici…poi che quelli della bce (tu hai citato Draghi, io dico chiunque lo potrebbe fare, magari l’usciere) non si metteranno in tasca nulla e’ tutto da vedere, visto che per legge non rispondono alla magistratura , e l’euro viene stampato anche in asia…chi li controlla?
Per quanto riguarda il bond citato dal Capitano, che mi pare e’ quello della germania, la perdita , non teorica, ma gia’ registrata, dovrebbe essere -in futuro-imputata in conto alla loro banca centrale(dei tedeschi), ma se tanto mi da’ tanto magari sara’ di tutti…spero qualcuno come Zanni glie lo chieda alla prima occasione.

stanziale
Scritto il 11 gennaio 2018 at 20:30

silvio66@finanza,

Mah, in usa sta’ facendo le leggi che aveva in programma, anche in europa il dato di fatto e’ che in poco tempo tutta l’area dell’est ha fatto blocco contro la germania. Tant’e’ che questa, non trova di meglio che far finta di non saper fare il governo…secondo me Trump e’ favorito da un fatto: il sistema economico e’ cosi’ marcio e compromesso che (tutti) devono per forza far andare sempre su’ la borsa…chissa’ forse lo metteranno per legge.

luigiza
Scritto il 11 gennaio 2018 at 21:13

icebergfinanza:
Oppure finisce così…

Il quotidiano britannico rende noto sulla base di una fonte che la Bce aveva acquistato i bond Steinhoff per un valore di 100 milioni di euro. Visto che i bond sono stati scambiati la scorsa settimana (secondo i dati di Tradeweb) per un valore compreso tra 49 e 59 centesimi di euro, si calcola che Francoforte abbia perso 50 milioni di euro circa.

Embè che problema c’è? E’notorio che i debiti di Francoforte li paga l’Italia tramite il fido maggiordomo Monti Mario.
Ad Aprile 2018 il Mattarella lo richiama in servizio ed ilmaggiordomo per amore di servizio,ri-salirà in Politica.

stanziale
Scritto il 12 gennaio 2018 at 07:40

Posto articolo di Bottarelli http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2018/1/12/SPY-FINANZA-Usa-Cina-lo-scontro-che-chiama-in-causa-la-Bce/801269/ una interpretazione sul perche’ del dollaro basso…siamo molto oltre che alla frutta.

luigiza
Scritto il 12 gennaio 2018 at 08:35

luigiza@finanza,

Ripensandoci credo di aver interpretato male. Il Mazzalai per Francoforte intende la BCE non la Germania.
Chiedo scusa per la pessima figura fatta.

aorlansky60
Scritto il 12 gennaio 2018 at 10:15

L’annuncio con rapida smentita da parte dei cinesi a riguardo dei Tbonds USA sul fatto che “potrebbero” causare una variazione dell’asse Terrestre [tale sarebbe l’effetto] “nel caso decidessero di…” inondare la Terra di “carta americana” vendendo simultaneamente quella in loro possesso (per un valore stimato di 1,2 trilioni di $ attualmente),

cela un potente messaggio [per chi sa interpretarlo] a tutto il mondo (non solo agli USA) :

occhio gente che se appena ci muoviamo…

sembra che questa faccenda sia altrettanto potente del deterrente nucleare, che i players in campo conoscono bene…

È noto che i maggiori sottoscrittori del debito USA siano Cinesi e Giapponesi, entrambi esposti per oltre 1 trilione di $ cadauno attualmente,

ma mentre il Giappone in quanto servile vassallo USA [dalla fine della IIWW] è governabile perchè controllato dall’Imperatore (non quello del Giappone; quello AMERICANO) che mai permetterebbe che la BoJ vendesse in massa la sua “carta”

la China non lo è (o se lo è, molto di meno; e questo meno è da vedersi negli stessi calcoli che i cinesi farebbero considerando le conseguenze se mettessero in pratica quanto annunciato = una variazione dell’asse Terrestre, appunto, perchè scatenerebbe reazioni da parte USA paragonabili, che tutto sommato sono ancora lo Stato sovrano nr 1 al mondo per diversi fattori, e non solo per quello economico/finanziario.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Ftse Mib: l'indice italiano tenta il rimbalzo dopo lo scivolone di ieri, quando i corsi hanno lascia
Dal gennaio 2019, almeno finora, per andare in pensione di vechiaia o anticipata, bisognerà lavorar
Una notizia padroneggia su tutte oggi. Il ritorno della Grecia nei “paesi che contano”. Inf
Premesso che da tempo conosciamo il trasporto di Emmanuel Macron per le donne di una certa età...
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Il passaggio da “economia di Frontiera” a “paese emergente” rappresenta un importante upgr
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Ftse Mib: l'indice italiano oggi apre in lieve rialzo, per poi invertire direzione. In ogni caso la