LA CINA SI PREPARA ALLA GUERRA COMMERCIALE!

Scritto il alle 10:17 da icebergfinanza

Immagine correlata

Ieri scherzando ma non troppo, abbiamo scritto che un’ondata di terrore ha attraversato l’Europa la quale gentilmente chiedeva a Donald se per caso, di luna buona, potesse decidere di tenere in considerazione le loro preoccupazioni…

«Vi saremmo molto grati – scrivono i ministri – se teneste in considerazione queste nostre preoccupazioni nel corso degli ulteriori sviluppi» della riforma.

I cinesi invece non hanno scritto alcuna letterina, loro si sono limitati a rispondere per le rime, sviluppando un piano per combattere le conseguenze delle decisioni di Trump…

UPDATE: Beijing Develops Plan to Counter Trump Tax Reform

Pechino sta sviluppando un piano per combattere le conseguenze per la Cina della riforma fiscale degli Stati Uniti e degli aumenti dei tassi d’interesse previsti dalla Fed – secondo il Wall Street Journal , citando le persone con conoscenza della questione.

Secondo il piano, la People’s Bank of China potrebbe implementare strumenti che includono tassi di interesse più elevati, controlli sul capitale più stringenti e interventi valutari più frequenti per mantenere i capitali in patria e sostenere lo yuan, secondo il rapporto. Ciò che temono in Cina è la fuga di capitali verso gli USA che diventerebbe uno dei posti più attraente dove investire.

E meno male che il dollaro dovrebbe collassare! Un funzionario coinvolto nelle delibere di Pechino ha definito il piano fiscale di Washington un ” rinoceronte grigio “, un evidente pericolo per l’economia cinese che non dovrebbe essere ignorato. “Probabilmente avremo qualche dura battaglia nel primo trimestre del 2018”, ha detto il funzionario.

Al centro della paura dei funzionari c’è lo yuan, che ha appena riacquistato la posizione dopo enormi sforzi governativi per sostenerlo. Se lo yuan dovesse perdere di nuovo il vapore, secondo il pensiero, potrebbe ulteriormente esacerbare i deflussi di capitali in un circolo vizioso.

Buona guerra commerciale a tutti, sempre che non succeda l’incredibile visto che…

Sen. Collins: Not sure if I will support tax reform plan – CNNPolitics

Potrebbe arrivare già oggi o domani l’annuncio che i repubblicani alla Camera e al Senato Usa hanno trovato un accordo di principio sul testo finale della riforma fiscale. Le due aule del Parlamento americano hanno approvato, nell’ordine, il 16 novembre e il 2 dicembre le loro rispettive bozze di riforma, che vanno appunto uniformate in un testo unico. Successivamente quel testo va messo al voto nelle due aule e, una volta approvato, potrà essere spedito sulla scrivania del presidente americano Donald Trump per una firma definitiva. L’obiettivo è farlo prima di Natale il modo tale da consentire al leader Usa di mantenere la sua promessa. ( America24 )

Nel frattempo i tesorucci, vanno a ruba, nell’ultima asta del trentennale, il rapporto tra  domanda e offerta è stato di 2,48 volte contro la media annuale di 2,29 ovvero il secondo migliore risultato da poco più di un anno.

Per finire una piccola ciliegina sulla torta aspettando le elezioni di medio termine, uno dei fattori geopolitici significativi per il 2018…

Alabamaelezioni vinte dai democratici. Sconfitto Moore, il …

NEW YORK – Clamoroso, il profondo Sud volta le spalle alla destra ed elegge un senatore democratico. Accade in Alabama, uno Stato che da decenni è una roccaforte repubblicana. In un’elezione suppletiva per il Senato, il candidato dell’opposizione Doug Jones vince, sia pure di strettissima misura, col 49,6%. Batte un repubblicano contestato anche da una parte dei suoi, screditato da scandali sessuali, ma sostenuto da Donald Trump. La sconfitta di Roy Moore col 48,8% è dunque una sconfessione dello stesso presidente. Inoltre questo colpo di scena assottiglia pericolosamente il margine di maggioranza dei repubblicani al Senato ridotto ormai ad un solo voto, il che significa che l’agenda politica di Trump è alla mercè di repubblicani spesso in dissenso con la Casa Bianca come John McCain o Bob Corker.

Godetevelo questo fine anno, il 2018 ha tutta l’aria di essere estremamente interessante!

Appare soltanto in tempi di pace e prosperità, e scompare nei tempi bui…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (13 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +10 (from 10 votes)
LA CINA SI PREPARA ALLA GUERRA COMMERCIALE!, 10.0 out of 10 based on 13 ratings
32 commenti Commenta
signor pomata
Scritto il 13 dicembre 2017 at 12:54

Ogni elezione chi governa perde consenso.
Questo andazzo va avanti da anni.
Come da anni va avanti la tendenza a licenziare manodopera a fronte di piani di sviluppo aziendali, tagliano i costi dicono…….tagliano anche i clienti futuri, dico io.
Il loro obbiettivo è la gestione dello sfaldamento del sistema capitalista consumista.
Prenderanno tempo sperando di trovare una soluzione.

alexandersupertramp
Scritto il 13 dicembre 2017 at 13:18

Nessuno ha la sfera magica per prevedere con esattezza cosa e quando succederà. Ciò che cinta è il quadro d’insieme e questo ci dice il quadro economico si sta deteriorando. E ci arriviamo con bolle gonfiate in modo pazzesco. Quando si manifesterà la prossima crisi finanziaria sarà un bagno di sangue e sarà molto difficile uscire senza notevoli danni da taluni asset. Uno si ritira nel porto prima che si scateni la tempesta. Quando inizia è troppo tardi. Ma se poi passa le giornate a scrutare l’orizzonte lamentandosi che c’è ancora il sole e si è perso una giornata di barca è giusto che rimanga la largo a veleggiare. Basta che poi sappia come andrà a finire….

icebergfinanza
Scritto il 13 dicembre 2017 at 13:41

Sembra davvero di essere tornati ai bei tempi del 2007 … ;-)

aorlansky60
Scritto il 13 dicembre 2017 at 13:52

@ Alexander
Nessuno ha la sfera magica per prevedere con esattezza cosa e quando succederà.”

ASSOLUTAMENTE VERO.

Però anche la Storia e la statistica dovrebbero pur insegnare qualcosa : che ogni salita è destinata a lasciare lo spazio alla propria discesa. Con il ciclo che si ripete.

Quando mi metto davanti il graph storico del DJ, esso parla da solo :

salita e caduta delle dot.com (2000);
salita e caduta dei subprimes (2007) con effetti più critici della precedente;
salita attuale a livello più alto di sempre, a far presagire che la caduta, questa volta, sarà la più rovinosa di sempre.

le Bc faranno di tutto per evitarlo, ma la loro azione [per ciò che è noto] non può proseguire all’infinito.

Fu così anche negli anni che precedettero il ’29 : crescita finanziaria pazzesca(specie dal 27 al 29), non accompagnata da sottostanti dell’economia reale. Solo che oggi è molto peggio di allora. Anche se tutti i protagonisti fanno finta di niente.

signor pomata
Scritto il 13 dicembre 2017 at 14:08

aor­lan­sky60,
Fanno finta di niente perché non sanno che fare.
Una delle soluzioni potrebbe essere asfaltare qualche miliardo di persone, senza bombe ma con un rantolo lasciandoli soli, a mani nude contro il sistema.
Con una fava prenderebbero due piccioni….anche il problema ecologico si risolverebbe.

icebergfinanza
Scritto il 13 dicembre 2017 at 16:07

Non si può mai stare in pace!
Mi comunicano gli amministratori che c’è qualche bambino che fa i capricci!
Ad onor di cronaca per il neonato che si lamenta della censura e imbratta i pavimenti in casa altrui, il suo commento dei giorni scorsi e ignorato da tutti è ancora presente nel post precedente. Ma siccome il bambino non ha avuto soddisfazione si sfoga continuando a battere i piedi.
Un consiglio…curati!

aorlansky60
Scritto il 13 dicembre 2017 at 16:10

http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2017/12/13/SPY-FINANZA-Le-mosse-sospette-e-silenziose-della-Germania/796911/

la Bundesbank ha recentemente confermato il rimpatrio di tutto l’oro tedesco stoccato all’estero, un anticipo di due anni rispetto al programma originario.

non si tratta di “noccioline” : la Germania (con oltre 3000 tonn di ORO di cui solo 1/3zo detenuto entro i propri confini) è al secondo posto assoluto [dietro solo agli USA] per quanto riguarda la classifica mondiale dei Paesi con riserve auree;

che fretta hanno i tedeschi di mettersi IN CASA PROPRIA tutto quell’oro ?

l’art linkato merita una lettura; nonostante gli scettici, il 2018 potrebbe rivelarsi “l’anno del botto”(con tanti auguri…)

L’talia ha recentemente raggiunto un nuovo record di DEBITO TARGET2 (435 miliardi € dato di SET2017), secondo il cronista anche questo dato è fonte di preoccupazione per i vertici tedeschi, in prospettiva Europea.

madmax
Scritto il 13 dicembre 2017 at 16:19

Le crisi sono strutturali…nel sistema capitalistico!!!! Continueranno fintanto il Kapitalismo collassa. Riflettete, a gran parte dei lavoratori si paga un salario, con tale salario comprano beni e servizi, che contengono all’interno il costo del lavoro (ovvero il loro salario) piu’ costo capitale, profitto e via dicendo per cui questo li condanna lentamente verso la poverta’ piu’ consumano (come successo innquesti ultimi anni, magari a credito) piu’ pagano i profitti altrui pertanto il sistema implode…come diceva il Karl Marx. So che a molti fa venire l’orticaria ma il Kapitalismo e’ destinato a distruggere se stesso!

alexandersupertramp
Scritto il 13 dicembre 2017 at 17:26

aor­lan­sky60,

Mi hai frainteso. Io rispondevo ad un commento precedente ma che poi è scomparso. Siccome criticava Andrea sul fatto che non è ancora successo nulla, facevo presente che il momento esatto non può saperlo nessuno ma ciò che succederà è li davanti anoi.

alexandersupertramp
Scritto il 13 dicembre 2017 at 17:29

ice­berg­fi­nan­za,
Verissimo!!! c’è gente che mi ferma per strada per chiedermi come fare per comprare Bitcoin. Come nel 2000 per comprare le mitiche Tiscali :D

omnia_funds
Scritto il 13 dicembre 2017 at 17:48

Il Target è stato raggiunto….ma basterà?
Ebbene si ci troviamo proprio oggi ad affrontare il target, a mio avviso, di prezzo che avevo stimato come fine del grande e inaspettato, perlomeno nei modi, rialzo.
Il target di 2.670 si S&P500. Questa proiezione si basa sul metodo Fibonacci ovvero l’estensione del 2.168 dal massimo del 2015 al minimo del 2016. Fin qui niente di particolarmente sconvolgente se non per il fatto della continua salita senza correzioni degne di essere chiamate tali.
E ora..??? Mah…come detto precedentemente sopra 2.700/720 alzo le mani!!!! Ovviamente per confondere meglio le idee questo valore viene raggiunto proprio nella riunione FED…nella settimana di scadenze tecniche trimestrali…più bastardi di così non potevano essere.
Mi aspetterei un sell on news…in area 2.600 lc e ripartenza ma ormai nulla è più certo persino un rialzo effervescente fino alla fine dell’anno.
Non è stato facile ne semplice tenere la barra a dritta e quasi quasi una strambata sarebbe quanto mai opportuna ….ma valuterò nei prossimi giorni.
Saluti.

omnia_funds
Scritto il 13 dicembre 2017 at 18:30

Proviamo a fare della “fantafinanza”…
Seguendo il metodo Fibonacci, come nel precedente articolo, e senza nessun ritegno nell’ipotizzare ulteriori rialzi in barba al concetto di rischio, possiamo anche azzardare altri target dell’indice americano…..
Non avendo correzioni da poter sfruttare mi baso su quella predetta del 2015/2016…e andando alla terza proiezione del 3.618 , in verità poco conosciuta in quanto mai si è dovuto ricorrere a questa proiezione, il prossimo target sarebbe area 3.000 di S&P500!!!
Inoltre se ripetiamo questa proiezione dai massimi del 2007 ai minimi del 2009 notiamo una cosa molto curiosa….ovvero dopo le correzioni che si sono avute per arrivare ai massimi e superarli, lo stop e correzione, degna di essere chiamata tale, si è avuta intorno all’area 2.130 cioè 1.618 di proiezione tra massimi e minimi suddetti.
La seconda proiezione, 2.618, ci porta a valori intorno ai 3.100 lc..non molto lontani dalla terza proiezione del ribasso 2015/2016.
Quindi, volendo fantasticare senza nessuna cognizione di quello che è la realtà andrei a cercare un ipotetico massimo assoluto in area 3.000/3.100 tra fine febbraio e inizio marzo, dove sovente si creano massimi assoluti e minimi assoluti. In questo frangente una correzione del 5/6% sarebbe auspicabile….
Fantastichiamo insieme…
Saluti.

d
Scritto il 13 dicembre 2017 at 18:45

Personalmente ritengo che il btc sia stato creato dalle Banche centrali proprio per arrivare a “risucchiare” qualche trilione di valuta fiat. Poi decideranno come resettare il sistema: se annullando il valore del btc o delle altre valute. Intanto riescono a distrarre la gente da oro e argento, di cui invece fanno man bassa.
Ho volutamente semplificato per cogliere il concetto…
ale­xan­der­su­per­tramp@fi­nan­za,

puntosella
Scritto il 13 dicembre 2017 at 18:52

Mi è stato inviato il DataBase completo del BITCOIN qualche minuto fa….
ho preso goniometro, triangolo, righello e lapis e come si addice
ad un cartografo ecco prodotta la carta “spaziale”:….

.. è arrivato esattamente in orbita come precedentemente
calcolato…. aggancio alla navetta spaziale riuscitissimo…. adesso
trasbordo sia del materiale che degli astronauti..

stanziale
Scritto il 13 dicembre 2017 at 19:01

Un altro luogo comune, la corruzione in italia, viene smontata dalle statistiche ufficiali https://scenarieconomici.it/corruzione-secondo-eurobarometro-e-istat-siamo-tra-i-meno-corrotti-deuropa-chi-lo-spiega-ai-signori-di-transparency-international/

veleno50
Scritto il 13 dicembre 2017 at 22:37

pun­to­sel­la@fi­nan­za,

Oggi non dovrebbe essere bull $.Tutte le monete picchiano $.Secondo te ci possono essere delle probabilità che la moneta americana venga messa un po alla volta alla porta.ciao notte

madmax
Scritto il 13 dicembre 2017 at 23:29

stanziale@finanza,

Grazie del link, ancora una volta dimostra l’attitudine al masochismo in Italia. Faccio altri esempi volo in ritardo di 30 min in aeroporto estero? Non succede nulla, la gente si rimette seduta e aspetta, nessun commento! Volo in ritardo di 10 min in Italia? Partono esclamazioni del tipo compagnia di sterco, paese di m***da che schifo!!! Ecco la realta’ e la percezione. Vuoi che parliamo di politica in krukkianda 3 mesi nessun governo, successo qualcosa? No, nulla si nulla, ci penseranno a Gennaio. Prova a pensare la stessa cosa in Italia, ordate di giornalisti a scaricare fiele dalle penne a sfera, disastri, caos, ingovernabilita’ che roba!
Il link andrebbe letto e riletto e dovrebbe far meditare!!!!

puntosella
Scritto il 14 dicembre 2017 at 08:00

d@​finanza,

d, quel grafo non ha alcuna pretesa previsiva, calcola la
volatilità che si è autogenerata dalla partenza.
Cosa ci dice? che il vettore\prezzo è andatoesattamente
a toccare la traiettoria polare…. poi cinematicamente deve
continuare a mantenere la stessa forza di accelerazione per
essere UGUALE alla curva polare.

Grazie del link, non avevo alcun dubbio che ci potesse essere una STRUTTURA
che avesse mezzi e potere infiniti e non il Satoshi Nakamoto, che nessun
giornalista si è preso la briga d’intervistare.

puntosella
Scritto il 14 dicembre 2017 at 08:26

ve­le­no50@fi­nan­za,

Veleno, quando si analizza un DB, bisogna sempre partire da una data\evento,
che può essere un valore estremo[MaxMin assoluto] oppure se il regolamento
della principale piazza finanziaria dove è scambiato, se trattasi di strumento finanziario
prevede delle date\scadenze che vanno tenute in massimo conto, poiché quelle
date\scadenza sono essenziali ai Primary, per l’amministrazione delle loro compravevendite
e per i programmatori che devono scrivere i gestionali, tipo scadenze tecniche sui
futures.

Ecco perché insisto che per chi volesse avvicinarsi professionalmente a fare
analisi sui dati finanziari la 1a cosa da imparare è il regolamento di borsa.
Questa è la 1a forma di analisi, poiché nel regloamento troviamo dati essenziali
per la nostra attività di analisti.

sul dollaro la mia banca dati parte dal 1989 e l’analisi
condotta da tale punto di osservazione mi dice che
si trova sotto la traiettoria equatoriale che passa a 1,24
e sta “cozzando” contro la traiettoria che proviene dal
minimo del 2000…. questo è il RETICOLO PRINCIPALE
che uso quando devo analizzare qualsiasi DB.

Qui sotto 2 grafi, se ti possono essere di aiuto.
il 1° quello INIZIALE;
il 2° quello che parte dall’ultimo minimo;

puntosella
Scritto il 14 dicembre 2017 at 08:45

Qui con partenza i massimi del 2008

puntosella
Scritto il 14 dicembre 2017 at 08:47

Gianluca
Scritto il 14 dicembre 2017 at 09:26

Effettivamente!

madmax:
[email protected],

Grazie del link, ancora una volta dimostra l’attitudine al masochismo in Italia. Faccio altri esempi volo in ritardo di 30 min in aeroporto estero? Non succede nulla, la gente si rimette seduta e aspetta, nessun commento! Volo in ritardo di 10 min in Italia? Partono esclamazioni del tipo compagnia di sterco, paese di m***da che schifo!!! Ecco la realta’ e la percezione. Vuoi che parliamo di politica in krukkianda 3 mesi nessun governo, successo qualcosa? No, nulla si nulla, ci penseranno a Gennaio. Prova a pensare la stessa cosa in Italia, ordate di giornalisti a scaricare fiele dalle penne a sfera, disastri, caos, ingovernabilita’ che roba!
Il link andrebbe letto e riletto e dovrebbe far meditare!!!!

vito_t
Scritto il 14 dicembre 2017 at 12:04

Puntosella… siamo dei cinquantenni che hanno si è nò compiuto la maggiore età, … così suona meglio .. di quasi 70 … ah ah ah
Se vuoi ho i dati del USD-DEM dal 1971, .. del resto l’euro sembra la reincarnazione del marco tedesco …

aorlansky60
Scritto il 14 dicembre 2017 at 13:47

@ alexandersupertramp 17:26

Mi hai frainteso. Io rispondevo ad un commento precedente…

La mia risposta precedente alla quale ti riferisci non era certo una critica rivolta nei tuoi confronti, semplicemente avevi scritto una frase di buon senso (“Nessuno ha la sfera magica per prevedere con esattezza cosa e quando succederà”) alla quale avevo trovato spunto per una mia risposta.

:-)

puntosella
Scritto il 14 dicembre 2017 at 13:49

vi­to_t@fi­nan­zaon­li­ne,

Vito_t

“ho i dati del USD-DEM dal 1971″…

penso che cabierebero sicuramente i coefficienti di calcolo, ma grosso modo
sostanzialmente non cabierebero le traiettorie polari che sono quelle operative
in un discorso di GESTIONE, poi per il TRADING il DataBase storico serve relativamente
e soltanto in occasione di vicinanza dei Punti di equilibrio.

Grazie per la disponibilità, ….poi se vuoi, puoi sempre inviarli al
Capitano che me li farà avere e cosi li metteremo sotto
la pialla per vedere quante tavole escono e\o quanta segatura…eheheh
Grazie di nuovo.

alexandersupertramp
Scritto il 14 dicembre 2017 at 17:26

aor­lan­sky60,
:)

stanziale
Scritto il 14 dicembre 2017 at 20:26

scusate torno ai gravi fatti di geopolitica sempre negativi per noi: secondo me la decisione di Berlusconi di non dimettersi quando lo costrinsero a bombardare la Libia , e quindi il plateale tradimento italiano(grazie Napolitano, oltretutto capo delle forze armate) , e’ stato un atto disastroso per gravita’ . Morale, politica, e alla fine tutto si riverbera nell’economia. Si, simile al Re che abbondono’ l’esercito nel 1943. L’ho sempre pensato, purtroppo avevo ragione. Mi ricordo ancora la rabbia che avevo quando partirono i francesi, gli avrei mandato i nostri caccia contro, che tanto li avrebbero mandati giu’ a quei vigliacchi merdosi, come gia’ fecero a Ustica. Anzi, intervenire era un obbligo italiano in base agli accordi. Dopo ( non commento neanche la politica successiva dei governi pd….lacche’ ed inesistenti) non abbiamo piu’ recuperato, e siamo ora all’epilogo probabile http://federicodezzani.altervista.org/accordi-onu-agli-sgoccioli-parigi-mosca-lanciano-lopa-sulla-libia/

sd
Scritto il 14 dicembre 2017 at 21:37

nol­dor@fi­nan­za,

Noldor forse hai frainteso, sicuramente non ti considero un talebano. La mia era solo una provocazione, niente di più e niente di meno.
Se hai fatto un ottimo investimento con il BTC sono contento per tè…..in questi casi, dalle mie parti, si dice magari avessi guadagnato il doppio e io il tuo.

Quello che intendevo dire è che il Bitcoin non sono “noccioline” e non sono un investimento per tutti. Ma lo sai che qualche conoscente mi ha chiesto se conosco il BTC e come si fà a comprarlo e guadagnarci !!! (proprio a mè la chiesto hehe); persone normali e non esperte di finanza speculativa……probabilmente saranno loro a lascairci le penne con i BTC.
Se non sei un talebano lo saprai che in finanza niente si crea ma tutto si “trasferisce”.

Io conosco i miei limiti le mie possibilità e quanto TEMPO ho da dedicare all’economia e finanza……..e sicuramente gli esperti del settore dovranno sudare 70 camice prima di “trasferire” i miei investimenti………dovranno farlo di persona e con la forza fisica.

Un saluto

SD

puntosella
Scritto il 15 dicembre 2017 at 19:28

ve­le­no50@fi­nan­za,

Oggi non dovrebbe essere bull $.Tutte le monete picchiano $.Secondo te ci possono essere delle probabilità che la moneta americana venga messa un po alla volta alla porta.ciao notte
ve­le­no50@fi­nan­za,

Veleno, il dollaro al momento viaggia in un cuneo formato da un Punto di Equilibrio
ascendente che passa a 1.1402 ed uno discendente che passa a 1,2284.

La rottura dell’ascendente lo proietta sull’altro Punto di Equilibrio che proviene
dai Minimi di Marzo 2015 e che segna 1,0837

il Sistema che uso non fa PREVISIONI, ma PROIETTA quelle che sono
gli scostamenti massimi, sia positivi che negativi, dalla sua Velocità Media.

Ed a proposito di Velocità medie , ricordo che se ne possono costruire più di
una sullo stesso intervallo.

Ti allego grafI su barra Daily

puntosella
Scritto il 15 dicembre 2017 at 19:41


Sempre USDEUR

E’ calcolato il Puntosella che ci porteremo per tutto l’anno finanziario, iniziato stamane ore 09.30:00:001
orario AMERRIKANO

Gianluca
Scritto il 16 dicembre 2017 at 10:19

Per ciò che leggo io se dow supera 25650
2018 va a 32 circa , ritesta… poi 40
Purtroppo
Troppi dubbi = up

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Ftse Mib: l'indice italiano tenta il rimbalzo in avvio, dopo il forte calo registrato a partire dal
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Il Consiglio dei Ministri si è riunito lunedì 15 ottobre 2018, alle ore 19.31 a Palazzo Chigi,
  La grande correzione che stiamo vedendo a Wall Street va ad anticipare quelli che sono gli
Analisi Tecnica Da quanto era forte la pressione ribassista l'area critica di supporto 20230-20260
Forse qualcuno di Voi se lo ricorda, lo scorso anno abbiamo scritto un post che prendeva in cons
Stoxx Giornaliero Buonasera, per non perdere il filo del racconto sullo Stoxx, riporto questo
DJI Giornaliero Buongiorno, finalmente abbiamo degli elementi nuovi che riguardano lo storico
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec