BRIDGEWATER: ATTACCO ALL’ITALIA!

Scritto il alle 11:21 da icebergfinanza

Risultati immagini per bridgewater hedge fund

Nulla di particolare, nessuna novità era già successo nel 2011 e all’inizio del 2016 con il bail-in, loro non fanno che il proprio lavoro, hanno ricevuto l’informazione riservata dalla BCE, sanno che i risparmi degli italiani sono stati in buona parte indirizzati li e si preparano a razziare le banche e assicurazioni italiane…

Maxi-puntata di Bridgewater sul ribasso di Piazza Affari

La settimana scorsa il più grande finanziere del mondo, Warren Buffett, ha scommesso sull’Italia, comprando il 9% di Cattolica. A distanza di una settimana, tuttavia, il più grande hedge fund al mondo Bridgewater Associates, ha scommesso 713 milioni di dollari sul ribasso delle azioni di cinque banche e una compagnia assicurativa italiana: Intesa Sanpaolo, UniCredit, Banco Bpm, Bper e Ubi e Generali. Si tratta «scommessa più ampia in Europa» fatta dal fondo speculativo.ore di un inasprimento delle regole Bce sui crediti deteriorati ha scatenato forti vendite sulle azioni delle banche italiane. Ciò sta premiando i fondi che hanno assunto posizioni ribassiste sulle banche italiane, come, emerge dai file sulle posizioni nette corte della Consob, gli hedge Marshall Wace, Oceanwood Capital Management, Aqr e Pdt Partners.

Bridgewater, che gestisce circa 160 miliardi di dollari di asset, ha assunto posizioni ribassiste anche su Prysmian (0,51%) ed Enel (0,5%). Le posizioni corte nette del gestore americano ammontano allo 0,5% del capitale di Generali, allo 0,61% di Banco Bpm, allo 0,51% di Bper, allo 0,5% di Intesa, allo 0,51% di Ubi e allo 0,61% di Unicredit. «Devo dirvi che secondo me perderanno una significativa opportunità di fare soldi con queste buone azioni italiane», ha commentato il consiglier delegato di Intesa, Carlo Messina. (R.Fi.)

Si certo Messina, come quando Renzi suggeriva di comprare MPS, un buon affare!

Risultati immagini per mps renzi

Ma Messina è quello che al bar metteva in giro la voce di essere interessato a Generali?

“Messina come un ragazzino al bar”

Scherzi a parte, direi che ne abbiamo abbastanza per stare in guardia, visto che dalla BCE non giungono buone nuove, sai Bellezza, non c’è nessuna bolla in giro e sui crediti bisogna fare molta attenzione…

Draghi: il problema Npl c’è e va affrontato

 Per il presidente della BceMario Draghi la ripresa è ampia e «soddisfacente». «I mercati non sono in una situazione di “bolla”» e «non vedo un aumento drammatico del debito pubblico nell’area euro», afferma il presidente della Bce da Washington, sottolineando che è un «buon momento per procedere» con il risanamento dei conti. A proposito del cosiddetto “addendum”, il documento della Bce che si occupa di Npl, Draghi afferma che si tratta, appunto, di un documento per la consultazione: l’industria e gli altri attori daranno il loro parere. Il problema degli Npl è «qui e deve essere affrontato. La Bce ha pubblicato un documento e chiesto commenti».

Bce: nessun obbligo extra per le banche

Se perfino quelli della Bocconi, si spingono a dichiarare morto l’ultimo pilastro di una costruzione le cui fondamenta sono in una palude, ovvero l’unione bancaria…

Hanno vinto i tedeschi: l’assicurazione europea dei depositi non si farà. Così si dà l’addio al completamento dell’Unione bancaria. In arrivo nuovi esami per le banche e forse il bail-in per i titoli pubblici. Per l’Italia tempi duri all’orizzonte?

Cambio di rotta della Commissione

Ormai è ufficiale: il terzo tassello della Unione bancaria, cioè l’assicurazione europea dei depositi, non arriverà mai. La proposta presentata dalla Commissione l’11 ottobre, anche se richiama nel titolo il “completamento dell’Unione bancaria”, segna di fatto la resa alla linea tedesca: l’assicurazione comune dei depositi non s’ha da fare.

La proposta della Commissione prevede infatti che il futuro European Deposit Insurance Scheme (Edis) faccia solo prestiti ai sistemi nazionali di assicurazione dei depositi, qualora abbiano esaurito i loro soldi. Non ci sarà quindi alcuna condivisione delle perdite

Assicurazione europea dei depositi: indietro tutta

Voi fate un po come volete, io sono un ottimista ben informato!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.3/10 (21 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +15 (from 15 votes)
BRIDGEWATER: ATTACCO ALL'ITALIA!, 9.3 out of 10 based on 21 ratings
17 commenti Commenta
idleproc
Scritto il 16 ottobre 2017 at 14:33

E’ vero, come altri in precedenza, è un “atto di guerra” ma nella percezione comune la “finanza” non è percepita anche come “arma da guerra”.
Vedremo cosa faranno quei salami che albergano in parlamento a conto spese nostro.

barbagianni
Scritto il 16 ottobre 2017 at 16:16

Secondo logica stanno preparando una manovra all’acqua di rose,sai c’è il pericolo del populismo e presto le votazioni.Poi subito dopo,quando nessuno avrà i numeri per governare (vedi legge elettorale fatta apposta) ci appiopperanno un altro bel governo tecnico.

embi
Scritto il 16 ottobre 2017 at 19:01

C’é Marietto pronto, dopo il cappottamento che subiremo durante il governo tecnico. D’altronde dal 2019 è libero da impegni
barbagianni@finanza,

apprendista
Scritto il 16 ottobre 2017 at 20:00

OT: Nel blog i toni si sono alzati pesantemente e riflettendo credo di avere una certa responsabilita’, quindi oltre che darmi una regolata chiedo ufficialmente scusa, oltreche’ ovviamente al padrone di casa,a tutti i compagni di viaggio.
Saluti a tutti

signor pomata
Scritto il 16 ottobre 2017 at 21:24

https://vimeo.com/167632962

stanziale
Scritto il 16 ottobre 2017 at 23:11

Grazie all’ingordigia e prepotenza tedesca alla fine vincono sempre gli Usa: prima, seconda e terza guerra mondiale(le 3 guerre civili europee): La bce franco tedesca attacca le banche italiane; gli Usa quelle europee, cioe’ quelle franco tedesche…http://vocidallestero.it/2017/10/15/handelsblatt-una-nuova-soglia-del-dolore-per-le-banche/
infatti non saro’ certo io, non saranno italiani ed altri europei a piangere, se andranno in malora le banche tedesche e francesi…mal voluto non e’ mai troppo.

PG
Scritto il 17 ottobre 2017 at 03:43

ap­pren­di­sta@fi­nan­za,

Ciao Apprendista, uno dei motivi x cui ritengo il blog di Andrea unico è che oltre alle magistrali chicche che ogni giorno ci lascia il Capitano e alla consapevolezza che ci dona, esistono compagni “etici” personaggi ormai smarriti nella società di oggi. Andrea ha il grosso merito di aver selezionato con il suo esempio una tipologia di lettori che mettono il rispetto tra individui ai primi posti, prima ancora delle preoccupazioni x i risparmi sudati di una vita che 4 delinquenti vogliono sequestrarci (con le peggiori scuse)…Le tue scuse ti fanno onore e fanno capire quanto sia importante a volte riconiscere un errore che ci puó stare. È difficile farlo e proprio per questo noi qui tutti facciamo la differenza col resto del mondo là fuori. Un giorno qst coesione ci servirà e ci sentiremo fortunati ad averla. Buon proseguimento

signor pomata
Scritto il 17 ottobre 2017 at 07:13

PG,
Tutto vero, padrone di casa e ospiti spesso speciali.
Unico problema che dopo anni sta emergendo è che la consapevolezza a un certo punto dovrebbe portare a tentare di cambiare il corso degli eventi o almeno provarci.
Un problema che a un certo punto diventerà importante.
Lo si riscontra anche nel blog di bagnai, lo dico perche molti qua lo seguono da tempo.
In pratica pur essendo evidente che ti vogliono fottere non si riesce a trovare soluzioni o appoggi esterni pet sovvertire la situazione.
E il tempo passa……..

icebergfinanza
Scritto il 17 ottobre 2017 at 08:48

Abbraccio… è questo che rende questo blog un po speciale! Andrea

ap­pren­di­sta@fi­nan­za,

aorlansky60
Scritto il 17 ottobre 2017 at 09:45

@ SignorPomata

la consapevolezza a un certo punto dovrebbe portare a tentare di cambiare il corso degli eventi o almeno provarci.

giusta considerazione questa;

ma il fatto è che, come sembra, siamo ancora troppo pochi (per CONSAPEVOLEZZA e di conseguenza INK….RA verso il sistema) per potere pensare di cambiare lo stato delle cose attuali.

Il sistema possiede armi potenti a propria disposizione – prima tra tutti editoria media e propaganda con i quali si è costruito quella AUTOREVOLEZZA e CREDIBILITÀ assai difficili da scalfire per chiunque, prima ancora di riuscire a modificarle a vantaggio di una comunità assai più estesa di quanto lo sia attualmente.

Per pensare di poterlo fare, occorrerebbe ESSERE IN TANTI e MUOVERSI COMPATTI IN UN UNICA DIREZIONE.

Cosa che NON vedo ancora essere. Evidentemente, non siamo ancora stati “cotti al punto giusto” da avere raggiunto il livello “RAGE-HARD” che è la scintilla da cui parte ogni RIVOLUZIONE POPOLARE [come STORIA insegna] unico vero mezzo per distruggere un sistema che non si ritiene più corrispondente alle esigenze della maggioranza, ovvero del popolo stesso.

E ne ho piena conferma quando sposto la vista sull’Italia : considerare che, da ultimi sondaggi, il pd goda ancora di un 27% di preferenze, nonostante quanto sia riuscito a fare negli ultimi 5anni A DANNO DEI CITTADINI ITALIANI, non mi fà prevedere nulla di buono in prospettiva futura, soprattutto per quanto riguarda la SALVAGUARDIA DELLA NOSTRA SOVRANITÀ -o quel poco che ancora è rimasto- dall’ingerenza esterna che un paese come il nostro deve temere sia dalla UE che dai paesi che in essa comandano davvero, senza bisogno di doverli nominare.

tirlusa
Scritto il 17 ottobre 2017 at 14:27

Non so a voi ma a me quest’area a fenice ha proprio rotto i coglioni. Uno ci spera sempre che il sistema si possa redimere con qualche legge ad ok che regolamenti i mercati rendendoli luoghi più dignitosi ma purtroppo non c’è niente da fare, dovrà per forza di cose finire malissimo. Più si eccede più rovinosa sarà la caduta. Ma notizie di John ludd?

PG
Scritto il 17 ottobre 2017 at 16:46

si­gnor po­ma­ta@fi­nan­zaon­li­ne,

Ciao e capisco il tuo pensare, ma quotidianamente vedo la maggior parte della gente ancora fare i fatti propri, vuoi perché hanno qualcosa da perdere (in Italia non vige lo stare bene da soli quanto stare leggermente meglio del proprio vicino) vuoi perché non ci arrivanoa certe situazioni ormai ommersi in una realtà completamenet fatta dai mass media, dai social, dalle [email protected]@ate. Faccio parte di un movimento che cerca di portare ai colleghi (peraltro tecnicamente dovrebbero essere più informati della media) istanze cercando di far aprire gli occhi e soprattutto di far casino a Roma con manifestazioni o anche con articoli o parlando direttamente con sottosegretari o viceministri. La risultante credi a me è che solo un evento straordinariamente brutto porterà di nuovo in auge i bisogni primari. La politica oggi è fatta dall’economia op meglio da quei 4 che comandano il mondo e o per riffe o per raffe riescono nel loro intento. Sky per citarne una se fossimo un paese con i [email protected] non dovrebbe fare 1 abbonato .. invece chi non ha sky è considerato uno sfigato, uno che non ha neanche quelle 70 80 euro mese per vedersi la tv a pagamento… ma de che parlamo? E poi citiamo la crisi. Se non hai ultimo iphone ci vergogniamo di tirar fuori un telefono normale (te lo dico con cognizien di causa perché ne ho per scelta uno nokia da 24 euro che va benissimo e con il quale ci telefono 10 ore di fila) . Oggi siamo in una società dove i diritti dei cani sono di molto superiori a quello degli anziani o dei poveri veri, ove la teoria del gender deve rappresentare la nuova colonna portante della società in embrione di individui metà uomo e metà macchina che si sta creando. Lessi un libro di David Icke 20 anni fa che (e per fortuna che gli davano del matto …visto alcune sue affermazioni non proprio razionali) la moneta elettronica doveva soppiantare quella reale con la scusa dell’evasione e che gli individui avrebbero pagato con chip sottopelle…. bene guarda in Svezia cosa sta succedendo… In pratica se succede un risveglio generale anche esso sarà pilotato perchè voluto dall’alto, solo per questo. Noi non abbiamo possibilità se non sopravvivere nelle migliori condizioni cercando di sfruttare l’ignoranza della massa. Altra nota a nostro favore relativo è che i signori che comandano con la complicità dell’Europa e di questi nostri politici al loro servizio, tenteranno di portarci via gli ultimi risparmi con leggi massacro finanziario dettate e giustificate solo con condizioni di estrema urgenza. Quindi avremo per forza una nuova crisi perché noi in Italia abbiamo ancora da perdere troppo. Quindi basta solo attendere non il se ma il quando. Ovvio, chi non ci dorme è chi ha pochi spicci frutto di risparmi di una vita mentre chi non ha nulla e chi invece ha tanto ( i soliti noti che poi sono gli stessi che son i principali debitori delle banche saltate) non ha nessun problema.

stanziale
Scritto il 17 ottobre 2017 at 18:58

L’altro giorno postai un articolo su cosa combina il paradiso terrestre chiamato ue- area euro a guida franco- tedesca, nei paesi africa sub sahariana e non solo.
Oggi la notizia e’ l’assassinio della coraggiosa blogger maltese, una esecuzione che ricorda quella di Falcone e Borsellino. Altro che mafia italiana. Imposimato scrisse…https://www.rischiocalcolato.it/2017/10/avra-finito-col-fascismo-austriaco-lue-si-occupera-quellanomalia-chiamata-malta.html

dorf001
Scritto il 17 ottobre 2017 at 20:26

stan­zia­le@fi­nan­za,

ciao stanziale. non riuscivo ad aprire il tuo link. allora me lo soon letto su facebook. grrr.. si vine il vomito ed una incazzatura bestia. e ancor di più visto che lo sò da anni, noi saremo (italiani) fottuti. ma sono i vecchi che ci fottono. tutti quelli che votano pd ladro. non c’è niente da fare. io ci provo tutti i giorni a svegliare un vecchio (71 anni) piddino. nulla. lui vede gentiloni come Dio. il meglio. neanche se vine giù DIO dal cielo ci crederà mai. che questa europa è merda pura. che siamo messi malissimo. ma per lui va bene, eccome. mai andata meglio negli ultimi 20 anni, cosi mi ha detto. fibchè c’è gentiloni la pensione è sicura. capisci come ragionano? io che a 54 anni non ho lavoro …se ne fottono. ogni 2-3 annni mi tolgono il lavoro. ci andrò mai in pensione? quando mai potrò stare tranquillo?? e se ti assumono sempre per 2 3 anni, poi ancora a casa. tutto cosi’ fino a 70 anni. come si fa a vivere cosi’? ti vien voglia di scappare via. ma se non hai nessun soldo non lo puoi fare!! allora…..come la mettiamo?

va beh passo e chiudo.
BY DORF

omnia_funds
Scritto il 17 ottobre 2017 at 20:50

Le rette parallele….
Spaziamo in po’ e ritorniamo alla matematica e alla geometria o trigonometria in finanza!
Uno studio che mi ha accompagnato in questo bull market è la determinazione di almeno due massimi e due minimi da poter identificare come trend.
Ora, se andiamo ad unire i minimi del 2009 con i minimi di gennaio/febbraio 2016 otteniamo una retta, se poi la sovrapponete ai massimi di dicembre 2014/febbraio 2015 otterrete….che i prezzi , in questo caso dello SP500, sono proprio a ridosso dei prezzi attuali …Se poi provate a sovrapporre questa retta, come una sorta di regressione lineare , a qualsiasi movimento all’ interno di questo canale essa farà ora da supporto ora da resistenza. Un bel giocattolo!!!
Forse…forse qualche punticino lo perdiamo, il condizionale è d’obbligo!!
Infatti stesso paragone con il più datato DJ emerge una rottura,conferma e fuga di tale indice ma solo da settembre fino ad ora…a quanto pare il settore industriale ha una forza relativa maggiore.
Se poi andiamo a disturbare Fibonacci come proiezione la cosa è ancora più entusiasmante!!
Cosa se ne può dedurre da tutto ciò….onestamente alzerei l’attenzione, ma forse servirà a poco!!
Saluti..

tirlusa
Scritto il 17 ottobre 2017 at 21:36

Potresti postare il grafico?
om­nia_­funds@fi­nan­za,

capitan_harlok
Scritto il 18 ottobre 2017 at 21:53

Per fortuna 😅 che in post precedenti qualcuno scriveva che in ottobre ne avremo viste delle belle , i fatti al momento ci danno nuovi massimi e sembra che l’araba fenice voli ancora alta su un mercato Toro che anche se un po’ stanco continuerà verso ulteriori massimi fino alla fine dell’anno altro che crolli e rintracciamento buana serata a tutti 🤣

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Oggi aggiorno la situazione ciclica dell’indice americano S&P 500. I canali di lungo period
Oggi vorrei fare una riflessione su un concetto che ho letto ieri, scritto da un trader in Italia co
Aggiornando l’analisi di lungo periodo dell’indice Hang Seng attraverso il battleplan Ventennale
Come già detto ieri lasciamo da parte la fantasia e concentriamoci su quello che farà la giuri
FTSE Mib: Il listino italiano testa in apertura la resistenza a 22.261 punti. Ieri infatti, dopo 9
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Prelievi senza carta, pagamenti tramite app e bonifici istantanei. Sono solo alcune delle evoluzioni
Malgrado la sua giovane età, il BitCoin si è già reso protagonista di diverse avventure. È p
PREVISIONE Come da previsione scorsa tra venerdì e oggi, lunedì 20 Novembre 2017, sar
Piazza Affari. Inizio di settimana difficile per l’indice FTSE Mib, che dopo poco più di un’o