AUSTRIA: IL 60 % HA VOTATO IL PROGRAMMA DELLA DESTRA NAZIONALISTA

Scritto il alle 09:24 da icebergfinanza

Ieri in Austria. il risultato è stato uno solo, inequivocabile.

Il partito di Kurz ha dominato le elezioni, con quasi il 32 % e l’ultra destra nazionalista sale di circa sei punti vicina al 26 %, un risultato che fa dire ironicamente a Strache che quasi il 60% degli austriaci ha votato per il programma della Fpoe.

Noi ci fermiamo qua, la nemesi continua, aver consegnato l’Europa dei popoli, la sua anima, le sue tradizioni in mano alla finanza, al capitale e alle multinazionali, aver costruito questa Europa puntando tutto su una moneta, significa aver scommesso contro la storia.

Nel fine settimana, un solo dato interessante, l’ennesima dimostrazione che l’inflazione salariale è morta e sepolta, che non c’è alcuna speranza di vincere questa battaglia.

In molti hanno la memoria corta, ma mentre il mondo intero scommetteva sulla reflazione, sull’esplosione dell’inflazione sotto la presidenza Trump, noi siamo stati gli unici che scientificamente abbiamo smontato pezzo per pezzo l’ennesima illusione.

Gli ultimi dati sono inequivocabili!

[Chart]

Inflazione core, depurata dalle componenti volatili come energia e alimenti, quella alla quale guardano le banche centrali è morta e sepolta insieme ai salari…

Questo è il primo calo mensile consecutivo del salario reale a partire da aprile 2014 …

 

Sino a quando non vedremo un aumento ciclico sostenuto dei salari, i rendimenti non saliranno mai, rassegnatevi, mettetevi il cuore in pace, ragionate con il vostro cervello e lasciate che qualche inutile banchiere centrale o qualche dotto, medico o sapiente continui a raccontarvi che la crisi è finita e che prima o poi l’inflazione salirà.

Consiglio a tutti di prendere seriamente la storia e l’analisi empirica, sbagliare strategia in questo delicato frangente, sarebbe imperdonabile.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (13 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +11 (from 11 votes)
AUSTRIA: IL 60 % HA VOTATO IL PROGRAMMA DELLA DESTRA NAZIONALISTA, 10.0 out of 10 based on 13 ratings
9 commenti Commenta
phitio
Scritto il 16 ottobre 2017 at 09:57

Un altro passo verso la dissoluzione della EU. CHe iniziera’ dalla Germania, come detto, perche’ quando c’e’ qualcuno che vuole staccarsi da una unione, come i fatti hanno dimostrato con la Catalogna, e’ sempre quella parte che e’ piu’ ricca del resto, e pensa che a stare da soli ci si liberi da perdite e zavorre (che poi questo ragionamento sia una illusione, lo si scopre solo dopo).

aorlansky60
Scritto il 16 ottobre 2017 at 10:18

@ Phitio

Per come vanno le cose in UE da anni, per meglio dire per come i tedeschi le hanno modellate in linea con i loro INTERESSI, sarebbe sorprendente vedere la Germania andarsene per prima, dato che l’UE le fa TROPPO COMODO (per tutta una serie di motivi che non stò qui ad elencare, ne cito solo uno : LA GRANDE GENEROSITÀ DEGLI ITALIANI A VERSARE DI TASCA LORO 125 MILIARDI DI €URO NEL FONDO ESM di cui non avranno alcun ritorno… e potrebbe non essere finita : i tedeschi hanno in progetto di spremere ulteriormente le tasche degli italiani, ben conoscendo le virtù private di questi, adducendo motivazioni che conosciamo tutti, per quelli bene informati…),

salvo considerare che i tedeschi, come la storia ha già ampiamente testimoniato, possono essere qualche volta MOLTO ma DAVVERO MOLTO STUPIDI, e allora non mi sorprenderei a vederli peccare di presunzione, decidendo di recidere il patto che li lega alla UE…

madmax
Scritto il 16 ottobre 2017 at 19:01

Chissa’ scommetto che da qualche parte ci sara’ qualche masochista contento, ma gli vorrei ricordare che pure lui se Friulano o Lombardo o Veneto e’ un terrone rispetto agli austriaci, che non se ne rallegrino troppo…

laforzamotrice
Scritto il 16 ottobre 2017 at 21:28

aorlansky60,

Conoscendo le virtù private di questi? 😂😂😂
Sai che siete divertenti? Come può uno stato essere uno schifo, mentre i cittadini che lo compongono hanno virtù private.😂😂😂

gainhunter
Scritto il 17 ottobre 2017 at 13:51

madmax,

Luogo comune e provocazione classica per chi non ha argomenti contro il desiderio di autonomia/indipendenza/secessione di Lombardi, Veneti, Friuliani, semplicemente perchè non può averne. Sono decenni che la questione non cade più sulla questione “etnica” (“terroni”) ma soprattutto sull’amministrazione centrale. Ti piacerebbe se qualcuno venisse a casa tua a amministrare le entrate lasciandoti libero di decidere come spendere quello che ti lascia dopo aver preso la sua parte? Questo è quello che succede in Italia (un po’ come il pizzo), è ovvio che Lombardi, Veneti e Friuliani siano un pochino arrabbiati, soprattutto da quando, grazie a crisi e UE, per continuare a essere “solidali” (io direi “coglioni”) sono costretti a emigrare in UK e Germania.

aorlansky60
Scritto il 17 ottobre 2017 at 14:32

In relazione ad ultimi interventi (pro o contro autonomia) :

C’è un discreto numero di Comuni del nord Italia che, in nome del “patto di stabilità”, NON possono spendere le proprie risorse come ritengono più opportuno (nell’interesse dei propri cittadini); non mi risulta che al sud italia, guarda caso, ci sia un numero di Comuni così virtuosi (a dire il vero, il “patto di stabilità” è stato concepito proprio per NON FARE ANDARE A FONDO un bel numero di Comuni del sud che senza il sostegno del Nord avrebbero destino segnato = DEFAULT assicurato in breve tempo); che noia dovere ripetere sempre le stesse cose e gli stessi concetti, purtroppo così è, che piaccia o meno.

gainhunter
Scritto il 17 ottobre 2017 at 20:24

aorlansky60,

Esempio perfetto di come regole uguali per realtà diverse non possono andare bene !
Sono i fatti che parlano.
Il concetto è che vogliamo fare da soli perchè il governo centrale, anche se fosse capace di governare come si deve, e se conoscesse le caratteristiche e le esigenze dei vari territori, non potrebbe fare regole efficaci per tutti. E’ come bloccare le euro 4 a Bari o Trieste perchè a Milano il PM10 ha superato i limiti.
Fin quando si fingerà di non vedere che Nord e Sud sono “stati” diversi, tentando di proseguire l’obiettivo fascista di “fare gli Italiani” negando l’evidenza di 2 millenni di storia, non si potrà governare in modo efficace.
E poi se sull’autonomia sono tutti d’accordo (destra inclusi Fratelli d’Italia, PD, M5S) qualcosa vuol dire…

madmax
Scritto il 17 ottobre 2017 at 23:19

gainhunter,

Aahaha curioso, gli yankee dal 1945 hanno riportato la mafia in Italia, hanno chiesto chi chiudere l’Eni per vendere il loro petrolio, hanno fatto le trame piu’ losche, creato organizzazioni paramilitari come Gladio e mi dici di comandare in casa propria? La realta’ becera e bassa e’ che con le autonomie locali si mangia e tanto, i leghisti partiti da Roma ladrona hanno imparato bene come si fa, leggi MOSE a Venezia, ed ora che pure gli stelloti sono al potere la marmellata gli si attacca addosso. Vuoi che vada avanti? Tutta questa voglia di staccarsi della catalogna serve anche per dimenticare quello che fece il governatore precedente ed il ritrovamento dei suoi conti ad Andorra…dici comandare a casa propria? Guardati i video fatti per il colpo di stato in Ukrainane quelli sulla Catalogna!!! Uguali, coincidenze? Opera di agenzie psyops poindici comandare a casa propria:

https://elpais.com/elpais/2017/10/17/hechos/1508231949_243146.html

gainhunter
Scritto il 18 ottobre 2017 at 07:58

madmax,

E l’Italia è stata fatta dai Savoia in combutta con gli Inglesi… e allora?
Ragioniamo a tutto bianco/tutto nero o c’è anche tutta la scala di grigi?
Cosa c’entrano i condizionamenti esterni con il fatto che le decisioni vengano prese a Roma o a MIlano? Non venire a dirmi che l’Italia non decide come e dove spendere, quali tasse mettere, quali regole osservare nei diversi settori della vita quotidiana. Il fatto che ci siano dei condizionamenti esterni (ogni tanto) non vuol dire che bisogna rinunciare a prendere decisioni giorno per giorno su tutto quello che poi regola concretamente la nostra vita.
Sulla corruzione, ti ringrazio di avermi ricordato che l'”homo politicus” ha la corruzione nel dna, sai, me l’ero dimenticato.
:)
Ma le stime della corruzione, MOSE e altre opere pubbliche comprese (che come ben sai attirano corruzione e lievitazione di costi e tempi ovunque nel mondo), regione per regione mostrano come al Nord sia decisamente inferiore rispetto al Sud. E quando tutto era in mano al governo centrale era ancora peggio (le innumerevoli infrastrutture mai finite, i buchi enormi nella sanità e nell’inps, ecc.). La realtà è che la corruzione c’è sempre, magari in misura diversa, e si combatte con la trasparenza; poi se il vasetto di marmellata è più piccolo è più facile controllare se la marmellata manca.
Ma questo non ha niente a che fare con il fatto che tutti i politici lombardi e veneti siano d’accordo per avere più autonomia: certo, alcuni vorranno la marmellata ma è innegabile che è più facile e efficace governare e investire (e quindi competere con gli altri in Europa) se si hanno i soldi, soldi che in regioni estere vengono trattenuti sul territorio per un ordine di grandezza superiore che da noi.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Oggi aggiorno la situazione ciclica dell’indice americano S&P 500. I canali di lungo period
Oggi vorrei fare una riflessione su un concetto che ho letto ieri, scritto da un trader in Italia co
Aggiornando l’analisi di lungo periodo dell’indice Hang Seng attraverso il battleplan Ventennale
Come già detto ieri lasciamo da parte la fantasia e concentriamoci su quello che farà la giuri
FTSE Mib: Il listino italiano testa in apertura la resistenza a 22.261 punti. Ieri infatti, dopo 9
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Prelievi senza carta, pagamenti tramite app e bonifici istantanei. Sono solo alcune delle evoluzioni
Malgrado la sua giovane età, il BitCoin si è già reso protagonista di diverse avventure. È p
PREVISIONE Come da previsione scorsa tra venerdì e oggi, lunedì 20 Novembre 2017, sar
Piazza Affari. Inizio di settimana difficile per l’indice FTSE Mib, che dopo poco più di un’o