IL RITORNO DEL FANTASMA FORNERO!

Scritto il alle 10:45 da icebergfinanza

Risultati immagini per fornero

Ve la ricordate Miss Frignero, ops scusate Fronero, si quella che durante il governo Monti suggeriva che…

: ”I giovani non devono essere troppo ‘choosy’ 

…oggi i giovani italiani non sono in condizioni di essere schizzinosi, diceva in questa valle di lacrime!

Choosy, bamboccioni, sfigati e ora inoccupabili

Se non ricordo male, la signora Fornero è l’esecutrice di quella criminale riforma delle pensioni impostaci con una letterina da parte della BCE nel lontano e ormai famigerato 2011, si quella che si è inventata pure il meccanismo delle aspettative di vita, dimenticando quello della qualità.

Fornero: ‘No a riduzione età pensionabile: i costi li pagherebbero i giovani’

Nella puntata di questo lunedì 28 agosto di “In onda” su La7 è intervenuta Elsa Fornero, docente universitaria ed ex ministra del Lavoro, la quale si è soffermata su alcuni temi di attualità economica. Ecco le parti salienti di quello che ha detto. 

‘Riduzione età pensionabile darebbe vantaggi alle generazioni presenti ma svantaggerebbe i giovani’

Sulla possibile proposta che alcuni esponenti politici stanno facendo per la riduzione dell’età pensionabile, la Fornero ha detto: “Io vorrei vedere nel Paese un dibattito meno concitato e più chiaro per le persone: ad esempio chiariamo che la Ragioneria dello Stato non può porre alcun veto a Governo e Parlamento, ma solo fare analisi che si basano su modelli consolidati e verificati in ambito europeo; quello che essa dice non è verità assoluta ma semmai uno scenario ragionevole.

 Nel nostro Paese ogni volta che si affronta il tema #Pensioni, la discussione diventa esagerata e con delle discussioni verbali che sarebbe meglio evitare. (…) Bisogna fare capire alle persone che con questo nuovo metodo, quando la vita si allunga è normale che anche l’età di pensionamento si deve allungare.

‘Troppo populismo: mi hanno indicata come colpevole’

Voglio ricordare comunque che l’età sostanziale di pensionamento oggi in Italia è fra le più basse in Europa, sono cose che vanno dette perché altrimenti si crea nelle persone l’illusione che si possa avere tutto senza pagarne il prezzo e magari facendolo pagare ad altri”.

‘Si dovrebbero spendere più risorse per occupazione dei giovani e non ancora per il sistema previdenziale’

Bene fermiamoci qui, perché una che dice che che si dovrebbero spendere più risorse per i giovani tenendo le persone al lavoro per almeno 65/70 anni fa finta di non capire o proprio non ci arriva. Non ho intenzione di camminare su un terreno minato come quello delle pensioni, minato da anni di privilegi e saccheggi politici, fatto di pensioni d’oro e vitalizzi, di baby pensionati e via dicendo, ma preferisco concentrarmi sul presente ovvero…

 “Dobbiamo ridurre il debito pubblico, perché esso è una nube sul nostro futuro: lo dice anche Mario Draghi. Noi abbiamo fatto delle scelte difficili ma necessarie, che i politici non volevano fare”.

Ora prima di continuare a dire fesserie o avviare argomenti da bar sport, suggerisco solo una riflessione, su quella che qualcuno potrebbe definire priorità in un Paese nelle condizioni dell’Italia, cancellando la facile demagogia di chi continua a parlare di debito pubblico e salva le banche, tirando fuori quando serve…

Banche, il governo vara il fondo da 20 miliardi: salva Mps

Ehi bellezza, non è populismo o demagogia è la realtà, quando si tratta di banche si trovano subito 20 miliardi per aumentare il debito pubblico, ma si fa fatica a trovare qualche miliardo per il terremoto o dare lavoro ai giovani o migliorare il sistema pensionistico.

Su dai non fare così, loro sono specialisti nel gioco delle tre carte, suvvia non vorrai mica che ti parlino di sovranità monetaria…

L’apice si raggiunge quando l’allieva parla come il professore, ovvero se ben vi ricordate…

Mario Monti: “La Grecia è il grande successo dell’euro”

… sai le riforme, un’altro grande successo dell’euro…

Elsa Fornero: In Grecia si respira cambiamento positivo

Per chi quotidianamente si beve le camomille che i media italiani somministrano suggerisco di farsi un giretto qui…

IL PIU’ GRANDE SUCCESSO DELL’EURO 

…se non avete tempo e non basta qui…

Nella Grecia ostaggio della crisi, fra ospedali al collasso e miseria 

Roba vecchia? No un articolo della STAMPA uscito a febbraio di quest’anno, un Paese, dove le riforme hanno fatto meraviglie, a si certo nei luoghi di villeggiatura va tutto bene!

C’ un’altra curiosità che vorrei condividere…

Il 28 agosto a In Onda su La7 è andato in scena uno scambio di battute sul tema pensioni tra l’economista Emiliano Brancaccio e l’ex ministro del Lavoro del governo Monti, Elsa Fornero.

Sulle pensioni Brancaccio e Fornero hanno entrambi ragione

Brancaccio ha affermato (min. 11.30): “Noi abbiamo la più alta età di pensionamento al mondo, secondi solo a Grecia e Israele”.

Fornero ha risposto (min. 18.15): “Qual è l’età effettiva media di pensionamento oggi in Italia? Praticamente la più bassa in Europa. Meno di 63 anni”.

Hanno ragione entrambi. Brancaccio infatti parla dell’età a cui si può andare in pensione “normalmente” per legge, prendendo di mira gli innalzamenti di età che – sempre in base alla Legge Fornero, che ha legato l’età pensionabile all’aspettativa di vita – dovrebbero arrivare in futuro.

Fornero invece difende l’impianto teorico della sua riforma, facendo notare che l’età “effettiva” – cioè quella che risulta dalla media reale dell’età dei lavoratori che vanno in pensione – è ancora bassa rispetto al resto d’Europa.

Brancaccio ha ragione, in quanto in base alle statistiche dell’Ocse e della Ue (qui riassunte in un documento elaborato dal servizio previdenziale della Uil), risulta che l’Italia occupi la terza posizione dietro a Grecia e Israele.

Da noi infatti l’età pensionabile è di 66,7 anni per uomini e donne dipendenti nel settore pubblico, e per gli uomini dipendenti nel settore privato. Per le donne dipendenti nel settore privato invece si scende a 65,7 anni.

La Grecia occupa la prima posizione, con 67 anni, sia per gli uomini che per le donne. Israele ci sopravanza in quanto ad età pensionabile degli uomini (67), ma non delle donne (62).

La Germania (65,4 anni), la Francia (62), Il Regno Unito (65 per gli uomini e 62,4 per le donne), la Spagna (65,3), e tutti gli altri Paesi della Ue sono dietro all’Italia in questa classifica. Anche gli Usa (65) e altri Paesi extra Ue – ad esempio Canada (65) o Giappone (65) – sono dietro.

Ovviamente l’argomento pensioni è molto più complesso, quello che volevo condividere è che è ora di finirla di raccontare frottole, quando si vuole o quando serve, ad esempio per le mancette elettorali o per salvare qualche banca, i soldi si trovano sempre, questo Paese non fa nulla per i giovani e la Famiglia e al sottoscritto ribolle il sangue quando vede i nostri giovani lasciare il Paese e qualche furbetto raccontarvi che non c’è alternativa all’immigrazione.

Per il resto in America si prevedono meraviglie per il prossimo dato sull’occupazione sulla base del dato di ieri comunicato dalla ADP, dimenticando che spesso e volentieri è inattendibile e viene quasi sempre smentito dai dati ufficiali che verranno pubblicati venerdì.

L’accelerazione del PIL reale nel secondo trimestre è dovuto principalmente alla ripresa degli investimenti, alle scorte private e alla spesa del governo federale e ad un’accelerazione dei consumi, che ritengo farlocca, ma lascio la parola al tempo, una ripresa parzialmente compensata da una contrazione degli investimenti fissi residenziali e della spesa pubblica e statale e una decelerazione delle esportazioni e meno male che il dollaro è debole!

Ciò che conta in tutti questi dati è che non c’è alcuna traccia di inflazione ZERO ASSOLUTO! Guardandoal l’indicatore di inflazione preferito della Fed, il core PCE,  è rimasto dormiente,  aumentato dello 0,9% nel secondo trimestre, in linea con le aspettative, dopo una crescita dell’1,8% nel trimestre precedente, SOLO 0,9%!

Nel frattempo ieri Hillary Trump è andata nel Missouri a raccontare l’ennesima favola…

Trump pitches tax reform to ‘bring back Main Street’

“Siamo qui oggi per lanciare i nostri progetti per riportare Main Street al centro dell’attenzione, riducendo l’onere sulle nostre aziende e sui nostri lavoratori”, ha detto Trump a Springfield, Missouri.Il fondamento della nostra agenda di creazione di posti di lavoro è di riformare radicalmente il codice fiscale per la prima volta in più di 30 anni”.

In realtà al momento anche se c’è la promessa di una revisione fiscale, non hanno alcun piano e non sarà facile farlo passare visto quello che è successo con l’Obamacare.

I tempi come vi avevamo preannunciato nella nostra intervista ad inizio anno sono eterni, secondo il segretario del tesoro, Mnuchin, la speranza è di farla arrivare sulla scrivania del presidente Trump entro la fine dell’anno.

Nelle prossime settimane in agenda c’è il “debt ceiling” il limite del debito federale da alzare, per evitare un arresto dell’amministrazione governativa e le conseguenze dell’uragano Harvey che ha messo in ginocchio mezzo Texa e in parte la Louisiana.

Suggerisco di non abbassare la guardia, non è finita, non è affatto finita… Kim  minaccia guam, Trump chiude il dialogo

La Corea del Nord promette nuovi missili nel Pacifico dopo il lancio di ieri, che ha sorvolato i cieli del Giappone. Nel mirino torna la base militare statunitense di Guam, nell’Oceano Pacifico. Alle nuove minacce di Kim replica via twitter Donald Trump: “Il dialogo non è la risposta” scrive, “gli Usa hanno dialogato con la Corea del Nord e pagato loro denaro da estorsione per 25 anni”.

Ieri le macchinette, le slotmachine,  hanno finito il loro compito, si sono divertite per mesi, hanno raggiunto il loro obiettivo, ora incomincia il bello…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (13 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +9 (from 11 votes)
IL RITORNO DEL FANTASMA FORNERO!, 10.0 out of 10 based on 13 ratings
30 commenti Commenta
aorlansky60
Scritto il 31 agosto 2017 at 12:02

@ IcebergFinanza

non è populismo o demagogia è la realtà, quando si tratta di banche si trovano subito 20 miliardi per aumentare il debito pubblico, ma si fa fatica a trovare qualche miliardo per il terremoto o dare lavoro ai giovani o migliorare il sistema pensionistico.

Meno male che ci sei Te, Andrea, a cercare di dare un minimo di informazione VERITIERA,

al contrario di quella effettuata dai media di partito (Rai e maggioranza dell’editoria nazionale) che renzi ha totalmente lottizzato in funzione di PROPAGANDA DI REGIME da riversare sull’opinione pubblica italiana.

aorlansky60
Scritto il 31 agosto 2017 at 12:20

Fornero : “Troppo populismo, mi hanno indicata come colpevole

Bisognerebbe sfatare questo mito (che e.fornero si attribuisce) :

m.monti e e.fornero sono solo in parte colpevoli, in realtà sono stati semplici ESECUTORI, di fatto hanno rappresentato IL BRACCIO ARMATO della UE (m.monti; e la fornero BRACCIO ARMATO di monti) nell’applicare in Italia esattamente quanto l’UE aveva indicato loro di fare : in qualità di semplici esecutori, avrebbero potuto nominare il sottoscritto, Gatto Silvestro, mia nonna o “la casalinga di Voghera” che non sarebbe cambiato nulla : si trattava NON di PENSARE DA STATISTA e NON di ELABORARE PIANI DA STATISTI -qualità di cui ne m.monti ne e.fornero sono provvisti- ma semplicemente di ESEGUIRE ALLA CARTA ciò che era stato scritto nelle missive provenienti da Bruxelles dirette al pres.d.Repubblica e alla Pres.d.Consiglio.

Questo anche per smitizzare l’autorevolezza che molti, troppi in Italia tendono a dare a m.monti e e.fornero, di fatto mediocri poco più che meri burocrati asserviti.

Per di più, di fronte al ricatto perpetrato dalla UE nei confronti dell’Italia usando l’arma dello SPREAD sul DEBITO PUBBL, m.monti si è ritrovato un esecutivo di governo a lui totalmente allineato, egli non ha trovato alcuna opposizione o difficoltà nel riuscire ad emettere D.d.l. come quelli ormai noti.

laforzamotrice
Scritto il 31 agosto 2017 at 14:36

La fornero e co. Sono colpevoli non di avere aumentato l età pensionabile, ma di non avere avuto il coraggio,o la forza, di intervenire sui famosi diritti (privilegi) acquisiti di MILIONI di pensionati, ma di scaricare sui giovani tutto il peso della riforma ( tanto da giovani non si pensa alla pensione). Oggi molti diritti dei lavoratori sono semplicemente insostenibili dal mercato, ma piuttosto che ridiminsionarli si preferisce accanirsi sui meno protetti, liberi professionisti, precarizzati e “soci”delle cooperative. Conosco molti “poveri” pensionati che hanno un reddito decisamente superiore rispetto a chi facendo lo stesso lavoro si alza alle 5 di mattina e ciò è assurdo prima che vergognoso. Io vorrei che si pubblicassero tutti gli stipendi e le pensioni pagate dallo stato con i dati relativi, condizioni e versamenti, assenze ecc. Ma sappiamo che non si può, è contro la privacy. Com è che solo chi prende poco sbandiera il proprio reddito? Forse perché molti sanno di approfittare? Pagliacciate.

doge
Scritto il 31 agosto 2017 at 15:11

Certo che nel vedere tutti questi professoroni e magnifici rettori (Fornero, Monti, Boeri, Prodi, Buttiglione, Bindi e compagnia bella) sembra quasi impossibile che i giovani italiani possano avere molto mercato all’estero (a meno che non li facciano diventare appositamente politici per toglierli dalle università)…

omnia_funds
Scritto il 31 agosto 2017 at 16:04

Non entro in merito alla prima parte del post…ma solo per la parte finale ovvero per la parte del mercato Eur/Usd…
il secondo target poco sopra 1.20 è stato raggiunto!! Potremmo discutere quanto vogliamo ma era destinato ad arrivarci. Personalmente avevo acquistato poco sopra 1.18 perché ero e sono convinto che il mercato us equity necessita di una correzione.
Acquistato poi ieri altro Usd alla violazione del testa e spalle in area 1.1940…il target è stato raggiunto oggi…
resto fiducioso nel usd. ..per moviti noti ma la ciclicità ancora non sembra a favore. ..quindi sempre in guardia su questo cambio che potrebbe raggiungere ancora vette più elevate!! E stop Loss sempre attivi…
saluti.

mashimo74
Scritto il 31 agosto 2017 at 16:27

Gentile Sig. Mazzalai,
sull’argomento pensioni non ho voce in capitolo, in quanto amareggiato … sono uno di quelli che, sapendo di non andarci, ha ritirato i suoi contributi di 23 anni di lavoro ed ha deciso di dedicarsi al trading .. almeno se sbaglio pago perchè ho sbagliato io non perchè ha sbagliato la Sig.ra Fornero o il Sig. Prodi a portarci in Europa o etc…
Mi permetta solo una cosa Andrea … vorrei rispondere anche io in merito all’unico argomento che considero di conoscere bene …. l’analisi tecnica e quindi nel suo post sembra che l’obbiettivo di 1.20 nel cambio euro/dollaro sia da lei considerato come target raggiunto, oppure ho capito male.
Apprezzo tantissimo il suo lavoro e la giudico di una competenza estrema ma mi permetta … le analisi cicliche euro/dollaro e dollar index che faccio dicono che l’obbiettivo 1.20 sarà solo il trampolino di lancio per target ben più alti fino a 1.35 . Vedremo dollar index, dopo una discreta risalita, che farà tutti gridare alla ripresa del biglietto verde,sprofondare ben al di sotto della linea di 89$ con estensioni sino a 86/85$.
Solo allora ci sarà la grande ripresa del biglietto verde, quindi attenzione all’operatività perché il timing in borsa è tutto.

Saluti a tutti.
マシモ

icebergfinanza
Scritto il 31 agosto 2017 at 16:31

Quello per il momento è solo il primo obiettivo…
ma­shi­mo74@fi­nan­za,

apprendista
Scritto il 31 agosto 2017 at 18:06

Qualcuno gentilmente ,mi da una interpretazione del seguente”ieri le macchinette, le slotmachine, hanno finito il loro compito, si sono divertite per mesi, hanno raggiunto il loro obiettivo, ora incomincia il bello…” in quanto alla luce dei commenti evidentemente non ho nuovamente capito nulla.
Grazie
Saluti

charliebrown
Scritto il 31 agosto 2017 at 18:20

ma­shi­mo74@fi­nan­za,

Tra l’obiettivo 1 e l’obiettivo 1,35 c’è una bella distanza. Gli asini si inoltrano nei campi minati senza paura. Gli uomini che si avvedono di essere entrati in un campo minato invece un po’ di paura ce l’hanno…anche se sono stati asini a entrarci.
Se qualcuno intuisse in tutto questo una certa sofferenza personale, tengo a precisare che il sostegno l’ho già avuto ieri o ieri l’altro da John Ludd che mi chiarì la sua personale posizione sul dollaro e sull’oro.

omnia_funds
Scritto il 31 agosto 2017 at 18:33

Forse la tua area di arrivo dell usd è un pò troppo elevata per ora …..sia ciclicamente che tecnicamente!!
Per il momento ci dovremmo trovare sul massimo di un annuale partito ormai quasi nove mesi orsono. …se la struttura è a 3 tempi il massimo potremmo averlo già visto, se a 4 tempi …ancora no con target area 1,23 lc e 1,25 lc di più sarà alquanto difficile….
Quindi seguirà chiusura primo annuale che a quanto pare sarà rialzista….purtroppo!!
Per AT …purtroppo ancora forte il trend ….anche se in ipercomprato con divergenza, ma solo su rsi, non ci sono segnali validi per un rafforzamento …se non di breve/issimo periodo. Di contro potremmo avere alla chiusura del mese corrente un doji (equivalenza di forze)… sarà il prossimo mese a decidere le sorti del cambio …se avremo un riavvicinamento ma senza max ulteriori di 1,2070 e la violazione di 1,1660 allora potremmo dichiarare la fine temporanea o meno del trend.. e la chiusura di annuale.
Aperto al confronto…
Saluti.
ma­shi­mo74@fi­nan­za,

icebergfinanza
Scritto il 31 agosto 2017 at 18:39

Aug 31 (Reuters) – The euro and government bond yields fell while stocks rallied on Thursday after Reuters reported that the single currency’s rapid gains are worrying a growing number of ECB policymakers, raising the chance asset purchases will be phased out only slowly.

https://www.google.it/amp/uk.mobile.reuters.com/article/amp/idUKL4N1LH38E

omnia_funds
Scritto il 31 agosto 2017 at 18:57

Un “martello” di fine corsa per WS..?
Sembra che il mese di agosto ci stia regalando un bel pò di indecisione …sia sui cambi che su equity! !
Infatti sullo spoore, che è alle prese con l’area chiave 2.470, si stà configurando un “hammer” mensile….di fine corsa…? Vedremo il prossimo mese….
resta sempre possibile un “inverted hammer” dal proxx mese….ma ormai siamo vicini a una direzione…quale essa sia ognuno ha una sua opinione!!
Saluti.

Gianbattista
Scritto il 31 agosto 2017 at 20:04

aorlansky60,

Speriamo che alle prossime elezioni la gente non abbia la memoria corta …ma sarà l’età , sarà l’esperienza di tanti sogni svaniti ….la vedo davvero dura …..

tirlusa
Scritto il 31 agosto 2017 at 20:34

Andrea ha come obiettivo minimo la parità tra eur e usd. Alla base ci sono considerazioni di analisi tecnica (dollar index ancora rialzista nel medio periodo) e di carattere economico, sfiducia nella sopravvivenza dell’euro come moneta nei prossimi anni (1-2 anni di vita al massimo). Andrea, se ho detto male correggimi.
ma­shi­mo74@fi­nan­za,

tirlusa
Scritto il 31 agosto 2017 at 21:26

http://www.zerohedge.com/news/2017-08-31/get-totally-out-stocks-charles-nenner-warns-us-social-unrest-bigger-problem-north-ko

Sulla stessa lunghezza d’onda del capitano.
Sono preoccupato per John Ludd……io non riuscirei a scalare il K2 neanche se Dio mi regalasse altre 7 vite. Montepellegrino è già troppo per i miei polmoni da fumatore.

mashimo74
Scritto il 31 agosto 2017 at 21:28

Grazie a tutti per i Vostri pensieri ed analisi … Mi fa piacere che sia un argomento molto sentito … Ognuno ha la sua visione quindi mi riservo di conservarmi la mia, derivata da analisi ciclica gann/elliott e sarà bello vedere quello che succederà ma ribadisco il mio concetto: Nel breve accenno di recupero di dollar index, nel medio profonda correzione e chiusura di onda 4 mounthly, nel lungo mi godrò tutta onda 5up di dollar index …

Buon trading e grazie ad Andrea che offre sempre importanti spunti di riflessione.
マシモ

tirlusa
Scritto il 31 agosto 2017 at 21:46

La macchinette, high frequency trading, erano settate per raggiungere 1.2…..ora viene il bello, nel senso che il dollaro recupera.
ap­pren­di­sta@fi­nan­za,

charliebrown
Scritto il 31 agosto 2017 at 22:27

Quanto al cambio euro dollaro io confermo la mia immagine (semplicistica quanto volete) del campo minato, aggiungendo che le evidenti difficoltà del presidente Trump negli USA e la sconfitta della Le Pen in Francia non mi fanno ben sperare per la valuta sulla quale avevo prevalentemente puntato. Questo è ciò che molto semplicemente considero, anche se l’operatività da parte mia non è stata coerente, nel senso che mollare il dollaro dopo le elezioni francesi, o almeno coprirsi, sarebbe stato meglio.

tirlusa
Scritto il 31 agosto 2017 at 22:36

Non coprirsi è un errore. I
char­lie­bro­wn@fi­nan­za,

tirlusa
Scritto il 31 agosto 2017 at 22:40

Non coprirsi è un errore. Io per un certo tempo sono stato coperto, da 1,07 a 1,13 circa….poi ho mollato e me ne pento. Diciamo, non me ne voglia il capitano, che la sicurezza di Andrea mi ha tentato. Comunque in finanza avere certezze è molto difficile, troppe variabili, troppe manipolazioni….un pizzico di prudenza non guasta. Speriamo bene
char­lie­bro­wn@fi­nan­za,

icebergfinanza
Scritto il 1 settembre 2017 at 00:33

Se posso permettermi viviamo tutti di breve termine e il breve termine come spesso ho detto non mi interessa. Buona notte Andrea

aorlansky60
Scritto il 1 settembre 2017 at 08:24

@ Tirlusa :

se serve a ridurre il livello di preoccupazione, in un altro thread (glielo avevo chiesto perchè ero curioso di sapere a quale quota massima contava di spingersi sul K2) John mi ha risposto “vado al campo base avanzato sul lato nord (cinese), circa 5200 metri alla base del mitico spigolo nord” – da quello che ho capito la spedizione si ferma li, ma non di meno è da considerare non difficoltosa, a causa delle problematiche presentate dalla “via cinese” di avvicinamento (quella che John intende percorrere) più impervia e molto meno attrezzata rispetto alla molto più battuta (e più semplice) via del Baltoro (il ghiacciao in territorio Pakistano che porta ai piedi del K2, che in un primo momento avevo pensato essere la via di avvicinamento che John intendeva percorrere).

benti77
Scritto il 1 settembre 2017 at 10:52

premesso che ho una esposizione minima al dollaro allo stato attuale ma che nel tempo vorrei incrementare in un’ottica di differenziazione valutaria (tramite acquisto di obbligazioni e azioni), posso chiedere che strumenti usi per coprirti e con che costi ?

ma­shi­mo74@fi­nan­za,

tirlusa
Scritto il 1 settembre 2017 at 10:56

aor­lan­sky60,

Grazie. Che dirti, speriamo torni sano e salvo.

mashimo74
Scritto il 1 settembre 2017 at 11:43

Ciao benti77,
negli anni ho imparato a non pensare di poter comprare e vendere ne nel day trading ne nel weekly trading perchè ogni volta mi scottavo … come dice Andrea bisogna imparare a vedere nel lungo e non nel breve .. così ti posso dire che ho avuto in mano un etc short dollaro long euro da quando dollar index aveva chiuso onda 3 mounthly in zona 105 … l’ho seguito mentre segnava continui ribassi all’interno del suo regression trend channel , ed ultimamentte l’ho venduto … ora dollar index potrà recuperare ma sempre in termini di un onda ribassista 4 che vedo chiudersi in zona 88-86; sarà li che entrerò con la posizione invertita al rialzo perchè il dollaro costruirà la sua corsa fino ad onda 5 rialzista. … Quindi per completare la risposta alla tua domanda, non uso strumenti di copertura, uso gli stop loss quando apro una posizione e, se il trend segue la mia previsione, alzo sempre l’asticella utilizzando il traling stop, così da non perdere il guadagno ed accettare una perdita sino ad un livello stabilito.
ben­ti77@fi­nan­zaon­li­ne,

silvio66
Scritto il 1 settembre 2017 at 14:44

..Tutti bei giochetti che consentono di sostare stabilmente nel 97% dei perdenti. Nella mia ignoranza considero coerente l’uno e venti in previsione dell’attacco alla parità.
Buona giornata

mashimo74
Scritto il 3 settembre 2017 at 12:36

sil­vio66@fi­nan­za,

Scusa Sivlio66, ma l’aggettivo “perdente” era riferito a me e al mio post in cui rispondevo a benti77 ???

mashimo74
Scritto il 5 settembre 2017 at 15:32

E’ proprio vero, certe persone sanno di essere ignoranti e lo scrivono pure … ….. nonostante questo si atteggiano a fenomeni e magari nella loro vita hanno compravenduto due volte le ITALGAS … …..

sil­vio66@fi­nan­za:
..​Tutti bei gio­chet­ti che con­sen­to­no di so­sta­re sta­bil­men­te nel 97% dei per­den­ti. Nella mia igno­ran­za con­si­de­ro coe­ren­te l’uno e venti in pre­vi­sio­ne del­l’at­tac­co alla pa­ri­tà.
Buona gior­na­ta

silvio66
Scritto il 6 settembre 2017 at 12:32

Ciao mashimo74,
appare evidente che te la fai e te la dici da solo. Forse punto nell orgoglio senza essere menzionato reagisci malamente. Per assonanza posso dirti che andavo a ballare all ITALGHISA tanti anni fa….
Più seriamente, il mio richiamo era rivolto a sottolineare la stupefacente superficialità con la quale i risparmiatori rischiano e nel 97% dei casi perdono i loro soldi. Piaccia o non piaccia questa è la realtà.
Buona giornata

ma­shi­mo74@fi­nan­za,

mashimo74
Scritto il 7 settembre 2017 at 09:12

… senza offese, se lanci il sasso si increspa lo stagno … in Giappone direbbero che l’occidentale afferma di aver visto una rana saltare … mentre in realtà qualcuno ha lanciato un sasso …. ” … è una brutta abitudine dei forum quella di lanciare il sasso e dire poi che è stata una rana …. ti auguro una buona giornata, naturalmente non ce l’ho con te, anche io parlavo in generale ;)
sil­vio66@fi­nan­za,

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Segnali molto interessanti dal mondo intermarket e dai mercati finanziari. Fase correttiva in co
Il FITD (Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi) coprirà ancora almeno il controvalore di 100
Tra alti e bassi la borsa USA sta tenendo bene, come anche anticipato nell’analisi del COT Rep
Per chi legge Icebergfinanza, l'assicurazione sui depositi bancari sotto i 100.000 euro è carta
Ftse Mib: l'indice italiano tenta in apertura la rottura della trend line ribassista di breve period
I Paradise papers continuano a stupirci, non nel fatto che i ricchi come al solito sono quelli maggi
Per chi non conosce la storia, la Notte dei lunghi coltelli   si riferisce a un episodio del
Oggi riprendiamo ad analizzare il nostro futures Italiano. I prezzi hanno seguito fedelmente il Batt
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Ieri il nostro ministro dell'ottimismo, quello che negli ultimi tre anni sosteneva che il debito