DRAGHI: MIRACOLO A JACKSON HOLE!

Scritto il alle 10:45 da icebergfinanza

Risultati immagini per jackson hole

Chi è con noi da tempo immemorabile sa cosa penso delle banche centrali e dei suoi banchieri…

DRAGHI …DIAGNOSI ERRATE CURE MIRACOLOSE

Ognuno di noi sogna un medico in grado di fare una grande diagnosi, ognuno di noi sa che è meglio prevenire che curare. Coloro che attribuiscono meriti alle banche centrali e ai loro ” medici ” sono come coloro che attribuiscono a un medico responsabile di un colossale errore nella diagnosi, responsabile della mancata prevenzione, il merito di avere inventato chissà quale cura miracolosa.

Risultati immagini per draghi hedgeye

Draghi, riconosciuto successo Qe. Weidmann, ma non serve prolungarlo.

Mario Draghi difende il Quantitative easing. “Ampie ricerche empiriche hanno affermato il successo di queste politiche nel supportare l’economia e l’inflazione, sia nell’Eurozona, sia negli Usa”. Il presidente della Bce lo ha detto parlando a Lindau, in Germania. “Le azioni politiche decise negli ultimi dieci anni nella politica monetaria e nella regolazione e supervisione hanno reso il mondo più resiliente. Ma dovremmo continuare a prepararci per nuove sfide”. Ha continuano Draghi. “Quando il mondo cambia come ha fatto dieci anni fa le politiche, specialmente la politica monetaria, queste – ha proseguito Draghi – devono essere aggiustate. Questo aggiustamento, mai facile, richiede una valutazione senza pregiudizi e onesta delle nuove realtà con occhi liberi, non gravati dalla difesa di paradigmi precedentemente detenuti che hanno perso ogni potere esplicativo”.

O si certo caro Mario, hai salvato il mondo, peccato che dormivi come nel caso MPS quando si trattava di vigilare.

QUANTITATIVE EASING: IN SETTE GRAFICI IL PERCHE’ DI UN FALLIMENTO 

Ma del messaggio principale di Federico Caffè il suo maestro, un grande uomo, Draghi non ha capito nulla…FEDERICO CAFFE …PRESAGI DELLA STORIA

 «Da tempo sono convinto che la sovrastruttura finanziario-borsistica, con le caratteristiche che presenta nei paesi capitalisticamente avanzati, favorisca non già il vigore competitivo, ma un gioco spregiudicato di tipo predatorio che opera sistematicamente a danno di categorie innumerevoli e sprovvedute di rispamiatori, in un quadro istituzionale che, di fatto, consente e legittima la ricorrente decurtazione o il pratico spossessamento dei loro peculi. Esiste una evidente incoerenza tra i condizionamenti di ogni genere – legislativi, sindacali, sociali – che vincolano l’attività produttiva «reale» nei vari settori agricolo, industriale, di intermediazione commerciale, e la concreta «licenza di espropriare l’altrui risparmio» che esiste nei mercati finanziari».

Ve la ricordate Anna, si Anna Schwartz considerata insieme a Milton Friedman la regina del monetarismo in due distinte interviste una al Telegraph e una al WSJournal, arzilla nonnina con i suoi teneri 92 anni, che ci ha lasciato venerata all’interno della Federal Reserve una donna senza peli sulla lingua, che accusava la Banca Centrale Americana di essere essa stessa la principale responsabile della bolla del credito.

” Non vi sarebbe stato alcun fenomeno subprime se la Fed avesse vigilato, è il momento di dire le cose come stanno, ammettere i propri errori e voltare pagina(…) ma soprattutto…

“Liquidity doesn’t do anything in this situation. It cannot deal with the underlying fear that lots of firms are going bankrupt…”

Beata saggezza cara nonnina, si la liquidità non serve a nulla in questa situazione, a nulla! Per comprendere quello che sta accadendo come sottolineo da tempo, bisogna prima fare lo sforzo di comprendere la natura dell’attuale “disturbo” del mercato.

A proposito delle ampie ricerche empiriche che affermano il successo di non si sa cosa, suggerisco di leggersi queste cosucce forse un pò tecniche ma che in sintesi vi riassumo così…

Nel 1988 Bernanke, ultimo governatore della Federal Reserve,  sapeva che il Quantitative Easing non funzionava.

Two economists, Seth B. Carpenter and Selva Demiralp, recently posted a discussion paper on the Federal Reserve Board’s website, titled “Money, Reserves, and the Transmission of Monetary Policy: Does the Money Multiplier Exist?” [Here’s the link.]

[The study states:] “In the absence of a multiplier, open market operations, which simply change reserve balances, do not directly affect lending behavior at the aggregate level. Put differently, if the quantity of reserves is relevant for the transmission of monetary policy, a different mechanism must be found. The argument against the textbook money multiplier is not new. For example, Bernanke and Blinder (1988) and Kashyap and Stein (1995) note that the bank lending channel is not operative if banks have access to external sources of funding. The appendix illustrates these relationships with a simple model. This paper provides institutional and empirical evidence that the money multiplier and the associated narrow bank lending channel are not relevant for analyzing the United States.”

Did you catch that? Bernanke knew back in 1988 that quantitative easing doesn’t work. Yet, in recent years, he has been one of the biggest proponents of the notion that if all else fails to revive economic growth and avert deflation, QE will work.

Se non vi basta date un’occhiata qui, fonte ufficiale…

St Louis Fed Qe Study

Immagine

St. Louis Fed official:

No evidence QE boosted economy

La Federal Reserve sta mettendo alcune delle sue politiche monetarie post-crisi sotto una lente d’ingrandimento e non tutto ciò che vede, piace.

St. Louis Fed official: No evidence QE boosted economy

Stephen D. Williamson, vice presidente della Fed di St. Louis, trova da ridire su tre principi politici fondamentali.

In particolare, egli ritiene che i tassi di interesse a zero in vigore dal 2008, progettati per  innescare inflazione effettivamente hanno provocato esattamente l’opposto.

Il QUANTITATIVE EASING è essenzialmente una politica monetaria DEFLATIVA, chiaro il concetto?

UK QE has failed, says quantitative easing inventor – BBC News

Central bank prophet fears QE warfare pushing world financial system

More QE will not help the world, says Mervyn King

Bigger Than All The World’s QE’s Combined

ABOOK May 2016 Japan GDP Trajectory QE Drags

Bce: Cgia, Qe funziona poco – Economia 

Fermiamoci qui perché se il buon Mario legge si prende un coccolone, anche se immagino che sarà tutto preso ad incensarsi ad Jackson Hole, cara hai visto come sono stato bravo, mentre tutto intorno è puro spettacolo valutario artificiale!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.9/10 (16 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +11 (from 15 votes)
DRAGHI: MIRACOLO A JACKSON HOLE!, 8.9 out of 10 based on 16 ratings
29 commenti Commenta
aorlansky60
Scritto il 24 agosto 2017 at 13:23

M.Draghi said : “dovremmo continuare a prepararci per nuove sfide

SI, del tipo : quale mezzo escogitare per giustificare al mondo ulteriore prolungamento del QE

:lol:

john_ludd
Scritto il 24 agosto 2017 at 15:19

Super Mario è un artista dello sport preferito dei banchieri “kick the can down the road” che riprende il gioco dei bambini di dare calci alle lattine. La differenza è che i bambini si stufano presto e si dedicano ad altro essendo curiosi di provare qualcosa di nuovo. Mario e i suoi simili invece sono dei testoni. Se i mercati sentono che l’euro è salvo (nei tempi dei mercati cioè i prossimi mesi) smettono di inventarsi flussi finanziari in dollari e l’euro sale e con il tempo ecco che l’euro non è più salvo. In USA escono, anche dalla FED come scrive Andrea, documenti che “sì effettivamente il QE non stimola l’economia” cosa che empiristi senza Phd vanno raccontando sin dall’inizio. Continuo a non vedere nulla di diverso che moar QE, moar negative rates quando l’economia tornerà a calare dopo l’attuale spasmo. Non che ci tenga a vedere una crisi, anzi, solo che i bambini sono più intelligenti, se picchiare lo stesso chiodo col martello sul cemento non produce risultato, cambiano gioco.

apprendista
Scritto il 24 agosto 2017 at 16:22

Ciao Jhon,sempre esaustivo,provocazione:si sente di continuo membri delle elite’ che abbandonano il posto di lavoro magari costruendosi una enclave/rifugio da qualche parte al riparo dal prossimo diluvio,sei forse anche tu un membro delle elite? talmente furbo ed intelligente da capire l’unica cosa che si poteva fare in attesa del giorno del giudizio (finanziario) era godersi la vita ,io ti immagino come un ex alto dirigente (laurea in ingegneria e 2 master,non credo meno) di qualche societa’ petrolifera (forse eni),scusa Jhon lungi da me fare polemica,ma sai mi stavo annoiando e allora….
ciao

d
Scritto il 24 agosto 2017 at 16:38

Non è vero: sono non soltanto intelligentissimi, sono anche tutti molto ben coordinati. Diciamo anche che è gioco facile, avendo in mano tutto: la stampa, la televisione, gli uffici studi, tutto il mainstream. La chiave di tutto è, come si legge in quanto ha riportato Andrea, nelle magiche paroline “in the absence of a multiplier..”.
In assenza di moltiplicatore monetario non solo il QE non serve a nulla, ma diventa deflattivo. E’ proprio l’effetto desiderato, o meglio, loro diranno (dopo) che ci hanno provato, ma non ci sono riusciti.
Mentre la deflazione fa il suo corso, la gente ne viene stritolata, le aziende passano di mano, gli strumenti di produzione, le terre agricole, i beni di valore cambiano proprietario, chi è vicino alla stampante ne trae profitto, indebitandosi in fiat.
Tra breve, finito il gioco, sparito il fiat sparirà anche il debito.
Da una parte gli schiavi, dall’altra i nuovi padroni.
Nessun errore: accurata pianificazione della fine del gioco… any more?
john_­ludd@fi­nan­za,

tirlusa
Scritto il 24 agosto 2017 at 16:48

Certo che il mercato immobiliare americano è in gran salute!! Ieri le case nuove, oggi quelle esistenti…ma il mercato non storna. Unica consolazione è sapere che Soros è short

apprendista
Scritto il 24 agosto 2017 at 17:18

si da 50 anni rimettendoci ad ora piu’ di 1 miliardo di dollari,che strano la situzione amici degli amici non si e’ realizzata,sar’ forse un brav’uomo (licenza poetica)
tir­lu­sa@fi­nan­za,

tirlusa
Scritto il 24 agosto 2017 at 18:20

Per farti capire quanto sono bravo……..in questo momento sono long sul dollaro, sul Gas naturale e short sul rame e sull’azionario. Zero su quattro, un vero e proprio coglione. Almeno sapere che c’è uno navigato come Soros che mi fa compagnia nel clan dei perdenti allevia il mio dolore.
ap­pren­di­sta@fi­nan­za,

stanziale
Scritto il 24 agosto 2017 at 18:29

Grazie a Draghi, i tedeschi, gli americani e francesi , le loro politiche coloniali , deflazioniste predatorie gli italiani si stanno estinguendo https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=2&ved=0ahUKEwj9n5TxofDVAhVFxRQKHcQ2C9YQFggtMAE&url=http%3A%2F%2Fwww.corriere.it%2Feconomia%2F17_agosto_22%2Feta-pensionabile-come-funziona-l-effetto-demografia-c4920790-8692-11e7-bd49-2b2377bbc1e8.shtml&usg=AFQjCNGtNRv48MmwDmhUMy8WvlcqHZZ9Sg
ps non so’ se e’ di pubblica opinione -no, perche’ non lo fanno sapere- che il regalo dell’immigrazione selvaggia subsahariana e’ dovuta ANCHE alle politiche della ue/area euro che ha imposto ai suddetti stati un trattato tipo il ttip, con il quale i tedeschi e francesi stanno strozzando i suddetti stati africani.

stanziale
Scritto il 24 agosto 2017 at 18:32

stanziale@finanza,

Colonialismo francese, per esempio si stima che controllano(depredandoli) il 96% dell’economia della costa d’avorio, ricchissima di materie prime. Ecco con chi siamo europeiiiisti.

vito_t
Scritto il 24 agosto 2017 at 18:37

tirlusa@finanza:
Per farti capire quanto sono bravo……..in questo momento sono long sul dollaro, sul Gas naturale e short sul rame e sull’azionario. Zero su quattro, un vero e proprio coglione. Almeno sapere che c’è uno navigato come Soros che mi fa compagnia nel clan dei perdenti allevia il mio dolore.
ap­pren­di­[email protected]­nan­za,

LONG SUL GAS ? … suicidio !! se lo tieni qualche seduta può andare, ma nel medio lungo il contango ti disintegra, … tieni presente che il future sul gas , credo che sia l’unico fra le commodities che ha scadenza mensile … Sul gas Short a vita , e nel lungo sei ricompensato, .. anche nel caso di aumento del prezzo del gas … prova a sovrapporre un etf long con l’andamento del future sul gas … e vedrai ….. E comunque sulle comm deperibili , statisticamente è meglio lo short proprio per il vantaggio che ti dà il contango, … il contrario backeardation .. si può dire che succede moto ma molto raramente …

stanziale
Scritto il 24 agosto 2017 at 18:40

Avevo letto del colonialismo franco tedesco da un blog satirico tedesco, ma ora c’e’ in rete un articolo completo su voci da’estero , da diffondere http://vocidallestero.it/2017/08/21/bill-mitchell-lue-clona-se-stessa-in-africa-occidentale-e-si-dedica-a-saccheggiare-la-regione/

john_ludd
Scritto il 24 agosto 2017 at 18:44

vi­to_t@fi­nan­zaon­li­ne,

proprio così, il gas è il cimitero per il 95% di chi ci gioca. Sono saltati hedge funds con miliardi di esposizione, con tutti i loro modelli automatici zeppi di matematica arcana. Il petrolio è appena meno peggio, solo alcuni agricoli hanno un costo implicito a singola cifra. Molte più possibilità andando a giocare bendati a Montecarlo.

john_ludd
Scritto il 24 agosto 2017 at 18:55

stan­zia­le@fi­nan­za,

raccontano che il colonialismo è finito quando i militari hanno lasciato quei paesi. Che assurdità, ora è molto più efficace, piazzi dei bei dazi sui prodotti agricoli africani, sussidi i tuoi produttori, quelli in Africa finiscono i soldi, si indebitano, glieli presti e ti prendi i loro terreni, legalmente. Compri tutta la classe dirigente locale iniziando da quando sono piccoli, basta farli studiare nelle tue università con un bel tirocinio finale nelle tue banche e studi legali, così capisci bene chi è un vero sciacallo e chi ha un briciolo di coscienza. Poi invii un pò di ONG con dentro giovani imbevuti di idealismo pilotati da gente che manco sanno chi sia per produrre il risultato opposto di quel che credono. Poi in casi estremi, basta lasciare che qualche connazionale venga fatto fuori e mandi un carico di paracadutisti per scopi umanitari. Poi si legge che sai gli africani sono dei sub umani etc… e che senza di noi sai che inferno.

john_ludd
Scritto il 24 agosto 2017 at 19:05

ap­pren­di­sta@fi­nan­za,

sono certo che lo hai letto su Zero Hedge. Talvolta pubblicano delle deliziose chicche e talvolta delle poderose vaccate. Basta gustare le prime e scartare le seconde.

john_ludd
Scritto il 24 agosto 2017 at 19:32

d@​finanza,

bisognerebbe avere una definizione standard di intelligenza, cosa impossibile dato che neppure i neuro scienziati sanno esattamente cosa sia. Quindi limitiamoci a constatare che sono ricchi e decisi a non cedere uno zero virgola di quel che hanno e che nel caso in cui constatino che la torta in generale si restringe allora pur di non ridurre la loro vengono a mangiare la tua anche se sino a ieri eri stato un bravo servitore. Credo siamo ormai entrati nella fase catabolica del capitalismo. Sino a un pò di tempo fa, si depredavano le risorse naturali in Africa e in Asia senza avere avversari, si costruiva una leva pazzesca sopra, qualcosa percolava verso i subalterni, costoro si sentivano rassicurati dalla loro modesta crescita mentre i capi ingrassavano come balene. Ora da un lato ci sono troppi concorrenti, dall’alto non si riesce più comunque a costruire quella leva pazzesca perché le risorse sono troppo costose quindi si depredano prima i propri cittadini più deboli, poi la classe media e infine i nobili iniziano a mangiarsi tra loro. Tutto già visto. Alla fine del terzo secolo l’impero romano era in avanzata fase di decadenza sull’orlo della fine. Fu allora che divenne imperatore Diocleziano un generale di origine dalmata che realizzò una serie di riforme che salvarono l’impero temporaneamente: non potendo più attingere all’esterno, inizio ad attingere all’interno, militarizzò una più ampia fascia delle popolazione, aumentò le tasse sino al punto che alcuni preferivano lasciare i terreni ad altri piuttosto che coltivarli e impose una rigida disciplina militare. Diventato vecchio e avendo avuto un grande successo abdicò e visse quanto basta per assistere alla lotta interna tra Massenzio e Costantino che vide quest’ultimo prevalere continuando la politica di Diocleziano con la sola eccezione di quella verso i cristiani che Costantino cooptò dentro l’impero assicurando nuova linfa per i propri eserciti. L’impero riuscì ad assicurarsi una posizione dominante per qualche decennio circa per poi collassare rapidamente e brutalmente dopo. L’impero di Diocleziano e Costantino era ben differente da quello dell’era aurea dove i cittadini romani non solo non erano tassati ma ricevevano ampi sussidi dal potere imperiale. Se durante l’era aurea nessuno osava avvicinarsi ai confini dell’impero mentre le armate romane invincibili si espandevano sino alle soglie del lontano oriente, durante l’epoca di Diocleziano e Costantino i romano erano perennemente in guerra con stranieri intenzionati a depredare il cuore dell’impero e in grado di farlo. Terminato l’impero romano la popolazione a ovest di Bisanzio calò per 500 anni e solo dopo l’anno mille tornò lentamente a salire, Ci vollero poi altri 800 anni per tornare a vedere opere complesse come quelle che l’impero romano nel suo periodo d’oro era stato capace di costruire attingendo le risorse necessarie da quell’ampia parte del mondo noto che aveva conquistato con la spada.
Se proprio devo esprimere la mia opinione su cosa sia l’intelligenza dovrei constatare che le attuali élite non lo sono.

tirlusa
Scritto il 24 agosto 2017 at 21:05

In genere lo tengo per brevi periodi proprio per quello che dici tu. Tradarlo da soddisfazioni perché è molto volatile ed è quello che serve per poterci guadagnare sia short che long. Quando resta incagliato per evitarmi il contango non sto fermo ma lo vendo dopo i rimbalzi per ricomprarlo dopo gli storni. È comunque un trading difficile. Tempo fa avevo letto uno studio su zerohedge che mi aveva sedotto…. Prevedeva il raddoppio del prezzo. Da quello che so il processo di liquefazione è finalmente operativo, questo potrebbe dare un po’ di vivacità al settore…. Comunque grazie dei consigli.
vi­to_t@fi­nan­zaon­li­ne,

vito_t
Scritto il 24 agosto 2017 at 22:04

tirlusa@finanza:
In genere lo tengo per brevi periodi proprio per quello che dici tu. Tradarlo da soddisfazioni perché è molto volatile ed è quello che serve per poterci guadagnare sia short che long. Quando resta incagliato per evitarmi il contango non sto fermo ma lo vendo dopo i rimbalzi per ricomprarlo dopo gli storni. È comunque un trading difficile. Tempo fa avevo letto uno studio su zerohedge che mi aveva sedotto…. Prevedeva il raddoppio del prezzo. Da quello che so il processo di liquefazione è finalmente operativo, questo potrebbe dare un po’ di vivacità al settore…. Comunque grazie dei consigli.
vi­[email protected]­nan­zaon­li­ne,

Guarda dal mio punto di vista , se uno vuole operare sul gas .. deve SOLO shortarlo, .. e ti faccio un esempio … il 20 apr 2012 il Future sul natural gas batteva 1,93 e il 28 febbraio 2014 aveva più che triplicato riuscendo a segnare 6,49, … si dirà il tempo inferiore ai 2 anni non è poi così tanto ma il Future ha messo a segno SOLO un pIù 236% !!!!! e l’Etf long che ha fatto ? è passato nelle stesse date da 0,072 a 0,12 realizzando poco più del 60% ovvero un quarto della performance del sottostante, … il concorso della performance del cambio è stato quasi neutro perchè l’eur-usd era oltre 1,32 ed è scivolato attorno a 1,37 ..
E ne faccio un altro di esempio … ieri il gas ha chiuso a 2,92 … sono andato indietro fino ad ottobre 2009 quando il gas batteva lo stesso identico prezzo, … ebben chi avesse acquistato l’etf short sarebbe intervenuto a circa 83, .. lo stesso etf oggi quota 353 ….. Non si può dire che è una truffa legalizzata, … ma io lo penso ….

tirlusa
Scritto il 24 agosto 2017 at 22:27

Concordo sulla truffa legalizzata. In genere molti aumenti sono fittizi perché dovuti esclusivamente al cambio contratto….forse per questo c’è questa enormità di differenza tra future e ETF?
vi­to_t@fi­nan­zaon­li­ne,

vito_t
Scritto il 24 agosto 2017 at 22:53

tirlusa@finanza,

.. è semplice , … il contratto ottobre quota circa 2,98, ma quello scadenza novembre 3,05 e dicembre quota circa 3,18, …. e visto che l’etf replica l’andamento del future significa che quando scadrà ottobre il gestore incasserà 2,98 , ma non saranno suffcienti per comprare un contratto novembre, …ovvero avrà “meno” contratti e quando il prezzo future “convergerà” verso lo spot … si replicherà il giochetto … e il gestore avrà meno contratti allo stesso prezzo … e vai con la ruota ! Le commodities deperibili hanno un costo di stoccaggio che non fa altro che scaricarsi sul prezzo … il gas se non ricordo male deve essere venduto entro sei mesi perchè dopo cambia formula chimica .. ma qui non vorrei dire corbellerie … che poi John ci legna tutti …

veleno50
Scritto il 24 agosto 2017 at 23:26

tir­lu­sa@fi­nan­za,

Ciao Tirlusa, sei in rimessa in quattro operazioni, sfortunato al 100%. Un piccolo suggerimento, se compri un numero di titoli azionari quelli che condizionano l’indice di riferimento equivalente al totale del tuo investimento,,ci aggiungi un etf short no leva sull’70/80 sull’indice esempio mib se compri italiano dax se compri tedesco. Quello che posso dirti è che alla sera vai a dormire e non pensi ai tuoi investimenti perchè la rimessa è sempre limitata mentre il guadagno se sai gestire bene il portafoglio è discreto senza esagerazioni.Quello che è sicuro che insegna la storia è che dopo le stornate è sempre in arrivo il bel tempo. ciao notte

charliebrown
Scritto il 24 agosto 2017 at 23:49

john_­ludd@fi­nan­za,
“Credo siamo ormai entrati nella fase catabolica del capitalismo.”

Non so se siamo entrati nella fase catabolica del capitalismo, ma verifico che stiamo abituandoci all’assurdo (a proposito di intelligenza!)
Lo stesso governo che carica (senza preoccuparsi delle conseguenze) sulle nostre navi africani e mediorientali, poi fa caricare gli stessi dalla polizia come oggi a Roma.
E invece di vergognarsi di questa assurdità, adesso si indigneranno per le parole di un commissario. Ecco chi ha sbagliato: il commissario che non recitava l’avemaria durante la carica.

tirlusa
Scritto il 25 agosto 2017 at 00:20

Grazie del consiglio ma sono perplesso. A questi livelli non compro azionario, sono sopravvalutati. E poi assicurarsi il 70/80 per cento con uno strumento non a leva non capisco che senso abbia. Non faccio prima a investire una quantità minore in azioni? Ad esempio anziché 100 in azioni e 80 nell’etf investire direttamente 20 in azioni non è meglio? Produce lo stesso risultato e mi resta una liquidità di 160 con cui fare quello che voglio, ad esempio comprare un bond ed incassare una cedola. Mi assicuro di rado ma quando lo faccio uso solo ed esclusivamente strumenti a leva.
ve­le­no50@fi­nan­za,

nickcarter
Scritto il 25 agosto 2017 at 07:11

Bene, ok: Mario Draghi non ha capito nulla. Q.E. sta provocando più danni che altro. Ha ragione il capitano, su tutto il fronte. Draghi sta facendo solo ca…ate. OK………ma, un attimo: chi è che comanda e decide? Chi? Draghi????

aorlansky60
Scritto il 25 agosto 2017 at 08:33

@ d

Non è vero: sono non soltanto intelligentissimi, sono anche tutti molto ben coordinati. Diciamo anche che è gioco facile, avendo in mano tutto: la stampa, la televisione, gli uffici studi, tutto il mainstream.

assolutamente vero; è esattamente come dici.

La maggiorparte della gente al mondo non sa neppure lontanamente cosa significhi nei dettagli “Banca Centrale” se non solo per il nome di facciata, e non sa neppure che le Banche Centrali dei principali paesi industrializzati pensano e agiscono attraverso STRATEGIA CONGIUNTA :

al di sopra di esse c’è un istituzione quale “la BANCA CENTRALE delle BANCHE CENTRALI”, ovvero la BRI (Banca dei Regolamenti Internazionali) che sovrintende e DIRIGE l’operato delle Bc (oltre che un istituzione, la BRI è di fatto una “SpA”, le cui azioni possono essere acquisite e detenute SOLO dalle Banche Centrali e già questo dovrebbe dire qualcosa… e il suo Cda è composto da personaggi NON scelti a caso : in questo momento a capo della BRI -in qualità di Presidente- c’è un certo Jens Weidmann, un altro nome che dovrebbe dire qualcosa…)

Periodicamente, in media una volta ogni due mesi, i governatori delle Bc si riuniscono -in eventi non ufficiali, fuori da occhi indiscreti e al riparo dalla stampa- per discutere argomenti all’ordine del giorno che non sono certo le condizioni meteo o l’esito dell’ultima partita di bridge.

Ecco perchè a me fa sorridere quando Weidmann o Schauble si esprimono in termini critici nei confronti di M.Draghi, a proposito del QE…

aorlansky60
Scritto il 25 agosto 2017 at 08:49

@ Stanziale :

“il regalo dell’immigrazione selvaggia subsahariana e’ dovuta ANCHE alle politiche della ue/area euro che ha imposto ai suddetti stati un trattato tipo il ttip, con il quale i tedeschi e francesi stanno strozzando i suddetti stati africani.”

NON dimenticarti i CINESI : sembra che anche e soprattutto loro si stiano dando da fare, nel continente Africano, e non certo per andarci a passare le vacanze…

veleno50
Scritto il 25 agosto 2017 at 08:56

tir­lu­sa@fi­nan­za,

Caro tirlusa io mi sono permesso solo un piccolo suggerimento,ho letto che sei sotto in quattro investimenti, momentaneamente sei in rimessa virtuale.Non devo insegnare nulla a nessuno anche se il momento favorevole mi porterebbe ad elencarti operazioni vantaggiose.Un saluto ed un in bocca al lupo.CIAO

mirrortrader
Scritto il 25 agosto 2017 at 23:50

tirlusa@finanza,

se ragioni cosi è chiaro che non hai ancoa esperienza.
Tu non investi ma fai speculazione ad alto rischio.
Il conto da pagare per farti capire come investire nessuno sa a quanto ammonta.
Per me fu il 90% del mio capitale totale.

tirlusa
Scritto il 26 agosto 2017 at 00:33

Non capisco a cosa ti riferisci con “se ragioni cosi”.
Se invece di 100 in azioni e 80 di assicurazione investo 20 in azioni e 160 in un bond tripla A ti sembra speculazione ad alto rischio? Oppure perché credo che i derivati se usati con raziocinio hanno una funzione positiva sarei uno speculatore?
La verità è un’altra, vale per me come per te…..sono le banche centrali e le banche commerciali loro azioniste che con denaro creato dal nulla hanno reso i mercati globali dei luoghi pericolosissimi, dei veri e propri casinò perché alterano i prezzi in maniera fraudolenta. Dovrei forse pagare per acquistare un bot? Sono loro gli speculatori, i delinquenti che cercano di defraudare il risparmiatore delle sue risorse…..noi cerchiamo solo di difenderci altrimenti non saremmo qui.
Quanto al conto da pagare credo di aver già pagato e mi auguro sia cosi anche per te.
Buon fine settimana a tutti
mir­ror­tra­der@fi­nan­za,

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Segnali molto interessanti dal mondo intermarket e dai mercati finanziari. Fase correttiva in co
Il FITD (Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi) coprirà ancora almeno il controvalore di 100
Tra alti e bassi la borsa USA sta tenendo bene, come anche anticipato nell’analisi del COT Rep
Per chi legge Icebergfinanza, l'assicurazione sui depositi bancari sotto i 100.000 euro è carta
Ftse Mib: l'indice italiano tenta in apertura la rottura della trend line ribassista di breve period
I Paradise papers continuano a stupirci, non nel fatto che i ricchi come al solito sono quelli maggi
Per chi non conosce la storia, la Notte dei lunghi coltelli   si riferisce a un episodio del
Oggi riprendiamo ad analizzare il nostro futures Italiano. I prezzi hanno seguito fedelmente il Batt
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Ieri il nostro ministro dell'ottimismo, quello che negli ultimi tre anni sosteneva che il debito