PRODUZIONE INDUSTRIALE: MIRACOLO ITALIANO…!

Scritto il alle 11:33 da icebergfinanza

Risultati immagini per icebergfinanza italia sostenibilità

Finalmente una buona notizia per il nostro Paese anche se questa tenera rondine non fa primavera.

MILANO – Sale la produzione industriale a giugno. Secondo quanto rilevato dall’Istat l’indice destagionalizzato registra un incremento dell’1,1% rispetto a maggio Corretto per gli effetti di calendario, a giugno 2017 l’indice è aumentato in termini tendenziali del 5,3% (i giorni lavorativi sono stati 21 come a giugno 2016), a top dalla fine dello scorso anno. Nella media del trimestre aprile-giugno 2017 la produzione è aumentata dell’1,1% nei confronti dei tre mesi precedenti. Nella media dei primi sei mesi dell’anno la produzione è aumentata del 2,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Sin qui tutto bene la tendenza positiva continua, anche se come diciamo da tempo è tutta imputabile alla mano invisibile dello Stato e non certo all’aumento della domanda, ovvero stiamo parlando del piano Industry 4.0 con un sensibile aiuto proveniente dalle agevolazioni statali a partire dal superammortamento sugli acquisti di beni strumentali per finire a quello relativo agli investimenti relativi alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese.

Scorrendo tra le righe i dati è importante notare che un simile dato è influenzato in maniera positiva anche da alcuni fattori temporanei come la produzione di autoveicoli balzata di quasi il 20 %, il settore energia ( +5,7%) con sensibile aiuto in arrivo dai mesi più caldi della storia visto che il settore della fornitura di energia elettrica e gas registra una crescita di quasi 11 punti e del settore farmaceutico che fa registrare un balzo di oltre il 18 % con il più sentiti ringraziamenti al decreto sui vaccini della Lorenzini.

Fin qui non ho voluto rovinare la vulgata principale che ha fatto esplodere di gioia il governo ombra italiano, a partire dal segretario Pd Guerini: «Un dato dopo l’altro, l’Italia riparte. Oggi l’Istat su produzione industriale. Le riforme funzionano e il tempo è galantuomo», Maria Elena Boschi,  «Le riforme dei Mille Giorni producono risultati, noi andiamo avanti. I dati Istat di oggi sulla produzione industriale sono il segno che stiamo andando nella direzione giusta»  il Piano nazionale Industria 4.0

Questa non è una riforma, ma un piano industriale quello che avrebbe dovuto fare qualunque governo, non nel 2016 ma molto, molto tempo prima è un primo passo ma non basta se non si stimola la domanda, visto che si continua a pensare e favore l’offerta.

Non solo, gli investimenti non servono a nulla o quasi se questi stimoli statali non sono accompagnati da una vera rivoluzione digitale, da una seria rivoluzione della formazione nelle scuole professionali e nelle nostre università, senza investimenti nella ricerca, nella scuola e nella formazione appunto.

Purtroppo non si è ancora compreso che abbiamo due tipi di problemi, uno interno e l’altro relativo al vincolo esterno, ma si guarda solo a quello interno o meglio si da la colpa esclusivamente al Paese nel suo insieme, classe politica, imprenditoriale, corruzione e via dicendo. Quindi ben vengano i nuovi investimenti, ma senza dimenticare che il vincolo esterno soffoca il Paese.

I cugini del nuovo Re di Francia, Macron hanno qualche problemino visto che la loro produzione industriale è caduta di oltre un punto, mentre In Inghilterra dove c’è la peste e il colera per l’uscita dall’Europa, la produzione industriale ha sorpreso ben oltre le aspettative.

Nel frattempo in America i dati sulla produttività e sul costo del lavoro cancellano le residue illusioni sull’inflazione, ma ovviamente è tutto un problema di percezione della realtà, sai le banche centrali sanno quello che fanno, la Fed alzerà di nuovo i tassi a breve…

 

Ovviamente il re del gossip “commerciale” dei bond americano, un certo Gundlach che è sulla buona strada per fare la fine di Bill Gross, un altro che sui rendimenti dei treasuries negli ultimi quattro anni ha fatto una pessima figura, suggerisce…

Usa: Gundlach, a breve impennata rendimento Treasury

Secondo il Ceo di DoubleLine Capital, il titolo di stato Usa a 10 anni nel breve periodo subira’ un’impennata del rendimento. Le dichiarazioni trasmesse da Class Cnbc.

E subito il mercato ha risposto nella stessa direzione ieri, ma soprattutto dalla metà di dicembre quando Gundlach dichiarò che la direzione era ben oltre il 3 % mentre ora i tassi si dirigono velocemente verso il 2 %…

Uno spettacolare indicatore contrarian il nostro Gundlach, è  forse per questo che gli investitori stanno fuggendo dai fondi di Gundlach…

Gundlach’s Total Return Bond Fund posts ninth straight month of 

E con questo spero di aver dato alcune risposte a tutti coloro che quotidianamente mi cantano le lodi di questi presunti “guru”, noi da tempo immemorabile, seguiamo gli studi e e le analisi di seri professionisti che per lo più restano nell’ombra, che non hanno bisogno ogni giorno di andare in televisione o sui giornali, per consegnare alla storia performance strepitose.

Via Zero Hedge scopriamo che le posizioni long verso euro incominciano a scendere…

 

Piano, piano senza fretta, le cose incominciano a diventare decisamente interessanti!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (18 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +16 (from 16 votes)
PRODUZIONE INDUSTRIALE: MIRACOLO ITALIANO...!, 10.0 out of 10 based on 18 ratings
9 commenti Commenta
signor pomata
Scritto il 10 agosto 2017 at 15:29

Prima cosa da dire è che se uno trucca i dati e dice costantemente il falso perche dovrei credere ai dati che questo fornisce?
Giusto ieri sera leggevo le previsioni ocse …bene per tutti e male per inghilterra e russia, guarda un po, proprio quelli che gli stanno sulle balle al potere costituito sono in tendenza negativa?
Siccome è falso allora se uno dice balle periodicamente e per propri fini alla fine ne risulta inattendibile sempre e comunque.
Seconda cosa non si prende in considerazione la massiva iniziativa di deflazionare i salari interna, oramai non hanno più pietà di nulla e hanno organizzato un sistema in cui chi finisce nel limbo della disoccupazione è un soggetto a ricatto perenne e intralciato dalle stesse istituzioni che dovrebbero aiutarlo nel tentare di uscire da questa situazione.
Siamo in procinto di ritornare a 50 anni fa quando il lavoratore non aveva nessuna tutela.
Un sistema che premia il caporalato di ogni dimensione e spazio da quello della rete a quello delle agenzie interinali….tutto sta diventando pizzo o sistema mafioso.
Se non sei nel cerchio magico di un monopolio o di alcune conoscenze rimani nel limbo della disperazione a tentare di raccattare un lavoro mal pagato e senza certezze.
Salveranno se stessi con il prezzo di milioni di vite umane dei propri concittadini.
Su questo va tutto il mio disprezzo e mai abbasserò gli occhi su chi ha cosi violentemente colpito il paese e i miei concittadini.
Sono delle merde.

tirlusa
Scritto il 10 agosto 2017 at 16:53

Secondo giorno di ribassi nei mercati…..certo che se Mazzalai ci prende pure questa volta….
Saldo della bilancia commerciale italiana migliore del previsto. Qualcuno ha idea se è perché sono aumentate le esportazioni o sono diminuite le importazioni?

icebergfinanza
Scritto il 10 agosto 2017 at 20:31

Attenzione perché domani massimo lunedì proveranno a reagire … poi si scende di brutto!
tirlusa@finanza,

dorf001
Scritto il 10 agosto 2017 at 20:34

si­gnor po­ma­ta@fi­nan­zaon­li­ne,

ciao pomata . ti voglio raccontare cosa è successo a me. grazie a sto governo di merda. ma chi li ha inventati sti deficenti piddini?? me lo sai dire?
io ora sono a casa in disoccupazione. un lavoro l’avevo ma la cooperativa x motivi suoi di portafoglio mi ha lasciato a casa a fine contratto. ahh ma và tutto bene eh??
sai cosa prendo al mese? 650€ ti pare che si possa campare? senti questa. anni fa lavoravo alla Tiberghien qui : https://it.wikipedia.org/wiki/Prima_industrializzazione_di_Verona
ditta tessile, una lavoro che mi piaceva. l’hanno fatta fallire sti privati del cazzo buoni a nulla. beh mi misero in mobilità. andiamo alle cifre. tanto per dirti quanto sti governanti di merda compreso Silvio hanno peggiorato il tutto. allora 2003 funzionava cosi’. uno che ha 52 anni. il primo anno ti danno 800€ circa il secondo 700€ il terzo e ultimo anno 600€. almeno sapevi già subito come regolarti. beh sai che fanno ora? il caro poletti renzi e compagnia bella? allora ti chiedono quanti anni hai fatto ultimamente. anni prima. io tre. beh allora io inps/stato ti pago per la metà. cioè 1,5 anni e muto. bello eh?? ma adesso viene il bello. io avevo fatto calcoli diversi dalle medie che mi dicevano. infatti non mi fidano, e cosi’ è andata. beh sai mi danno 650€ ma mica x un anno!! no no. solo per 4 mesi. poi al 5 mi calano di un 3%. poi al 6 mi calano un altro 3%. capito? ogni mese ti tirano via un 3%. cosi’ alla fine non prendi un cazzo. ehh ma sai sennò ti abiuti a stare a casa. e io a 54 anni e dopo aver cambiato 12 lavori mi tocca subire e sentire questi animali del governo che mi trattano come un cane? dimmi tu se si può. e quando sento certi piddini di 70 anni che và tutto benissimo non è mai andata meglio che gli devo fare? prednerli a calci nel culo! io gli passo qualche manoscritto di Mazzalai ma mi dice che sono catastrofista. vedo nero. beh a lui non è mai andata meglio. a me no. sti vecchi egoisti ehh. questo è il governo che abbiamo…..questa la popolazione che abbiamo. e mi chiedono perchè odio il PD??
dai dammi una risposta.

BY DORF

vito_t
Scritto il 10 agosto 2017 at 22:12

dorf001@finanza,

come dice spesso Andrea … non so come fate a rimanere calmi ….. purtroppo descrivi la realtà , il pd è PIU’ colpevole degli altri, perchè se avesse trovato qualcosa che non gradiva secondo i loro programmi, .. avrebbe dovuto tentare di cambiare , se non tutto di colpo almeno parzialmente e gradualmente … invece ha si cambiato MA IN PEGGIO ! Conosco benissimo i conti di cui parli, e non quadrano mai per nessuno !!! Io penso che la misura sia quasi colma e che manchi solo … la scontilla per far scoppiare il caos … Ogni tanto il PD manda qualcuno in avanscoperta che serve un pò come la foglia di fico, vedi le proposte di Damiano sulle pensioni … sembrano che vadano se non nella direzione giusta almeno verso un ridimensionamento della “tirannia” … così fanno vedere che loro vogliono alcune modifiche, …poi nella realtà tentano di innalzare ancora una volta l’età pensionabile. Negli ultimi 5 anni ci hanno rubato , .. a tutti !! sia coloro che sono andati in pensione che a coloro che ci andranno, un sacco di quattrini, perchè il montante che serve poi calcolare la pensione non si è praticamente rivalutato, ovvero è quasi fermo ai livelli del 2010, perchè è agganciato alla crescita del pil .. è evidente quindi che hanno letteralmente fottuto parecchie centinaia di euro MENSILI ad ognuno di noi,…. Faccio un esempio banale banale … nel 2010 avevi prodotto fra versamenti e rivalutazioni circa 250.000 euro, .. l’anno scorso questo montante al netto degli ulteriori versamenti è rimasto uguale , .. ma se lo avessero incrementato in base ad un titolo di stato quinquennale ( ipotizzando che dopo 5 anni il contribuente avrebbe maturato il diritto alla pensione … ) oggi quel montante sarebbe lievitato fino a 320.000 euro .. ( proprio il conto della serva …. ) e quindi hanno fottuto a tutti noi circa 70.000 euro a cranio pieno o vuoto ……..
Io non finirò mai di ringraziare Andrea , .. non perchè come dice qualcuno ci azzecca o meno quello è secondario !!!!!! , MA PER IL CORAGGIO E L’ONESTA’ INTELLETTUALE DI COMBATTERE IN PRIMA LINEA , INSEGNANDOCI UNA INFINITA’ DI COSE … e credo che per questo coraggio qualcosa rischi anche di pagare a titolo personale … Chapeau !

signor pomata
Scritto il 11 agosto 2017 at 10:18

dor­f001@fi­nan­za,

La mia storia l” ho già raccontata, in due settimane hanno chiuso la ditta e aperta un altra sotto altro nome e riassunto tutti sullo stesso posto con gli stessi clienti a lavorare con interinali a contratti settimanali.
Ogni volta che si torna all” ufficio del lavoro poi rimango allibito da come vogliano gestire la situazione per fiaccare le persone.
Hanno una produttività di uno senza mano e cieco ma risulta evidente che è una cosa voluta.
Poi mentono spudoratamente e umiliano le persone, ti ripetono che se non ti presenti a gli appuntamenti fissati ti tolgono immediatamente una parte della mobilità o naspi ma è una falsità perche si ha 30 giorni per giustificare assenza.
Loro ci provano e se non ti presenti ti fanno la procedura poi tocca a te correre al tar per far tornare le cose come prima.
Giusto per vedere il loro livello la sera prima sapendo la consuetudine mi son stampato dal loro sito cosa prescrive chi non si presenta a gli appuntamenti e il tempo che intercorre alla sanzione ossia 30 giorni e le più svariate spiegazioni.
Tirato fuori quello che loro mettono nel loro sito si son giustificati che chi scrive sul loro sito non sono loro.
Io ho risposto chi cazzo mai può scrivere sul sito dell” ufficio del lavoro se non loro?
Allora ha iniziato col dire che un conto è stare in una città come milano o roma e un conto in provincia.
Alche mi sono iniziati a girare i coglioni perche in pratica mi stava dicendo che la legge uno la applica asseconda……..de come gli pare e io provincialotto sono meno italiano di un milanese e di un romano.
Sta gente sta fuori, non si rendono conto della rabbia che cova sotto……

vito_t
Scritto il 11 agosto 2017 at 10:55

signor pomata@finanzaonline,

Sta gente sta fuori, non si rendono conto della rabbia che cova sotto…… ..

hai ragionissima ! vedrai che prima o poi viene fuori un matto e scoppia il finimondo ….. io non credo che si possa andare avanti ancora molto con sti scorreggioni impresentabili, e non solo al governo … che la crisi non la hanno mai vista … come dice Andrea il tempo è galantuomo, e per loro sarà megglio che sia galantuomo , … perhè qualora non dovesse esserlo, … qualche place de la republique o qualche piazzale Loreto la si trova sempre ….

icebergfinanza
Scritto il 11 agosto 2017 at 11:02

Pago già da anni avendo tutti contro ambiente compreso, ma la Vostra stima, il Vostro affetto, il Vostro sostegno è impagabile! Questa avventura non la scambierei con nulla al mondo! Sappiate però che la fuori ho vissuto esperienze indimenticabili… nemopropheta in patria! ;-) Abbraccio a tutti Buon Ferragosto Andrea
vi­to_t@fi­nan­zaon­li­ne,

Gianluca
Scritto il 12 agosto 2017 at 15:53

Buon ferragosto a te Andrea

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. yy)[Base
T-1 [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 [3-5 Giorni] (h. yy)[Base Dati: 15 minuti]
Velocità T-1 / T / T+1 / T+2[Base Dati: 15 minuti] Velocità T-1 / T / T+1 / T+2[Base Dati:
PREVISIONE DA PRENDERE CON MOLTA ATTENZIONE! SIAMO IN SCADENZA ANNUALE. POTREMMO ASSISTE
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Stoxx Giornaliero Buona domenica, anche questa volta lo Stoxx ce l’ha fatta, alla fine di u
Analisi Tecnica Rottura di forza della resistenza a 22300 con long black ma, subito la reazione d
Finora si è sempre speculato su quello che potrebbe accadere. Ma adesso le cose cambiano. Si pa
Tornando ai principi fondamentali, che possono schiarire le idee in momenti di difficile di interpre
Recentemente vi abbiamo proposto la bolla del secolo, si quella sulle obbligazioni sovrane, la c