MERKEL E MACRON HANNO INFRANTO TUTTI I TABU’!

Scritto il alle 07:33 da icebergfinanza

Risultati immagini per macron merkel

Ieri bimbo Macron dopo aver scelto il nuovo primo ministro francese è volato a Berlino ad ascoltare le favole di nonna Angela, il fascino è più o meno quello esercitato dalla moglie visto che la Merkel ha la stessa età, anno più o anno meno.

Sopra ho messo l’immagine originale, qui sotto invece metto quella immaginaria che non credo si discosti molto dalla realtà!

Risultati immagini per Emmanuel Macron

Scherzi a parte ieri è successo l’incredibile, Angela ha dichiarato che i trattati si possono cambiare, riformare.

Abbiamo chiesto alla Merkel se è tutto vero e lei ha risposto entusiasta di si…

Svolta MerkelMacron: favorevoli a cambiare i Trattati Ue

I casi sono due o ci prendono per il fiscal compact o sentono odor di bruciato nonostante le loro vittorie e hanno capito che la fine dell’euro è vicina se non fanno “finta” di cambiare.

Quante promesse non mantenute in questi anni questi inutili burocrati!

Concludo con un articolo vomitevole, ma ormai i lettori di Icebergfinanza sono abituati a questo e di peggio…

Cara Brigitte Macron, grazie di aver infranto tutti i tabù

Grazie ai Brigitte e al suo falò di convenzioni le maestre quarantenni di Francia gongolano diventate più coquettes, scrivono i giornali della provincia francese, elettrici di lui e elettrizzate dal ruolo sexy e passionale che gli ha regalato il neo presidente, ignare che sarà Macron a pugnalarle con il suo piano sul lavoro cambiando condizioni e congedi generosi che la Francia ha concesso ai docenti. Basterebbe aver trasformato una liaison dangereuse in un matrimonio borghese per infilare la nuova première dame di diritto tra le de Beauvoir, le Bardot, le Moreau, le Sagan, letizie nazionali in fatto di libertà delle donne. Ma lei ha osato di più, ha rivoltato l’omelette e contraddetto i mostri sacri della letteratura, Maupassant, Flaubert, Balzac dove in genere le donne più mature dei giovani ambiziosi che seducono e da 
cui sono sedotte, vengono meno, vanno in convento, sono abbandonate dopo aver fatto da apri-pista di salotti e potere 
per grazie più giovani, ingenue e quindi assai più noiose.

«Elle a quelque chose de Mme de Staël», scrive Le Parisien, sull’età assai acido con lei, la chiama «la sexagénaire» o «cette ancienne enseignante», definizioni mai usate per Bernadette Chirac coetanea di Brigitte all’arrivo all’Eliseo. Nei complicati 60 e più anni di Brigitte, è l’età della ragione ma anche del sentimento, c’è l’ansia di stare al passo con lui e fargli fare bella figura, 
di reggere gli sguardi impietosi del pubblico e le luci dei riflettori 
e la rete dei rapporti familiari con generazioni inversamente proporzionali ai ruoli. Ma c’è anche una passione molto francese per mini tubini e maxi tacchi. Dieci anni fa l’abito scelto per sposarsi si ferma appena a metà quadricipiti, vestito che l’ex première dame Carla Bruni top model dall’amoroso curriculum assai vivace, non avrebbe mai messo, piegata all’orlo al ginocchio e alle ballerine per ragion di Stato e di statura (di Sarkozy).

Dopo aver sovvertito le regole, stravolto il gioco, buttato all’aria gli schemi più tradizionali, acuito una curiosità morbosa sul loro rapporto (gli fa da mamma, da consigliera, da comandante, lui non muove un passo senza di lei) cosa succede la sera della vittoria quando il dado è tratto e lui è stato eletto presidente? 
È lei che bacia la mano a lui, non il contrario. Atto d’amore, affermazione di leadership, rispetto verso il nuovo monarca, 
le interpretazioni sono state varie e si vedrà come Macron cambierà lo status di Première dame per lei. Ma è soprattutto un altro tabù finito in cenere.

Non meravigliatevi se da domani gli asili nido si trasformeranno in bordelli o se scuole di infanzia e d’obbligo diventeranno centri per orge di masse. E’ proprio vero che la madre degli imbecilli è sempre incinta, soprattutto ad una certa età!

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta, l’informazione indipendente…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.8/10 (21 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +15 (from 15 votes)
MERKEL E MACRON HANNO INFRANTO TUTTI I TABU'!, 9.8 out of 10 based on 21 ratings
Tags:   |
15 commenti Commenta
d
Scritto il 16 maggio 2017 at 08:42

La pedofilia è un tabù il cui venir meno dovrebbe essere grado a certe elite eurocentriche… perchè stupirsi? Oggi invece ci si stupisce perchè la Cassazione ha incidentalmente affermato che gli stranieri in Italia dovrebbero conformarsi ai nostri VALORI… ovvove! ovvove!

d
Scritto il 16 maggio 2017 at 08:43

grato… non grado ;-)

apprendista
Scritto il 16 maggio 2017 at 15:07

Ciao Ragasssi,come va il vostro accumulo tbond usa ? io mi sono fatto ingolosire dai rendimenti > 3,1 del 30 y quando il relativo eur/usd stava a 1,05 quindi ora ho un po di rosso ma ho letto tutti i macchiavelli e sono convinto del mio piano di accumulo ma se mai ce ne fosse stato bisogno, come peraltro dice anche Jhon abbiamo una naturale tendenza a comprare alto e vendere basso,ho potuto testare tutti i limiti del mio carattere che soffre dover comprare con prezzo 30 y ed eur/usd in salita anche se sono convinto che e’ la cosa giusta,ma che fatica emotiva.
Ciao a tutti

ndf
Scritto il 16 maggio 2017 at 15:16

apprendista@finanza,
in attesa “della crisi che verra’” si tratta cercare il giusto timing per entrare in usd e convertire in titoli. Hai letto Machiavelli? Beh! la Le Pen non ha vinto, Il Parrucca traballa e l’economia stenta. Mi sa che il supporto 1.10 verrà superato, prova a mediare il prezzo, se non puoi ti sei sbilanciato troppo.
Mio parere ovviamente…

john_ludd
Scritto il 16 maggio 2017 at 15:43

ap­pren­di­sta@fi­nan­za,

è comunque capitale finanziario, anche se lo si volesse porre in classe A, ed è in aumento esponenziale mentre il capitale reale pro/capite (terreno arabile, qualità e poi quantità di energia, flora, fauna, patrimonio ittico, acqua potabile, acqua dolce per irrigazione etc…) è in rapida contrazione.

I prezzi attualmente bassi di energia e agricoli (sempre energia è) relativamente al recente passato sono un falso segnale inviato dalla politica delle banche centrali che avendo portato il costo del denaro a zero ne hanno anche azzerato il valore inteso come capacità si segnalare abbondanza o scarsità. Dunque si procede a estrarre risorse sotto costo in quanto basta assicurare il flusso degli interessi, si produce grano sotto costo basta ipotecare i terreni etc… In questo modo si esaspera il PARADOSSO DI JEVONS e si accelera l’esaurimento dei depositi naturali. Senza un segnale appropriato non c’è modo di rendersi conto della realtà, salvo quando è tardi e si verifica un passaggio di stato.

Dunque il patrimonio finanziario in esponenziale aumento (e vale anche per i bond), per quanto mal distribuito, acquista sempre meno quote di capitale reale. Essendoci uno sfasamento temporale di anni o anche decenni tra accumulazione del primo e richiesta e consumo del secondo, ne risulta un’illusione di ricchezza che non è certo una novità nella storia del genere umano. Solo che stavolta è globale e globale sarà il riequilibrio.

Non contare sul valore contabile che hai accumulato e speri di aumentare e che non riuscirai in alcun modo a trasformare come speri, se sei giovane devi costruire qualcos’altro altrimenti sei perduto. Se sei un ultra cinquantenne la parte migliore della tua vita è comunque già passata. Ciao.

apprendista
Scritto il 16 maggio 2017 at 15:50

Grazie per la risposta ma per la prima volta in vita mia credo di aver fatto un lavoro magistrale che meglio non si poteva (detto cio’perdero’ una fortuna) se si voleva acquistare i tbond quando i rendimenti erano oltre > 3,1 era necessario acquistare l’eur/usd circa 1,05-1,07 e non ci sono cazzi su questo ,posso ancora mediare poiche’ non ho raggiunto il 25% -30% del capitale che sembra la quantita’ giusta (almeno per me)

apprendista
Scritto il 16 maggio 2017 at 15:52

altrimenti come cavolo mi preparavo,averlo saputo non compravo niente fino ad oggi alle 15 quando il 30 y stava a 3,025 ed eur/usd a 1,1089 ma cio’ e’ totalmente irrealistico
saluti a tutti

apprendista
Scritto il 16 maggio 2017 at 16:07

Ciao Jhon ,ho 46 anni e da 9 anni sono in guerra,ho seguito fedelmente i tuoi link sulla scarsita’ di risorse ed una volta terminata la lettura,alcuni anni or sono,mi sono convinto che tra circa 10 anni o meno saro’ da solo o con mia moglie davanti ad un bidone con dentro un fuoco vestito di stracci mentre cerco con tutti gli altri accattoni di lesinare un po di cibo dai pochi signori ben vestiti che transitano dalla mia strada per andare al loro quartiere privato con luce acqua ed altro ben di dio oramai sparito per la restante parte della citta,lo so che e’ uno dei tanti scenari dei film apocalittici che probabilmente hanno agito sulla mia fantasia,pero’ che fare ? benche’ so nel cuore che finira’ come dici tu ma dopo un primo momento di scoramento (dopo le letture da te consigliate) ho deciso che avrei lottato fino alla fine con ogni mezzo,sopratutto nel breve almeno per garantire ai miei genitori ed ai miei suoceri un ” finale lieto” in quanto non credo loro avranno il tempo di vedere cosa accadra’.
Ciao e grazie
john_­ludd@fi­nan­za,

ndf
Scritto il 16 maggio 2017 at 16:26

john_ludd@finanza,
Leggendoti da tempo mi viene spontaneo di farti una “fotografia”, magari errata, benestante, tra i 50 e 60, senza figli, senza moglie o compagna che sia. Mi sembra di capire che ti sei garantito una rendita” che ti permette di vivere senza troppi pensieri anche perché sicuramente sei saggio e ti accontenti di poco, o meglio cerchi soddisfazione in ciò che non necessariamente si compra con il denaro e ripudi il superfluo. Io vivrei come te o come mi immagino tu viva, i tuoi consigli sono preziosi ma mi devi spiegare come fa un povero Cristo con famiglia a non cercare di pianificare la sua vita partendo dalla condizione attuale, a mettere in atto ciò che tu dici anche se è condivisibile.

john_ludd
Scritto il 16 maggio 2017 at 17:27

ap­pren­di­sta@fi­nan­za,

ndf@​finanza,

io non mi sono garantito nulla, solo la metà di quel che ho l’ho guadagnato, il resto come tanti l’ho ereditato, non è molto ma mi basterebbe (uso il condizionale apposta). Le passate generazioni hanno accumulato, sfruttando condizioni uniche, in questo paese molto più che in altri e per un certo periodo pure in modo assai meno ineguale che nei paesi anglo sassoni. La fortuna nella vita gioca di gran lunga un ruolo preminente e per compensare alle sorti del caso che distribuisce senza alcun criterio di merito c’è solo la comunità che quando è armonica compensa e aiuta. Un’economia differente è possibile, se la dottrina (quella originale) del nazareno è un utopia, si può sempre leggere “La grande trasformazione” di Karl Polanyi. Io non credo che finire come accattoni sia inevitabile, quello di cui sono sicuro è che si giungerà a vivere con 1/3 dell’energia pro/capite oggi disponibile e che sarebbe più che sufficiente per mantenere una civiltà altamente sviluppata. Dipenderà tutto da come la si distribuisce, chiaramente siamo su un percorso suicida che autorizza i peggiori pensieri. Di mezzo c’è una trasformazione epocale che richiederà decenni e che porterà a uno di questi due scenari 1) un sistema post capitalistico che mantiene tutto il peggio del capitalismo, un sistema neo feudale, dove gran parte della popolazione vive nella più completa ignoranza e quindi impossibilita a modificare il proprio stato, mentre una ristretta minoranza realizzerà il passaggio al post umano attraverso un uso spavaldo e distorto delle biotecnologie e dell’elettronica 2) il passaggio a una società non di mercato (dove al massimo il mercato gioca un ruolo ma non l’unico) composta da una rete vastissima, di comunità di media dimensione (al massimo qualche centinai di migliaia di persone, preferibilmente assai meno) in gran parte autosufficiente con una sviluppata tecnologia eco sostenibile basata sul riciclo, sull’energia solare e su coltivazioni ad alta efficienza, dove di globale c’è solo il flusso delle informazioni, immateriale, ma che arricchisce tutti. Bel durante, è inevitabile sperare che “qualcuno” risolva i problemi per te, ma il processo storico è altamente casuale e il singolo dovrebbe, se ha dalla sua l’età, investire quanto può nello sviluppare una rete sociale e se vogliamo andare al cuore del problema “pecunia” tentare di capire quando è il momento di liberarsene per convertirla in beni realmente produttivi.

icebergfinanza
Scritto il 16 maggio 2017 at 21:35

Ribadisco per l’ennesima volta alcuni concetti fondamentali
A) mai investire capitali che necessitano di immediata disponibilità
B) scegliere a livello di duration il vestito che meglio si adatta alla propria disponibilità di tempo e capitale
C) se non si è in grado di gestire emotivamente l’investimento a termine più sicuro al mondo lasciare perdere o chiudere ci saranno altre occasioni. Non è possibile affrontare un investimento a medio o lungo termine ed ogni giorno essere lì ad osservare cosa accade.
D) rischio cambio va gestito attraverso strumenti idonei o seguendo i ragionamenti che spesso abbiamo fatto insieme a Machiavelli.
E) La scelta dello strumento adatto è ripeto fondamentale ma fondamentale è anche l’elemento di dinamica comportamentale.
Buona serata Andrea

sd
Scritto il 16 maggio 2017 at 23:52

ap­pren­di­sta@fi­nan­za,

Apprendista hai letto il commento del Capitano, mai investire i soldi che ti sono indispensabili o che ti serviranno a breve termine. Credo sia meglio ascoltarlo.

L’unico business che paga è quello di “crearseli” da soli i soldi e poi rivenderli al popolo. Cosa pensi che facciano i proprietari delle banche…..che speculino con i propri soldi…..con quelli ci comprano “roba buona” come dice John_ludd.

Nel caso ti interessi sapere dove ci stanno trascinando i padroni del dollaro allego un link ad un video interessante. E come dice sempre il Capitano chi non ha memoria del passato è condannato a ripeterlo:
https://www.pandoratv.it/?p=16323

Anche se non pertinente al discorso odierno vorrei ricordare che la Corea del Nord e gli USA non hanno ancora firmato nessun armistizio (https://it.wikipedia.org/wiki/Armistizio) e nemmeno nessun trattato di pace, sembra perchè gli USA non vogliono ammettere la sconfitta……..quindi i due si stanno ancora punzecchiando dal 1953 circa….probabilmente finirà male per la Corea del Nord e gli USA dimostreranno per l’ennesima volta che sono un impero basato sulla guerra e la sopraffazione del più debole.

Saluti

SD

stanziale
Scritto il 17 maggio 2017 at 07:33

“Non meravigliatevi se da domani gli asili nido si trasformeranno in bordelli o se scuole di infanzia e d’obbligo diventeranno centri per orge di masse. E’ proprio vero che la madre degli imbecilli è sempre incinta, soprattutto ad una certa età!”
Giustissimo, a meno che non arrivi in fondo l’inchiesta del ministro Usa Sessions , ai nomi che contano. Di questo non si sa’ niente dalla stampa nazionale, ma pare ci sono stati 400 arresti, anche in Svizzera.
@D- Comunque per quanto riguarda questo singolare personaggio, il Macron, dubito sia stato pedofilizzato dalla pur valida -almeno un tempo- Brigitte. Dicono abbia altri gusti…quindi penso che e’ stato scelto dalle elites per tutto l’insieme, compreso gli “altri gusti”…

apprendista
Scritto il 17 maggio 2017 at 13:10

Chiarissimo,prendo atto,la risposta a suo tempo.
Saluti
ice­berg­fi­nan­za,

d
Scritto il 17 maggio 2017 at 17:07

Vedo che sei davvero avanti! perfettamente d’accordo con te: così prendono due piccioni con una ,,, fava ;-)
stan­zia­le@fi­nan­za,

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Apertura sotto la parità con volatilità ridotta per il Ftse Mib nell'ultima seduta della settima
Questo post era già pronto da un paio di giorni e ma come spesso accade di questi tempi davve
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Ultimo giorno di versione integrale dei grafici da non perdere. Avvicinandomi ai mercati finanzia
Piazza Affari consolida i rialzi e scambia ancora in trading range. L'indice FTSE Mib veleggia fra i
Il confronto avviato lo scorso anno fra i sindacati ed il governo sulle pensioni, ha permesso di giu
Era assolutamente scontato un “nulla di fatto” sui tassi di interesse, al FOMC chiusosi ieri
                Iniziamo da qui.
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
La “mano invisibile” di Smith negli ultimi anni è stata molto meno invisibile di quanto si