AMERICA: RITORNO ALLA REALTA’!

Scritto il alle 09:50 da icebergfinanza

Risultati immagini per yellen

Ieri all’improvviso nel Paese delle Meraviglie Alice si è accorta che sarebbe stato sufficiente aprire gli occhi per tornare alla sbiadita realtà senza fantasia degli adulti.

“Non credere mai di essere altro che ciò che potrebbe sembrare ad altri che ciò che eri o avresti potuto essere non fosse altro che ciò che sei stata che sarebbe sembrato loro essere altro.”

L’immagine all’inizio del post non è quella del governatore della Federal Reserve, Janet Yellen, no è quella del Bianconiglio del quale Carrol amava dire che al contrario di Alice,  trasmetteva ‘anzianità’, ‘timidezza’, ‘debolezza’, ed ‘indecisione cronica’ Penso che il Coniglio Bianco dovrebbe indossare gli occhiali, diceva, sono sicuro che la sua voce sia trillante, e le sue ginocchia tremanti e l’insieme del suo aspetto ne dovrebbe suggerire la totale incapacità di spaventare anche solo un’oca!

Tanto per cambiare ieri all’improvviso un’altra meraviglia…

Crescita molto al di sopra delle previsioni dell’occupazione nel settore privato americano a marzo. Il dato, che anticipa il rapporto sull’occupazione che sarà pubblicato venerdì, evidenzia i continui progressi del mercato del lavoro all’inzio del 2017. Secondo il rapporto mensile redatto da Macroeconomics Advisers e dall’agenzia che si occupa di preparare le buste paga Automatic Data Processing, il mese scorso sono stati creati 263.000 posti di lavoro, mentre le stime erano per un rialzo di 188.000.America 24: Home

WOW! Peccato che come spesso accade in molti si sono dimenticati di ricordare che lo scorso mese la ADP aveva previsto 298.000 posti e alla fine in realtà erano solo 248.000, “solo” 50.000 in meno, giusto per dare gusto alle revisioni.

Chi ci legge sa da tempo che in America il settore manifatturiero ormai è come il due di picche, che il settore dei servizi vale circa l’80 % dell’economia americana, della creazione dei posti di lavoro.

Ebbene ieri uno spiraglio di luce nel buio dell’economia americana…

A marzo l’Ism servizi, l’indice che misura la performance del terziario negli Stati Uniti, è diminuito a 55,2 punti rispetto ai 57,6 punti di febbraio, ai minimi dell’ottobre 2016. Guardando alle singole componenti, quella sull’andamento aziendale è sceso da 63,6 punti a 58,9 punti e quella dell’occupazione è passata da 55,2 a 51,6 punti, mentre quella dei prezzi è diminuita da 57,7 a 53,5 punti; la componente relativa ai nuovi ordini è scesa da 61,2 a 58,9 punti. America 24: Home

Una vera e propria debacle, soprattutto per quanto riguarda il sottoindice dell’occupazione!

Il miracolo è che ISM e indice dei serivizi Markit per una volta viaggiano insieme!

 

Thanks to ZeroHedge

Siamo al punto più basso da sei mesi, in sintesi ci siamo rimangiati tutte le illusioni della trumpnomics. I costi di produzione stanno erodendo i margini delle imprese.

Williamson, capo economista di Markit, sottolinea come il dato di ieri aggiunge un quadro modesto alla crescita per il primo trimestre dell’anno, coerente con un pil intorno al 1,7 % e la fiducia delle imprese suggerisce un umore meno esuberante del solito, rispetto a quanto visto dopo le elezioni presidenziali, un minor ottimismo che si è tradotto in meno assunzioni.

Domani state sintonizzati, se il dato del BLS corrisponderà alla realtà, ci sarà da divertirsi.

Ieri giusto per mettere la classica ciliegina sulla torta in serata dopo il grande successo nell’abrogazione dell’Obamacare e l’allontanamento di Stephen Bannon rimosso dal Consiglio di sicurezza nazionale, 

lo speaker repubblicano Ryan ha candidamente ammesso che la riforma fiscale richiederà più tempo di quella sanitaria, solo pensata o abbozzata per cancella quella di Obama.

Non solo, la Fed, nelle minute, pensa che non vedremo alcun effetto della riforma almeno sino al 2018, nessuno stimolo fiscale sino al prossimo anno.

Il petrolio tanto per cambiare è tornato alla realtà di un eccesso di scorte, salite come sempre a sorpresa per la terza volta consecutiva. Ci sarà da ridere quando si ritroveranno a breve i paesi dell’Opec è dovranno decidere se estendere o confermare il taglio alla produzione, vista la sfida in arrivo dagli USA dove stanno pompando shale gas e oil come i forsennati.

Ai pargoletti preferiti della Fed, non è andata giù la notizia che probabilmente a fine anno, tireranno i remi in barca, ovvero si discuterà di cosa fare di tutta l’immondizia comprata in questi anni, esclusi ovviamente i nostri tesorucci. Sarà interessante osservare quello che accadrà da qui a fine anno visto che alcuni governatori hanno suggerito cautela in vista delle elezioni europee.

Loro si aspettano una stagione delle trimestrali con i fiocchi e potrebbe anche essere a partire dalle banche, i predatori dei mercati, dopo questa correzione, la favola dell’Araba Fenice continua!

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta, l’informazione indipendente…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.9/10 (17 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +14 (from 14 votes)
AMERICA: RITORNO ALLA REALTA'!, 9.9 out of 10 based on 17 ratings
Tags: ,   |
23 commenti Commenta
emzag
Scritto il 6 aprile 2017 at 11:13

Post molto interessante e coraggiosamente controcorrente.
Per esempio io non sono sicurissimo che Williamson sia stato così negativo, mi pare che abbia segnalato più un non incremento che una diminuzione tabnto è vero che su twitter ha detto che l’europa sta andando abbastanza bene quantomeno consolidando un trend moderatamente positivo.
Però certamente l’indice PMI parla chiaro e i salri americani non crescono il che effettivamente potrebbe significare che le assunzioni in più indicate dal non farm payroll sono magari lavoretti di cui si avvalgono le azinde solo per scaricare il peso delle più onerose assunzioni regolari. Quindi niente aumento di domanda e quindi l’indice PMI non ha motivo di salire e quindi in borsa abbiamo (avremmo) una bolla di proporzioni inaudite pronta a esplodere.

Ritengo però che ci siano margini fino a giugno inizio luglio.
Io almeno rischio qualcosina fino allora e poi credo proprio che tirerò i remi in barca posizionandomi tutto sul fixed income.
Non so voi come la vedete e cosa pensate di fare…

noldor
Scritto il 6 aprile 2017 at 19:31

Penso anch’io al massimo fino ad inizio luglio, con una bassa probabilità di qualche evento che anticipi i tempi.

madmax
Scritto il 6 aprile 2017 at 23:59

L’evento e’ gia’ pronto la guerra in Siria alla Russia! Guarda che i giornalisti superficiali vi sono in tutti i campi.
Prendete le armi chimiche in Siria, i lealisti del governo bombardano posizioni ribelli (leggi isis) i quali avevano una fabbrica di armi chimiche (le barrel bomb, che si lanciano con un mortaio) il bombardamento libera i gas e la colpa va al cattivo Assad :)
Nel frattempo il bavaglio ha tolto il termine isis da tutte le agenzie di stampa, spariti.
Oltre 1000 soldati sono in territorio siriano, ad aiutare chi non si capisce, e tutto e’ pronto.
Lo schema e’ sempre lo stesso (poco fantasiosi i militari) armi chimiche poi si fa una no-fly zone, poi viene abbattuto un aereone allora le ritorsioni!!!!
Dai ragazzi che altro motivo cercate per una bella guerra???

stanziale
Scritto il 7 aprile 2017 at 07:37

madmax,

Hai ragione, anzi ci sta che Assad non ha proprio fatto nulla, chissa’ forse hanno fatto tutto loro, ma bisogna solo portare pazienza, sono allo sbando economico, pieni di debiti, ed hanno rimediato figure di merda in Siria. dove i russi hanno dimostrato di essere potenzialmente superiori. Fino a prova contraria, valuterei questo attacco di stanotte come uno scatto di orgoglio, pressappoco. Diversamente, secondo me, Putin li stronca. Con che la farebbero la guerra, con i patriot di 30 anni fa?!?

laforzamotrice
Scritto il 7 aprile 2017 at 08:11

perche dovrebbero usare i gas i siriani, che tra l’altro stanno vincendo? Per uccidere 4 gatti senza nessuna importanza e farsi attaccare da tutto il mondo? Mi sembrerebbe assurdo come ragionamento. Ma si sa, le balle sono facili da raccontare ai cretini, credono a qualsiasi cosa leggano su un pezzo di carta o alla tv. D’altra parte, basta vedere quanti comprano i numeri “vincenti” al lotto.

Ps. L’unica ragione di un reale bombardamento con gas è che abbiano caricato per sbaglio delle bombe chimiche su un aereo, ma mi sembra molto improbabile.

madmax
Scritto il 7 aprile 2017 at 10:17

laforzamotrice@finanza,
Concordo con il ragionamento, stai vincendo che bisogno hai dei gas chimici, che ripeto sono inefficaci in quanto non sai dove andranno!

La responsabilita’ dei media e’ enorme, se guardi RT.com ovvero Russia Today, vedi chiaramente che il bombardamento Siriano ha colpito una base “ribelle” in cui eranno immagazzinati gas chimici, i quali sono fuoriusciti e hanno fatto il danno, ma questo guardacaso e’ omesso dai mainstream, curioso che poi, chi dia una versione dei fatti diversa sia accusato di falso.

Ci stiamo infilando in una bruttissima situazione, di fatto non esiste un mandato ONU per bombardare Assad ma a mio avviso ha voluto mandare un segnale pure alla Cina sulla Korea del Nord, ovvero facciamo quello che volgiamo!

madmax
Scritto il 7 aprile 2017 at 10:19

stanziale@finanza,

Esiste un problema, che il budget della difesa US e’ di 700 miliardi di USD e quello Russo di 70 miliardi ovvero 10 volte piu’ piccolo.
Ma il vero rischio e’ che pensano di poter vincere una volta per tutte…questo e’ il delirio di onnipotenza!

emzag
Scritto il 7 aprile 2017 at 12:11

laforzamotrice@finanza,

Ma certo che Assad non ha usato armi chmiche.
Si è salvato solo grazie all’intervento dei russi e adesso deve seguire scrupolosamente le loro istruzioni. Figurati se Putin avrebbe mai permesso una follia simile.
Il problema è un altro ossia che Trump non c’entra, è il deep state dei militari che ha preso il sopravvento (infatti hanno defenestrato Bannon). Ormai Trump evidentemente sotto ricatto è diventato un burattino ai loro ordini.

E lo sapete questo cosa significa, vero?
Che i sogni dei sovranisti sono finiti.
Adesso il burattino Trump ha assoluto bisogno del sostegno della comunità internazionale e quindi anche della UE (Gentiloni si è già esibito nella indegna slinguazzata al padrone americano); i leader europei si sono immediatamente affrettati a dichiarare il loro sostegno al presidente degli USA, lui non potrà non ricambiare.
Nel frattempo gli antieuropeisti, che non a caso sostengono tutti la necessità di togliere le sanzioni alla Russia, dovranno fare molta attenzione perché rischiano di essere indicati come traditori e sovversivi.

Vedremo molto presto quali saranno le conseguenze a livello politico nella UEalle elezioni francesi.
Non ho la fonte di Phitio però non mi sorprenderei se la Le Pen ottenesse un risultato molto più basso del previsto.

emzag
Scritto il 7 aprile 2017 at 13:04

Infatti sul sito dei Cristiani di Siria si dice che non è verosimile che Assad abbia usato i gas, che non è la prima volta che gli americani accusano il regime siriano senza avere le prove o basandosi su prove false e si ricorda che Assad è stato eletto dal popolo.

http://oraprosiria.blogspot.it/2017/04/gli-usa-attaccano-la-siria-senza.html

Non so se già conoscete questo sito linkato. Sono cattolici siriani e da vari anni stanno denunciando la follia di questa guerra di Siria incolpando gli americani per il sostegno alle forze antiAssad che inevitabilmente diventano preda delle frange islamiche più determinate e estremiste (ossia l’ISIS).

Ma tanto la gente non capisce.

madmax
Scritto il 7 aprile 2017 at 14:01

emzag,

Grazie del link,

provero’ a leggerlo, quello che alla gente non si racconta e’ che dietro vi e’ un disegno ben preciso.

Vi siete mai chiesti come mai solo i laico cadono in Medio Oriente? Saddam era laico ed in Iraq non esisteva la Sharia, Mubarak in Egitto era un laico, Ben Ali’ in Tunisia era laico, Gheddafi in Libia era laico, Assad in Siria e’ un laico in cui prima della guerra il 60% degli studenti universitari erano donne. Sara’ cosi’ pure nel dopo Assad? O le donne saranno trattate come cani? Chi dovranno ringraziare?

Tornatevi a chiedere, come mai chi scappa dalla guerra va in Europa, in posti freddi, di diversa matrice culturale, sfidando mari e tempeste mentre a poche centinaia di km si trovano tanti stati arabi che finanziano la ribellione? Il solo Qatar ha dato 1 miliardo di USD ai barba insorgenti ma non accoglie nessuno dei loro fratelli di religione che scappano dagli effetti della guerra che hanno creato…curioso!
Saluti amari.

stanziale
Scritto il 7 aprile 2017 at 19:04

emzag,

“Che i sogni dei sovranisti sono finiti.”
Ok…pero’ spiegami/spiegatemi come fanno a rimediare allo sbilancio commerciale che hanno. Se il muro con il messico non glielo fanno completare; se confermano l’obamacare totalmente fallito e fuori controllo come budget di spesa per i contribuenti; se non riesce ad agire contro la germania e cina che chiaramente, soprattutto la germania, hanno la moneta svalutata. I problemi per cui e’ stato eletto Trump ci sono sempre. Se non gli fanno fare il programma, come sembra, vanno direttamente verso l’implosione economica, del sistema. Trump era l’ultima possibilita’, e probabilmente era comunque troppo tardi. Andranno in malora, con il loro globalismo ed i ridicoli missili che hanno tirato ai siriani (roba del 1983, cosi’ per rispondere anche a madmax).

emzag
Scritto il 7 aprile 2017 at 19:39

stanziale@finanza,

Distruggono Putin, la Russia è in ginocchio e si ritrovano con un’altra miniera da sfruttare.
Nel frattempo fanno politiche keynesiane con le spese militari e la crisi non c’è più.

Ora però bisogna vedere nei fatti cosa succederà alle elezioni francesi.
La mia impressione è che questo bombardamento in Siria sposterà la timorosa opinione pubblica verso Macron.
Se la Le Pen non vincerà il primo turno credo che sarà un brutto segnale non solo per i sovranisti ma anche per Putin.

stanziale
Scritto il 7 aprile 2017 at 20:03

emzag,

Non penso proprio. Come? la Russia non ha debiti, e’ uscita vincitrice dalle sanzioni, che hanno rafforzato la propria econom mia, l’agricoltura, ed hanno creato un sistema alternativo al swift, per non parlare degli scambi in oro tra cia e russia. La russia nel 2016 ha incrementato anche le esportazioni di gas verso l’europa. La politica Usa (chi c’e’ dietro) e’ un vero fallimento. Invece no n faccio molto affidamento sui sovranisti europei, troppo deboli, non hanno molte armi . Per il momento.

sd
Scritto il 7 aprile 2017 at 22:47

Buona sera

E da molto che lo scrivo su questi blog e dopo gli ultimi avvenimenti i fatti lo confermano…..purtroppo. La speranza era l’ultima a morire.

Gli USA COME IMPERO ormai non esistono più, come tutti gli imperi precedenti sono in decadenza, ormai non portano più pace e prosperità ai popoli da loro governati o alleati.

L’italia in caso che le cose peggiorino sarà RASA AL SUOLO, e suo presidente è inutile che vada a chiedere pietà !!!!!…..almeno un pò di dignità dovrebbe averla.

E visto che qui si discute di economia, se gli eventi continueranno con questa intensità e ritmo, ci sono discrete possibilità che la “moneta fiduciaria a corso forzoso”, con cui siamo costretti a commerciare, sia valutata per quello che è realmente……..fogli di carta stampata/numeri su un computer.
L’europa non esiste, un guazzabuglio di nobili deficienti e politici da quattro soldi ed una marea di inutili burocrati e parassiti di stato mantenuti da un apparato di polizia ben pagato per “bastonare” chi si ribella. Per non parlare delle banche fallite con i loro CEO (il gatto e la volpe) che rubano a man bassa finche possono.

Comunque la speranza e l’ultima a morire e speriamo che sia ancora possibile che il meglio dell’essere umano possa emergere.

Un saluto

SD

ilcuculo69
Scritto il 8 aprile 2017 at 20:51

stan­zia­le@fi­nan­za: I pro­ble­mi per cui e’ stato elet­to Trump ci sono sem­pre. Se non gli fanno fare il pro­gram­ma, come sem­bra, vanno di­ret­ta­men­te verso l’im­plo­sio­ne eco­no­mi­ca, del si­ste­ma. Trump era l’ul­ti­ma pos­si­bi­li­ta’

ahahahahahahahahahahahahhahaha
ahahahahahahahhahahahhahahahaha
ahahahahahahahahahhahahahahahahah

emzag
Scritto il 9 aprile 2017 at 16:13

Meno male che non sono gli americani quelli che vogliono al guerra

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2017/04/09/siria-usa-accuseranno-mosca-complici_3ea309ce-4c87-4c60-9928-f51d701be8c1.html

Lol…ma tanto la gente non capisce una mazza, basta che gli dai l’elemosina e se ne stanno zitti e buoni…

stanziale
Scritto il 9 aprile 2017 at 23:15

ilcuculo69@finanza,

Va bene, allora diamo ragione a Soros e la Clinton, in Italia avanti con l’eurss e la sostituzione etnica come da perfetto manuale kalergi. Penserai mica, siccome sei un piddino benestante, di cavartela? Quandoi la gente stara’ male, e sara’ costretta, pensi che non verranno a casa tua? Non ci sara’ nulla che salvera’ i benestanti. Non ce ne saranno piu’.

ilcuculo
Scritto il 11 aprile 2017 at 17:14

stan­zia­le@fi­nan­za,

Trump era l’ultima speranza di chi? E per cosa????

Che io sia un piddino benestane sono due affermazioni tue personali che non so da cosa tu possa ricavare.

ilcuculo
Scritto il 11 aprile 2017 at 17:21

stan­zia­le@fi­nan­za,

Ma secondo te le scie chimiche fanno parte del piano kalergi ?

stanziale
Scritto il 11 aprile 2017 at 19:20

ilcuculo@finanza,

Guardo bello che non mi invento niente. Sei tu che, nel tempo, ti sei dichiarato abbastanza benestante, nel blog. Anni fa. Avevi detto che eri un quadro, con degli affitti, un a disponibilita’ economica, investivi in btp, guarda un po’. Ho una memoria di elefante, si vede tu no. Per quanto riguarda Trump, se non sbaglio aveva ottenuto il mandato dagli elettori , su determinati programmi. Tipo fine (o bel ridimensionamento ) della globalizzazione. Aveva dichiarato pubblicamente che avrebbe cercato di disconoscere i trattati internazionali, quelli del libero commercio, che preferiva trattare cn i singoli stati (tipo: Italia) anziche’ con entita’ come l’ ue. Voleva creare un diverso approccio con russia e finanche con siria. Era stato votato perche’, con la fine della globalizzazione, cioe’ molti meno lavoratori che entravano in usa, cio’ avrebbe determinato le condizioni per ottenere di nuovo aumenti dei salari. Processo inverso in corso, cioe’ la globalizzazione: migrazione di mano d’opera, eccesso di mano d’opera, minori salari, maggiori guadagni per le multinazionali. E’ molto semplice, ci puo’ arrivare chiunque. Queste sono , tra le altre, affermazioni per le quali aveva il mandato. Se poi e’ carta straccia perche’ ha pressioni alle quali non puo’ dire di no, e’ un altro discorso. Non finira’ bene.

stanziale
Scritto il 11 aprile 2017 at 20:09

Guarda cuculo, che ti ridi dei miei commenti, leggi questo MIO (quell’utente anonimo ero io) in risposta ad un TUO precedente commento, del lontano 21 nov. 2011. Il post del capitano era Italia: sopra la banca il governo campa…shock economy.
utente anonimo
Scritto il 21 novembre 2011 at 23:46

9 cuculo == Mah, la gestione degli immobili e’ quasi sempre a rimessa gia’ con le tasse odierne. Le spese di manutenzione e ristrutturazione, mobilio, le tasse da pagare sull’affitto, l’inquilino moroso e l’avvocato ed il tribunale per lo sfratto. Aumentare le tasse addirittura al 140-150% vuol dire forse far andare il valore degli immobili da 2000-3000 il metro quadro a 1000 il metro quadro. Il valore degli immobili in Italia da 8000 miliardi alla meta’ anche meno. Con tutti i fallimenti delle societa’ e delle famiglie che seguiranno. E per raccattare 20 miliardi che tanto non servono a nulla, se hanno gia’ deciso che fine faremo. Vogliono farci andare tutti in miseria e poi farci fallire uguamente. Che si dia una calmata da se, o qualcuno fermi quel pazzo mandato da non si sa chi. ”

Che te ne sembra? Non ti pare che avevo capito la situazione -che si sarebbe verificata- al 100%??

ilcuculo
Scritto il 12 aprile 2017 at 07:39

Meno male che scrivo poco, ti sei creato un dossier?
In questi anni avete scritto tutto e il suo contrario ci credo che qualche cosa l’avete azzeccata.
Discutete vi accapigliate come se aveste la verità in tasca, è nella gran parte dei casi sono amenità tipo Il complotto di kalergi.
Anche io buona memoria ma la dedico a cose che ritengo più importanti di quello che hai scritto tu e chiunque altro su questo forum nel 2011 o prima o dopo

emzag
Scritto il 12 aprile 2017 at 14:17

ilcuculo@finanza,

Il Cuculo carissimo, come mai tiri fuori il complotto di Kalergi?
E’ l’arma di chi non ha argomenti perché devi sapere che Kalergi ha scritto un libro nel 1925 disponibile in rete in tedesco (lingua originale) e anche tradotto in francese in cui se è vero che NON parla del complotto che stupidamente gli si attribuisce descrive però un suo piano molto dettagliato CHE E’ DIECI VOLTE PIU’ INFAME della sciocchezza di rendere meticci tutti gli europei (cosa che lui non avrebbe mai scritto dato che era meticcio egli stesso avendo la madre giapponese).
Leggi, solo la prima parte intitolata Adel (Nobiltà) che è di circa 45 pagine, ci metti una serata e poi mi dici.
Ripeto: è diceci volte peggio di quella sciocchezza di complottino ridicolo che chissà per quale motivo gli attribuiscono.

Se lo avessi letto non lo avresti citato perché quel libro per i sostenitori della UE è non solo inquietante ma addirittura imbarazzante e infatti se riporti il contenuto del suo piano (QUELLO VERO) su Wikipedia te lo cancellano e ricancellano.

Ecco qua i link e la prossima volta informati prima di fare sparate alla cieca

In tedesco

https://ia802608.us.archive.org/10/items/PraktischerIdealismus1925/PraktischerIdealismus.pdf

In francese

https://ia802305.us.archive.org/12/items/R.N.CoudenhoveKalergiIdealismePratique1925FR/CK_IP_fr.pdf

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Come sosteneva Darwin " non sopravvive il piu' forte o il piu' intelligente ma chi si adatta piu' ve
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Spero che i tanti amici consulenti che seguono il blog non mi odino per quello che sto per scriv
Piazza Affari non decolla questa mattina ma si mantiene bene impostata in seguito al contatto avvenu
Sarà anche una fase estiva ma le emozioni sui mercati non mancano mai. Già solo la tematica FC
Credetemi, non che mi meravigli, nessuna sorpresa, ma mi sto ancora chiedendo quando la gente no
Quest’anno la pausa estiva è stata più breve del solito e sulle pensioni praticamente non c’è
Tira aria di correzione? In effetti qualcosa si sta muovendo proprio in quella direzione con le "m
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
PREVISIONE Ancora una volta l'Euro Dollaro è stato preciso, pur con l'incertezza previ