GRANDE DEPRESSIONE DEL 1929: IL RITORNO DEL FANTASMA DI SMOOT!

Scritto il alle 09:48 da icebergfinanza

Risultati immagini per smoot 1929

In questi giorni ne abbiamo sentite di tutti i colori su Trump, Trump e questo, Trump è quello, sai è un clone di Reagan, la trumpnomics sarà come la reaganomics, una manna dal cielo, coi riporterà l’inflazione e i tassi voleranno alle stelle, il mercato toro secolare delle obbligazioni è finito, vedrai che spinta impressionante verrà dalla riforma fiscale e dai 1000 miliardi di investimenti in infrastrutture.

Peccato però che ben in pochi amano studiare la storia, in pochi si prendono la briga di andare a vedere cosa è davvero successo come abbiamo fatto noi con gli ultimi tre manoscritti di Machiavelli, quante delusioni prenderebbero questi novelli dotti, medici e sapienti.

Mentre scrivevo l’articolo sulla Yellen, mi è caduto l’occhio su questo titolo…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.9/10 (21 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +15 (from 15 votes)
GRANDE DEPRESSIONE DEL 1929: IL RITORNO DEL FANTASMA DI SMOOT!, 9.9 out of 10 based on 21 ratings
6 commenti Commenta
laforzamotrice
Scritto il 2 febbraio 2017 at 11:21

Giuro, non è una contestazione, solo una domanda, cosa significa “scostamento del cambio reale dal proprio valore di equilibrio”? O meglio, cosa sarebbe “il proprio valore d’equilibrio”?

aorlansky60
Scritto il 2 febbraio 2017 at 11:55

@ IcebergFinanza

L’unico grande denominatore comune di tutte le più grandi crisi della storia è sempre stato il debito

VERO, Capitano

frase da scolpire a caratteri cubitali;

il più grande motivo di attrito tra Nazioni (successivamente sfociati in conflitti bellici tra esse) da 4000 anni a questa parte è sempre stato lo STESSO (ed unico) :

D E N A R O – A R G E N T – M O N E Y …a dirla come la si vuole.

Il problema attuale (il debito complessivo mondiale) è assai diverso [IN PEGGIO] da come lo poteva essere 1000 o 500 o 200 anni fà, quando a dominare il mondo – con gli interessi conseguenti – erano in pochi,

ora in conseguenza della globalizzazione abbiamo più player di alto livello [ognuno con i propri interessi da difendere] in scena e la faccenda si è dannatamente complicata;

il guaio innescato nel 2007 [che ha comunque origine da qualche anno prima] non ha insegnato nulla :

da allora,

è aumentato [CONSIDEREVOLMENTE] il volume di prodotti finanziari “tossici” (DERIVATI e simil carta straccia) sparsa in giro per il mondo,

ed è aumentato il debito mondiale complessivo (non ho sottomano l’ultima stima ufficiale del 2016, ma ricordo bene un articolo di carattere finanziario che metteva in risalto questo aumento, il massimo storico mai raggiunto).

Lo scenario è piuttosto chiaro, per chi lo vuole leggere;

gli ottimisti ad oltranza continuano invece a far finta di nulla, cercando di illustrare al mondo [e alle persone comuni] un film e una storia molto diversi dalla cruda realtà dei numeri.

Ce n’è abbastanza per essere preoccupati. O per far finta di nulla mettendo la testa sotto la sabbia (come gli struzzi); un saggio (credo sia John_Ludd) disse qualche tempo fà : inutile preoccuparsi, l’onda di tsunami che arriverà travolgerà tutti, stolti e intelligenti, buoni e cattivi, belli e brutti.

ndf
Scritto il 2 febbraio 2017 at 12:07

“Renzi: la Germania rispetti le regole sul surplus commerciale”
….adesso fa la voce grossa, deve recuperare consensi….che squallore….

aorlansky60
Scritto il 2 febbraio 2017 at 13:31

@ ndf

sono alcuni anni che in questo blog se ne parla (del surplus comm.le tedesco, difficile a non essere visto da chi tratta economia, almeno se lo fà in maniera sincera rispetto a coloro che hanno interesse A NASCONDERE QUESTI MACRO SCOMPENSI… CI SIAMO CAPITI CHI INTENDO…)

renzi avrebbe fatto bene a passare di qui e leggere,

:lol:

magari gli sarebbe servito ad elevare la sua conoscenza in materia economica (anche considerato il velo pietoso da stendere sullo staff di consiglieri di cui si è circondato durante il suo mandato, prima del siluramento del 4DIC2016)…

a parte che la sua presa di posizione attuale mi sembra quella di “calimero” vs un Leone (come lo può essere il rapporto di forze attuali tra Ita vs DE),

e per questo fa un pò ridere,

ma tra poco verso il Leone potrebbe abbattersi la furia di un GROSSO ELEFANTE(biondo) inferocito, stay tuned…

:-D

Valygar Corthala
Scritto il 2 febbraio 2017 at 20:23

Capitano, grazie per aver colto il mio assist (non ero sicuro al 100% di poter postare direttamente grafici), ringrazio Lei ed Albertone per il continuo lavoro svolto, un impegno davvero encomiabile da parte di entrambi.
L’elefante Trump continua coerentemente a recitare il suo copione. Fortunatamente la Cina non confina con gli USA, altrimenti sarebbe già impegnato nella costruzione di una nuova Grande Muraglia.. con spese a carico dei Cinesi ovviamente!! Buon protezionismo a tutti!!

phitio
Scritto il 3 febbraio 2017 at 11:21

Se scoppia una guerra commerciale protezionistica, a perderci maggiormente saranno quelle nazioni che al momento si sono assestate su un indebito vantaggio monetario, che sparira’ rapidamente.
A questo punto non facci fatica a capire da dove si origineranno quelle terribili pressioni economiche che sono destinate a fa fuoriuscire la Germania dall’ EU.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Ftse Mib: l'indice italiano tenta il rimbalzo dopo lo scivolone di ieri, quando i corsi hanno lascia
Dal gennaio 2019, almeno finora, per andare in pensione di vechiaia o anticipata, bisognerà lavorar
Una notizia padroneggia su tutte oggi. Il ritorno della Grecia nei “paesi che contano”. Inf
Premesso che da tempo conosciamo il trasporto di Emmanuel Macron per le donne di una certa età...
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Il passaggio da “economia di Frontiera” a “paese emergente” rappresenta un importante upgr
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Ftse Mib: l'indice italiano oggi apre in lieve rialzo, per poi invertire direzione. In ogni caso la