Cerca nel Blog

TRUMP SALVERA’ L’EURO!

Scritto il alle 10:02 da icebergfinanza

Risultati immagini per trump

Per caso ieri mi sono imbattutto in questa ennesima gag, barzelletta,  proveniente da uno degli economisti euristi più fanatici d’Europa, un certo Daniel Gros. Si tratta di un articolo scritto il 6 di dicembre, mentre noi insieme a Machiavelli smontavamo bufale e illusioni sulla Trumpeconomics…

Can Trump Save the Euro? Project Syndicate

Gross sostiene che con l’economia americana già operante a capacità quasi piena (la disoccupazione è inferiore al 5%), per soddisfare tale domanda sarà necessario un incremento delle importazioni – e un dollaro più forte.

Tutto questo sarà un bene per la zona euro, rispetto a cui gli Stati Uniti restano un mercato di primo piano per le esportazioni.

Ma sono i paesi periferici che potrebbero trarne i maggiori benefici. Ad esempio, l’impatto di un deprezzamento dell’euro è di circa tre volte più grande in Italia rispetto alla Germania, perché la domanda di esportazioni tedesche di beni strumentali specializzati non è molto elastica rispetto al prezzo. Di conseguenza, la rapida crescita alimentata dalla domanda negli Stati Uniti, insieme con il dollaro forte, potrebbe contribuire al riequilibrio tanto necessario della zona euro.

La rapida crescita della domanda degli Stati Uniti?

Tenetevi forte pronti ad osservare i prossimi dati sui consumi in arrivo dagli Usa, ci sarà da farsi una risata.

C’è un precedente per i potenziali benefici per l’Europa della Trumponomics. Dopo il crollo negli anni settanta del sistema di cambi fissi di Bretton Woods basato sul dollaro, l’Europa ha creato il Sistema Monetario Europeo come isola di stabilità in un oceano di tassi di cambio ampiamente fluttuanti. Benché il mantenimento di tassi di cambio stabili all’interno dello SME risultasse inizialmente difficile, a causa delle grandi differenze nei tassi di inflazione nazionali e delle priorità di politica economica, la situazione è migliorata rapidamente, grazie al presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan.

Questa è un’altra bufala!

Partiamo da qui dalla data della prima elezione di Reagan 20.01.1981…

Italy GDP Growth Rate

Questa è stata la dinamica della spettacolare crescita italiana nei primi anni della presidenza Reagan.

Forse qualcuno dimentica, ma ve lo ricorderemo noi in dettaglio nel prossimo Machiavelli che appena eletto Reagan dovette affrontare una pesante recessione e che Trump dovrà affrontare una pesantissima recessione.

 

La “Reaganomics” ha prodotto grandi deficit fiscali e un dollaro ultra-forte. Questo, insieme a bassi prezzi del petrolio, ha messo l’Europa in una posizione di forza per superare le disparità impegnative e perseguire la crescita. In effetti, è stata l’ultima volta che in Italia il PIL è cresciuto più rapidamente rispetto alla media SME. La Trumponomics è orientata a creare precisamente le stesse condizioni.

Gros prosegue con le sue illusioni!

Quali che siano i potenziali aspetti negativi delle politiche di Trump, c’è n’è uno chiaramente positivo: esse stimoleranno la crescita e l’occupazione in zona euro, dove l’insoddisfazione economica sta generando turbolenze politiche – e i vantaggi saranno più pronunciati nei paesi che più ne hanno bisogno. Poiché gli Italiani si trovano di fronte alla prospettiva di un referendum sulla permanenza nell’euro, ed i Francesi si preparano alle elezioni presidenziali del prossimo anno, il peso di ciò non può considerarsi sovrastimato. Infatti, Trump potrebbe benissimo finire per salvare l’euro.

Se questo è un economista, allora il 2017 sarà l’ennesimo anno nel quale assistere ad un altro epico fallimento degli economisti! Aggiungetevi pure tutti gli analisti ed editorialisti che prefigurano chissà quale aumento dei tassi e dell’inflazione, il 2017 verrà ricordato come la tomba delle loro illusioni.

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta, l’informazione indipendente…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (13 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +11 (from 11 votes)
TRUMP SALVERA' L'EURO!, 10.0 out of 10 based on 13 ratings
Tags: ,   |
19 commenti Commenta
gnutim
Scritto il 2 gennaio 2017 at 11:55

da scompiscarsi dalle risate!!!

E’ come dire che Trump farà di tutto pur di…. salvare l’euro!!!! ahahahahahah

phitio
Scritto il 2 gennaio 2017 at 12:01

Come ho gia detto in precedenza, le mie fonti dicono chiaro e tondo che l’unione europea si dissolvera’, che il processo e’ gia cominciato, e che l’evento catalizzatore sara’ la fuoriuscita della Germania.

Per quanto riguarda Trump, egli fara’ le sue scelte, che porteranno un certo numero di benefici, specie alle classi salariate, ma niente di quello che fara’ sara’ in grado di invertire il trend di lento declino degli USA.

I processi generali mondiali sono ben noti, sebbene non molto piacevoli, e parlano di progressiva dissoluzione del sistema globalizzato. Spariranno la finanza e i commerci internazionali, praticamente del tutto. Le economie si riassesteranno su scale molto piu’ locali. E ci sara’ molta meno industria, meno servizi, meno energia e meno beni di consumo, per tutti. La disoccupazione a doppia cifra (dal 30% al 50% della forza lavoro) diverra’ un aspetto endemico di tutte le nazioni.
Sara’ tempo che si venga a patti con queste realta’ e che le si cominci ad inserire in un nuovo sistema di valori etico/economici

ilcuculo
Scritto il 2 gennaio 2017 at 12:30

O magari anche no…

phitio@finanza,

phitio
Scritto il 2 gennaio 2017 at 12:38

ilcuculo@finanza,

Beh, staremo a vedere… Non che mi fara’ particolarmente piacere l’aver avuto ragione, nel caso. Sarebbe decisamente una magra consolazione.
Pero’ c’e’ l’aspetto consapevolezza da considerare. SI sopportano meglio i rovesci nella vita, se si conosce la ragione di quanto accade.

pdf79
Scritto il 2 gennaio 2017 at 14:09

phitio@finanza,

Quindi dalle tue informazioni si può dedurre che si assistera prima ad un peggioramneto delle condizioni di vita e poi ad un rapido declino della popolazione con una bella guerra? ricordo a tutti che però sarebbe diverso questa volta.
Non ho idea di quali armi serviranno per combattere la terza Guerra Mondiale, ma la quarta sarà combattuta coi bastoni e con le pietre.
Albert Einstein

ilcuculo
Scritto il 2 gennaio 2017 at 14:25

Tipo …. mi prospetto una catastrofe così un tragedia sarà sopportabile….?

Ciarpame…

phi­tio@fi­nan­za,

icebergfinanza
Scritto il 2 gennaio 2017 at 15:19

Vediamo di ridimensionare le visioni apocalittiche sarà già abbastanza complicato gestire la crisi che verrà!

giap
Scritto il 2 gennaio 2017 at 15:30

phitio@finanza,

Ma perché la Germania dovrebbe uscire dall’Euro? Lo farebbe solo se le convenisse. Potrà mai convenirle? E poi: sei sicuro che uscirebbe da sola? Non è più probabile un Euro del Nord?

Secondo me la situazione è confusa quanto le alleanze tra chi fa la guerra in Siria. Sicuramente ci sono molteplici scenati possibili, dal “non succederà niente (o quasi)” alla guerra atomica. E’ molto difficile prendere una posizione, io non ci riuscirei assolutamente. Ma tu Phitio come fai ad essere così sicuro?

ilcuculo
Scritto il 2 gennaio 2017 at 15:35

giap@​finanza: Ma tu Phi­tio come fai ad es­se­re così si­cu­ro?

Al mondo ci sono quelli con molti dubbi e quelli con molte certezze….

stanziale
Scritto il 2 gennaio 2017 at 19:33

Be’ non e’ che phitio ha descritto chissa’ quale catastrofe, gia’ ora in italia la disoccupazione reale non e’ molto lontana dal 30%…probabilmente e’ sul 24-25%, posto che hanno inventato trucchi degni dei loro mentori pdioti americani. Comunque abbiamo la possibilita’ di avere piu’ lavoro, se finisce l’euro…perche’ finira’, ah se finira’…con buona pace dei fognatori, estimatori dei migliori paradisi vedasi Urss ed ora Eurss. Quanto ad un minor commercio mondiale e’ anch’esso certo, anche se non saprei valutare le dimensioni,e bisogna vedere se piano piano oppure in seguito ad un bel cigno nero…ma si puo’ stare meglio ugualmente, basta riprendere dignita’ e sovranita’. Ecco un caso emblematico, ed i suoi perche’…http://scenarieconomici.it/il-caso-almaviva-la-globalizzazione-che-schiaccia-i-lavoratori/

beppe73
Scritto il 2 gennaio 2017 at 21:09

Concordo con FUORI DALLA CAZZOMONETAUNICA as soon as possible! !!
Basta deflazione salariale……basta vincoli esterni…….basta violentare sistema normativo e produttivo by Bruxelles affairs

giap
Scritto il 3 gennaio 2017 at 12:00

ilcuculo@finanza,

Io sono sicuramente uno con molti dubbi anzi moltissimi però non hai risposto alla mia domanda: Perché la Germania dovrebbe uscire dall’Euro?

phitio
Scritto il 3 gennaio 2017 at 17:26

giap@finanza,

DIciamo che mi fido dell e mie fonti. Hanno previsto la vittoria di Trump quando ancora stava facendo le primarie nel suo partito e aveva contro altri 17 candidati repubblicani. Hanno previsto la Brexit.
Lo scenario che ho scritto spora non e’ di breve periodo, ma nemmeno di lunghissimo periodo. Io presumo che il tutto si svolgera in un intervallo di 10 anni, ma potrei sbagliarmi, comunque l’uscita della Germania per prima dall’UE viene data per assodata.
Vorrei inoltre aggiungere che i rischi di guerra sono comuqnue considerati minimi in europa, e che non ci sara’ nessuno sterminio o catastrofe del genere.

capitan_harlok
Scritto il 4 gennaio 2017 at 07:04

phi­tio@fi­nan­za:
[email protected],

DI­cia­mo che mi fido dell e mie fonti. Hanno pre­vi­sto la vit­to­ria di Trump quan­do an­co­ra stava fa­cen­do le pri­ma­rie nel suo par­ti­to e aveva con­tro altri 17 can­di­da­ti re­pub­bli­ca­ni. Hanno pre­vi­sto la Bre­xit.
Lo sce­na­rio che ho scrit­to spora non e’ di breve pe­rio­do, ma nem­me­no di lun­ghis­si­mo pe­rio­do. Io pre­su­mo che il tutto si svol­ge­ra in un in­ter­val­lo di 10 anni, ma po­trei sba­gliar­mi, co­mun­que l’u­sci­ta della Ger­ma­nia per prima dal­l’UE viene data per as­so­da­ta.
Vor­rei inol­tre ag­giun­ge­re che i ri­schi di guer­ra sono co­mu­q­nue con­si­de­ra­ti mi­ni­mi in eu­ro­pa, e che non ci sara’ nes­su­no ster­mi­nio o ca­ta­stro­fe del ge­ne­re.

Come non darti torto ,ma quanto da te supposto avrà dei tempi ben piu lunghi di un semplice decennio sono gia trascorsi 15 anni dall’inaugurazione di questo splendido baraccone chiamato euro la moneta unica degli europei, figuriamoci quanti ce ne andranno prima che tutto crolli definitivamente ,ora siamo ancora alla fase del malcontento di alcune fasce sociali , ma i nostri Tecnocrati, politici e quant’altro sono molto abili a far si che l’agonia di questo sistema venga prolungata il più possibile in modo da riuscire a mettere le mani su cio che rimane del nostro paese, I RISPARMI DELLE FAMIGLIE e dell generazioni precedenti visto che noi italiani siamo uno dei paesi più risparmiosi al mondo una volto che riusciranno anche in questo e saremo impoveriti di tutto allora forze ci manderanno moribondi alla deriva ………..
Come dice ANDREA sono convinto che dalle ceneri risorgerà un paese migliore anche se ci vorranno 20-30 anni a finché tuuo il ciclo si compia totalmente .

phitio
Scritto il 4 gennaio 2017 at 10:31

capitan_harlok@finanzaonline,

Potresti avere anche ragione, ma ho come un presentimento che non ci sara’ da attendere troppo. Purtroppo, a volte questo genere di cambiamenti accadono in fretta, specie quelli politico/economici.
per intanto, le mie fonti danno come molto piu’ vicino il problema Portoghese, che assomigliera’ molto a quello Greco.
Staremo poi a vedere cosa succede politicamente ed economicamente a livello internazionale, visto che ci dovremo pippare Trump per ben due mandati.

capitan_harlok
Scritto il 4 gennaio 2017 at 11:43

phi­tio@fi­nan­za:
[email protected],

Po­tre­sti avere anche ra­gio­ne, ma ho come un pre­sen­ti­men­to che non ci sara’ da at­ten­de­re trop­po. Pur­trop­po, a volte que­sto ge­ne­re di cam­bia­men­ti ac­ca­do­no in fret­ta, spe­cie quel­li po­li­ti­co/eco­no­mi­ci.
per in­tan­to, le mie fonti danno come molto piu’ vi­ci­no il pro­ble­ma Por­to­ghe­se, che as­so­mi­glie­ra’ molto a quel­lo Greco.
Sta­re­mo poi a ve­de­re cosa suc­ce­de po­li­ti­ca­men­te ed eco­no­mi­ca­men­te a li­vel­lo in­ter­na­zio­na­le, visto che ci do­vre­mo pip­pa­re Trump per ben due man­da­ti.

Il problema sara la politica che l’entourage di Trump vorrà portare avanti in questi due mandati , e quanti sconvolgimenti porterà in giro per il mondo è tutto da vedere , è una grande incognita …..

giap
Scritto il 4 gennaio 2017 at 12:38

phitio@finanza,

Phitio, ti ringrazio per le tue risposte ma quindi mi pare di capire che non sarà la Germania ad uscire per prima bensì il Portogallo? O ho capito male? Secondo me la Germania non sarà la prima e nemmeno la seconda o la terza ad uscire: secondo me cercheranno di mantenere la UE (sotto il loro dominio) per ovvi motivi di necessità economica (mercato per i loro surplus produttivi) e solo se a loro converrà avremo un marco del Nordeuropa e singole valute negli altri paesi. Ma non penso che lascieranno questa baracca che loro sono stati così bravi a creare e sviluppare per il loro proprio interesse a danno degli altri.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Non è una novità, ma la gente comune non sa nulla di quello che sta realmente accadendo, un mani
  Investire ai tempi della bolla della liquidità. Quanto ne abbiamo parlato negli ultim
Piazza Affari ancora in trading range, all'interno del rettangolo formato dai supporti a 20.570 punt
Quando parliamo di opzioni sappiamo che le variabili in gioco sono tre: Prezzo - Volatilità - Tempo
Copione noto, e situazione “all’italiana” che potrebbe andare a risolvere la questione del
Cari Compagni di viaggio, amici di Machiavelli, mi permette di togliermi un sassolino dalla scarpa
Sulle criptovalute si dice molto in questi giorni e soprattutto si racconta dell’impressionant
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Il bagarinaggio online colpisce ancora e...pesantemente. Per vedere il concerto di Vasco Rossi a