DOLLAR: TOPIC OF THE MOMENT!

Scritto il alle 18:14 da icebergfinanza

Risultati immagini per dollar hed geye

Momento decisivo sul cambio euro dollaro anche se come abbiamo già scritto il dollar index paniere di valute internazionali contro dollaro ha già dato un segnale inequivocabile con un triplo massimo superiore confermando il testa e spalla rialzista che avevamo segnalato un mese e mezzo fa in Machiavelli.

Oggi abbiamo rotto i minimi del dicembre del 2015 quindi la rotta è tracciata.

Questo è quello che avevamo condiviso all’inizio di ottobre.

Immagine111Questa è la dinamica della giornata odierna!

Non vedo l’ora che nonna Yellen alzi i tassi e poi ancora e ancora! Un pensiero affettuoso va a tutti coloro che in questi anni hanno fatto scorrere fiumi di inchiostro sulla fine del dollaro e degli Stati Uniti d’America e del loro impero commerciale e finanziario.

Immagine1111Immagine111111

Missione compiuta ora non resta che attendere la parità tra euro e dollaro.

Non chiedeteci quando, non sarà certo domani, ma noi non abbiamo alcuna fretta!

Immagine11111

Mentre il mondo intero suggeriva la fine della sterlina e l’inizio dell’apocalisse per il Regno Unito noi suggerivamo tranquillità e serenità prospettando un’inversione spettacolare…

Immagine1111111

E infatti cosi è andata!

Immagine11111111E infine un pensiero affettuoso a tutti coloro che aspettano con ansia l’inflazione e a tutti quelli che avevano fretta di comprare oro…

Immagine1111111111

Sono ormai sei anni che

Se permettete ogni tanto ci leviamo qualche sassolino dalla scarpa.

Siamo stati tra i primi in Italia a comprendere la deflazione da debiti e a condividerla con Voi, strategia che ci ha permesso di ottenere risultati importanti sul reddito fisso. Nel bel mezzo della crisi Italia del 2011 da soli controcorrente abbiamo suggerito di stare tranquilli di non lasciarsi prendere dal panico vendendo i nostri titoli di Stato anzi acquistarli. Nell’estate del 2013 insieme a molti di Voi abbiamo fatto rotta sul dollaro e sui titoli di Stato americani che tante soddisfazioni ci hanno dato un’avventura che ci accompagnerà per molto tempo ancora.

Lo scorso anno mentre i soloni della finanza e delle sale operative suggerivano a fine anno che non c’era alternativa all’equity e la fuga dal mercato obbligazionario, noi suggerivamo prudenza e di dirigere la rotta controcorrente. Sappiamo tutti come è andata nuovi minimi storici per tutti i bond sovrani, alla salute dell’ennesima bolla!

Ora tutti in gregge di nuovo dietro alle loro illusioni inflattive, uno spettacolo che solo la finanza comportamentale può spiegare.

I prossimi anni ci attendono nuove ed entusiasmanti esperienze professionali che non mancheremo di condividere.

Semplicemente grazie a tutti coloro che hanno avuto fiducia in noi, ma soprattutto la nostra soddisfazione è di essere riuscita a dare un’impronta antropologica a questa crisi e alle alternative possibili!

E ora un ultimo sforzo mancano solo TRE giorni  per i Macchianera Awards 2016, su coraggio Ragazzi, non c’è due senza tre dice il famoso proverbio della cultura popolare italiana.

Dopo la Brexit  e le elezioni americane, abbiamo bisogno del Vostro prezioso aiuto per sovvertire tutti i pronostici e sondaggi che danno vincitore nella categoria ECONOMIA il Sole 24 Ore.

Chissà che il 29 novembre grazie all’onda d’urto del popolo di Icebergfinanza non ci sia anche in Italia un … ICEBERGFINANZA MOMENT!

Forza coraggio bastano cinque minuti di tempo CLICCANDO SUI BANNER AZZURRI che trovate in questo articolo e dieci voti a scelta tra cui uno alla sezione 27  ECONOMIA. Semplicemente Grazie Andrea

Risultati immagini per occhiolino

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta, l’informazione indipendente…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (17 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +16 (from 16 votes)
DOLLAR: TOPIC OF THE MOMENT!, 10.0 out of 10 based on 17 ratings
Tags:   |
16 commenti Commenta
apprendista
Scritto il 23 novembre 2016 at 18:50

ANDREA THE GREAT

signor pomata
Scritto il 23 novembre 2016 at 22:37

Giusto per precisazione maestro ma il minimo è di aprile a 1,049, attendere prego possibilità di triplo minimo.
Potrebbe anche andare sotto già domani ma la partita potrebbe essere ancora aperta.
Saluti e grazie come sempre.

PG
Scritto il 23 novembre 2016 at 22:56

si­gnor po­ma­ta@fi­nan­zaon­li­ne,

Mazza quanto sei pignolo :)))) la realtà è che Andrea fino ad ora nn ha sbagliato un colpo come da lui stesso puntualmente descritto. Rivedere dopo i grafici che aveva previsto fa impressione per la puntualità e i target… sembra avere la sfera di cristallo e invece è un grandissimo nel saper leggere il mercato in tutte le sue infinite variabili.Trattare i forex è qlc. di rischioso se nn sai cosa stai maneggiando, ma qui è peggio ancora incrociando tale variabile con quelle del reddito fisso. Credo sia unico nel panorama e lo dico nn per essere compagno di viaggio ma analizzando asetticamente i suoi scritti e la sua incrollabile coerenza circa le sue analisi. Nn sono complimenti gratuiti, mi sento di dire BRAVO a chi merita e Andrea lo merita enormemente. In Italia purtroppo spesso se uno fa bene è scontato mentre se fa male viene coperto di insulti. Per fortuna che in qst veliero (è 1 dei motivi per cui lo leggo con piacere) la media dei frequentatori è molto sopra la media in etica sensibilità e rispetto e di qst vi ringrazio tutti. Andrea avanti cosí e vento in poppa grande ns. Capitano.

icebergfinanza
Scritto il 24 novembre 2016 at 06:51

signor pomata@finanzaonline,

Giusto per precisazione caro Pomata il minimo è di 1,0456 ma come sempre detto se si interrompe una sequenza di massimi e minimi crescenti sono dolori o meglio dollalori. ;-)
Il problema è che se son magnati tutti i supporti fondamentali ciclici e di lungo termine e inoltre ho scritto che il DOLLAR INDEX è di gran lunga più importante di questio pulviscolo atmosferico che è il cross tra EUR e USD e quello non da scampo!
Inoltre se uno legge bene ho anche scritto che a noi non interessa quando arriveremo sotto la parità e quindi ben venga un rimbalzo se ci sarà sarà un’ulteriore occasione.
Detto questo tanti auguri a chi avrà investimenti esclusivamente in EURO!

Buona giornata e ricordatevi di andare a votare e soprattutto far votare amici e parenti in massa! ;-)

emzag
Scritto il 24 novembre 2016 at 09:23

Ragazzi, diamo ad Andrea quel che è di Andrea.
Prima dell’elezione di Trump un peofessore universitario ha pontificato che il dollaro sarebbe sceso a precipizio e che anzi, Trump era stato eletto dalle forze del male proprio a quel fine.
Andrea invece dalla sua malga nelle montagne ha avvertito che il dollaro sarebbe salito.
Per non parlare delle previsioni del oremio nobel…
Scusate ma per me vale più questa previsione controcorrente di tutte le chiacchiere teoriche fini a sé stesse.

Poi se versmente l’euro cade nel 2017 allora veramente la sua preveggenza è una cosa straordinaria perché lo aveva già detto almeno due anni fa.

Gianbattista
Scritto il 24 novembre 2016 at 11:12

Complimenti davvero Andrea. Io e mia moglie abbiamo una votato per lei.

stanziale
Scritto il 24 novembre 2016 at 12:19

emzag,

Eh eh eh. Lo stai tirando per la giacchetta, furbacchione! Per la verita’ ha fatto capire che l’euro cadra’ abbastanza presto, ma non mi pare abbia parlato di 2017 senz’altro. Ma ti capisco benissimo, anch’io sono impaziente quanto te. Speriamo nel ritorno alla lira, nella rinascita, ma purtroppo mica e’ detto anche se l’euro finisce, sono capaci di rivenderci un’altra volta. Dipende tutto dal popolo, se non si sveglia…!

rubicon
Scritto il 24 novembre 2016 at 15:52

una sola parola, Andrea: GRAZIE
una sola frase, Andrea: che si aprano gli occhi e si squarci il velo di Maja!

GRAZIE

gainhunter
Scritto il 24 novembre 2016 at 18:46

PG,

Sottoscrivo in pieno. Andrea è un grande.
Grazie Andrea.

signor pomata
Scritto il 24 novembre 2016 at 21:46

ice­berg­fi­nan­za,

A me fineco dava quel minimo e cosi ho riportato senza tante pretese.
Il non ho niente quindi sto tranquillo, giusto una posizione ultrasoft sulla borza amerrigana al ribasso e conseguente svalutazione del dollarone .
Non è che non ti credo anzi sei grande ma è che vedo il deficit accumulato da USA e penso che un regalo cosi grande alla germania non lo fanno……se lo fanno avranno le loro ragioni che noi tutti non sappiamo.
Saluti e aspettiamo come evolve con tutta tranquillità……e anche con poco patos.

signor pomata
Scritto il 24 novembre 2016 at 21:48

emzag,

Le forze del male de che?
Ha detto che la posizione tedesca inizia a rompere i coglioni a chi comanda.
Il deficit è li……non è che lo ha scoperto il professore di pescara.

veleno50
Scritto il 24 novembre 2016 at 23:49

ice­berg­fi­nan­za,

Tranquillo Boss sul referendum l’Economist è per il no , come vedi un giorno corre il cane un giorno la lepre. Lunedi il si prevarrà di poco ma ce la farà,i votanti saranno tantissimi e lunedi mattina la colazione sarà meno dolce per te.Per chi ha avrà il coraggio di comprare carta straccia italiana Venerdi prossimo potrebbe fare un grande colpo,il nominale del decennale è sotto di nove punti da 101 è arrivato 92 potrebbe scendere ancora di altri dieci punti se tanto da tanto, se il referendum dovesse prendere una direzione il recupero dovrebbe essere immediato.Una persona schierata come te dovrebbe dire cosa potrebbe accadere se il risultato finale è il contrario di come la pensi tu.Tu basi tutto su dati inconfutabili,grafici, ricerca,approfondimento e storia io stavolta vado con la logica, e nel buon senso del popolo italiano, esco vincitore con qualche centesimo in più in tasca.notte naviganti

icebergfinanza
Scritto il 25 novembre 2016 at 07:51

Non succederà NULLA di particolare a parte il solito trambusto post referendum! Ma non è certo questo il contesto per dare espliciti spunti operativi! Chi ci segue conosce il significato di fly ti quality e lunedì si potrebbe assistere ad una dinamica spettacolare! Chi vivrà vedra!
veleno50@finanza,

magro
Scritto il 26 novembre 2016 at 14:41

vince il no Veleno, ci scommetti? e non grazie all’economist…. :-)

mirrortrader
Scritto il 27 novembre 2016 at 14:17

Complimentissimi

[email protected]
Scritto il 28 novembre 2016 at 00:35

i BOOK MAKER danoo al 75% vincita al no.
Con percentuali dle genere vince il NO di sicuro.
Povero Renzie!!!!

La storia sta cambiando , guardatevi The Forecastor di Armstrong e i cicli politici.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
La notizia del giorno è l'ennesimo attacco dei bond vigilantes alla famigerata linea Maginot, c
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Orari: dalle 9:00 alle 13:30 e dalle 14:30 alle 16:30. Dopo le 16:30 fino a quando c
La settimana scorsa vi avevo proposto un grafico dello SP500 che si è dimostrato decisamente az
DISCLAIMER – Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o t
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Si è affermato negli anni come il termometro dell'economia mondiale e anche nel terzo millennio
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Un rapido aggiornamento sulle nuove fantasie inflattive in attesa di smontare in Maggio, pezzo p
Signori, stiamo parlando di numeri impressionanti. Tanto per cominciare, guardate i dati sugli u