ELEZIONI USA AMERICA: TRUMP E’ IL NUOVO PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI!

Scritto il alle 07:12 da icebergfinanza

Risultati immagini per tsunami new york

Un’autentico tsunami così verrà ricordato il 2016, prima la Brexit, poi le elezioni americane e infine chissà il referendum costituzionale italiano. Verrà probabilmente ricordato come l’anno nel quale, la gente comune, la forza della disperazione ha spazzato via le menzogne della stampa mainstream, le speranze delle elites, ha spazzato via tutte le bugie economico finanziarie sino ad oggi somministrate dai media.

La forza della disperazione del popolo americano che in questi lunghi anni vi abbiamo raccontato attarverso la manipolazione della realtà quotidiana in America, dati sull’occupazione assolutamente falsati riassunti ieri da Vito Lops su Facebook…

Nel 2008 il tasso di disoccupazione negli Usa era al 5% e 28 milioni di cittadini percepivano aiuti alimentari. Oggi il tasso di disoccupazione, dopo la recessione, è tornato al 5% o addirittura sotto ma il numero di cittadini che è costretto a ricorrere agli aiuti alimentari (food stamps) è salito del 60% 45,4 milioni.

Quale modello di sviluppo economico è questo?

Dopo aver distrutto la vita di milioni di americani finiti sulla strada senza lavoro e senza casa, il sistema finanziario ha continuato a speculare, prima sugli Stati e poi ancora sul lavoro, imponendo deflazione salariale ovunque, non solo in America ma soprattutto anche in Europa e in Italia.

I continui messaggi in codice, le minacce neanche tanto velate,  che agenzie di rating e banche d’affari stanno recapitando quotidianamente agli italiani per scegliere bene al prossimo referendum, per cambiare una costituzione forgiata dai padri costituenti dopo anni di dittatura imponendo la loro è solo un esempio, come l’intrinseca natura deflativa di questa unione monetaria fallimentare.

Se i risultati saranno confermati, se non ci saranno riconteggi o ricorsi, se non vi saranno colpi di scena, questa è una lezione memorabile che ha sconfitto anche il nostro scetticismo, anche se noi da sempre speriamo che la consapevolezza dilaghi ovunque.

Sarà un impatto di breve termine, come per la Brexit, tutta la storia è da ricostruire, nulla sarà più come prima o forse tutto cambia per non cambiare nulla.

Nel breve termine crollano  il dollaro le borse e volano i treasuries e l’oro, ma non sarà così per molto tempo. Fa sorridere l’euro che si rafforza contro tutte le valute come se questa “europa” potesse prendere il testimone della crescita e di chissà cosa altro. Dai future americani sembra addirittura che la reazione sia pari alla metà di quello che è accaduto per la Brexit. Ricordo a tutti che il dollaro con le politiche economiche di Trump non può che rafforzarsi il movimento attuale riflette l’inevitabile scelta della FED di non poter alzare i tassi a dicembre. Sulla possibile svalutazione del dollaro come arma di dissuasione di massa e conseguente implosione dell’area euro sarei cauto.

Ma di questo parleremo nei prossimi giorni quando la tempesta si sarà placata.

Come abbiamo spesso scritto noi non viviamo di breve termine.

Ora non ci resta che attendere il risultato finale e poi non dimenticare che non finisce qui, non finisce così, loro, le elites hanno sempre l’ultima parola, importante è capire nei prossimi anni quanto importante sarà la loro ultima parola.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.4/10 (18 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +13 (from 13 votes)
ELEZIONI USA AMERICA: TRUMP E' IL NUOVO PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI!, 9.4 out of 10 based on 18 ratings
Tags:   |
107 commenti Commenta
laforzamotrice
Scritto il 9 novembre 2016 at 07:43

TRUMP VINCE. Una grande speranza, un’ opportunità per la classe media del mondo di risollevare la testa contro lo strapotere delle multinazionali e dei media “ufficiali”. O forse sarà la terza guerra mondiale. SPEREM

pin8
Scritto il 9 novembre 2016 at 07:52

Una interessante intervista rilasciata da Gary Shiller il 6 Novembre
addirittura viene citato MACCHIAVELLI ,,,,,,,, Il Capitano sarà contento !!!
il link
http://uk.businessinsider.com/gary-shilling-qa-2016-11?r=US&IR=T
Consiglio a tutti la lettura del suo blog si può iscriversi alla newsletter gratuita
http://garyshilling.blogspot.it/
Buon Vento a tutti

stanziale
Scritto il 9 novembre 2016 at 08:03

Giusto per la classe media, ma con che la farebbero la guerra, con le cerbottane? Gli Usa devono anche ricostruire le forze armate, sono rimasti ai patriot, ah ah ah. Speriamo che ce la faccia nel complesso a raddrizzare questo mondo storto, che si chiuda questa maledetta era globalista cominciata con Reagan e Tatcher ed implementata notevolmente da Clinton e tutti gli altri. La May gia’ era un buon segnale anticipatore, gli inglesi hanno fatto da apripista, era la mia chiave di lettura, avevo ragione. Speriamo riesca nel pogramma, in primis la separazione tra banche commerciali e di affari. Poi deve finire la deflazione, che svaluti, i ricchi perderanno un po’ di soldi, ce ne faremo una ragione. Devono finire le stolte sanzioni. Non saranno molto contenti Germania e Cina, anche qui ce ne faremo una ragione. Deve rivolgersi sempre e costantemente al popolo, io credo che nel congresso ci siano tantissimi neocon nei 2 schieramenti. Non dimentichiamo che Trump e’ un outsider, non e’ democratico ne’ repubblicano, li aveva tutti contro, ma ha vinto. Ah , una bella svalutazione e tutto il resto…e l’euro?? Vediamo se Renzi in 12 minuti secondi si adegua…tedeschi fuori dalle balle.

emzag
Scritto il 9 novembre 2016 at 08:21

Ragazzi, il popolo si sveglia.
Deve solo trovare un leader con le palle (ma va bene anche la Le Pen che è fornitissima) e poi nessuna élite del mondo potrà comtrastarlo.

La reazione a catena, se Dio vorrà, proseguirà con il no al referendum e se putacaso anche i francesi decideranno di ribellarsi il mondo comincerà a cambiare.

Potrebbe essere un cambiamento molto conflittuale ma se Donaldo Briscola sarà eletto NULLA SARÀ PIÙ COME PRIMA e il domino si ripercuoterà pesantemente (spero) in Europa.
Quindi SINE IRA ET STUDIO vedremo chi aveva ragione sulla questione del “cambiamento”.

PS: Sí Andrea sí…ho votato per te al Macchianera…;)

[email protected]
Scritto il 9 novembre 2016 at 08:48

Ma il post di ieri non diceva che aveva vinto la clinton?
Arroganza ?

emzag
Scritto il 9 novembre 2016 at 08:53

[email protected],

Ma che dici a me per caso, amico mio?

Nel caso non hai capito nulla.
Se ti rivolgevi a qualcun altro come non detto.

emzag
Scritto il 9 novembre 2016 at 09:00

Comunque ho capito il motivo…
È Mentana…
Avete visto il Brexit, ai primi exit poll Enrico sollevatissimo canta vittoria tanto che gli ospiti decidono di andarsene a dormire…tutti salvo Borghi che continua a dire che vorrebbe aspettare i risultati veri e non solo le exit.
Finale: una notte intera con Borghi che gongolava gpiovando come un gatto con il topo Mentana.

Ieri apro la tv ai primissimi risultati e TUTTI TIFAVANO CLINTON COME DISPERATI.
Era buffissimo: i risultati dicevano chiaramente che Trump stava andando oltre le previsioni ma i commentatori più leggevano che i voti andavano a Trump e più dichiaravano che Donald era in difficoltà.
Finale: clamorosa vittoria di Donaldo Briscola e la maledizione di Mentana continua.

Nel 2017 affidiamosemore e immancabilmente a lui la maratona sulle elezioni francesi e la Rivoluzione sarà compiuta

gnutim
Scritto il 9 novembre 2016 at 09:08

calma, come dice Andrea un pò di volatilità poi tutto come prima sui mercati. Gli americani son mica dei pazzi che si tirano la zappa sui piedi….

Più ribaltare l’establishment non fa più paura…

madmax
Scritto il 9 novembre 2016 at 09:23

Perche’ Trump fa paura agli establishment?
Parlavo con degli amici americani ieri notte e mi hanno spiegato perche’ Trampisconi fa paura: perche’ spariglia le carte. Ad oggi si sapeva che se avessero vinto i Repubblicani certe persone avrebbero preso certe poltrone e lo stesso per i Democratici.
Ora con il Trampusconi e’ tutto diverso nessuno ha idea di chi possa nominare!!! Ecco il panico i punti di riferimento sono saltati!!!

emzag
Scritto il 9 novembre 2016 at 09:31

madmax,

Trump mette in discussione l’attuale élite che detiene il potere profondo.
Ne vedremo delle belle.
Intendo dire che magari i mercati si stabilizzeranno come dice Andrea ma dal punto di vista politico, sociale, geopolitico il fall out, soprattutto qui in Europa, sarà clamoroso.

emzag
Scritto il 9 novembre 2016 at 09:34

SONO IMPAZZITI.

Sui giornalacci italiani è un fiorire di commenti deliranti.

Leonardo Coen sul fatto dichiara che Trump è un bugiardo (vedi se avrebbe mai osato farlo su un Obama o sun Clinton) e che (udite udite) Trump rappresenta i bianchi devlassati.
Naturalmente i neri americani per chi hanno votato? Per Trump…

I giornalisti sono le colf delle élite al potere e stanno segnalando che queste élite sono incazzatissime.
Prepariamoci ragazzi perché quella è gente che non molla senza combattere.

A remo modo di riparlarne.

phitio
Scritto il 9 novembre 2016 at 09:35

Trump e’ inviso alle lobbies USA perche’ essenzialmente incontrollabile.

phitio
Scritto il 9 novembre 2016 at 09:44

emzag,

Un sacco di penne volano mentre le galline schiamazzano, ma poi la polvere si deposita di nuovo, non ti preoccupare
;)

PG
Scritto il 9 novembre 2016 at 09:51

Ma secondo voi le lobbies non hanno previsto unacosa del genere? Ma saranno state proprio loro visto che ormai la gente comune parla di lobbies e di elite… Ormai devono cambiare strategia. Come dissi mesi fa questo vento di destre (io sono favorevole a un cambiamento se davvero ci sarà ma ne dubito) … vito che ora la francia austria etc etc e fors’anche italia subiranno questo nuovo vento , saranno i perfetti colpevoli del prossimo disastro economico. Se qualcuno aveva dei dubbi circa il disastro che ci attende all’orizzonte finanziario di lungo ora ne abbiamo la certezza perchè il sistema così com’è deve essere resettato e quale migliore responsabile che non il Trump di turno? Pariamoci le chiappe, io vedo non nel breve ma nel medio un grosso problema all’orizzonte che ora può essere tranquillamente esposto. Buona giornata a tutti

emzag
Scritto il 9 novembre 2016 at 09:53

phitio@finanza,

Può essere che hai ragione ma la mia impressione, anche leggendo alcuni op ed post elezioni sui giornali USA, è che le élite si sentano realmente monacciate da Trump.
Tieni presente inoltre che Donald adotterebbe, pare, tutta un’altra linea nei confronti di Putin e della Russia.
Non vedo come sia possibile evitare uno showdown fra popolo e élite cosmopolite quindi ho l’impressione che prima che la polvere si depositi di nuovo passerà molto ma molto tempo.
Avremo modo di riparlarne, ricordo solo che tra poco c’è il referendum e qualcos ami dice che la vittoria di Trump sarà un boost per il no e non per il sì.
Poi se anche la Le Pen vincesse in Francia…e lì bisognerà affidare la maratona televisiva a Mentana…con lui i risultati positivi arrivano immancabilmente…:)

emzag
Scritto il 9 novembre 2016 at 09:59

phitio@finanza,

Comunque Phitio, sono rimasto kolto colpito dalla tua previsione.
Come giustamente osservi tu la previsione conta relativamente, ciò che importa davvero sono le implicazioni.
Se vuoi essere così gentile da parlare un po’ più diffusamente di queste previsione e di quelle che tu ritieni essere le implicazioni te ne sarei molto grato e credo lo sarebbero anche tutti gli utenti.

PS: A parte Phitio anche ZeroHedge si guadagna subito un milione di punti. L’unico sito che ha sempre detto e ripeuto che i sondaggi pro Clinton erano bufale…

silvio66
Scritto il 9 novembre 2016 at 10:10

….e come per la Brexit in c..o all establishment e mainstreem ufficiali..he!..he!..he!

aorlansky60
Scritto il 9 novembre 2016 at 10:25

:lol: ah ah ah ah

niente male questo 2016 (passerà di certo alla storia come “a year to remember”)

alla faccia di sondaggisti e analisti in genere (ed altre categorie che non intendo citare…)

questa mattina al risveglio a colazione ho rivissuto il deja-vu del 24 GIU.. :D

ora non mancano che Italia e Austria come ciliegina sulla torta per completare il quadro dell’anno.

In attesa del 2017 con le presidenziali Francesi e tedesche.

Che sia finalmente la volta buona ?

aorlansky60
Scritto il 9 novembre 2016 at 10:29

@ Phitio

sembra che i canali informativi che segui la sappiano davvero lunga (e giusta),
non ho dimenticato quanto avevi predetto qualche tempo fà…
;-)

phitio
Scritto il 9 novembre 2016 at 10:39

emzag:
[email protected],

Comunque Phitio, sono rimasto kolto colpito dalla tua previsione.
Come giustamente osservi tu la previsione conta relativamente, ciò che importa davvero sono le implicazioni.
Se vuoi essere così gentile da parlare un po’ più diffusamente di queste previsione e di quelle che tu ritieni essere le implicazioni te ne sarei molto grato e credo lo sarebbero anche tutti gli utenti.

PS: A parte Phitio anche ZeroHedge si guadagna subito un milione di punti. L’unico sito che ha sempre detto e ripeuto che i sondaggi pro Clinton erano bufale…

Io non ho alcun merito, l’unico merito che tengo per me e’ aver fatto il balzo di fiducia e dare credito alla fonte. La piu’ impensabile che si possa immaginare.

La fonte non convenionale parla chiaro: Trump non fermera’ in alcun modo il lento declino economico USA. Si dedichera’ al completament del muro anti emigrati a sud fino a terminarlo (non lo ha cominciato lui, comunque, e’ da venti anni che il lavoro procede). Inasprira’ le leggi contro l’immigrazione clandestina. Fara’ riforme a favore dell’occupazione (salary class) a lungo attese. Distendera’ i rapporti internazionali, specie con la Russia. Meno guerre in giro per far fare affari alle lobbies.
Trump viene definito dalla fonte come uno che e’ sinceramente dedito al suo paese, a differenza di Hillary, che cercava nel ruolo una compensazione per altri aspetti della sua vita considerati deludenti, quindi cercava il potere per il piacere di esercitarlo. Ah, Trump e’ un uomo sinceramente patriottico.
Poi ovviamente ci sono tutti i suoi lati sgradevoli, tutti ampiamnete magnificati oltre il reale dalla propaganda avversa, ma comunque esistenti. IL suo staff e’ solido e competente, fatto di persone che, in particolar modo, non avra’ peli sulla lingua per dirgli in faccia le cose, ed e’ un grosso vantaggio.

Per quanto ci riguarda, la sorgente ha previsto l’uscita della Germania, causa terribili pressioni economiche, dall’unione europea. A seguire l’usicta di altre nazioni, e quindi la dissoluzione dell’unione. Prendiamone coscienza, metabolizziomolo, e andiamo avanti. Sara’ un momento difficile, ma nondimeno vivremo, anche felicemente se scegliamo in questo senso, e la consapevolezza, come dice qui il capitano, e’ essenziale per affrontare le cose che ci aspettano.
Vorrei aggiungere che questo scenario implica anche un quasi azzeramento dell’immigrazione verso l’europa, perche’ verra’ a mancare la ragione primaria, cioe’ il magnete economico.

Prepariamoci ad uno stato di disoccupazione endemici tra il 30 ed il 50% praticamente ovunque. E tenete conto che ciascuno di noi non e’ il suo conto in banca ed il suo lavoro. Ciacsuno di noi e’ molto piu’ di questo, infinitamente piu’ di questo.

QUindi, abbiate fiducia.

ilcuculo69
Scritto il 9 novembre 2016 at 10:40

Pare che un sondaggio (hahahha) dica che se gli europei fossero stati chiamati a votare per il presidente degli stati uniti la Clinton avrebbe avuto oltre l’80% dei voti.

PERO’ non mi sembra che in europa i partiti democratici, socialdemocratici, labur, de sinistra , de centro sinistra, progressisti …. godano di tanto sostegno…. vedremo alle prossime tornate elettorali … sarà che tutti sono disponibili a fare gli omosessuali con gli orifizi altrui….

ilcuculo69
Scritto il 9 novembre 2016 at 10:53

phi­tio@fi­nan­za,

Gli esercizi di predizione del futuro sono pericolosi.

Se si riveleranno giusti saranno ovvi, se sbagliati saranno considerati idiozie.
Poi certo ciascuno è chiamato a fere delle scommesse sul proprio futuro.
Ma io diffido sempre di chi offre agli altri i numeri del lotto…. che poi naturalmente, secondo probabilità e statistica, ogni tanto escono anche.

emzag
Scritto il 9 novembre 2016 at 10:53

phitio@finanza,

Grazie molto gentile.
Sono d’accordo (e l’ho scritto in un post precedente) che la vittoria di Donald Trump avrà ripercussioni Nche in Europa (si spera vivamente…).
Insomma qui si confrontano due scuole di pensiero: chi dice che nulla cambia e chi dice che tutto cambia.
La mia idea è che Trump non è il punto di arrivo del cambiamento ma solo il punto di partenza.
Trump verrà superato dal “popolo” vero, quello che avrà preso coscienza e che non avrà più bisogno degli uomini del destino.
Stiamo andando verso un mondo molto più collettivo ed egualitario.
Non sarà un percorso lineare e ci sarà una lunga fase conflittuale.
Ma la Brexit e oggi Trump sono la dimostrazione che questo processo che porterà dalla oligarchia occulta alla democrazia autentica È INARRESTABILE.

Diciamo che sto godendo dieci volte di più che per le vittorie ai mondiali di calcio…. ;)

PG
Scritto il 9 novembre 2016 at 11:20

Spero vivamente che questo sia il segno che il popolo può dire la sua in ultima istanza e che quindi no bisogna perdere le speranze di essere solo dei piccoli ingranaggi dietro un grande macchinario guidato da chi sa. Ho i miei dubbi che chi sa non abbia previsto ciò. Lo vedremo strada facendo ma certamente lo scenario immaginato da phitio non è poi così illogico. Il problema per un verso o per un altro ce l’abbiamo noi europei perchè come la si veda l’america comanda e comanderà ancora i giochi per un bel pezzo. Sono contento che finisce sta ossessione nei confronti della russia.

[email protected]
Scritto il 9 novembre 2016 at 11:29

[email pro­tec­ted],

No a qualche altro. Era dell.altro ieri.

ndf
Scritto il 9 novembre 2016 at 11:48

Anche io spero in una distensione dei rapporti con tutto quello che ci sta a est, troppo vicino a casa nostra e molto lontano dalla loro (America), teatro di conflitti fomentati ad arte.
Se tutti i problemi fossero risolvibili stampando soldi forse un giorno anche noi potremmo rinsavire e risolvere tutto….ma non è così. Il problema energetico e ambientale ci piomberà addosso a chi prima e a chi dopo. Con i soldi compri risorse fino a quando qualcuno te le vende.

phitio
Scritto il 9 novembre 2016 at 12:00

ilcuculo69@finanza,

La fonte ha fatto sapere che questa predizione sara’ anche l’unica, e che non le fara’ mai per la banalita’ di vincere pezzettini di carta alla lotteria. Il regalo che mi ha fatto in questa vita, con questo evento predetto in largo anticipo e con grande precisione, non e’ misurabile con vantaggi materiali di alcun genere.

d
Scritto il 9 novembre 2016 at 12:25

Mi associo! ne approfitto anche per ringraziare sentitamente Phitio perchè è davvero raro che chi ha informazioni privilegiate le condivida con altri, sostanzialmente sconosciuti.
emzag,

gnutim
Scritto il 9 novembre 2016 at 13:08

chissà che direbbe il buon John Ludd oggi…

emzag
Scritto il 9 novembre 2016 at 13:12

phitio@finanza,

Un momento…è una fonte viva o una fonte morta?

emzag
Scritto il 9 novembre 2016 at 13:18

emzag,

Volevo mettere una faccina…era una domanda schwrzosa…ne hai parlato come di uno spirito..

Rimane il fatto che lo hai detto prima e si è avverato.
Inoltre ciò che rende ancora più convincente questa tua fonte è la sua previsione che l’elezione di Donaldo Briscola avrà delle ripercussioni in Europa.
Speriamo ragazzi, sarebbe una grande felicità assistere con i nostri occhi al momento in cui il popolo dopo secoli rialza finalmente la testa.
Pagherei qualsiasi prezzo e dico “qualsiasi”, economico o personale, pur di vederlo con i miei occhi.

jinxed
Scritto il 9 novembre 2016 at 13:41

Per essere un gruppo di persone che dovrebbe capirne di finanza e in parte anche di politica, e che quindi dovrebbe essere evoluto e obiettivo, mi sembrate invece un branco di pazzi anarchici che tirano pure in ballo previsioni di veggenti e cartomanti e vagheggiano di ribaltoni popolari a livello planetario non si capisce bene per cosa o per chi. Evidentemente l’opinione che avevo degli italiani era quella giusta, cioè una manica di faciloni che fanno della dietrologia surreale il loro pane quotidiano.
Trump presidente USA così come la Brexit sono davvero due pessime notizie e felicitarsene è follia suicida.

veleno50
Scritto il 9 novembre 2016 at 13:48

ji­n­xed@fi­nan­za,

Finalmente un commento serio,pensa qualcuno ringrazia pure per le previsioni al lotto.Qualcuno con i piedi a terra c’è ancora ciao

laforzamotrice
Scritto il 9 novembre 2016 at 14:26

jinxed@finanza,

veleno50@finanza,
Personalmente credo anch’io che chiunque sostenga lo sfaldamento dell’Europa sia un folle, anche se temo che sarà cosi, detto questo con la Clinton viene frenato, speriamo fermato, lo sviluppo di una follia monetaristica/speculativa/finanziaria che stà distruggendo la classe media occidentale prima e quella mondiale poi, che ha come obbiettivo il ritorno delle caste aristocratiche/ecclesiastiche dei secoli bui. In quanto a Trump… vediamo.

uomodellastrada
Scritto il 9 novembre 2016 at 14:28

ve­le­no50@fi­nan­za,

Quello che scrive phitio è comunque in linea con quanto afferma Andrea…. se non ci si ritrova con determinati modi di vedere, basati peraltro su analisi approfondite, non ha senso proseguire nella lettura dei post del Capitano! È come se un vegano partecipasse ad un post di carnivori….

PG
Scritto il 9 novembre 2016 at 14:30

veleno50@finanza,

Nessuno da credito a profezie divine. Solo che quanto descritto è una cosa probabile negli eventi. Vedo che solo chi voterà SI è con i piedi a terra mentre gli altri sarebbero complottisti. Forse sono semplicemente persone che vedono una certa realtà cruda e che gli eventi prossimi saranno quelli che ridurranno lo spread tra una realtà virtuale (politica finanza etc) e una reale (situazione catastrofica economica portata al collasso soprattutto per ‘italia) . E’ evidente che il reset ci sarà, sarà doloroso soprattutto per gli onesti (cioè noi) e che lascerà solo l’auspicio che dopo questo armageddon ci sia un nuovo ciclo economico positivo che duri altri 30 anni (tanto succede sempre così. Il problema è ancora dobbiamo vedere un fondo la cui profondità ci sfugge (almeno a me) –

ilcuculo69
Scritto il 9 novembre 2016 at 15:17

phi­tio@fi­nan­za,

non hai colto il fatto che la previsione dei numeri del lotto è una metafora

aorlansky60
Scritto il 9 novembre 2016 at 15:24

@ jinxed

Per essere un gruppo di persone che dovrebbe capirne di finanza e in parte anche di politica, e che quindi dovrebbe essere evoluto e obiettivo, mi sembrate invece un branco di pazzi anarchici che tirano pure in ballo previsioni di veggenti e cartomanti…

perdonami,

ma le materie che hai citato -finanza e politica- sono ancora da ritenersi cose serie e credibili ???

:lol:

tutte quante filtrate da abile propaganda -al servizio di CHI è ovvio- che vende al popolo ciò che più è opportuno : menzogne per coprire la realtà (e la Verità), tanto da riabilitare cartomanti e fattucchiere nella loro professione altrimenti da ritenersi ridicola.

Per rimanere al nostro paese, renzi che occupa e lottizza completamente tutti i canali RAI al proprio servizio affinchè ne esca informazione opportunamente pilotata da elargire al popolo è una roba che nemmeno i vecchi regimi totalitari sud-americani… e pensare che la sinistra italiana ha attaccato l’imprenditore di arcore per 20anni su questo punto… bah, povera italia.

La vittoria di Trump è qualcosa di incredibile : aveva contro tutti, a cominciare dai media USA tutti quanti asserviti alla clinton, aveva contro perfino una parte del proprio partito… eppure…

Fossi in b.obama e nei democratici, inizierei a farmi molte domande su questo loro completo fallimento. Tutto il resto è fuffa al vento.

emzag
Scritto il 9 novembre 2016 at 15:34

Spezzo una lancia (Thema) a favore del Capitano.
I mercati reagiscono senza grossi traumi, inatti ilndollaro addirittura sale.
Qualche perdita ma niente di che.
Solo che quello che volevo mettere in evidenza è che i cambiamenti grossi saranno politici.
Ci vorrà qualche mese per verificarlo.
Grande giorno, ragazzi.

dante5
Scritto il 9 novembre 2016 at 15:46

E nessuno cita Galbraith sr.? “L’unica funzione delle previsioni in economia è quella di far considerare l’astrologia una scienza un po’ più rispettabile”.

A proposito, io leggo la mano…Veleno se mi mandi una foto delle tue ti dirò se passa il referendum oppure no!
(Scherzo, e spero che passi pure io)

Nostalgie di qualcuno per la bella retorica andata sull’Europa dei Bersani/Prodi/Monti/Visco/Napolitano e Napoletano???? A proposito di quest’ultimo, sul giornale salmonato di ieri è comparso che ultimamente l’assemblea di redazione lo ha sfiduciato col 75% dei voti…lo sapevate????
Ma il furbetto a gennaio 2015 (quando si dice la preveggenza…o era qualcos’altro???) si sarebbe fatto firmare dall’allora Presidente del CDA una bella postilla al contratto con cui si dice che in caso di licenziamento gli spetteranno 24 mensilità aggiuntive…come si dice? FATE PRESTO?…????

madmax
Scritto il 9 novembre 2016 at 15:59

jinxed@finanza,

Grazie del commento, mi pare sensato. Io parlo solo per me! Il problema e’ che oggi sopratutto negli US e negli UK esiste un problema di trasparenza.

Comincia a leggerti questo:

http://labs.thebureauinvestigates.com/fake-news-and-false-flags/

Poi comincia a farti qualche domanda: come mai nelle primavere arabe e operazioni di polizia internazionali sono stati eliminati solo leader laici? Saddam era laico, terminato. Ben Ali (Tunisia) era laico, rimosso. Mubarak (Egitto) era laico, rimosso. Gheddafi era laico, terminato. Assad (Siria) e’ laico e stanno facendo di tutto per terminarlo????

Mai una volta che sia successo qualcosa in uno stato arabo con matrice religiosa, curioso no?

Posso dire che qualcosa non torna? Posso dire che dare il Nobel per la Pace ad un presidente US coinvolto in 6-7 guerre, utilizzo di droni per ammazzare in giro per il mondo mi pare assurdo?

Sono delirate se dico che la gente in US sta peggio di noi in Europa, loro hanno 40 milioni di persone che usano i buoni per il cibo e che vengono presi in giro? Ecco perche’ hanno votato Trampusconi! Chi ha veramente paura e’ il Pentagono e la Difesa che temono tagli ai 700 miliardi di USD di spese per andare a distruggere mezzo mondo con la scusa del terrorismo ottenendo come unico risultato esattamente l’opposto!

Statisticamente ho piu’ paura di lasciarci le penne quando attraverso sullle striscie!

Ecco perche’ da delirante ho accolto con favore la sua elezione, ma non ti preoccupare…non campa per molto!

gnutim
Scritto il 9 novembre 2016 at 16:10

benvenuti troll: nel nostro lavoro di consapevolezza che ci tiene uniti su questa imbarcazione c’è anche la possibilità di questi eventi. Noi lo sappiamo e, perchè no, ne siamo felici perchè rientrano nelle tematiche che affrontiamo.

Voi siete per il mantenimento dello status quo che uccide lentamente, noi siamo invece desideriamo che le cose girino meglio un pò per tutti.
In italiano la vostra razza è detta “egoista”

emzag
Scritto il 9 novembre 2016 at 16:16

gnutim@finanza:

In italiano la vostra razza è detta “egoista”

In latino invece “capita mentulae”

aorlansky60
Scritto il 9 novembre 2016 at 16:28

@ Madmax

Chi ha veramente paura e’ il Pentagono e la Difesa che temono tagli ai 700 miliardi di USD di spese per andare a distruggere mezzo mondo…

hai detto bene, Madmax : la Storia (questa si, materia esatta) dovrebbe ricordare a TUTTI che per LO STESSO MOTIVO (in quel caso lo sganciamento da un conflitto militare ritenuto folle e quanto meno ingiustificato) 53anni fà circa I VERI POTERI CHE GOVERNANO GLI USA fecero fuori un loro Presidente…

dante5
Scritto il 9 novembre 2016 at 16:29

emzag: In latino invece “capita mentulae”

Tu sai di cosa parli, vero? Comunque non hai capito una “mentula”, complimenti…

emzag: In latino invece “capita mentulae”

emzag
Scritto il 9 novembre 2016 at 16:44

dante5@finanza,

E evidentemente sei uno dei capita mentulae perché NON mi riferivo minimamente a te.
Però sei partito in quarta preso dalla coda di paglia.
Vedi alle volte, la gente…

magro
Scritto il 9 novembre 2016 at 16:58

pensate se passa davvero il referendum…. negli USA eleggono Trump e qui da noi passa il referendum…. ossignore, bollati da tonti nei secoli dei secoli in tutto il pianeta, verranno tutte qui le elites mondiali a stabilirsi, gli immigrati non troveranno più nemmeno un marciapiedi libero…

tirlusa
Scritto il 9 novembre 2016 at 17:35

Andrea, il prof. Bagnai è tornato sul Nixon moment…

icebergfinanza
Scritto il 9 novembre 2016 at 17:48

Oggi c’è il Trump Moment il resto è passato remoto…
tirlusa@finanza,

icebergfinanza
Scritto il 9 novembre 2016 at 17:49

Trump Moment https://twitter.com/icebergfinanza/status/796384777020522496

apprendista
Scritto il 9 novembre 2016 at 17:51

Ma!!!!, operativamente, in ottica del singolo per pararsi il culo,clinton presidente e si al referendum darebbero un po piu’ di tempo per organizzarsi PERO’ VAFFANCULOOOOOOOOOOOOOO GODO COME UN RICCIO AL SAPERE LA STREGA AL TRAMONTO speriamo bene
Saluti

apprendista
Scritto il 9 novembre 2016 at 18:05

ma gli USA sono gia’ falliti con Trump? rendimento decennale +6,91 rendimento trentennale +7,74 che senso a ???
Saluti

tirlusa
Scritto il 9 novembre 2016 at 18:22

E’ tutto il giorno che cerco di capire anche perché all’inizio il rendimento scendeva….l’unica spiegazione che ho ipotizzato è che i cinesi vendono titoli di stato americano, visto che trump minaccia dazi doganali sui prodotti made in china
ap­pren­di­sta@fi­nan­za,

veleno50
Scritto il 9 novembre 2016 at 19:13

Finalmente avete potuto vedere cosa vuol dire finita la tornata elettorale,sapere chi ha vinto realmente le elezioni, oggi a favore del tycoon americano.Tutto questo potrebbe accadere anche da noi se passa il referendum . Questo ululare di gioia, a cosa serve se da noi non cambia la legge elettorale,, Emzag oggi commenti a raffica , pare che hai vinto il superenalotto permettimi di chiederti quale è la tua soluzione per avere un vincitore finito il turno elettorale nel nostro paese. Credo che a te non freghi nulla della situazione italiana a te basta togliere dal mezzo Matteo,l’ottimo Dante5 non la pensa come me , impeccabile il comportamento, ammirevole ,non mi piaci, però se dici che il latte è bianco lo confermo.ciao

tirlusa
Scritto il 9 novembre 2016 at 19:30

La legge elettorale è un problema farla. Studiano come non far vincere i cinquestelle e la cambiano sempre….adesso sembrano orientati ad eliminare il ballottaggio perché i sondaggi dicono che i 5 stelle vincono qualsiasi ballottaggio. Serietà di persone che ci governa!!
Tanto verranno spazzati via come tutto ciò che si è schierato col capitale più becero che esiste, quello finanziario. E’ successo in Inghilterra, in America e succederà anche da noi.
Il no al referendum sarà solo l’antipasto
ve­le­no50@fi­nan­za,

tirlusa
Scritto il 9 novembre 2016 at 19:34

Trentennale USD in picchiata. Imminente rialzo dei tassi? In campagna elettorale Trump disse che la Yellen avrebbe dovuto vergognarsi per non avere ancora alzato i tassi…..si parla anche di un siluramento della Yellen.
Ma comunque resta anomalo questo movimento. Che interesse hanno gli Usa a pagare maggiori interessi? Un eventuale rialzo dei tassi secondo me verrebbe accompagnato da un QE per tenere basso il costo degli interessi

tirlusa
Scritto il 9 novembre 2016 at 19:41

Ultima ipotesi sui tassi in America…..ricetta spread a un presidente non gradito?

emzag
Scritto il 9 novembre 2016 at 19:44

tirlusa@finanza:
Ultima ipotesi sui tassi in America…..ricetta spread a un presidente non gradito?

E’ quello che sostiene anche Zero Hedge che ipotizza per Trump lo stesso trattamento a base di spread riservato a Berlusconi.

http://www.zerohedge.com/news/2016-11-09/first-trump-ten-year-auction-near-debacle-tail-spikes-bid-cover-tumbles

Sarebbe interessante sapere cosa ne pensa Andrea.

tirlusa
Scritto il 9 novembre 2016 at 19:46

Grazie del link. Andrea osserva, non sta mai dietro la schizofrenia dei mercati….certo che il movimento è di quelli tosti
emzag,

emzag
Scritto il 9 novembre 2016 at 19:55

tirlusa@finanza:
E’ tutto il giorno che cerco di capire anche perché all’inizio il rendimento scendeva….l’unica spiegazione che ho ipotizzato è che i cinesi vendono titoli di stato americano, visto che trump minaccia dazi doganali sui prodotti made in china
ap­pren­di­[email protected]­nan­za,

Nuovo post di Zero Hedge che dice la stessa cosa che hai scritto tu sui cinesi.

http://www.zerohedge.com/news/2016-11-09/china-celebrates-trump-presidency-suddenly-dumping-treasuries

emzag
Scritto il 9 novembre 2016 at 19:56

emzag,

Non avevo visto il tuo ultimo post… :)

signor pomata
Scritto il 9 novembre 2016 at 20:01

Buonasera a tutti e sopra tutto al padrone di casa.
Oggi devo dire che sono frastornato.
Sono felice che abbia vinto tramp ma non perche mi aspetto chissà cosa ma perche dopo la brexit è il secondo colpo che serviva per smuovere le acque in europa.
Vado al punto, oggi bagnai torna sul pezzo e rilancia il nixon moment, ossia la svalutazione del dollaro.
Già allora fece capire chiaramente che l” euro essendo in ampio surplus sul resto del mondo stava giocando sporco e che gli usa oramai erano in un angolo e non potevano o non possono più reggere questa situazione.
Questa visione diciamo contrasta apertamente quello che è la visione del padrone di casa, non eccessivamente ma la contrasta.
Vedere i TB perdere quello che hanno perso oggi mi lascia perplesso, tramp sarà la scusa per non alzare i tassi o sarà la scusa per attivare il ribasso o meglio la cenere che ancora si fa negare?
Andrea è stato sempre molto fermo su quel versante ma anche il prof seguendo la sua logica si fa apprezzare per il suo ragionamento.
Se lo scopo americano è rimettere al suo posto i tedeschi non gli possono consentire ancora di avere una moneta cosi conveniente per la propria economia.
O li fanno uscire e serve una crisi politica durissima da noi o svalutano di brutto loro con la scusa della brexittrampammerrigana.

stanziale
Scritto il 9 novembre 2016 at 20:01

veleno50@finanza,

Veleno, di quale referendum stai scrivendo? Non ci sara’; c’e’ scritto 11 volte Ue(cioe’ dare il potere alla ue) , nella proposta di Renzi. Peccato che e’ in dissolvimento…non ci sara’, a meno che le elites italiane e quindi Renzi, si mettano a capo del comitato del no, cosa da non escludere, conoscendole…

icebergfinanza
Scritto il 9 novembre 2016 at 20:24

Sarò breve! Il dollaro era alla fine del suo impero il petrolio si sarebbe pagato in euro i cinesi non so quante volte insieme agli arabi si sono disfatti di tutti i treasuries che avevano in portafoglio e i Maya sono ancora li che aspettano la fine del mondo! Scusate la sintesi ma domani sul blog non farò prigionieri! …

emzag
Scritto il 9 novembre 2016 at 20:33

Per il Financial Times in prima pagina Trump la fa finita col monetarismo, passa alle politiche fiscali di investimenti in infrastrutture, probabilmente manda a quel paese la Yellen

The election of Donald Trump as US president will unleash a policy shift away from monetary policy towards fiscal measures in the coming months, some of his key advisers told the Financial Times.
In particular, some members of his economic advisory team are convinced that central banks such as the US Federal Reserve have exhausted their use of super loose monetary policy. Instead, in the coming months they hope to announce a wave of new measures such as infrastructure spending, tax reform and deregulation to boost growth — and combat years of economic stagnation.

Mr Trump’s campaign rhetoric has fuelled concerns about the future of Janet Yellen, the chair of the Federal Reserve, who faced unprecedented levels of criticism by the candidate during the campaign.

icebergfinanza
Scritto il 9 novembre 2016 at 20:43

Infatti la Uellen verra legata ad un palo e bruciata viva sulla pubblica piazza… ;-)
emzag,

tirlusa
Scritto il 9 novembre 2016 at 20:51

Andrea stavo pensando che se non ci fosse stato il sell off sui titoli di Stato il dollaro si sarebbe apprezzato parecchio di più. Se cosi fosse la parità non è cosi lontana

emzag
Scritto il 9 novembre 2016 at 20:53

icebergfinanza:
Infatti la Uellen verra legata ad un palo e bruciata viva sulla pubblica piazza…
emzag,

Cioè?
Ho riportato un articolo a pagamento del FT, mica ho parlato io.
Ho rischiato una querela per violazione dei diritti di copyright per questo!

stanziale
Scritto il 9 novembre 2016 at 22:20

tirlusa@finanza,

Ho parlato con un mio amico ex professore di economia, la vede cosi’ : gli Usa hanno interesse al rafforzamento del dollaro, perche’ il dollaro forte, riserva monetaria per comprare le materie prime, stroncherebbe gli emergenti. Tutto avverrebbe se Trump va da Putin o viceversa, insomma si mettono d’accordo in medio oriente, finiscono le sanzioni, e le borse avrebbero quindi un decollo incredibile. Personalmente confesso di non averci capito una mazza. Ero rimasto che trump voleva svalutare, cosa per me salutare per gli altri, per gli Usa non so’.

charliebrown
Scritto il 9 novembre 2016 at 23:32

stan­zia­le@fi­nan­za,

In un tuo commento più sopra mi pare di capire che ribadisci l’idea, da te già espressa in passato, che il referendum non si farà il 4 dicembre. Ho capito bene?

C’è un entusiasmo generale nelle opposizioni (destra e M5S) per la vittoria di Trump e ripetono l’invito a dare una spallata a Renzi col NO al referendum. Io invece, che pure non sono sostenitore di Renzi e tantomeno di questa europa, ho paura che il NO al referendum da noi complichi troppo le cose. Credo che sia opportuno “comperare tempo”. Un rinvio mi sembrerebbe la soluzione migliore, come ricordo che anche tu auspicavi. Oppure un SI’ turandosi il naso…

Certo non è un atteggiamento da cuor di leone, ma la paura del peggio (per esempio col fallimento di MPS) c’è. Forse però si perde un’occasione per farla finita con una una unione nata male e un’occasione per dimostrare che anche gli italiani hanno le palle. Comunque a me pare che la situazione da noi sia oggettivamente diversa e peggiore che in Gran Bretagna e negli USA e il rischio è certamente grosso.

STANZIALE, se tu o qualcun altro voleste farmi sapere il vostro parere a proposito mi farebbe piacere.

tirlusa
Scritto il 9 novembre 2016 at 23:54

Ma la Russia non è un emergente?
stan­zia­le@fi­nan­za,

perplessa
Scritto il 10 novembre 2016 at 00:31

certuni parlano di trump come se fosse che guevara, ma è uno degli uomini più ricchi del mondo. se i poveracci , o anche la middle class ridotta ormai in miseria,hanno votato per lui devono andare in analisi. questo non significa che dovevano votare per la clinton. sono orfani.non sono stati in grandi di costituire una forza in grado di tutelare i propri interessi. questo sta succedendo pure in europa. quella che era una sinistra è diventata una finta sinistra svuotata di contenuti occupata da lobby di potere. la massa ,inerme. il malcontento è stato accaparrato da personaggi che non vedo come possano avere l’intento di risollevare le sorti dei sottoposti. la vedo grigia come prima se non peggio

montrouge
Scritto il 10 novembre 2016 at 01:03

Se la Clinton ha perso,uno dei motivi della vittoria di Trump va ricercato in tutto quel che ha scritto il Capitano negli ultimi anni.L’economia negli USA non va bene,al contrario di quanto sostengono i media da troppo tempo.L’etablisment mondiale aveva deciso di sostenere sempre e comunque l’operato di Obama,spargendo ottimismo sulla ripresa dell’economia negli USA.Ma il popolo è stanco,sono aumentate le sperequazioni sociali,il divario tra ricchi e poveri si è fatto insopportabile,e le ore di lavoro vengono pagate ai minimi.Ecco che questo voto di protesta può andare a premiare anche un personaggio come Trump,imprenditore di successo?(4 volte in bancarotta con l’ausilio del Chapter 11),che ha avuto indubbi meriti nel saper sconfiggere prima il partito Repubblicano e poi quello Democratico.Ciao Capitano e buon lavoro

perplessa
Scritto il 10 novembre 2016 at 01:10

concordo pienamente su questo stralcio di Bagnai, come avevo scritto poco fa prima di leggerlo: A me fanno sinceramente sorridere di compassione quelli che “è arrivato il compagno Trump, è arrivato l’outsider Trump”. Non fatevi fottere una seconda volta dai gazzettieri, se possibile! Un candidato alla presidenza degli Stati Uniti non può essere un outsider. Chi crede di assistere alla rivincità dei diseredati, degli sconfitti della globalizzazione, è un povero farlocco che si lascia strumentalizzare dai furbi, dai furbetti e dai furbini che nei giornaloni insistono nel dipingere una jacquerie dei tempi moderni, con lo scopo nemmeno tanto velato di delegittimare il processo democratico qui a casa nostra. Quello che stiamo vedendo è semplicemente il cambio della guardia fra una parte dell’establishment Usa, e un’altra parte dello stesso establishment. Non illudetevi c
tir­lu­sa@fi­nan­za,

emzag
Scritto il 10 novembre 2016 at 01:35

perplessa@finanza,

Perplessa,

non è questo il punto.
Nessuno dice che Trump sia Che Guevara ma c’è la concreta possibilità che questo voto di rabbia popolare spinga gli europei a imitare gli americani.
lo dice anche Repubblica, ovviamente paventandola come una “pericolosissima” eventualità

Guarda questo video

http://video.repubblica.it/dossier/elezioni-usa-2016/elezioni-usa-calabresi-trump-presidente-un-pericoloso-liberi-tutti-per-il-resto-del-mondo/258573/258866?ref=HRER2-1

Quindi si può pensare che il voto per Trump spingerà gli italiani a votare NO, gli austriaci a votare Hofer e i francesi Le Pen.
Non è detto ma comunque la si voglia vedere qualcosa è successo.
Le reali conseguenze si possono solo ipotizzare e sperare.

emzag
Scritto il 10 novembre 2016 at 02:28

In effetti è stato eletto Trump e non succede niente.
Salvo che stanno incendiando le strade in America e fioccano i tweet che incitano a ammazzare Trump

http://www.zerohedge.com/news/2016-11-09/rioting-snowflakes-hillary-fanatics-burn-flag-threaten-kill-not-my-president-trump

A poche ore dall’elezione tutto sotto controllo.

d
Scritto il 10 novembre 2016 at 05:21

Può essere condiviso il progetto di questa Unione? Si può dire che questa sia l’Europa dei popoli e dei valori? Vi pare che la libertà e la prosperità siano incrementate da politiche socio economiche che prevedono l’importazione di centinaia di migliaia di profughi economici per riprodurre all’interno di altri Paesi quelle mura e quei confini che a parole si vogliono abbattere? Vi pare che le modifiche alla Costituzione unitamente a quelle sulla legge elettorale conducano ad un più limpido processo di trasmissione della volontà popolare? Vi sembra che i provvedimenti normativi comunitari portino ad una maggiore prosperità del sistema agroalimentare, industriale, socioeconomico italiano?
Provate a dare una risposta e poi forse apparirà come coloro che nutrono ancora qualche speranza nel futuro rintracciano elementi positivi nel processo che si è ormai avviato, con buona pace dei diversamente intelligenti che, non avendo molta visione se non un piatto di lenticchie da mendicare al loro Padrone, aspirano soltanto al mantenimento dello status quo assicurato dal venditore di pentole fiorentino.
Ormai the cat is out the bag: appuntamento al 5 dicembre per ulteriori congratulazioni.
A beneficio di chi, magari sorbendosi un buon brodino serale, potrebbe iniziare un percorso di riabilitazione mentale allargando i propri orizzonti, un piccolo pezzo di pensiero alternativo:
http://federicodezzani.altervista.org/vince-trump-ed-mondo-no-non-sara-piu-lo/

d
Scritto il 10 novembre 2016 at 05:24

Certo: invitano ad uccidere Trump perché loro sono veri democratici. Sono quelli dei “safe space” dove non si possono fare discorsi aggressivi, omofobici, sessisti. Sono le anime belle…
Ma non c’è problema: la prossima gamba della crisi rimarranno senza i soldi per i pannolini.
emzag,

d
Scritto il 10 novembre 2016 at 05:30

Grazie per la segnalazione. Solitamente non riesco ad affrontare la fatica di leggere la spazzatura, ma invece questa lettura è istruttiva perché dai numerosi commenti postati si comprende come la gente (anche quella che legge Repubblica) si stia svegliando dal torpore
icebergfinanza,

madmax
Scritto il 10 novembre 2016 at 07:05

perplessa@finanza,

Fantastico!!! Quello che molti non capiscono e’ la sottile arte della politica. Ovvero farsi dare soldi dai ricchi per difenderli dai poveri e prendere il voto dai poveri per proteggerli dai ricchi!
Presto mi aspetto pure negli US una bella depenalizzazione del falso in bilancio, l’equiparazione dei propri jet privati a quelli dello stato e tanti bei “bill” ad personam!!!!

sherpa
Scritto il 10 novembre 2016 at 07:34

perplessa@finanza,

Sono d’accordo.
Le prime reazioni dei mercati lo confermano.
Alzi la mano chi aveva previsto questa reazione.

sherpa
Scritto il 10 novembre 2016 at 07:39

icebergfinanza,

“Sarò breve! Il dollaro era alla fine del suo impero il petrolio si sarebbe pagato in euro i cinesi non so quante volte insieme agli arabi si sono disfatti di tutti i treasuries che avevano in portafoglio e i Maya sono ancora li che aspettano la fine del mondo! Scusate la sintesi ma domani sul blog non farò prigionieri! …”
Ma, ma, ma……. :-)

sherpa
Scritto il 10 novembre 2016 at 07:49

emzag:
“In effetti è stato eletto Trump e non succede niente.
Salvo che stanno incendiando le strade in America e fioccano i tweet che incitano a ammazzare Trump”

http://www.zerohedge.com/news/2016-11-09/rioting-snowflakes-hillary-fanatics-burn-flag-threaten-kill-not-my-president-trump

Dopo una campagna così il minimo che poteva accadere è appunto che 4 esaltati facesse un po’ di casino.
Hanno talmente demonizzato Trump che ora persone con poco equilibrio non possono che avere queste reazioni.
Qui da noi c’è gente che ancora pensa che l’origine dei nostri problemi sia stato causato dalle ciulatine di B.

A poche ore dall’elezione tutto sotto controllo.

sherpa@finanza,

stanziale
Scritto il 10 novembre 2016 at 07:55

charliebrown@finanza,

Appunto, le nostre elites non sanno cosa fare http://www.ilsussidiario.net/News/Politica/2016/11/10/DIETRO-LE-QUINTE-E-ora-il-fantasma-di-Trump-spaventa-Renzi-Napolitano-e-Mattarella/732465/ quindi si pensa possano guadagnare tempo rimandando il referendum , dato che pende ancora il ricorso di Onida opportunamente spostato a dopo le elezioni Usa. Hanno bisogno di tempo per scegliersi un nuovo padrone, non sono certi che sia trump…ed hanno una paura fottuta del popolo…
@Tirlusa-No Trump deve riappacificarsi con la Russia, la cosa deve fare da volano per l’economia. Ha detto nel suo programma che vuole investire in infrastrutture, quindi spendera’ ed aumentera’ il debito. In teoria dal poco che abbiamo appreso, anche brexit, bisogna svalutare, soprattutto se si e’ in presenza di uno squilibrio commerciale. Ma siccome influisce anche la problematica del petrodollaro valuta di riserva mondiale, e ricordandomi della piramide di exter, e se nasce un periodo di ottimismo, non ho affatto capito se il dollaro si rafforza o no; non potrebbero gli Usa ancora una volta rinunciare-rinviare -non per sempre-la sistemazione della propria bilancia commerciale per motivi geopolitici ? Bo’?

sherpa
Scritto il 10 novembre 2016 at 07:59

charliebrown@finanza:
stan­zia­[email protected]­nan­za,

In un tuo commento più sopra mi pare di capire che ribadisci l’idea, da te già espressa in passato, che il referendum non si farà il 4 dicembre. Ho capito bene?

C’è un entusiasmo generale nelle opposizioni (destra e M5S) per la vittoria di Trump e ripetono l’invito a dare una spallata a Renzi col NO al referendum. Io invece, che pure non sono sostenitore di Renzi e tantomeno di questa europa, ho paura che il NO al referendum da noi complichi troppo le cose. Credo che sia opportuno “comperare tempo”. Un rinvio mi sembrerebbe la soluzione migliore, come ricordo che anche tu auspicavi. Oppure un SI’ turandosi il naso…

Certo non è un atteggiamento da cuor di leone, ma la paura del peggio (per esempio col fallimento di MPS) c’è. Forse però si perde un’occasione per farla finita con una una unione nata male e un’occasione per dimostrare che anche gli italiani hanno le palle. Comunque a me pare che la situazione da noi sia oggettivamente diversa e peggiore che in Gran Bretagna e negli USA e il rischio è certamente grosso.

STANZIALE, se tu o qualcun altro voleste farmi sapere il vostro parere a proposito mi farebbe piacere.

Se posso, il mio parere è che temporeggiare tentanto di far auto-risolvere i problemi (io ho questo sentore) non farà che aggravarli.
Certo ci vuole coraggio ma sopratutto competenza: il coraggio (o l’incoscenza) si può anche trovare, la competenza non te la puoi inventare e a mio parere manca alla nostra classe politica.

sherpa
Scritto il 10 novembre 2016 at 08:05

stanziale@finanza,

Condivido il Boh.
Ma credo in Machiavelli.

sherpa
Scritto il 10 novembre 2016 at 08:25

sherpa@finanza,

Dopo una campagna così il minimo che poteva accadere è appunto che 4 esaltati facesse un po’ di casino.
Hanno talmente demonizzato Trump che ora persone con poco equilibrio non possono che avere queste reazioni.
Qui da noi c’è gente che ancora pensa che l’origine dei nostri problemi sia stato causato dalle ciulatine di B.

Scusate il casino nel commento sopra..

vito_t
Scritto il 10 novembre 2016 at 09:05

Veleno, francamente mi sembri come quello che lo prende dietro e poi sussurra: scusi se le guiro le spalle … io mi chiedo ma dove vivi ? I governi della presunta sinistra ti cui parli a cui spesso ho dato il mio assenso ( si vede che avevo usato sostanze tagliate male poco prima di votare … peraltro come altri .. ) sono quelli che hanno fatto più danni ai loro stessi elettori che i governi a cui il proprio assenso non hanno mai dato e per giunta hanno rovinato il futuro dei nostri figli …. sarcasticamente mi viene da dire .. ho cambiato pusher .. spero che lo facciano anche altri …

veleno50
Scritto il 10 novembre 2016 at 09:23

vi­to_t@fi­nan­zaon­li­ne,

A me interessa che passi il referendum solo per sapere chi ha vinto finito lo spoglio.Per chi hai votato tu o io non interessa a nessuno.Il tuo commento è insignificante sembri al bar dell’angolo a parlare con il tuo amico pirò. Molto probabile che tu e tanti altri non avete letto nulla sul referendum,comunque non essere volgare con me perchè so rispondere in modo appropriato rispettami come io rispetto te.buona giornata

d
Scritto il 10 novembre 2016 at 09:29

Vito, fatica sprecata, a lui interessa solo che passi il referendum, non gli interessa neppure leggersi gli articoli della Costituzione per capirne qualcosa, non gli interessa comprendere quali siano gli effetti combinati tra legge elettorale e funzionamento della funzione legislativa. Non è da solo, purtroppo. Gli hanno posto un quesito facile del tipo pubblicità di un detersivo. Vuoi quello che smacchia di piú? Cosa volete che risponda… ovviamente SI.
vito_t@finanzaonline,

vito_t
Scritto il 10 novembre 2016 at 09:41

d@finanza,

… hai ragione ! è tempo sprecato, che un partito con il 25% dei voti possa acquisire la maggioranza assoluta del parlamento è roba da bar sport …. ed anche il fatto che sia la Ragioneria generale dello stato a dire che il “presunto” risparmio del venditore di padelle di Firenze previsto a 500 milioni andrà rivisto levando uno zero .. è un’altro chicchiericcio e che l’Abruzzo con quasi il doppio degli abitanti rispetto a Trento e Bolzano avrà la metà dei senatori … è roba da bambini dell’asilo, e che continuiamo a mandare in parlamento dei nominati anziche scelti invece è roba da scuola media … inferiore ovviamente … beh basta non voglio spreacre altro tempo ..

veleno50
Scritto il 10 novembre 2016 at 09:52

vi­to_t@fi­nan­zaon­li­ne,

Attenzione alle cattive compagnie il bacio della morte è sempre in agguato

d
Scritto il 10 novembre 2016 at 10:01

Qui una delle poche compagnie sbagliate è la tua.
Sorridi alla vita, sii ottimista! ;-)
veleno50@finanza,

vito_t
Scritto il 10 novembre 2016 at 10:34

quello che voleva rottamare “gli altri” perchè vivono di politica …. beh è solo venti anni che vive di politica, ( un altro è Orlando che non ha mai fatto un giorno di lavoro, che non è nemmeno laureato, ma che fa il ministro … ) e poi … l’ha pensata bene la riforma, .. da un lato dice che serve per maggiore stabilità ma dall’altro si assicura il controllo del Senato .(.anche se dovremmo scriverlo con la s minuscola …. ) questo perchè essendo in mano ai suoi amici le varie espressioni locali automaticamente si “trasferirebbero” a Roma . …. E se per caso alla Camera dovesse vincere qualcuno non della stessa espressione politica ? ci troveremmo con chi governa che dovrebbe litigare con il Senato …eh si perchè su 4 aree fra cui l’Europa si esprime proprio anche il Senato …
Grandissima riforma peccato che mia nipotina non può votare …

vito_t
Scritto il 10 novembre 2016 at 10:35

E Orlando ha maturato il vitalizio già da un pezzo ! con poco più di due anni della precedente legislatura ……

veleno50
Scritto il 10 novembre 2016 at 11:20

lo sfaccendato non aspetta altro che miseri commenti per punzecchiare.Persone come il nullafacente ce ne vorrebbero in ogni angolo del mondo della terra per fortuna è rotonda.Fi niscila di rompere burattino impotente.

vito_t
Scritto il 10 novembre 2016 at 12:44

Veleno … sei un poverino ma poverino poverino , ma proprio poverino … avevi chiesto se avevo letto la riforma del tuo mag…ccio, ti ho fatto qualche banalissimo esempio … comunque il tuo idolo è riuscito in una impresa che è quella di spaccare in due il paese a prescindere da chi vincerà . Sulle riforme costituzionali occorrerebbe avere il buon senso di cambiare quelle cose anche poche su cui non ci si divide mentre l’arrogantello di Firenze ha pensato bene che minacciando con qualche staisereno# di poter ottenere il consenso … Poi impotente da un pippaiolo come te … boh … ne riparliamo il 4 dicembre …

veleno50
Scritto il 10 novembre 2016 at 12:58

Vedi quanto sei poco intelligente non hai capito una mazza a chi mi riferivo,lui è sempre dietro il buco della serratura non ti fare manipolare, usa cautela, prudenza,diffidenza è un guardone seriale,è morboso trae piacere dallo spiare dal buco della serratura sono i peggiori.et capi o no

d
Scritto il 10 novembre 2016 at 14:08

Non ti preoccupare Vito il pensionato della baggina c’è l’ha con me che ho una ventina di dipendenti e che con le tasse che pago do ogni mese la pensione ad almeno una quarantina di personaggi come quel signore li. Lui non ha argomenti, ma tra un brodino e un bicchiere di rosso dispensa luoghi comuni. Non ha alcuna competenza, ma si sente potente e quando non sa cosa fare ricorre alle metafore a sfondo sessuale. Mi rammarico per lui. Una volta gli ignoranti tacevano, ora pretendono di imporre I Loro ragliati agli altri.
Un consiglio: se non hai argomenti, Veleno, taci e cerca di ascoltare qualcosa da chi ne sa più di te
vito_t@finanzaonline,

aorlansky60
Scritto il 10 novembre 2016 at 15:32

@ Veleno

Molto probabile che tu e tanti altri non avete letto nulla sul referendum…

personalmente ho liquidato la faccenda in un modo assai semplice e rapido :

la proposta di riforma Costituzionale operato da parte dell’esecutivo di gov. con renzi in testa,

è un subdolo tentativo di (s)vendere alla UE (facendola passare in modo assolutamente miserabile al popolo italiano come una riforma positivamente epocale) quel poco che resta della Nostra Sovranità,

della NOSTRA SOVRANITÀ

DELLA NOSTRA SOVRANITÀ

una vittoria del NO sarebbe una vigorosa sberla in faccia a renzi, al suo attuale esecutivo (e di riflesso alla stessa UE),

tanto [forse] da convincere il pres. d.Repubblica a sciogliere le Camere per andare a nuove elezioni politiche, considerato che non siamo ancora totalmente schiavi della UE ma bensì uno Stato di Diritto a tutti gli effetti con potere decisionale all’interno dei ns confini;

Il giorno che riusciremo a liberarci dell’attuale esecutivo di governo, formato prevalentemente da personaggi ottusi mediocri e incapaci,

il cui scopo principale è in molti casi la salvaguardia della propria poltrona (con alfano e ncd in testa)

NON ELETTI DEMOCRATICAMENTE ma insediati grazie ad un COLPO DI STATO perpetrato nel 2011 i cui artefici sono noti :

UE come mandante con g.napolitano e m.monti come esecutori,

beh il giorno che questo esecutivo finirà sarà un gran giorno non solo per l’Italia ma per tutti gli ITALIANI (meno i poveri illusi male informati che votano/voteranno pd, naturalmente).

d
Scritto il 10 novembre 2016 at 18:28

aorlansky60,

veleno50
Scritto il 10 novembre 2016 at 19:33

aor­lan­sky60,

Non male come stalker hai visto ,fai attenzione.

perplessa
Scritto il 10 novembre 2016 at 20:56

ma è una bazza? tutta spazzatura. ribadisco ha ragione Bagnai. la sottoscritta e simili lo prendono in quel posto comunque, non c’è via di scampo al giorno d’oggi col quadretto che ci si ritrova

emzag: Quin­di si può pen­sa­re che il voto per Trump spin­ge­rà gli ita­lia­ni a vo­ta­re NO, gli au­stria­ci a vo­ta­re Hofer e i fran­ce­si Le Pen.

perplessa
Scritto il 10 novembre 2016 at 20:58

Bagnai ha parlato di Trump, preciso, non degli altri personaggi. il resto è una mia considerazione
per­ples­sa@fi­nan­za,

phitio
Scritto il 11 novembre 2016 at 10:01

emzag:
[email protected],

Un momento…è una fonte viva o una fonte morta?

Se parla, ovviamente e’ viva, no?
:D:D

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Ftse Mib: l'indice italiano tenta di recuperare i 19.000 punti in apertura. In caso di break dei 19.
Dilettanti. Dilettanti allo sbaraglio. E la cosa grave che spesso, oltre che essere dilettanti,
Mentre infuria il dibattito sulle penalizzazioni implicite connesse a quota 100, e l’umore degli i
Alla fine avevo ragione, è bastata una rapida lettura delle quasi 600 pagine dell'accordo capes
Dare feedback, comunicare in modo chiaro ed efficace, ma anche trasmettere entusiasmo e saper bilanc
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Quello che vi sto facendo è un grosso regalo. Che poi sia apprezzato o no, è un altro paio di
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Ftse Mib: dopo la seduta di ieri di forte incertezza chiusa in spinning top, oggi l'indice cerca di
  Tra i vari indici che si possono trovare sul mercato, ce n’è uno che da sempre segu