ELEZIONI USA: HILLARY CLINTON E’ LA NUOVA PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI!

Scritto il alle 07:18 da icebergfinanza

Immagine

Ieri il responsabile del FBI Comey ha scritto una letterina suggerendo che dopo aver letto in fretta e furia oltre 650.000 mail non cambiano idea, nulla cambia rispetto alla posizione di luglio, ovvero nulla di interessante è trapelato.

Nessuna simpatia particolare per Trump sia chiaro, come ho scritto più volte, l’America dovrà decidere se scegliere tra un cancro e una metastasi.

Suvvia, davvero pensavate che questa commedia sarebbe finita in un’altra maniera? Loro faranno qualunque cosa per mantenere lo status quo. Basta non dimenticare che Sanders è stato eliminato in maniera scientifica.

Chiedetelo al peso messicano o allo yen chi vincerà martedì!

Mexico’s currency, which has tended to strengthen on signs Republican presidential candidate Donald Trump’s campaign is trailing, climbed the most in almost a month as foreign exchange trading got under way for the week. The Canadian dollar also advanced, while the yen sank at least 0.5 percent with the franc and the euro. With two days to go until American voters head to the polls, shares in Wellington edged higher, while Asian index futures signaled losses after declines in the U.S. on Friday. (WSJ)

Immagine001clicca sull’immagine per ingrandire.

Loro i currency e i bond vigilantes hanno già votato …

Immagine002Immagine003clicca sull’immagine per ingrandire

Si festeggia ovunque dal dollaro ai future sul DAX e S&P500.

Che sia il ritorno dell’Araba Fenice ormai pronta per risorgere dalle sue ceneri? Mah per il momento la riva del fiume resta ancora la soluzione migliore.

Come si direbbe dalle mie parti, peccato aver lasciati tante finestre aperte, tanti GAP aperti soprattutto in inverno, con questo freddo, con questa volatilità! ;-)

Suvvia stiamo giocando, magari finirà come per la Brexit o questa volta la posta in gioco è così importante che non c’è più nulla da scherzare.

Domenica F.B.I. ha informato il Congresso che non ha cambiato le sue conclusioni circa l’uso da parte di Hillary Clinton di un server di posta elettronica privata come segretario di Stato, rimuovendo così quella che il NYT chiama una nube scura che è rimasta appesa sopra la sua campagna sino a due giorni prima delle elezioni.

Emails Warrant No New Action Against Clinton, Comey Says

Noi facciamo gli auguri di cuore al popolo americano ricordando come la sua prosperità dipenda innanzitutto dalla prosperità delle proprie banche.

Hillary Clinton: Tra me e l’America c’è l’Apocalisse!

Clinton confessa nelle mail rubate: “Sono lontana dalla gente. Aiuto le banche

A un altro simposio di Goldman Sachs del 24 ottobre 2013, Hillary dice che il fatto di considerare le banche Usa responsabili della crisi finanziaria del 2007 era una convenienza politica. Quasi a voler chiedere scusa alle «vecchie signore» di Wall Street per le critiche ricevute. L’indomani, allo stesso simposio, e qualche giorno prima davanti ai vertici di Deutsche Bank, Clinton spiega invece che dovrebbero essere proprio le banche le autrici della riforma finanziaria perché «solo Wall Street sa cosa fare per mettere a posto Wall Street».  (…)«Ho rappresentato e lavorato con molti a Wall Street – afferma Hillary ai banchieri -. E ho fatto tutto quello che ho potuto per fare in modo che continuassero a prosperare».

Che figata Ragazzi, dopo Bill che ha dato il via libera alle banche d’affari per scatenare la crisi subprime con la deregulation, adesso arriva la moglie Hillary, la quale dice che solo le banche sanno quello che è meglio per loro, nessuno meglio delle banche può fare la prossima riforma finanziaria.

Ricordando i precedenti della signora Clinton in fatto di guerra e di chi lavora dietro le quinte a Washington, inevitabilmente dovrà far fronte ad una nuova recessione…

«L’America non corre un rischio immediato di recessione, la nostra è infatti un’economia di guerra dove, per esempio, la caduta verticale dei prezzi immobiliari può essere compensata dalla domanda di armamenti e nell’occupazione delle nostra gioventù al fronte». ( Lawrence Klein economista Nobel 1980 )

Siete pronti, non manca poi molto alla prossima crisi! Buona consapevolezza!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (19 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +14 (from 14 votes)
ELEZIONI USA: HILLARY CLINTON E' LA NUOVA PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI!, 10.0 out of 10 based on 19 ratings
Tags: ,   |
12 commenti Commenta
phitio
Scritto il 7 novembre 2016 at 10:13

Hillary non vincera’, vincera’ trump.
Le mie fonti non convenzionali hanno fatto sapere che le percentuali finali sono queste

Trump 52%
Hillary 46%
altri 2%
Con margini di oscillazione di questi valori dello 0,5%

Ve lo ricordo alla vigilia del voto, dopo averlo scritto piu’ di un mese fa.
Ora e’ il momento di verificare queste fonti non convenzionali con i fatti

ndf
Scritto il 7 novembre 2016 at 11:56

phitio@finanza,

SHOOOOOOORT!

veleno50
Scritto il 7 novembre 2016 at 12:44

Commenti insignificanti,aspettiamo le 23,15 di Martedi. State dando in numeri come a tombola.

gainhunter
Scritto il 7 novembre 2016 at 13:42

Ma è vero che in Nevada si può votare “Nessuno di questi candidati”?
Sono curioso di vedere quanti voteranno così.

magro
Scritto il 7 novembre 2016 at 16:01

phitio per me ci azzecchi in pieno, in questo momento sul tg di sky danno la Clinton a 47 e Trump a 43, se conti quelli che si vergognano a dire che votano Trump, considerando il lavaggio del cervello mediatico su quanto è brutto e cattivo lui e bella e buona lei, si arriva al dato tuo.

stanziale
Scritto il 7 novembre 2016 at 19:17

stanziale@finanza,

Come non detto. Scrive Blondet che la notizia, pubblicata da un giornale, e’ falsa, tale agente fbi sembra non esiste, comunque la cosa pare non confermata.

kry
Scritto il 7 novembre 2016 at 23:43

” Che figata Ragazzi, dopo Bill che ha dato il via libera alle banche d’affari per scatenare la crisi subprime con la deregulation, adesso arriva la moglie Hillary, la quale dice che solo le banche sanno quello che è meglio per loro,… ”

Scusate ragazzi , trattasi della stessa Hillary la quale non sapeva quello che era meglio per il marito e allora teneva la bocca chiusa ?
Questa si che è una figata.

francia r
Scritto il 8 novembre 2016 at 18:58

Be’ in fondo per la bocca… ci pensava la Monica no? … Ad ognuno il suo d’altronde

francia r
Scritto il 8 novembre 2016 at 19:06

Sarebbe interessante ricostruire le tempistiche che legano bill, la fine dello stegall act, la carriera di alcuni illuminati “economi” all’ombra della casa bianca (qualcuno mi pare segua anche hilary) e ….l’indimenticabile pratica e successiva farsa della levinsky con il gran finale …. magari si capisce qualcosa in piu’

[email protected]
Scritto il 9 novembre 2016 at 08:50

phi­tio@fi­nan­za,

Bravo phitio..
Complimenti a te.
Interessanti queste tue fonti.

[email protected]
Scritto il 9 novembre 2016 at 08:52

ve­le­no50@fi­nan­za,

Triste vedere che il boss si sia venduto al dio mercato.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Inutile nascondersi dietro un dito. Per gli investitori, la tragedia del Ponte Morandi di Genova
Che vi dicevo, non passa neanche una settimana dalla benedizione del dollaro forte che il nostro
Si delinea sempre più forte il decoupling tra l'andamento della borsa USA e quello degli altri li
Analisi Tecnica Si conferma la rottura ribassista del trading range. L'accelerazione al ribasso
DJI Giornaliero Buonasera, eccoci di nuovo con l’analisi sullo storico indice americano.
Stoxx Giornaliero Buongiorno, per una manciata di punti non si è materializzato lo swing inc
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Che si iniziasse a sentire “odore di bruciato” ve l’avevo segnalato già una vita fa. Ripren
Ftse Mib: l'indice italiano persiste nella fase di correzione avviata a maggio di quest'anno e con i
Ormai la frittata è fatta. Il ponte Morandi è crollato, lasciando nel disagio assoluto una cit