DESPERATE CENTRAL BANKERS: URAGANO IN ARRIVO!

Scritto il alle 07:26 da icebergfinanza

Alle volte una vignetta parla più di mille parole!

Sia ben chiaro, come più volte detto nessuna compassione per questi medici che si vantano di aver inventato cure miracolose dopo aver clamorosamente fallito diagnosi, responsabili di mancata prevenzione.

Desperate Central Bankers by Stephen S. Roach

Ciò che è particolarmente sconcertante è che i banchieri centrali restano in gran parte in segno di diniego di fronte a questo test di una realtà dolorosa. Come le ultime azioni della BoJ ( banca centrale giapponese) indicano, la predilezione per l’ingegneria finanziaria rimane senza sosta. E come la Fed ha dimostrato ancora una volta, la normalizzazione sempre sfuggente dei tassi di interesse continua ad essere rimandata di mese in mese, un altro giorno ancora. Dopo aver esaurito molto tempo fa il loro arsenale tradizionale, le banche centrali restano miopi concentrate sulla definizione di nuovi strumenti, invece di ragionare sul ruolo distruttivo della politica monetaria i vecchi strumenti che hanno innescato la crisi.

Il problema è che le persone che hanno in mano la politica monetaria, le banche centrali, negano i problemi attuali. Vedono la risposta dei mercati finanziari, e quando si parla di investitori vedono i sorrisi sui loro volti. Queste persone corrono dove chiede la folla. Se avessero ascoltato i risparmiatori medi e gli investitori, i pensionati avrebbero udito una storia diversa.

Noi abbiamo cercato più volte di smontare gli altarini sui quali i media mainstream mettono quotidianamente questi inutili banchieri centrali, una casta autoreferenziale asseragliata in un caveau qualunque, protetti da centinaia e centianai di guardie del corpo.

I banchieri centrali sono tra i principali responsabili di questa crisi non dimenticatevelo.

Anche la politica ormai è sottomessa ai loro desiderata, come tanti scienziati pazzi rinchiusi nei loro laboratori per far colpo parlano di politiche non convenzionali in quanto hanno fallito su tutta la linea e il loro unico segreto, la loro unica magia è che possono …

…CREARE DENARO DAL NULLA!

Ma torniamo a parlare di cose serie, ad esempio dell’Apocalisse che verrà!

Qualcuno nei giorni scorsi non ci credeva, non credeva che la Clinton ha pronunciato queste parole, come non crede che abbia preso più di 220 milioni di dollari insieme al marito per andare in giro a leccare il culo ai banchieri.

Hillary Clinton ieri ha detto che se vince Trump per l’America sarà l’Apocalisse, invece se vince lei…

Clinton confessa nelle mail rubate: “Sono lontana dalla gente. Aiuto le banche

A un altro simposio di Goldman Sachs del 24 ottobre 2013, Hillary dice che il fatto di considerare le banche Usa responsabili della crisi finanziaria del 2007 era una convenienza politica. Quasi a voler chiedere scusa alle «vecchie signore» di Wall Street per le critiche ricevute. L’indomani, allo stesso simposio, e qualche giorno prima davanti ai vertici di Deutsche Bank, Clinton spiega invece che dovrebbero essere proprio le banche le autrici della riforma finanziaria perché «solo Wall Street sa cosa fare per mettere a posto Wall Street».  (…)«Ho rappresentato e lavorato con molti a Wall Street – afferma Hillary ai banchieri -. E ho fatto tutto quello che ho potuto per fare in modo che continuassero a prosperare».

Falliti che oggi vogliono governare, l’essenza stessa del fallimento che si tratti di politici o banchieri centrali oggi ci suggeriscono cosa fare per uscire da una crisi da loro creata.

Vota per noi cliccando sul banner qui sotto e segui le istruzioni. Semplicemente Grazie!

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta, l’informazione indipendente…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (19 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +16 (from 16 votes)
DESPERATE CENTRAL BANKERS: URAGANO IN ARRIVO!, 10.0 out of 10 based on 19 ratings
Tags:   |
2 commenti Commenta
luigiza
Scritto il 14 ottobre 2016 at 11:15

>> A un altro simposio di Goldman Sachs del 24 ottobre 2013, Hillary dice che il fatto di considerare le banche Usa responsabili della crisi finanziaria del 2007 era una convenienza politica <<

Ma ha detto la verità.
Come ho già commentato anche su questo tuo blog é insensato incolpare le volpi che trovando la porta del pollaio aperta ci si sono fiondate dentro. (in realtà ce li hanno spinti a forza).
Il colpevole é chi ha aperto la porta, ed è la Politica influnzata da tesi dementi perchè utopiche di maestri raglio (loro però di definiscono in altro modo).

aorlansky60
Scritto il 14 ottobre 2016 at 12:34

“é insensato incolpare le volpi che trovando la porta del pollaio aperta ci si sono fiondate dentro; Il colpevole é chi ha aperto la porta…”

Concordo.

Nel problema che ha costituito l’innesco della crisi economica globale (i SUBPRIMES nel 2007), le basi del disastro furono permesse “da chi aprì la porta del pollaio”, uno che hillary dovrebbe conoscere [piuttosto bene] visto che vive insieme a lei da anni nel focolaio di casa… suo marito Bill Clinton che tra il ’99 e il 2000 riuscì (sotto la forte pressione di alan greenspan il cui motto era “dobbiamo deregolare per non regolare, in funzione del bene stesso dell’economia, i mercati finanziari riescono a farlo da soli“) a fare approvare la DEREGULATION consegnata poi su un piatto d’argento alle grosse banche d’affari statunitensi, permettendo loro i giochetti finanziari che avrebbero ben presto contagiato il mondo intero; ovviamente, nei dibattiti tra lei e trump questo non viene mai menzionato, colpirebbe troppo (facendo magari ink…re) l’opinione pubblica a seguito…

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Oggi aggiorno la situazione ciclica dell’indice americano S&P 500. I canali di lungo period
Oggi vorrei fare una riflessione su un concetto che ho letto ieri, scritto da un trader in Italia co
Aggiornando l’analisi di lungo periodo dell’indice Hang Seng attraverso il battleplan Ventennale
Come già detto ieri lasciamo da parte la fantasia e concentriamoci su quello che farà la giuri
FTSE Mib: Il listino italiano testa in apertura la resistenza a 22.261 punti. Ieri infatti, dopo 9
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Prelievi senza carta, pagamenti tramite app e bonifici istantanei. Sono solo alcune delle evoluzioni
Malgrado la sua giovane età, il BitCoin si è già reso protagonista di diverse avventure. È p
PREVISIONE Come da previsione scorsa tra venerdì e oggi, lunedì 20 Novembre 2017, sar
Piazza Affari. Inizio di settimana difficile per l’indice FTSE Mib, che dopo poco più di un’o