DEUSTCHE BANK: NESSUN PROBLEMA!

Scritto il alle 09:59 da icebergfinanza

Carini no, sono due grizzly americani e si stanno cuocendo a fuoco lento il maialino Deustche Bank. Altro che PIGS questa è la vera carne da macello europea!

Per chi se lo fosse perso ieri è arrivata l’ennesima conferma che non c’è nessun problema in Deustche Bank, che Deutsche Bank non è Lehman, che non c’è nessun Lehman Moment all’orizzonte, se lo dice lui allora è meglio prepararsi al peggio, ma non subito ci sono le elezioni il prossimo anno, suvvia Angela non deve essere disturbata…

New York, 3 ott. (askanews) – “Non c’è alcun ragione per cui Deutsche Bank non dovrebbe risolvere i suoi problemi”. Lo ha detto Jamie Dimon, amministratore delegato di JP Morgan. Parlando ai microfoni di Cnbc, il banchiere americano ha espresso un voto di fiducia per la banca rivale, che “ha molti capitali, ha molta liquidità”. Dimon ha aggiunto: “Vogliamo che tutte queste banche superino le difficoltà perché ciò fa bene a tutti”.

Cosa serve la liquidità se perdi la fiducia, ma quali capitali Dimon, studia invece di dire fesserie, non esiste capitale in Deutsche Bank!

Peccato che Dimon abbia la memoria corta, anche a JPMorgan piace giocare con i derivati…

Risultati immagini per notional amounts of derivative contracts 2016

Da sempre quelli di JPMorgan amano giocare con la nitroglicerina, questo è un passaggio tratto dal libro di Nicholas Dumbar, “Quei diavoli di derivati”

ImmagineA loro i derivati servono per truccare bilanci, per amplificare i bonus, vi siete mai chiesti come facciano poveri cristi come Jamie Dimon a portare a casa centinaia di milioni di dollari ogni anno?

Ma chiaro creando denaro dal nulla, i derivati sono creazione di denaro da parte delle banche private, come i banchieri centrali creano il nulla con cui nutrono la loro avidità. Oh si certo alcuni sono fondamentali, sai coprono dal rischio di quello, quell’altro, quest’altro, ma questo manipolo di psicopatici è andato oltre, con la complicità dei revisori e di coloro che dovrebbero sorvegliare, hanno creato il mostro!

Se non sapete cosa è un trillione vi aiutiamo con un’immagine…

1 Million, 100 Million, 1 Billion, 1 Trillion

Questo è quello che possiedono solo NOVE banche al mondo!

Bank of New York Mellon - Derivative Exposure

Chiaro il concetto o serve un’altro disegnino?

Per concludere in bellezza andiamo a dare un’occhiata a chi hanno affidato la questione Monte dei Pasci di Siena gli amici di Renzi, si i furbetti di palazzo Chigi, tratto da

Non si sa a quale titolo interessato alla vicenda! Finirà male, molto male, Ragazzi!

Fioccano uno dopo l’altro gli articoli sulla via di Damasco, sai il sistema tedesco è fragile chi l’avrebbe mai detto …

 imageLoro queste cose ve le raccontano solo oggi, fuoriclasse del senno di poi, noi dell’informazione indipendente di qualità da anni vi mettiamo in guardia sulla base di analisi e modelli di rischio puntuali.

Fanno tenerezza economisti ed analisti intervistati dai media mainstream si riempiono la bocca di scienza, dove erano dotti, medici e sapienti in questi anni, figli ignoranti del senno di poi?

Icebergfinanza è stato il primo in Italia ad evidenziare la massa fragile nascosta sotto l’iceberg tedesco, la verità è figlia del tempo dalle nostre parti e in molti se ne stanno accorgendo!

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta, l’informazione indipendente…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (21 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +18 (from 18 votes)
DEUSTCHE BANK: NESSUN PROBLEMA!, 10.0 out of 10 based on 21 ratings
Tags: , ,   |
6 commenti Commenta
stanziale
Scritto il 4 ottobre 2016 at 19:53

In Siria sembra siamo al game over, non ci sara’ nessuna guerra mondiale, i russi hanno schierato gli s-23 gladiator. In compenso forse abbiamo un incremento di guerra mondiale finanziaria in europa, dove il sistema tedesco, dalle ultime giornate borsistiche, pare abbia schierato batterie di miliardi in difesa della d. Bank. La sto’ solo buttando li’, spero che qualcuno mi spieghi che questo quasi +20% sono semplici ricoperture. Purtroppo pero’ le nostre banche, non difese, continuano a perdere. I tedeschi ci contano, sul loro fallimento. Oggi appunto avrei questa inquietante ipotesi. Le banche tedesche sono le piu’ fallite, ma siccome tutto il sistema e’ fallito e puo’ vincere chi cede per ultimo , mi pare che i tedeschi accettano la sfida, gli hanno fatto accumulare troppo surplus. Il problema per noi forse e’ reggere fino al giorno delle elezioni americane. Spero di essere smentito da domani, o da dati tecnici fuori della mia portata.

gainhunter
Scritto il 4 ottobre 2016 at 20:26

DB non è LB: il bilancio di LB era vero.

aorlansky60
Scritto il 5 ottobre 2016 at 09:08

l’immagine del grizzly che si rosola a fuoco lento il porcellino può essere idealmente reindirizzata dalle nostre parti in italia, dove la porchetta assume un nome preciso :

quello di MPS in primis;

da ciò che è possibile leggere da varie fonti ultimamente, la quantificazione delle commissioni e degli interessi annuali sul prestito “ponte” di cui JP Morgan potrà godere (sempre che quelle stime siano veritiere) sono incredibili [e in parte ingiustificate] se rapportate a quanto attualmente MPS capitalizza (600 milioni di €) tanto da far montare molti dubbi sull’operazione per tutti quelli che non ne conoscono i particolari (*) (forse è anche per questo che altri potenziali grossi investitori istituzionali non hanno fatto a gomitate fin’ora per ricavarsi una parte nel game proposto da JpMorgan e Mediobanca sul caso MPS,

e questo solo per parlare delle cifre teoriche in ballo,

senza sapere cosa e quanto si nasconda davvero dietro che non è ancora dato sapere ai comuni mortali -questo lo sanno solo i diretti interessati Jamie Dimon e matteo renzino per quello che possono essersi detto nel corso dell’ormai noto incontro a palazzo chigi, e per meglio dire (*) COSA può aver promesso quest’ultimo al primo per convincerlo a correre al capezzale di MPS [e del pd visto che quest’ultimo è fortemente coinvolto nel caso della banca senese] che tradotto significa :
quale può essere il conto potenziale [celato sotto forma di nuove gabelle] pronto a piovere sulla testa degli italiani ??…

veramente penoso anche il caso di UBI (non per causa sua visto che si tratta di un istituto ancora sano, ma per colpa di altri) costretta negli ultimi mesi da un pressing feroce [da parte del governo italiano] a doversi “bere” alcune di quelle quattro banche decotte dall’anno passato, dopo che lo stesso governo italiano aveva premuto fortemente su di essa per un suo coinvolgimento nel salvataggio di MPS… leggo da più fonti che quelle 4 banche decotte, poi “salvate” (secondo le parole di esponenti del pd) e trasformate in “good bank” da vendere si porterebbero dietro ancora complessivamente 3 miliardi di bad performing loans, sarà anche per questo che nessuno se le vuole prendere…

anche se tutta l’attenzione [nazionale ed estera] si stà concentrando sul referendum italiano di Dicembre, io rimango convinto che più di questo sarà importante l’esito dal quale usciranno MPS, le quattro “good bank”(sic) e di conseguenza tutto il sistema bancario italiano, senza dimenticare quelle due venete nelle quali il fondo Atlante ha dovuto consumare tutto il suo potenziale per permetterle di restare a galla.

giap
Scritto il 5 ottobre 2016 at 10:09

Affondando nella m…. i tedeschi stanno seduti sulla nostra testa. Loro, seppur nella m…. respireranno ancora mentre noi…
Ammettiamolo: sono bravi!
1) Hanno riempito la loro economia di laureati formati a spese di Italia ecc. lasciando a noi gli immigrati analfabeti
2) Hanno riempito le loro banche di soldi privati provenienti da Italia ecc.
3) Hanno rivitalizzato il comparto edilizio tramite un’immigrazione di qualità che si può permettere una casa invece di una baracca in un campo i pomodori
4) Hanno riempito l’UE dei loro prodotti
5) Grazie al cambio fisso di un Euro modellato sulle esigenze della loro economia hanno messo fuori combattimento le aziende concorrenti non tedesche, quelle italiane in primis
6) Hanno approfittato della crisi per fare shopping di marchi storici
7) Sono nella posizione di decidere per tutti e nessuno può fermarli
Ecc. ecc. ecc.
Per quanto possiamo parlare delle loro debolezze, di DB, di scenari apocalittici che possono colpire la Germania LORO STARANNO SEMPRE MEGLIO DI NOI! E questo nella mente malata del tedesco medio è ciò che conta. Cioè non conta quanto sto bene ma quanto sto meglio rispetto agli altri perché è in questo rapporto che si manifesta la superiorità che è il complesso – accompagnato a quello di inferiorità – che li perseguita da sempre. I tedeschi hanno la necssità atavica di DOMINARE. Nel loro provincialismo non hanno mai avuto una visione globale di dominio ma solo continentale: a loro interessa dominare l’Europa. La terza guerra mondiale – scenario europeo – sta per concludersi. L’Europa è devastata, come dopo tutte le guerre, ma c’è un vincitore.

phitio
Scritto il 5 ottobre 2016 at 10:59

giap@finanza,
Bravi, bravi, come no:
saranno anche i prossimi ad uscire dall’unione europea sotto la spinta di terribili pressioni economiche, dando il via alla disooluzione della EU

giap
Scritto il 5 ottobre 2016 at 13:02

phitio@finanza,

Ai tedeschi dell’Europa non è mai importato un fico secco. Era (ed è ancora finché gli converrà) solo un metodo per raggiungere la posizione di dominio “che gli spetta”.
Finora a loro va bene e ovviamente includo anche gli sfigati con i Minijob e l’Hartz IV perché comunque a loro va meglio che ai corrispondenti sfigati delle altre nazioni europee (mi riferisco ovviamente ai paesi del Sudeuropa ovviamente). Tant’è vero che di immigrati dal Sudeuropa in Germania ne arrivano a vagonate.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Analisi Tecnica Perso il supporto in area 19000 il nostrano si porta subito al test del supporto a
Ve lo ricordate il ministro delle Finanze olandese e presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsse
Ve lo ricordate il ministro delle Finanze olandese e presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsse
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Stoxx Giornaliero Buongiorno, siamo quasi arrivati al dunque sul principale indice dell’eur
DJI Giornaliero Buonasera e ben ritrovati per l’analisi sull’indice mondiale per eccellen
Setup e livelli angolari DOW JONES Setup Annuale Ultimo :2017 Range: 19667 – 24876 Uscit
La settimana ha avuto come grande protagonista il petrolio. E i mercati sembrano prendersi un pi
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Ftse Mib: l'indice italiano tenta di recuperare i 19.000 punti in apertura. In caso di break dei 19.