TRUMP E CLINTON: US ECONOMY…OOOOOPS!

Scritto il alle 09:00 da icebergfinanza

Risultati immagini per trump clinton

Nella notte è andato in scena il match dell’anno tra Trump e la Clinton, una Nazione l’America dove un terzo degli elettori aspettava questo momento per scegliere di quale morte morire nei prossimi anni.

Elezioni Usa, Hillary Clinton vince il primo confronto tv

Dibattito Trump Clinton Il sondaggio Cnn: «Ha vinto Hillary»

Clinton batte Trump al primo dibattito presidenziale

Ma naturale, deve vincere la Clinton a qualunque costo!

Colpi bassi, accuse reciproche, nella sostanza nulla di nulla e come sempre c’è già il vincitore, ma questa volta non ne sarei così certo, la strada è ancora lunga e tutto può accadere, vediamo se anche in America come nel Regno Unito, ciò che è già scritto non verrà stravolto da brogli elettorali!

Il dibattito è terminato e l’impressione è che sia Hillary Clinton ad averlo vinto. Secondo vari commentatori, per Donald Trump è stato un pessimo scontro nel quale “Trump si è comportato da Trump, qualcosa di cui non aveva bisogno questa notte”.

La sua scarsa preparazione per questo appuntamente sembra essere venuta a galla. E Clinton l’ha cavalcata lasciandolo parlare senza interruzioni per fare in modo che si incartasse da solo in dettagli difficili da seguire e di sicuro poco interessanti per il pubblico. Non a caso, al momento di riprendere la parola, lei ha detto varie volte: “Ok”, come a dire, ora che hai finito di sproloquiare possiamo tornare a parlare di cose serie. “Prestate attenzione a cosa avete appena sentito”, ha invitato l’audience come per sottolineare le assurdità pronunciate dal rivale. (America24)

“Clinton riesce a far apparire Trump come un ricco corrotto. Donald invece, impreparato, non riesce a convincere che la candidata democratica è parte delle elite che non capiscono l’America”

Ma no dai Andrea, non vorrai mica che in America, qualcuno manipoli qualcosa, suvvia…

A noi poco importa chi vince, sono entrambe mummie legate ai grandi interessi americani, dalle armi alla finanza, il gioco cambia poco, il destino dell’America è segnato.

Se volete farvi una risata leggete qui e non dimenticatevi che siamo vicini alle elezioni…

L’AMERICA CE LA STA FACENDO

Poveri Ad Harlem

Il Nyt: “Milioni di americani finalmente fuori dalla soglia di povertà”

Si fuori dalla soglia della povertà per finire dentro quella di un incubo, inutile che vi ripeta tutti gli indicatori alternativi, non utilizzati dalle istituzioni ufficiali che dimostrano quanto l’America di Obama sia in realtà finita in un incubo…

Risultati immagini per obama's recovery in just 9 charts

Risultati immagini per obama's recovery in just 9 charts

Comunque va tutto bene mi raccomando, l’importante è credere alle favole!

Risultati immagini per us economy cartoons hedgeye

Mentre gli ingenui con il nasino all’insù ascoltano le favole che nonna Yellen quotidianamente racconta, prendendo spunto dalle strepitose analisi degli uffici studi della Federal Reserve, all’improvviso la Federal Reserve di New York, aggiorna distruggendole tutte le illusioni sulla crescita del terzo e ultimo trimestre del 2016…

FRBNY Nowcast Highlights

  • The FRBNY Staff Nowcast stands at 2.3% and 1.2% for 2016:Q3 and 2016:Q4, respectively.
  • Negative news since the report was last published two weeks ago pushed the nowcast down 0.5 percentage point for both Q3 and Q4.
  • The largest negative contributions over the last two weeks came from manufacturing, retail sales, and housing and construction data.

ImmagineNon solo anche le illusioni elettorali del GDP NOW elaborato dalla Fed di Atlanta hanno dovuto fare i conti con la realtà.

Evolution of Atlanta Fed GDPNow real GDP forecast

GDPNow – Federal Reserve Bank of Atlanta

Dopo l’indice Markit dei servizi manufatturieri che continua a mostrare estrema debolezza aspettiamo martedì quello dei servizi che conta per oltre il 70 % della crescita economica…

Immagine

In un anno elettorale si parte sempre dall’alto per poi scendere, piano, piano lentamente, senza fare troppo rumore,  tra una revisione e l’altra, in fondo guai disturbare l’Istituto Luce, , comunque vada sarà un disastro!

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta, l’informazione indipendente…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.9/10 (17 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +14 (from 14 votes)
TRUMP E CLINTON: US ECONOMY...OOOOOPS!, 9.9 out of 10 based on 17 ratings
5 commenti Commenta
charliebrown
Scritto il 27 settembre 2016 at 10:02

Se tutto è così negativo negli USA, credo che la fiducia nei treasuries e nel dollaro (specialmente nel dollaro) possa essere giustificata solo da una comparazione tra negatività: negatività meno profonda negli USA che in Europa.
Ma questo basta per non nascondere i soldi sotto il materasso o per non investirli in buoni fruttiferi postali che non fruttano?

phitio
Scritto il 27 settembre 2016 at 11:54

IL declino economico USA e’ acclarato, e continuera’ imperterrito per almeno i prossimi venti anni, chiunque ne sara’ il presidente fra pochi mesi (per inciso, sara’ Trump)

aorlansky60
Scritto il 27 settembre 2016 at 12:30

negatività meno profonda negli USA che in Europa.

Se li considero per quello che sono (e per quello che detengono e producono) non c’è proprio paragone tra USA e Europa,

nel senso che gli USA stravincono il confronto in quanto a “fiducia” che sono in grado di emanare verso potenziali investitori (e non solo questi):

1) sono l’apparato militare (in ricerca, intelligence, logistica, mezzi ed effettivi) numero 1 al mondo;

2) detengono le riserve auree più ingenti al mondo;

3) posseggono l’economia numero 1 al mondo

4) posseggono la propria banca centrale che emette DOLLARS, divisa di riferimento cui sono agganciate tutte le altre, oltre che moneta di riferimento attraverso la quale sono tradate tutta una serie considerevole di materie prime vitali [per paesi sviluppati industrialmente], a cominciare dall’ OIL

…potete mettere in ordine di preferenza i 4 punti che ho citato, cambiandoli a piacere, il risultato non cambia :

gli USA sono ancora lo Stato Sovrano di riferimento assoluto nel mondo conosciuto. Nel bene e nel male. Lo Stato con il quale tutti [gli altri Stati, piccoli e grandi] devono fare i conti, considerato il potere internazionale che uno Stato come quello è in grado di operare [e gestire per i propri interessi].

Se penso all’europa e al delicatissimo momento storico che stà attraversando, beh, non c’è proprio paragone che riesca a reggere vs gli USA.

perplessa
Scritto il 30 settembre 2016 at 00:43

anche perché l’Europa dell’Euro è asservita agli USA…

aor­lan­sky60: Se penso al­l’eu­ro­pa e al de­li­ca­tis­si­mo mo­men­to sto­ri­co che stà at­tra­ver­san­do, beh, non c’è pro­prio pa­ra­go­ne che rie­sca a reg­ge­re vs gli USA.

perplessa
Scritto il 30 settembre 2016 at 00:47

in questa foto sembrano la famiglia Addams, ma saranno così anche dal vivo?

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Per fare un quadro tecnico e ciclico sul futures Dax, presento il Battleplan Biennale che per ora se
Oggi rifacciamo il punto sul lungo periodo dell'FTSEMIB, il quale ha visto partire l’ultimo Inters
Oggi analizzeremo il mercato americano più importante, ovvero l’S&P500. Nell’immagine si n
Maggiore consumo di carburante, anomalie e perdita di potenza al motore. Sarebbero queste le pi
Giusto per comprendere come funziona il più Europa, dopo le recenti dichiarazioni Moscovici...
Ftse Mib: dopo la corsa di oltre il 7% avviata il 4 gennaio, il listino italiano sembra prendere una
Mentre i mass media continuano a focalizzare l'attenzione sulle quotazioni altalenanti di Bitcoi
Il 25 e 26 gennaio prossimo l'Inps celebrerà i suoi primi 120 anni  di esistenza e in attesa che s
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Vademecum per capire perchè in fondo la nostra è una vita "in saldo" Un po' di storia. I Saldi