TREASURY BOND: TOPIC OF THE MOMENT!

Scritto il alle 08:09 da icebergfinanza

Ieri dopo le parole della Yellen i bond vigilantes hanno deciso di proseguire la loro marcia inarrestabile verso nuovi massimi storici per il trentennale americano!

ImmagineOra il momento diventa topico…

ImmagineSiamo vicini al massimo storico e come dice la leggenda popolare…

” Massimo chiama Massimo …rispondete!”

Ma come sempre ogni cosa a suo tempo sotto il cielo, l’Araba Fenice sta per risorgere dalle sue ceneri, poi a tempo debito vi sarà una nuova occasione!

Noi siamo stati gli UNICI in Italia ad aver intravisto questa spettacolare occasione!

MACHIAVELLI E L’UOVO DI COLOMBO!

Un grazie particolare a tutti coloro che hanno creduto e sostenuto questo fantastico viaggio! Barra dritta e avanti tutta!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.4/10 (16 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +12 (from 14 votes)
TREASURY BOND: TOPIC OF THE MOMENT!, 9.4 out of 10 based on 16 ratings
19 commenti Commenta
omnia_funds
Scritto il 16 giugno 2016 at 11:41

Onore al merito….
Pochi hanno avuto una lungimiranza del genere, compresi i vari …..guru…ma de che!!
Competenza allo stato puro…

veleno50
Scritto il 16 giugno 2016 at 11:58

Incredibilmente bravo, fantantisco (the best) .Riuscire a capire che gli Usa avrebbero avuto una situazione non disastrosa ma mediocre in campo economico e tutti a comprare la loro carta straccia.Stesso discorso per chi ha comprato bund e titoli francesi tutti molto bravi.Non ci voleva l’università solo buon senso di nuovo complimenti.

benti77
Scritto il 16 giugno 2016 at 13:45

riguardo al TBond l’unico dubbio è il rischio cambio.
Che l’euro sia in crisi non ci sta dubbio, ma ad oggi il dollaro sta ai massimi da molti anni e quindi a seguito di un nuovo QE si rischierebbe molto con il cambio, no ?

signor pomata
Scritto il 16 giugno 2016 at 13:54

hai del merito e lo si deve riconoscere.
Ma si deve ricordare che tutti i bond sovrani hanno avuto medesime performance se non superiori.
La vera profezia si avrà quando determinati bond sovrani andranno a monezza e si rifugieranno nei bond americani.
poi come già detto la storia de sta araba fenice direi di mollarla,se dici che non conta quanto profonda è la cenere ma araba fenice sorgerà è come dire nulla.
Certo che non si può solo scendere prima o poi si sale ma se perdi un 90% e poi sali non è come perdere un 15% e poi risalire.
Comunque tu sei in riva al fiume come molte altre volte e oggi io ti faccio compagnia perche il momento sarà catarchico ma con questi rendimenti non me ne frega un cacchio.
Sicuramente non sono in bolla ma se vedo che metà dei bond sovrani rendono zero o un 1% a scadenza ventennale forse il rischio non vale la candela.
Siamo al punto in cui i bond non sono convenienti e la borsa è oltremodo sopra valutata e la liquidità soggetta a razzie.
Una bella situazione ……di merda.

icebergfinanza
Scritto il 16 giugno 2016 at 14:58

Considerazione errata! Dal 2013 ad oggi il cambio EUR/USD ha prodotto una plusvalenza del 20 % !
si­gnor po­ma­ta@fi­nan­zaon­li­ne,

gnutim
Scritto il 16 giugno 2016 at 14:58

giusto, ricordiamoci però che se l’inflazione è a zero i bond free risk (ahahah) devono rendere meno di 0.

Come prima i bund rendevano il 2% e l’inflazione il 3%, oggi si ripresenta lo stesso caso: bund -1% e inflazione 0. Quindi non c’è bolla.
Ovvio che il Bund non prezza eventuali rotture dell’area euro, ma c’è tempo c’è tempo

ndf
Scritto il 16 giugno 2016 at 15:14

Se segui questo blog e hai “fede” nella visione di Mazzalai il problema di cambio è relativo nel medio periodo perché pur potendo rasentare 1.2 la tendenza sarà al pareggio se non oltre.
Detto questo si tratta solo di disinvestire i tds americani (riva del fiume) quando pensi che siano ai massimi relativi e che ci sia un’ altra possibilità di ricomprare ad un prezzo + basso.
Io non ho capito se tra un po’ è il caso di riuscire nuovamente…

benti77@finanzaonline,

benti77
Scritto il 16 giugno 2016 at 15:41

grazie della risposta.
non mi è chiaro nemmeno a me, ma immagino che in caso di BrexIn le borse festeggeranno per un pò e i bond dovrebbero scendere.
Analogamente si avrebbe una risalitina dell’euro, penso io, e quindi sarebbe un buon momento di entrare. Ne consegue che forse ora si potrebbe incassare il gain.

Voi preferite prendere Tbond direttamente o tramite ETF ?
ndf@​finanza,

ndf
Scritto il 16 giugno 2016 at 16:28

io direttamente con un conto multicorrency, fai un cambio valuta e compri tbond.
Certo che se hai iniziato a comprare usd con il cambio 1.3 1.4 il gioco è più semplice.
Esistono anche etf che comprano tbond in euro che nell’ultimo mese stanno facendo un bel guadagno, ma non capisco bene come si coprono con il cambio.
Molto dipende dalla operatività che ti offre la tua banca, con la maggior parte è impossibile destreggiarsi da soli.
benti77@finanzaonline,

veleno50
Scritto il 16 giugno 2016 at 19:17

Uccisa la deputata no brexit,catturato un uomo identificato come fanatico della estrema destra.Il gioco si fa duro,qualcuno scherzava sulla guerra mondiale,navigatori del veliero Icebergfinanza solidarietà per una che credeva nei valori della solidarietà,dell’unione europea,nell’ integrazione .Un testimone dice che ha lottato prima di essere colpita a morte ciao JO COX

signor pomata
Scritto il 16 giugno 2016 at 23:39

icebergfinanza,

Dai andrea non avere la coda di paglia, non sto dicendo che il tuo vino è balordo sto dicendo che è un trend in atto e non è solo sui governativi usa.
In alcuni momenti i bond emergenti sono andati a rendimenti risibili per non parlare dei governativi europei compresa madame france.
Il massimo forse lo avremo avuto con titoli governativi spagnoli o italiani in dollari ma questo deve far pensare che qualcosa non torna o meglio che i rendimenti sono scesi in tutti i governativi quindi perchè proprio gli usa?
Perche sono i più sicuri quando gli altri potrebbero diventare monezza ma a oggi sono tutti oro colato.
Il problema è questo, stanno tutti oltre i minimi da sempre nei rendimenti e quindi la mia opinione è che forse il rischio non vale la candela se non accade quello che ho detto prima ossia che l” oro diventa monezza.
Poi magari vanno tutti negativi per carità, magari tutti negativi e borse sui massimi di sempre e disocccupazione crescente e utili in calo.
Di che mi dovrei stupire se tu per primo sostieni che truccano o aggiustao tutto?
In un contesto in cui tutto viene aggiustato perchè non posso pensare che hanno aggiustato anche i rendimenti e che magari possa accadere quello che è accaduto in passato quando mentre te credevi che il livellamento sarebbe avvenuto in basso è avvenuto in alto?
Ma non abbiamo detto che è una bisca e i padroni del mercato gestiscono tutto e tutti asseconda degli interessi?
Ma la recessione non è già in atto?I crolli dei marcati io non li ho visti o almeno non in quelli che contano.
Crolleranno quando farà comodo a loro e allora diranno che siamo in recessione mentre magari ci siamo da anni.
Aggiustano il voto i referendum i prezzi le leggi ……..che senso ha capire che il sistema è una latrina ma usufruire del sistema?

gnutim
Scritto il 17 giugno 2016 at 07:59

Herr pomata. Ma i mercato finanziari sono guidati dalle istituzioni finanziarie, non dall’economia reale. Non l’hai ancora realizzato?
Perché preferire i treasury? Mizzega lo avrò letto un milione di volte sul blog di Andrea. ..
Mai sentito parlare di riserve mondiali in usd,di banca centrale autonoma, di monetizzazione del debito. Poi secondo te perché lo s&p è sui massimi e gli altri molto più sotto?
Di che nazionalità sono i piu grandi fondi ed Hedge Fund? Mica spagnoli

gnutim
Scritto il 17 giugno 2016 at 08:02

Però sono gli stessi srt.. .zi che hanno creato le tre delle ultime quattro bolle finanziarie : 2000, 2004,2008. Nel 2011 ci ha pensato DB e i crukki del caxxo

stanziale
Scritto il 17 giugno 2016 at 09:02

Egregio dr. Veleno: non giustifico gli assassini; ma qui abbiamo persone, in europa, che si mettono in gioco vendendo il proprio paese, i propri concittadini, al precipuo scopo di avere tornaconti personali di privilegi, carriera, potere. Vendere il proprio paese vuol dire, lo abbiamo visto, aderire a trattati capestro, rinunciare alla moneta sovrana, svendere le aziende pubbliche, favorire l’ingresso delle multinazionali straniere nelle utilities comunali e regionali; fare leggi tipo job act cioe’ d’ora in poi tutti precari e ridurre del 50% le pensioni future(non so’ se questi ultimi 2 provvedimenti ti dicono qualcosa…): tutto questo ha provocato, in Grecia, Italia e non solo, l’impoverimento della classe media a favore dei ricchissimi, i fallimenti di centinaia di migliaia di aziende, la poverta’ dei disoccupati e sottoccupati. I suicidi, a migliaia. La guerra, caro veleno, l’hanno cominciata LORO, e tu, voi, siete dalla parte sbagliata come sempre, forse perche’ avete ricevuto qualcosa, magari le briciole, ma si vede che vi accontentate, e’ la vostra natura.

veleno50
Scritto il 17 giugno 2016 at 09:10

Caro Stanziale troppo generoso nei miei confronti egregio, dottore,sono solo un pensionato non esagerare.La penso diversamente da te in tutto sopratutto quando difendevi a muso duro le popolari ,il boss e tanti altri commentatori, dopo la riforma del governo, mai una volta che facciate autocritica dopo i disastri sotto gli occhi di tutti .Non so chi è dalla parte sbagliata .

aorlansky60
Scritto il 17 giugno 2016 at 10:08

non mi è chiaro nemmeno a me, ma immagino che in caso di BrexIn le borse festeggeranno per un pò e i bond dovrebbero scendere.

le borse hanno i loro motivi per festeggiare anche oggi, a pochi giorni dal 23GIU :

Brexit: banche centrali pronte a maxi iniezione di liquidità

https://it.finance.yahoo.com/notizie/brexit-banche-centrali-pronte-maxi-iniezione-di-liquidit%C3%A0-063522666.html

A quanto pare, l’unico vero pericolo [per il sistema] in caso di Brexit,

è che allo zio Sam “venga a mancare la luce” (l’energia elettr) che muove la sua stampante…

aorlansky60
Scritto il 17 giugno 2016 at 12:26

@ Stanziale

Vendere il proprio paese vuol dire, lo abbiamo visto, aderire a trattati capestro, rinunciare alla moneta sovrana, svendere le aziende pubbliche, favorire l’ingresso delle multinazionali straniere nelle utilities comunali e regionali; fare leggi tipo job act cioe’ d’ora in poi tutti precari e ridurre del 50% le pensioni future.

impossibile non essere d’accordo con quello che scrivi,

caro Stanziale,

non perchè a dirlo sei Tu,

ma perchè si tratta dell’esatta realtà che chiunque si ritrova sotto gli occhi;

quelli che [ancora] negano l’evidenza dei fatti sono :

1) sprovveduti & male informati & dediti ad altro [bontà loro, significa che non hanno problemi pratici in questi tempi tribolati]

oppure

2) che sono parte in causa nello “Svendita Italia” quindi hanno i loro [sporchi] interessi in gioco da difendere.

stanziale
Scritto il 17 giugno 2016 at 13:15

aorlansky60,

…Gia’ Aorlansky, oppure e’ gente che non e’ ancora andata all’inps a farsi fare il conteggio. Io, che questa settimana ero in ferie , ci sono per l’appunto andato, previo appuntamento con il n. verde(in tal caso ricevono subito con il conteggio gia’ pronto). I conti che mi hanno fatto, anzi mi hanno consegnato, sono che se riusciro’ a lavorare fino a 67 (!) anni, senza avere ulteriori decurtazioni di stipendio, e gia’ qui la vedo durissima, avro’ di pensione un buon 30% in meno dei miei colleghi che hanno lavorato 30-35 anni e sono andati via sulla cinquantina e rotti, un po’ di anni fa. Se invece perdessi il lavoro ora, dopo gli anni di disoccupazione, prenderei, a 67 anni, la meta’ dei colleghi di cui sopra, chiaramente per molti meno anni, ed avendo versato molti piu’ contributi perche’ sono a 37 anni e 60 eta’….questo e’ quanto, fanno il calcolo se non erro sugli ultimi 10 anni , NON su quanto uno ha versato e sull’eta’ che ti resta da campare….io ho versato gia’ una cifra immane, a questo punto immolata alla causa piddiota/globalista…inutile dire che per chi verra’ dopo di me sara’ sempre peggio….CI HANNO RUBATO I CONTRIBUTI VERSATI. Per questo in questi gg. ho il dente particolarmente avvelenato, un conto e’ saperlo a grandi linee-noi gia’ lo sapevamo grosso modo-, un altro verificarlo veramente….consiglio a tutti di andare all’inps. credo che la busta arancione e’ fuorviante, perche’ include fantasmagorici aumenti di stipendio mentre invece i globalisti beffardamente ci hanno scodellato una deflazione epocale: piu’ uno lavora e versa di contributi, ma versa meno all’anno perche’ diminuiscono i contributi alle aziende da pagare, meno prende, perche’ fanno il calcolo sugli ultimi 10 anni… puoi anche lavorare 50 anni ed andarci a 70, non glie ne frega nulla, questa e’ la Fornero (peggiorata ora da Renzi che con l’ape vuol togliere un ulteriore 15%). Il comportamento dei sindacati, rispetto a quelli francesi, e’ sotto gli occhi di tutti.

stanziale
Scritto il 17 giugno 2016 at 13:30

veleno50@finanza,

Veleno, da una parte mi dispiace di trattarti sempre male o comunque in tono sarcastico, ma sembra che le cerchi…sulle banche , in Bce-eba gli italiani hanno firmato ed accettato sempre tutto e sempre a nostro sfavore, cio’ che rimane del ns sistema -peraltro minato dai crediti irrecuperabili – dovuto all’euro , alla deflazione, alle tasse sulla casa di Monti e quindi alle minusvalenze conseguenti- e’ quindi fragilissimo e continuamente attaccato dalla speculazione: A me e’ parso lo ho scritto decine di volte e lo confermo, che stanno indirizzando -con una ulteriore legge inutile e dannosa- il tutto per svendere le banche ancora italiane, cioe’ le popolari, agli stranieri. Ma per te e’ meglio, quindi se e’ cosi’ non so’ proprio che dirti di piu’…

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Inutile nascondersi dietro un dito. Per gli investitori, la tragedia del Ponte Morandi di Genova
Che vi dicevo, non passa neanche una settimana dalla benedizione del dollaro forte che il nostro
Si delinea sempre più forte il decoupling tra l'andamento della borsa USA e quello degli altri li
Analisi Tecnica Si conferma la rottura ribassista del trading range. L'accelerazione al ribasso
DJI Giornaliero Buonasera, eccoci di nuovo con l’analisi sullo storico indice americano.
Stoxx Giornaliero Buongiorno, per una manciata di punti non si è materializzato lo swing inc
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Che si iniziasse a sentire “odore di bruciato” ve l’avevo segnalato già una vita fa. Ripren
Ftse Mib: l'indice italiano persiste nella fase di correzione avviata a maggio di quest'anno e con i
Ormai la frittata è fatta. Il ponte Morandi è crollato, lasciando nel disagio assoluto una cit