GRECIA NEIN NEIN NEIN …LA QUIETE PRIMA DELLA TEMPESTA!

Scritto il alle 11:13 da icebergfinanza

ImmagineNon voglio spendere più di due parole a proposito di quello che sta accadendo in Grecia soprattutto dopo quanto è accaduto lo scorso anno, ma bisogna ammettere che i tedeschi in fatto di coerenza non fanno sconti a nessuno…

L’urlo di dolore di un uomo che ha tradito il suo popolo vale poco o nulla, soprattutto dopo la risposta data al referendum che rigettava il ricatto della troika.

La realtà è che Tsipras ha imposto alla Grecia privazioni e austerità ben superiori a quelle che aveva imposto il precedente governo Saramas.

La notizia dell’ultimo ora che ho commentato in maniera sarcastica è la seguente…

Immagine

La Grecia di nuovo a corto di liquidità. Il Governo sequestra i soldi degli ospedali

Il ministero della Salute chiede con una lettera ai direttori sanitari di girare tutti i contanti a disposizione su un conto corrente della Banca centrale. Per “Kathimerini” senza un’intesa con i creditori i soldi in cassa finiranno a metà maggio, poi il paese potrà raccogliere capitali solo indebitandosi sul mercato

E non aggiungo altro perchè mi viene letteralmente da vomitare!

Ovviamente la risposta di Berlino è stata no, nessun incontro sino a quando non avrete sputato anche il sangue, perchè non dimentichiamocelo la Germania non ha la memoria corta e Schauble non ha ancora dimenticato quello che è successo lo scorso anno.

Alla luce di quanto sta accadendo, alla luce di questo fulmine a ciel non tanto sereno vi invito a rileggervi questo precedente post…

GREECE DEFAULT: SHOCK ECONOMY!

“Quale fattore condurrà a una decisione? In passato c’è stato un solo momento in cui è stata presa una decisione ed è coinciso con una situazione che vedeva la Grecia a corto di liquidi e a un passo dal default. Non è vero? “, ha detto Thomsen.

“Esatto!”, ha affermato Veculescu.

Per tali ragioni, Thomsen suppone che questo “momento cruciale” in cui verrà presa una decisione riguardante le sorti della Grecia si verificherà molto probabilmente di nuovo nel mese di luglio, poiché fino a quel momento le istituzioni europee saranno occupate a mantenere il Regno Unito nell’Unione, al fine di evitare la cosiddetta “Brexit.” Il 23 giugno prossimo i cittadini britannici saranno chiamati alle urne per esprimere la loro volontà di rimanere nell’UE attraverso un referendum.

Chi ha orecchie per intendere, intenda gli altri tutto a guardare Game of Thrones…

Nel fine settimana, per tutti quelli che hanno sostenuto o vorranno sostenere liberamente il nostro viaggio  appuntamento con il nostro Machiavelli e la sua verità effettuale.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.4/10 (18 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +13 (from 15 votes)
GRECIA NEIN NEIN NEIN ...LA QUIETE PRIMA DELLA TEMPESTA!, 9.4 out of 10 based on 18 ratings
Tags: ,   |
6 commenti Commenta
stanziale
Scritto il 29 aprile 2016 at 07:33

Poveracci…ma anche noi non siamo/saremo messi meglio, temo: http://www.ilsussidiario.net/News/Esteri/2016/4/29/SCENARIO-Obama-Merkel-l-asse-che-manda-in-frantumi-l-Italia/700028/

aorlansky60
Scritto il 29 aprile 2016 at 09:29

Nel caso in oggetto,

se i tedeschi riescono a far prevalere la loro volontà per ciò che vedono come priorità nei loro interessi

-volontà per ora forzata dagli USA che più di tutti (anche della stessa UE) hanno voluto assolutamente mantenere la Grecia nell’€uro-

per i greci si prospettano tempi assai penosi, ben oltre quello che hanno visto e vissuto negli ultimi 5anni, che potrebbe essere nulla a confronto con i giorni che verranno,

e in questo anno delicato, pervaso da problemi da ogni dove, ma delicato soprattutto perchè coincidente con il cambio di amministrazione USA (prossime presidenziali di NOV) e conseguente [possibile] abbassamento della guardia da parte di quest’ultima,

potrebbe verificarsi che i tedeschi riescano nel loro intento;

c’è poco da rallegrarsi, perchè quelli immediatamente dopo nel target dei tedeschi siamo noi italiani,

la strana visita in Italia -di qualche giorno fà presso l’ambasciata tedesca a roma- di weidmann comincia ad assumere una prospettiva più precisa se inquadrata in questo contesto, nell’occasione egli ha ribadito ciò che rappresenta l’italia per la germania…

laforzamotrice
Scritto il 30 aprile 2016 at 07:39

Ma secondo voi, cosa dovrebbe fare la Germania? Allargare i cordoni della borsa? Eurobond a tutto spiano? Non capisco, ma credete che l’assistenzialismo sia la soluzione? 50 anni di cassa del mezzogiorno non ci hanno insegnato nulla? Deve diventare tutto un enorme sicilia calabria campania? I grci hanno approfittato di una situazione, e lo hanno fatto alla grande, adesso la pagano. Mi spiace per loro, non ne hanno tutta la colpa, ma che si fa, si usa il sistema ” figliol prodigo”? Beh, se io sono il fratello che si fa il culo, può darsi (non ne sono sicuro) che accetterei il suo rientro, ma lo metto a pascolare i maiali per un bel pò prima di riammetterlo al suo ruolo di pari. Questa storia dei “compagni che sbagliano” mi sembra un pò pelosa, specie se troppi sono recidivi. Pentirsi non significa solo ammettere i propri errori, ma anche non ricascarci più, cosa che mi sembra invece sia normale tra i cattolici. Beh, io non sono credente, e non mi basta l’ammissione di colpa, devono dimostrarmi coi fatti di essere cambiati, e se non vedo questi fatti, per conto mio possono affogare, cosi come sono disposto a farlo io. La Germania, cosi come parte dell’Italia stà battendosi per rimanere a galla, e stà dimostrando che è possibile, cosi come molte aziende Italiane che investono nello sviluppo dei loro prodotti, e questo è secondo me, l’esempio da seguire. Il vivere a rimorchio, non porta da nessuna parte, alla fine, perchè poi non c’è più nessuno che vuol tirare, e viene a mancare la forza motrice.

charliebrown
Scritto il 7 maggio 2016 at 14:22

la­for­za­mo­tri­ce@fi­nan­za,
“Non capisco, ma credete che l’assistenzialismo sia la soluzione?”

Non credo niente, “vorrei che l’Europa fosse una madre accogliente”. Virgolettate sono le parole di Elpapa sull’Europa, dette davanti a Draghi, Juncker e Schulz. Che Dio (se esiste) mi perdoni, ma mi scappa da ridere.

charliebrown
Scritto il 7 maggio 2016 at 17:53

Scusatemi, il mio intervento qui sopra può non risultare chiaro.

Io personalmente vorrei una Europa dove fosse rispettata la sovranità dei popoli e non prevalesse il potere finanziario e burocratico che si va imponendo ogni giorno di più anche per colpa dell’indifferenza generale. Per me inoltre l’accoglienza senza limiti è una conseguenza assurda del cattocomunismo.

El papa (come lo chiama Blondet) è attualmente il campione di questa accoglienza senza limiti e usa espressioni banalmente retoriche come quella della madre accogliente. Per carità, è cristiano e in un certo senso fa il suo mestiere, libero di predicare la sua religione.
Sappia comunque che questa libertà non è nata in Vaticano, né nei palazzi affrescati dove abitavano i suoi predecessori né nei conventi dove ostenta la sua umiltà. Nel momento in cui definisco quella della madre accogliente una banale retorica forse è perché so come è stata conquistata la libertà di pensiero e non vorrei perderla, e che non la perdessero i miei figli.

Io però come al solito volevo trovare il lato umoristico della cosa, cioè che l’immagine della madre accogliente è stata evocata con la massima serietà e compunzione dal campione del cattocomunismo davanti ai campioni, altrettanto seri e compunti, del potere economico finanziario globale.

Io non ho pensieri originali, faccio solo fotografie, quella di sopra era una fotografia sfuocata, in questa spero che la messa a fuoco sia migliore.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
PREVISIONE Come vediamo dal grafico mercoledì 17 gennaio dovremmo avere fatto il massi
Dopo una fase tentennante, il report del CFTC accetta la forza delle riforme di Donald Trump e lib
Inutile che vado a spiegarvi cosa è il Big Mac Index. Per avere ulteriori informazioni sul Big
L'azienda resa famosa dalle schedine del Totocalcio gioca la carta FinTech, per anticipare i cambiam
Ftse Mib: apre allineato alla chiusura di venerdì l'indice tricolore, dopo l'arresto della scorsa s
Guest post: Trading Room #271. Ormai siamo a un passo dalla resistenza granitica posta in area 240
ll Consiglio dei ministri ha finalmente approvato l'intesa sul rinnovo del contratto degli statali d
Anno nuovo, farsa nuova in America, uno suthdown,  che abbiamo già visto nel 2013 in
Analisi Tecnica Siamo arrivati al test dei 23800. Ora sara' molto dura in quanto ci sono delle for