PETROLIO … BUY THE RUMOR SELL THE NEWS!

Scritto il alle 10:00 da icebergfinanza
 

In attesa che anche l’ex presidente della Repubblica Napolitano si occupi di petrolio oltre che di referendum al momento opportuno, diamo un’occhiata per l’ultima volta prima della verità figlia del tempo alle ultime notizie sul petrolio, che seguamo particolarmente da vicino per il semplice motivo che servirà per accendere l’ultimo falò prima delle ceneri finali…

Petrolio: Arabia Saudita, escluso taglio produzione greggio

Riad, 14 apr. – L’Arabia Saudita ‘esclude’ di tagliare la produzione di petrolio per contribuire ad un rialzo dei prezzi del barile. Lo dice il ministro del petrolio saudita, Ali al-Naim, a pochi giorni dal vertice di Doha di domenica prossima che vedra’ allo stesso tavolo i paesi dell’Opec e i principali paesi produttori che invece non fanno parte del cartello, a cominciare dalla Russia. Alla domanda se l’Arabia saudita ridurra’ la sua produzione, riporta la versione on line del quotidiano Al-Hayat,

il ministro saudita ha risposto secco: ‘L’argomento e’ escluso’. La posizione di Riad e’ legata a doppio filo a quella degli altri grandi produttori, a cominciare dall’Iran: l’Arabia Saudita non congelera’ la sua produzione di greggio a meno che non lo facciano anche gli altri, in particolare Teheran.

L’Opec ha gia’ sottolineato piu’ volte che la quantita’ di greggio in circolazione oggi e’ eccessiva, ma ha anche aggiunto che a marzo il prezzo del petrolio e’ cresciuto di piu’ del 20% a marzo, proseguendo con un lievissimo recupero dai minimi toccati nell 2014-15

Lo hanno ribadito tutti in tutte le salse, lo ha confermato l’Iran lo ha replicato l’Arabia Saudita!

ImmaginePoi magari finisce tutto a tarallucci e vino, ma noi non ci crediamo!

Com’era quella canzoncina… tacco punta tacco punta trallallerotrallala… doppio minimo doppio massimo trallalerotrallala.

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta, l’informazione indipendente…

Chiunque volesse ricevere le ultime analisi di Machiavelli può liberamente contribuire al nostro viaggio CLICCANDO QUI SOPRA o SUL BANNER  a fianco dei post sul lato destro della pagina…

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

Immagine

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (16 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +14 (from 14 votes)
PETROLIO ... BUY THE RUMOR SELL THE NEWS!, 10.0 out of 10 based on 16 ratings
Tags:   |
18 commenti Commenta
laforzamotrice
Scritto il 15 aprile 2016 at 10:15

Chi comanda deve ragionare con i numeri e non con le emozioni, siamo in troppi al mondo e troppo vecchi in europa. Sfido a pubblicare i numeri delle pensioni baby e dei prepensionamenti con relative cifre nette di pensione cosi da spiegare numeri alla mano perchè il welfare non può reggere è una semplice analisi economica, troppi pochi producono mentre troppi sono a carico, e tra questi metto gran parte dei servizi, che anche se non per colpa loro, sono comunque un costo, se poi ci aggiungiamo 22 milioni di pensioni, la metà delle quali molto poco giustificate da contributi… . In quanto ai vivi e ai morti, ricordo un semplice fatto: siamo entrati nel 20 secolo con 1.800.000.000 di abitanti nel mondo, nel 2000 eravamo quasi 7.000.000.000. Meno male che era il secolo della morte, perchè in caso contrario eravamo in 15.000.000.000. Tra l’altro, qualcuno visiti il sito dell ISTAT cosi da vedere quanti sono gli italiani ultranovantenni e centenari.

kry
Scritto il 15 aprile 2016 at 11:30

Fuori argomento.
Restando a casa nostra
sembra che al momento teniamo a cuccia la troika
https://it.finance.yahoo.com/notizie/italia-surplus-bilancia-commerciale-febbraio-084614755.html
che ne dici John ?

aorlansky60
Scritto il 15 aprile 2016 at 12:47

[in ITA] troppi pochi producono mentre troppi sono a carico

in effetti…

l’Italia annovera 60 milioni di abitanti, un potenziale numero di lavoratori (tra i 15 e i 65 anni) di 39 milioni
ma il numero dei soggetti attivi (ossia coloro che lavorano o cercano lavoro, occupati più disoccupati)
è di soli 25 milioni ,
di cui 3,5 part-time e di cui 3,5 milioni di disoccupati.
(dati al 2014; non è presumibile che nel frattempo ad oggi la situazione sia migliorata significativamente)

Alla fine dei conti, percepiscono un reddito pieno circa 18 milioni di italiani, meno di un terzo della popolazione.

di contro, ci sono 22 milioni di pensioni – anche se il numero fisico di pensionati è minore, cosa che spiega che molti beneficiano di doppia tripla quadrupla quintup. sest. etc etc pensione, bontà loro;

in pratica, in Italia chi lavora mantiene in media sé stesso e circa altre due persone

…incoraggiante…

specie in prospettiva degli anni futuri che vedono un generale invecchiamento della popolazione italiana, con circa il 5% in più di over 65 nel 2030. Invecchiamento che è economicamente insostenibile in un paese come il nostro che eroga all’anno 22 milioni di pensioni.

ops, avete dato un occhio all’ultimo dato di deb pubbl diramato da BankItalia quest’oggi ??

…ma secondo padoan, “il debito pubbl non doveva iniziare a calare nonostante una bassa crescita” (sic) ???

o forse è solo che io sono uomo di poca fede e che tali conti occorrerà valutarli a fine 2016 ???… magari quando finalmente qualcuno al vertice deciderà che i famosi tagli alla spesa [di ministeri e di soc e enti pubbl assolutamente inutili alla comunità salvo solo per se stessi cioè per quei fortunati membri di cda] -come invitati da 4 commissari assunti allo scopo – non sono più rinviabili ??

john_ludd
Scritto il 15 aprile 2016 at 13:20

kry@​finanza,

la troika è in Italia dall’era Monti. Mica devono mandare i panzer. Non te ne eri accorto ? E’ la troika a tenere a cuccia “noi” e non il contrario. Se in queste condizioni, con il prezzo dell’energia ai minimi storici, non riuscissimo a tenere la bilancia commerciale in attivo beh … il dato precedente non era stato buono ma un mese può non voler dire nulla, per ora l’andamento è quello previsto (dalla troika).

john_ludd
Scritto il 15 aprile 2016 at 13:27

aor­lan­sky60,

sarà certamente vero ma qual’è l’importo delle pensioni attuali e prospettico ? Perchè si possono anche erogare 100 milioni di pensioni se valessero 10 euro cadauna. Il sistema pensionistico italiano costa oggi rispetto il PIL di più che in altri paesi e certo ha un peso, ma in prospettiva il peso dei sistemi pensionistici in altri paesi, specie UK, USA, Germania, Francia circa nell’ordine è in fortissimo aumento. Quale sarà dunque l’effetto di questo aumentato peso sulle locali finanze pubbliche e quindi private (perchè le tasse in USA le dovranno aumentare se non vogliono saltare come un paese banana come gli altri). Giusto così per precisare. La demografia è dal giono zero il motore della storia ma ha i suoi tempi e pare che oggi contino solo quelli delle trimestrali (che sono pure infarcite di aggiustamenti contabili). Ma come dovrebbe essere noto, la storia è severa maestra e gratis esiste solo la morte.

aorlansky60
Scritto il 15 aprile 2016 at 13:48

@ John

ma in prospettiva [futura ndr] il peso dei sistemi pensionistici in altri paesi, specie UK, USA, Germania, Francia circa nell’ordine è in fortissimo aumento.

questo è vero;

ho avuto modo di leggere un rapporto pubblicato recentemente circa stima e prospettive cui ti riferisci,

e nonostante che i riflettori siano attualmente puntati sull’italia [per quanto riguarda la criticità dei suoi attuali conti pubbl]

la Germania e la Francia -in area UE- sembrano uscirne MOLTO PEGGIO di essa soprattutto per quanto riguarda la loro sostenibilità del proprio sistema pensionistico, negli anni 2030 – 2050.

gnutim
Scritto il 15 aprile 2016 at 14:40

certo che sta storia dell’accordo di congelamento o meno sembra proprio una panzanata.
Tutti sanno che Sauditi e Russia sono al massimo possibile, congelare vuol dire solo affermare il proprio potere sul prezzo. Tutti gli altri oltre a non contare un cakkio si adeguano.

Come già enunciato su questo blog solo Libia, Iraq e Iran possono aumentare il proprio output e proprio questi stati non aderiranno al congelamento.
Ma allora perchè il petrolio è risalito con così tanta veemenza?
Se tutti già sanno che a Doha non cambierà un fico secco perchè tutta questa aspettativa?
Forse ci aspetta una sorpresa negativa ? ovvero che i sauditi non congelano? Se fosse così il mkt avrebbe dovuto girare dall’altra parte perchè di solito anticipa….

Proprio non ci capisco una beata fava.

Forse è meglio farmi una zuppa di legumi

laforzamotrice
Scritto il 15 aprile 2016 at 16:05

john_ludd@finanza,

L’importo delle pensioni erogate supera i 277 miliardi di euro, solo di pensioni, senza contare gli altri interventi si sostegno sociale, casse integrazioni, disoccupazioni ecc.. Il guaio è che tra quei milioni di lavoratori attivi, una buona parte appartengono alla P.A. per cui molti di loro sono di fatto contributi “finti” essendo di fatto una partita di giro, poichè essendo finti i lavori, vedi i finti forestali meridionali o molti burocrati autoreferenziali, anche i loro contributi lo sono. Per questo è cosi importante controllare questi conti.

ndf
Scritto il 15 aprile 2016 at 16:33

laforzamotrice@finanza:
[email protected],

L’importo delle pensioni erogate supera i 277 miliardi di euro, solo di pensioni, senza contare gli altri interventi si sostegno sociale, casse integrazioni, disoccupazioni ecc.. Il guaio è che tra quei milioni di lavoratori attivi, una buona parte appartengono alla P.A. per cui molti di loro sono di fatto contributi “finti” essendo di fatto una partita di giro, poichè essendo finti i lavori, vedi i finti forestali meridionali o molti burocrati autoreferenziali, anche i loro contributi lo sono. Per questo è cosi importante controllare questi conti.

La spesa pensionistica è circa un quarto della spesa totale dello stato. I contributi “finti” detti anche figurativi hanno affossato le casse dell’inps (provate a dire sulle spalle di chi grava questo onere di pareggio).
Puoi controllare quanto ti pare ma dovresti avere già capito che è impossibile porre rimedio in quanto coloro che maggiormente beneficiano di queste agevolazioni sono coloro che siedono sugli scranni.
Siamo stati capaci solo di togliere le indicizzazioni gravando soprattutto su coloro che non è che poi ci stessero molto larghi……….e poi si sono visti restituire solo una piccola parte del maltolto, do you remember???.
Deduco quindi che ancora i tempi non sono maturi e che gli italiani sono un popolo ospitale e soprattutto TOLLERANTE(se vogliamo dare un connotato positivo alla loro indole).
I tempi non sono maturi.

aorlansky60
Scritto il 15 aprile 2016 at 16:42

@ Ndf

concordo pienamente sul concetto di TOLLERANZA [del popolo ITA, al momento]

dici giusto : i tempi non sono maturi;

cominceranno ad esserlo quando una larga fetta di italiani non avrà [letteralmente] di che mettere in pancia quotidianamente, allora i tempi saranno maturi per vedere qualche testa (o molte chissà…) cadere giù dalla Torre, senza troppe distinzioni di sorta…

ndf
Scritto il 15 aprile 2016 at 16:56

aorlansky60:
@ Ndf

concordo pienamente sul concetto di TOLLERANZA [del popolo ITA, al momento]

dici giusto : i tempi non sono maturi;

cominceranno ad esserlo quando una larga fetta di italiani non avrà [letteralmente] di che mettere in pancia quotidianamente, allora i tempi saranno maturi per vedere qualche testa (o molte chissà…) cadere giù dalla Torre, senza troppe distinzioni di sorta…

facciamo un esempio di TOLLERANZA
-sono iscitto ad un sindacato autonomo della scuola
-viene alla cronaca che grazie ad una legge TREU il mio segretario (quello che lotta per me e la mia pensione) si becca un integrativo di 60.000 euro annui (INTEGRATIVO ALLA PENSIONE , CAPIT!!!)con pochi mesi di contributi versati e forse neppure da lui ma dal sindacato stesso. (QUINDI CHIAGNE E FOTTE!!!)
-Gli iscritti di questo sindacato non hanno detto pio, la legge TREU forse esiste sempre e spero che almeno si vada a guardare se ne hanno beneficiato anche altri.
Questa cosa mi ha dato veramente fastidio, mi sembra un esempio significativo del fatto che per ogni ladro che agisce c’è una persona TOLLERANTE che subisce perché più che tollerante è…….trova te la parola giusta.

stanziale
Scritto il 15 aprile 2016 at 19:50

In questo caso non sono molto d’accordo con la maggioranza dei commenti. Il problema e’ sempre e solo uno, uscire dall’euro e riacquistare sovranita’ monetaria. Basta svalutare la moneta e non rivalutare la pensione dei ladri (politici, sindacalisti) ed il riequilibrio e’ sicuro. Inutile, anzi dannoso dire che l’ammontare delle pensioni erogate in Italia e’ troppo alto(rispetto ad altri paesi):primo perche’ non e’ vero, dato che si pagano circa 65 miliardi di tasse sulle pensioni, invece da altre parti sono nette. Secondo, perche’ in questa maniera, il risparmio sulle pensioni sarebbe girato automaticamente alle banche ed industriali tedeschi, multinazionali americane e francesi eccetera, visto la nostra attuale condizione di colonia. Terzo, perche’ ragionare in questa maniera si creano le condizioni, per il quarto governo golpista prossimo venturo se continua cosi’, di portare le pensioni a 75 anni anziche’ gli attuali 66-67.

charliebrown
Scritto il 15 aprile 2016 at 23:24

Quando ero sottotenente nel 1974 prendevo 5000 lire in più come “indennità frontiera orientale” perchè la mia caserma era oltre il Tagliamento. I confini della Patria sembravano sacri. Adesso chi parla di confini è un fascista o un populista.

Quando lavoravo (a proposito come ho conosciuto bene i tedeschi, come loro dipendente per dieci anni: potrei scrivere un libretto!) vedevo i colleghi più anziani concludere la loro carriera col pensiero di godersi la pensione. Adesso che sono in pensione mi accorgo di essere un problema come pensionato, in quanto peso sul bilancio dello stato e sono improduttivo.

Forse mi interesso al prezzo del petrolio solo per dimenticare l’inutilità della difesa dei confini della Patria e la vergogna di essere anziano improduttivo?

Direi che rido per non piangere, ah ah!

laforzamotrice
Scritto il 16 aprile 2016 at 06:20

charliebrown@finanza,

E una semplice questione di conti, quanto prendi netti di pensione all’anno? Quanti anni hai e quanto hai versato di contributi? Niente di personale, ma molti ora si trovano nella posizione di versare molto più di te, lavoreranno molti più anni e riceveranno molto di meno.
Non sono io che dice che il 90% di pensionati militari e simili incassa il doppio di quel che ha pagato. IL DOPPIO. http://pensioni.quotidiano.net/news/2015/05/29/inps-il-90-delle-pensioni-di-militari-e-poliziotti-vale-doppio/ Mettiti nei panni di un lavoratore normale di 45 anni, tu cosa penseresti? Ripeto, niente di personale, tutti avremmo fatto come te, ma il problema non cambia.

charliebrown
Scritto il 16 aprile 2016 at 09:21

la­for­za­mo­tri­ce@fi­nan­za, Per le pensioni è una semplice questione di conti come tu dici, per la progressiva perdita della sovranità nazionale andiamo al di là dei conti o meglio, per giocare con le parole, sono propenso a vederci coinvolto chi sa fare bene i suoi conti…

Quanto a me cinque anni di studio disperato e trentacinque al servizio di tedeschi, inglesi e bresciani mi sono bastati…per sentirmi un anziano improduttivo.

dorf001
Scritto il 16 aprile 2016 at 20:00

stan­zia­le@fi­nan­za,

hei stanziale, mi tocca correrti dietro. ho una cosa per te, che non hai letto. sotto.

ciao stanziale. volevo dirti solo poche cose. intanto ci separano solo 7 anni.
un giorno ho sentito una cosa sulla rai. fa cagare come tv di stato, ma qualche volta ci imbrocca e dice cose serie. parlavano dei medici. sapranno vero qualcosa di vita o di morte e di salute giusto??

si han detto, è vero che si vive di più. ma la verità, e l’ha detta lui il medico, non io, è che gli ultimi 19 anni di vita di questi vecchi è una disperazione. essendo ottimisti è una tribolazione. si vive di più ma sei pieno di acciacchi, e ti tocca riempirti di farmaci vita natural durante. sai che goduria. alla fine sarebbe da fare tutti alla John Ludd. ti mangi tutti i soldi girando il mondo, almeno chi può. poi alla fine ci penserà DIO.

e sono d’accordo con te, da sempre, con la truffa del signoraggio monetario,. sono 12 anni che mi batto parlando a tutti di AURITI. ma la gente è veramente rincoglionita totale.

io non voglio morire prima del tempo per colpa di questi piddioti di merda.

ahh ti dico l’ultima. lo sai che forse casaleggio lo hanno ammazzato?

vedi qui : gente ho trovato questo. che sia vero???

“Casaleggio? Ucciso dalla CIA” La testimonianza shock del medico
Roma, 12/04/2016

A distanza di poche ore arriva un annuncio choc da parte di Rocco Casalino, portavoce del Movimento 5 Stelle. A causare l’ictus che ha stroncato Gianroberto Casaleggio è stato un mix letale di farmaci somministratigli dall’equipe dell’Ospedale Maggiore di Loreto. Il primario Gualtiero De Palma ha confessato, dopo una serie di indagini svolte a tappeto, che la terapia da lui assegnata non corrispondondeva alle reali esigenze riabilitative del paziente. Ad aver ordito la trappola sembra ci siano alcuni infiltrati dei servizi segreti statunitensi, con l’ausilio di quelli italiani. La flebo letale sarebbe stata composta da farmaci letali come il Kastaren, l’Euronos, lo Sciochimicin e il Reddivit in soluzione salina.

BY DORF
qui il link : https://ilquotidaino.wordpress.com/2016/04/12/casaleggio-ucciso-dalla-cia-la-testimonianza-choc-del-medico/

BYE BYE

kry
Scritto il 17 aprile 2016 at 19:59

kry
Scritto il 20 gennaio 2015 at 12:49
Che bello , finalmente avremo i mutui trentennali sulla casa a tasso zero
http://icebergfinanza.finanza.com/2015/01/20/corona-danese-ce-del-marcio-in-danimarca/

Che dire adesso pare sia ancor meglio.
http://www.rischiocalcolato.it/2016/04/doveva-succedere-danimarca-accendi-un-mutuo-ti-danno-gli-interessi.html

phitio
Scritto il 18 aprile 2016 at 13:14

john_ludd@finanza,

anche la vita e’ gratis, insieme a resto dell’universo.

E’ solo il vivere, che costa, ma ne costituisce anche il suo valore.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. yy)[Base
T-1 [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 [3-5 Giorni] (h. yy)[Base Dati: 15 minuti]
Velocità T-2 / T-1 / T / T+1[Base Dati: 15 minuti] Velocità T-2 / T-1 / T / T+1[Base Dati:
Analisi Tecnica Perso il supporto in area 19000 il nostrano si porta subito al test del supporto a
Ve lo ricordate il ministro delle Finanze olandese e presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsse
Ve lo ricordate il ministro delle Finanze olandese e presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsse
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Stoxx Giornaliero Buongiorno, siamo quasi arrivati al dunque sul principale indice dell’eur
DJI Giornaliero Buonasera e ben ritrovati per l’analisi sull’indice mondiale per eccellen
Setup e livelli angolari DOW JONES Setup Annuale Ultimo :2017 Range: 19667 – 24876 Uscit