IL QE FOR THE PEOPLE? SOGNATEVELO!

Scritto il alle 09:00 da icebergfinanza

Ve lo ricordate questo post?

DEFLAZIONE DA DEBITI: LA PALLOTTOLA D’ARGENTO …

Ebbene dimenticatevi il sogno di vedere arrivare elicotteri che gettano euro dal cielo, dimenticatevi che a qualche banchiere centrali salti per la testa di mandarvi a casa una carta di credito a scalare con su qualche euro!

Bce, economisti: “Invece che comprare bond dia i soldi direttamente ai cittadini e finanzi investimenti pubblici.

Il capo economista della BCE recentemente aveva aperto all’ipotesi di un QE for the people, ma probabilmente lo hanno preso da parte e hanno tirato le orecchie…

Loro intanto se la contano un giorno si e uno no…

Roma, 7 aprile 2016 – Neanche il cosiddetto ‘helicopter money’, come le altre misure di politica monetaria, può essere esclusa a priori, dice il Governatore della Banca d’Italia e membro del Consiglio direttivo Bce Ignazio Visco nel testo di un intervento pronunciato a Francoforte. Con il termine ‘helicopter money’ si intende una forte iniezione di liquidità direttamente alla popolazione per rilanciare i consumi. Visco, in linea con le dichiarazioni del collega Constancio a Bruxelles, scrive che in Consiglio Bce questa misura “non fa parte delle discussioni” ma poi aggiunge la frase: “Nell’ambito del nostro mandato nessuna misura di politica monetaria può o dovrebbe essere scartata a priori”. Visco riconosce che sarebbe un intervento “estremo” e che andrebbe incontro a vincoli legali e operativi. Una tale misura, inoltre, “per le implicazioni redistributive e gli stretti legami con la politica fiscale renderebbe il tutto molto complicato, particolarmente nell’eurozona data la sua cornice istituzionale”.

Oggi il capo economista e consigliere esecutivo della Bce Peter Praet aveva detto che “se dovessero esserci ulteriori shock, le nostre misure potrebbero essere ricalibrate nuovamente in funzione dell’intensità delle difficoltà che si presentano, tenendo conto anche dei possibili effetti collaterali”, con l’avvertenza che un ‘helicopter money’ “non è nemmeno in discussione”. Niente soldi a pioggia dalla Bce, niente proverbiali “soldi dall’elicottero”, ha ribadito il vicepresidente Vitor Constancio, rispondendo durante una audizione al Parlamento europeo ad una esplicita domanda.Visco: “Helicopter money? Nessuna misura scartata a priori”

Cosa volete che vi dica, questi hanno fatto finta di non vedere quello che facevano le banche in questi anni, hanno modificato apposta le regole contabili per salvare i loro azionisti, si sono inventati addirittura la maniera di dare soldi direttamente alle banche eludendo i trattati, ma quando si tratta di aiutare direttamente il “popolo” loro vi raccontano che i trattati non lo consentono, che non è la loro missione!

Poi ascolti uno così e ti incominciano a girare le pale, dell’elicottero…

Draghi: una generazione perduta, dobbiamo agire in fretta

E allora muovetevi, invece di continuare a dare soldi alle banche dateli direttamente ai giovani, finanziate i loro progetti, fate prestiti di onore a tasso zero ovunque!

La politica monetaria ha FALLITO, sta solo prendendo tempo e lui ci viene a dire che bisogna agire in fretta?

Qui vi raccontano del tradimento (fiscale) delle élites ma il tradimento è soprattutto monetario, il disegno è chiaro a tutti coloro che di professione non fanno le belle addormentate nel bosco.

Ieri è arrivato il suggerimento di un altro dei maggiori responsabili di questa crisi

BERNANKE: Helicopter money could work

“In determinate circostanze di fornte all’ estreme carenza di domanda aggregata, la politica monetaria inefficace, e la mancanza di volontà da parte del legislatore di utilizzare politiche fiscali finanziate con il debito, può essere la migliore alternativa disponibile. … “, scrive Bernanke.

Il mio semplice commento è stato…

“E’ come se il responsabile della diffusione di un virus letale, andasse in giro a consigliare antidoti vari!”

Mettiamocelo bene in testa, Bernanke, Draghi, Greenspan, Kuroda e compagnia bella sono medici responsabili di errate diagnosi che vanno in giro a vanatrsi di aver inventato cure miracolose!

Ma soprattutto…

Se vogliamo uscire da questo inferno come dice il buon Taleb…  

A coloro che guidavano uno scuolabus bendati (e l’hanno sfasciato) non dovrebbe essere mai più permesso di guidare un altro scuolabus. L’establishment economico (università, autorità di regolamentazione, funzionari governativi, economisti al servizio di varie organizzazioni) ha perso la propria legittimità a seguito del fallimento del sistema. Sarebbe imprudente e insensato da parte nostra se ci affidassimo alle capacità di questi esperti per uscire da questo caos. Al contrario, bisogna individuare le persone intelligenti e con le mani pulite.

Il popolo dorme? Ma naturale lo diceva anche il buon Aristotele…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.9/10 (20 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +14 (from 14 votes)
IL QE FOR THE PEOPLE? SOGNATEVELO!, 9.9 out of 10 based on 20 ratings
14 commenti Commenta
gnutim
Scritto il 12 aprile 2016 at 09:34

che cakkio è questo Atlante?

aorlansky60
Scritto il 12 aprile 2016 at 10:17

https://it.finance.yahoo.com/notizie/baster%C3%A0-fondo-dei-miracoli-074000512.html

…”fondo dei miracoli” lo definisce (Atlante) l’editorialista dell’art linkato…

phitio
Scritto il 12 aprile 2016 at 10:30

gnutim@finanza,

nella mitologia, un titano gigantesco che fu condannato da Giove a sostenere l’intero cielo sulle spalle.
Nella mitologia bancaria, solo l’ennesiomo fondo di salvataggio bancario basato su crediti creati da debiti

kry
Scritto il 12 aprile 2016 at 11:01

Sembra che dalla finanza della stella polare

” Ma c’è di più e lo ha spiegato al Financial Times il consigliere speciale del premier nipponico, Etsuro Honda, il quale ha detto che serve extra-stimolo ulteriore all’Abenomics: insomma, non basta aumentare la quantità di moneta nel sistema a discapito della qualità di ogni singola unità, serve altro. E cosa? “Un budget supplementare, focalizzato sulle carenze dei salari reali dei cittadini con redditi medi e bassi”. Insomma, una surplus di spesa pubblica finanziato dalle tasse che alcuni hanno già ribattezzato “People’s QE”, il QE del popolo e che, ad esempio, piace da impazzire al nuovo leader laburista britannico, Jeremy Corbyn. In parole povere, le Banche centrali finanzieranno direttamente la spesa pubblica governativa e, se necessario, inietteranno denaro direttamente nei conti correnti dei cittadini. Questi sono pazzi. ”

http://www.rischiocalcolato.it/2016/04/totem-del-salario-minimo-la-rivoluzione-robotica-esplode-delirio-delle-banche-centrali.html

Insomma basta aspettare ed eventualmente copiare.

kry
Scritto il 12 aprile 2016 at 11:15

kry@​finanza,

( Mancava )
Sapete l’ultima del governo giapponese, ad esempio?
Sta programmando di lanciare un piano di vouchers o certificati di regalo per i giovani a basso reddito per stimolare i consumi nella fascia under 24, i quali “sono in cospicuo calo”. E qual è la ratio di questa mossa alla Renzi? I certificati non sono depositabili, quindi questo combina il concetto di “helicopter money” (stimolare inflazione) e moneta totalmente elettronica (implicito controllo sui capitali e tracciatura della spesa). I riceventi potranno utilizzare il voucher per le loro necessità quotidiane e lo faranno, visto che non possono depositare la somma non essendo in cash. Cosa pensano di ottenere in questo modo i profeti dell’Abenomics? Una maniera nascosta per finanziare direttamente le spese di chi ha reddito più basso e forzare i consumi attraverso la non depositabilità, sperando in tal modo di aumentare l’inflazione senza dove far aumentare i salari, visto che la Confindustria giapponese ha già detto che l’argomento è fuori discussione.

john_ludd
Scritto il 12 aprile 2016 at 12:32

kry@​finanza,

in realtà le istituzione giapponesi hanno fatto a posteriori meno peggio di altre come quelle europee per esempio. Sono riuscite a ritardare l’inevitabile per 25 anni durante i quali la popolazione ha perso 30 milioni unità e invecchiata in media di una decina. Non c’è assolutamente niente, nada de nada, che invertire la rotta con una dinamica demografica catastrofica come quella giapponese e a seguire, italiana, tedesca, etc… NIENTE CHE POSSA RILANCIARE LA CRESCITA che ha componenti 1) l’aumento della popolazione 2) l’aumento della produttività la quale è un mito e grafici alla mano è statica o in calo da tanto tempo. Non si aumenta la produttività con l’iPhone nè con più internet, che distrugge posti di lavoro, vedi quel capolavoro di tecnologia distruttiva che è Amazon, un business che non ha mai guadagnato nulla ma al contempo ha portato al fallimento decine di migliaia di esercizi che PRIMA erano redditizi e davano occupazione … ma ma ma … la tecnologia risolve tutto ! Gli imbecilli imperversano mentre Keynes e Heidegger avevano intuito il lato oscuro dello sviluppo tecnologico 70 anni fa e passa. Ma chi se li caga, ieri, oggi e domani, intellettuali ! bah, cazzo servono ! datemi il nuovo iPhone 41 con impianto neurale che chatto con la luna mentre mi guardo un porno in 3D !

ilcuculo69
Scritto il 12 aprile 2016 at 14:23

non esiste il progresso ma solo una eterna ed infinita ricapitolazione…..

ndf
Scritto il 12 aprile 2016 at 15:45

kry@finanza,

La mossa del voucher almeno sarebbe la meno peggio, ma non la faranno.
Cattivo esempio……

aorlansky60
Scritto il 12 aprile 2016 at 16:58

https://it.finance.yahoo.com/notizie/fmi-crescita-deludente-pericolo-stagnazione-145000273.html

hey caro Andrea,

pare che qualcuno (di autorevole) che non ci azzecchi un piffero in termini di previsioni,
abbia finalmente deciso di leggere il tuo blog e le tue pubblicazioni…

“Crescita mondiale deludente, pericolo di stagnazione secolare, piani d’emergenza anti-shock”

perplessa
Scritto il 12 aprile 2016 at 22:14

ho comprato il filtro dell’acqua mercoledi per il mio frigorifero samsung 65 euro nel negozio dell’assistenza tecnica, ma poi casualmente ho visto su Amazon un pacchetto di questi due filtri, a metà prezzo di quello che ho pagato per un solo filtro, cioè un filtro costa un quarto. . vorrei capire come fanno: o il negozio ha un ricarico pazzesco, imposto da samsung, oppure ci sono costi che Amazon non ha sfruttando il personale, oppure continua a non pagare tasse. oppure un mix… poi il popolo bue deve pagare l’ivie, l’ivafe e quant’altro .
john_­ludd@fi­nan­za,

perplessa
Scritto il 12 aprile 2016 at 22:19

basterebbe aumentare gli stipendi, altro che elicpter money. qua’è l’ostacolo?
kry@​finanza,

perplessa
Scritto il 12 aprile 2016 at 22:25

tracciatura della spesa..mi vien da ridere..perchè quando si indicano gli oneri sul 730 e unico, non si mette anche il codice fiscale del fornitore? si vede che in realtà non si vuole tracciare, adesso vedremo se nel 730 precompilato futuro comparirà il codice fiscale del medico che ha emesso la ricevuta fiscale. pare che si voglia controllare solo il lavoratore dipendente,affinchè non si metta oneri fasulli. se uno potesse detrarsi le spese anche di gestione dell’appartamento, con relativo codice fiscale del fornitore non ci sarebbe bisogno della cedolare secca e altre elucubrazioni fiscali
kry@​finanza,

dante5
Scritto il 13 aprile 2016 at 15:23

Su questo punto leggete questo. Il buon senso non è sempre patrimonio facilmente disponibile, qui si tratta di un economista tedesco che parla contro gli interessi della sua nazione, vuol dire che l’onestà non ha confini.
http://vocidallestero.it/2016/04/13/primavera-in-italia-autunno-avanzato-in-europa-una-conferenza-italiana/

perplessa
Scritto il 13 aprile 2016 at 23:11

non l’ho letto tutto, ma quando si parla di competività, il mio orecchio sente una cosa sola, i ns stipendi devono essere competitivi con quelli dei paesi meno sviluppati dove delocolizzano, o dove producono le schifezze a poco prezzo che impoveriti siamo costretti a comprare, cioè contratti fermi, licenziamenti, pensione sull’orlo della fossa
dan­te5@fi­nan­za,

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Gli small traders sono ancora in una situazione di sicurezza, però il quadro continua ad essere c
  Quando parlavo di mercato unidirezionale, molti facevano finta di non capire. Ora gli
Ftse Mib: l'indice italiano apre in gap up dopo il taglio del rating di Moody's che è stato comunqu
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Guest post: Trading Room #296. Sono state giornate difficili ma ora ci siamo tolti il dente del do
Dal 2011 la legge ha attribuito alla COVIP la vigilanza sugli investimenti e sulla composizione del
Tanto tuonò che piovve anche se in realtà, più che lampi quelli di Moody's si sono rivelati i
Analisi Tecnica Andiamo a chiudere il piccolo gap a 19660 e riprendiamom a scendere andando a testa
Stoxx Giornaliero Buona domenica a tutti, l’indice di riferimento europeo lascia invariata