PENSIERI SILENZIOSI

Scritto il alle 06:38 da icebergfinanza

Uso questo piccolo spazio, visto che ormai siamo una community che quotidianamente viene visitata dalle 5000 alle 8000 anime al giorno, per cercare di far comprendere cosa sia in realtà Icebergfinanza.

Icebergfinanza è un blog nato nel lontano 2007 soprattutto per condividere un sistema alternativo di fare economia e finanza, molti di Voi se lo ricorderanno, per anni all’inizio ogni sabato si parlava di finanza ed economia responsabile, condividendo, esperienze e modelli di successo, cercando di proporre soluzioni alternative ad un modello FALLITO!

Ho cercato per ben tre anni di condividere questo messaggio alternativo, moltissimi sono stati i rimandi positivi ma erano pur sempre piccole gocce in un oceano di totale disinteresse.

Allo stesso tempo grazie alla mia passione, ai miei studi, alle mie competenze ho messo a disposizione in modo generalizzato, analisi, visioni macroeconomiche e tecniche che potessero aiutare anche chi correva il rischio di essere travolto da questa tempesta perfetta, che, se qualcuno non se ne è ancora accorto, non è mai finita.

Credo in nove anni di esposizione mediatica di aver dimostrato che attraverso le studio continuo e la passione, attraverso la comprensione dei messaggi della storia, si possa cercare di comprendere quello che potrebbe accadere.

Certo, chi vive come uno struzzo con il collo costantemente immerso nel sottosuolo della finanza, di una certa finanza, ha ritenuto conclusa questa tenpesta per il semplice fatto che alcuni indici fossero decollati realizzando plusvalenze cospicue.

Questi sono gli ottimisti di maniera, gente che vive nell’agiatezza fregandosene in tutto e per tutto di chi ha bisogno, di chi non ha avuto fortuna e che ogni tanto si mette a fare il filantropo con i soldi rubati ad altri.

Oltre ad aver contribuito a mettere in guardia dall’arrivo della tempesta perfetta nel 2007, in questi anni abbiamo scoperto insieme cosa significa aver a che fare con una deflazione da debiti. la truffa del secolo con l’attacco speculativo al nostro Paese e la conseguente svendita, il fallimento dell’Euro e soprattutto il sequestro della democrazia da parte della finanza speculativa e delle elites.

La libertà che esiste su Icebergfinanza di esprimere le Vostre idee, i Vostri pensieri, condividere le Vostre paure o certezze, difficilmente la trovate su un altro blog, ma questo è stato possibile, grazie al reciproco rispetto sempre nei limiti di una normale dialettica, con qualche episodio circoscritto di eccessi gratuiti.

CIO’ NON SIGNIFICA CHE IO SIA D’ACCORDO CON TUTTO CIO’ CHE VIENE SCRITTO!

Il mio pensiero, le mie visioni sono quelle che trovete ogni giorno nei miei post, il resto sono solo fantasie, di chi interpreta solo ciò che vuole, ad immagine e somiglianza propria, o meglio a seconda del proprio interesse.

Se scrivo che sta per arrivare la tempesta del secolo è perchè ne sono convinto, se proprio vogliamo aggiungerci qualcosa, basta dire che non lo ho scritto io ma è stato scritto sul sito della Banca delle Banche Centrali, gli unici “isitituzionali” che attraverso uno studio continuo e sistematico della realtà hanno messo in guardia dai pericoli di una finanza deregolamentata.

Più volte Vi ho confidato che non appena avessi intravvisto la possibilità di un mondo migliore, di un sistema migliore, lo avrei comunicato con gioia, ma oggi nulla è cambiato, anzi le potenti lobbies della finanza e in altri settori, hanno fermato quella rivoluzione o quel necessario cambiamento che ogni crisi porta con sè, quelle opportunità che servono per migliorare o riformare un sistema.

Ma certo, sai la tecnologia si è evoluta, le banche centrali hanno tutto sotto controllo, i mercati sono saliti, ma non hai visto quante riforme sono state fatte in questi anni?

Della più grande riforma necessaria, quella ANTROPOLOGICA non c’è alcuna traccia, ZERO ASSOLUTO. Vedo ancora in giro, le solite cose, enormi conflitti di interesse, avidità, egoismo, sete di potere, esaltazione personale, bandiere al vento, uomini e donne che sia vendono quotidianamente per carriera o denaro e via dicendo, ma in fondo il mondo è sempre andato così e sempre così sarà.

Io posso solo cercare di condividere questi mondi alternativi, perchè credo davvero inegli uomini e donne di ogni giorno, che in silenzio vivono la vita con gioia accupandosi degli altri, chiunque essi siano, che esprimo passione, creatività, fantasia in ogni cosa che fanno, che sanno cooperare e condividere, lottare contro il male dovunque si trovi.

Posso solo cercare di condividere le mie competenze e conoscenze per aiutare a sopravvivere in questo mondo di squali che è la finanza e in parte l’economia, ma non dimenticate che non tutto è così che ci sono  molte realtà sane che purtroppo rischiano di essere messe in pericolo dal sistema stesso, che aiuta a sopravvivere dei veri e propri mostri per anni amministrati da incompetenti esaltati avidi e spietati.

QIUNDI IL CAMBIAMENTO INIZIA DA OGNUNO DI NOI; NELLA SUA PICCOLA REALTA’, SOLO UNA RIVOLUZIONE DAL BASSO PUO’ CAMBIARE QUESTO SISTEMA!

Non tutto è da buttare, ma sono moltissime le cose da riformare, ma se non sapremo riformare noi stessi prima, nulla sarà possibile.

Abbiamo bisogno di più coraggio di nuovi pensieri silenziosi, abbiamo bisogno di tutti gli uomini di buona volontà!

C’è chi chiede soluzioni, suggerimenti, se arriverà una nuova tempesta finanziaria non sarà una novità, siamo già nell’occhio del ciclone e probabilmente ci resteremo ancora per un pò di tempo, ma non sarà la fine del mondo, tutte le tempeste prima o poi passano, quotidianamente ci troviamo ad affrontare le tempeste della vita, dipende da cosa è più importante per ognuno di noi.

Personalmente ho dovuto affrontare mille tempeste nella vita e tuttora in questo periodo ne sto affrontando in ogni ambiente, per fortuna esiste LA FAMIGLIA e gli AMICI e soprattutto le proprie convinzioni, i propri sogni.

Un sorriso, un abbraccio, una parola condivisa sono il sole che spunta ogni mattino.

… aI amar prestar aen. Il mondo è cambiato. Han mathon ne nen. Lo sento nell’acqua. Han mathon ne chae. Lo sento nella terra. A han noston ned ‘wilith. Lo avverto nell’aria. Molto di ciò che era si è perduto… ma l’alternativa esiste aggiungo io!

«“Avrei desiderato che tutto ciò non fosse mai accaduto ai miei giorni” esclamò Frodo. “Anch’io” annuì Gandalf “come d’altronde tutti coloro che vivono questi avvenimenti. Ma non tocca a noi scegliere. Tutto ciò che possiamo decidere è come disporre del tempo che ci è stato dato”. […] “Affinché il male prevalga, è sufficiente che gli onesti non facciano nulla. […]. Ma non tocca a noi dominare tutte le maree del mondo, il nostro compito è di fare il possibile per la salvezza degli anni nei quali viviamo, sradicando il male dai campi che conosciamo, al fine di lasciare a coloro che verranno dopo una terra sana e pulita da coltivare”» (John Ronald Reuel Tolkien).

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.7/10 (32 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +36 (from 38 votes)
PENSIERI SILENZIOSI, 9.7 out of 10 based on 32 ratings
47 commenti Commenta
reragno
Scritto il 9 marzo 2016 at 08:21

Semplicemente mille grazie a Te e alla tua pazienza con tanti ospiti ( me compreso) spesso indisciplinati.

ndf
Scritto il 9 marzo 2016 at 08:46

….quando un blogger che si occupa di finanza scrive un post che potrebbe essere letto la domenica mattina durante l’omelia del vostro parroco…… questo per me è Icebergfinanza.
Grazie

giulio0808
Scritto il 9 marzo 2016 at 08:59

Vedere che alle 8,30 di mattina la pagina di Andrea ha già ricevuto tanti mi piace e rating positivi, significa che tanta gente, come abitudine quotidiana, visita questo sito prima di andare al lavoro, e questo non è da tutti!

d
Scritto il 9 marzo 2016 at 09:07

L’onestà intellettuale e la generosità sono doti molto rare. Quasi unico che siano abbinate alla competenza. Nella nostra vita incontriamo molte persone. Poche sono destinate a rimanere nel cuore e nella mente. Andrea, per me, è una di queste.

mannoz
Scritto il 9 marzo 2016 at 09:07

ti seguo da anni non solo per la tua profonda competenza, ma anche per la tua grande umanità. grazie

sherpa
Scritto il 9 marzo 2016 at 09:20

Grazie per aver aperto questo blog.
Fai bene a ricordarci il fine che hai scelto per tuo lavoro qui.
Non dobbiamo dimenticarlo.

aorlansky60
Scritto il 9 marzo 2016 at 10:06

è poco, lo so,
ma hai tutta la mia stima, Andrea.

compreso l’equipaggio che hai saputo formare.

vito_t
Scritto il 9 marzo 2016 at 10:37

sono uno di quei fortunatissimi che ha cominciato a leggerti nel 2007, e per questo 3.300 GRAZIE ,almeno uno per ogni giorno. Ho imparato, sono cresciuto e sono migliore e questo può accadere solo se chi insegna è come te ! Spesso riesci a farmi commuovere e di emozioni quelle sane che abbiamo tutti bisogno !
Grazie ancora per la tua onestà intelletuale.
G accessi sono fra i 5000 e gli 8000 al giorno , ma se una parte facesse almeno lo sforzo di cliccare sul mi piace non sarebbe male perchè vedere che sono poco più di 10 al dì …. mi irrita ….

ridechirode
Scritto il 9 marzo 2016 at 11:18

Caro Andrea,
non ti ho mai scritto in questi lunghi anni, mi bastava solo leggere per riflettere. Ho sempre letto con attenzione quasi tutti i tuoi post sin dal 2007, perchè il mio lavoro mi porta a ricercare informazioni finanziarie ed economiche anche e sopratutto on-line. Non sempre sono stato d’accordo, ma grazie a te ho aumentato la mia consapevolezza di quanto è accaduto e sta accadendo tuttora. Pur essendo un laureato in economia, non si finisce mai di imparare. Forse dovrebbero farlo gli stessi politici, ma se fosse così non sarebbero probabilmente politici. Ti ho anche seguito in alcune tue location del nord italia. Ed abbiamo anche un amicizia comune, Gianluca, mio caro amico e compagno universitario. Per tutti questi anni, ti dico solo una semplice cosa: GRAZIE!
Adesso è venuto però il tempo di agire…..possiamo?

ridechirode
Scritto il 9 marzo 2016 at 11:24

Caro Andrea….dimenticavo…mi chiamo Paolo e sono con te!

madmax
Scritto il 9 marzo 2016 at 12:26

vincentspa@finanza,

Vincent,
Non lo so ma a me sembra sempre la stessa pappa fritta. Perche’ non parliamo mai dei veri problemi della finanza?
Ad esempio non leggo mai che nei prossimi 4 anni andra’ in scadenza il 58% del debito US, ti sembra sostenibile ?
Assolutamente no ma non viene scritto in quanto tutte le informazioni sono sempre e solo a senso unico per formare un certi tipo di pensiero!
Quando l’euro sale rispetto al dollaro silenzio, poi quando scende tutti scrivono si indebolisce, crollo etc. etc.
Il problema e’ che il paese impero, che spende il 50% della spesa mondiale in armamenti, e’ arrivato al capolinea.
Hanno fatto un debito del 105% del PIL senza dare maternita’ pagata alle loro donne (non esiste negli US) nessuna pensione, nessun stato sociale…li hanno semplicemente sprecati in armi e guerre e continuano a raccontare la favola dei paesi periferici???
Per cortesia imparassero un’altra lingua prima di parlare se ne sono capaci, ma pure noi esterofili al massimo prendiamo tutto per oro colato!
Un saluto!

bombadillo
Scritto il 9 marzo 2016 at 15:31

Quando citi Tolkien e il suo libro più conosciuto (che amo molto anch’io) capisco cosa la tua anima vuol trasmettere agli altri, anche più di quanto esprimi a parole nei tuoi post.
Mi auguro ci siano sempre delle persone che han voglia e la costanza di mettersi in gioco come fai tu.

Grazie x lo sprono continuo.

Rob

giap
Scritto il 9 marzo 2016 at 15:40

Caro Andrea, grazie per tutto quello che fai.
Non mi occupo di finanza se non per chiarirmi meglio le idee su come va il mondo e sul tuo blog ho trovato tante informazioni che mi hanno aiutato a formarmi un’opinione sempre piu’ precisa.
Molte cose le ho intuite, altre le ho esperite sulla mia pelle ma non avevo le conoscenze per sistemarle in una visione ordinata. Ora, pur restando un gran ignorante specialmente al confronto di certi ottimi commentatori (ai quali va anche la mia gratitudine), ho la netta sensazione di capire di piu’ e di essere piu’ immune alle boiate che ci vengono propinate dai media mainstream asserviti ai soliti quattro feudatari.
Grazie a cio’ che ho letto e imparato qui sono persino riuscito a trasmettere qualcosa nella mia cerchia di conoscenti ed amici.
Sono d’accordo con te che le cose piu’ importanti sono la famiglia, gli amici e le nostre idee ma spero comunque che un giorno si riesca a fare qualcosa anche per influire su questo mondo crudele ed ingiusto. Forse i tempi non sono maturi ma forse verranno…
Nel mio piccolo saro’ felice di dare il mio contributo.
Un saluto da Berlino.
Edo

icebergfinanza
Scritto il 9 marzo 2016 at 16:50

Semplicemente grazie a Voi tutti!

cellula labile
Scritto il 9 marzo 2016 at 17:20

carissimo Andrea,
i tuoi pensieri non devono essere silenziosi MA URLATI dall’albero del veliero e l’eco della ciurma dovrebbe amplificarli e innondare il web.
Ti ringrazio per la tua onestà, essere onesti significa essere se stessi, dichiarare apertamente i propri valori senza il timore di doversi compromettere per piacere a qualcosa o a qualcuno.
Un abbraccio
anna

silvio66
Scritto il 9 marzo 2016 at 17:21

Caro Andrea,
come già sai io vivo di mercato ed Iceberg fa parte delle letture quotidiane irrinunciabili. Resta misterioso come tu possa trovare il tempo per dedicarti al veliero in questo modo. Non credo tu dorma molto la notte. Il limite di Iceberg è che ci vogliono anni per comprenderne i contenuti. Il pregio maggiore è l anima del Capitano. Nei tuoi scritti e alle volte negli interventi si aprono infinite vie di divulgazione offrendo a tutti la possibilità di ampliare i propri orizzonti culturali. Per questo esorto tutte/i a sostenerti nella speranza di non farti mollare e ti ringrazio sentitamente.

lorepi
Scritto il 9 marzo 2016 at 18:02

Non posso non unirmi ai complimenti che ti hanno fatto. Ho però un dubbio: e te cosa stai facendo per prepararti alla grande tempesta? e non mi rifersico al mondo degli investimenti finanziari. Hai preso in mano la tua vita tracciando la rotta per il tuo futuro, consapevole di cosa potrebbe accadere, oppure stai “navigando a vista”? Un saluto

lorepi
Scritto il 9 marzo 2016 at 18:03

Non mi riferisco neanche alla vita privata (ci mancherebbe altro); mi riferisco alla tua vita professionale.

louis65
Scritto il 9 marzo 2016 at 18:28

Chapeau capitano…facciamo lo stesso lavoro…abbiamo entrambi famiglia….non so dove trovi l’energia per fare tutto questo…..un particolare grazie da chi ti segue dal primo post.

john_ludd
Scritto il 9 marzo 2016 at 19:17

mad­max,

“Ad esempio non leggo mai che nei prossimi 4 anni andra’ in scadenza il 58% del debito US, ti sembra sostenibile ?”

si lo è, e se ancora ti fai questa domanda è davvero incomprensibile la tua frequentazione di questo blog. Forse ti piacciono le immagini dato che il testo delle varie note di Mazzalai ti sono tuttora incomprensibili.

se invece avessi scritto nei prossimi X anni andrà in scadenza il Y% del debito privato del tal paese allora la risposta sarebbe stata differente. Il grillo parlante e il dipartimento di stato vincono facile. Il deserto è più fertile.

veleno50
Scritto il 9 marzo 2016 at 19:44

The Best ogni mio commento è superfluo.ciao

stanziale
Scritto il 9 marzo 2016 at 19:52

Pleonastico scrivere che Andrea Mazzalai appartiene alla migliore borghesia intellettuale patriottica italiana. Post come “e’ in arrivo la tempesta del secolo” si preparano solo con svariate ore di lavoro, preceduti da anni di intenso studio e di continuo approfondimento-naturalmente alla base c’e’ una solida preparazione-….lui, con pochi altri su blog indipendenti, si e’ ripromesso di NON mollare..

veleno50
Scritto il 9 marzo 2016 at 20:06

Ho letto molto in questi due giorni su cosa possa fare Draghi.Tutti dico tutti gli articoli che ho letto, non c’è ombra di dubbio che mister Mario non ha armi per contrastare questa crisi.Non ne azzecco mai una, domani credo che alle 14,30 come di solito comincia la conferenza se come si pensa estende ulteriormente il bazooka,e abbassa i tassi di uno 010/0,20% se non inventa qualcosa a favore delle banche domani potrebbe essere un Giovedi parecchio nero.

stanziale
Scritto il 9 marzo 2016 at 20:30

veleno50@finanza
lorepi,

lorepi,
Lorepi, Andrea e’ sui 50 ed ha famiglia, gli altri che commentano idem parecchi sono anche piu’ vecchi….cosa si dovrebbe fare? se scoppia il casino, si blocca il commercio mondiale, c’e’ solo l’orto libero e galline su tutti gli spazi esterni anche nei tetti!

stanziale
Scritto il 9 marzo 2016 at 20:31

Scusa veleno non c’entri nulla, ho sbagliato buco.

lorepi
Scritto il 9 marzo 2016 at 21:02

stanziale@finanza,
Grazie della dritta ma sono incuriosito su cosa fa Andrea professionalmente (immagino non campi di blog). Macchè, la fine del mondo l’ avremo con una bomba atomica che ci polverizza…al resto c’è sempre rimedio. Basta crearsi obiettivi nella vita che dipendano ESCLUSIVAMENTE da noi

lorepi
Scritto il 9 marzo 2016 at 21:41

stanziale@finanza,
Aggiungo nuovamente che la grande crisi che ci attende sarà tale se la subiremo passivamente senza provare a tirare fuori il meglio di noi. Riporto cosa hai scritto: “se scoppia il casino, si blocca il commercio mondiale, c’e’ solo l’orto libero”
Non è vero; guarda ad esempio su google cosa hanno fatto gli amici sardi di SARDEX (così rimaniamo in ambito finanziario) COME RISPOSTA ALLA CRISI partendo dalle loro passioni. Più crisi = più possibilità per loro. Solo nell’ ultimo anno hanno avuto transazioni per più di 30.000.000 di €. Non sono una banca e non erano milionari…eppure. E il bello è che oggi più di 3000 imprese Sarde non possono che dirgli grazie.
Credo che questo voglia essere il messaggio anche di Andrea: prendere ciò che ci circonda e provare, ognuno di noi, a renderlo migliore facendo il massimo per gli altri.
Obiettivi ambiziosi….e piccoli passi. E se tutto parte da dentro di noi senza dipendere da altri, questa cosa è dannatamente potente!

stanziale
Scritto il 9 marzo 2016 at 21:57

lorepi,

Guadero’ gli amici sardi di sardex; in realta’ comunque direi che nessuno sa’ se e quando e di che portata sara’ la eventuale crisi! L’ideale gia’ da ora, sarebbe abitare in un podere a pochi passi da una citta’…proprio quelli che c’erano una volta…svariate case coloniche insieme, varie famiglie con vasto terreno, facilmente coltivabile e recintabile, ed armati…quelli che abbiamo in toscana in pratica a volte erano dei fortini. Infatti pensavo che tu avessi gia’ avuto l’idea. Per quanto riguarda Andrea ti rispondera’ eventualmente lui, ma ha sempre detto che fa il consulente in banca. Il messaggio che lui lancia direi non e’ tanto di natura economica ma di etica comportamentale, esistenziale.

contadino
Scritto il 9 marzo 2016 at 22:25

“Per mettere il mondo in ordine, dobbiamo mettere la nazione in ordine. Per mettere la nazione in ordine, dobbiamo mettere la famiglia in ordine, Per mettere la famiglia in ordine, dobbiamo coltivare la nostra vita personale, Per coltivare la nostra vita personale, dobbiamo prima mettere a posto i nostri cuori.” (Confucio)

Inizio in questo modo, ma prima voglio dire un’altra cosa.
Ammetto di essermi vergognato per i miei interventi di ieri, credevo molto ingenuamente che fosse l’ennesima dimostrazione di terrorismo mediatico e allarmismo a buon mercato.

Mi sono sbagliato immensamente.
Leggendo l’articolo di oggi (e dopo aver approfondito la storia del blog) mi sono reso conto di essere “schermo a schermo” con un una persona dalle splendide doti.
Posso ora solo provare profonda ammirazione e rispetto.

Consentimi ora, di fare ancora il rompi balle, ma a fin di bene.
Sostieni che della riforma antropologica non ci sia alcuna traccia.
Ed effettivamente la prima impressione e’ quella.

Ma.

Ma tu stesso parli delle donne e degli uomini che stanno lavorando in silenzio. E io stesso potrei fare un esempio per confermare che chi si muove, sempre pochi, sono sempre di piu’.
Uno sono io, che fino a qualche mese fa non sapevo nemmeno cosa fosse la finanza.
Due, molto piu’ importante, VOI.
Tu e i 6000 lettori che ti seguono.
E questo grazie a te, in principio e tutt’ora e a chi frequenta, sostiene e alimenta questo blog.
Sono 6000 persone solo su questo blog.
Chiamalo zero assoluto.

Concludo che condivido totalmente il modo di agire, che corrisponde pressapoco con la massima di Confucio citata all’inizio.
I grandi uomini di ogni epoca han sempre percorso la stessa Via.

contadino
Scritto il 9 marzo 2016 at 22:34

lo­re­pi:
stan­zia­[email protected]­nan­za,
Ag­giun­go nuo­va­men­te che la gran­de crisi che ci at­ten­de sarà tale se la su­bi­re­mo pas­si­va­men­te senza pro­va­re a ti­ra­re fuori il me­glio di noi. Ri­por­to cosa hai scrit­to: “se scop­pia il ca­si­no, si bloc­ca il com­mer­cio mon­dia­le, c’e’ solo l’or­to li­be­ro”

Credo che que­sto vo­glia es­se­re il mes­sag­gio anche di An­drea: pren­de­re ciò che ci cir­con­da e pro­va­re, ognu­no di noi, a ren­der­lo mi­glio­re fa­cen­do il mas­si­mo per gli altri.
Obiet­ti­vi am­bi­zio­si….e pic­co­li passi. E se tutto parte da den­tro di noi senza di­pen­de­re da altri, que­sta cosa è dan­na­ta­men­te po­ten­te!

Accidenti se quoto.
Non avrei mai potuto esprimere meglio quello che provo di fronte alla desolazione di questi tempi.
Non si puo’ partire gia’ con la resa, e’ un lusso che non ci possiam permettere, perche’ “galline e orto libero” non e’ cosi’ facile come dirlo.
Bisogna agire, per forza.
Sono estremamente sollevato nel leggere di esempi di chi reagisce nella crisi, davvero.

Ma come suggerisce “stanziale”, il cambiamento piu’ importante deve avvenire nelle persone.
Se l’umanita’, costretta dalle circostanze, riuscisse finalmente a diventare anche solo parzialmente adulta, vivremmo una nuova eta’ dell’oro.

aglio
Scritto il 9 marzo 2016 at 22:48

Da bambini per superare le difficoltà cercavamo l’aiuto della mamma.
Non siamo più bambini, ma credo che per risolvere le tante difficoltà in cui questa umanità si è invischiata serva ancora una Mamma.
Lei lo sa, e da oltre 30 anni ci chiama:

Messaggio dA Medjugorje del 25 febbraio 2016
Cari figli! In questo tempo di grazia vi invito tutti alla conversione. Figlioli, amate poco, pregate ancora meno. Siete persi e non sapete qual’è il vostro scopo. Prendete la croce, guardate Gesù e seguitelo. Lui si dona a voi fino alla morte in croce perché vi ama. Figlioli, vi invito a ritornare alla preghiera del cuore perché nella preghiera possiate trovare la speranza ed il senso della vostra esistenza. Io sono con voi e prego per voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Messaggio del 2 marzo 2016
Cari figli, la mia venuta a voi è per voi un dono del Padre Celeste. Per mezzo del suo amore vengo per aiutarvi a trovare la via verso la verità, a trovare la via verso mio Figlio. Vengo a confermarvi la verità. Desidero ricordarvi le parole di mio Figlio. Egli ha pronunciato parole di salvezza per il mondo intero, parole d’amore per tutti, l’amore che ha mostrato col suo sacrificio. Anche oggi però molti miei figli non lo conoscono, non vogliono conoscerlo, sono indifferenti. A causa della loro indifferenza, il mio Cuore soffre amaramente. Mio Figlio è sempre stato nel Padre. Nascendo sulla terra, ha portato la Divinità, mentre da me ha assunto l’umanità. Con lui la Parola è giunta in mezzo a noi. Con lui è giunta la Luce del mondo, che penetra nei cuori, li illumina, li ricolma d’amore e di consolazione. Figli miei, possono vedere mio Figlio tutti quelli che lo amano, poiché il suo volto è visibile attraverso le anime che sono ricolme d’amore verso di lui. Perciò, figli miei, apostoli miei: ascoltatemi! Lasciate la vanità e l’egoismo. Non vivete soltanto per ciò che è terreno, materiale. Amate mio Figlio e fate sì che gli altri vedano il suo volto attraverso il vostro amore verso di lui. Io vi aiuterò a conoscerlo il più possibile. Io vi parlerò di lui. Vi ringrazio.

Dio ti benedica sempre, Andrea.
E BUONA E INTENSA PASQUA a tutti, specialmente ai più lontani.

charliebrown
Scritto il 9 marzo 2016 at 23:15

Anche io ringrazio Andrea Mazzalai per quanto ci comunica con intelligenza e passione. E’ sicuramente una bella voce fuori dal coro degli incompetenti. Anche se la finanza non è il mio mestiere (inutile che lo ripeta) i fatti dimostrano l’incompetenza di molti cosiddetti esperti e la competenza invece di chi guida questo sito. E poi il capitano ha il coraggio di collegare le sue analisi ai valori in cui crede, valori fuori moda certamente ma di cui proprio nel post sopra il mio, citando Confucio, si dimostra l’estensione nello spazio e nel tempo.
Tra i pensieri silenziosi di oggi voglio richiamare il richiamo alle donne e agli uomini che stanno lavorando onestamente in silenzio e mi viene in mente che a questi uomini e donne comuni faceva riferimento anche un grande pensatore di cui ho ammirazione (Chesterton) anche se io non ho le sue certezze.
Ho già fatto capire infatti in un altro post che una maggior stringatezza e semplicità di linguaggio faciliterebbe la comprensione del lavoro di Andrea Mazzalai a un numero sempre più grande di persone.
Mi è capitato di suggerire la lettura dei suoi articoli a una brava ragioniera della ditta dove lavoravo e questa signora quando la ho rivista mi ha detto: “Non ce la faccio, dottore, sono troppo difficili”. Le ho risposto: “L’essenziale, signora, se si abitua sono certo che riuscirà a capirlo”.
Ma se fossi stato sincero avrei dovuto risponderle: “Purtroppo a volte capita anche a me”.

Mi permetto, signor Mazzalai, di portare alla sua attenzione quella brava ragioniera di una ditta bresciana che non ha proseguito nella frequentazione di questo sito, al quale per il di lei temperamento io credevo si sarebbe interessata.

Dato che Lei non è un elitario, visto che fa riferimento alla gente comune, sono certo che può capirmi.

kry
Scritto il 9 marzo 2016 at 23:48

lo­re­pi:
Non mi ri­fe­ri­sco nean­che alla vita pri­va­ta (ci man­che­reb­be altro); mi ri­fe­ri­sco alla tua vita pro­fes­sio­na­le.

La curiosità si paga al sabato … alle volte bastano solo 16,00€

http://www.amazon.it/Iceberg-finanza-attraverso-tempesta-perfetta/dp/8860890810/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1457563393&sr=1-1&keywords=9788860890818

gnutim
Scritto il 10 marzo 2016 at 10:04

Grazie mille Andrea, un tuo mozzo

dante5
Scritto il 10 marzo 2016 at 11:32

Mi unisco anche io in ritardo ai doverosi ringraziamenti ad Andrea ed alla ciurma. Da laureato e professionista mi sono reso conto che come è inevitabile ogni giorno si apprenda di sapere meno di quanto si pensi…ovviamente Icebergfinanza fa parte di queste preziose fonti vitali di conoscenza! Se commento molto meno che in passato è perché francamente non ho da apportare niente in più di conoscenza a quanto viene qua esposto…Grazie a voi tutti

minarsi
Scritto il 10 marzo 2016 at 12:41

grazie

tirlusa
Scritto il 10 marzo 2016 at 18:29

Nessuna ragione speculativa ma solo desiderio di comprensione di alcune dinamiche. Qualcuno sa spiegarmi il comportamento dell’euro oggi? E’ passato da 1,085 dopo l’annuncio di Draghi a 1,12 circa nei confronti del dollaro, per non parlare delle valute emergenti. Non capisco, qualcuno potrebbe aiutarmi?

jusemancio
Scritto il 10 marzo 2016 at 22:13

Sempre il numero 1

silvio66
Scritto il 10 marzo 2016 at 23:11

Un movimento di 3 figure non significa niente. Le valute come tutto salgono o scendono se sono comprate o vendute. Prova ad impedire agli americani di svalutare ciò che stampano ed avrai la risposta.
tir­lu­sa@fi­nan­za,

sobao
Scritto il 11 marzo 2016 at 14:42

Bentornato, john_ludd :)

dorf001
Scritto il 11 marzo 2016 at 23:52

il titolo dice : pensieri silenziosi. beh il mio voglio che si senta, e non che sia silenzioso.

girando x la rete ho trovato una cosina. conosco chi la scirve, è uno che se ne intende. uno bravo. ecco cosa dice, su europoa, democrazia e junker. sotto .

Jean-Claude Juncker, dal ’95 al 2013 compresi (quasi un ventennio ….) è stato il boss del paradiso fiscale europeo, l’unico “granducato” del mondo, dove rubano i soldi degli europei dall’interno stesso della UE. Per il resto del tempo è il boss della “commissione europea”, eufemismo per esprimere il braccio violento della legge delle multinazionali, col loro quartier generale di bruxelles.

Questo è il cuore (nero) pulsante di questo “blocco del nord”, un corpo estraneo di criminalità pura al servizio di se stessa e del morente impero di usraele.

E noi stiamo ancora qui a interrogarci su “quanto doloroso sarebbe uscirne”!?

Sarebbe meglio chiedersi piuttosto quanti calci nel culo meritano questa gentaglia prima che ce ne usciamo a respirare aria pura.

BY BYE DORF

andrea357
Scritto il 26 marzo 2016 at 11:43

In effetti credo di non aver mai cliccato sul tasto “mi piace” non ne vedevo l’utilita’. Vabbe’ Inizieremo a prenderci anche questa abitudine.

Auguri a tutti i lettori del blog e naturalmentre un grazie enorme all’autore.

vi­to_t@fi­nan­zaon­li­ne,

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Apertura sotto la parità con volatilità ridotta per il Ftse Mib nell'ultima seduta della settima
Questo post era già pronto da un paio di giorni e ma come spesso accade di questi tempi davve
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Ultimo giorno di versione integrale dei grafici da non perdere. Avvicinandomi ai mercati finanzia
Piazza Affari consolida i rialzi e scambia ancora in trading range. L'indice FTSE Mib veleggia fra i
Il confronto avviato lo scorso anno fra i sindacati ed il governo sulle pensioni, ha permesso di giu
Era assolutamente scontato un “nulla di fatto” sui tassi di interesse, al FOMC chiusosi ieri
                Iniziamo da qui.
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
La “mano invisibile” di Smith negli ultimi anni è stata molto meno invisibile di quanto si