DEUTSCHE BANK & VOLKSWAGEN: GERMANIA IL TRUCCO CON IL PAESE INTORNO!

Scritto il alle 08:15 da icebergfinanza

Ieri abbiamo visto comela solidarietà e la fiducia devono funzionare solo a senso unico…

Nella presente situazione abbiamo bisogno di solidarietà e fiducia, soprattutto tra i Paesi fondatori dell’Unione europea. Tra Italia e Germania sappiamo di poter costruire legami forti”. Il numero uno di Audi non poteva essere più chiaro.

Molti di coloro che da poco leggono Icebergfinanza probabilmente non sanno che aver fiducia nel marchio “made in Germany” costa tanta consapevolezza e una memoria di ferro che noi di Icebergfinanza ci possiamo permettere…

“Ha nascosto perdite per 12 miliardi” Germania, indagine su Deutsche Bank

Deutsche Bank accusata da tre ex dipendenti: nascoste perdite per 12 miliardi

Il salvataggio sarebbe stato inevitabile.
I tre ex dipendenti affermano che se la posizione fosse stata valutata correttamente, ovvero circa 130 miliardi di dollari, tali da generare 12 miliardi di perdite, i livelli di capitale di Deutsche Bank sarebbero scesi pericolosamente al di sotto della soglia di vigilanza. E nel bel mezzo della crisi economica.

Per chi vuole ampliare gli orizzonti…

DeutscheBank ,,,il cratere con la banca intorno

DeutscheBank…il buco nero con la banca intorno

Una mattina ti svegli e all’improvviso mentre Volkswagen trema per racimolare qualche decina di miliardi di dollari per mettere a tacere una delle più grandi truffe della storia…

Deutsche Bank, pesanti perdite per 6,2 miliardi nel terzo trimestre

Tutto davvero perfetto, nulla da dire!

Mentre gli spiriti animali risollevavano i mercati a suon di pessime notizie sul fonte macro, il management di Deutsche Bank ha pensato bene di sfruttare l’onda lunga della vicenda Volkswagen … bad new, good news, una tira l’altra come le ciliegine!

Non so se l’avete notato, ma solo ora qua e la i giornali mainstream parlano delle marachelle tedesche, di corruzione, truffe, manipolazioni dandone risalto, prima tutti zitti, muti e rassegnati, nascosti sotto la gonna di nonna Merkel.

D’altronde anche in questi giorni circolano voci che quotidianamente il nostro presidente della Repubblica nei giorni più neri della nostra recente storia si consultava con Angela, chiedendo come muoversi per non urtare la sua sensibilità.

Sento parlare di solidarietà e fiducia, attenzione che se attaccano la Germania, distruggono l’Europa intera si sente dire.

E’ ariivato il momento che Machiavelli faccia un salto su in Germania, che spieghi quali segnali ha intravvisto nei mercati finanziari.

“Della potenza della Magna veruno non può dubitare, perch’ella abbonda d’uomini, di ricchezze e d’armi…” Chissà!

Ma torniamo a Deutsche Bank che intorno alla mezzanotte da la notizia di perdite enormi e taglio dei dividendi e giù di oltre il 6% in un istante.

Oneri che influiscono in modo sostanziale sui risultati del 2015, peggiore risultato della storia di Deutsche Bank.

All’improvviso esce la favola dei più rigidi requisiti patrimoniali, come se questi fossero usciti all’improvviso solo ora dalla lampada dell’investment banking. Solo 1,2 miliardi accantonati per contenziosi legali e la svalutazione della quota in Postbank.

Non starò qui a ripetere quello che ho scritto per anni, immagino che la domanda oggi sia… ” E’ possibile che Deutsche Bank sia la nuova Lehman Brothers…”

Poi si potrebbe parlare a lungo della reale situazione della landesbanken e sparkassen tedesche, in parte di proprietà dei Laender, stati tedeschi che compongono la Germania, intrise di lobbismo e affarismo, intreci politici e via dicendo, banche per le quali è richiesto un trattamento di favore da parte della BCE, banche sfuggite alla farsa degli stress test dove derivati e titoli strutturati finiscono in cantina.

Troppo grande per fallire direbbero gli analisti de me nona, ma non c’è fretta le prossime settimane saranno solo un assaggio, la verità è figlia del tempo probabilmente arriverà più avanti nel tempo per tutto.

Solo qualche ingenuo può credere che il sistema finanziario sia ormai sotto controllo, che la politica abbiamo compreso le lezioni della grande crisi.

Dimenticavo … Dopo il crollo della produzione industriale ieri oggi quello delle esportazioni dovuto in gran parte alla crisi emergenti. Aspettiamo che arrivi l’onda lunga della truffa Volkswagen e poi vediamo! Compra euro mi raccomando ;-)

Stay tuned!

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’ oceano infinito di questa tempesta perfetta …Chiunque volesse ricevere le ultime analisi di Machiavelli può liberamente contribuire al nostro viaggio

cliccando qui sopra …

o sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.8/10 (30 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +24 (from 24 votes)
DEUTSCHE BANK & VOLKSWAGEN: GERMANIA IL TRUCCO CON IL PAESE INTORNO!, 9.8 out of 10 based on 30 ratings
Tags: ,   |
21 commenti Commenta
gnutim
Scritto il 8 ottobre 2015 at 09:15

ASSOLUTAMENTE DA VEDEREEEEEEEEEEEEEEE

https://www.youtube.com/watch?v=irCSYxjpBpQ

2 MINUTI DI RISATE COLOSSALIII
VIVA VW!!!!

unocometanti
Scritto il 8 ottobre 2015 at 10:27

Un individuo o nazione quanto più ostenta una virtù tanto più è vero il contrario.
Gli americani sono i buoni e giusti ma sono i pricipali esportatori di terrorismo e instabilità geopolitica oltre che inquinatori del pianeta.
I tedeschi sono corretti ma sono maestri a fare magagne ad alto livello a spese dei fessi (anche noi) che sottostanno al loro giogo.
Gli inglesi sono gentlemen ma vivono di riciclaggio di denaro di dubbia provenienza.
Quindi nessun dubbio sul perchè della situazione critica a livello globale (politica, economica, ambientale ed energetica).

P.S. Fantastico il video da proporre come inno per l’ Unione Europea.

veleno50
Scritto il 8 ottobre 2015 at 12:33

Moody’s ha migliorato la propria valutazione sulle prospettive delle banche tedesche,portandola a stabile da negativa,citando la rimozione dell’incertezza legata al supporto pubblico in caso di crisi grazie all’introduzione delle norme sulla risoluzione bancaria. Sono inossidabili, allo stesso tempo farabutti di serie A, riusciranno anche stavolta a rovesciare tutto a loro favore,aiutando tanto i paesi Europei nell’essere tolleranti a soluzioni ammorbidite dei vari problemi di ogni stato non in regola. Renzi e gli altri leader Europei godono e gongolano. Inglesi, giapponesi, cinesi, non gli e ne frega nulla dello scarico delle VW,rimangono gli Usa, una botta al cerchio e una alla botte e tra un anno è dimenticato.

john_ludd
Scritto il 8 ottobre 2015 at 12:48

il PIL pro/capite è statico o in calo nella totalità dei paesi OCSE. Dovrebbe far riflettere che uno dei paesi con il MIGLIOR andamento del PIL pro/capite sino all’avvento del folle Abe, è stato il Giappone. Questo fenomeno non è recente, è in corso da oltre una generazione. Alcuni paesi EM mantengono un moderato aumento di questa grandezza (che è molto più rilevante del PIL) ma la derivata seconda è per lo più passata in negativo nel 2009. L’ostinazione con cui si guardano ai dati giornalieri, mensili o persino anche solo annuali è evidenza di un insolubile problema scolpito dall’evoluzione nel cervello umano. INADATTO per questa era di eccessiva complessità. Il resto è condimento, sterili discussioni su cosa nei prossimi pochi anni possano essere meno peggio. Il sistema è uno solo, interconnesso in modo inestricabile. Fa tenerezza vedere tutti questi sforzi nel cercare “il porto sicuro” che non esiste, questo scrutare il futuro unito al rancore per il passato. Qualche buona parola per riflettere su ciò che conta:

“Felicità è desiderare ciò che hai e non desiderare ciò che non hai”
Buddha

“Dovunque vai potrai trovare solo te stesso”
Buddha

“Il cambiamento non è mai doloroso; solo la resistenza al cambiamento lo è”
Buddha

“Tutti conoscono l’utilità dell’utile, ma nessuno sa l’utilità dell’inutile”
Chuang Tzu

“Rong Zi di Song rideva di loro: l’ammirazione del mondo intero non avrebbe potuto spronarlo, il disprezzo del mondo intero non avrebbe potuto scoraggiarlo. Poiché egli sapeva distinguere l’interiore dall’esteriore e quindi l’onore dal disonore”
Chuang Tzu

“Quello che mi ha sorpreso di più negli uomini dell’Occidente è che perdono la salute per fare i soldi e poi perdono i soldi per recuperare la salute. Pensano tanto al futuro che dimenticano di vivere il presente in tale maniera che non riescono a vivere né il presente, né il futuro. Vivono come se non dovessero morire mai e muoiono come se non avessero mai vissuto.”
Tenzin Gyatso, XIV Dalai Lama

phitio
Scritto il 8 ottobre 2015 at 15:16

john_ludd@finanza,

Beh, parole sante, ma fortunatamente in occidente vale per molti ma non per tutti :D

Come va la vita John? Sei in procinto di ripartire a breve per qualche angolo di mondo?

john_ludd
Scritto il 8 ottobre 2015 at 17:02

phitio@finanza,

parto per il nepal, è come casa mia. Quando cammino sotto i giganti dell’Himalaya sono sereno; mi alzo alle 6, cammino sino alle 17, mangio riso e vegetali, bevo solo acqua. Appena scende il sole fa un freddo cane e come un qualsiasi animale mi cerco una cuccia calda. Vedo gente antica, povera ma orgogliosa. Vado nelle campagne, dove sono in tanti, troppi, vedo queste file di bambini in ciabattine che vanno a scuola, giocano con le palline di vetro prima e dopo la scuole e mi è chiaro che io, te, noi e loro siamo solo un soffio, mentre la vita è eterna. Per tutti quelli che vorrebbero venire ma non possono, un abbraccio, per tutti quelli che possono ma restano ad accumulare qualche altro centone da portarsi nella bara, la pernacchia di Totò.

stanziale
Scritto il 8 ottobre 2015 at 21:22

“Non so se l’avete notato, ma solo ora qua e la i giornali mainstream parlano delle marachelle tedesche, di corruzione, truffe, manipolazioni dandone risalto, prima tutti zitti, muti e rassegnati, nascosti sotto la gonna di nonna Merkel.”….
Be’ io no, non leggo e non sento le balle della spazzatura di regime, non ho molto tempo da perdere e sono rientrato a casa in questo momento. Ma, siccome(personalmente) dovevo, potevo essere se non in pensione quasi, ed invece grazie alla stronza di cui sopra palla lunga e pedalare, GODO come un riccio per le disgrazie tedesche. Sara’ anche vero che la Germania e’ solo il secondino e le chiavi ce l’ha il padrone di oltre oceano, ma ci godo ugualmente, e’ piu’ forte di me.

kry
Scritto il 8 ottobre 2015 at 21:53

stanziale@finanza,

— ” GODO come un riccio per le disgrazie tedesche. Sara’ anche vero che la Germania e’ solo il secondino e le chiavi ce l’ha il padrone di oltre oceano, ma ci godo ugualmente, e’ piu’ forte di me. ” —

Penso che non sei l’unico , e mi verrebbe da dire ti accontenti con poco

http://www.finanza.com/Finanza/Notizie_Mondo/Germania/notizia/Audi_vendite_salite_del_7_a_settembre_ancora_record_in_Uk-445627

alla faccia di quello che ha detto Veleno … — ” non gli e ne frega nulla dello scarico delle VW,rimangono gli Usa, una botta al cerchio e una alla botte e tra un anno è dimenticato. ” —

altro che un anno neanche 15 giorni.

veleno50@finanza,

stanziale
Scritto il 8 ottobre 2015 at 22:36

kry@finanza,

Ok, ma io la vedo (almeno lo spero) in chiave geopolitica, il capo ha battuto un colpo, stufo dello strapotere tedesco ( e forse del doppio gioco germanico); in poche parole, se litigano forse ci guadagniamo. Diciamo che e’ tutto in itinere..

aorlansky60
Scritto il 9 ottobre 2015 at 08:31

@

Quello che mi ha sorpreso di più negli uomini dell’Occidente è che perdono la salute per fare i soldi e poi perdono i soldi per recuperare la salute. Pensano tanto al futuro che dimenticano di vivere il presente in tale maniera che non riescono a vivere né il presente, né il futuro. Vivono come se non dovessero morire mai e muoiono come se non avessero mai vissuto.” – cit. Tenzin Gyatso, XIV Dalai Lama

Questo come minimo sarebbe da incorniciare e appendere a parete, per averlo costantememte sotto gli occhi ed essere spinti a leggerlo [e rileggerlo] nel tempo. Chissà che alla fine non insegni qualcosa…

In ufficio dove lavoro, ho scritto un pensiero personale che a mio modo di vedere descrive appropriatamente l’attuale situazione generale, a 360°dal punto da cui la si guardi :

rallegrati : ovunque e comunque è un delirio trionfante” – cit. Aorlansky60 – © 2015

A chi mi ha chiesto motivo di questo, rispondo che è la mia personalissima lettura sull’andamento dei fatti del mondo e più da vicino quelli che mi (ci) circondano quotidianamente nella mia (nostra) normalissima esistenza di persone comuni;
e non ho altro da aggiungere su questo.

Per tutti quelli che vorrebbero venire ma non possono, un abbraccio

anche se ci provassi, non riuscirei mai a farti comprendere quanto ti invidio, anche se mi accontenterei di meno (una situazione tipo Scottish highlands, niente asfalto e tracce di civiltà intorno ma solo brughiere colline e ruscelli, miglia e miglia da percorrere con questa visione dalla mattina alla sera, pazienza se piove anzi meglio, io sono uno che AMA l’acqua in tutte le sue forme…)

Buon viaggio John, sia col corpo che con la mente.

Chipuòdirlo

Attenzione, godeere delle disgrazie tedesce, vuol dire godere per la perdita di lavoro o tagli agli stipendi di qualche migliaio di persone la cui unica colpa è essere stati assunti da società dirette da delinquenti, i quali come sempre non pagheranno, o non pagheranno abbastanza, per il male che hanno fatto. Finchè rimaniamo a livello di Italia Vs Germania facciamo solo il gioco di chi ci sta sfruttando.

aorlansky60
Scritto il 9 ottobre 2015 at 09:59

…godere delle disgrazie tedesce, vuol dire godere per la perdita di lavoro o tagli agli stipendi di qualche migliaio di persone… Finchè rimaniamo a livello di Italia Vs Germania facciamo solo il gioco di chi ci sta sfruttando.

apparentemente è così, però è altrettanto vero che loro [i tedeschi] non si sono mai fatti tali scrupoli verso “gli altri”[paesi partners EU] quando la loro economia viaggiava a tutto ritmo mentre quelle del sud europa [Grecia Italia Spagna] arrancavano sofferenti e guardavano la bilancia commerciale tedesca proliferare in un tripudio di abbondanza [ben oltre i limiti max stabiliti dalla UE] .

ho ancora negli occhi un serv di “Report” registrato due anni fà , con relative interviste fatte a lavoratori italiani emigrati in Germania [proprio in uno stabilimento WV] che vantavano (mostrando la loro busta paga alla telecamera dell’inviato) uno stipendio da “appena assunti” (quindi un liv di inquadr basso) di 3000€ – cosa che un operaio italiano di pari liv nemmeno si sogna, anche con il migliore dei contatti nella categoria industria…

I tedeschi [parlo delle maestranze ind e del ruolo dei leaders politici di alto livello] non hanno fatto altro che “guardare in faccia a nessuno” curando i propri interessi cioè quelli del loro paese e della propria gente (80 milioni la cui maggiorparte anche ELETTORI) ne più ne meno ciò che cerca di fare qualsiasi Stato sovrano;

con un dettaglio doveroso da citare :

la differenza tra noi e loro, essendo inquadrati a livello di “unione europea”[cosa mai realizzata interamente, detto a onor del vero] è che potendo vantare :

1) l’economia più forte [dato indiscutibile] in zona UE

2) le cifre migliori a livello statale [parlo delle statistiche Eurostat uff.li] nei confronti degli altri
(il loro def 2014 è addirittura (!), il loro rapp deb/pil al 75% e ho detto tutto…),

3) la quota maggiore di partecipazione in BCE rispetto a qualsiasi altro paese membro

loro [i tedeschi] si credono di potere dettare LEGGE a tutti gli altri Stati membri; il problema [per noi italiani come per spagnoli e greci] è che lo fanno. A tutti i livelli in cui può entrare in discussione la corte UE a dettare le sue leggi, dove sappiamo che l’influenza tedesca [per curare gli interessi della Germania prima di tutto] è FORTISSIMA.

phitio
Scritto il 9 ottobre 2015 at 10:58

john_ludd@finanza,

Deve essere un posto bellissimo. In alcune NDE si parla di luoghi della terra che sono letteralmente “sacri”. Ma non per modo di dire. Sembra che qui la presenza del divino si concentri naturalmente, se passi il gioco di parole.
Come ben dici, le manifestazioni personali della vita passano come soffi di vento, ma la vita e’ eterna.

Buon viaggio.

silvio66
Scritto il 9 ottobre 2015 at 11:25

Scusa il fuori tema Andrea e chiedo scusa anche a voi marinai ma l emozione provata ieri sera in pizzeria a san Giovanni lupatoto dove facevano e servivano le pizze i deputati 5 Stelle e’ stata fortissima e la voglio condividere con voi che siete parte della mia famiglia. Le facce pulite la loro semplicità il sano entusiasmo che solo gli onesti possono provare ci hanno coinvolto tutti ed io ammetto con gioia di essermi emozionato, io un freddo promotore avvezzo più ai numeri che altro ho pianto si ho pianto di gioia. Quanto sono distanti i santoni della vecchia politica al cospetto di questi ragazzi quanto sono lontani tutti i vecchi discorsi ideologici ipocriti e falsi di quei bastardi che vediamo in TV da anni mentirci spudoratamente. Come comprendo il terrore che devono provare al solo vederli negli emicicli, così diversi così normali parte di quel gregge esterno al palazzo che all improvviso sono li davanti ai verdini ai schifani ai casini che gli preannunciano la loro fine certa ed inderogabile. Ci vediamo ad Imola per chi vorrà e potrà esserci. Rivedremo le stelle marinai Buona giornata a tutte/i

phitio
Scritto il 9 ottobre 2015 at 17:53

silvio66@finanza,

Loro hanno pure le facce pulite, ma devi sempre tenere a mente che in effetti non contano un cazzo nel loro partito. Le leve ce le hanno Grillo, Casaleggio e in parte i 5 sottopancia da loro nominati direttamente, come nella peggior specie di dittatura mediorientale.

Trovo estremamente triste che usino i buoni sentimenti della gente per turlupinarla di nuovo e di nuovo ancora. E’ solo un modo piu’ dispreaazbile di ingannare. I politici normali sono alienati dalla gente, questi qui li ingannano a livello ancora piu’ fondamentale

silvio66
Scritto il 9 ottobre 2015 at 18:14

phitio@finanza,

Ciao Phitio,
Non si puo’ piacere a tutti specialmente quando si piace a molti…carino “sottopancia” he he he..

silvio66
Scritto il 9 ottobre 2015 at 18:15

phitio@finanza,

Ciao Phitio,
Non si puo’ piacere a tutti specialmente quando si piace a molti…carino “sottopancia” he he he..

phitio
Scritto il 12 ottobre 2015 at 10:46

silvio66@finanza,

Il fatto di piacere a molti non li rende migliori, solo piu’ popolari. Al tempo mi pare pure che le camice nere fossero popolari, prima di subire un rovescio di immagine.

Un conto e’ avere la faccia pulita, un conto e’ pensare con la propria testa. ;)

Preferisco uno con la faccia brutta, ma dal pensiero onesto ed indipendente. Non so tu.

Il termine “sottopancia” e’ appartenente al gergo della malavita. E ho detto tutto.

perplessa
Scritto il 12 ottobre 2015 at 23:48

john_ludd@finanza,

Friedrich Nietzsche, al di là del bene e del male: le grandi religioni stanno dalla parte dei poveri, e fanno di tutto per farli rimanere tali..più o meno, il succo era quello, non ho voglia di andare a sfogliare il libro per controllare esattamente la frase..

perplessa
Scritto il 13 ottobre 2015 at 00:15

phitio@finanza,

condivido. ho letto oggi che Grillo si trasforma in cameriere per la cena si autofinaziamento, non è esattamente la stessa cosa delle zdoure di antica memoria che cucinavano polenta e salsiccia alle feste dell’unità, considerata la differenza fra la dichiarazione dei redditi di Grillo e quella si suppone avessero le citate zdoure. a proposito di camice nere ridevo da piccola quando mi raccontavano la storia delle fedi date alla patria, ma le lauree e i master non sono servite ad aprire i cervelli. i suoi onorevoli devono lasciare parte dei vergognosi compensi, e lui cosa da, del suo miserevole reddito?

perplessa
Scritto il 13 ottobre 2015 at 00:20

la Germania forse non serve più a qualcun altro, forse per questo improvvisamente saltano fuori tutti questi scheletri, magari è un’idea che può essere tacciata come complottistica, però…è come quando improvvisamente sono saltati fuori tutti i vizietti del Berlusca, che doveva sicuramente averli da lunga data

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Un rapido flash che merita un po’ di attenzione proprio in questo momento di “potenziale cam
Ftse Mib: l'indice italiano dà primi segnali di assestamento dopo la forte correzione dei giorni sc
Ieri finalmente, il presidente Mattarella si è deciso a conferire l'incarico a colui che si è
Habemus Papam… Nella fattispecie, dopo mesi di parole ed accordi, finalmente c’è un Capo
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prez
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
La sterlina si conferma la moneta più pregiata dell’universo calcistico. Nella terza edizione del
A chi non fa invidia la Lamborghini Huracan Spyder che guida Icardi? O la Ford Mustang come quel