IMMIGRAZIONE E NATALITA’: LEGGENDE METROPOLITANE CERCANSI!

Scritto il alle 10:00 da icebergfinanza

 Collegamento permanente dell'immagine integrata

Prima di addentrarci nell’argomento una premessa è assolutamente necessaria!

Che nessuno si sogni di catologarci politicamente o in nessuna altra maniera, perchè il sottoscritto ha radici nella storia dell’immigrazione, parenti che sono immigrati in Argentina e America e conosce cosa significa disperazione, dover fuggire dalla miseria e dalla guerra come hanno fatto anche i nostri bisnonni o trisnonni il secolo scorso, quindi vediamo di contestualizzare il discorso sulla base delle assurdità che in questi giorni vengono raccontate.

La solidarietà e spontaneità della gente comune non è in discussione in qualunque Paese, che sia la Germania o l’Italia, ma l’opportunismo dei suoi politici.

Tra l’altro dovrebbe far riflettere l’enfasi mediatica con la quale i nostri giornali e televisioni hanno raccontanto l’accoglienza dei migranti sulle note di Beethoven. Peccato che la stessa enfasi non venga messa per lodare gli eroi che quotidianamente soccorrono i migranti sulle coste italiane, eroi silenziosi, volontari che tengono in piedi da soli il Paese.

La mia attenzione vuole soffermarsi principalmente qui, nell’autentica fesseria dei dati  usciti nei giorni scorsi…

 I POLITICI possono dire quello che vogliono. E anche i cittadini qualunque, al bar o in tram. Ma gli economisti non hanno dubbi: le dimensioni del fenomeno sono troppo grandi per liquidarle con gli aneddoti sui due ragazzi di colore fermi a non far niente sul marciapiede o sulle famiglia araba nell’alloggio di edilizia popolare. Sulla base dei grandi numeri, dunque, gli economisti concludono che gli immigrati che si rovesciano a ondate sulle frontiere europee non sono il problema. Sono la soluzione del problema. Bisogna trovare il modo di sistemarli e di integrarli: un compito inedito, immane, per il quale non ci sono soluzioni facili. Ma le centinaia di migliaia di uomini e donne, giovani, fra i 20 e i 40 anni, spesso con figli al seguito, che si affollano sulle barche, sui treni, sui camion dei disperati sono quello di cui l’Europa ha bisogno. Subito.

Quando Angela Merkel apre le porte della Germania a 800 mila rifugiati, infatti, non spara troppo alto…spara basso. Facendo un calcolo a spanne, Leonid Bershidsky, su Bloomberg  calcola che l’Europa avrebbe bisogno di 42 milioni di nuovi europei entro il 2020. Cioè domani. E di oltre 250 milioni di europei in più nel 2060. Chi li fa, tutti questi bambini? Repubblica

Gli economisti non hanno dubbi? Facciamo un calcolo a spanne? Risolviamo il problema solo con l’immigrazione o diamo un minimo di sostegno anche economico ma non solo alla FAMIGLIA italiana?

Aveva ragione Keynes gli economisti si assegnano un compito troppo facile, ed anche inutile, se in mezzo alla tempesta sanno dirci solo ( … calcolando a spanne) che, quando la bufera sarà passata del tutto, il mare tornerà calmo. Non ci voleva la loro scienza per comprendere quello che stava accadendo a livello demografico nella società opulenta di questo tempo.

Bastava studiare la dinamica della crisi giapponese, più volte su questo blog abbiamo scritto che oggi in Giappone si vendono più pannoloni per adulti che pannolini per bambini!

Abbiamo parlato in passato di come Germania e Italia erano Paesi ad alto rischio a livello demografico. Ma fermiamoci qui, perchè mi ci si vorrebbe un anno intero per parlare delle cause. E neanche voglio perdere tempo a discutere sulle cause che hanno portato il fenomeno ad esplodere all’improvviso, (i seminatori di disuguaglianza e i profeti e portatori di democrazia in giro per il mondo potrebbero intrattenervi meglio) solidarietà ed accoglienza con chi soffre sono da sempre pietre angolari della nostra famiglia, da generazioni.

Arriva il primo studio a caso (…ma nulla avviene per caso) di chissàchi, un illuminato che magari fa calcoli a spanne spingendosi sino al 2060 e subito tutti perdono di vista la soluzione.

Certo l’immigrazione serve ora perchè secondo i loro calcoli domani non resterà più nessuno dei nostri a pagare le pensioni. Ripeto nulla contro l’immigrazione programmata e ragionata, ma c’è nessuno in questo Paese che in un simile frangente leva una voce a sostegno della FAMIGLIA e delle generazioni future…che famiglie saranno?

Noi come sempre siamo ai primi posti in Europa!

 

Bassi livelli di partecipazione delle donne italiane al mercato del lavoro fanno emergere con forza la necessità di rafforzare strumenti di conciliazione tra il lavoro e la vita familiare in grado di consentire anche alla componente femminile di uscire dalla situazione di marginalità lavorativa in cui versano. Conciliazione lavoro-famiglia: situazione attuale e futuro

Ultimi dati…

Demografia, Istat: nel 2014 nati 509 mila bambini, mai così pochi dall’Unità d’Italia

L’età media delle madri si porta da 31 anni nel 2007 a 31,5. In calo anche la fecondità delle straniere che scende sotto la soglia dei 2 figli per donna.  Al Trentino Alto Adige il primato di nascite, ultima la Liguria. I decessi sono stati 597 mila, 4 mila meno dell’anno precedente.

Nei giorni scorsi su twitter ho pubblicato il seguente grafico, giusto per far riflettere in attesa di mettere tutti i tasselli al posto giusto.

Collegamento permanente dell'immagine integrata

Fonte: TASSO DI NATALITA – UrbiStat

Chissà come mai il Trentino Alto Adige! A ma sai, li sono ricchi, sono regione autonoma, sono quattro gatti e via dicendo, una fesseria dietro l’altra.

Sostenere la Famiglia non significa solo sostenerla economicamente ma creare una rete di protezione sociale, alleanze, sussidiarietà e solidarietà, creare un ambiente favorevole alla Famiglia.

In Trentino e io parlo di quello che conosco questa rete c’è e funziona, in alcuni posti meglio in altri meno, ma funziona!

Il tutto a spanne in attesa che qualche economista di passaggio suggerisca il numero esatto di migranti per salvarci dalla fine del mondo.

Le formule degli economisti di fronte al buon senso si sciolgono come neve al sole.

Poi possiamo discutere di valori o egoismo, di tante altre cose, ma oggi siamo pragmatici e guardiamo alla realtà.

Inutile ricordare che da tempo immemore in Parlamento siede gente che di queste cose non interessa nulla, il sostegno alla Famiglia, ieri e oggi, a parte parole vuote o intrise di significati elettorali, nulla!

Facile avere sei otto figli con stipendi da parlamentari, diverso è chi oggi ha messo al mondo lo stesso numero di figli con un solo stipendio. C’è chi rinuncia a se stesso per donare ai figli, c’è chi da l’anima e chi oggi è nella disperazione anche tra la nostra gente perchè non può dare un futuro ai propri figli.

Capitale umano lo chiamano loro, gli economisti, per il capitalismo è solo merce umana, produttiva o improduttiva, da spostare di qua e di là per produrre profitto o soddisfare l’avidità. In realtà la nostra gente e loro i migranti, quelli onesti che fuggono dalla guerra e dalla disperazione, sono solo anime che chiedono solo un’esistenza dignitosa.

Poi se volete potete generalizzare o divagare siete liberi di farlo, come meglio credete!

Chiudo qui, il resto sono solo leggende metropolitane!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.3/10 (27 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +17 (from 17 votes)
IMMIGRAZIONE E NATALITA': LEGGENDE METROPOLITANE CERCANSI!, 9.3 out of 10 based on 27 ratings
22 commenti Commenta
mastrociuchino
Scritto il 15 settembre 2015 at 10:23

bravo, anzi bravissimo. peccato che sia una battaglia persa cercare di illuminare con le idee di pochi il buio di molti.
in bocca al lupo
Mastrociuchino

madmax
Scritto il 15 settembre 2015 at 11:02

Immigrazione: ma perche’ continuate a gurdare il dito e non la luna?
Scusate ma nessuno si chiede come mai arriva oggi tanta gente? Prima abbiamo bombardato l’Afghanistan per far scoprire il caponed il volto alle bambine e donne afghane (balle) oggi stanno peggii che negli anni 70 allora il paese era sotto i diavoli Russi ma giravano in minigonna ed abiti occidentali!!! Noi occidentali eravamo dalla parte dei Talebani.
Poi abbiamo lasciato impiccare Saddam, un dittatore con il numero 2 cristiano, Tareq Aziz e dopo anni e anni di guerra abbiamo lasciato il paese in macerie in mano ai barba tagliagole. Poi abbiamo rimosso Mubarak in Egitto, altro dittatore e le elezioni hanno visto vincente il candidato dei Fratelli Mussulmani supportato dagli Us, poi per fortuna i militari si son ripresi il potere!!! Poi abbiamo bombardato Geddafi, il perche’??? Boh tanto eravamo gia’ li bomba piu’ bomba meno e pure li il caos regna sovrano ed i barba tagliagole guadagnano terreno. Poi il top dell’ipocrisia lo raggiungiamo in Siria dove, gli Us bombardano con i droni Assad, i Turchi aiutano i barba tagliagole contro i Curdi e contro Assad, andate a vedere sulla mappa dove sta Kobane e spiegatevi come fa ad essere assediata, Israele pure lui da supporto ai barba tagliagole e spera che cada Assad in modo da aumentare i territori gia’ rubati in precedenza alla Siria ma pero’ tutti si arrabbiano se la Russia l’aiuta???? Scusate ma esiste buon senso? In Siria il 60% degli studenti all’universita’ erano donne provate a pensare cosa succede quando i barba tagliagole prendono il potere che gia’ oggi usano come schiave sessuali donne curde o yazide!!!
Non e’ per caso che con sta russofobia perdiamo di vista il pericolo peggiore? Ma secondo voi con tutto sto caos creato per la democrazia (ciao core!!!) cosa guadagnamo?

ilribassista
Scritto il 15 settembre 2015 at 11:28

L’aumento dei flussi migratori è dovuto all’esportazione della democrazia!!! Così chiamano il bombardamento di paesi lontano da loro o di interesse economico!!!
Nella mia Italia vedo migliaia di africani che vengono in Italia in vacanza ad ammirare le nostre opere d’arte!
Per far questo serve smettere di esportare la democrazia e comprare i prodotti africani al prezzo corretto in modo tale che possano costruirsi un tessuto economico/sociale.
È utopia ma a me piacerebbe vedere, prima o poi, più rispettoper il prossimo anche quando ciò determina delle piccole rinuncie.
Faccio i complimenti ad Andrea per il suo bellissimo articolo.

Buona giornata a tutti
Federico

daino
Scritto il 15 settembre 2015 at 11:32

Io ho una bambina di 5 mesi, vivo in Toscana e queste sono le valutazioni in base alla mia esperienza:

Punti positivi: il sistema sanitario di accompagnamento alla nascita è ottimo: gratuito e di altissima qualità. Gli 80 € mensili di bonus bebè, che permettono di abbassare la quota mensile per l’asilo nido.

Punti negativi: dopo i 2+3 mesi con stipendio all’80%, nei successivi 6 mesi lo stipendio della donna è ridotto al 30%. Per chi ce la fa bene (noi), gli altri sono costretti a lasciare a terzi (i nonni?) il bambino ancora piccolissimo.
L’asilo nido è molto caro (io spenderò 370 € al mese). Dal mio punto di vista è questo l’intervento che deve fare lo stato: rendere gratuiti gli asili nido!

phitio
Scritto il 15 settembre 2015 at 11:51

Madmax, molte idee e ben confuse. I fratelli musulmani sono andati al potere dopo la “primavera Araba” e sono stati cacciato dai militari, supportati dagli USA. Ovviamente il paese vive una fragilissima situazione, e tira avanti solo per gli ingenti finanziamenti Sauditi. Ha conosciuto il suo picco petrolifero circa 2 anni prima della primavera araba, e questa e’ venuta fuori per il triplicamento dei prezzi di pane e carburanti. Che abbiano scoperto un po’ di gas offshore e’ solo una pia speranza di recupero, dato che per mettere in produzione quel gas ci vorrano una decina di anni, e intanto la loro produzione petrolifera, a fronte di una demografia in continua crescita, continua imperterrita a calare, cosi’ come la loro capacita’ di produrre cibo. Sono in 80 milioni laggiu, l’egitto e’ per il 95% deserto. COme credi che possano andare avanti? Emigrando, ovvio!

first em
Scritto il 15 settembre 2015 at 13:07

“Capitale umano lo chiamano loro, gli economisti, per il capitalismo è solo merce umana, produttiva o improduttiva, da spostare di qua e di là per produrre profitto o soddisfare l’avidità. In realtà la nostra gente e loro i migranti, quelli onesti che fuggono dalla guerra e dalla disperazione, sono solo anime che chiedono solo un’esistenza dignitosa.”
Questa è la verità, ogni commento è inutile e le altre intepretazioni di quello che sta succedendo sono o parziali o inesatte o palesemente in malafede.

mastrociuchino
Scritto il 15 settembre 2015 at 14:20

… senza tralasciare un piccolissimo, insignificante aspetto: prima di pagare le pensioni a noi i nuovi arrivati dovrebbero avere l’opportunità di trovare un lavoro regolare e ben retribuito che gli consenta di vivere in modo dignitoso e di accantonare una parte di reddito per la previdenza …

ma per favore )-:

bergasim
Scritto il 15 settembre 2015 at 14:29

Grazie america per tutta la democrazia che ci doni.
Oltre quello che ci dai potresti prenderti qualche profugo a cui hai distrutto l’esistenza?

madmax
Scritto il 15 settembre 2015 at 14:53

phitio@finanza,

Grazie Phitio della risposta,
Dopo la primavera vi sono state le elezioni vinte da Morsi (fratelli mussulmani) poi ne sono state fatte altre ed il loro partito bandito dalle elezioni cosi’ lo hanno buttato.
Leggiti questi siti US poi ne riparliamo:

http://m.washingtontimes.com/news/2015/jun/3/inside-the-ring-muslim-brotherhood-has-obamas-secr/?page=all

http://www.newsmax.com/t/newsmax/article/513290

Un saluto

phitio
Scritto il 15 settembre 2015 at 17:22

A me risulta che Morsi sia stato rimosso con un colpo di stato militare, e che le nuove “elezioni” svolte nel 2014 abbiano messo al comando un ufficiale dell’ esercito.
Bene o male che sia, non puoi dirmi che si sia trattato di un normale andamento democratico della vicenda. L’egitto e’ storico alleato USA, e gli USA hano dato mandato di rimuovere il nuovo leader che potenzialmente avrebbe fatto perdere questo paese.
Se pensi che Obama sia un qualche modo stato un affiliato dei musulmani, allora sogni ad occhi aperti. Detta come la dice Benni, ” il presidente non conta niente”. In pratica, negli stati uniti il presidente e’ lbero di fare quello che vuole, tranne disobbedire agli ordini delle lobbies al potere. Se non lo fa, fa la fine di Kennedy. E” per questo che la politica estera di Obama e’ assolutamente indistinguibile, nei fatti, da quella dei Bush.

icebergfinanza
Scritto il 15 settembre 2015 at 17:30

Ho già sintetizzato così … (i seminatori di disuguaglianza e i profeti e portatori di democrazia in giro per il mondo potrebbero intrattenervi meglio) Ora servono altri ragionamenti, le questioni geopolitiche non mi affascinano il dado è tratto!

xtrust
Scritto il 15 settembre 2015 at 17:44

devo riconoscere che sei grande nei tuoi articoli la giusta risposta ai 100000 giovani che hanno lasciato l’italia e sicuramente questo tipo di immigrazione saluti al ghiacciolo

laforzamotrice
Scritto il 15 settembre 2015 at 18:12

premesso che ho lo stesso rispetto per gli economisti che per le zanzare, (w il raid) mi piace questo mconcetto del “serviranno 250000000 di nuovi europei per mantenere i vecchi europei, il che significa che tra 100 anni occorreranno 1000000000 di nuovissimi europei per mantenere i nuovi e vecchi europei, la domanda è banale: dove cazzo pensano di metterli? Il guaio degli economisti che pensano che scrivere un numero e trasformarlo in esseri umani non sia un problema loro, loro fanno i calcoli. Che poi dare da mangiare a 35 miliardi di persone possa rappresentare un piccolo problema, non li tange. E se cominciassimo ad eliminarne un pò di vecchi europei? Magari cominciando dagli economisti.

dorf001
Scritto il 15 settembre 2015 at 20:07

madmax,

ahh vuoi sapere cosa ci guadagnamo? ma nulla!! solo caos. e casini a non finire.
al tuo articolo, tutto giusto, ci aggiungerei 2 dati. e oibò lo scrive Zibordi.

Monetazione: Tutto Quello che Senti Sull’emergenza dei “profughi e Rifugiati” è FALSO
Di Giovanni Zibordi, 31 agosto 2015
1) L’ARABIA SAUDITA DA DICEMBRE 2013 STA ESPELLENDO UN MILIONE DI IMMIGRATI.
In aggiunta altri paesi del Golfo ne stanno espellendo e così Israele (che però li deporta direttamente per aereo).
Dato che da allora è iniziata un ondata verso l’europa e che sembra che molti arrivino qui da paesi di origine confinanti con l’Arabia sorge un sospetto. Molti di questi etiopi, eritrei, sudanesi, egiziani, nigeriani che arrivano sono immigrati in Arabia che sono stati ora espulsi e invece di tornare a casa passano in Libia e poi in Italia ? Sembra indicarlo appunto il fatto che molti arrivano da paesi confinanti con l’Arabia, da cui appunto vi erano emigrati. E’ incredibile in ogni caso che l’ONU chieda summit internazionali per gli annegamenti nel Canale di Sicilia e si opponga a qualunque azione militare contro gli scafisti e non dica una parola sulle espulsioni di massa da Arabia, Emirati e Israele. Se l’italia espellesse 1000 clandestini tutti insieme avresti l’ONU addosso, l’Arabia ne espelle UN MILIONE e c’è silenzio dei media e degli enti internazionali (solo di Etiopi ne espelle 100mila in un colpo solo: “Saudis expel 100,000 Ethiopians”)
Ma l’Arabia Saudita è un paese ora con un reddito pro-capite simile a quello europeo e ovviamente quasi tutti questi immigrati che espelle sono musulmani. Gli sceicchi però sono protetti da ogni critica e scaricano sugli europei anche i loro immigrati musulmani che scacciano brutalmente perchè con il petrolio in calo ne hanno meno bisogno. E inoltre i Sauditi come si sa finanziano gruppi fondamentalisti e terroristi, ad esempio in Siria e in Iraq con l’Isis, causando poi altre “migrazioni” con il caos e la violenza che generano.
Nessuno osa dire niente però, come diceva uno non ricordo ora dove, siamo nella mani di bambocci e burattini.
Ma andiamo avanti. (continua…)

Si, si, ok, son tutti fascisti, razzisti, gente a cui andrebbe tagliata la lingua questi autori citati qui sopra … pero’ tu, democratico e moderno e “mi battero’ sino alla morte per difendere il tuo diritto a dire la tua anche se e’ il contrario di quello che penso” potresti per lo meno provare a farti venire una punta di dubbio sull’informazione ufficiale e provare ad ascoltare le ragioni degli altri? Ah si, scusa, ne hai solo tu di ragioni, e’ vero … ma che fine ha fatto il sano seme del dubbio, quello che andava sempre coltivato? …

Posso dirlo che mi sembrano più fascisti gli atteggiamenti dei piddini e dei media mainstream in coro piuttosto che i succitati autori?

Fonte: http://argentofisico.blogspot.it

Link: http://argentofisico.blogspot.it/2015/09/alcuni-spunti-di-riflessione-per-i.html#more

ma leggi tuttto se hai tempo. l’ho preso da qua : ALCUNI SPUNTI DI RIFLESSIONE PER I “BUONI DEMOCRATICI”, PER “I MIGLIORI E SUPERIORI” AMICI PIDDINI

link http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=15519

dorf001
Scritto il 15 settembre 2015 at 20:16

laforzamotrice@finanza,

ahh le zanzare dici? si certo bisogna schiacciarli tutti sti idioti.

ma te ne dico un’altra. il “tuo” dalema ha detto che in italia sottolineo italia, ci vogliono almeno 30 milioni di immigrati. ma ti rendi conto che testa di c….. hanno questi qua??

ti fanno credere che gli immigrati servono, ma è una balla. basta leggere e studiare AURITI e lui te lo ha spiegato bene.

sovranità monetaria e denaro al popolo. che è lui e solamente lui il legitimo proprietario.

non certo le banche ladre, e neanche quella cloaca della banca d’italia. tuti ladri sono, e le regole democratiche sono sparite.

in siria sono 8 miloni in tutto. che facciamo? scappano via tutti? dove? svuotano il paese? se non ci sono giovani chi combatte? i vecchi? occhio che tutta sta roba è stata calcolata a tavolino. tutto voluto.

e come dice phitio, i presidenti americani sono tutti dei burattini. se solo provano a sgarrare fanno la fine di kennedy.

però se andassero in tv a dire tutta la verità non potrebbero più ammazzarli. orami le cose/notizie le saprebbero tutti.

a cominciare dalla balla/bugia delle torri gemelle. che ricordo sono stati 3 ripeto 3 i grattacieli caduti. l’ultimo di 40 paini come è caduto? colpa di chi? pobrabilmente si è seduto unn piccione o un colombo ed è crollato.

questi raccontano balle dall maittina alla sera.

senti nel computo di quelli da far sparire con il raid, mettici pure tutti ma tutti igiornalisti italiani.

Hola ti saluto

madmax
Scritto il 15 settembre 2015 at 21:36

Alea iacta est….veritas filia temporis!
Vero che il dado e’ tratto ma la verita’ e’ sempre filia del tempo, fino a ieri il mondo era preoccupato della crescita economica ed oggi ed oggi tutti dei profughi e dagli addossoper la paura di perdere qualcosa. I paesi dell’est hanno paura che ora la EU gli tagli i fondi visto che devono aiutate i profughi e gia’ comincia il razzismo, un amico nero mi dice che ora quando cammina per la prima volta dopo 10 anni in Polonia gli sputano davanti…il sonno dell ragione sta gia’ generando mostri?

bergasim
Scritto il 16 settembre 2015 at 09:13

Fuori tema

Il mercato ha ripreso la sua vecchia strada si sale sul nulla e nell’attesa che parli nonna yellen Giovedì, nel frattempo si sale 3 giorni prima su dati macro di cacca e pagare il conto al ristorante, nonostante l’allontanarsi del primo timido rialzo dei tassi dei negli usa sono i bond con una scoppola giornaliera di quelle che fanno male.
Un giorno tanti anni fa questa era la finanza oggi tutto ciò si chiama fantascienza, neanche Asimov si sarebbe potuto spingere più in avanti.
Siamo in un circo mediatico dell’assurdo dove tutto è il contrario di tutto oggi e domani viceversa.
Orwell 1984 ( 1948 ) è molto più che attuale

bergasim
Scritto il 16 settembre 2015 at 09:28

Andrea
Ti prego di non citare più questi soggetti
file:///C:/Users/Promotore/Desktop/RealGDPTrackingSlides.pdf
La loro credibilità è pari a 0

silvio66
Scritto il 16 settembre 2015 at 14:29

dorf001@finanza,

Ciao Dorf, mi fa piacere rivederti ed aver inteso che hai trovato lavoro. Ripensando a mente fredda all 11 settembre mi chiedo veramente come abbiamo potuto berci a cuor leggero la colossale e grossolana montagna di bugie dell epoca. Le torri…ma vogliamo parlare dell aereo fantasma che un ora dopo, ripeto una lunghissima ora dopo, colpisce il pentagono nell area aerea piu’ monitorata del mondo..sembra una barzelletta oggi ma allora passo’ come plausibile. come passo’ che la Cina entrasse nel wto pur non rispettando molti dei parametri richiesti per permettere agli usa di andare a kabul. Restiamo ottimisti amico mio che proprio dall Italia sta montando un nuovo umanesimo. Vedremo finalmente la rivoluzione italiana all italiana, diversa da quelle delle altre nazioni in quanto pacifica democratica una vera rivoluzione civica.
Venendo a bomba, sembra incredibile che ad oggi ancora non si sappia con certezza cio’ che accadra’ domani. In entrambi i casi concordo con Andrea che saranno casi amari.
In bocca al lupo marinai

rnitti
Scritto il 16 settembre 2015 at 15:05

Menomale che c’e’ qualcuno, come Mazzalai, che ha il coraggio di analizzare la questione migranti e le sue conseguenze in un ottica diversa dal becero attegiamento falsobuonista imperante sugli organi di informazione e sulle Tv “ufficiali”. Finalmente si guarda alla “luna” delle dinamiche e necessita’ della societa’ italiana e non al “dito” del dove li mettiamo! A poco a poco spero che queste riflessioni si diffondano nei politici e nella societa’ civile (se ancora esiste qualcosa di questo tipo). Perfino quel piagnone di Squinzi sembra aver capito che la priorita’ e’ dare un futuro a chi in Italia ci e’ nato e non riesce a viverci (cfr. articolo di oggi sul Sole24Ore).

dante5
Scritto il 16 settembre 2015 at 16:47

silvio66@finanza:
[email protected],

Restiamo ottimisti amico mio che proprio dall Italia sta montando un nuovo umanesimo. Vedremo finalmente la rivoluzione italiana all italiana, diversa da quelle delle altre nazioni in quanto pacifica democratica una vera rivoluzione civica.
………………………
In bocca al lupo marinai

Caro Silvio io una rivoluzione in Italia proprio non ce la vedo, gli italiani sono sempre a lamentarsi dei politici, poi quando si tratta di agire…beh, (quasi tutti) preferiscono andarsi a vedere la partita al bar…intendiamoci, io lo sono meno degli altri, ma capisco che questo è un grave limite, mi dispiace vedere l’inerzia della gente, tutti a rodersi il fegato alla tv o sul web, ma pochi capiscono che interessarsi concretamente è l’unica azione che conta, quello che può cambiare le cose (se non lo fanno i soliti “quattro gatti”, ma diciamo una parte consistente di “popolo”).

Esperienza personale: ogni volta che mi sono fatto promotore di una qualsiasi azione “civica”, ossia che coinvolgesse più persone, costantemente mi sono trovato di fronte ad entusiastiche adesioni verbali e clamorose assenze non preannunciate quando si trattava semplicemente di riunirsi per vedere cosa fare concretamente…ecco perché forse il 50% non andrà a votare alle prossime politiche…”fanno tutti schifo”, quindi continuiamo a lasciar fare a quelli che concretamente si interessano, che faranno pure “schifo” ma almeno loro si mobilitano!

Mai visto vincere una guerra stando in poltrona (per proseguire con la metafora “militare”)!

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Analisi Tecnica Si conferma la rottura ribassista del trading range. L'accelerazione al ribasso
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Il mese di Agosto 2018 ha purtroppo lasciato il segno, sui mercati ma sopratutto sulla città di
Non è passato neanche un mese dalla sua ultima uscita e Donald ha già cambiato idea, bandiere
Basterebbe solo qualche immagine per sottolineare come questa era l'ennesima tragedia annunciata
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
  Atlantia (ex Autostrade SpA) rappresenta per il mercato azionario italiano, la classic
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Stoxx Giornaliero Buongiorno e ben ritrovati, faccio un veloce aggiornamento sulla situazione
Mentre scrivo questo articolo, il mercato delle criptovalute sta passando un momento di profondo