LAMBORGHINI … IDE DI MAGGIO! ” FANTASTICA OPERAZIONE”

Scritto il alle 15:00 da icebergfinanza

“Cesare cade sotto i pugnali dei cospiratori le idi di marzo del 44 avanti Cristo, vale a dire il 15 marzo. Tra loro anche il figlio adottivo Bruto, che poi Dante metterà all’inferno come simbolo di tradimento, insieme a Cassio, altro congiurato, e Giuda. In realtà il vero «traditore» è proprio la vittima in quanto, dopo aver conquistato nuove province e sconfitto Pompeo, si appresta a sopprimere la vecchia Repubblica. Negli ultimi anni di vita è riuscito infatti a farsi nominare «dictator» nel 49, carica poi rinnovata nel 47, divenuta decennale nel 46 e infine trasformata in perpetua dal 44. Tanto da farlo ritenere da molti storici, contemporanei e non, il primo imperatore di Roma. Dunque, per il senso che poteva avere all’epoca, i congiurati sono dei sinceri «democratici» insorti contro un tiranno che vuole sopprimere le antiche libertà.”

Tratto da Le idi di marzo, 23 pugnalate per entrare nella leggenda

Ma facciamo un salto di circa 2000 anni in avanti e vidiamo cosa accade alle IDE di MAGGIO.

Prima una premessa, cosa significa IDE ovvero Investimento diretto all’estero

Detto questo andiamo a vedere cosa è accaduto ieri…

Lamborghini, domani Renzi annuncia intesa per produrre super suv in Italia

E già qui visti i precedenti vi sarebbe tutto il necessario per mettersi le mani nei capelli!

Quando Whirlpool acquistò Indesit il presidente del Consiglio Matteo Renzi non esitò a definirla un’«operazione fantastica» in un’intervista al Corriere della Sera. Oggi che l’azienda annuncia investimenti per 500 milioni di euro ma anche 1350 esuberi, ovvero cinquecento in più del previsto, e la chiusura dello stabilimento di Caserta, forse i contorni dell’operazione tornano a essere meno assoluti. Whirlpool-Indesit

Vi riporto solo una sintesi di quanto è accaduto a Trento con un’altra … “operazione fantastica”

Trento, chiude lo stabilimento Whirlpool a Spini, a rischio 450 posti di lavoro
“Non possiamo non ricordare che questa ha beneficiato in passato di grandi aiuti pubblici, anche quando era evidente il tentativo dell’azienda di operare una pesantissima speculazione immobiliare sui terreni acquisiti a prezzo simbolico dagli enti locali: Allora la Provincia ricomperò a prezzo di mercato le aree che aveva ceduto alla azienda e la Whirpool incasso 45 milioni di euro realizzando una enorme ed ingiustificata plusvalenza di natura immobiliare e speculativa.“
Trento, chiude lo stabilimento Whirlpool

Noooo, ma questa volta noooo, il SUV della Lamborghini è un’altra operazione fantastica immagino.

L’intesa, secondo quanto riferito da una fonte a conoscenza del dossier, prevede che Lamborghini produca in Italia, nello stabilimento emiliano di Sant’Agata Bolognese, il suo nuovo super Suv e raddoppi i lavoratori impiegati nel sito assumendo 350 persone.

“Nella trattativa con Lamborghini il governo ha messo sul piatto intorno a 20 milioni grazie al pacchetto fiscale, l’Ace (aiuto alla crescita economica), la patent box che detassa i proventi di marchi e brevetti, gli sgravi per le assunzioni e la riduzione dell’Irap”, ha riferito la fonte spiegando che si tratta di misure già varate dal governo per tutte le aziende e non messe in campo ad hoc per Lamborghini.

Fino a 50 ulteriori milioni arriveranno dagli sgravi per la Ricerca e Sviluppo “per quattro progetti intorno al super suv”, ha detto ancora la fonte.

L’ultima tranche da 20 milioni sarà stanziata dalla Regione Emilia Romagna attraverso fondi per la formazione.

90 milioni di contributi più i leggendari sgravi fiscali che ovviamente non riguardano in alcun modo le ditte italiane.

Una seconda fonte industriale ha confermato che l’accordo riguarda sgravi fiscali per le assunzioni. Lamborghini, domani Renzi annuncia intesa per produrre super suv in Italia

Tralascio la discussione sui benefici presunti o reali di un investimento estero in Italia, perchè l’argomento è troppo vasto, ricordo solo che IDE significa anche che l’Audi ha acquisito Lamborghini e che tale acquisizione viene registrata come passività sull’estero.

Bene, ma facciamo un piccolo passo indietro. Vi ricordate cosa ho riportato nella premessa del post…

…In realtà il vero «traditore» è proprio la vittima in quanto, dopo aver conquistato nuove province e sconfitto Pompeo, si appresta a sopprimere la vecchia Repubblica.

Pd, la legge sui partiti che fa fuori il M5s (…) voluta da Renzi

Niente di particolare solo la storia che si diverte a fare la rima, Cesare il “dictator”, solo sano gossip politico.

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …

Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio … cliccando qui sopra o sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie.

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (14 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +10 (from 10 votes)
LAMBORGHINI ... IDE DI MAGGIO! " FANTASTICA OPERAZIONE", 10.0 out of 10 based on 14 ratings
23 commenti Commenta
quesalid
Scritto il 27 maggio 2015 at 17:47

OT: Un buon sunto dell’affaire Deutsche Bank (la grandeur Prussiana è, se Dio vuole, ancora più funesta di quella francese)

http://www.zerohedge.com/news/2015-05-27/real-story-behind-deutsche-banks-latest-book-cooking-settlement

john_ludd
Scritto il 27 maggio 2015 at 18:23

quesalid@finanza,

vedi stregone, le elite non sono omogenee nè unite tra loro, ma in lotta per la sopravvivenza. Quale sia la situazione del sistema bancario è STRANOTA a chiunque si occupi del tema a fondo. La BIS sforna da anni papers che dovrebbero far tremare anche i temerari. Appena pubblicato su FT questo articolo ribadisce l’ovvio che tuttavia viene ignorato dal 99% dei polli nell’aia invitati dai banchieri a parcheggiarsi in strumenti non liquidabili. Magari tra una settimana un giornale tedesco sfornerà un articolo analogo sul dissesto di questa o quella banca anglosassone. Sono solo messaggi che i potenti si mandano tra loro. Certo qualcuno di loro lo sa, esattamente come lo so io e altri: non si salverà niente e nessuno ma c’è una gara in corsa a chi dura un tantino di più e una tra le armi da usare è colpire con parsimonia l’avversario.

http://blogs.ft.com/the-world/2015/02/does-germany-have-a-bigger-public-debt-problem-than-greece/

… ma perchè JL è tornato così pessimista ? lasciamo stare il tema energetico per un attimo, che il prezzo basso del petrolio (e sarà ancora più basso) rende i tacchini felici come il periodo che precede il giorno del ringraziamento; recentemente ho ripreso il tema demografico, mi sto ri-documentando e se il tema energetico preoccupa questo cosa dovrebbe produrre nell’animo della gente ? In Italia come in altri paesi l’età mediana è oltre i 43 anni, la percentuale di occupati è già ora troppo bassa rispetto la quantità di ritirati e/o non occupati e continuerà a calare. Lo sarebbe ANCHE se la disoccupazione per incanto si riducesse a livello di quella giapponese dove la demografia è una campana a morte per il paese del sol levante. In America la demografia è nettamente migliore di tutti i paesi dell’eurozona e del Giappone ma la situazione è pure là ormai ineluttabilmente indirizzata verso il collasso. Questo blogger spende un sacco di tempo a confezionare tabelle e grafici, è piuttosto bravo:

http://econimica.blogspot.it/2015/05/2008-was-tremorwhy-main-event-is-still.html

Oppure uno si può leggere più corposi studi, come quello di Tim Morgan, tutti pubblici, tutti gratis. Le informazioni ci sono TUTTE. Questo ciclo ha raggiunto il proprio picco attorno al 1970. Siamo molto avanti lungo la discesa. Il collasso di questa era è vicino, ineluttabile, chi prima, chi un pò dopo. Godetevela finchè dura, al resto penserà la storia che non finisce mai.

quesalid
Scritto il 27 maggio 2015 at 19:14

L’articolo di FT è firmato da tal Ferdinando Giugliano, per il quale linkedin fornisce il seguente cursus honorum

Economics Correspondent
Financial Times
January 2015 – Present (5 months)London, United Kingdom

Write about the UK and global economy for the FT
Global Economy News Editor
Financial Times
March 2014 – December 2014 (10 months)London

Steered coverage on global economy stories for the FT
Leader Writer
Financial Times
October 2011 – March 2014 (2 years 6 months)London, United Kingdom

Wrote the editorial comments of the newspaper and occasionally contribute to the op-ed pages.
Lecturer in Economics
Pembroke College Oxford

October 2007 – June 2011 (3 years 9 months)Oxford, United Kingdom
Consultant – Economic History Division

Banca d’Italia
July 2010 – October 2010 (4 months)Rome Area, Italy
Intern – Economics Desk

La Repubblica
July 2008 – September 2008 (3 months)Rome Area, Italy
Worked as a reporter, chasing and writing stories.

Intern – Financial Services and Competition Policy Divisions Oxera
July 2007 – August 2007 (2 months)Brussels Area, Belgium

Intern – Financial Services Division Oxera
July 2006 – August 2006 (2 months)Oxford, United Kingdom

Insomma, uno dei numerosi lavoratori coatti da onanismo monoculturale che questa civiltà è stata capace di produrre e pure, a quanto pare, un compatriota (dal nome, di probabili radici campane). D’altra parte da flessibile popolo di genio, quale la storia ci ha modellato, ci adattiamo alla bisogna – probabile contratto da precariato di livello (“lavoro per FT” è una buona illusione per sedare la mancanza di altre possibilità). Notabili le puntatine in Repubblica e Banca d’Italia. Definitivamente un non raccomandato e, in quanto tale, raccoglie tutta la mia solidarietà.

soltero
Scritto il 27 maggio 2015 at 19:49

tranquillo JD..max 100 anni e non nascerà più neanche un,italiano
1963 anno con più nascite abbiamo passato il milione di un po’
l,anno scorso si e no 400.000
la curva di decremento negli ultimi anni è addirittura paurosa
non c,è neanche bisogno di scomodare scienzati o psicologi, basta andare in qualsiasi scuola elementare italiana e domandare delle iscrizioni negl,ultimi anni per rendersi conto della gravità, certo i bambini saranno più o meno uguale di numero ma si noterà immediatamente che i figli degl,immigrati stanno avendo il sopravvento gl,italiani sono troppo indaffarati o coinvolti a seguire le sirene della finanza

john_ludd
Scritto il 27 maggio 2015 at 20:14

soltero@finanza,

“gli italiani sono troppo indaffarati o coinvolti a seguire le sirene della finanza…”

non credo sia così. Penso sia l’opposto. Gli italiani, come i tedeschi, i giapponesi etc… sono diventati tra i più ricchi popoli della storia molto in fretta in sole due generazioni a seguito della fine della seconda guerra, sfruttando al meglio condizioni storiche uniche. Insieme alla nuova ricchezza è andata calando l’attitudine sociale, il ruolo della famiglia e tutto il corredo, in quanto inutile e controproducente nel contesto della nuova forma di società ipersonica e ipercinetica. Quando tutto sembrava puntare verso una continua e iperbolica crescita del benessere materiale ecco che imporvvisamente la crescita si ferma e addirittura inizia il calo, rapido. Nessuno è mentalmente preparato, nessuno è tecnicamente preparato, è una situazione ritenuta IMPOSSIBILE. Non viene messa in atto alcuna risposta razionale ma al contrario si ignorano le cause reali aumentando la velocità del processo di disgregazione. La paura prende il sopravvento, ma viene taciuta, la sensazione generale è di precarietà, l’età media è avanzata, l’energia e l’attitudine mentale di un padre/madre quaratenne non è lo stesso di un ventenne. La natalità crolla, mentre permane su livelli elevati tra gli immigrati per i quali la magra situazione del paese di adozione è comunque un grande passo avanti rispetto il luogo di origine. La ruota gira, la grande macchina della storia di cui non conosciamo i meccanismi, se ne sbatte del fatto che io o te siamo italiani o giapponesi. I nostri antenati sono arrivati dal centrasia alcuni millenni fa, siamo tutti immigrati. La storia se ne sbatte del colore della tua pelle, di patrie e nazioni, è un sistema di selezione e la modalità della selezione non lo decidiamo noi se non per brevi e casuali monenti nei quali ci inganniamo di poter decidere il corso della storia per sempre, ma non è così.

PORTELLO
Scritto il 27 maggio 2015 at 20:52

JOHN senza volerlo mi hai risposto ad un post che ho scritto sull’ ultimo thread di intermarket…

soltero
Scritto il 27 maggio 2015 at 21:34

john_ludd@finanza,

JL
condivido in tutto e per tutto

bano
Scritto il 27 maggio 2015 at 21:42

soltero@finanza,
ecco un validissimo esempio controcorrente e sarebbe da premiare anzi superpremiare
http://www.ladige.it/territori/non-sole/2015/05/26/arrivato-cristian-lultimo-dono-ad-attenderlo-mamma-pap-10-fratelli

ndf
Scritto il 28 maggio 2015 at 09:07

stanziale@finanza,

Inquietante, molto.

icebergfinanza
Scritto il 28 maggio 2015 at 10:51

Oggi siamo in diretta su https://twitter.com/icebergfinanza

madmax
Scritto il 28 maggio 2015 at 11:14

Scusate…adesso mi tocca fare il “premier” ma perche’ gufate sulla Lamborghini?
Capisco lo sdegno della Whirpool ma se ogni cosa deve andare male allora tiriamoci un colpo in testa! Non e’ per caso che pure i santi trentini stanno prendendo abitudini diciamo elastiche come il ricomprare i terreni alla Whirpool?
Lo so che sembrero’ provocatorio, pure a difesa del premier, ma prendo un proverbio Texano che dice: continua a fare cio’ che fai e continuerai ad avere cio’ che avrai!!!
Capisco lo smarrimento di tanti, ma secondo me stiamo dando un potere alla politica maggiore di quanti si pensi, aspettiamo che risolvano i nostri problemi, ma oggi sembra che tutti stiano ad aspettare qualcosa dai politici!

Non so come andra’ a finire in Lamborghini, ma mi auguro che sia un successo, guardacaso sono pure loro Krukki, la Lamborghini fa parte del Gruppo Audi/Porsche, ma non datemi di nuovo del filo-krukko.

Va ricordato che nacque proprio dallo sgarbo che Ferruccio costruttore di trattori ricevette da Ferrari quando cercava di spiegari che le sue auto avevano tanti problemi di meccanica.
Ripeto non voglio difendere il premier (non facciamo sempre un discorso di parte) ma se la Lamborghini avra’ successo saro’ solo contento di far vedere come se vuoi fare cose belle con il cuore devi andare nella terra di motori!

icebergfinanza
Scritto il 28 maggio 2015 at 12:10

madmax,

Mi spiace ma non con 90 milioni di aiuti statali … NO! 500 persone assunte sono il nulla rispetto ad un investimento statale di 90 milioni!

kry
Scritto il 28 maggio 2015 at 13:03

Con cifre anche inferiori a 10 milioni si sono persi molti più posti di lavoro con relativo indotto. La domanda è sempre la stessa perchè li ( ora ) si e per gli altri ( prima ) no ?

sherpa
Scritto il 28 maggio 2015 at 13:47

icebergfinanza,

“Mi spiace ma non con 90 milioni di aiuti statali … NO! 500 persone assunte sono il nulla rispetto ad un investimento statale di 90 milioni!”
Piccolo particolare che fa la differenza.
E poi domenica tornata elettorale e tutto fa brodo.

silvio66
Scritto il 28 maggio 2015 at 17:44

madmax,

Ciao Madmax,
hai intuito il nocciolo della questione senza tuttavia centrarlo. I politici hanno volutamente ceduto quote di sovranità per togliersi le responsabilità e campare di rendita. Proprio come gli italiani vogliono qualcuno che decida per loro, così hanno fatto i politici nei confronti dell’europa. Noi abbiamo ceduto la sovranità monetaria, (pilastro fondamentale di ogni stato del mondo) in cambio di niente di adeguato che lo sostituisse. Si era deciso per un’unica risorsa atta alla crescita, visto che il trattato riserva agli stati la crescita ricordiamolo, L’indebitamento dentro certi limiti. i famosi 3 e 60 per cento, ma sono stati volutamente vanificati dall’introduzione nel regolamento datato 1996 e firmato guarda caso da mario monti, eh a saperle prima le cose vero? proprio lui, l’allora sconosciuto bocconiano che ci troveremo presidente del consiglio dodici anni dopo, che introduceva i presupposti del principio di pareggio di bilancio evolutosi fino al fiscal compact di oggi. Fin dall’inizio si è voluto strangolare il sistema, e alla prima crisi internazionale i capitali che così generosamente si erano sparsi nel territorio, improvvisamente sono rientrati in patria lasciando terra bruciata. Tutto maledettamente voluto, perseguito e sfruttato fino ad oggi nell’omertosa complicità di tutta la nostra classe politica che mai hanno detto niente sulla questione e visto il grado di cultura generale è possibile che molti non l’abbiano mai nemmeno compresa. Cosa vogliamo dai politici dici, che spieghino queste cose agli italiani facendogli comprendere il mondo in cui vivono per prima cosa, e successivamente cedere il passo dopo un tempo adeguato alla folta capacità di avvicendamento che offre la società civile italiana che personalmente reputo molto migliore dell’attuale classe dirigente.
Buona Serata

stanziale
Scritto il 28 maggio 2015 at 19:10

icebergfinanza,

e Kry-Sherpa–voglio fare un commento molto MODERATO: con 90 milioni si poteva comprare un bell’obice 380 da corazzata, da piazzare sul brennero!

kry
Scritto il 28 maggio 2015 at 19:53

stanziale@finanza,

E dai te lo faccio io un commento … che ti piace. 1500€ x 12 mesi = 18000 x 10 anni = 180.000 x 500 operai = 90.000.000. Quanto paghiamo d’interessi all’anno sul debito? … per niente. Dimenticavo con l’obice dove mireresti?

stanziale
Scritto il 28 maggio 2015 at 20:57

kry@finanza,
Guarda, ero incerto se fare un commento come quello che hai fatto tu, allora si potrebbe fare una via di mezzo: 90 milioni a finmeccanica purche’ assuma 3500 operai per costruire un po’ di obici per riattivare il vallo alpino. Ecco uno dei primi provvedimenti di un governo sovrano.

sherpa
Scritto il 29 maggio 2015 at 00:42

stanziale@finanza,

kry@finanza,

E invece 90 mln nostri finiranno a finanziare un azienda italianen e mi sa che Eumerkel stavolta non protesterà per gli “aiuti di stato”.
Poi andrà sicuramente tutto bene e la Lamborghini ne trarrà beneficio e con essa i suoi operai, ma le circostanze e la tempistica (elezioni) mi lasciano perplesso.
Spero che almeno la proprietà investa almeno altrettanto.

stanziale
Scritto il 29 maggio 2015 at 07:39

sherpa@finanza,

kry@finanza,

Subiamo la colonizzazione dei nostri ingombranti vicini, ed a sua volta l’europa e’ colonizzata, come dimostra Bottarelli alla fine nel suo articolo http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2015/5/29/SPY-FINANZA-La-bomba-cinese-puo-far-male-all-Italia/612702/

sherpa
Scritto il 29 maggio 2015 at 08:22

stanziale@finanza,

Deprimente, anche perché vie di uscita non ne vedo.
Abbiamo una classe dirigente incapace di gestire qualsiasi cosa, figurarsi una crisi epocale.
Colpa anche di noi elettori? Io non riesco a scorgere nessun fenomeno tra i candidati.

logan
Scritto il 31 maggio 2015 at 16:02

sherpa@finanza,

Audi investirà poco meno di 1 miliardo di euro in Lamborghini a fronte dei 90 milioni di agevolazioni pubbliche. Mi sembra una ottima operazione che porta a raddoppiare il plant di S. Agata.
Su q

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
La commissione Affari economici e monetari del Parlamento europeo ha rivisto la bozza di normati
Se vi domandate come mai la borsa USA continua ad essere fortissima, soprattutto se confrontiamo
Ftse Mib: l'indice italiano tenta in apertura il superamento dei 20.500 punti. Importante la chiusur
Inutile nascondersi dietro un dito. Per gli investitori, la tragedia del Ponte Morandi di Genova
Che vi dicevo, non passa neanche una settimana dalla benedizione del dollaro forte che il nostro
Si delinea sempre più forte il decoupling tra l'andamento della borsa USA e quello degli altri li
Analisi Tecnica Si conferma la rottura ribassista del trading range. L'accelerazione al ribasso
DJI Giornaliero Buonasera, eccoci di nuovo con l’analisi sullo storico indice americano.
Stoxx Giornaliero Buongiorno, per una manciata di punti non si è materializzato lo swing inc