GRECIA: L’AMERICA MINACCIA LA GRECIA!

Scritto il alle 10:00 da icebergfinanza

Vi piace il titolo è solo la sintesi di quello che l’istituto Luce, i media di questo Paese hanno offerto ieri, date un’occhiata qui sotto…

Immagine

 

Fantastico frame davvero, lo scopo è di far credere al mondo intero che l’America stia strigliando solo la Grecia, minacciandola di serie conseguenze, si proprio loro gli americani che hanno devastato il mondo con la loro spazzatura finanziaria!

Invece la verità è un’altra ovvero quella raccontata in diretta dal ministro delle finanze greco Varoufakis…

Immagine

Chiaro ora come funziona l’istituto Luce in Italia ma non solo… Egli ha aggiunto che potrebbe daneggiare anche l’Europa, consigli su entrambi i lati, ovvero il “suggerimento” è arrivato ad entrambi, ma così sembra che si tratti solo della Grecia.

Date un’occhiata qui sotto, capito perchè gli americani sono preoccupati, non certo per la Grecia o l’Europa…

Immagine

Francamente dei 40/60 miliardi che potrebbero saltare in caso di fallimento della Grecia, non mi importa nulla, chiedeteli a tutti coloro che in Parlamento hanno votato a favore dei fondi di salvataggio MES per salvare le banche francesi e tedesche, mentre qualcuno si faceva terrorizzare nel proprio portafoglio, ovvero suggeriva di fuggire dai titoli di Stato.

Inoltre giusto per mettere i puntini sulle i, ieri la BCE non ha fatto alcun favore alla Grecia, mentre la Banca centrale greca chiedeva almeno 10 miliardi per far fronte all’emergenza, la BCE ne ha aggiunti solo altri 3 e per sole 2 settimane, attraverso l’Emergency Liquidity Assistance, lo strumento attraverso il quale gli istituti di credito greci possono ancora prendere in prestito denaro dalla BCE.

Varoufakis come abbiamo visto è uno specialista della teoria dei giochi, il “chicken game” gioco del pollo o del coniglio come preferite, comporta uno scontro frontale finale a meno che all’ultimo minuto qualcuno non sterzi dimostrando paura.

Non credo che oggi sia finita, ma stiamo a vedere, la settimana è ancora lunga. Tempi interessanti i sicari dell’economia sono al lavoro e come insegna John Perkins, quando soldi o dissuasione non servono, si fa recapitare una pallottola d’argento al politico di turno.

Buona consapevolezza!

Per chi vuole contribuire liberamente al nostro viaggio cliccando qui sopra è in arrivo l’analisi “Machiavelli 2015: esplosione deflattiva!” orizzonti e visioni per il 2015 e “Machiavelli 2015… la virtù e la fortuna.” Il Tuo sostegno è fondamentale per il nostro lavoro…

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …

Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio … cliccando qui sopra o sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.4/10 (25 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +20 (from 22 votes)
GRECIA: L'AMERICA MINACCIA LA GRECIA!, 9.4 out of 10 based on 25 ratings
Tags: ,   |
39 commenti Commenta
reragno
Scritto il 19 febbraio 2015 at 10:56

In questo mondo dove la democrazia è una parola priva di significato, perchè tutto ci viene fatto passare sopra la testa convincendoci che è per il nostro bene, è necessario che le persone sfruttino la rete come unica arma per acquistare consapevolezza di quello che sta succedendo nel mondo ogni giorno. Questo è un blog favoloso, ce ne solo altri che si occupano di altri rami di informazione. Solo un popolo consapevole della realtà può decidere il proprio futuro. Questo è quello che il regime non vuole. Anestetizzare il cervello fino al punto di avere il completo controllo delle masse è uno dei cardini su cui si basa il nuovo ordine mondiale. Poi si passerà sempre per il nostro bene al chip infracutaneo.
Io mi auguro che presto finisca questo periodo, ma non so proprio come potrà uscire l’umanità dal baratro in cui si sta cacciando.

madmax
Scritto il 19 febbraio 2015 at 10:58

Fanno solamente quanto farebbe il padrone del mondo!
Certo ci scandalizziamo ma occorre pure guardare in faccia la realtà gli US sono i soli padroni del mondo, hanno scatenato un numero di guerre enormi negli ultimi anni (Afghanistan, Iraq, Primavera Araba, Libia, Siria) senza portare a nulla, il presidente ha pure preso in Nobel per la pace :) no scusate mi correggo hanno portato terrorismo ed instabilita’ in Europa.
Ci spiano come e quando vogliono (pure la Tedeskona Cancelliera) e hanno messo su con Equation Group piu’ sofisticato sistema planetario di controllo informatico con la complicità delle ditte informatiche.
E mo con il Trattato Transatlantico di scambio ci faranno mangiare plastica ed ormoni…a tutto beneficio della LORO bilancia commerciale oggi la EU ha il surplus di scambio non loro.
Per loro la Grecia oggi rappresenta poco più’ che il classico Cigno Nero :) la variabile impazzita che potrebbe sconvolgere i piani del manovratore.
Oltre la sfera del tuono :)
p.s. Non pensiate che sia anti-americano, io amo la popolazione, specialmente i texani, ma dubito dei loro governanti :) non confondere mai popolo con governi!

draziz
Scritto il 19 febbraio 2015 at 10:59

Alla “Grande e Democratica” Amerika potrebbe non piacere l’arrivo dell’Orso Russo nel mediterraneo?
Le coste della Grecia sono posizionate bene…
Un prestito Russo, a fondo perduto (a 40 o 50 anni è praticamente tale…) andrebbe valorizzato…

john_ludd
Scritto il 19 febbraio 2015 at 10:59

In Francia inflazione negativa per la prima volta da 5 anni. A gennaio è risultata negativa per la prima volta negli ultimi cinque anni. I prezzi al consumo sono calati di 1,1% su dicembre e il tasso anno su anno si è attestato a -0,4%.
Per individuare l’ultima volta in cui il tasso annuale di inflazione è stato negativo occorre risalire all’ottobre 2009, quando si attestò a -0,2%. Le elezioni presidenziali sono tra due anni, ovvero stiamo per entrare in campagna elettorale. A oggi, la probabilità che Le Pen sia il prossimo presidente è molto alta, l’unico altro candidato pare il redivivo Sarkozy, il quale sta tentando di cavalcare la carta nazionalista (assai poco credibile) mentre per i socialisti i sondaggi mostrano numeri da prefisso telefonico. Il QE, tra le altre “strane coincidenze” terminerebbe proprio alla vigilia delle elezioni francesi.

john_ludd
Scritto il 19 febbraio 2015 at 11:02

madmax,

“gli US sono i soli padroni del mondo”

penso che tu abbia visto troppi film con John Wayne e conseguentemente perso di vista quanto avvenuto sul pianeta terra negli ultimi decenni. No, gli USA NON sono i padroni del mondo, fanno ormai fatica persino a essere padroni nei loro tradizonali orti di casa. Su sveglia !

PORTELLO
Scritto il 19 febbraio 2015 at 11:07

credo che apple e google chi più’ chi meno siano i veri padroni del mondo seguiti da alcune aziende energetiche e di beni di consumo
più’ le solite famiglie storiche e alcune famiglie che controlla i media e qualche regime dell’ Asia

ma credo che apple e google controllino almeno potenzialmente un 10-15% di quello che accade nel mondo

reragno
Scritto il 19 febbraio 2015 at 11:20

PORTELLO,

Fra le Famiglie in primo piano i Rotschild

kry
Scritto il 19 febbraio 2015 at 11:41

Trovata la risposta a tutti i problemi. Sembra che la FED stia varando un nuovo QE per aquistare ….. http://redazione.finanza.com/2015/02/18/kepler-22b-186f-immagini-pianeta-abitabile-missione-nuova-terra/?_ga=1.175484962.1614591719.1387386665
PORTELLO,

reragno@finanzaonline,
Io penso che quelle che riescono ad influire di più siano leMULTINAZIONALI farmaceutiche/chimiche.

kelcri
Scritto il 19 febbraio 2015 at 12:13

madmax,

“E mo con il Trattato Transatlantico di scambio ci faranno mangiare plastica ed ormoni…a tutto beneficio della LORO bilancia commerciale oggi la EU ha il surplus di scambio non loro.”

In questa cosa sono ottimista. La vedo dura passare a quel trattato con il continuo scontro verbale tra la Merkel e gli USA. Passerà se e solo se converrà alla Germania e alle aziende/banche tedesche. Per ora non vedo come questo possa succedere

gnutim
Scritto il 19 febbraio 2015 at 12:15

Velenooooooo il tuo governo ha fatto cose ottime è evidente, peccato che la matematica proprio non sa cosa sia, ha sbagliato a fare i calcoli e ha fatto pagare di più i poveretti e di meno i ricconiiiii sulle proprie case.

Attendiamo quindi una pronta rettifica delle norme sull’Imu per non smentire le parole del premier.

http://consulenza.soldiweb.com/notizie/casa-stangata-fino-al-40%25-sulle-rendite-piu-basse

atomictonto
Scritto il 19 febbraio 2015 at 12:15

john_ludd@finanza,

The US is the only country and force on the planet that has made any significant move to build an effective space military infantry and structure program.
Demography and genetics will challenge the survival of the caucasian race, which stands only for the 8% of the total but controls over 60% of the world’s resources, in favor of the Asiatic and the only actual possibility of survial will be to have a solid foot into future military space confrontations.
It’s not casual that the only other country that has any kind of military space program intended to form tomorrow’s orbital army is China.

reragno
Scritto il 19 febbraio 2015 at 12:19

riporto anche questo sull’argomento: http://www.ilgrandebluff.info/2015/02/il-nostro-orizzonte-tra-la-follia-della.html

aorlansky60
Scritto il 19 febbraio 2015 at 12:31

eh eh eh… proprio quello che pensavo… avevo già letto da qualche parte che gli USA si fossero impelagati più di altri nella “dirty marmalade” negli ultimi anni, ma fino a questo punto :

USA = 508
U.K. = 554

…era facilmente immaginabile il motivo per cui gli anglosassoni si sono attivati ieri (con una tale enfasi)… :lol:

veleno50
Scritto il 19 febbraio 2015 at 12:32

gnutim@finanza,

Non fare il burattino con me, non hai capito una mazza di quello che ho scritto. Tutto dipende dalla rendita catastale e dalla classificazione dell’immobile A/1 A/2 A/3 etc in più la percentuale applicata dal tuo comune.Se Dante gentilmente vuole dire qualcosa come esperto lo ringrazio vivamente.Gnutin non fare come il professorino che si mette a dare i numeri di casa sua.buon pranzo

john_ludd
Scritto il 19 febbraio 2015 at 12:35

atomictonto@finanza,

quindi che kazzo vuole dire, che arriva Darth Fener e la morte nera ? … ma riguardati balle spaziali del grande Mel Brooks che ti fa bene !

aorlansky60
Scritto il 19 febbraio 2015 at 12:35

@Draziz

“Alla “Grande e Democratica” Amerika potrebbe non piacere l’arrivo dell’Orso Russo nel mediterraneo?
Le coste della Grecia sono posizionate bene…
Un prestito Russo, a fondo perduto (a 40 o 50 anni è praticamente tale…) andrebbe valorizzato…

ecco, questa è un osservazione pertinente, imho… non posso non pensare che Tsipras, messa com’è la Grecia alle strette, non l’abbia presa in considerazione…

aorlansky60
Scritto il 19 febbraio 2015 at 12:48

Gnutim & Veleno :

ah ah ah ah :lol:

:mrgreen:

…ma che bella confusione! :

http://consulenza.soldiweb.com/notizie/casa-stangata-fino-al-40%25-sulle-rendite-piu-basse

ooops, oggi è comparso anche questo :

https://it.finance.yahoo.com/notizie/istat-italia-quartultima-ue-per-104848667.html

“italia seconda per tasse in EU” – “In Italia pressione fiscale al 43,3%”

…ma come seconda per tasse????? Istat che stai a ‘ddì????
il ns simpatico premier sostiene che non ha alzato di un solo € la pressione fiscale agli italiani, suvvia!… :lol:

…più comici loro, altro che “balle spaziali” e Mel Brooks…
:lol:

draziz
Scritto il 19 febbraio 2015 at 14:23

aorlansky60,

Con una mimica sfacciatamente uguale ad un comico britannico, ora si è impadronito anche dei segreti del gioco delle tre tavolette (o delle tre carte)…
Non c’è che dire: anche con il Premier questa nazione esprime sempre il meglio di sé…

gnutim
Scritto il 19 febbraio 2015 at 14:49

veleno50@finanza,

bla bla bla

andrea4891
Scritto il 19 febbraio 2015 at 16:27

tanto per portarci avanti col lavoro …………….

a chi dite che spedirano la pallottola d’argento questa volta ??

1 – a Tsipras ?

2 – a Varoufakis ?

3 – a entrambi ???

tirlusa
Scritto il 19 febbraio 2015 at 16:53

Dati economici americani in continuo deterioramento…..il proclama di Obama sulla crisi finita rischia di passare agli annali delle gaffes più clamorose della Storia. Ma l’S&P 500 viaggia beatamente sui 2100.
L’UE è un colabrodo politico di presuntuosi, spero soltanto che Tsipras e il suo ottimo ministro non cedano. Ma il Dax viaggia beatamente sugli 11.000!!
Siamo alle comiche finali, le banche centrali acquistano azioni….probabilmente sono gli unici acquirenti. Mi chiedo chi e come potrà porre fine a questa buffonata e restituire l’economia ai suoi fondamentali.
Mercati pilotati, tassi a zero, un povero risparmiatore corre rischi immani. Un povero disoccupato non ha nessuna possibilità di riscatto fino a quando la finanza drogata sarà più conveniente dell’economia reale impedendo il normale funzionamento del mercato del credito.
Chi farà saltare per aria questo castello di carte? Con quali strumenti? Ma che siamo alle comiche finali mi pare evidente….

d
Scritto il 19 febbraio 2015 at 17:06

aorlansky60,

Non sapevi che la pressione fiscale in Italia è scesa nel secondo semestre 2014 di qualche decimale?
Sai perché? Perché nel computo del PIL hanno inserito prostituzione, contrabbando e vendita stupefacenti, incrementando il PIL. poichè tuttavia tali attività non corrispondono imposte, nella media la pressione è scesa… Ma non ditelo a Veleno, mi raccomando

madmax
Scritto il 19 febbraio 2015 at 17:57

kelcri@finanza,

Kelcri,
La Germania non esporta cibo vero come noi e la Francia, solo auto :) ad esempio da Lidl provate a guardare quanto cibo simil-italiano vi propinano e a fatica capite dove lo producono.
Poi con il Trattato le Multinazionali potranno portare in giudizio arbitrato un. Governo o una Nazione!!! Dove si e’ mai visto? Questo uccide la democrazia, faccio una legge antifumo e chi produce sigarette mi porta in causa perhce’ vende meno e si sente danneggiata??
Mi sa che a forza di guardare film di libero mercato in cui tutti vissero felici e contenti ci siamo “fumati” il cervello.
Poi quando arriveremo alla parita’ Usd=Euro tutti grideranno al boom delle esportazioni senza pensare che in EU le aziende agricole hanno in media 20 ettari mentre in US hanno 200 ettari…ma non esiste paragone come qualita’ del cibo, tipicita’ ed altro….scusate ma io non voglio mangiare, pensare e morire da americano! Voglio i miei tortellini :)

dante5
Scritto il 19 febbraio 2015 at 18:25

veleno50@finanza:
[email protected],

Non fare il burattino con me, non hai capito una mazza di quello che ho scritto. Tutto dipende dalla rendita catastale e dalla classificazione dell’immobile A/1 A/2 A/3 etc in più la percentuale applicata dal tuo comune.Se Dante gentilmente vuole dire qualcosa come esperto lo ringrazio vivamente.Gnutin non fare come il professorino che si mette a dare i numeri di casa sua.buon pranzo

la brutta vicenda delle tasse sulla casa purtroppo è’ la triste eredità’ del governo Monti, che dovendo raccogliere velocemente 40 mld penso’ di ricorrere ad una tassazione straordinaria sugli unici beni che per loro natura non possono sfuggire all’imposizione fiscale: gli immobili.
Purtroppo i governi successivi hanno continuato a sfidare l’impopolarità applicando tagli sui trasferimenti ai Comuni ed obbligandoli cosi’ a mantenere alte aliquote. Il mio Comune dal 2010 ha triplicato le entrate tributarie, ed è’ evidente che tutto questo è’ avvenuto grazie alla IUC (la trimurti Imu-Tasi-Tarsu). Però’ i tagli di entrate da trasferimenti sono stati ugualmente importanti, quindi è’ evidente che la responsabilità’ e’ del governo centrale. Darla a Renzi o al Mef e’ onestamente poco importante, ad onor del vero Renzi non ha mai speso troppe promesse di abbassamento della tassazione delle case, coloro che ne hanno sproloquiato recentemente (Camusso, ecc.) pensavano di controbilanciare le minori entrate con una patrimoniale straordinaria sui “ricchi”, che ovviamente sono tutti meno i disoccupati ed i pensionati al minimo, continuando cosi’ ad alimentare un’invidia sociale che non mi fa preferire di certo il filone-Cgil rispetto al Partito della Nazione.
Se vogliamo stare sul “tecnico”, come richiesto da Veleno, la promessa non mantenuta di Renzi in questo campo e’ stata solo quella di semplificare le cose reintroducendo un’imposta unica sulla casa che sia tale, purtroppo il progetto non prevedeva un calo del peso impositivo ma solo una “unica sigla”. Attenzione che oltre all’Imu e per la chi la paga la Tasi il vero macigno che incombe sui contribuenti e’ spesso la Tari, che nei casi di attività’ come bar, ristoranti, parrucchieri, e’ arrivata a 7 volte la precedente Tarsu. In questo caso la colpa è’ anche degli enti locali, che nella smania di avere gettito hanno approvato tariffe spropositate.

Quindi in questo non me la prendo particolarmente con Renzi, che però una colpa ce l’ha: ha applicato gli ennesimi “tagli lineari” ai Comuni, senza distinguere tra quelli “bravi” e quelli “lavativi”, costringendo così a mantenere alte le tasse anche nei Comuni virtuosi. Il taglio lineare e’ molto facile da concepire ma è’ profondamente ingiusto, ed è poi il motivo per cui non si è’ voluta fare la “spending review”, finita rapidamente nel dimenticatoio con soddisfazione del ceto politico italiano. Una vera spending review avrebbe penalizzato i grandi Comuni, dove i deficit e gli sprechi veri sono di grande impatto, e premiato molti piccoli comuni, ma in Parlamento siedono i rappresentanti dei primi e non dei secondi.
Chiudo ammonendo che il peggio non è’ alle spalle: con la prox. Riforma del catasto aspettiamoci di pagare tutti più’ tasse all’insegna della “più’ equità”. Coloro che si Vedranno calare le rendite saranno solo i proprietari delle case dei quartieri malfamati, che tipicamente sono gli speculatori e non i piccoli proprietari…

draziz
Scritto il 19 febbraio 2015 at 18:27

madmax,

BRAVO MADMAX !!
Approvo in pieno questo tuo pensiero sull’alimentare Italiano.
Siamo sempre stati una spina nel fianco di molte nazioni che non sanno fare di meglio che scimmiottare il food italiano semplicemente perchè ha un mercato enorme.
Butto lì un pensiero che da tempo mi tortura:
non avete pensato che l’aumento della popolazione mondiale e lo sfruttamento eccessivo delle terre coltivabili finirà per produrre una carenza di alimenti e della disponibilità di questi per tutti?
Le multinazionali stanno già intervenendo, grazie anche alle normative proposte in ambito europeo lo si vede, per controllare il cibo, la sua produzione e sarà pure la sua distribuzione ed accesso per tutti.
Chi avrà soldi mangerà normalmente, chi non li avrà si nutrirà di…pastiglie, ad alto contenuto calorico e vitaminico, senza colesterolo e senza potenziali microbi…
Fantascienza? Sarà…

veleno50
Scritto il 19 febbraio 2015 at 19:08

dante5@finanza,

Grazie molto gentile .Buona serata

capitan_harlok
Scritto il 19 febbraio 2015 at 19:24

draziz@finanza:
madmax,

BRAVO MADMAX !!
Approvo in pieno questo tuo pensiero sull’alimentare Italiano.
Siamo sempre stati una spina nel fianco di molte nazioni che non sanno fare di meglio che scimmiottare il food italiano semplicemente perchè ha un mercato enorme.
Butto lì un pensiero che da tempo mi tortura:
non avete pensato che l’aumento della popolazione mondiale e lo sfruttamento eccessivo delle terre coltivabili finirà per produrre una carenza di alimenti e della disponibilità di questi per tutti?
Le multinazionali stanno già intervenendo, grazie anche alle normative proposte in ambito europeo lo si vede, per controllare il cibo, la sua produzione e sarà pure la sua distribuzione ed accesso per tutti.
Chi avrà soldi mangerà normalmente, chi non li avrà si nutrirà di…pastiglie, ad alto contenuto calorico e vitaminico, senza colesterolo e senza potenziali microbi…
Fantascienza? Sarà…

MA non saprei dirti, sta di fatto che per mio conto ti assicuro che con il pezzetto di terreno che ho posso tranquillamente tirarci fuori il 90% di ciò che puo aver bisogno una famiglia media di 5-6 persone quindi per me possono prendere qualsiasi pillola vitaminica e morire gonfi come i tacchini

d
Scritto il 19 febbraio 2015 at 19:24

dante5@finanza,

Altro che tagli lineari ai Comuni, lo sapete cosa è la centrale unica degli appalti?
E poi parlavano di feralismo fiscale. il Moloch sta ingoiando tutto

d
Scritto il 19 febbraio 2015 at 19:25

Chiedo scusa, lapsus freudiano, non feralismo fiscale, ma federalismo fiscale, però adesso che ci penso è vero il primo…

capitan_harlok
Scritto il 19 febbraio 2015 at 19:31

andrea4891@finanzaonline:
tanto per portarci avanti col lavoro …………….

a chi dite che spedirano la pallottola d’argento questa volta ??

1 – a Tsipras ?

2 – a Varoufakis ?

3 – a entrambi ???

ANDREA: scusami ma quindi mi sembra di aver capito che alla fine della fiera i greci sono stati PIEGATI dalla TROIKA e porteranno a casa le briciole ……….Alla faccia che dovevano essere la chiave che avrebbe portato ad un cambiamento delle regole e un ripensamento a livello istituzioni europee dove con l’austerità non si cresce ma si “SCHIATTA ” a Tsipras e Varoufakis è gia tanto che i tedeschi e compagnia cantante non gli diano due calci nel culo dicendogli di tornarsene al proprio paese e di starsene buoni e zitti ……………….
Il sogno di un cambiamento è durato una “scoreggia “……

signor pomata
Scritto il 19 febbraio 2015 at 22:48

Capitano o mio capitano, quell” occhiolino in un primo momento non l” ho capito, poi leggendo la risposta che hai dato a un altro marinaio ma che sembrava tanto la risposta alla mia domanda o dato via a operazione fogna ossia the big deb def.
Comunque un” altra volta spero che userai qualcosa di più consono a una nave…tipo una sirena che ci spacchi i timpani o un campanaccio arrugginito dalla salsedine.
Gli effetti speciali piacciono a tutti.
Un saluto capitano e in bocca alla balena.

aorlansky60
Scritto il 20 febbraio 2015 at 08:03

Dante5
“Quindi in questo non me la prendo particolarmente con Renzi, che però una colpa ce l’ha: ha applicato gli ennesimi “tagli lineari” ai Comuni, senza distinguere tra quelli “bravi” e quelli “lavativi”, costringendo così a mantenere alte le tasse anche nei Comuni virtuosi.”

Una colpa determinante.

Ma vedi, non è tanto il fatto di essere tartassato che a me personalmente dà fastidio (ormai ci ho fatto l’abitudine in qualità di lavoratore dipte) : non andassero a sbandierare, renzi e le sue oche ogni volta che ne hanno l’occasione, che “per la prima volta in italia un governo è riuscito ad abbassare le tasse” ne guadagnerebbero assai in fatto di onestà intellettuale verso gli italiani. Dicessero che “non possono fare altrimenti per il momento” (magari adducendone anche i motivi) e la sensazione di “presa per il c.” non sarebbe così evidente.

laforzamotrice
Scritto il 20 febbraio 2015 at 08:26

ecco perché la Germania non si fida dei paesi del sud, qui i dati della Grecia non ci sono, ma mi sa che somigliano più ai nostri che a quelli tedeschi.
http://www.corriere.it/cronache/15_febbraio_20/reati-colletti-bianchi-solo-230-06percento-carcere-37bd5010-b8c5-11e4-b4ca-88f092eacdcb.shtml
Onestamente, neanche io mi fiderei di gente come noi. Noi Italioti, siamo abituati a vedere i bidoni che vincono, e che spesso ci ridono anche dietro, ma altri popoli no, loro non la pensano cosi, ed è per questo che la loro economia funziona meglio, e anche se anche la ci sono i bidoni, vedi banchieri tedeschi e francesi, almeno non li prendono ad esempio, là, se possono li mettono in galera. Da noi invece sono i “furbi” da imitare. Siamo diventando tutti napoletani, “chi ha dato a dato chi ha avuto ha avuto… ” Non è cosi che può funzionare un paese moderno, ed è questo che ci sta distruggendo, ed è qui che ci sarà lo scontro finale per le sopravvivenza del sistema economico italiano. I “furbi devono morire a mucchi”.

stanziale
Scritto il 20 febbraio 2015 at 09:01

laforzamotrice@finanza,

??? Notte difficile? prendi la camomilla, la sera. L’Ho letto l’articolo autorazzista. Io leggo e interpreto, dati alla mano del giornalista, che in germania ci sono un sacco di farabutti tra i colletti bianchi, molti piu’ farabutti che da noi (solo tra i colletti?).

stanziale
Scritto il 20 febbraio 2015 at 09:02

stanziale@finanza,

I peggiori pero’ non sono tra i colletti bianchi in galera ma sono al loro governo.

dante5
Scritto il 20 febbraio 2015 at 10:24

d@finanza:
[email protected],

Altro che tagli lineari ai Comuni, lo sapete cosa è la centrale unica degli appalti?
E poi parlavano di feralismo fiscale. il Moloch sta ingoiando tutto

Qui veniamo ad un altro aspetto della vicenda. La centrale unica degli appalti=MEPA significa che si stanno costringendo gli enti locali a ricorrere a questi strumenti per qualsiasi acquisto. Ciò finisce al paradosso che il classico fornitore di cancelleria-l’edicola di paese, tipicamente-se vuole fornire il Comune deve mettere il suo catalogo su questa piattaforma elettronica…l’esito scontato è che a fronte di magri introiti molti rinunceranno – oso dire che non sono affatto certo che questo si tradurrà in un risparmio effettivo per la P.A. – gli acquisti andranno sicuramente programmati con molto anticipo, perché non è detto che le consegne siano tempestive come magari sarà richiesto!
Non bastava già l’attribuire un CIG ad ogni acquisto, con una procedura burocratica non indifferente e l’obbligo di aprire un “c/c bancario dedicato” per fornire la P.A. ..è ovvio che la perversione fantasiosa dei burocrati dei Ministeri non conosce limiti…(poi se andiamo a vedere a quanto acquistano per esempio proprio la cancelleria i Ministeri stessi magari ci facciamo quattro risate(amare))…per rimanere sul leggero vorrei ricordare che uno dei personaggi di cui sente più parlare in questi giorni il mitico “italiano medio” è il presidente calcistico Lotito…forse il frequentatore di bar ignora che le disponibilità economiche del medesimo derivano da contratti di appalti di pulizie che da decenni intrattiene con i Ministeri… Insomma, come sempre chi non sa insegna, questa è la regola purtroppo con la produzione delle norme in Italia…

Giova allora ricordare che il fornitore della pubblica Amm. (restiamo soprattutto ai Comuni, “l’ente più vicino al cittadino”) da quest’anno ha due grosse novità da affrontare, lo split payment e dal 31 marzo l’obbligo di fattura elettronica anche per i Comuni.

Per chi detesta la ragioneria, in sintesi lo split payment implica che da quest’anno i fornitori della P.A. devono emettere le fatture esponendo l’Iva ma non incassandola, rischiando così di andare a credito o di vederselo aumentare (unici esentati sono i professionisti, che però si vedono già decurtati i compensi della ritenuta di acconto del 20%), mentre l’obbligo di fattura elettronica comporta ulteriori oneri burocratici in quanto bisogna attrezzarsi non solo per la composizione e trasmissione (che teoricamente potrebbe essere fatta con software gratuiti scaricabili online) ma anche per la conservazione degli archivi digitali per 10 anni – ovviamente disponibili per eventuali verifiche fiscali.

Tutte queste “novità” contribuiscono all’emarginazione delle piccole imprese dal mercato – tuttora molto vasto – della spesa pubblica. Il tutto viene sempre giustificato con esigenze di certezza del gettito fiscale e di presunti risparmi da parte della P.A. Se poi il privato sostiene al contrario più costi, questo non è certo una priorità della politica. Bene, a tempo debito verificheremo a quanto saranno ammontati i presunti “risparmi”…

aorlansky60
Scritto il 20 febbraio 2015 at 10:33

Mentre tutti i riflettori sono puntati sullo scontro DE vs GRE e sull’Euro-gruppo odierno,
da qualche parte qualcosa si muove, apparentemente ignorato da tutta la comunità :

la rottura della tregua in Ucraina che ha causato la resa ai filorussi dei militari dell’esercito regolare ucraino a Debaltsevo, dopo un assedio durato settimane…

d
Scritto il 20 febbraio 2015 at 16:32

dante5@finanza,

Hai perfettamente centrato il problema
Centrale unica + split payment + fattura elettronica = strangolamento piccole imprese e piccole realtà locali. Anche a non voler essere di scuola austriaca, lo si diventa per forza.

laforzamotrice
Scritto il 21 febbraio 2015 at 07:50

stanziale@finanza,

Spero tu stia scherzando. Ora capisco che si voglia sostenere la propria tesi, ma un’affermazione del genere è ridicola. Chiunque di noi potrebbe segnalare un caso di corruzione, malagestione, evasione fiscale ecc. ecc. , e tu mi vieni a dire che da noi non ci sono delinquenti di quel tipo? Siamo in un paese dove i NOTAI evadono, dove piloti in cassa integrazione da 7000 euro al mese con lavoro extra , medici che operano chi non ne ha bisogno per incassare la parcella e i giudici… lasciamo perdere. Hai scritto una monumentale cazzata. Ma va, piantiamola.
Autorazzismo… che cazzo, siamo il paese più ricco d’Europa con lo stato piu povero, e la cosa non ha secondo voi nessun collegamento? O siete scemi, o fate finta di niente, e ci si dovrebbe domandare il perchè. Vedo che in questo blog, di cui molti sono da anni “tartassati da questo stato predatore”, c’è un gran bisogno di capire come difendere le proprie proprietà e risparmi, cosa che ammetterete confligge con uno stato che li ha dissanguati fino ad ora. In realtà gl’Italiani hanno, per la gran parte, dissanguato lo stato, con la differenza che una parte almeno l’ha fatto lavorando e producendo, (evasori fiscali,) mentre un’altra da autentici parassiti facendo un c…o, a partire dalla classe politica che lo dovrebbe dirigere. C’è anche una parte che si è comportata correttamente, ma è una netta minoranza trasversale, purtroppo silenziosa, e un pò idiota.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Ultimo giorno di versione integrale dei grafici da non perdere. Avvicinandomi ai mercati finanzia
Piazza Affari consolida i rialzi e scambia ancora in trading range. L'indice FTSE Mib veleggia fra i
Il confronto avviato lo scorso anno fra i sindacati ed il governo sulle pensioni, ha permesso di giu
Era assolutamente scontato un “nulla di fatto” sui tassi di interesse, al FOMC chiusosi ieri
                Iniziamo da qui.
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
La “mano invisibile” di Smith negli ultimi anni è stata molto meno invisibile di quanto si
Quello che sta succedendo nel nostro paese è ormai chiaro a coloro che hanno voglia di vedere: si c
E basta! Sempre a parlar male del Bel Paese! Non è giusto, anche se in poche cose, ci sono dell