Cerca nel Blog

GRECIA: ARRIVA L’UOMO NERO!

Scritto il alle 11:00 da icebergfinanza

Chi l’avrebbe mai detto, MACHIAVELLI 2015: ESPLOSIONE DEFLATTIVA per la prima volta è uscito addirittura un mese prima del solito e molti orizzonti e visioni, come un enorme puzzle, stanno incastonandosi al posto giusto, petrolio, valute, emergenti, Giappone, Europa, Grecia…

Lo abbiamo visto lunedi, loro sono terrorizzati dalla democrazia…

VIENNA (Reuters) – Il capo dell’esecutivo Ue Jean Claude Juncker ha ammonito oggi i greci di possibili problemi nel caso in cui dovessero votare in maniera “sbagliata” alle elezioni anticipate. “Penso che i greci – che non hanno vita facile, soprattutto i più poveri – sappiano molto bene cosa un risultato sbagliato alle elezioni possa significare per la Grecia e per la zona euro”, ha detto. “Non voglio esprimere la mia opinione, ma mi piacerebbe che la Grecia venisse governata da persone (…) che capiscano la necessità dei processi europei”.

 “Non vorrei vedere forze estreme al potere”.  “Non voglio commentare sulle possibilità di un partito o l’altro, ma preferirei se venisse fuori qualche volto già conosciuto”, ha dichiarato il presidente della Commissione europea nel corso di un dibattito in onda su Orf, la Tv pubblica austriaca.(Eunews) 

Apriti cielo e subito dopo aver dato fiato alle trombe, mestamente…

MILANOJean Claude Juncker corregge il tiro sulle elezioni in Grecia mentre parte con il primo turno di voto il delicatissimo iter per la nomina del nuovo presidente della Repubblica. “Quando ho detto che ero preoccupato per una vittoria degli estremisti non mi riferivo a Syriza ma all’estrema destra”, ha detto il numero uno della Commissione. I suoi commenti tre giorni fa avevano scatenato le proteste del partito di sinistra guidato da Alexis Tsipras che l’aveva accusato di ingerenze. “Non riuscirete a castrarmi, continuerò a esprimere il mio pensiero – ha detto Juncker – ma detesto Alba Dorata e con quell’espressione mi riferivo a loro”. Il presidente di Bruxelles aveva anche raccomandato di votare “volti noti”, un chiaro invito a sostenere Stavros Dimas, il candidato presidente scelto dal premier Antonis Samaras, ex commissario della Ue.Juncker si corregge sulla Grecia “Preoccupa la destra non Tsipras”

Ve lo immaginate il cancelliere Heinrich Brüning che un’intervista dell’epoca dice…non riuscirete ad incastrarmi, continuerò ad esprimere il mio pensiero, ma detesto la democrazia, preferisco volti noti come…Adolf Hitler!

Oggi come sapete inizia la prima puntata della nuova telenovelas greca, ci penseranno i mercati a distribuire i biglietti ai parlamentari greci, consigliandoli bene.

…anche il Governatore della Banca Centrale di Grecia ed ex ministro delle Finanze Yannis Sturnaras, con un intervento politico, invitando i deputati greci a “valutare il grande ed immediato rischio per l’economia greca”. “La crisi degli ultimi giorni assume notevoli dimensioni, ha detto tra l’altro Sturnaras, intervenendo in una manifestazione di commemorazione di Xenofon Zolotas, ex Governatore della Banca centrale. “La liquidità nelle banche, ha aggiunto, sta diminuendo velocemente e il rischio di una interruzione della marcia di sviluppo del paese appena iniziata è grande come grande è anche il pericolo di un danno irreparabile per l’economia greca”. ( Ansa) 

Sai manca la liquidità nelle banche, il resto è puro contorno!

Leggete qui … Grecia, Goldman Sachs: “Si rischia che le banche blocchino i conti correnti” L’avete capito o no che siete in trappola greci, l’abbiamo capito o no che siamo in trappola con questi psicopatici, si o no, quando andrete a votare ci sarà sempre qualche volpe che vi dirà, mi raccomando vota bene perchè il tuo abbiamo sequestrato il tuo conto corrente, è il buone mani ma non si sa mai, preferiamo che tu lo comprenda bene!

Presidenziali decisive in Grecia

(…) L’obiettivo del primo ministro è quello di ottenere, attraverso l’elezione del suo candidato, un chiaro appoggio del parlamento alla prosecuzione dei tagli alla spesa pubblica pretesi dall’Unione europea, dal Fondo monetario internazionale e dalla Banca mondiale in cambio dell’aiuto finanziario concesso alla Grecia, che sei anni fa ha rischiato il fallimento.

Samaras e la sua coalizione hanno bisogno del sostegno del parlamento perché, mentre il paese comincia a risalire la china, il malcontento popolare di fronte alla terapia d’urto imposta alla Grecia e al calo delle pensioni, dei salari e della spesa pubblica è sempre più evidente. Alla fine di novembre uno, sciopero generale ha paralizzato il paese. Le manifestazioni si moltiplicano e Syriza, il nuovo partito di sinistra filoeuropeo ma antiausterità, è in testa ai sondaggi con il 34,5 per cento delle intenzioni di voto.

La Grecia è sempre più ingovernabile. La coalizione al potere deve dimostrare di poter controllare il parlamento per riprendere la situazione in mano, ma può contare solo su 155 deputati su 300, quando ai primi due turni servono 200 voti per eleggere un candidato (che scendono a 180 nel terzo e ultimo turno in programma il 27 dicembre). Il messaggio del primo ministro è chiaro: se il governo non troverà sufficiente appoggio dai piccoli partiti e dai parlamentari indipendenti per eleggere il suo candidato si andrà alle elezioni anticipate previste dalla costituzione in caso di stallo, con una possibile vittoria della nuova sinistra.

I mercati sono nel panico panico panico panicoooooooo! Fate presto salvate i mercati!

Le regole sono regole… Rassegnatevi con l’euro ci hanno murati vivi!

Napolitano, ‘Parlare di voto anticipato o scissione porta a instabilità…

…per favore non disturbate, stiamo facendo quello che vuole la Troika!

Un assaggio delle nuove regole nell’Europa che verrà…  Per il resto niente di nuovo stanno bombardando la Russia, la terza guerra mondiale è da tempo incominciata!

Per chi vuole contribuire liberamente al nostro viaggio cliccando qui sopra è in arrivo l’analisi “Machiavelli 2015: esplosione deflattiva!” orizzonti e visioni per il 2015. Il Tuo sostegno è fondamentale per il nostro lavoro…

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …

Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio … cliccando qui sopra o sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (15 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +14 (from 14 votes)
GRECIA: ARRIVA L'UOMO NERO!, 10.0 out of 10 based on 15 ratings
Tags:   |
8 commenti Commenta
PORTELLO
Scritto il 17 dicembre 2014 at 11:29

A proposito di Russia, come pensate andrà’ a finire?

Putin sara’ costretto a sottostare agli Usa? ci sarà’ un vero scontro? o finiranno a mangiare borsh e ribs assieme?

bano
Scritto il 17 dicembre 2014 at 11:58

PORTELLO,

mah.. io mi aspetto qualche missile putuiano da qualche parte…
se si chiama Putin credo che qualche puttiniata la faccia……
a sto punto meglio che chiuda i rubinetti del gas alla Germania….

reragno
Scritto il 17 dicembre 2014 at 12:42

La democrazia è morta ormai da tempo. La globalizzazione è stato il primo passo importante compiuto dalla massoneria per instaurare il nuovo ordine mondiale.
Spariranno con il tempo gli stati e con essi i governi che li rappresentano.
E’ in arrivo un nuovo feudalesimo con miliardi di servi della gleba.

Certo gli ultimi avvenimenti potrebbero anche sconvolgere questo piano diabolico, ma tutti i gangli vitali dell’informazione, della politica e dell’economia sono schierati dalla stessa parte.

madmax
Scritto il 17 dicembre 2014 at 12:50

bano@finanza,

A dire la verita’ gli unici che si stanno preparando alla guerra sono la NATO e gli US, in Polonia gli alberghi sono pieni di personale militare, venditori di armi e quantaltro. L’affare Russia era stato preparato da anni, vi ricordate i missili in Polonia, la chiusura della basi italiane per portarle pure loro in Polonia etc. etc. la guerra serve ancora una volta per mettere le mani sulle ricchezze russe, petrolio, metalli. Pensateci in che mondo se vuoi colpire un governo blocchi i beni dei cittadini? La verita’ e’ che stanno cercando di buttare giu’ il Putino, ma la Cina che capisce essere la prossima non credo stia alla finestra!!!
Di sicuro sara’ un casino per tutti.

atomictonto
Scritto il 17 dicembre 2014 at 13:11

bano@finanza,

Ma non può, il sistema Russo è complesso.
Se studi l’ascesa di Putin scopri che è stato praticamente creato da un pugno di oligarchi che avevano bisogno di sbarazzarsi dell’ormai indecente alcolizzato Boris El’cin…il capofila dei quali era Alexej Miller (non a caso ora CEO di Gazprom..).
Putin potrebbe fare un folle colpo di testa militare ma alla fine siccome danneggerebbe ancora di più questi stessi oligarchi glielo impediranno.
Non a caso le principali sanzioni mosse contro la Russia minavano a colpire non tanto Putin ma 12-15 oligarchi tra cui Miller stesso.
La situazione ora è complessa perchè a mio parere la mossaccia in Crimea, che mirava nei fatti a “portare in Russia” il bacino carbonifero del Dombas (Ukraina orientale), è stata voluta da quegli stessi oligarchi…percui il gioco ora è “ragazzi, mollate il Dombas o avrete (hanno) guai ben piu seri”.
Alla fine credo che la situzione si stabilizzerà con un passo indietro di Putin, interessato a rimanere in sella, che comporterebbe il sollevamento delle sanzioni che stanno rovinando i suoi “puppet masters”.
Di certo non si auto-castreranno, gli oligarchi, tagliando il gas alla Germania o roba del genere, quando sei in crisi nera non puoi permetterti pure di mandare a quel paese i tuoi clienti principali.

giampiero
Scritto il 17 dicembre 2014 at 13:36

mamma mia quanti esperti di politica estera e pronti a inquadrare guerrre stellari…le guerrre terrestri si stanno combatttendo sui mercati reali…e siderali…bill gross si è beccato 290 milioni di dollari x uscire da pimco….l’occupazione in usa è una favoletta …ladeflazione col calo evidente del prezzzo del petrolio.offerta alta o bassa domanda?SIAMO AGLI SGOCCIOLI I MUSCOLARI PUTIN OBAMA E VARI ISIS SERVONO SOLO A DISTOGLIERE LA CRISI SISTEMICA DI UN MONDO IN DISGREGAZIONE BEN DIFFICILE DA DECIFRARE FINO IN FONDO ANCHE IL NOSTRO BRAVISSIMO CAPITANO ARRIVA A PERCEPIRE SOLO UNA PARTE DELLE TURBOLENZE…CREDO CHE STIA CROLLONDO-MODIFICANDOSI UN INTERO SISTEMA …E NOI SIAM SOLO OSSERVATORI CON LE PROPRIE IDEE

bano
Scritto il 17 dicembre 2014 at 13:51

atomictonto@finanza,

mi piace e mi convince questa tua visione della faccenda russa . ci spero, chissà che il Natale non porti serenità nelle genti…

xtrust
Scritto il 17 dicembre 2014 at 14:20

come in finanza anche gli opinionisti si dividono in pro e contro non servono ne gli uni ne gli altri poche non possiedono nessun potere soprannaturale sono 6 anni che aspetto il data e ora possibilmente se la si conosce e ancore di salvezza altrimenti parole parole parole parole al ghiacciolo

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Quando lo scorso anno  all'inizio della primavera Machiavelli scriveva che un'Araba Fenice era pr
Piazza Affari dopo una timida reazione storna al ribasso. Sull'indice FTSE Mib pesa la presenza di u
Utilizzando lo splendido sito della FED di ST Louis, ho provato a mettere a confronto il dato di
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Anche la prima parte del 2017 ha visto le materie prime giocare un ruolo cruciale sui mercati. T
Da molto tempo continuo le mie ricerche nel trading contrapposto, meglio definito come DoubleWay, la
Credo che Mario Draghi si sia lasciato prendere un po’ la mano nelle ultime dichiarazioni. Per
Il FTSE Mib sta tentando una timida reazione questa mattina, smorzata però dalla presenza di una re
Sono oltre 15 milioni gli italiani che, per evitare di viaggiare con grosse somme in contanti quando
Una premessa è necessaria! Il sistema di rilevazione delle vendite di nuove abitazioni da parte d