Cerca nel Blog

CROLLANO LE BORSE…L’EUROPA BRUCIA!

Scritto il alle 07:50 da icebergfinanza

 

Ieri per l’ennesima volta all’improvviso è stato affascinante, bruciavano soldi ovunque, le borse erano in fiamme, miliardi di euro e dollari andavano in fumo.

Ragazzi, suvvia non brucia nulla in borsa, nella finanza al limite…

TUTTO SI CREA, NULLA SI DISTRUGGE, TUTTO SI TRASFERISCE DA UNA TASCA ALL’ALTRA!

Padoan probabilmente all’oscuro della svalutazione programmata della Borsa Italia che l’ha portata ad essere la terza borsa più SOTTOVALUTATA al mondo, al termine della conferenza stampa si è espresso così…

“La verità è che i mercati stanno scontando un eccesso di euforia, si era andati aldilà di quanto l’andamento dei fondamentali giustificasse”.

Ma certo i titoli di stato invece no vero, non stanno andando al di la dei fondamentali, no quelli riflettono lo splendido lavoro del governo italiano, no quello della banca centrale.

Ma ovviamente la colpa è del petrolio, dell’ebola, del toni, del bepi e della Grecia, si il più grande successo dell’euro…

Ma lasciamo da parte questi particolari è occupiamoci di quello che è accaduto ieri ai tassi in America senza dimenticare che le previsioni generali sui titoli a 30 anni erano per un livello tra il 4 e il 4,5 % alla fine di quest’anno…

Immagine.4

Credo fosse il 3 ottobre dello scorso anno quando mentre le grandi banche d’affari e il mondo intero suggeriva di fuggire dalla terra promessa, dai tesori d’America all’improvviso …

MACHIAVELLI E L’UOVO DI COLOMBO!

Un uomo qualunque come Voi leggendo la storia e applicandoVi l’analisi empirica, insieme a tutti quelli che hanno creduto nel nostro viaggio ha compreso quello che stava accadendo, ha tracciato la rotta per la terra promessa.

Ci sono vascelli che hanno cavalcato le onde, in grado di orientarsi nella notte seguendo le stelle, dentro -e contro- il nuovo mondo della crisi.

Ci sono momenti in cui i vascelli gettano l’ancòra, attendendo nuove mareggiate con le quali salpare.

Questo autunno dai fondali del vischioso mare della precarietà è emersa una nuova forma di energia, arrivando a sollevare la superficie, ma puntando molto più in là.

Un sommovimento multiforme con una netta potenzialità ascensionale, in grado di tracciare una diagonale verso l’alto che dagli abissi squarciasse la superficie del presente, verso direzioni ancora tutte da indagare.

Ci vuole volontà e capacità, qualcuno potrebbe chiamarla virtù, per uscire da cartografie concettuali stantie e reiterate. Dal diario di bordo del capitano Achab Diario di bordo: tracciando nuove rotte

Il viaggio è solo all’inizio il leggendario James Cook ci attende, grazie a tutti coloro che hanno sostenuto il nostro viaggio.

MACHIAVELLI INCONTRA FORREST GUMP un viaggio lungo tre anni.

Il Tuo sostegno è fondamentale per il nostro lavoro…

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …

Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio … cliccando qui sopra o sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.5/10 (18 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +10 (from 12 votes)
CROLLANO LE BORSE...L'EUROPA BRUCIA!, 9.5 out of 10 based on 18 ratings
27 commenti Commenta
aurelmes
Scritto il 16 ottobre 2014 at 09:11

Un lupo di mare…

http://www.youtube.com/watch?v=ClzgTxtk9ZE

daino
Scritto il 16 ottobre 2014 at 09:54

e meno male che io con un piccolo abbonamento mi leggo Iceberfininaza e mi risparmio quelle inutili e noiosissime riunioni delle case di investimento….”il prossimo rialzo dei tassi?fra sei mesi!…ma sono 5 anni che dite fra sei mesi, prima o poi ci azzeccate!”

reragno
Scritto il 16 ottobre 2014 at 10:00

Questi sono i soli soldi che spendo per essere aggiornato e tramite Andrea ho imparato in questi anni quello che tutti quei soloni in giro per il mondo mai avrebbero insegnato.

kry
Scritto il 16 ottobre 2014 at 10:30

Consoliamoci. http://www.istat.it/it/archivio/134544

neodimio67
Scritto il 16 ottobre 2014 at 10:32

Una sola parola, Andrea, GRAZIE.

aorlansky60
Scritto il 16 ottobre 2014 at 11:10

…stò leggendo in questo momento mentre scrivo lo spread a 199,21 -per come lo stà elencando Yahoo finance- se questi non sono in preda alla sbornia o al terrore e questo dato al momento è vero, che abbia davvero ragione qualcuno che ieri ha messo in guardia sul fatto che più che una attacco verso la Grecia è in atto un nuovo attacco all’Italia???

yabadaba
Scritto il 16 ottobre 2014 at 11:40

Ottimo, il Dax perde meno dell’1% ma DB quasi il 4%, penso sia rimasta intrappolata in qualche cosa….

Non penso proprio sia un attacco contro di noi, e poi coi 100 miliardi che abbiamo messo in cassa un pò di tempo tiriamo avanti. L’attacco stavolta è al cuore del problema, cioè alla Germania, Draghi avrà chiamato qualcuno dei suoi amici di Goldman e quelli sono partiti…

kry
Scritto il 16 ottobre 2014 at 11:51

yabadaba@finanza,

100 che sono diventati 40 a fine agosto. ormai penso che stiamo a zero. I dati li trovi sul calcolo del debito pubblico usciti ieri. http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-10-14/bankitalia-debito-pubblico-giu-205-miliardi-ad-agosto-entrate-aumento-dell-13percento-103607.shtml?uuid=AB6Cpz2B
aorlansky60, Per me lo conferma il fatto che il bonos rende 40 meno dei nostri btp e ieri erano 30.

aorlansky60
Scritto il 16 ottobre 2014 at 12:02

non è che questa improvvisa -magari non imprevista- violenta correzione abbia a che fare anche con la coincidenza ormai prossima della pubblicazione uff.le esiti stress test bancari il 26 ottobre???… se delle banche greche conosciamo la precarietà, sembra (o pare che) quelle italiane -alcune in particolare, tanto per non far nomi la più antica del mondo dalle parti del chianti…- siano viste schricchiolanti da molti osservatori…

atomictonto
Scritto il 16 ottobre 2014 at 12:04

A questo punto buttiamo all’aria il tavolo.
Renzi vada in televisione stasera, a reti unificate, e annunci l’uscita dall’euro dicendo chiaramente che è colpa della Germania.
In questo momento storico gli zucconen hanno l’aviazione più debole della EU, l’esercito medio e la marina più sfigata dell’emisfero occidentale.
Buttiamo all’aria l’euro, loro tempo 2 anni crolleranno con un marco a 3 dollari solo che stavolta non gli lasciamo fare l’esercito forte per 3 anni facendo finta di nulla, stavolta li guardiamo affogare.

atomictonto
Scritto il 16 ottobre 2014 at 12:07

Esatto.
E’ ora di far pagare il conto agli ZUCCONEN.
Sottolineo tra l’altro le enormi differenze con il ’39: in questo momento storico sono un NANO MILITARE.
Possono solo affogare in silenzio.

yabadaba@finanza:
Ottimo, il Dax perde meno dell’1% ma DB quasi il 4%, penso sia rimasta intrappolata in qualche cosa….

Non penso proprio sia un attacco contro di noi, e poi coi 100 miliardi che abbiamo messo in cassa un pò di tempo tiriamo avanti. L’attacco stavolta è al cuore del problema, cioè alla Germania, Draghi avrà chiamato qualcuno dei suoi amici di Goldman e quelli sono partiti…

yabadaba
Scritto il 16 ottobre 2014 at 12:12

kry@finanza,

I dati dicono che dopo averne utilizzata per 27,3 miliardi, a fine agosto la liquidità del Tesoro era pari a 82,4 miliardi. Che è più vicino ai 100 che al tuo dato di 40.

http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2014/10/14/bankitalia-in-calo-di-20-miliardi-il-debito-agosto-_cd0a3f14-75e8-4c44-8712-ea8744ddee10.html

aorlansky60,

Tempo fa ho visto che l’esposizione in derivati di MPS è pari ad un millesimo (!!!) di quella di DB. Se anche MPS fallisce non se ne accorge quasi nessuno, quisquilie, pinzillacchere!

kry
Scritto il 16 ottobre 2014 at 12:12

aorlansky60,

Ma dai scusa noi ne abbiamo 2 con carige e gli altri quante ne hanno. Noi non ne abbiamo salvata nemmeno una e gli altri quanto hanno speso per tenere in piedi il loro sistema. Forse se invece d’italia ci chiamavamo cialtronia saremmo più rispettati.

yabadaba
Scritto il 16 ottobre 2014 at 12:15

Ah, nel frattempo DB – 5,27% (con un Dax a meno 2%). Ho messo il Mumm in frigo.

kry
Scritto il 16 ottobre 2014 at 12:16

yabadaba@finanza,

Grazie avevo letto male e fatto 82 -27 ( che fa comunque 55 ).

aorlansky60
Scritto il 16 ottobre 2014 at 12:22

@ Kry e @ Yabadaba :

in fondo c’è del vero in quello che avete appena fatto notare; sarà un caso, ma la notizia che “alcune banche italiane sarebbero in difficoltà all’esame degli stress test” proviene infatti da un giornale tedesco – art di ieri –

…che cerchino di coprire i propri problemi -e lo sanno di averli per cui non sono per nulla tranquilli- cercando di dirottare i riflettori su altri ???

aorlansky60
Scritto il 16 ottobre 2014 at 12:24

yabadaba@finanza: [email protected], I dati dicono che dopo averne utilizzata per 27,3 miliardi, a fine agosto la liquidità del Tesoro era pari a 82,4 miliardi. Che è più vicino ai 100 che al tuo dato di 40. http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2014/10/14/bankitalia-in-calo-di-20-miliardi-il-debito-agosto-_cd0a3f14-75e8-4c44-8712-ea8744ddee10.htmlaorlansky60, Tempo fa ho visto che l’esposizione in derivati di MPS è pari ad un millesimo (!!!) di quella di DB. Se anche MPS fallisce non se ne accorge quasi nessuno, quisquilie, pinzillacchere!

non se ne accorge nessuno al di fuori dell’italia, certo, ma all’interno dei ns confini molti moltissimi avrebbero parecchio di cui soffrire se salta per aria MPS, credo…

atomictonto
Scritto il 16 ottobre 2014 at 12:46

kry@finanza,

Appunto…noi siamo l’ultimo tacchino grasso rimasto nella foresta dei lupi.

atomictonto
Scritto il 16 ottobre 2014 at 12:49

aorlansky60,

Sono solo 7 anni che lo fanno…
kry@finanza,

Appunto…noi siamo l’ultimo tacchino grasso rimasto nella foresta dei lupi.

kry
Scritto il 16 ottobre 2014 at 12:56

aorlansky60,

Bhee se salta in aria mps , chi soffrirebbe e tantissimo ??? Renzi con al seguito apostoli e accoliti ….. molti rideranno del male altrui.

kry
Scritto il 16 ottobre 2014 at 13:01

Penso che tra tutto quel che scende questa sia la notizia più rilevante. https://it.finance.yahoo.com/notizie/eurozona-linflazione-scende-ai-minimi-102142273.html ma noi qui di iceberfinanza di questo non ci meravigliamo. Grazie Andrea.

glare
Scritto il 16 ottobre 2014 at 13:14

aorlansky60,

“Ah, nel frattempo DB – 5,27% (con un Dax a meno 2%). Ho messo il Mumm in frigo”

…Ahahah fortissimo..Se va giù Dbk va giù la Germania… :-) e quello che noi tutti dobbiamo pregare!

Per i traders, è inutile che vi affannate l’America è sempre l’America e qui i Polli, pardon i Tacchini siamo solo noi..

Ora aspettiamo la quota 78$ del petrolio e poi vediamo cosa succede..è la quota di produzione del petrolio arabo..che faranno i Sauditi?

kry@finanza,

Se salta l’Mps salta il Pd o si scinde di sicuro..ma non credo capiterà, troppi soldi loro e troppi interessi politici..piuttosto rimarrano con 500 sportellisti in tutta Italia

glare
Scritto il 16 ottobre 2014 at 13:17

kry@finanza,

Già lo avevamo capito il 10 luglio..ecco il mio commento a Gnutim

10 luglio 2014 alle 16:16
[email protected],
Si ho visto, questo fa pensare che la bolla sta per scoppiare, io onestamente pensavo riuscisse a durare per altri 4-5 mesi..
A quanto pare hai ragione tu a ottobre tutto costerà il 20-30% in meno.

Grazie compagni di viaggio per la consapevolezza e un Grazie al Capitano

gnutim
Scritto il 16 ottobre 2014 at 15:11

glare@finanza,

Ci siamo

oci che i sauditi hanno un costo medio di estrazione molto basso. Sono quelli che meglio possono resistere.
Sono gli USA che hanno prezzi assurdi con lo shale oil.
Mi aspetto che il prossimo mese il Drilling report USA sia molto più fiacco rispetto a questo mese

kry
Scritto il 16 ottobre 2014 at 15:50

glare@finanza,

gnutim@finanza,

Per quanto riguarda il petrolio ricordo che ancora 2/3 anni fa il canada aveva rinunciato ad investire 2 miliardi di $ nelle sabbie bituminose per la paura che i sauditi ad un certo punto abbassassero il prezzo fino a 5$. Alla lunga potrebbe essere un boomerang anche per i sauditi stessi, far del male agli usa significa far del male al $ e di conseguenza alle proprie riserve valutarie. ( ci vorrebbe JL ).

glare
Scritto il 16 ottobre 2014 at 15:57

kry@finanza,

La penso al 100% uguale a te..e oggi i sauditi possono arrivare intorno ai 65$..altrimenti non possono più continuare a spingere sull’immobiliare, sul mercato delle armi e sulle compravendita di aziende strategiche..

stanziale
Scritto il 16 ottobre 2014 at 17:45

atomictonto@finanza,

“Renzi vada in televisione stasera, a reti unificate, e annunci l’uscita dall’euro dicendo chiaramente che è colpa della Germania.”

Ok, per me puo’ andare in tv il 1 novembre…non e’ il mese dei morti?

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
A Piazza Affari il Ftse Mib ha aperto le contrattazioni con un ribasso superiore al mezzo punto pe
Spunto di riflessione : gli indici Europei , come tutti sanno, sono il rimorchio dei mercati USA. Il
Alla Camera è stata votata la legge che prevede il ricalcolo delle pensioni in essere agli ex parla
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Lo avrete sicuramente letto su molti giornali. Proprio in questi giorni (ieri) abbiamo festeg
Partenza positiva per Piazza Affari stamane. Dopo circa un'ora e mezza dall'apertura del mercato l'i
  Ieri all'improvviso un signor nessuno, governatore della Banca centrale austriaca, eq
  Ieri all'improvviso un signor nessuno, governatore della Banca centrale austriaca, eq
  Sulla carta il meeting FED di oggi si è chiuso col classico “nulla di fatto”. Tas
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us