MERKEL E IL FALSO MITO DEL MODELLO DEL LAVORO TEDESCO!

Scritto il alle 10:18 da icebergfinanza

 

Cari compagni di viaggio come più volte condiviso siamo in guerra non solo una guerra finanziaria ma anche e soprattutto ideologica, oggi un manipolo di falliti che ci ha condotto in questo inferno, quotidianamente ci insegna come uscirne salendo in cattedra.

Vi ricordate RIFORMA HARTZ PER TUTTI, OFFRONO GRILLO E HOLLANDE?

Non credo che pochi abbiano realmente presente cosa sta accadendo in Italia dietro la regia di Renzi…

BERLINO – Per Matteo Renzi un “punto di riferimento”, per la Banca centrale europea un “utile esempio”: la riforma del mercato del lavoro in Germania torna a fare da modello per l’Italia, ha detto Matteo Renzi nella sua visita a Berlino. Il nostro Paese, sottolinea il premier italiano, guarda con interesse alla bassa disoccupazione ottenuta da Berlino attraverso alta flessibilità, e alla competitività-record ottenuta con una forte pressione sui salari. (Repubblica)

Inutile che Renzi dica che “La sinistra che non fa nulla diventa destra” perchè anche solo pensare di riproporre un simile modello del lavoro non ha nulla a che vedere con il buon senso, sia esso di destra o sinistra non importa.

Premesso che la riforma Hartz è figlia del signor

Hartz ammette di avere corrotto i sindacalisti Vw ed evita 10 anni di carcere…  Se la dovrebbe cavare con 300 mila euro di multa e una mite condanna a due anni sospesa l’ex top manager di Volkswagen Peter Hartz, 65 anni, architetto della più grande riforma del lavoro del dopoguerra, ma anche del più incredibile scandalo che abbia coinvolto la prima casa costruttrice di automobili in Europa: circa 2 milioni e mezzo in bustarelle e prostitute, viaggi in Brasile compresi.

…quello che affascina è che anche Grillo si è innamorato di questo massacro sociale…

Tra i punti del M5S anche la realizzazione di un piano comparabile all’Agenda 2010 tedesca, il piano di riforma dello stato sociale e del mercato del lavoro voluto dall’ex Cancelliere Gerhard Schroeder. Perché, spiega (Grillo), “quel che ha dato buoni risultati in , lo vogliamo anche noi”. Grillo sogna l’Agenda tedesca del 2010

… il che ci verrebbe da dire, siamo in trappola, siamo circondati, arrendiamoci!

Comprendo che oggi è difficile anche condividere, ma fate uno sforzo, diffondete Consapevolezza!

L’augurio è che qualche uomo o donna di buona volontà che milita nel M5S possa leggere questo post e riferire la realtà!

In un’intervista al  Il sussidiario.net  Patricia Szarvas, giornalista economica austriaca che ha smontato il modello tedesco sulla base di dati e indagini scirntificamente affidabili, ribadisce quello che noi già da tempo sappiamo…

Liberalizzando il mercato del lavoro, Schroeder ha dato al settore privato la possibilità di assumere lavoratori a basso costo. In questo modo l’ex Cancelliere ha rilanciato la macchina macroeconomica, ma ha aumentato il numero di lavoratori che hanno un reddito così basso che non basta per vivere. Lo Stato si trova così a pagare sovvenzioni con le tasse degli altri tedeschi per consentire a queste persone di arrivare a livelli di reddito tali per cui se la cavano abbastanza. Si è creato così un distacco tra la ripresa economica del Paese e il declino vissuto dalla maggioranza della gente.

E ancora…

Troppo spesso l’austerity è stata fatta sulla pelle dell’impiegato o dell’operaio. Sono i bassi redditi che alla fine guadagnano di meno e devono pagare più tasse per aiutare la ripresa. Questo sistema va bene fino a un certo punto, ma se i bassi redditi non hanno abbastanza soldi per spendere e creare una domanda interna, sostenendo l’economia domestica, si finisce per indebolire sempre di più lo stesso settore produttivo del Paese.

Capito ora perchè dall’evento dell’euro, ma non solo, in Germania i consumi interni latitano … “La Germania come la Cina:Troppo risparmio, pochi consumiIl Tesoro Usa si scaglia contro il governo di Angela Merkel che ha puntato troppo sulle esportazioni, minando di fatto la ripresa dell’intera Eurozona.”

Ma non solo Perché il modello tedesco è dannoso per l’Europa

Nei tempi in cui si discute di Jobs Act, contratto unico, flessibilità, e mentre rieccheggia sempre più spesso l’idea «Riforme Schroder uguale modello per il sistema Italia in crisi» (e non solo), l’economista Marcello De Cecco, professore di Applied Economics alla Luiss, si fa domande e si dà risposte, e in poche battute mette a fuoco la questione: «Non è la creazione di posti di lavoro da fame a far crescere un Paese, perché questo abbassa solo i consumi interni. No, la concorrenza della Germania è quella fatta spostando la produzione nelle aziende di Polonia, Ungheria, Cecoslovacchia, 30 km di distanza e manodopera qualificata per cinque soldi. Ed è quella fatta con ampi investimenti nella ricerca e in strutture, come i Fraunhofer Instituten, che conducono ricerca applicata e fanno da ponte tra ricerca di base e aziende, aumentati ancora di più negli ultimi 15 anni».

«Che poi – continua De Cecco – non ha nessun senso dire “portiamo in Italia la riforma Schroder” perché già ci sta, e pure peggio. Prenda lo stipendio di un operaio qualificato Fiat e lo confronti con uno della Volkswagen: non c’è paragone, i nostri operai al confronto fanno la fame. La prima fascia dei nostri lavoratori guadagna la metà rispetto ai tedeschi. E i prezzi delle merci sono gli stessi nei due Paesi. Il mercato secondario, quello a basso reddito, è già uguale alla Germania, se si considera anche il lavoro nero».

Potrei andare avanti all’infinito dimostrarvi come l’austerity e la demenziale deflazione salariale stia distruggendo intere economie con dati ed analisi empiriche ma in realtò non serve a nulla perchè loro, dopo che Grecia e Portogallo erano in deflazione da tempo, raggiunti recentemente da Spagna e Irlanda, loro dicevano hanno già deciso che non c’è alcuna deflazione in area euro… Crisi: Padoan, “Nessuna evidenza deflazione in zona euro”

Solo gli ignoranti come dice Martin Wolf …Only the ignorant live in fear of hyperinflation o qualche paranoico nostalgico della Repubblica di Weimar, Bundesbank e tedeschi compresi!

Questo è lo stesso genio che il 2 aprile 2010, si 2010 diceva… Crisi. Ripresa cominciata secondo OCSE. Padoan 

PARIGI. “Oggi possiamo diffondere un messaggio moderatamente ottimista”: parla di “segni incoraggianti” e “ripresa che comincia a partire” il capo economista dell’Ocse Pier Carlo Padoan nel presentare le ultime stime sulla dinamica del prodotto interno lordo nelle sette principali economie del mondo, sottolineando però che il ritorno alla crescita non procede “ovunque alla stessa velocità”, ma è più rapido negli Stati Uniti che nelle tre principali economie dell’area euro (Italia, Francia e Germania).

Capito perchè non siamo in buone mani, mi raccomando che rimanga tra noi!

Nel frattempo Draghi tra un inutile summit e l’altro, chiacchera del più e del meno …Draghi: pronti ad agire in caso di un nuovo rafforzamento dell’Euro il che dimostra che Machiavelli aveva ragione questa è la linea Maginot dell’euro, una linea Maginot che arriva sino all’Ucraina, dove incominciano ad agitarsi  «La Russia ci sta facendo guerra» e dichiarano che ormai è scoppiata la guerra civile, una guerra che in molti sembrano volere.

Rasmussen, molto preoccupato per tensione nell’est – “Sono estremamente preoccupato per l’aumento della tensione nell’Ucraina orientale. Vediamo una campagna di violenza concertata dai separatisti pro-Russia, che puntano a destabilizzare l’Ucraina come stato sovrano. La ricomparsa di uomini con armi speciali russe e uniformi anonime, come quelle indossate dalle truppe russe durante la presa illegale e illegittima della Crimea, è un grave sviluppo”, così il segretario generale della Nato Anders Fogh Rasmussen. (ANSA)

Nel fine settimana su twitter è stata un’escalation di delirio da parte di un fantomatico gruppo di @fiduciainrenzi al punto tale che mi sono chiesto…

 

 

 

 

 

 

 

 

E badate bene che questa è la più soft il resto ve lo risparmio!

A proposito di mercato del lavoro pare che al Governo abbiano le idee chiare ma ben confuse, visto che dopo aver cercato tutte le possibili soluzioni per rendere il più precario possibile il lavoro (…loro lo chiamano flessibile) all’improvvisoPoletti: “Contratti a termine più cari del 15%”

E’ stato chiesto…

Come pensa di rendere conveniente l’assunzione a tempo indeterminato?
«Quello è il nostro obiettivo. Stiamo studiando un sistema per raggiungerlo. Oggi un contratto a tempo determinato costa l’1,4 per cento in più di uno a tempo indeterminato. Diciamolo: è troppo poco. Una differenza che non incide sulla scelta di un’azienda. Ma se un contratto a tempo determinato costasse il 10 o il 15 per cento in più di uno a tempo indeterminato, ecco che le cose potrebbero cambiare. Se io azienda, dopo alcuni periodi di assunzione a tempo determinato, mi trovo bene con un ragazzo, posso pensare che mi convenga assumerlo a tempo indeterminato perché così risparmio»

Nel frattempo Angela è andata in Merkelecia, il nome della colonia tedesca sul mediterraneo, Merkel + Grecia ,  Merkel in Grecia a puntellare l’austerità ma non solo al ritorno ha pensato bene di fermarsi in vacanza in Italia…

… la Cancelliera nel suo tour ha voluto incontrare il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia che al Mattino di Napoli ha raccontato la sua giornata particolare con Merkel e marito. Al centro del dibattito non solo storia ma politica economica, fondi stutturali Ue, rilancio degli scavi: “Lei ha voluto incontrarmi – racconta – abbiamo parlato di molte cose. Mi ha fatto una domanda sulla disoccupazione dei nostri giovani – spiega il primo cittadino – quando le ho risposto che la metà non trovava occupazione ha sgranato gli occhi dicendo: ‘è colpa della crisi’. Huffington Post

La guardi e ti chiedi se è solo una tonta qualunque o l’esecutore materiale di un disegno più grande …

 La donna più potente di Germania arriva così nel nostro paese anche con un obiettivo preciso: fare campagna elettorale per le Europee. La sua campagna elettorale. Con due obiettivi: da una parte difendere la sua idea di Europa: “E’ indispensabile – ha detto ieri – per il mezzogiorno”. Un Europa del rigore e – in parte dell’austerity – del rispetto delle regole degli accordi. Huffington Post

Un Europa del rigore e – in parte dell’austerity – del rispetto delle regole degli accordi, regole assurde e accordi anacronistici ad essere buoni… mi raccomando Ragazzi più Europa alle elezioni, qui vogliamo tutti un’Europa migliore checchenedica nonno Napolitano e meno euro, zero euro, anzi in bocca all’euro e che..

Se vi capita, ogni tanto ricordatevi che questo viaggio ha bisogno anche della Vostra preziosa generosità.

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.4/10 (23 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +10 (from 12 votes)
MERKEL E IL FALSO MITO DEL MODELLO DEL LAVORO TEDESCO!, 9.4 out of 10 based on 23 ratings
43 commenti Commenta
kry
Scritto il 14 aprile 2014 at 10:51

Kry Scrive:
11 aprile 2014 alle 17:07
icebergfinanza,
Queste sulla germania non sembran barzellette. …….approfondendo la crescente disuguaglianza sociale in Germania. “Scoprii” continua Szarvas, “che oggi la Germania conta almeno 900 centri di distribuzione viveri, rispetto ai 35 del 1995, e che il numero di tedeschi che hanno bisogno di un pasto caldo al giorno è raddoppiato in cinque anni, arrivando a 1,5 milioni”.
Secondo il presidente dell’Istituto di ricerca Ifo di Monaco, Hans-Werner Sinn, che ha firmato la prefazione, la causa è da ritrovare “nelle dolorose riforme sociali introdotte dall’Agenda 2010 durante il governo Schröder” ……. lo stesso Schröder che “ammette per primo di avere le idee chiare su quali siano gli aspetti delle sue riforme che hanno bisogno di essere rivisti, perché, in alternativa, non è difficile ipotizzare che cosa accadrà alla competitività e alla stabilità della Germania nel lungo periodo”………..Se non si pone mano è difficile che la stessa Germania possa mantenere a lungo la sua posizione di locomotiva europea. Riforme che danno vita a condizioni precarie non possono essere un valido cammino. Anzi sono una bomba a orologeria”. http://effemagazine.finanza.com/2014/04/11/sempre-piu-tedeschi-in-fila-per-un-pasto-caldo-ecco-il-paradosso-del-modello-merkel/

dorf001
Scritto il 14 aprile 2014 at 11:14

caro ANDREA capisco bene il tuo sconforto. Io ci sono giusto in mezzo a questa devastazione. ahh su un tweet ho visto angelina a pompei. voleva farsi un’idea di come DEVE diventa rel’italia fra poco. bella idea.

su Hartz ricordo a tutti che ne ha parlato 2 anni fa Bagnai nel suo libro. “tramonto dell’euro”. ha detto: si ok abbiamo un berlusconi puttaniere, ma anche i tedeschi non scherzano. il sig. hartz, quello dellle riforme pure lui andava a bambine, a minorenni. i tedschi sono maiali tanto quanto noi. sono mafiosi e ladri tanto quanto noi. NON hanno nessuna eitchetta di buoni moralisti da attaccarsi al petto. cruccolandia è uno stato pieno di puttanieri. è pieno di bordelli giusto? poi le loro industrie sono ladre come le nostre. la mitica siemens ha preso una multa bestiale di 1 miliardo di euro. cosa cavol ha combinato di cosi’ grave???

sono quelli che vendono carrarmati e sommergibili ai greci. per farne che?? la guerra con la turchia??

sono quelli che hanno fatto delle truffe enormi con le loro banchette locali. le sparkasse. come mai anelina NON vuole che co guardiamo dentro? quanta orbaccia c’è li’ dentro?

i teteschi sono quelli che truccano sempre i conti. come mai la loro CDP cioè la KFW non mette quello che spende dentro il bilancio? ma tiene tutto nascosto? lo fà x abbellire i conti. cosi’ da poter dire visto?? il nostro debito publico è basso, al 80%. si belli miei, ma perchè non ci metti dentro anche il 20% mancante dell KFW? poi la verità verrebbe fuori. e il loro debito andrebbe al 100% e forse di più. sono proprio figli di troika.

Andrea, x quanto riguarda il lavoro. a me, che son sempre stato nel settore privato mi hanno massacrato. mi hanno fatto di tutto. di sono 42 tipi di contratti, follia fura. noi operai abbiamo accettato di tutto. mancava solo, come dice elio e le storie tese………….e che cosa vuoi? che mi metta una scopa in culo e che ti ramazzai la stanza? si si volgino pure quello.

il settore statale, quelli si, sono ancora super protetti. è per questo che votano pd. per tenersi la pagnotta assicurata. che ci sia sempre, e che non li tocchino. no abbassare le loro paghe. no licenziarli. loro se ne fregano degli altri. sono egoisti ai masimi livelli. li vedo li sento qui a verona cosa pensano. ho gente precaria e interinale che lavora con loro. fanno schifo!!!!!!!!

poi e ultimo, caro ANDREA, ho appena girato tutto questo post a gente qui a VERONA che p in contatto coi massimi vertici dei grillini veronesi.

che tra l’altro come ti avevo detto, sno quelli che 2 settimane fa a verona hanno fatto una lunga conferenza in cui hanno invitato a parlare NINO GALLONI e ANTONIO RINALDI.

spero che la deputata di vr , la BUSINAROLO, abbia capito un pochettino cosa è la vera economia. e che la smettano con le puttanate. come li ho votati , possa anche non votarli più. passare all’astensione. il punto focale è l’economia. se grillo non lo capisce o fa finta di non capire, sono guai seri.

l’ho scritto 1000 volte. grillo si deve prendere sotto di lui, dei consiglieri che gli spieghino l’economia in maniera semplice ma dettagliata. DEVE capire tutti i trucchetti.

quindi assolutamente deve parlare con GALLONI, BAGNAI, RINALDI, BRANCACCIO e MAZZALAI.

basta. questo deve fare. cazzo è cosi’ difficile? non mi pare.

salute a tutti.

DORF

alessandroecristina
Scritto il 14 aprile 2014 at 11:25

Quando avete un poco di tempo consiglio a TUTTI di leggere CON CALMA 8)8)questo ottimo articolo e di seguirne anche l’autore su twitter.. http://www.specchioeconomico.com/index.php/sommario/interviste/item/1138-luciano-barra-caracciolo-i-trattati-europei-contrastano-con-la-costituzione-italiana

reragno
Scritto il 14 aprile 2014 at 11:43

dorf001@finanza,

Grillo deve fare quello che dici tu! Ma lo farà?

Io me lo auguro, ma fino a quando non cambierà rotta non potrò votarlo.

E’ triste vedere l’Italia abbandonata al suo destino.

veleno50
Scritto il 14 aprile 2014 at 12:55

L’associazione degli oltre 300 mila funzionari si ribella alla riduzione degli stipendi e avverte il premier non ti voteremo.più che guardare all’erba del vicino di casa meglio cominciare a prendere a randellate qualcuno in casa nostra .

kry
Scritto il 14 aprile 2014 at 13:05

veleno50@finanza,

Siamo sicuri che servono tutti. Invece dello stipendio cominciamo col ridurre il loro numero, si otterrebbe un doppio risparmio.

luigiza
Scritto il 14 aprile 2014 at 13:15

Sullle ‘meraviglie’ compiute dalla riforma Hartz ne parla ampiamente l’ottimo blog Voci dalla Germania in due articoli che trovate qui:

a href=”http://vocidallagermania.blogspot.it/2013/12/mi-cuggino-allabbiemmevvu-prima-parte.html”> Mi’ cuggino all’abbiemmevvu (parte prima)

e qui:
Mi’ cuggino all’abbiemmevvu (parte seconda)

Purtroppo su tale blog non appaiono nuovi articoli da molti mesi ormai. Peccato era una interessante fonte di informazioni veritiere e di prima mano dalla Germania.

silvio66
Scritto il 14 aprile 2014 at 15:07

Il punto focale è l’onestà.

gnutim
Scritto il 14 aprile 2014 at 15:16

luigiza@finanza,

se erdogan blocca twitter qualcuno ne parla, se bloccano un semplice blog che parla fuori dal coro della germania ……..

Scritto il 14 aprile 2014 at 15:34

dorf001@finanza,

Ueh Dorf qui si viaggia in sintonia noi due? :lol:
Stamattina ho letto l’articolo di Andrea,
e tu sai anzi sapete come la penso riguardo al Beppone,
così non potevo esimermi dal girare questo link alla redazione del blog di Grillo
per chiedere spiegazione su quanto affermato nell’intervista al giornale tedesco!
Veramente caro Beppe tu ci vuoi precarizzare il lavoro come in Cermania,
o come spero è solo una supercazzola? :twisted:
Vedremo.
OSS

dorf001
Scritto il 14 aprile 2014 at 15:53

ciao GEBS. sarò breve. ma….ti hanno risposto dal blog di beppe grillo? è li’ che si vede l’onestà come dice silvio 66.
io ho mandato una mail qui a VR agli amici dei grillini. azz si sono incazzati, solo perchè li ho stuzzicati. non toccare grillo. è come i fili dell’alta tensione. volevo solo farli ragionare. e ti parlo di gente che ha dai 40 ai 50 anni, mica bambini. vabbè ora ci riprovo. prima li calmo poi cerco di farli ragionare con la testa.

insomma se io vedo sul blog di grillo dei video di gente che conosco e mi piace, tipo : AURITI, BAGNAI. GALLONI, BORGHI, ecc ecc allora non mi speigo perchè GRILLO non usi questa gente come buoni consiglieri economici? mi parrebbe una cosa più che buona e logica. non facciamo e che non faccia grillo come barnard che si è innamorato degli americani. Moesler e company. ma santo DIO. ne abbiamo di bravi in Italia, e mettiamoci pure MZZALAI, dico ne abbiamo di bravi perchè non li usi grillo? basta guardare fuori dai confini. abbiamo tutto quelo che ci serve qui in italia. basta cercare bene, c’è tutto. anche come scienziati e fisici e medici.

senti gebs fai una cosa ti prego. tu che sciriv da grillo. ripetiti le mie parole usando la tua testa. il tuo linguaggio. però stai calmo usa toni morbidi. no, voglio solo sapere che ne pensa il beppone. qui non è questione di farsi belli. qui è una guerra all’ultimo sangue. una guerra anche di informazione. ma scusami. sai chi no, byoblu? ora è il loro portavoce. se vedi il suo sito http://www.byoblu.com/ vedrai quante intervista ha fatto ai nomi che ti ho fato sopra. allora che ci vuole a capir le robe? messora sai tutto, perchè non consigli a grillo di ascoltarre questa gente? e lascia stare krugman e altri. NON saranno mai nostri amici. sono americani, pensano solo a loro stessi, e al loro balordo capitalismo fallimentare ormai sulla via del tramonto. ci penserà il pianeta, la crisi eenrgetica, come dice john ludd a mettergli il cervello a posto.

hai capito gebs cosa intendo? quindi ora vai e sii operativo.

Scritto il 14 aprile 2014 at 16:15

dorf001@finanza,

Agl’ordini Capitano ….. e scusa, volevo dire, agl’ordini capo,
del resto
di Capitano ne abbiamo già uno!!! :mrgreen:

Dorf appena trovo cinque minuti ti scrivo….
Salutoni
OSS

kry
Scritto il 14 aprile 2014 at 18:54

Per Veleno50 http://www.rischiocalcolato.it/2014/04/il-debito-pubblico-in-dieci-slide.html dovrebbe darti molte risposte. Ciao.

veleno50
Scritto il 14 aprile 2014 at 20:10

ABI dice che con il miliardo che devono pagare non potranno dare soldi alle famiglie e alle imprese,hanno ricevuto 1000 miliardi dalla BCE non hanno dato una lira a nessuno. RANDELLATE NELLA SCHIENA . un commento a riguardo nessuno prima il governo regala soldi alle banche giù a commentare di brutto con parole dolci(ebetino,bastardi etc etc) oggi tutti a guardare quello che succede sopratutto in Ucraina come se la nostra nazione potesse dare una mano a risolvere i loro problemi.mai sentita e vista una minaccia simile, le banche si rivoltano contro il governo, e nessuno di noi è capace di scrivere qualcosa a riguardo.torno a fare quaresima .

paover
Scritto il 14 aprile 2014 at 23:53

capitano,

chissà quale sarà mai l’origine di questa crisi…..

“…..if they were to learn that James “Jimmy” Levin, a 31-year-old hedge fund trader – head of global credit and an executive managing director at Och-Ziff – last year made a whopping $119 million, or more than all of the CEOs of the six largest banks combined.”

Scritto il 15 aprile 2014 at 09:51

Ciao Andrea, ciao Dorf,
intanto informo Dorf che non ho ricevuto ancora risposta dalla redazione del blog di Grillo in riferimento all’Agenda Hartz 2010, ma mi sono preso la briga di andare a cercare questa benedetta intervista fatta dal primo tg tedesco Ard a Grillo. 8)
Naturalmente è in tedesco che io purtroppo non conosco, così ho provato a tradurlo con google traduttore. :roll:
Quello che ho capito è che, a differenza di quanto si legge in giro, Grillo chiama si in causa questa Agenda Heartz, ma niente di specifico limitandosi a dire che la prenderà come riferimento per ciò che ha portato di buono. :-)
Quindi diverso è affermare che metterà in atto alla lettera punto per punto dell’agenda, tra cui la precarizzazione del lavoro, anche xchè Beppe è in mezzo a tanta gente come me, chi dipendente chi disoccupato chi pensionato quindi ritengo non pensabile che dopo aver predicato bene, razzoli male…. dubito fortemente sennò lo vanno a prendere a Sant’Ilario e se lo pecorizzano. :lol:
Tornando all’intervista in un passaggio gli viene posta la fatidica domanda sull’uscita dall’euro e lui, come afferma in Italia, risponde che saremo noi a decidere con un referendum.
Accenna che la gestione dell’acqua deve essere pubblica, il sistema sanitario nazionale, il reddito di cittadinanza…e così via/sia.

Ormai siamo così abituati ed assuefatti dei nostri politici “classici” per le loro stronzate dette e mai mantenute per l’opposto fatto rispetto a quanto promesso, che se uno fa quello che dice, vedi rimborsi elettorali riduzione stipendi ecc…, e quindi “pecca” per essere stato coerente, che subito si tira dietro tutte le attenzioni di questo mondo. :twisted:
Mah il mondo a volte è proprio strano. :? :roll:

Vedremo, come dice Andrea la verità e figlia del tempo ed io lascio aperte tutte le porte pronto a ricredermi se necessario, ma ad oggi per molte ragioni devo essere positivo col M5S e siccome sino a prova contraria chi ha sempre fatto tutto il contrario di quello che ha promesso sono gl’altri, rimango della mia idea, quello che si dice di Beppe le considero solo supposizioni che diventano a volte ilazioni od informazioni estrapolate e rielaborate ad hoc. :evil:

Comunque, attendo un vostro commento in merito all’intervista, sopratutto da chi conosce il tedesco.

http://www.tagesschau.de/ausland/grillo-interview100.html

OSS

mirrortrader
Scritto il 15 aprile 2014 at 11:45

OTTIMO ARTICOLO SULLO SPREAD

http://www.borsari.it/Zona%20verde/delconte.php
2 Aprile ore 8.00: … il rischio deflazione…

Scritto il 15 aprile 2014 at 13:07

Ecco,
giusto per coerenza e come dicevo “le porte le lascio aperte”,
ma l’avete letto l’articolo apparso da poco sul blog del Peppone?
ed aggiungo, ma questo tizio, ma che cazzo ha scritto 8O8O8O

Passaparola – I Diavoli della Finanza – Guido Maria Brera
http://www.beppegrillo.it/2014/04/passaparola_-_i_diavoli_della_finanza_-guido_maria_brera.html

Ma dove l’avete pescato questo, dall’uovo di pasqua?
Ammetto la mia ignoranza in economia, ma se leggo che stampare moneta è come la neve che cade al suolo……o come le radiazioni e poi ancora e peggio…. queto passaggio:
…. L’Euro di per se è un bellissimo progetto, ma deve essere seguito da una unione fiscale e prima di tutto, politica e poi bancaria…….
questo ci dice che l’euro è un bellissimo progetto ?!?!?!?!?!??!?!
Annamo bene!
Andrea, mi sa che a differenza di quando mi accade di solito,
che per cambiare il mio pensiero aspetto i fatti e poi macino e rimacino le informazioni,
minchia oggi forse batto tutti i record.
:evil:
Oss

pikkiapo
Scritto il 15 aprile 2014 at 14:28

Quando si dice che i rappresentanti delle istituzioni non si rendono conto che siamo in deflazione, gli si fa un torto evidente. Lo sanno bene. Solo che non lo possono dire.

Fonte:

http://www.wallstreetitalia.com/article/1686393/economia/sinn-comprare-titoli-a-rischio-errore-fatale-per-la-bce.aspx

ROMA (WSI) – Hans Werner Sinn, presidente dell’istituto economico tedesco Ifo, è stato consigliere della Corte Costituzionale di Karlsruhe nella sentenza sullo scudo anti-spread. È uno dei falchi dell’Eurozona, fiero avversario dello scudo e ora perplesso sull’ipotesi dell’acquisto di titoli da parte della Bce.

Professor Sinn, il quantitative easing annunciato da Mario Draghi è illegale?

«Se si trattasse di comprare bond di banche o imprese o Stati a rischio, sì. La Bce non può diventare un assicuratore di crediti e non può differenziare la politica monetaria per aree. Secondo Karlsruhe, è illegale. Così la politica monetaria diventerebbe politica fiscale e la Bce funzionerebbe come un fondo salva-Stati. È vietato».

E se l’acquisto fosse proporzionale al Pil?

«Saremmo comunque nell’ambito del finanziamento monetario, vietato dai Trattati. Anche il programma Smp di acquisto dei bond sovrani era un aiuto mascherato agli Stati. Consente ai Paesi di vendere nuovi bond senza che cambino i rendimenti. Crea le premesse perché gli Stati continuino ad indebitarsi».

I banchieri centrali escludono, per ora, che ci siano rischi di deflazione in Europa. Condivide?

«Ci sono due aspetti: il primo è il rischio generale nell’eurozona, che va combattuto. Ma ritengo giusto e necessario che alcuni Paesi deflazionino: consente di ripristinare la competitività necessaria per la sopravvivenza dell’euro. Se fosse possibile uscire dall’euro, tutto sarebbe più semplice. Solo nell’eurozona ci si trova dinanzi a problemi talmente intricati da essere quasi irrisolvibili».

Qualcosa si è risolto. Persino chi votò contro lo scudo anti-spread come il presidente della Bundesbank Weidmann, ammette oggi che l’Omt ha salvato l’euro. Lei?

«Sì. Assieme al fondo salva-Stati Esm, ha contribuito enormemente a calmare i mercati. Ma dobbiamo chiederci se sia stato legittimo e se abbia risolto i problemi. Ne dubito. A lungo andare, non credo che scaricare i rischi degli investitori sui contribuenti sia una soluzione. Ha calmato i mercati, dovrebbe innervosire i contribuenti. Prima o poi si ribelleranno».

Veramente non esiste solo una socializzazione delle perdite: dall’ultimo bilancio della Bundesbank emerge anche quella, generosa, degli utili. Oltre 2 miliardi dell’acquisto dei titolo Smp che lei definisce illegali, sono finiti nelle tasche dei tedeschi.

«Guadagni illusori, vanificati dall’Omt: con esso, i contribuenti tedeschi sono chiamati a garantire ancora di più, e sono costretti a farlo gratis. Normalmente il mercato paga un’assicurazione per garantirsi dai fallimenti: i Cds. La Bce li offre gratis».

Karlsruhe ha definito illegittimo l’Omt, ma ha delegato alla Corte di Giustizia europea una decisione definitiva.

«No. Ha detto che l’Omt è incostituzionale, è stata durissima. E ha posto alla Corte europea il dilemma di come modificarlo per renderlo legale, suggerendo due modi: attraverso una limitazione degli acquisti – nessun “whatever it takes” – e uno status privilegiato per i titoli in mano alla Bce. In entrambi i casi l’Omt sarebbe distrutto nel nocciolo. I rischi tornerebbero in testa agli investitori».

Quanto è robusta l’attuale ripresa?

«L’economia mondiale sta recuperando, l’Europa ne approfitta, ma non bisogna illudersi troppo. Alcuni Paesi hanno un problema di competitività: l’euro li ha resi troppo cari, nei primi anni. L’Italia è tra i grandi sconfitti dell’euro, ma i suoi problemi, grazie alla sua industria che in fondo è competitiva, anche se è diventata solo un po’ troppo cara, sono risolvibili. Ha la possibilità di prosperare nell’euro, se accetta un decennio di stagnazione. Dovrà lasciare che prezzi e stipendi crescano molto meno che negli altri Paesi».

E la Grecia? Pensa ancora che debba uscire dall’euro?

«La deflazione per renderla di nuovo competitiva va al di là di quanto possa essere tollerato da una società, ma anche da un debito così alto».

Non sarebbe più semplice introdurre gli Eurobond?

«Sarebbero un passo ulteriore nella direzione di una collettivizzazione delle garanzie: farebbero cadere temporaneamente i rendimenti, a lungo termine spingerebbero l’Europa nella bancarotta. Karlsruhe ha dichiarato inoltre che sono incompatibili con la costituzione tedesca: si deduce chiaramente dalle ultime sentenze. Il voto del Bundestag non basterebbe a legittimarli: la Corte dice che non può decidere se accettare che altri Paesi ne compromettano la sovranità sul bilancio statale. È il motivo per cui Angela Merkel li esclude: sa che perderebbe il referendum».

kry
Scritto il 15 aprile 2014 at 15:02

Tutto bene negli usa inflazione in rialzo al 1,5%. Chissa come avranno fatto con le materie prime in ribasso. Dai forse riusciranno ad aumentare il pil di un 0,1%. Vedo già i nostri rappresentanti in volo per incontri bilaterali per corsi di formazione fantafinanziaria. Forse è per questo che i btp hanno raggiunto nuovi minimi di rendimento.

lukeof
Scritto il 15 aprile 2014 at 15:23

pikkiapo@finanzaonline,

Questo Sinn è peggio di Benetazzo e Alesina messi assieme.

Se è questo il “grande economista tedesco” aridatece er puzzone

pikkiapo
Scritto il 15 aprile 2014 at 16:35

lukeof@finanza,

L’insipienza (o la malafede) di questo signore si manifesta tutta in questa inferenza, quando dice:« Ha la possibilità di prosperare nell’euro, se accetta un decennio di stagnazione. Dovrà lasciare che prezzi e stipendi crescano molto meno che negli altri Paesi».

phitio
Scritto il 15 aprile 2014 at 16:39

dorf001@finanza,

Sembra proprio che tu pensi che Grillo sia uno a cui interessi qualcosa dell’Italia e degli Italiani.

Sbagliato, a lui non interessa niente di questo. Cinicamente sfrutta il potenziale offerto dai vari problemi aperti per accaparrarsi il consenso, ma a lui , e soprattutto a Casaleggio, non interessa nulla dei problemi degli italiani.

La prova?

Guardati questo video su youtube: “lettera a Beppe Grillo” di Ricerca e’ Vita. Dieci minuti circa.

https://www.youtube.com/watch?v=pOK5OrYZr5E

E ripensa a quanto Grillo abbia abbaiato e inveito contro gli inceneritori, contro “Cancronesi” contro le lobbie varie, quanto abbia parlato dei “cancrovalorizzatori”.

Questo video e’ la prova lampante che la propaganda di Grillo e’ una cosa, mentre l’uomo Grillo e’ tutt’ altra cosa, insieme a Casaleggio.

Io ci ho (ri)messo dei soldi in donazione per quel microscopio che tuttora fa muffa ad Urbino, da quasi dieci anni.

Non ho nessuna difficolta a definire Grillo e Casaleggio dei truffatori e dei delinquenti.
Perche’ nei fatti lo sono. Eccoli qui, i “salvatori”. Se hanno questo comportamento con uno dei loro punti politici piu’ qualificanti (tuttora), vuol dire che ce lo hanno per tutti i punti.

Un altro fallimento Italiano. Un’ altro tradimento.

Prima lo si capisce meglio e’.

Scritto il 15 aprile 2014 at 17:32

phitio@finanza,

Phitio xchè chiami in causa Dorf quando il primo a rompere icabassise con Grillo sono io.
Ribadisco come già scritto dopo l’articolo di stamattina personalmente credo ci sia da meditare.
Oss

kry
Scritto il 15 aprile 2014 at 17:34

Il pellegrinaggio del Fonzie fiorentino a Berlino dalla Merkel per ricevere la benedizione sul programma “Job Act”, ricorda la consultazione del re Leonida di Sparta presso l’oracolo di Delfi, al fine di ottenere l’assenso per andare a combattere i Persiani. Certamente sarebbe una bestemmia paragonare il Fonzie di Firenze al Re Leonida, impossibile immaginare il sovrano di Sparta chiedere il permesso al Re Persiano Serse volta ad attuare un legge per Sparta……….Malgrado ciò i tedeschi che frequentano le mense dei poveri sono aumentati da 800 mila ad 1.5 milioni dal 2009 ad oggi,  perfino con una disoccupazione bassa, un  surplus commerciale da record ed una moneta leggera rispetto al vecchio Marco che si rivalutava. Figuriamoci cosa accadrebbe all’Italia con un sistema lavorativo come quello tedesco però con l’opposto dei vantaggi che ha la Germania, ovvero moneta troppo forte, assenza di grande industria e costo del denaro decisamente più alto di quello tedesco…
Non so se il Fonzie di Firenze ha capito o no che gli interessi tedeschi sono un nostro svantaggio e viceversa. http://scenarieconomici.it/dottor-job-act-mister-hartz/

silvio66
Scritto il 15 aprile 2014 at 18:43

phitio@finanza,

Vedi Phitio, tu porti questa lettera a suffragio del fatto che grillo sia come quelli che abbiamo votato per anni e che ci hanno tradito decine di volte. Per te questa lettera vale come vent’anni di bugie…parli di grillo ma non ti sento dire una parola sull’operato dei parlamentari 5s di quello che hanno fatto e di quello che stanno facendo ogni giorno. Vorresti metterli sullo stesso piano di tutti quei cialtroni che ti hanno preso per il c… e che continuano a farlo anche adesso. delle due l’una, o sei parte di quel sistema oppure è meglio che ritorni sulla terra e la smetti di infangare l’unica speranza di onestà del nostro paese. Perdona il rimprovero ma già sulle banche, la loro natura e le prospettive economiche ti vedo scrivere cose poco chiare e paragonare il m5s a tutti i traditori di destra e di sinistra che hanno distrutto il paese facendo leva su una lettera mi pare addirittura offensivo per le nostre intelligenze. Io ho votato a destra tutta la vita e oggi mi vergogno di vedere come berlusconi nonostante sia stato condannato in via definitiva si prospetti ancora come leder del centrodestra, con l’appoggio di tutta la finta sinistra che lo ha spalleggiato in questi anni alla quale tu evidentemente dai ancora credito.

icebergfinanza
Scritto il 15 aprile 2014 at 19:50

Ussignur… ma Grillo non ha altro da pubblicizzare?

icebergfinanza
Scritto il 15 aprile 2014 at 19:52

pikkiapo@finanzaonline,

Strategie di sterminio sociale !

icebergfinanza
Scritto il 15 aprile 2014 at 19:56

Serve assolutamente un nuovo soggetto politico ma in Italia senza capitali e media non hai alcuna speranza ZERO!

sd
Scritto il 15 aprile 2014 at 23:37

kry@finanza,

silvio66@finanza,

Kry, Silvio non vale nemmeno la pena discutere con chi ha interessi o obbiettivi diversi…..le parole sono solo aria frittà….se scritte…un pò meno, siamo in CAMPAGNA ELETTORALE e ogni cosa è permessa.
Laciate pure che pensino che il 20% degli italiani siano “pilotati” da Grillo o Casaleggio.

icebergfinanza,

Gran bella frase Capitano Andrea….ma io non ripporrei molta fiducia nella POLITICA praticata negli ultimi 50 anni, per quanto riguarda il nuovo soggetto oltre che ai soldi ed ai media avrà anche bisogno di una nutrita scorta di guardie del corpo fedeli…..e di cuochi personali….altrettanto fedeli.

SD

dorf001
Scritto il 16 aprile 2014 at 01:10

alessandroecristina@finanza,

buono questo caracciolo. perchè non fà un faccia a faccia con quel traditore di napolitano?

stai sicuro che uno cosi’ non lo fanno parlare ad agorà o a ballarò e tutti quei programmmi di cacca. di matrice piddina ovviamente.

by

dorf001
Scritto il 16 aprile 2014 at 01:12

phitio@finanza,

si la conoscevo quella storia di montanari. ora un pò mi sfugge. mai detto che grillo è un santo. qualche cappella la fa pure lui.
io me la prendo perchè non parla mai di signoraggio. però ho visto che i suoi ragazzi ne parlano invece. sanno chi è AURITI.

guarda qua

http://www.youtube.com/watch?v=SsR-lIPKoQM

GUARDA DAL MINUTO 25:30

BY

dorf001
Scritto il 16 aprile 2014 at 01:15

gebs che cavolo ha il tuo nick? se clicco vengon furi 40 righe di roba.

si vedi, a volta sul blog di grillo pubblicano delle cagate pazesche. dove li tirano fuori sti idioti?

quindi ho ancor più ragione io quanto ti dico e l’ho scritto, che la deve smettere il grillo, si affidarsi a economisti incompetenti. i nomi li ho già fatti e non ripeto più

BY

dorf001
Scritto il 16 aprile 2014 at 01:20

kry@finanza,

ahh caro mio. ora te la do io la scatoletta della medicina. dopo la cura renzi ecco quale medicina dovrete prendere.

ocio!!!!!! https://www.google.it/search?hl=it&site=imghp&tbm=isch&source=hp&biw=1333&bih=561&q=tubetto+di+vaselina&oq=tubetto+di+vaselina&gs_l=img.12…0.0.1.12702.0.0.0.0.0.0.0.0..0.0….0…1ac..41.img..16.20.2372.kAMRwvlgncM#facrc=_&imgrc=1zYvaypLDCzfOM%253A%3BJMkkja2FrPcANM%3Bhttp%253A%252F%252Fwww.tattoodevice.it%252Fpublic%252Fzoom_80952608_Tubetto_di_vasel_4d789f8a23170.jpg%3Bhttp%253A%252F%252Fwww.tattoodevice.it%252Fprodotto-143246%252FTubetto-di-Vaselina.aspx%3B600%3B450

BY

dorf001
Scritto il 16 aprile 2014 at 01:21

kry@finanza,

la prima figura che vedi nel link…………te gusta?????????’

Scritto il 16 aprile 2014 at 07:53

dorf001@finanza,

8O ahiaaaaa
:mrgreen:

Scritto il 16 aprile 2014 at 08:02

dorf001@finanza,
Come risposi a john con una sua citazione:
Deliranti messaggi messianici
:-) :D :twisted: :mrgreen::mrgreen:

Oss

Scritto il 16 aprile 2014 at 08:04

dorf001@finanza,

Dorf condivido appieno! :wink:
Oss

veleno50
Scritto il 16 aprile 2014 at 08:45

Confermati gli 80 euro in busta paga a maggio, venerdi decreto senza toccare gli assegni familiari .i pentastellati e tutta la stampa di parte stanno gufando quella vaselina del link dovreste usarla. promesse mantenute , non ricordo di un aumento cosi cospiquo da quando sono nato.inflazione quasi a zero aumento dell’8% se lo stipendio lordo è di 1000 euro, fantastico. gli stipendi vengono abbassati quasi a tutti i dirigenti,prossimo attacco alla burocrazia vero cancro antieconomico, ricambio ai vertici delle maggiori aziende italiane, mi pare che alla guida del governo ci sia Hamilton ,giovane,veloce,ottima guida, risultati eccellenti con buone possibilità di vincere il campionato del mondo. bay bay

kry
Scritto il 16 aprile 2014 at 09:16

veleno50@finanza,

…..prossimo attacco alle pensioni vero cancro antieconomico, ricambio ai vertici delle maggiori aziende italiane, mi pare che alla guida del governo ci sia Hamilton ,giovane,veloce,ottima guida, risultati eccellenti con buone possibilità di andare a sbattere. bay bay La vaselina un ottimo investimento ce n’è per tutti. Ciao.

Scritto il 16 aprile 2014 at 09:36

dorf001@finanza,

Dorf mi ha contattato Claudio Messora :mrgreen:
rispondendo cortesemente ad una mail che gli ho inviato ieri in cui chiedevo spiegazioni
sull’articolo delirante apparso sul blog di Beppe di sto tizio Brera! 8O

Andrea, ho suggerito inoltre a Messora di visionare questo blog e
nella speranza che lo faccia veramente, ci conto in quanto credo nella coerenza, :-)
spero che sia veramente qualcosa di positivo per tutti.

“Diffondete consapevolezza”….
certo di aver fatto cosa grata, se così non fosse sono qui, vi saluto.

Vi tengo aggiornati! :wink:
OSS

Scritto il 16 aprile 2014 at 09:41

Conto sul fatto che Messora leggerà questo blog in quanto la sua frase è stata:

‘…Piuttosto, leggerò il signore che mi suggerisci di leggere.’

OSS

dorf001
Scritto il 16 aprile 2014 at 16:13

ciao gebs. ti dico una cosa. un anno fa avevo scritto a Messora di intervistare MAZZALAI.
allora visto che ate ti ascolta, dillo tu a lui. cosa gli costa? è tutto gratis. che fatica fa?

gli fa una intervista di 1 ora o di più, veda lui, e poi la mette in rete.

ok vai esegui.

BY DORF

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
La situazione ovviamente non è più cosi serena. Ed è chiaro a tutti che il clima "goldilocks"
Ci eravamo lasciati nel precedente articolo con l'indice Biotech in forte ripresa e proprio quando s
Oggi vi vorrei parlare di alcuni aspetti pratici di bitcoin e di come se ne gestisce la custodia
Avvio titubante per il Ftse Mib che si muove attorno a 19.130 punti mostrando un lieve segno rosso,
Nel fine settimana, il ritorno in grande stile della troika, che suggerisce di non toccare la ri
Gli ETF (Exchange Traded Funds) continuano a piacere agli investitori. Lo dimostrano gli ultimi
Guest post: Trading Room #295. Ora siamo "nel burrone" e quindi che possiamo aspettarci? Buona vis
Come indebolire con un colpo solo pensioni obbligatorie e complementari senza aumentare il lavoro N